prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

venerdì, 24 maggio 2013
UN GIARDINO NON SOLO DI RICORDI


Questa è proprio una grande emozione, un’attesa durata tanti anni che poi, voilà, arriva come ogni cosa nel momento in cui forse meno si aspetta.

Evvivaaaaaaaa: finalmente in Italia, nella Capitale d’Italia, c’è un luogo, una targa toponomastica dedicata agli Italiani nel Mondo.

Esserci occupati di Italiani nel mondo come abbiamo fatto noi attraverso “Sportello Italia”, vuol dire sicuramente avere risposto a moltissimi quesiti legati a problematiche importanti, ma anche esserci fatti  portavoce di ciò che più intimamente significa essere Italiani nel mondo e vivere lontano dalla madrepatria,ieri come oggi.

Anni fa, proprio in una delle tante puntate del nosto programma televisivo che attraverso Rai Internazionale ha raggiunto milioni di telespettatori nei cinque continenti, arrivò una richiesta decisamente importante: intitolare un luogo della città di Roma agli Italiani nel Mondo.

Questa richiesta in particolare era legata al desiderio di avere nella Capitale, una Via, un Viale, un Largo o una Piazza con questa specifica denominazione.

Da allora abbiamo fatto una ricerca ed effetivamente non esiste nessuna città d’Italia ad oggi (oltre Roma dal 22 maggio 2013) ad avere pensato di riconoscere e ricordare gli Italiani nel Mondo anche in questo modo.

L’altro ieri per l’appunto questa richiesta si è trasformata in realtà e Roma è  la prima ed unica città d’Italia ad avere una targa toponomastica dedicata ai nostri connazionali all”estero.

Coincidenza vuole che due anni fa, quando ero a Philadelphia come Madrina il 2 giugno 2011 durante le Celebrazioni della Festa della Repubblica Italiana, mi si avvicina tra la folla di centinaia e centinaia di persone, un simpatico Signore che mi consegna una lettera cartacea.

A casa, con calma quando l’ho letta, ho capito immediatamente l’importanza del suo messaggio e mi sono ripromessa che una volta tornata in Italia, avrei dovuto fare in modo che questa bellissima testimonianza di Amore per la sua città, Roma, dove non tornava da quasi quarant’anni, sarebbe dovuta arrivare alla conoscenza del primo cittadino, il Sindaco Gianni Alemanno, il quale con grande sensibilità, oltre che portare avanti la richiesta dell’intitolazione del “Giardino Italiani nel Mondo” ha voluto consegnare una medaglia al nostro caro e nostalgico telespettatore, che per l’occasione dopo tanti anni ha deciso di tornare a “casa”.

L’incontro al Campidoglio al quale abbiamo partecipato, è stato seppur nella sua brevità molto intenso.
A volte mi chiedo come riesco a trattenere le lacrime quando sono testimone di storie e sensazioni così speciali.

Siamo stati accolti con grande sempicità, per quanto logicamente ci trovassimo in un luogo altamente istituzionale.
Credo sinceramente che il Signor Aldo lì per lì non si sia reso conto fino in fondo di quanto stava accadendo ed anche io mi sono sentita travolta da talmente tanta gioia ed emozione che solo ieri sera a casa, a cerimonia conclusa, ho realmente realizzato in pieno la straordinarietà dell’evento: dedicare un Giardino a TUTTI gli Italiani nel Mondo.

E poi di corsa dal Campidoglio fino al lungotevere Flaminio davanti al Ponte della Musica, in una giornata di pioggia che come per magia si è interrotta al momento dell’inaugurazione del Giardino, giusto giusto in tempo per non rovinare la festa.
Questo mi ha fatto pensare che da lassù qualcuno ci stesse guardando con particolare attenzione rivolgendoci le sue attenzioni benevole.

Non vi descrivo come è andata l’inaugurazione della targa del GIARDINO ITALIANI NEL MONDO tanto meno l’incontro con il Sindaco Gianni Alemanno al Campidoglio; nei due video che ho pubblicato in questa pagina ne avrete una ricca presentazione che sono certa vi coinvolgerà in modo emozionante.

Certamente è stata per me un orgoglio ritrovare nel nostro bel Giardino rappresentanti del mondo degli Italiani all’estero e colleghi di Rai Internazionale, con i quali abbiamo trascorso insieme tanti anni tra progetti e successi.

SENZA Rai Internazionale questo Giardino non esisterebbe e probabilmente anche il Signor Aldo non avrebbe ricevuto la sua medaglia, perché SENZA Rai Internazionale non  sarebbe andato in onda “Sportello italia” quindi non avremmo ricevuto la richiesta di questa intitolazione e non ce ne saremmo potuti fare portavoce.

SENZA Rai Internazionale io non avrei avuto la possibilità di occuparmi ed “innamorarmi” degli Italiani nel mondo, quindi non avrei incontrato le nostre comunità all’estero e di conseguenza non avrei conosciuto il Signor Aldo che, SENZA Rai Internazionale, non mi avrebbe consegnato la sua lettera.

Insomma alla fine ed all’inizio di tutto, c’è sempre uno strumento che è il motore che mette in moto un percorso; in questo caso è stata la televisione, Rai Internazionale, ad essere il ponte tra voi Italiani nel mondo e l’Italia.

Come mi ha fatto notare qualcuno dei presenti all’inaugurazione, un giardino è un qualcosa di vivo, che palpita…

Questo spazio non vuol essere solo un Giardino di ricordi, che comunque sono importanti e non vanno cancellati.
Questo luogo vuole e deve essere un Giardino di propositi ed iniziative perchè gli Italiani nel mondo lo meritano, così come meritano anche una televisione a loro dedicata, altrimenti storie e desideri come questo e tanti altri che abbiamo raccontato ed esaudito, rimarranno sogni chiusi in un cassetto… per tutta la Vita!!

177 Commenti a “ UN GIARDINO NON SOLO DI RICORDI ”

  1. LUIS ROMAGNI C. ( MIAMI.FL. , USA. )

    il dstino dice che debbo essere il primo a commentare!!!!
    I VIDEO PARLANO DA SOLI !!!! LO SCRITTO COME AL SOLITO STUPENDO,PROFESIONALE,E TRAMETTE LE EMOZIONI DELLA VIP FRANCESCA!!! QUE QUESTO GRANDIOSO AVVENIMENTO SIA IL PRINCIPIO DI UNA ATTENZIONE FUTURA PER TUTTI GLI ITALIANI AL ESTERO,CHE TANTO SI E’ CONTRIBUIDO AL RINASCIMENTO DELL’ITALIA POST-GUERRA CON LE RIMESSA,E CON LE CONQUISTE DELLE POSIZIONI RAGGIUNTE NELLE NAZIONI DOVE ABBIAMO EMIGRATI,QUINDI ABBIAMO IL DIRITTO DI ESSERE RISPETATI E CONSIDERATI,E NO COME HA DETTO IL LETTTA..CHE NON COMMENTO,CHE E’ STATO PUBLICATO IN ITALIACHIAMA ITALIA!! IL GOVERNO SE LO RICORSI NON SIAMO DI SERIA “b” MA A TESTA ALTA NON VOGLIAMO VERGOGNARCI DI DIRE SIAMO “ITALIANI”,E NON CONDIVIDIAMO LA TRISTE SITUAZIONE POLITICA CHE STA ATTRAVERSANDO LA NOSTRA iTALIA ! SCUSANDOMI VI SALUTO E GRAZIE A FRANCESCA !LUIS!


  2. LUIS ROMAGNI C. ( MAMI.FL. , USA. )

    MI scuso per qualche errore di battuta..e che la FRANCESCA trasmette anche le sue emozioni,e mi contaggia!!!! COMPLIMENTI FRANCESCA PER IL TUO LAVORO,fatta da sola che ti porta via tanto tempo,e tanto lavoro,pero’ che lo fai con il cuore per i tuoi INNAMORATI “ITALIANI AL ESTERO” GRAZIE DI CUORE! AUGURI A PRESTO!!! SALUTI A TUTTI LUIS!!!!


  3. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca, ho appena letto il tuo post e ho visto tutte le immagini che il 22 maggio si sono prodotte grazie alla tua iniziativa che è quella di esaudire il desiderio di un italiano nel mondo, che poi è il desiderio di tutti gli italiani nel mondo…

    Hai detto che quando hai conosciuto le comunità italiane all’estero te ne sei innamorata, e lo hai messo fra virgolette, ma io credo che non c’era bisogno delle virgolette, perche` il tuo innamoramento è uguale a qualsiasi altro innamoramento ed è stato un innamoramento a due punte, come dev’essere, perchè non c’è un italiano che ti abbia conosciuto che non si sia innamorato di te e della tua attivita in favore di quel mondo sconosciuto in Italia, che è l’altra Italia.

    E’ vero che tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’esistenza della RAI INTERNAZIONALE, che da quando va in onda, ha costruito un ponte vero e concreto fra tutti gli italiani all’estero e, grazie al tuo programma Sportello Italia e al tuo carisma, è stato possibile creare anche un ponte fra molti italiani che vivono in continenti diversi.

    Tutto questo è altamente emozionante perche ci dà l’illusione che non ce ne siamo mai andati dalla nostra patria. Per moltissimi anni c’è stato un vero gap, una enorme breccia che ci ha fatto sentire che la nostra patria era perduta per sempre, invece grazie alla tecnologia, ai moderni mezzi di trasporto e di comunicazione e, GRAZIE A TE, abbiamo ricuperato quel contatto che non esisteva più.

    Il GIARDINO DEGLI ITALIANI NEL MONDO, è un posto piccolo, ma molto degno. Circolare, coronato dalle panchine… e io mi immagino il giorno che sarò a Roma, di sedermi in una di quelle panchine, all’ombra di quegli alberi che saranno muti testimoni di tante visite e ritorni… e sentirò che non me ne sono mai andata dall’Italia.

    Grazie per le emozioni che tutto questo mi ha fatto rivivere.
    Lucia


  4. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    PS: Sono fra i primissimi commenti, nonmi era mai successo! Addiruttura la terza! Beh’ sono contenta di questo e approfitto per dirti che la canzone di Eros Ramazzotti che accompagna uno dei video, è come sempre azzeccatissima! :-)


  5. Giovanna Chiarilli ( Roma , Italia )

    Cara Francesca,
    ti ringrazio ancora una volta per avermi regalato, con la cerimonia del 22 maggio, un altro momento di intensa, indescrivibile emozione vissuta accanto agli Italiani all’estero. L’ho già detto a quanti ho incontrato ( ti prego di non tagliare…come fai quando ne parlo con te e subito mi interrompi perché, generosa come sei, cerchi sempre di dividere i traguardi raggiunti con Sportello con la squadra…) e lo ripeterò all’infinito: senza la tua determinazione, caparbietà, passione… questo Giardino non sarebbe mai nato.
    Ora il Giardino c’è… e devo dire che rivedere le foto, il filmato, mi ha dato un’altra, intensa emozione. Basta vedere il volto del Signor Aldo per capire.
    Ora abbiamo anche noi un posto dove ritrovarci la domenica… e chissà, magari davvero potremmo pensare ad un chioschetto (anche questa è una tua idea) dove gli Italiani che tornano possono venire a bere un caffè.
    Un abbraccio e un caro saluto a TUTTI gli amici di Prontofrancesca!
    Giovanna


  6. Giovanna Chiarilli ( roma , italia )

    Scusate,
    volevo aggiungere un altro “dettaglio” importantissimo…
    Nonna Lea era bellissima, ammiratissima… e, a conferma della
    sua indole temeraria,
    per nulla intimorita dalla pioggia.
    Per lei, calorosi applausi…
    Grazie anche a lei.
    Giovanna


  7. Lea Mina Ralli ( roma , Italia )

    M’ introduco anche io in questa pagina col cuore gonfio di emozioni perché guardando i Video che la Madrina di questo bellissimo Avvenimento ha curato con tanta passione per la gioia delle infinite persone italiane alle quali il Nuovo Giardino è dedicato e che non hanno avuta la possibilità di parteciparvi di persona
    Ma tutti sentiranno uno stimolo in più per venire in questa nostra bella Italia e, a Roma lo visiteranno inviando un Grazie riconoscente a tutti coloro che si sono attivati per questa realizzazione.
    Avete visto quante persone sia al Campidoglio, che nel Giardino hanno attorniato il Reduce romano Aldo Marcozzi rientrato nella sua città dopo tanto tempo e che non è riuscito a frenare la sua commozione ?
    Lui , si è ritrovato nella poesia a lui dedicata ed io sono stata lieta di leggergli i versi che avevo scritti per lui ed anche di avere avuta la possibiltà di leggere al Sindaco ed Francesca il mio plauso proprio per questa Cerimonia e come ringraziamento a nome di tutti gli Italiani nel Mondo .

    Nonna Lea


  8. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    Come sempre…..grazie…..grazie…..grazie ……. sai che ho pensato il primo programma di Sportello Italia….puoi farlo dal giardino!!!!!!!! Io voglio vederte nella RAI !!!!!!!!!! baci a tutti


  9. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    INNO ALL’EMIGRANTE

    Non ti sentivi realizzato
    Dal suolo italico te ne sei andato
    Ma il cielo azzurro non l’hai scordato.

    Grandi rinunzie ciò t’è costato
    E ascose lacrime hai pure versato
    Per ogni affetto che hai abbandonato

    Tanto dolore t’ha amareggiato
    E qualche ostacolo t’ha scoraggiato,
    ma il tuo percorso non s’è fermato

    poiché la meta t’eri fissato.
    Quel tuo progetto tanto sognato
    Alfine un giorno l’hai realizzato.

    Col gran rispetto che hai conquistato
    Da benestante un dì sei tornato
    Grato alla vita che ti ha premiato

    E alla nuova Patria che t’ha ospitato
    Rispetto e lavoro anche tu hai portato
    E grande Italiano ti sei dimostrato.

    Lea Mina Ralli
    alias Nonna Lea


  10. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    Grazie per i saluti GIOVANNA!!!!!! tu sarai accanto di Francesca nella RAI !!!!!!


  11. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    FRANCESCA……..ho finito adesso di vedere i video………con un fazzoletto in mano……..che emozione. Complimenti ALDO.
    Grande AGOSTINO…..che piacere rivederti!!!!!!!!!!!!!!!! anche a te vogliamo vederti insieme a FRANCESCA!!!!!!!!!!
    FABRIZIO……… tu sei in alcuna foto?????????? ……..in una che c´é Agostino, c´é anche un giovane sorridente …..sei tu???????
    NONNA LEA …….al volo ho pescato a VILMA…..vero?
    Sono appena tornata…..e gia voglio andare di nuovo in ITALIA!!!!!!!!!!


  12. MARTA GALZERANO ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Cara Francesca:

    Ho appena finito di vedere i filmati…e como ben dice Maria Rosa Colombo con un fazzoletto in mano, impossibile trattenere le lacrime quando ho visto Nonna Lea leggendo le sue bellissime poesie dedícate all’amico Aldo, emozionatissimo…anche molti visi conosciuti da Rai Internazionale, il nostro caro Agostino…

    Insomma è stata una cerimonia bellissima in cui si è riconosciuto il valore dell’altra Italia, oltreoceano, ma con fortissimi legami di sangue, cultura e tradizioni.

    Giungano i miei complimenti a te ed a tutti coloro che hanno fatto possibile diventare realtà questo bel sogno !!!

    Marta.


  13. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    DEDICATA A ALDO MARCOZZI
    EMIGRANTE ROMANO

    Fra tanta gente che va via emigrante
    solo er romano pare un condannato
    perché lontano da ‘sto Cuppolone
    nun trova più la forza pé campa’.

