prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

Giardino Italiani nel Mondo

Questa pagina ha per me un significato molto speciale e mi porta indietro nel tempo di molti anni…

In una delle tante puntate di “Sportello Italia” che ho condotto a Rai International, ho ricevuto una lettera da parte di un telespettatore che chiedeva di dedicare un luogo nella città eterna, a tutti gli Italiani nel Mondo.
Da qui l’idea di invitare in studio l’allora Assessore alle Politiche Culturali e Toponomastica del Comune di Roma, Gianni Borgna, il quale accolse con entusiasmo questa proposta che fu di li a poco approvata, come potete leggere dalla lettera che ricevetti poco tempo dopo la puntata in cui fu ospite e che copio qui sotto.
Era il 2005.

I tempi burocratici hanno fatto sì che trascorressero ben sei anni fino a quando finalmente fosse trovato il luogo adatto e vi garantisco che non è stato facile da parte mia insistere con i vari funzionari e dirigenti di turno, affinché questo progetto (con tanto di approvazione!) potesse realizzarsi.

Finalmente nel 2012, il Sindaco di Roma Gianni Alemanno, riuscì a trovare l’ubicazione giusta dedicando a tutti gli Italiani nel Mondo un delizioso Giardino in un luogo di Roma molto bello, il Lungotevere Flaminio, a pochi passi dallo Stadio Olimpico.

Nel frattempo, durante i sei lunghi anni di attesa, durante una mia visita nel 2011 a Philadelphia in cui ero ospite d’onore durante una bellissima celebrazione in occasione del 2 giugno, Festa della Repubblica Italiana, ricevetti una toccante lettera, che troverete qui sotto, da parte di un telespettatore romano che non tornava nella sua città da ben quarant’anni.

Da lì l’idea di abbinare l’inaugurazione del Giardino Italiani nel Mondo al ritorno di Aldo Marcozzi, che a sue spese acquistò un biglietto aereo e tornò nella sua amata Roma avendo tra l’altro la possibilità di essere ricevuto in Campidoglio dal Sindaco Alemanno e di partecipare all’inaugurazione del giardino di cui potete vedere un bellissimo video.

 

Non dimenticherò mai, il momento in cui la mia amata Nonna Lea dedicò a tutti i recenti una sua poesia, rendendo questa giornata ancora più speciale.

NONNA LEA!

LETTERA ALDO MARCOZZI

“Cari amici del Quadraro, mi chiamo Aldo Marcozzi, sono nato tantissimi anni fa per dir meglio, nel settembre del 1935 in via degli Arvali. La mia storia è lunga e triste, si aggrava quando penso al mio luogo di nascita. Sfortunatamente contro la mia volontà dovetti lasciare quell’amato quartiere all’età di 15 anni, stavo frequentando le medie nella scuola Albio Tibullo. Mio padre stanco della guerra (7 anni) volle ‘emigrare’ in un altro paese così con tanta tristezza nel cuore dovetti lasciare i ricordi d’infanzia, tesoro più pregiato della nostra vita”… “Ricordo mia madre quando lasciò Roma, pianse 50 anni, rimproverando continuamente mio padre di quella decisione così sbagliata. Beh miei cari Quadraroli (se così si dice…) vi lascio con il cuore infranto pieno di tristezza e con l’orgoglio di essere tutti noi nati in un quartiere eroico. Invidio i miei cugini , zii, nipoti, figli e figli dei miei cugini che hanno goduto ciò che io non ho potuto…”