    Li ricordi che cià in core
    jé rinnoveno er dolore
    quanno penza a Roma sua
    più lontano nun sa sta’.

    Basteno du ‘rintocchi de campana
    pé riportallo a casa cor penziero,
    rivede ‘na pupetta tanto amata
    e a tutti li baci che ancora jé pò da’.

    Si risente ‘na campana
    jé se strigne forte er core
    manna ar diavolo er lavoro
    e se sbriga a ritorna’.

    Tanto nun vive più solo e lontano
    se sente ‘no stragnero, un disgrazziato
    cor core chiuso come fusse in gabbia
    nun cià più manco voja de parla’.

    Si jé manca er Ponentino
    nu riesce a respirà
    nun c’è gnente che l’attira
    vò sortanto rimpatria’.

    Pé ‘na vita ha resistito
    senza mai potello fà…
    E sortanto pé ‘sta festa
    finarmente oggi sta qua.

    Lea Mina Ralli
    Nonna Lea l ‘Estro Versiana

    “Il giardino degli Italiani nel mondo ”
    Roma, Piazza Gentile da Fabriano

    22 maggio 2013


  14. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    E questa vuole essere un ringraziamento a Francesca che ha promossa la Cerimonia e la al Sindaco Alemanno che l’ha realizzata.

    VIVA  ER GIARDINO  DELL’  ITAJANI NER MONNO

    AR SINDACO è  PIACIUTA LA  PROPOSTA 
    DE ‘NA REGAZZA ATTIVA  E ASSAI CONVINTA
    E PURE SI E’ PASSATO TANTO TEMPO
    LA DECISIONE GIUSTA E’ STATA PRESA .

    ADESSO A ROMA CE SARA’ UN GIARDINO 
    DEDICATO SORTANTO ALL’ ITAJANI 
    CHE DALLA PATRIA SE SO’ ALLONTANATI  
     MA CHE SEMPRE SO’  RIMASTI AFFEZZIONATI 

    ALLO STIVALE  CHE  MAI  SCORDERANNO .
    E DRENT’ AR CORE SEMPRE SERBERANNO 
     LI  BEI  RICORDI  E  LE  TANTE  TRADIZZIONI 
    CHE TENGHENO VIVI  NELLE ASSOCIAZIONI  

    E  PURO  INDOVE  SE  SO’  RADICATI . 
    PERCHE’  DOVUNQUE SE SO’ SEMPRE IMPEGNATI 
    COI LORO PROGGETTI ESTROSI  REALIZZATI
    E I TANTI PRESTIGGIOSI  ALLORI  MERITATI.
      
    ER SINDACO TUTTO QUESTO  HA  VALUTATO 
    E  PURO  ‘STA TARGA E’ UN PREMIO MERITATO.

       Lea Mina Ralli 
    alias Nonna Lea
    l”Estro Versiana


  15. Giuseppe Pampena ( il Mondo )

    Non trovo parole per esprimere il mio piacere, spero che questo poema dice cosa penso!

    Il Mio Paese (da un Emigrante Anonimo)

    Povero, piccolo paese mio
    tu pensi ancora che con te fui scortese
    quando ti lasciai per andar via;
    ma credimi non fu colpa mia.

    Tu eri povero e forse lo sei ancora,
    non potevi darmi quello che cercavo allora.
    Cosi` fui costretto a lasciarti, ad andare via,
    ma sapessi con quanta malinconia.

    Quanto tempo da allora e` passato,
    ma io non ti ho mai dimenticato
    e senza voler lusingarti
    devi sapere che non ho mai cessato di amarti.

    E come potrei, se da te ho vissuto i giorni piu` belli,
    giorni che cerco e non trovo,
    giorni che vivo, ma non sono piu` quelli.

    La vita in te era armonia e bellezza,
    persino la tua miseria sembrava ricchezza.

    Percio` ti prego, mio piccolo caro paese,
    non pensar piu` che fui con te scortese.
    Vorrei tanto tornare, forse solo per un momento:
    il tempo sufficiente per chiudere gli occhi e per morir contento.


  16. nicolina magnotta ( lomas de zamora b. as. , argentina )

    tutto commovente… oggi pomeriggio quasi l’hò trascorso a vedere i diversi filmati, commoventi, non hò parole, hò riconosciuto tante persone del Sportello…..le poesie solo esprimono la verità sù gli emigrati, commovente tutto,…… io per molti anni sognavo con il mio paese….. ma senza mollare nell’impegno di costruire un futuro…. non perdo la speranza di ritornare e sedermi su una delle panchine, all’ombra degli alberi, anche mio figlio Toni nato a Roma sogna di conoscere l’Italia… lo portammo in Argentina aveva due mesi……ringrazio a tutti e specialmente a Francesca, la piazzetta (giardino degli Italiani nel mondo, tutto bellissimo…… complimenti!!!!!!! cordiali saluti a tutti, a Francesca un carissimo abbraccio, e sogno con il suo ritorno alla Rai Internazionale….. Nicolina.


  17. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Grazie Francesca !!! Il cosmo ha bisogno de queste belle cose. Sara un “posto nel mondo” per sempre. Hanno fatto “storia” con un gesto d`amore per chi e lontano, ma col cuore italiano ancora…
    Complimenti!!! Anche la pioggia fu un battesimo augurale.
    Cari saluti… ; )
    Lujan


  18. Maria ( Montreal , Canada )

    Un’emozione grandissima nel vedere questi video,la piu` grande emozione e vedere come tu cara Francesca sei riuscita attraverso le tue grandi capacita` poter fare dedica a tutti noi Italiani sparsi nel mondo in questo angolo di Roma,grazie per tutte le emozioni,non ti nascondo che ho fatto fatica a trattenere le lacrime.

    Poi un’altra emozione grande e` stata vedere la nostra amata nonna Lea leggere le poesie con tanta facilita`,Dio ti benedica dolce nonna Lea.
    Francesca cosa dire della tua eleganza e bellezza,sei sempre piu` bella.
    Non mi rimane che salutare voi tutti amici sparsi nel mondo.
    Maria
    ps Giuseppe Pampenda la tua poesia e` stupenda,complimenti.


  19. Claudia Roman ( Jacksonville,Fl , USA )

    Carissima Francesca,
    finalmente trovo un po’ di pace e serenita’ per poterti scrivere, ricongiungermi a te e a voi amici.
    Per me che sto vivendo un periodo particolare e’ veramente commuovente vedere l’inaugurazione di un qualche cosa dedicato agli Italiani nel mondo. Un giardino poi e’ a mio avviso la cosa piu’ bella che ci potessero dedicare, meglio di una statua, di una bandiera, di una scritta. Un giardino e’ composto di fiori, alberi, uccellini,farfalle….tutti li’ a festeggiarci e onorarci. Gli alberi specialmente che io sento molto simili alla condizione di un immigrato. Mi sento infatti spesso proprio come un albero, cresciuta come tenera piantina in terra madre a fianco a tante altre piante uguali a me e poi sradicata e trapiantata altrove dove la terra e’ sconosciuta e tutto e diverso e fa paura e ho dovuto imparare per sopravvivere ad accettarla, ad amarla, ho dovuto capirla e diventare un po’ come lei senza smettere di amare l’altra terra eppure al tempo stesso lasciarla un po’ andare affinche’ le mie radici di albero potessero sopravvivere ,nutrirsi, respirare. Penso Francesca tu abbia visto questa metamorfosi in tanti di noi.
    Ti dicevo che l’inaugurazione mi ha particolarmente commossa perche’ ho incontrato tante brave persone che hanno ammirato cio’ che io e la mia famiglia siamo stati capaci di fare dal momento che abbiamo lasciato l’Italia rischiando il tutto per tutto, persone che ci hanno accettato per cio’ che siamo con il nostro bagaglio di nostalgia ma anche di forza e dignita’ che ci portiamo appresso ma ultimamente ho anche incontrato persone cattive che ancora fanno differenze, persone ignoranti che feriscono e che ci hanno detto…sporchi italiani tornatevene a casa qui non avete amici nessuno vi vuole….persone che ci vivono vicine e che sanno di colpire e l’hanno fatto senza rimorsi. E’ la prima volta che mi capita in 16 anni che vivo all’estero e nonostante sappia che chi ha detto queste parole non merita attenzione fa male lo stesso.
    Per fortuna cara Francesca nella mia vita in questo momento ci sono tante altre cose belle come la mia nipotina Sofia che domani compie due mesi. SI, sono diventata nonna, mi ritengo molto fortunata sono gioie che non tutti hanno nella loro vita.
    Prima o poi vengo a Roma e quel giardino lo voglio vedere, sarebbe bello se qualche italiano all’estero potesse anche piantarci qualche piantina che magari arriva da un altro paese, trapiantata proprio come noi.
    Un abbraccio,
    Claudia Roman


  20. Giacomo ( Laval , Canada )

    Grazie Cara Francesca,
    Una grande emozione vederti ancora con un microfono in mano parlare degli Italiani nel mondo, hai portato a termine un progetto, penso, con un’ iter realizzativo assai difficile. Ho definito le procedure burocratiche per vedere sul pennone quella targa toponomastica dedicata agli Italiani nel mondo, difficile.. solamente per mantenere un linguaggio elegante. Per questo CARA FRANCESCA meriti tutto il nostro affetto e tutta la nostra riconoscenza.
    Permettimi però quest’ultima considerazione. Nel mezzo di quella giornata di euforia non vorrei rischiare di essere una voce fuori dal coro quindi spero veramente come dice il titolo dell’intruduzione quella targa non rimanga per indicare solamente “Un Giardino di solo ricordi” ma faccia capire alla politica nazionale che nonostante la congiuntura e la crisi bisogna investire ulteriormente per gl’Italiani nel mondo, per la divulgazione della nostra cultura, della nostra lingua ecc. ecc. Il paese tutto ne trarrà beneficio.
    Brava Francesca ! Un abbraccio di cuore,
    Giacomo


  21. Mena ( San Francisco , USA )

    Cara Francesca, grazie,grazie per essere stata promotrice di questa targa onorifica, dedicata agli Italiani nel Mondo, un riconoscimento che ci fa sentire ancora piu’ orgogliosi del nostro paese. Mi auguro che tra breve tu possa riprendere il dialogo
    che avevi stabilito con tutti gl’Italiani nel Mondo.Con affetto


  22. Antonio Gabriele Fucilone ( Roncoferraro (MN) , Italia )

    Ho letto con piacere.
    Gli italiani nel mondo hanno portato la nostra cultura in vari Paesi e la difendono.
    Non dobbiamo dimenticarcelo.
    http://italiaemondo.blogspot.it/2013/05/il-giardino-degli-italiani-nel-mondo_3954.html


  23. Salvatore ( caracas , venezuela )

    Ciao a tutti, sará sempre poco quello che si possa fare per ricordare gli italiani nel mondo.
    Grazie a Francesca, siamo usciti dal anonimato. Ora abbiamo l´impegno di continuare, lo spazio che Francesca ha conquistato per tutti noi, dobbiamo difenderlo, condividerlo.
    Non siamo piú i SOLITI IGNOTI!!!!
    VIVA L´ ITALIA!!!!! VIVA IL BEL PAESE!!!! SEI L´ UNICO!!!!


  24. IOLANDA MENNILLO ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    grazie Francesca, il video e bellissimo e tutto quello che ai detto e nonna lea e il sindaco e una cosa che ti fa piancere mi a toccato veramente il cuore e speriamo che possa tornare pure io dopo 48 anni mancata dalla mia terra speriamo che lo potro vedere quel giardino che si e fatto per noi all’estero ciao saluti a tutti e saluti a te specialmente e tutto quello che fai e stai facendo ciao iolanda


  25. Luisa Grisanti ( Buenos Aires , (Argentina) )

    Cara Francesca. Non trovo le parole da scrivere di tanta emozzione ,grazie di tutte le cose che fai per noi Italiani nel Mondo, ma questo e veramente una gioia che ingrandisce il cuore,giá mi vedo seduta in panchino e ricordare quando siamo partite per Argentina con mia madre, io ero molto piccola ma certe cose mi ricordo come un sogno, io ho avuto la allegria di ritornare mia madre sempre voleva tornare mai ha potuto.Grazie Nonna Lea per le tue poesie che sempre arrivano al cuore. Ti voglio bene, Alberto ti saluta. Per te cara Francesca tutto il meglio ti lo auguro di cuore.
    Baci
    Luisa


  26. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Buon giorno Francesca, mi dispiace dire che questa è la seconda che sto scrivendo
    con la speranza che s’invia, la prima non si è inviata, e non mi ricordo, quello che ho scritto.
    Comunque ci riprovo , e voglio ringraziarti del bel video, e della tua professionilà, come sempre e ti ringrazio ancora, sei stata una bellissima MADRINA, e ringrazio il sindaco Alemanno e tutta la giunta di Roma, che finalmente, hanno fatto una cosa bella, per noi emigranti, ringrazio il S. ALDO
    della bella idea che a avuta, spero che con qusto governo qualcosa cambierà, per il bene dei poveri italiani che ne hanno bisogno, e che i giovani troveranno lavoro in Italia.
    Qui si vive bene, come tu sai, ma viviamo sempre a metà, perchè l’altra metà, è sempre in Italia.
    Ringrazio anche nonna LEA, e le belle poesie
    Francesca grazie di tutto, sei stata molto brava, come di solito.
    ciao a tutti Francesco


  27. Maria Rosa Vallone ( Buenos Aires , Argentina )

    Io non sono immigrato, sono nato, cresciuto e vivo in Argentina, ma i miei genitori hanno lasciato il loro paese, emigrato.
    Ma mai, mai smesso di pensare a quel pezzo di terra in cui sono nati.
    Idealizzata nel corso degli anni. La sua nativa Italia mai dinmenticata.
    Ci hanno fatto crescere in noi questo amore.
    Oggi la piazza è anche un tributo in suo onore.
    Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile
    M.R.V.


  28. Mariella Brogan ( Westbury, New York )

    Carissima Francesca,
    Che grande emozione! vedendo questo video mi sono sentita presente a questa bella cerimonia. Le lacrime del signor Aldo sono testimoni anche dei nostri sentimenti. Anche Nonna Lea ha catturato questi emozioni nella sua bellissima poesia.
    Francesca, grazie di aver entrato nelle nostre case in tutti questi anni . Grazie del tuo interessamento, il tuo amore per gli italiani all’estero che lo fai con passione e sincerita.
    Grazie ancora per essere la nostra ambasciatrice.
    Ti abbraccio,


  29. roy ( sydney , Australia )

    Carissima Francesca,
    solo da poco abbiamo visto i video e le foto che tu, come grande gesto da parte tua, ci regali a noi per far si che anche noi, che non potevamo essere presenti per questa grande giornata,…. cmq, grazie a TE, ci siamo sempre tutti al tuo fianco per festeggiare questi momenti immemorabile per noi, e sempre gioire con te, e con Nonna Lea come nostra rappresentante, in queste occasione storici. guardando i video, da quell’ che ho sentito io,…. posso solo che imaginare quell che hai sentito te, Francesca, e ci credo che non sai come trattenere le lacrime,…. pero…. come sempre, come grande conduttrice che sei,…. mantieni sempre il tuo controllo . pero credo che il tuo cuore batteva a mille.. vero, e forse ancora non ti passa, dopo alcuni giorni fa.
    Francesca,…. quel che fai te,… per gli Italiani nell’ mondo, io credo sta a la pari con il grande lavoro iniziato dal GRANDISSIMO MIRKO TREMAGLIA, e sei solo TE, che
    continui a seguire questa strada,… percio credo fermamente a quell che dice il vecchio proverbio,…. “che raccoglierai, come quell’ che tu semini..”
    e TU cara Francesca,…. hai veramente seminato MOLTO……percio spero di cuore che a presto,…. tocca a TE…..!!!!!
    Claudia,..(Jax),… ben tornata,… e complimenti ….”nonnina”,… sicuramente fierissima di tua nipotina Sofia. pero te dico che mi e’ molto colpito la tua anolagia
    de l’emigrato ad un arbore. io, come sempre detto, non l’ho sentito, essendo nato qui…figlio di emigranti, che come sempre detto, loro non ci l’hanno mai fatto sentire il doloro che hanno sentito loro,…. io lo raccolgo solo nei loro racconti,… che ora ci se ride sopra,… pero capisco bene i pianti fatti in allora. per quanto per le offese da gente cattiva,… qui si che da piccolo…in scuola…. ti posso dire che ne conosco molte,
    pero una volta,… da piccolo, stava chi offendeva mio padre, davanti noi…. lui , sorridente, gli offri un caffe o qualcos’altro, e non crea’ storie,….. dopo piu tardi….
    papa mi ha spiegato,… “che non era da lui, abassar’si a loro livello….. ma che loro dovevano salire al suo…..!!! “,…. Claudia,… credo che in questo salotto,.. non ce’ chi non ha subito offese,…. pero la cosa piu importante,… che siamo tutti privelegiati con un ‘DNA’ molto importante,…. “siamo tutti italiani”…. e fieri di essere…!!!
    Francesca,…. grazie sempre a te,… per questo spazio,…. per quell che sei sempre te, per noi,… che ogni giorno…piu sta,… e piu sembra che sei una come noi….
    “italiana vera”…..!!! un forte abbraccio a tutti
    roy.


  30. José Roberto Cersosimo ( San Paolo , Brasile )

    Cara Francesca,buon giorno!

    Allora, che bella piazza che diventerà, senz’altro um bellissimo giardino; che

    stupenda MADRINA; che eccezionale idea.

    Proverò di prestissimo conoscere questo giardino “in loco”.

    Secondo me, adessso manca soltanto tu istituire” il giorno degli italiani

    all’estero”, come la nostra vera e unica brillante ambasciatrice.

    Grazie tantissimo ed un forte abbraccio a te e a Nonna Lea.

    José Roberto


  31. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissimi,

    Arrivo ben in ritardo, tutto quello di più importante potesse esser stato detto lo è stato già, non mi resta che ringraziare Francesca dei bellissimi e familiari videos che ci hanno permesso di essere presenti, anche da tanto lontano.

    Bellissima e meritata cerimonia per noi italiani lontani e non meno italiani dei residenti, anzi, l’amore esacerbato degli emigrati supera di molto chi questa perdita non l’ha subita.

    Meravigliose come sempre le poesie di Nonna Léa, ed anche molto commovente e bella quella di Giuseppe Pampena, qual’è il tuo bel paesino?
    Unica nota triste, che mi ha bloccato, è stato il post di Claudia Roman, è vero che non meritano, ma è vero anche che feriscono.Mi dispiace, non sapevo che anocra capitavano cose del genere, in verità non ne avevo mai sentito parlare. Certo ci saranno stati episodi, ma non racontati.
    Ed ora che Sofia è americana, cosa trovano da dire? Comunque auguri per la piccola e per i genitori e nonni, sono sicura che troverà la sua identità doppia nel seno della sua famiglia e ne sarà orgogliosa.
    Non capisco, in un mondo sempre più globalizzato, come può accadere una cosa del genere…
    Comunque non te la prendere più di tanto, anche Cristo ha citato i poveri di spirito, non é colpa loro…baci

    Anna


  32. Matias Marini ( Buenos Aires , Argentina )

    Francesca cara: pienamente ribadita la tua condizione di ambasciatrice per gli italiani nel mondo. Chapeau!


  33. Giorgio Turri ( Middletown, CT , USA )

    Cara Francesca,

    e’ sicuramente una gran cosa quella che hai fatto. Ora, nel cuore della capitale, tutti gli Italiani nel Mondo hanno un punto di riferimento, un giardino tutto per noi dove poterci incontrare, un rifugio dove potersi riallacciare alla Madrepatria, dove poter riporre tutti i nostri ricordi e forse anche i nostri progetti.

    E un grande scrigno che ci hai regalato. A te, ad Aldo che ne e’ stato l’ispiratore, un grazie di cuore. Io, sicuramente insieme a tanti altri Italiani nel Mondo come me, mi sento altamente onorato. Spero presto di potermi sedere su una di quelle panchine, rileggere le belle poesie di Nonna Lea e sentirmi idealmente unito al resto dei miei connazionali sparsi per il mondo cosi’ come faccio ora partecipando al tuo blog.

    Sentiti ringraziamenti anche da parte di Laura.

    Un abbraccio,

    Giorgio


  34. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Per Giuseppe Pampena.
    Tanti Auguri di un buon Compleanno, per domani 26 maggio, e tanti altri nel futuro…
    Happy Birthday, and many more to come…
    Frank and family….


  35. Teresa Fantasia ( buenos aires , Argentina )

    cara Francesca
    grazie di cuore per i filmati !ci hai fatto partecipare e condividere l’emozione di un momento meraviglioso , grazie per le parole che ci hai dedicato ! grazie a
    nonna Lea splendida come sempre!
    abbracci a tutte e due un caro saluto al signor Aldoe a tutti gli amici e amiche del blog
    Teresa


  36. Vittorio Cassone ( San Paolo , Brasile )

    LUIS RIMAGNI hà scritto: I Video parlano da solo… ed è vero! Cos’altro posso dire?
    Auguri, Bambinella Francesca, per questa ennesima e bellissima puntata, con la NONNA LEA sempre molto in gamba. E auguri al connazionale ALDO, a ALLEMANNO e a tuti gli altri protagonisti della tua equipe.


  37. Alfonso Ronca ( Montreal , Canada )

    Carissima Francesca, che dire? Sei veramente grande!!!! Il video della cerimonia ci emoziona. Le tue parole toccano i nostril cuori e le poesie di nonna Lea immortalizzano la nostra esistenza. Sono sicuro che il signor Mirko Tremaglia ha lasciato in te il suo sogno che tu con tanta fierezza e determinazione intendi realizzare. Grazie di cuore e spero che la tua opera sia ben presto appagata.


  38. Maria Sciortino ( Red Bank , USA )

    Brava Francesca ,solamente tu puoi raggiungere e far veri i sogni di noi Italiani nel mondo . Ancheoi adesso abbiamo qualcosa che ci rappresenta nel nostro Giardino Di ricordi. Augurandoci che presto ci rivrdiamo e visiteremo assieme questo meraviglioso giardino e sentiremo personalmente il profumo dei nostri fiori Grazie ancora Francesca di tutti i sacrifici, e dedicazioni che senpre fai per migliorare la nostra vicinanza e nostalgia . Maria Sciortino


  39. aldo ( littleton, colorado , usa )

    Che sogno meraviglioso questa persona dal nome risonante tipicamente Italiano, e’ riuscito ad avverare, centinaia di emigranti vorrebbero ritornare al paese natio e passare una giornata così. Grazie a te cara Francesca , che ancora una volta sei stata una favolosa ambasciatrice per noi tutti , le tue parole sempre toccanti e giuste , credo tutti vedendo questo video avranno gli occhi umidi, perché, in fondo siamo tutti degli Aldo , che siamo nati a Roma o no. Ancora una volta peccato che la Rai non dedichi una trasmissione a questo particolare gruppo di gente , fatto in un modo moderno forse, la valigia di cartone e’ decisamente demode’ ormai, ma tu Francesca sei la persona adatta quindi continuiamo a sperare. Grazie di aver messo sul blog questa bellissima cerimonia , di aver ricordato Tremaglia ma soprattutto di essere una persona così sensibile. Io ti sono riconoscente un forte abbraccio.


  40. Cesarini Rodolfo ( Buenos Aires , Argentina )

    Cogratulazioni Madrina, sei la unica persona alla quale doveva ricadere la nomina, hai ritenuto il pianto ma Io no ho continuato fino il fine. In marzo ho compiuto 82 anni e 63 di residenza fuori e lontano da Roma, ma ho viaggiato cinque volte alla casa della mia cara cugina, ogni volta che partivo ero ringiovanito, solo mi resta havere la volontá di continuare di scrivere la piccola storia di “Un romano per il mondo”. Rodolfo.


  41. Umberto ( Philadelphia , USA )

    Grazie Francesca Tu ci sorprendi sempre con questi bellissimi video’s, avete fatto un ottimo lavoro nell’inaugurazione del giardino dedicato agli Italiani all’estero,un grazie di cuore a te,al sindaco Alemanio ,e alla simpatica signora LEA per la bellissima poesia.


  42. claudia ( buenos aires , argentina )

    Che sentita cerimonia!
    Anch’io ho provato la stessa emozione per questa iniziativa che arriva ad avere un Giardino per gli italiani nel mondo e a Roma!
    Quanto lavoro avete fatto in tutti questi anno per far si che gli italiani nel mondo possano avere uno spazio da essere ricordati, una piazzetta, uno spazio dove ci si puo fermare, leggere un libro, riposare, guardare in torno gli alberi e rendere omaggio a coloro che hanno partito una volta lasciando e non dimenticando la loro terra.
    grazie delle parole di tutti!
    bello vedere il signor Aldo emozionato, nonna Lea leggendo la poesia, e senza occhiali! e tu Francesca sempre professionale e attenta a tutto!
    una grande mostra di amore a tutti gli italiani!
    complimenti!
    e continua l’apello:
    Rai: quando fai tornare Francesca?

    claudia

    ps. complimenti Claudia Roman per la tua nipotina! e mi dispiace per la discriminazione sofferta, come mai?


  43. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Non sò se questa potrà essere pubblicata da una cittadina italiana, dovrebbe poterlo essere per la celebre libertà di espressione, ma non sò.

    Cara RAI, rai iNTERNATIONAL…

    dA tempo, tutti noi italiani all’estero e discendenti, perchè no, anzi, ti seguiamo con la speranza di ricevere a casa nostra la terra di origine, nostra, dei nostri discendenti, degli amanti di questa civilizzazione di tanto valore culturale ed artistico.

    E parlando di culturale e di artistico, certo ci aspettiamo di più, e certo, meno programma di culinaria, ormai si mangia più o meno uguale dappertutto, le cucine sono tutte uguali, in sostanza metà del tempo passato in cucina ci darebbe più tempo dedicato a programma di maggior contenuto veramente pregiato.Forse gradiremmo che la nostra ricca Patria si slegasse un poco dalla classica idea delle pizze e spaghetti cucinati o meno in acqua o meno, insomma, passare meno tempo in cucina e piu tempo nei musei, nelle opere di arte, nelle curiosità regionali culturali delle quali è ricca l’Italia.

    E non per ultimo, ma in primis, ci donavate un programma intimista, quello sì che veramente ci faceva sentire in parte attori in questa televisione dedicata teoricamente a noi , nella pratica che ci ignora nella forma più assoluta.
    Mi riferisco al programma Sportello Italia. Era un programma che, per riassumerlo, ci parlava direttamente, si dirigeva specificamente a noi, unico che lo faceva, con una conduttrice che ha stabilito un rapporto di amicizia con noi emigrati che nessun altro ha stabilito. E sapete bene che parlo senza nessun partito preso, lo sapete, lo sentite certamente, non stò scoprendo l’uovo di Colombo.

    Ebbene, ce lo avete dato, tolto, dato, tolto, e non riesco a capire proprio il perchè…forse non é di vostro gradimento ma dev’essere vostro o nostro il gradimento? Questa RAI International é per noi o per chi?
    Sinceramente non l’ho capito se tirate senza nè più nè meno l’unico programma che era nosto, che ci univa, come ben sapete, e di dimostrazioni ne avete tante, di richieste ne siete strapieni.

    Leggerete questa mia? Non lo sò, credo di no, come non avete letto tante altre che ho mandato.
    Specificamente, la domenica Suor Miriam compare doppiamente, la messa anche, le sue visite anche, poi il football, e va bene, questo piace a tanti non si deve tirare, ma il giro ciclistico che è uno sport non mondialmente conosciuto, che non ci dice niente per ore ed ore con questo sport per giornate intere. Ma voi lA VEDETE LA rai iNTERNATIONAL O CAMBIATE CANALE?
    Io francamente sono obbligata a cambiare canale perché ce ne sono tanti che, anche se non sono miei come RAI soo molto più attraenti.

    Ebbene, avete cancelato Sportello italia, e che ci avete dato in cambio, vecchie riprese senza senso visibilmente per riempire vuoti, vuoti che voi create e che voi riempite con mezzi programma senza senso, senza sequenza.

    Se qualcuno di voi mi dicesse a che fine esiste la RAI e l’obiettivo che si propone, sarò felice, ma non credo che avrò risposta, come mai avuta, mi toccherà sorbire quel che voi, senza cooscenza dei nostri sentimenti e necessità ci imponete.

    Triste, molto triste, ma più di quanto voi potete immagginare. Spero ve la godiate voi perchè io non sò coe farlo.

    Grazie per l’attenzione se ci sarà.

    Cordiali saluti
    Anna


  44. Giuseppe ( Melbourne , Australia )

    Ciaoo Dear Francesca
    Complimenti sei stata una bellissima Madrina,le foto e il video sono bellissime,e sei anche elegante col tuo vestito bianco come le rose. Dal video e stata una bellissima manifestazzione per tutti gli Italiani ,e bello avere un giardino intestato a tutti gli Italiani nel mondo. un caloroso abbraccio a te’ e a nonna Lea per la sua poesia che a letto ,e atutti gli ospiti che erano li.E stata una bellissima cerimonia,e sei stata una madrina speciale.Un grande sogno che si e’ avverato,nella vita bisogna avere fiducia che prima o poi tutto si avvera,finche’ ce vita ce speranza,Grazie Francesca…
    Un grande abbraccio e tanti saluti a te’ e a tutti gli amici del grand salotto mondiale
    Giuseppexoxoxo


  45. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Cara Anna hai riassunto il desiderio di tutti e desidero ringraziarti per le tante verità, che hai scritte ed io sono d’accordo con te che non apprezzo i molti Programmi inutili che ci vengono propinati e che facciamo a meno di vedere .
    LO SPORTELLO ITALIA che Francesca ha portatio avanti per tanti anni era fatto su misura per voi all’estero poiché si costruiva sulle vostre richieste e nessuna lettera
    restava inascoltata perché le risposte non venivano date a caso , ma dai molti Esperti che venivano convocati e e che si sentivano in dovere di essere chiari e precisi . Proprio a loro rivolgo personalmente un ringraziamento per essere stati tutti presenti nel “Vostro Giardino Romano ” pronti e disponibili ad esservi ancora utili in un futuro Programma di Francesca a a Voi dedicato .
    Sono sicura di quanto dico per esserne stata testimone oculare .

    Spero , quindi che tu Anna e tutti gli Italiani lontani possano vedere resuscitare
    quella Trasmissione tanto amata e che era un appuntamento gradito a tutti , come una sorta di festa settimanale a cui nessuno voleva mancare.

    Chiedo scusa a Francesca, se mi sono permessa , ancora una volta, d’insistere su questo argomento che non avrebbe bisogno di essere richiesto e di cui l’ Azienda Rai dovrebbe capire quanti vantaggi ne avrebbe nel ripristinarla perché è il mondo intero a desiderarla e tutti gli Autori / Autrici , Direttori e Maestranze
    che ho visti presenti alla Inaugurazioche del Giardino , sarebbero pronti a ricominciare con gioia e con idee nuove .
    Chissà che questo Miracolo avvenga quanto prima !?

    Vi abbraccio tutti e vi saluto con affetto.

    Nonna Lea


  46. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    FRANCESCA…….avevo dimenticato nel mio commento ringraziare agli esperti presenti…….li ho visto…..quando Fabrizio girava camera…….ANNA complimenti per il tuo commento che sprime il pensiero di tutti. Penso che RAI ci ascolterá. Buona settimana a tutti


  47. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Hmmm…. sento nell’aria odore di Sportello Italia…. Sarà che sta arrivando?
    Lo spero!

    Complimenti Anna per aver espresso quello che tutti pensiamo nella lettera che vorresti, vorremmo, che leggessero alla RAI.
    Non se ne puo’ più di programmi di cucina, mattina, pomeriggio e sera! E che dire del varietà per riempire i “buchi” che poi interrompono sul più bello di una battuta!

    Chissà quali saranno gli obiettivi e i propositi della RAI? Cosa pensano di chi guarda all’estero la loro programmazione? Penseranno che siamo soltanto dei vecchi rimbambiti, ma si sbagliano perchè i telespettatori sono svariatissimi, e questo dimostra che chi dirige o prepara il palinsesto (parola antica e obsoleta che la RAI usa per parlare di programmazione) non ne è consapevole.

    Auguriamoci e auguriamo a Francesca, e a tutto lo staff, che ci sia il cambiamento e il ” ritorno” che tutti aspettiamo.

    Lucia


  48. Maria rosa del monte ( Buenos Aires , Argentina )

    Carissima Francesca, ho visto il video e mi sono commossa veramente .
    Io so che tu hai laborato molto per arrivare al punto di potere innaugurare questo bell´giardino in omaggio a a tutti gli italiane al mondo. Ti ringraziamo di cuore a te e a tutti le persone che hanno partecipato. Adesso soltanto ci manca che pronto ti possiamo vedere sulla la Rai .

    La Madrina, come sempre tanto bella ed elegante !!!! Complimenti a tutti…
    Maria Rosa.


  49. liliana ( Buenos Aires , Argentina )

    CIAO BELLISSIMA FRANCESCA !
    GRAZIE DI CUORE , ANCH’IO MI SONO EMOZIONATA !
    SEI GRANDE MIA CARA , È COMMOVENTE TUTTO QUELLO CHE FAI PER GLI ITALIANI ALL’ESTERO ! DIO TI BENEDICA E CHE SI REALIZZINO I TUOI SOGNI ALLA GRANDE !!!

    ALLA NOSTRA MADRINA I MIGLIORI AUGURI E UN FORTISSIMO ABBRACCIO CON TANTO AFFETTO ,
    LILIANA


  50. Francesca Verde ( Melbourne , Australia )

    Carissima Francesca quanda emozione,i video e le foto sono bellissime,e stato bello vedere Aldo tanto emozionato,e Nonna Lea che leggeva la poesia sempre in forma,mia cara Francesca sono senza parole, voglio solo dire che sei la forza della vita…..,con tutto cio sei sempre la stessa piena di amore verso noi Italiani allestero,non mi resta che dirti grazzie grazie ancora grazie spero dal mio profondo del cuore che un giorno le porte si riaprono di nuovo e tu protesti realizare il tuo sognio cioe il lavore che solo tu sai fare ocuparti degli Italiani allestero,
    auguroni ancora tesoro,
    un grande abbraccio a te, e un saluto a tutti in salotto.
    Francesca


  51. Fabrizio ( Roma , Italia )

    Cari amici e connazionali…la nostra Francesca ha colpito ancora…ora Roma capitale d’Italia e’ anche idealmente la capitale di tutti voi che scrivete e seguite Francesca da tanti anni…con un giardino dedicato a voi tutti.
    Un avvenimento se mi permettete che oserei definire magico, infatti quel giorno dell’inaugurazione e’ come se ci fosse qualcuno che proteggesse quell’evento.
    La giornata era partita nella maniera piu’ sbagliata con un temporale che alle 14:00 si e’ scatenato su Roma…tuoni, fulmini e pioggia torrenziale ma che poi come per magia appena siamo arrivati al Campidoglio improvvisamente tutto e’ finito…e abbiamo potuto godere e rendere parecipi tutti quanti voi con questo video di una cerimonia commovente e toccante durante la quale Aldo si e’ commosso piu’ volte.
    A volte credetemi e’ impossibile non pensare che quel giorno non ci sia stato qualcuno che ci ha permesso di lavorare in tranquillita’ senza nemmeno una goccia d’acqua che rovinasse le nostre apparecchiature…ma cosi’ e’ stato e la cerimonia e’ stata un successo.
    Ma il piu’ grosso successo e’ stato ottenuto grazie a Francesca la fatina degli Italiani nel Mondo, bene questa fatina buona e’ riuscita a convincere le autorita’ a fare qualcosa che di per se e’ magico e tra le altre cose anche molto difficile da ottenere…ma lei c’e’ riuscita…come sempre.
    Dopo aver rivisto il video comunque vi confesso che un po’ di commozione e’ venuta anche a me, rivedere la targa costata tanto impegno, rivedere Aldo e la sua medaglia donatagli dal Sindaco in persona…insomma solo vivendole certe cose ma sopratutto essere a contatto con tutti quanti voi sparsi nel mondo si riesce a percepire l’essenza e l’affetto che Francesca da anni nutre per tutti quanti voi e il fatto di collaborare con lei questo affetto come per osmosi ha preso anche me e ora e’ impossibile fare a meno di tutti quanti voi.
    Ora, prima che mi commuovo ancora vi abbraccio tutti e alla prossima, ma prima lasciatemi mandare un saluto particolare a Nonna Lea e a tutti quelli che ho avuto l’onore ed il privilegio in tanti anni di conoscere personalmente.
    Fabrizio


  52. Juliana ( Guelph On. )

    Carissima Francesca, e tutto lo staff che avete proggetato questo Giardino per tutti gli Italiani nel Mondo, e’ stato un grande successo .da parte tua…

    Mi unisco alle espressione del grande Salotto specie la lettera che ha scritto la cara Anna,spero che quacuno si mette gli occhiali per leggere e che tocca il cuore

    Da parte tua, E’

    A Te Cara Francesca,perche’ ti prodichi molto per gli Italiane all’estero .

    Si’ molti hanno fatto qualcosa ma sembre con inderessi alfin personale ….
    Mandre tu hai dato molta prova dell grande affetto che provi per noi Italiani, per questo ti lodo per la tua semblicita,

    per il tuo AMORE e oggi anche’ noi abiamo un grande Onore di avere un bell giardino deticato a tutti gli Italiani nel Mondo,

    Ma che bello, sei GRANDE FRANCESCA God Bless you un abbracio a te cara Francesca e a tutti I cittatini del Mondo con ,Amore Cristiano Juliana


  53. Domenico Muccio ( Melville N.Y. , U.S.A. )

    Cara Francesca e cari amici del Blog, eccomi ad aggiungere il mio sincero elogio a quelli gia’ entusiasticamente elargiti dagli amici e dalle amiche sopranominati. Elogi meritatissimi in considerazione della mirabile tenacia e perseveranza da parte tua Francesca, nel portare a felice compimento la creazione del “GIARDINO DEGLI ITALIANI NEL MONDO”, prprio nel cuore della citta’ eterna. Ti siano rese tante grazie anche per il modo in cui ti sei comportata nel presentare l’evento inaugurativo, tenendo saldamente in mano il procedere della storica cerimonia. Ma da una persona delle tue qhehe l ualita’ comunicative e della tua lunga esperienza, no ci si poteva attendere altro. E’ doveroso un ringraziamento di tutto cuore all’intervento di Nonna Lea che con la sua partecipazione ciha indicato ancora una volta che l’eta’ e’ di relativa importanza quando si e’ motivati da uno spirito sano e forte come quello della nostra illustre poetessa. Il tuo ospite da Filadelfia, il caro Aldo, ci ha commosso tutti, poiche’ inlui si raffiguravano anche le nostre esperienze di emigrati nel mondo. Questo evento mi induce a pensare che non sarebbe una idea utopistca se in ogni comune di provenienza si verificasse quello che si e’ verificato a Roma . Prima di concludere mi si permetta una piccola osservazione a rischio di sembrare un po’ impertinente: l’onorevole sindaco Alemanno secondo il mio parere avrebbe dovuto partecipare di persona, ed ancor piu’ stridente e’ stata l’assanza dell’onorole neo eletta deputata al parlamento Italiano dal Nord America.


  54. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Gent. Domenico, sono d accordo con tuo elogio. Sempre manca qualcosa…
    Ma il Sindaco G. Alemanno, era malato per una frattura al piedi.
    E come dice il caro Fabrizio, anche il nubifragio , la inaugurazione fu possibile
    Con la tenacia e il talento di nostra amata Francesca e di l`aldila…
    Saluto a tutti.
    Lujan


  55. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Ciao Francesca, non sò il perchè dopo la votazione, si deve fare il ballottaggio, quanti soldi spregati, qui si vota in un solo giorno, e vince va dentro, e chi esce va fuori, senza polemiche, anzi il perdende, va a congratulare il vincente, per me questo è un segno di grande civiltà, e grande demograzia.
    Non sò il perchè in Italia, la tirano troppo a lungo…..
    Ciao a tutti .
    Francesco


  56. nella santo ( adelaide , sud.australia )

    CARISSIMA E AMATISSIMA FRANCESCA CHE BELLISSIMA EMOZIONE VEDERTI NEL TUO BELLISSIMO VIDIO QUANTE EMOZIONE CHE RITORNO IN MENTE NEL VEDERTI.COMPLIMENTI PER TUTTO QUELLO CHE TU FAI PER NOI EMIGRATI PER TUTTO IL MONDO E NON TI DIMENTICHI MAI DI NOI GRAZIE DI VERO PURE.GRAZIE ANCHE A ALDO MARCOZZI PER LA SUA INIZIATIVA E PER LA SUA COMOZIONE CHE VALE PER TUTTI NOI NE SONO SICURA.BELLO VEDERE A NONNA LEA IN SPENDITA FORMA AGURONI PURE A LEI PER TANTA BUONA SALUTE. BACI A TUTTI IN SALOTTO DA NELLA


  57. Aldo Marcozzi ( Cherry Hill, NJ , USA )

    Francesca, ancora oggi non riesco a credere all’accoglienza che mi hai fatto e a tutte le attenzioni ricevute dalle autorità e da quanti con tanta pazienza, comprensione e amore hanno organizzato questo indimenticabile gesto per me personalmente e per tutti gli emigrati all’estero.
    L’arrivo a Roma è stato molto emozionante, rivederla dopo tantissimi anni mi ha fatto realizzare questo bellissimo sogno.
    Ti avevo conosciuto a Filadelfia e come sempre sei stata eccezionale per aver preparato per me l’emozionante sorpresa d’incontrarti nel piazzale del Campidoglio insieme ad altre autorità che mi stavano aspettando.
    Un’infinita emozione colpì il mio cuore quando ti vidi.
    E un’altra grandissima quando insieme entrammo nelle sale capitoline dove ho conosciuto personalmente l’onorevole Gianni Alemanno, Sindaco della mia sempre amata Roma, dal quale con grandissimo orgoglio ho ricevuto una graditissima medaglia ricordo.
    Da lì ci siamo trasferiti nei pressi dello stadio olimpico e precisamente a piazza Gentile da Fabriano, dove al centro di un giardino è stata scoperta una targa: “ GIARDINO ITALIANI NEL MONDO ” a ricordo di noi Italiani immigrati all’estero. Bellissima cerimonia come si può apprezzare nel filmato.
    Volevo dire tante cose ma non riuscivo a parlare, piangevo dall’emozione per tutto ciò che si stava facendo per me e per tutti noi lontani dalla nostra amata patria.

    Personalmente non ho parole per ringraziare te e la Dr.ssa Laura Rossi per lo sforzo e la tenacia con la quale siete riuscite a organizzare e portare a termine una così complessa missione.
    Ringrazio infine anche nonna Lella che mi ha commosso moltissimo per la sua bellissima ed emozionante poesia che mi ha dedicato; finalmente avevo conosciuto nonna Lella in persona, una donna formidabile.
    A questo punto mi scuso per non aver menzionato molte altre persone che con dedizione e amore hanno collaborato a far sì che questa cerimonia fosse stata un successo.
    Termino con il cuore pieno di gioia e ancora con tanta emozione, ringraziando quanti qui a Roma mi hanno dato la possibilità di realizzare il sogno di rivedere ancora una volta la mia amatissima città natale, che mai dimenticherò.
    Aldo Marcozzi


  58. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Caro Aldo, sono anch’ io felice di averti conosciuto e quando mi hai abbracciata , sono tornata al tempo che i miei figli ritornando dalla Leva Militare , mi raccontavano il dolore sofferto nell’essere dovuti stare lontani da Roma .

    Quindi le tue lacrime erano più che giustificate dopo tantissimi anni di lontananza e vedendo che la tua Roma ti stasva festeggiando .
    Pure io sono positiva come Francesca e confido sempre che qualche sogno si realizzerà magari a distanza di tempo , perciò non bisogna perdere la fiducia nel domani e, avendo molta pazienza , si vivà sereni.
    Essprimo anche a quella parte della tua famiglia che abbiamo conosciuta tutta la mia simpatia che penso ti farà trascorrere questi giorni romani in grande allegria .

    Buon ritorno a casa tua con questo bagaglio di emozioni che non dimenticherai mai, come chi ti ha conosciuto a Roma non dimenticherà te.
    Esprimo i miei personali ringraziamenti a Francesca Alderisi e Laura Rossi per avermi invitata alla Cerimonia che è stata bella e commovente a cui sono stata lieta di partecipare seppure il mio deambulare non è più quello della gioventù .

    Cari saluti a te e famiglia, e a tutti i nostri cari Amici che fanno parte di questo Grandioso Salotto Mondiale.

    Nonna Lea l’EstroVersiana


  59. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca
    AUGURI per questo emozionante evento al quale ti sei impegnata tantissimo in ricordo a noi italiani all’estero !

    Guardando i video, mi sono emozionata tanto nel vedere al Sg. Aldo, tanto in gamba, tanto emozionato che immagino gli rimarrà nel cuore per tutta la vita questa inmendicabile ceremonia. Era li, rappresentandoci a tutti, come se fosse uno dei nostri padri o noi stessi presenti. Congratulazione Sr. Aldo anche a Lei.
    E poi che dire che pure il Sindaco vi a accolto?, bene Sindaco Alemano!, ha dimostrato sensibilità come pure gli parlamentari eletti all’estero e altre autorità presente.
    E che dire di Nonna Lea?…elegantissima ! e poi la poesia che ha letto con tanta sensibilità,…anche auguri Nonna Lea!
    Cara Francesca la ceremonia mi e piaciuto molto, soltanto ti devo ringraziare e desiderarti che questa via che hai scelto con tanto amore, la di lavorare o anche sia soltanto per ricordare tutti quegli emigrati che un giorno si sono andati dalla Patria, sia portatora per te di tanta felicità e buona fortuna.
    Grazie e un forte abbraccio


  60. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Caro Fabrizio
    Grazie anche a te que sei sempre accanto a Francesca ed impegnarti con lo stesso fervore di Lei, con il cuore., per emozionarti ed essere participe dei nostri sentimenti.
    Un forte abbraccio


  61. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Caro Fabrizio imsieme a tutti ringrazio anche te per gli affettuosi saluti che ricevo e che ricambio di cuore .
    Pensare , che nel corso della Cerimonia non è stato possibile avvicinarti per dirti almeno un bravo , preso com’eri dalle riprese che stavi effettuando col tuo solito inpegno .
    Dalla panchina dov’ero seduta ti vedevo correre in ogni punto del Giardino ed ho poi notato, guardando i Video, che non hai dimenticato nessuno .
    Bravo Fabrizio , tutti i miei complimenti . Ti auguro di farne moltissime di riprese simili .
    Con te saluto tutti e speriamo che questo avvenimento sia di buon auspicio per effettuare futuri Programmi che rispecchino i desideri di chi sta in Italia e dei tanti che ne sono lontani.
    Sono sempre pronti a ricominciare … leMaestranze, i Tecnici, gli Esperti Consiglieri e gli Autori con la volitiva Conduttrice in testa …non resta che farli tornare a lavorare e sono certa che sarebbe un gran successo.
    Nell’attesa vi saluto tutti col mio abbraccio virtuale , ma sincero.

    NonnaLea l’Estro Versiana


  62. Mariel ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca, cari lettori,

    ho avuto l’opportunitá di essere lí, nel giardino. Piacevolemente sotto un cielo coperto ho ascoltato Nonna LEA, ho visto l’emozione negli occhi della nostra cara Francesca, ed ho pure sentito i brividi mentre si scopriva la nostra targa con lo stile di tutte le targhe delle piazze di Roma, inimaginabile. Ma questa volta, dedicata a noi, per noi, italiani nel mondo. Ce l’ha regalata la cittá eterna, ma siamo in debito con te cara Francesca!! Ed é vero!! Come per magia la pioggia si è interrotta al momento dell’inaugurazione e per tutti noi, per tutti i nostri ricordi, é uscito il sole!

    Complimenti a te, Francesca. Sentiti padrona di questo merito tutto tuo! Sentiti responsabile di questo bellissimo regalo che ci hai fatto che rimarrá per sempre nel nostro cuore!


  63. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    FRANCESCA che bello leggere a FABRIZIO al che ringraziamo tanto per il suo fantastico lavoro…..ma anche per la sua vicinanza a noi……………..che dire di MARIEL………adesso guardo di nuovo il video ….non ti ho vista!!!!!!! sono felice che sei stata li!!!!!!!!!! e come tu dici ……. i nostri antenati hanno fatto splendere il sole!!!!!!!!!!! Baci a tutti e buon fine settimana


  64. Elvira ( Santa Rosa La Pampa , Argentina )

    Carissima Francesca,
    ho guardato con attenzione e grande emozione i video, e anche io mi unisco al coro per ringraziarti per la tenacia che hai avuto! Sicuramente nel prossimo viaggio in Italia, una puntatina a Roma per godermi un momento unico nel “nostro” Giardino la farò!
    Grazie anche a Nonna Lea, che con la sua presenza ha garantito che l’Italianità più genuina e verace fosse presente a questo importante evento.
    È proprio una gran bella soddisfazione!
    Ancora grazie!
    Un abbraccio circolare a TUTTI.
    Elvira


  65. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Buon giorno a tutti, e buon giorno anche a Francesca, qui è una bellissima giornata, e tutto procede bene, domani grande festa in Italia.
    In occasione di questa grande festa della Republica, auguro a tutti gli ITALIANI
    buona festa, e buon divertimendo.
    Se non sbaglio, in occasione del due giugno, è anche la festa di S.ERASMO, A FORMIA.
    Ed purtroppo io non ci sono, e mi dispiace molto.
    Comunque auguri anche a tutti i formiani sparsi nel mondo, e a tutta FORMIA.
    Ciao a tutti.
    Francesco


  66. MESSAGGIO DI FRANCESCA

    BUONA FESTA DELLA REPUBBLICA ITALIANA A VOI CHE, SEPPUR LONTANO, PORTATE SEMPRE L’ITALIA NEL VOSTRO CUORE.

    Un abbraccio affettuoso,
    Francesca


  67. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Francesca e voi italiani che vivete in italia.
    Ringrazio gli auguri e li retribuisco di cuore a tutti gli italiani che sono rimasti nella nostra PATRIA.

    sICURO CHE NOI ABBIAMO L’iTALIA NEL CUORE, TANTO O PIÙ DI VOI, SI SÀ CHE SI DÀ PIÙ VALORE A CHI E A CIÒ CHE SI PERDE.

    Sarebbe bello se un giorno ttti noi potessimo festeggiare questo giorno nella nostra ormai Piazza, possiamo fissare un incontro, non ci sarebbe posto per tutti ma occuperemo tutti i dintorni…con Madrina e Poetessa a capo dell’avvenimento…sognare non costa e nessuno ce lo può proibire, a volte nella vita ci restano i sogni, ma sono tanto belli…la torta di Nonna Léa, quella del compleanno, abbiamo il musicista già riservato, abbiamo il cinegrafista già conosciuto, che ci manca? solo NOI.Il resto sarà perfetto, poi vicino al catenaccio, che altro vogliamo?

    Ebbene che sia, pensiamoci, tutto il salotto a Roma…

    Auguroni e bacioni a tutti
    Anna


  68. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    Grazie cara FRANCESCA…………buona festa anche a te……..ITALIA é nel mio cuore……………Baci a tutti!!!!!!!!


  69. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    2 giugno, oltre alla festa della Repubblica Italiana, io posso commemorare il mio “sbarco” in Argentina, 61 anni fa… L’Italia, come si sa, rimane sempre e per sempre nel cuore.
    Buon compleanno, Repubblica Italiana, spero che i tuoi cittadini in patria sappiano onorarti come meriti, rispettando la tua cultura e la tua identità, cioè la nostra identità.
    Lucia


  70. roy ( sydney , Australia )

    Carissima Francesca,
    ancora una volta,….. da noi tutti qui a casa,… e sicuramente da tutti in salotto, te ringraziamo sempre per il tuo augurio per noi,… e ti assicuro che anche da parte nostra, ricevi TE,.. tua famiglia, Nonna Lea, i nostri piu sentiti auguri di Buona Festa Della Repubblica Italiana,e sai bene che credo in una giornata come oggi, grazie sempre a Te, il tuo pensiere ed anche il tuo salotto per noi,…. siamo veramente tutti uniti qui,… festeggiando insieme a Te e Nonna Lea.
    qui in Australia, ieri era la prima giornata ufficiale d’inverno, e oggi a Sydney, e la domenica vera invernale….. diluvione, pioggia incessante, venti forti e freddo da cane (10c …..brrrrr)…. domenica d’inverno perfetto…… rimanere in casa, pranzo a l’Italiana ….bucatini alla’ matriciana, cotolette alla scotta dito,…. patatine e verdura e un bell’ fiaschetto di nero d’avola,….. ora vado….. pero siete tutti invitati,… posto d’onore per Francesca e nonna Lea. Anna, Maria Rosa Francesca V, e tutti altri,
    dai fate una volata,…. che ‘roy shop’ e aperto per pranzo….!!!!

    un salutone a tutti da noi tutti,… di nuovo Buona Festa
    Francesca,… grazie ancora…. perche sei sempre chi sei,… per noi, er bacione
    roy.


  71. enzo ( Punto Fijo , Venezuela )

    Carissimi del grande salotto creado dal nostro CAVALIERE che con questo evento passa direttamente alla storia. Complimenti all’ idea del sig.Aldo portata a termine con l`umanità del sig. Sindaco, non ci sono parole per la sempre giovane e grande NONNA LEA, grazie a Fabrizio un artista nella sua professione. Complimenti a tutti. Questo è il lavoro più grande nella carriera della nostra amata FRANCESCA. Saluti a tutti. enzo


  72. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    In questo giorno, auri a tutti gli italiani in Patria, e a chi va per il mondo con il cuore sempre italiano… Allora e sempre, un pezzettino della Roma eterna, sara grazie a Francesca, in onore di noi tutti. Auguri di ogni bene !!!
    Buona domenica
    Lujan


  73. Lea Mina Ralli ( Roma , italia )

    Questo 2 giugno nel Salottm si è aperto col Messaggio augurale di Francesca e col sole di Rloma che stamane è splendente .
    Ciò è veramemte di buon auspicio. !
    E già i cari Amici che l’ hanno seguita e che scrivono da localita lontane fra loro ,
    dimostrano che le distanze si annullano in nome della vera Amicizia e prendendo in considerazione i loro saluti, auguri e inviti , ci sentiamo veramente vicini .
    Auguri a tutti anche da parte mia e veramente , sarebbe il caso di poter organizzare unu futuro incontro nel Giardino diventato famoso il 22 maggio 2013 per inneggiare a questa nostra Italia affinché riprenda il suo posto nel mondo col rispetto che merita e che le è dovuto.

    Felice giornata anche da me che vorrei essere vicina ad ognuno di voi non solo virtualmente , ringraziandovi sempre per le tante dimostrazioni di affetto e stima che ricevo quotidianamente e che ricambio sinceramente.
    Nonna Lea
    l’EstroVersiana


  74. claudia ( buenos aires , argentina )

    FRATELLI D’ITALIA:
    ovunque voi siate!
    sempre orgogliosi di questa repubblica italiana!
    buona giornata a tutti!
    claudia


  75. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    ROY …….. con quel pranzo invernale che hai oferto………..come non fare una volata……………..dai che arrivo!!!!!!!!!!! Tanti baci a Marietta e Felice


  76. Lena Marino ( Melbourne , Australia )

    Buona Festa anche a te Francesca, ieri qui a Melbourne, abbiamo festeggiato la Festa della Repubblica, con una Messa per la Commemorazione del 67mo Anniversario Della Repubblica Italiana, alla bellissima Cattedrale Di San Patrizio.

    Un Abbraccio a te Francesca,
    Saluti e Auguri a tutti
    Lena


  77. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissimo Roy,

    sebbene con ritardo, ringrazio il tuo gentile invito. Hai visto che la Maria Rosa corre, è arrivata? Lei per mangiare…asados e congeneri…
    Ma il tuo pranzo era veramente attraente, per me poi, che queste cose le vedo con il lanternino, sarebbe stata una festa.

    Ma perchè abitiamo tanto lontani??????????

    Comunque grazie della genitlezza, a parte glis chersi.

    un abbraccio
    Anna


  78. MARTA GALZERANO ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Oggi, 3 giugno, giornata dell’Emigrante Italiano in Argentina !!!

    Auguri a tutti !!!

    Marta.


  79. Lujan ( Buenos Aires , Argentina )

    Grazie mille Marta, questo e il mese d`Italia a Buenos Aires, sara molto interesante. Tanti auguri a tutti !!!
    Lujan


  80. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Anche in ritardo,
    EVVIVA LA FESTA PATRIA !
    AUGURI ITALIA!

    Oltre a questa importante data, oggi in Argentina si conmemora la giornata del emigrante italiano, e diverse esponenti delle associazioni, hanno scelto proprio questo giorno manifestando davanti al Monomento di C.Colombo, offerto dalla comunità italiana più di cento anni fà alla Argentina in segnale di gratitudine per il Suo Centenario.
    Il monumento e una bellissima opera d’arte in marmo di Carrara I, pesa cuasi 26 tonnellate e si racconta che contiene una cripta con qualcosa dentro di grande valore.
    Lamentevolmente la Presidentezza lo vuole togliere della città di Buenos Aires ed enviarla ad una altra città. Questa notizia e stata coppertina dei giornali questi giorni.
    Saluti a tutti


  81. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Cara Adriana,

    L’ho saputo dai giornali della storia di questa statua. solo non sapevo fosse di marmo e neanche cosí grande.

    Ma che ne è stato alla fine? L’ho vista già pronta per il traslocco, cos’è successo?

    Cosa c’è di valore dentro? Qualcuno ha un idea? Magari sono lire e non valgono più niente…ma è possbile che nessuno lo sappia e che non lo rivelino, sembra il segreto di Fatima…quando lo diranno e chi lo sà?

    baci
    Anna

    Scusa Francesca ma questo argomento é arrivato fin qui e sono interessata di sapere cosa sia accaduto alla fine.
    baci e grazie per o spazio.


  82. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Ciao Anna

    Cerca in Google “traslocco del monumento a Cristoforo Colombo in Argentina”

    e un tema politico molto complesso…e interesante.

    Un abbraccio.

    Lujan


  83. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Anna
    Veramente non lo so, alcuni hanno detto che dentro del Monumento c’è una abitazione destinata a Museo ma che non vene finito. Che più al interno, ne ha una cripta dove si era previsto contenere un pezzo di una colonna della antica roma che gia era arrivata a BsAs a quel tempo, altri hanno detto che avrebbe avuto qualcosa della casa del navigante. Alla fine pare che questi ultimi passi non avrebbero arrivato a buon destino.
    Resta che fu un dono della comunità italiana verso l’Argentina come gesto di ringraziamento a iniziativa di un prospero emigrato italiano chiamato Antonio Devoto, se non sbaglio questa famiglia a contribuito anche alla fondazione del bellissimo quartiere di Devoto nella citta di Bs As, inoltre vicino al quartiere dove abito io.
    L’statua e bellissima ed una dei più valiosi monumenti che abbiamo nella città, construita dallo scultore italiano Arnaldo Zocchi in Italia e traslocatta alla Argentina.
    Si racconta che tanti italiani emigrati, potenti e umili hanno contribuito con un dono in dennaro per questa opera.
    Un abbraccio
    Adriana


  84. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Lujan,

    grazie per l’informazione, sai che a volte mi dimentico che posso cercare su Google, hai ragioe, domani lo farò,
    Un abbraccio

    Cara Adriana,
    Certo questa storia del contenuto della statua è ben intrigante, anche per il fatto che fino ad oggi non si sappia esattamente cosa ci sia. Ma il più strano è che neanche in questo moment in cui si parla di lei, si menzionino anche questi dettagli, che darebbero piu significato ancora alla statua.
    Ma anche questo credo che su google potrò scoprirlo.

    Comunque penso che con i soldi di questo traslocco si potrebbero fare tante cose utili alla popolazione in questo momento di crisi in tutto il mondo.

    Un abbraccio, grazie
    Anna


  85. nicolina Magnotta ( lomas de zamora bs. as. , Argentina )

    sono dàccordo con tanti connazionali e Argentini inclusive… perche prendersela con questa statua? se poi sono convinti che Juana Azurduy è meritevole di un luogo d’onore, ci sono tanti luoghi belli nella città, insomma non vedo alcuna ragione per la rimozione della statua di Colombo, spero che la diplomazia sappia risolvere il problema. un caro saluto ai bloghisti ed approfitto, saluto anche Francesca, di cuore spero che si risolva alla meglio Nicolina.


  86. Maria D'Alessandro ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca, Complimenti a te per quanto fai per tutti noi!!!
    E complimenti a tutti gli amici per le sue desideri e poesie!!!
    Maria D’Alessandro


  87. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Mi dispice per Cristoforo Colombo, una volta in Argentina c’era gente molto potente di origine italiana, che forse avrebbero potuto convincere la Presisidente, a cambiare idea, di non rimuovere, la statua di CC.
    A quando pare ora con tanti italo argentini, nessuno si oppone a questa scelta.
    Certo che mi dispiace molto, non solo per gli argentini italiani, ma anche per noi italiani.
    Spero che la Pressidente cambia idea, se non è troppo tardi.
    Saluto Francesca, e tutti gli argentini.
    Francesco


  88. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Francesco,
    Ho saputo che per ora il traslocco è sospeso…per me non si farà, non avrebbe logica dato che è un monumento che stà da sempre lì.

    Non ti credere, in Argentina la colonia italiana è fortissima, anche i discendenti, c’è ancora molta italianità da quelle parti, anche dei discendenti.

    Saluti
    Anna
    Io stò in Brasile, ma ricevo notizie dalle amiche argentine.


  89. guido ( depew ny , usa )

    cara Francesca congratulazioni ad essere la madrina di questo parco non si poteva prendere una migliore di lei che conosce molto bene la realta dei nostri connazionali nel mondo con tutti I viaggi che ha fatto ciao


  90. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Ciao Anna, ti ringrazio molto della bella notizia, e auguro a tutti gl’italiani dell’Argentina, del sud America, e del mondo, se hanno sospeso il traslogo, e spero che sia per sempre…
    Un caro saluto a te e tutti.
    Francesco


  91. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Grazie Francesco, e una opera d`arte bellisima, di piu di 25 ms di altezza e
    che ha un grande valore storico e artistico. Papa Francesco la ha difeso quando ero il Cardenale della Catedrale Metropolitana da Buenos Aires…
    Pagata con il denaro de gente del governo d`Italia e gente povera comune,
    di origini italiano, che ha donato soldi per fare onore al grande Colombo…
    Il MAIE sta lavorando per evitare il traslocco.
    Grazie per l`interese…
    Cari Saluti
    Lujan


  92. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    FRANCESCO non sai tutte le manifestazione che si hanno fatto…………che la presidenta cambie idea……quello si sará un miracolo di DIO…….ma penso che questa volta non per sua volontá ……. dovrá accetare la giustizia…….. questa signora é una vergogna per tutta l´Argentina. Baci a tutti


  93. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Sono d’accordo con voi, e spero che questa Presidente cambierà idea , ho forse la faranno cambiare idea.
    Ho molti amici argentini, e sono tutti contrari a questa signora, io sono a favore del popolo ARG. È spero che la caccieranno subito, alle prossime elezioni.
    Ciao a tutti.
    Francesco


  94. roy ( sydney , Australia )

    Carissima Francesca,
    un salutone da noi tutti in casa,… dai piu grande,Nonno Felice e Nonna Marietta, che vi salutano sempre con un forte abbraccio,….ai piu piccoli…. i gemelli che hanno solo ieri festeggiato il 7 compleano e la piccola Sofia che tra due settimane ne compie il primo. e ti sono sincero,.. che in questi giorni, sono sempre i piccoli che ci danno la forza di sorridere e guardare avanti…..perche uno si guarda d’intorno,… nei giornali che in tv,… sembra che ce’ solo che negativita,…. per fortuna, io qui, mi guardo d’intorno…. e sento solo che pensieri positivi,… come li trovo sempre in TE,qui in salotto in quell’ che scrivi,… pero sempre in piu, quell’ che fai, sempre per noi. Francesca,… ci tengo molto a salutare tutti in salotto, e spero tanto che pian piano, ci date le vostre notizie, che in questo spazio, sempre grazie a te,…riusciamo sempre mantenere un filo diretto tra di noi.
    percio,… siamo qui, e siamo sempre pronti per sentir’ci,… per le belle che le brutte.
    qui, ormai in pieno inverno, mandiamo un grande abbraccio a voi che state sentendo il bell caldo estiva, ed anche a chi, come noi…state battendo i denti dall freddo. un salutone grande, e sapiate che le vostre pensieri, ci tengono sempre compagnia.
    Francesca,… grazie sempre per quell che tu fai e sei ..per noi…..
    un bacione
    roy.


  95. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    ROY …..hai raggione……la TV meglio non vederla…….anche perche non c´é la nostra stella…….FRANCESCA……ma gia arriverá il giorno!!!!!!!!
    Tanti auguri ai gemelli…..ed anche per Sofía…….baci a tutti


  96. Gianni (Radio Ascolta) ( Vicenza )

    Volevo avvisare tutti i visitatori del Blog che in questi giorni fino a mercoledì 19 giugno, sono in onda a rotazione su Radio Ascolta ( http://www.radioascolta.it ) delle belle puntate con ospite FRANCESCA.

    A breve pubblicherò nel blog un link dove per poterle risentire tutte di seguito.

    Un caro saluto a tutti gli italiani nel mondo e anche a Nonna Lea e alla grande Francesca Alderisi che ringrazio come sempre per la disponibilità e le belle riflessioni riguardo l’ Italianità nel mondo e la crisi.
    Un abbraccio a tutti!


  97. Vito Giarrusso ( Melbourne , Australia )

    Cara Francesca,
    anche se’ con qualche giorno di ritardo. Devo farti i miei complimenti per quanto hai fatto e continui a fare per tutti noi. Spero , il piu’ presto possibile, tu possa riemergere in TV con Gran Sportello Italia. Bellissima conquista quella del GIARDINO DEGLI ITALIANI NEL MONDO. GRAZIE AL SINDACO ALEMANNO IL TJUO SOGNO E IL SOGNO DI TUTTI NOI E’ STATO REALIZZATO.
    Possiamo farci una bella passeggiata ( virtuale ) in questo bellissimo giardino degli italiani nel mondo. Francesca sei grande!!!!! un Abbracio
    vito giarrusso


  98. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Carissimo Gianni , ho letto con piacere l’informazione che hai data e ti avviso , a mia volta, che come assidua ascoltarice della tua bellissima “Radio Ascolta ” ho già udita la voce di Francesca proprio stamane in questa ultima Intervista che le hai richiesta.
    Come sempre la sua sicurezza non si smentisce sia che parli della italianità che maggiormente viene sentita da chi vive lontano dal suolo natìo, quanto della sua certezza nella ripresa della nostra ripresa economica data dal fatto che la nostra gente è forte di braccia e di mente e, soprattutto ama lavorare… purché il lavoro gli venga assicurato da chi governa.
    La Speranza quindi non manca affinché si riesca a legiferare con celerità e in buon accordo affinché si possa tornare tutti ad una vita tranquilla e serena e coi pasti assicurasti per tutte le famiglie, questi sono anche gl’intendimenti che la nostra cara Francesca si augura , tenendo presente sempre che la crisi è mondiale e ciascun popolo dovrò fare la propria parte .

    Caro Gianni, ricambio anche i tuoi saluti e mi complimento sempre per le tue Trasmissioni Raiofoniche di musiche, canzoni ed attualità sempre più interessanti e, naturalmente , con un altro saluto circolare a tutto il Salotto con a capo la Fondatrice sempre più instancabile e volitiva.
    Nonna Lea l’ EstroVersiana


  99. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Caro Gianni,

    grazie per averci ridato la voce di Francesca tramite la tua radio. Ho sentito molte volte Francesca parlare con trasporto degli italiani nel mondo, ma questa volta ho sentito ancora di piu’ la commozione con la quale esterna il suo amore per gli italiani e per l’italianita’ nel mondo. Ho sentito nella sua voce la stessa passione che bruciava nella voce di Mirko Tremaglia ed e’ stato emozionante.

    Grazie ancora e complimenti per una trasmissione radiofonica interessante ed inclusiva come RadioAscolta e mi unisco a te nel cullare la speranza che presto molti altri italiani come voi “scoprano” quel tesoro nascosto alla luce del sole che si chiama “italiani nel mondo”

    A Francesca – la nostra ambasciatrice un grosso GRAZIE per tutto cio’ che ha fatto e che continua a fare per noi.

    Un abbraccio di cuore a tutti ed un saluto particolare a Nonna Lea.

    Giorgio


  100. Gianni (Radio Ascolta) ( Vicenza )

    Come promesso ecco la pagina web dove poter riascoltare tutte e 4 le puntata con Francesca.

    http://www.radioascolta.it/t-Il-giardino-degli-italiani-nel-mondo/

    Ringrazio di cuore Francesca e tutti i visitatori del blog.
    Un caro saluto

    Gianni


  101. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Grazie mille Gianni !!! sei mondiale, come Francesca e Nonna Lea, complimenti…
    Buon fine settimana…
    Cari saluti
    Lujan


  102. roy ( sydney , Australia )

    Carissima Francesca,
    veramente non avevo intenzione di rientrare in salotto oggi,… pero solo da pochi minuti ho sentito l’intervista che ci ha gentilmente offerto Gianni di Radio Ascolta, che in partenza, ringrazio da parte nostra per aver sempre seguito da tempo questo ‘nostro salotto’,… e i nostri viaggi oltreoceano sempre insieme la nostra amata ‘Capitana Francesca’.
    Gianni,(ti do dell ‘tu’, perche qui in salotto e la norme….. e poi, se vado oltre, mi trovo in difficolta…!!), prima di tutto ho sentito che sei molto informato su le conquiste di Francesca, e ancora in piu, sembra che anche tu, sei stato morso dall’ fastidioso argomento ‘Italiani all’ estero’…!! certo, qui per ora, parlo solo per me,… pero credo che in tanti, fa piacere che essiste sempre qualc’uno, ..”a casa”,.. che ancora ci si ricorda e ci pensa….!!! (cosa che sia il grande Onnorevole Mirko Tremaglia, e da li, credo fin ora,… solamente “NOSTRA Francesca) che fa battaglia per noi….!!!!
    CHE POI, se ci penso un po,….. quell ‘che cerchiamo,….. e veramente una cosa insignificante,… in paragone a quell’ che io credo….. noi “Italiano Veri”,… riportiamo in casa per la madre patria…!!!! intanto Gianni, io te ringrazio sempre per il riconoscimento,… e ancora in piu, che riconosci anche il vero grande lavoro che Francesca continua a fare per noi,… che da anni lo fa….”da sola, sensa aiuto ne sostegno da nessuno…!!! cosa che veramente spero che un giorno verra veramente riconosciuta per tutto quell’ che ha fatto,… e continua a fare sempre,… sempre dal cuore…!!!… perche se non era cosi,…. chiunque altro,.. avrebbe mollato con solo un battito d’occhio…..!!! Francesca,… grazie,… che TU sei sempre con noi.
    l’intervista,….Gianni,… fantastico,… !! con Francesca,… non poteva essere altro…!!!
    Francesca,.. sai bene,.. che anche in nostro piccolo, anche noi siamo sempre
    qui per te….. un bacione ,… e sempre grazie per questo spazio….
    roy.


  103. MESSAGGIO DI FRANCESCA

    Per prima cosa un abbraccio forte a tutti dall’Italia.
    Qui è arrivato un gran caldo e da voi?

    E’ mio desiderio salutarvi ed anticiparvi che questa importante pagina di ProntoFrancesca dedicata al GIARDINO ITALIANI NEL MONDO resterà ancora in home-page del blog per dare modo anche a chi conosce per la prima volta questo spazio telematico, di leggere di questa iniziativa a cui come sapete tengo in modo particolare poichè è il frutto di tanti anni di attesa.

    Certa che comprenderete questa mia decisione, vi invito a lasciare comunque commenti anche su altri argomenti e con l’occasione vi informo che tra poche ore nel programma che va in onda dalle ore 8.00 alle ore 10.00 di mattina locali, andrà in onda un’intervista radiofonica realizzata da Luisa Perugini all’interno dello spazio mattutino domenicale in lingua italiana trasmesso dalla SBC, importante stazione radio-televisiva multiculturale australiana.

    Un abbraccio forte e buona domenica!

    Sinceramente,
    Francesca


  104. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    FRANCESCA…….sai che non ho potuto ascoltare quella radio…..adesso vado al sito di Gianni!


  105. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    GIANNI che bella intervista hai fatto alla nostra FRANCESCA……….che piacere ascoltarvi!!!!!!!
    FRANCESCA…..sai che ho fatto questa sera……mostrare la pagina a una coppia di amici………abbiamo visto il video e sono rimasti colpiti della tua sensibilitá per gli italiani all´estero …….ed anche per la meraviglia di NONNA LEA!!!!!!
    Buon fine settimana …augurando un felice giorno del Padre a chi lo festeggia come noi in Argentina……..Baci a tutti!!!!!!!!


  106. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Cari Amici del Salotto Francescano , oggi ho voglia di dargli questo nome chiedendo scusa alla nostra CAPITANA come viene pure chiamata. Dopotutto, si chiama proprio Francesca e come lei abbiamo fra noi una quantita di Amici ed Amiche con questo nome , che con la venuta del nuovo Papa , ha rinnovata la impronta fraterna e benevola iniziatasi dal Poverello di Assisi a cui anche Lui s’ispira e, ieri sera, proprio da questo luogo di pace e di preghiera , ho assistito al Programma Televisivo per beneficienza , indetto dagli stessi Frati che vi racconto poiché è stato molto bello e commovente ,
    Fra I Cantanti noti ed amati che si sono esibiti per aderire a questa iniziativa ( a cominciare da Renato Zero ) si è esibito un Fraticello, che lui di nome Francesco che ha interpretato due Canzoni che fanno parte di una sua Raccolta che in questi giorni sta facendo il giro del mondo con esiti più che favorevoli perché la sua voce è stupenda al pari della sua Fede e la classica Avemaria che ha cantata con maestria ed ha chiuso la Serata, non solo ha commossa me, ma pure tutti i presenti laici e religiosi che hanno applaudito con fervore.
    Anche qualcuno di voi avrà visto il Programma e avrà provate le mie stesse emozioni sia per la motivazione che con una semplice telefonata può dare tanti aiuti necessari, ma soprattutto per l’adesione di tanti Artisti.
    Cara Francesca , grazie delle tue parole e con te saluto tutti specialmente i Papà che oggi vengono festeggiati .

    Nonna Lea l’ EstroVersiana


  107. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    AI GRANDI BRAVI PADRI CHE AIUTANO ANCORA I FIGLI RIMASTI SENZA LAVORO TANTI AUGURI E BUONA SALUTE .

    UN PADRE COME TANTI

    Tu sei vissuto fra lavoro e casa
    li fij l’hai cresciuti tutti a modo
    che coll’esempio fatto de dovere
    l’hai ben temprati pé le prove vere.

    L’anni che sò passati sò volati
    e li capelli ormai se sò sbiancati
    le pene c’hai passate l’hai scordate
    e mò ricordi solo l’ore liete.

    Sei stato granne cò l’animo possente
    e nun te sei sentito mai perdente.
    perché hai conquistati sia Stima che Decoro
    e questo pé tte è importante più dell’oro.

    Mò stai in penzione e te senti pigro
    e certo er giorno tuo non è assai allegro…
    pè quer c’hai dato nissuno te sa dà
    ma fai un sospiro e seguiti a campà.

    Nonna Lea


  108. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Cara Nonna Lea,

    grazie per la bella poesia per i “Papa’” (va da se’ che e’ anche per le “Mamme”) con i capelli bianchi che aiutano i figli ma che allo stesso tempo si sentono abbandonati. La struttura sociale purtroppo e’ cambiata, e devo dire, in peggio.

    Purtroppo alcuni giovani non si rendono conto quanto sia importante per i loro figli la presenza e l’amore del nonno e della nonna. Si parla tanto di patrimonio italiano che va perso per via della crisi.

    La perdita affettiva che riguarda i nonni e le nonne e’ secondo me una crisi piu’ grande di quella economica ed e’ certamente impossibile da rimpiazzare.

    Un abbraccio a te e a Francesca,

    Giorgio


  109. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Ciao Francesca, scusa del ritardo, dopo qualche giorno, ho ascoltata l’intervista.
    Fatta del S, Gianni, a Radio Ascolta.
    E come sempre, è stata una bella intervista, ed è sempre piacevole sentire la tua bellissima voce, certo vederti è ancora meglio, ma questa è un’altra storia.
    Anche la festa del papà, è passata e i miei auguri sono un pó in ritardo.
    Francesca, il giardino di Roma c’è, ma Alemanno è fuori, spero che il nuovo sindaco di Roma, S. Marino, farà di Roma una città piu bella, di quella che è, e più, sicura.
    Francesca ti saluto, e saluto a tutti…
    Francesco


  110. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissimi,

    Buongiorno a tutti.
    Oggi esco un poco solo dal tema del blog perchè vorrei darvi un piccolo riassunto, ma piccolo della situazione qui in Brasile e che sarà certamente nota a tutti voi atraversoi notiziari.

    La situazione non stà buon, prima di tutto e principalmente perchè i movimenti numerosi che ci stanno essendo in tutte le capitali più importanti, non hanno una bandiera poitica e neanche un capo sindacale, è un movimento del popolo fatto dal popolo, non sventolano bandiere, solo per loro stessi.

    Non abbiamo, dico il popolo in generale, ospedali funzionando bene, medici a sufficienza, scuole buone, professori ben pagati e che si possano perfezionare, insomma, no abbiamo i servizi basici efficienti.
    Ed hanno fatto la coppa del mondo spendendo miliardi per fare e rifare stadi a costi favolosi. E certo non era il caso, non siamo un paese ricco, questa è la verità. Lo saremmo forse, ben amministrati, cosa che non si dà.

    Il movimento è cominciato per l’aumento a São Paulo di 20 centesimi nei trasporti. voi direte è poco, ma é molto perchè il tasporto é pessimo e già caro.in riassunto, il popolo non ce la fà più, l’inflazione la negano, ma c’é e la sentiamo nelle nostre tasche, inutile dire che non c’é.

    Da qui e con la coppa delle federazioni con spese pazzesche, il movimento si è sparso per tutto il paese, in grandi capitali. Ed ormai non si torna indietro, Sono giorni di caos e stanno tutti d’accordo…

    Devo aggiungere che i rubi, le rapine, le uccisioni tutti i giorni, ci obbligano a stare a casa, io non esco la sera, ti uccidono se hai pochi soldi, ti uccidono anche se ne hai di più da dare, e poi tante altre cose che succedono diariamente. Si ha paura di andare in strada.

    Ecco, é questo, purtroppo, un paese così grande, potrebbe avere tutto e per tutti…ma rubano troppo, non é che non ci sarebbero i soldi per la santià almeno basica, ma se se li mettono in tasca…

    Non sò come finirà questa storia, spero non sia una seconda rivoluzione tipo, se non avete…,mangiate brioche…ci ho pensato, sapete?

    Io sono apartidaria, ho sempre votato in prsone non in partiti. Solo per posizionarmi. Non sventolo nessuna bandiera, solo quella che sia buona.

    Ora c’é il campionato del mondo, alte spese pazzesche…ed il popolo? Io vedo i pezzenti prendendo robba nella spazzatura, ma soloio li vedo? Gente dormendo nella strada, solo io li vedo? Esci e non sai se rientri e come, solo io lo noto? Insomma, non stá niente buona la situazione, e scusate questa in tromissione in questo bel salotto, ma é giusto anche che siccome siamo tutti emigrati, é interessante sapere qualcosa di dove vivivamo.

    Naturalmente se la padrona di casa trova che sia fuori posto, può tranquilamente bloccarlo questo messaggio, volevo solo che ne aveste un informazione non giornalistica e da laica.

    Un abbraccio, e mi dispiace di non poter parlare di fiori

    anna


  111. Mena ( Fort Lee , USA )

    Ciao Francescaaaaaaaaaaaaaa e a tutti gli amici del blog scusatemi per la mia assenza da un bel po e` solo che sono state ragioni di salute ed altre cose ma sono felice di essere di nuovo qui Carissima Francesca ti ringrazio molto per questa bella cosa che hai fatto per noi italiani all’estero lo sapevo che solo tu sai davvero di cosa abbiamo bisogno noi cioe` di sentirci veri italiani e non italiani abbandonati solo perche` viviamo in altri paesi di nuovo grazieeeeeeeeee e sono contenta di essere ritornata su questo salotto di amici ciao a tutti a presto


  112. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Carissima Anna , me dispiace tante ingiustizia sociale in un grande e bello paese.
    Ma sembra un vecchio problema della umanita. Ti capisco tantissimo.
    Se la padrona di casa permete invio un affresco Senese medievale nel Palazzo Publico per fare ricordardare a i governante la conseguenza del cattivo governo.
    Un abbraccio

    http://online.scuola.zanichelli.it/capirelastoria-files/volume1/approfondimenti/Zanichelli_Vicari1_Unita6_Affresco.pdf


  113. Danila-JAX-FLORIDA

    Francesca dove sei??
    nel caso fossi a NYC, ti segnalo una interesante mostra fotografica al museo della grande mela dedicata agli immigrati provenienti da tutto il mondo dagli inizi dell’800 . Naturalmente gli Italiani non potevano mancare, essendo una comunita` cosi numerosa.
    Sono immagini piuttosto dure, che mostrano una vita ben lontana da quella che in molti sognavano. C’e` da dire pero’ che i sacrifici dei primi arrivati sono stati la base per permettere alle generazioni successive di avere un futuro migliore.
    Ti incollo il link per vedere la sezione fotografica dedicata agli Italian Americans.
    Un forte abbraccio

    http://collections.mcny.org/C.aspx?VP3=SearchResult_VPage&VBID=24UP1G39GCOK


  114. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Lujan,
    Ti ringrazio per la tua ormai già famosa gentilezza ed attenzioe agli scritti.

    Difatti non ne parlerei se non fosse veramente una cosa preoccupante, ormai oggi il settimo giorno e sparpagliata per molte capitali di stati.
    Non riesco a capire, purtroppo, come andrà a finire perché mai ho visto tutti tanto uniti con lo stesso obiettivo e le stesse lagnanze, non capisco proprio ed è impossibile credo, saperllo.

    Ho visto le scene senesi che hai inviato, oltre che bellissime,verament É un gioiello, sono ben significative, mi hanno deliziato la vista.Grazie.

    Spero presto di darti migliori notizie. baci
    Anna


  115. roy ( sydney , Australia )

    Carissima Francesca,
    vedo che a Roma, e scoppiatto l’estate, spero solo che sia tu che Nonna Lea vi trovate bene e riuscite , in questa bellissima stagione, trovare sempre un po di fresco per godere la vera bellezza di Roma d’estate….. che se me la ricordo bene, e’ d’estate che la sua vera splendenza fiorisce,…. vero Nonna Lea…??? poi,…se nn mi sbaglio per poco domani,… il 21 giugno,… veramente scoppia l’inizio di questa estate,… un po strana,..un po diversa,… pero spero sempre piena di tanta gioia , salute e felicita… sia per voi che anche per tutti in salotto,… ed anche per chi come noi,.. ansi che l’estate…ci dobiamo accontentare con il ‘caloroso freddo’ invernale.
    Danila,… ho visto le foto che hai gentilemente inviato ,..sia per Francesca,.. che credo anche per noi,…l’ho viste… con tanto di entusiasmo….amarezza….se ti dico che sono foto veramente ‘belle,…triste,…forte,….belle,…triste,…’ un bell’ collage per chi come noi, siamo sempre interessati nella storia dell’emigrato italiano. credo veramente che ancora tanti qui in salotto , potrebbero aggiungere ancora molto qui,…parlo per la generazione di miei genitori ed oltre,… certo non di me… che in paragone sono nato con cucchiaio d’oro in bocca….!!! pero ti assicuro che sono questi racconti,… queste foto,.. che mi fa sentire sempre piu italiano che mai. e non credo che sono solo io.??
    Anna,… ho letto con attenzione il tuo racconto,… e grazie sempre a Lujan, che ci dai sempre il tuo ‘tocco’ speciale’,… sono sincero che,.. forse in questi tempi con i miei pensieri, non ho fatto attenzione a quel che sta capitando li da voi,… anche se te dico che credo in questi tempi, ogni paese ha il suo ‘crisi’,… pero sono d’accordo con te, che con tutto quell che succede,.. quell’ che “i nostri capi di stato ” si sono promessi per fare ‘bella figura’ per il resto dell’ mondo,… stanno sempre creando un mondo piu surreale, ogni paese, ormai lo fa,… per i mondiali di calcio,…le olimpiadi, qualsiasi congresso parlamentari,… Expo,… basta sempre un nuovo titolo e devi sempre stra-essagerare su l’altro…!!! e poi,… chi paga…??? ed e per questo,.. che finalemente,… come li da voi,.. tutti si ribellono…!! come dici te,… anche io spero che in fine,…andra tutto bene,.. ci tieni sempre informati,…
    Francesca,… scusa se sono andato un po oltre,….
    un saluto sempre grande per tutti in salotto,.. un forte abbraccio
    Francesca,… grazie,… er bacione… lo sai…
    roy.


  116. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Caro Roy,

    Putroppo quel che scrivi è vero, ringrazio le tue parole.
    E ringrazio sempre anche Lujan.
    Caro Roy, io non ho mai parlato di politica perchè giustamente penso che politica e religione non si discutono. Ma non era mia intenzione farlo, solo esporre una situazione anomala, almeno qui in questo paese.
    Lo sò che anche in italia la situazione non é buona, come in tanti altri paesi.

    Quello che mi ha spinto a parlare è che il popolo brasiliano è veramente un popolo pacifico e che sopporta tutto come volontà di Dio, quindi stà sorprendendo ed impaurendo questa movimentazione di tutti, senza capi, senza dirigenti, proprio un movimento del popolo.
    Più ancora se pensi che il calcio è sempre stata la passione dei brasiliani, e questa volta giusto in un momento di gioia, non è valsa l’illusione che ci danno i governanti.

    Ma spero si calmi tutto ma che anche comincino a rndersi conto che non possono continuare a rubare al popolo, rubare la dignità di vita, la salute, l’educazione…lo spero proprio.

    Solo una cosa ben positiva, finalmente credo che non siamo più il paese del calcio e del carnevale…era ora, perchè non lo è.

    un abbraccio e grazie, e chiedo scusa per il fuori testo.

    Quanto all’emigrazione, anche io non ne sono stata vittima nel senso di quello che fà vedere Danila, però ne ho sofferto psicologicamente molto e non credo sia da meno. L’emigrazione comunque fà soffrire, anzi, io credo che chi ci è stata portata soffre di più, perchè i “grandi”v engono con la speranza di trovare un futuro migliore, i piccoli trasportati lasciano indietro la loro vita poco vissuta ma intensamente, e non hanno il concetto ancora di futuro.

    Ma quest è una mia idea, per molti non è cosi.

    Anna


  117. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Mi aggiungo anche io agli ultimi commenti che vertono sugli ultimi avvenimenti che stanno avvenendo in Brasile come ha spiegato Anna e penso che con queste sommosse la vita dei cittadini si complica . Ma questo succede non solo in Brasile perché la crisi ha portato ovunque carestia e disagi enormi e la gente , vive ovunque esasperata dai malgoverni che invece di appianare tante questioni sociali , sembrano complicarle .

    Ho guardato con molto interesse pure i video inviati da Lujan e da Danila e le ringrazio perché ognuno mostra scorci di Storia .Il primo dimostra che ci sono sempre stati buoni e cattivi goeverni e, il secondo fa vedere gli adattanebti a cui si sono dovuti adattare i primi emigranti .
    Fortunatamente chi è riuscito a resistere e a garantire alla propria famiglia sicurezza e benessere , come dimostrano le parole di Roy , hanno dimostrato di
    avere coraggio e forza di animo per vincere le avversità iniziali.
    Roy è un esempio che le nuove generazioni offrono perché continuano a lavorare sulle orme dei loro genitori che hanno dato loro il buon esempio.

    Speriamo che nel mondo dilaghi il buon senso e non la cattiveria e , ovunque ritorni la pace e la prosperità . Solo così sarebbe bello il vivere . Auguriamocelo tutti .
    Nonna Lea.


  118. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    FRANCESCA………. non sai come ti ho pensato oggi……..guardando la RAI…….ho visto in diretta da………PONZA…….la festa per San Silverio……..che bello!!!!!!!!!!
    Ho pensato…..sará li ????????? Tanti baci a te ed a tutti!!!!!!


  119. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Nonna Léa,
    Hai ragione, in tutto il mondo è lo stesso.
    Credo che bisognerebbe ricominciare da zero, e non sò come.

    Qui in Brasile anni fà l’unica sommossa cosí è stata per cacciare un Presidente che le faceva di ttti i colori, difatti è stato messoo fuori.
    Ma non é abitudine di questo popolo questo tipo di rivolta.

    Comunque spero come tutti che tutto il mondo abbia pace e giustizia principalmente, sarebbe bello vivere in pace avendo la pace di tutti attorno.

    Un bacione cara Nonna e goditi l’estate romana…

    Anna


  120. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    In molti posti al mondo ci sono movimenti di protesta e convulsioni varie. Penso che tutte sono giustificate, perchè i soprusi che i popoli devono sopportare per le decisioni sbagliate e dei malgoverni sono davvero arrivati al limite.

    Anna dice che in Brasile non si erano mai viste delle manifestazioni come quelle di questi giorni, che il brasiliano è un popolo tranquillo, ma non dimentichiamoci il potere delle reti sociali. Anche se alcuni le trovano disdicevoli, io penso che, oltre a tante cose, anche frivole, sono un grande motore di coscienze che riescono a organizzarsi senza la dirigenza di un partito, o un capo, che le convochi.

    Purtroppo i disturbi in Brasile continuano nonostante si sia lasciato il prezzo del biglietto invariato. Significa che la scontentezza non è solo per quello, ma per tante altre manovre del governo che, paradossalmente, si dice progressista, cioè favorevole al popolo, alle classi più disagiate, e invece le priorità si rivolgono altrove.

    “Se Sparta piange, Atene non ride…” dice il proverbio. Qui, noi, i vicini di Anna, abbiamo anche un governo che lascia molto a desiderare. Abbiamo avuto anche noi grandi manifestazioni nella capitale e in tutte le grandi città del paese, organizzate attraverso le reti sociali, ma il governo le ha ignorate.
    E mi viene da pensare che spesso i popoli sono ostaggi del potere politico… come succede anche in Italia per esempio.

    Siccome “la speranza è l’ultima a morire” (scusate l’abuso dei proverbi) :-) andiamo avanti con l’illusione che un giorno le cose cambieranno in meglio. La speranza è il vero motore che ci porta verso il futuro e verso un miglioramento, specialmente dei meno fortunati. Ce lo auguriamo davvero.

    Lucia


  121. Delfina Licata ( Roma-Milano-Mondo , Italia )

    Ho voluto aspettare di vedere dal vivo il luogo, il giardino, respirare il suo profumo per scrivere di quanta emozione mi ha trasmesso questa iniziativa!L’ho potuta vivere da lontano (da Milano) come molti da quanto ho letto nei commenti.Quando si è lontani “da casa” non valgono i chilometri: la distanza è distanza punto. E’ quanto ho scoperto in tutti questi anni in cui ho l’onore di lavorare per gli italiani nel mondo e con gli italiani nel mondo. Ringrazio Francesca per l’iniziativa e la realizzazione di questi filmati che ci permettono di toccare con mano e ri-vivere i momenti, ma la ringrazio per la sua passione per questo tema, per la delicatezza di come avvicina e “coccola” gli emigrati che sono, prima di ogni cosa, persone vere e veri italiani …Ringrazio i tanti che scrivono su questo blog perchè da voi imparo tanto.Io è la prima volta che scrivo. Vi ho conosciuti da ospite alla trasmissione condotta da Francesca sentendo ancora più forte quanto il mio servizio professionale per gli italiani all’estero sia giusto e necessario alla luce dei cambiamenti di questo mondo nel quale viviamo e, soprattutto, per dare voce a una realtà viva, ricca, poco o per niente conosciuta ma che apre orizzonti illuminanti per capire cosa significa essere cittadini del mondo a autori di intercultura. Mi auguro che, a forza di ripeterlo attraverso il mio umile lavoro, si riesca a capire questo concetto: gli italiani all’estero sono cittadini del mondo e autori di intercultura!!!!Delfina


  122. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Cara Lucia, i proverbi sono la voce del popolo, e a volte, hanno molta sapienza.
    Il potere e come un fulmine, un innamoramento che non fa vedere i bisognosi.
    Spero come tu dici, che la velocita delle rete sociale serva per mostrare la realta.
    “Non si puo occultare il sole con le mani”
    Buon inizio del inverno e delle estate…
    Lujan


  123. MARTA GALZERANO ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Coincido con i commenti di Nonna Lea, Lujan e Lucia.

    Anche credo che i malgoverni si attirano come la peste, visto che i movimenti di protesta , il malcontento ed i disagi delle popolazioni sorgono dappertutto, sia nel vecchio continente come in Paesi emergenti…chissá il boom delle rete sociali influiscono sulle manifestazioni popolare , convocando i cittadini in fretta, per esempio ” los indignados” in Spagna , “los cacerolazos” in Argentina.

    Come dice Nonna Lea , speriamo che nel mondo ritorni la pace e la prosperità, sulla base del lavoro dignitoso, valore essenziale per l’essere umano.

    Buon comincio di estate e di inverno!!!

    Marta.


  124. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    La rivolta in Brasile, per la prepazione del mondiale di calcio del prossimo anno, è un disastro, la protesta non si ferma, e ci sono anche dei morti, Certo che il popolo a anche una certa ragione, perchè c’è gente che non può vivere
    Come si fà a controllare questa rivolta?
    Anche in Italia, le cose non vanno tanto bene, c’è gente che non arriva alla fine del mese, e il governo non è capace di fermare i sbarchi clantestini che arrivono tutti i giorni, l’Italia è troppo piccola, ed abbiamo giá raggiunto, una quantità massima, di extra communitari.
    Credo che sarebbe quasi ora di fermarli…..Questo è come la penso io…..
    Ciao a tutti, Francesco


  125. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    Cara DELFINA LICATA grazie per il tuo primo commento, ma sopra tutto per essere come FRANCESCA………. molto vicina a noi!!!!!!!!!!!! continua a scrivere…..sará un piacere leggerti!!!!!!


  126. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissimi,
    Prima di tutto vi voglio dire che, oltre atti di vandalismo, il popolo brasiliano ha fatto atti per lo più pacifici, certo il banditismo non dà tregua.
    I morti sono stati due, di più i feriti, ma una delle morti è stata dovuta ad un caminonista che non ha voluto fermarsi nella strada bloccata da un sacco di gente, ed ha insistito per passare nonostante la richiesta che retrocedesse. Lo stanno cercando ora, ha avanzato ed ha ucciso un ragazzo di 18 anni. La seconda morte é stata qui a São Paulo, una signora stava uscendo dal lavoro, è stata male col movimento che l’ha impaurita, è stata inviata in ospedale ed il giorno dopo ha avuto tre attacchi cardiaci e non ha resistito.

    Non stò diminuendo la tragedia, ogni essere umano è un valore in sè, ma voglio dire, in un paese così grande, con le grandi città tutte accese, che io sappia ci sono state queste due morti.Poteva essere molto peggio.

    Car Francesco, in parte hai ragione, io sono sempre della tesi di corrispondere all’ospitalità che abbiamo avuto, ma certo l’Italia è piccola e già non ce la fà con i propri cittadini, quindi credo che hai ragione. Noi siamo andati in paesi grandi con spazi, qui, ancora da occupare.Paesi nuovi, che abbiamo aiutato a costruire. Sì, mi hai convinta.

    Cara Delfina Licata, grazie delle tue gentili parole. Noi in verità non credo abbiamo la pretensione di insegnare niente, noi vogliamo solo essere visibili. E vogliamo che la necessità che ci ha portato, a noi, o ai nostri avi, di allontanarci dalla Patria, non per volontà propria, non sia per noi un castigo, ma, al contrario, ci sia dato un riconoscimento almeno per aver fatto conoscere onestamente l’Italia all’estero, ed aver costruito piccole italie nel mondo. Non vogliamo altro, vogliamo la nostra Patria per noi anche.

    Cara Lucia, come hai ben capito non é solo il prezzo del biglietto, nonostante sia stato l’inizio, non abbiamo scuole pubbliche decenti, ospedali pessimi, e la gente muore alle porte dei Pronto Soccorso inquanto molti si mettono i nostri soldi in tasca, si, i nostri, e poi costruiscono stadi in un paese che ha la fame e la miseria, purtroppo. Non possiamo fare i ricchi se non lo siamo.
    Sò che voi anche non siete in situazione favorevole, ma qualcuno deve muoversi perchè il popolo lo merita, lavora, paga le tasse e non mangia, ha il diritto ad una vita minimamente degna.

    La speranza, è vero, è l’ultima che muore, ma se muore all’ultimo, ma quando ha già ammmazzato tutti quanti, che differenza fà se muore lei?
    E chi gli fà i funerali???? Scherzo eh? Però i proverbi sono ottimi inquanto c’è chi li possa ancora leggere.

    baci a tutti
    Anna


  127. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Ben arrivata DELFINA, e cosi la intercultura arricchice la vita. Lo impariamo dei romani che hanno fatto un arte della diversita…Nostra cara FRANCESCA e una
    donna del mondo e lo sa bene.
    Cari saluti da Buenos Aires.
    Lujan


  128. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Ciao Anna, ti ringrazio che la pensi come la penso io, sono un pó preoccupato per la nostra piccola Italia, che ci sono molti connazionali che non hanno lavoro,
    e se la passono molto male….
    Oggi non ho voluto vedere la partita, perchè sapevo che l’Italia non vinceva contro il Brasile, dal mattino si vede il buon giorno, e la partita contro il Giappone, mi ha detto tutto.
    Auguri al Brasile, della vittoria per quattro a due….
    Saluto Francesca, e tutti.
    Francesco


  129. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Ciao Francesco,

    Grazie per gli auguri, ma questa volta pochi hanno festeggiato, sono continuati e continuano i movimenti in strada, senza teloni. Ma insomma, qui hanno detto che l’italia è arrivata in campo già moltissimo stanca di altri giochi.Quindi era una squadra non in ottime condizioni, peccato.Ma tanto contiua ad essere una grande squadra, si vince, si perde, fà parte.

    Un abbraccio, vedrai che alla prossima vinceremo, sai, io sono doppia…e poi non mi piace il calcio.

    Anna


  130. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Grazie ANNA.
    Buona Domenica, e buona settimana, a te, e tutto il Brasile, con il tempo tutto si aggiusta, forse anche la nazionale italiana.
    Si vede che se erano stanchi, sono andati spesso nelle belle spiaggioe brasiliane.
    La vita è bella!!!!
    Ciao a tutti…..
    Francesco


  131. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Qui una buona noticia domenicale. Il monumento a Colombo resta a Piazza di Maggio, per un intervento giudiziario dell Ambasciata d´Italia e del MAIE…
    Nessun traslocco.
    Buona domenica.
    Lujan


  132. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Lujan,
    buona notizia…finalmente.A parte come sempre i soldi del traslocco.

    Oggi sulla RAI la solita suora, ed ha presentato degli indigeni argentini che parlavano un perfetto spagnolo, ma dove vivono? Qui le tribu indigene hanno pochi che parlano il portoghese e molto male, come mai i vostri parlano tanto bene la vostra lingua, non hanno i loro dialetti?
    Domando per curiosità perchè ho trovato stranissimo. Allora sono già acculturati, viaggiano persio a Roma…

    Bè, io non sò molto su di questo.

    Mi è piaciuta molto la domanda della suora ad un prete: se le manifestazioni del papa ai bambini down sono espontanee o studiate…
    Io solo non sò che risposta si aspettava…siccome io già la sapevo, comunque era quella, ho cambiato canale. Questo dobbiamo sorirci la domenica dalla nostea cara rete di TV italiana per l’estero…

    baci e grazie della otizia
    Anna


  133. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Carissima Anna
    Le tribu hanno una linguaa originaria, ma per sopravivere parlano la lingua del paese, a volte, sono plurilingüe. Sono inteligenti, artesani che amano la terra, ma sono divesi e sopratutto, sono poveri, questo e un grande svantaggio in un mondo materialista.
    Per la poverta e le cattive condizioni sociali restano pochi indigini ne la Patagonia
    e il Chaco, al noreste di Argentina.
    Buona settimana.


  134. MARTA GALZERANO ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Cara Anna:
    Domani 24 giugno Papa Francesco avrà un’incontro col lider QOM, Félix Díaz, rappresentante della comunità indigena “La Primavera”…la cui lotta da anni per le loro terre e per le violazione dei sui diritti umani .

    Siccome la nostra Presidente non ha voluto ricevere Díaz , il nostro Premio Nobel della Pace Pèrez Esquivel , ha gestito l’udienza col Santo Padre…

    L’anno scorso Féliz Díaz ha avuto un omaggio nell’Università Catolica di Córdoba, la cui gli ha datto il titolo “Dottore Onoris Causa”, per la sua lotta intensa a favore della sua comunità.

    I nostri “indios” vivono in povertà in diverse provincie, e come spiega Lujan sono intelligenti, plurilingue per poter sopravvivere, visto che sono grandi artigiani e soprattutto amano la madre terra.

    Ma purtroppo solo vengono considerati come il resto dei cittadini argentini nel momento dell’elezioni…

    Marta.


  135. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Cara Marta,
    grazie per queste ulteriori informazoni.
    Certo, credo che in questo siamo uguali, forse gli indigeni da voi sono meno e forse più isolati. Ma comunque ho capito, anche qui valgono solo nel momento in cui servono.

    L’unico problema che abbiamo qui è con certe tribu indigene che esiggono tutte le comodità moderne, alcuni abitano in città, si ubriacano, alcuni sempre, uccidono a volte e poi alla fine si valgono della loro condizione di non imputabili e non pagono per i loro errori, però vogliono vivere la nostra vita solo con i vantaggi.

    Certo sono fatti isolati, ma sai, non è una questine facile nè per noi nè per loro. Hanno le loro terre e vogliono averne altre attorno, non che io sia perfettamente al corrente, ma da quanto leggo, diciamo che hanno un poco di ragione le due parti.

    Triste comunque, grazie, baci
    Anna


  136. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissimi,
    Nonostante molte manifestazioni in varie città del paese, pure alcune violente, la cosa in un certo modo si stà calmando.
    La Presidente ha annunziato la possibilità di un plebiscito per una questione importante che non vi spiego ora, sarebbe troppo.

    Io ho l’impressione che la spontaneità dei movimenti, la mancanza di interesse per i giochi di calcio del Brasile, e tante altre cose, hanno fatto capire ai governanti che il popolo è stancoe che non possono continuare a fare le cose che fanno. Ho avuto persino l’impressione che ne abbiano paura ora, veramente paura.

    Bè, se solo funziona con la paura che sia, peccato.Chi sà un giorno diventiamo un paese di primo mondo come desideriamo e come ci meritiamo perchè siamo un popolo operoso, lottatore, sofferto.

    Volevo solo dare questa notizia, credo che le cose si aggiustino piano piano.

    Un abbraccione e grazie a tutti quelli che ci hanno seguito ed appoggiato in questo difficile momento.

    Anna


  137. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Cara ANNA siamo solidari e informati. Un paese grande, rico e bello come il Brasile
    non merita questa crisi. Spero che i potere ascolte la voce del popolo.
    Un abbraccio
    PS: oggi Papa Francesco ha parlato con nostro premio Nobel de la Paz e con la comunita Qom e sara un interlocutore con la presidente argentina .


  138. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Lujan
    Nel programma Cristianità, Suor Miriam gli ha fatto una interessante intervista al capo della comunità Qom, in più la signora e un sacerdote di Formosa, fù prima della intervista con Papa Francesco.
    Mi è fatto molta tenerezza vedere e ascoltare a questo lider dei aborigini proprio li a Roma,….il Suo viso trasmetteva una gioia incredibile. Immaginarsi, giorni prima avevano fatto un accampamento nella Piazza di Mayo asppetando essere ricevuto , cosa che no riuscì e poi va li a San Pietro e lo hanno ricevuto.
    Un abbraccio


  139. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Anna
    Scusa non avevo letto que gia avevi scritto riguardo alla intervista con la Suora. Sono entrata al blog e ho letto in fretta soltanto l’ultimo commento di Lujan senza leggere in sù. Ccomunque, quello che abonda , se è per una causa nobile non è danoso
    Un abbraccio


  140. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Per fortuna il Premio Nobel della Pace argentino ha capito a questa comunita autoctona e
    li ha portato a vedere al Santo Padre. In un mondo globale hanno diritto a essere
    ascoltati. Sembra un buona noticia…
    Abbracchio circolare


  141. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Adriana,

    Non c’è niente da scusare cara amica, succede anche a me a volte. Ma non ha importanza, più se ne parla meglio è.

    Certo ultimamente i nostri paesi non stanno una meraviglia, ma spero le cose si mettino a posto.

    Oggi per giunta, São Paulo innondata, da cima a fondo, piove da ieri senza fermarsi…quindi capirai che non aiuta perchè si sommano anche problema di base che evidenziano ancora di più i veri problema della città oltre al calcio negli stadi. Proprio una fortuna/sfortuna. Ho dovuto cancellare persino la dentista oggi, impossibile muoversi a non essere per necessità.

    Lujan, giusto quello che dici, spero che il Papa essendo argentino possa far qualcosa almeno in parte per il vostro paese…qui io penso che la miglior cosa che possa fare è cancellare la riunione dei giovani a Luglio a Rio, almeno è quel che penso io.
    Non che voglia tragicizzare, non é tanto così, ma sono sempre manifestazioni che implicano in nuovo apporto di denaro ed il popolo potrebbe reagire, non sò ma non sono molto ottimista.

    Solo vorrei chiedere a tutti gli italo-brasiliani che abitano qui, non sò cosa pensate voi, avete qualche idea diversa dalla mia? Mi piacerebbe sentirvi, alla fine solo io stò espondo le mie idee e possono essere sbagliata, non sò!

    Un abbraccio a tutti
    Anna


  142. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Carissima Anna, Francesco e un Papa molto austero, ha molta empatía con i poveri.

    E questa grande pioggia sara per puliré un po le anime. La acqua, a volte, meiora

    l´”atmosfera”. Spero che tutto sia per bene…

    Abbraccio circolare.

    Lujan


  143. roy ( sydney , Australia )

    Carissima Francesca,
    come stai,….??? sai bene che noi ci teniamo sempre sia per sentir’ti,… che per sapere che stai bene. abbiamo visto che l’estate li da voi e’ arrivato,… e come ha detto Maria Rosa, ha visto la processione di Ponza,…. percio speriamo che tu ci stavi,… ed ora stai anche godendo qualche giornate di sole e riposo.
    Nonna Lea,… spero anche lei,.. trova tempo per se,… ed anche le bellissime fiori sul suo balcone…posso solo che imaginare i colori e profumi che lei fa collezione…
    Anna,…. sicuramente hai ragione,… pero ti assicuro che oggi come oggi,… non essiste nessun paese che se la passa bene,….(ci sono solo quelli che se la risenteno un po meno che l’alre…) pero sono sempre fiducioso….e proprio per questo,… che sono ancora sempre piu fiducioso nella nostra gioventu,… i ragazzi di oggi,… che credo sono molto piu informati e intelligente ,… e ti confido,… che sono anche piu che sicuro che sono anche piu fedeli, che le generazione passati,….percio….ti dico….
    di ripensare bene la tua idea di cancellare la festa dei giovani ….!!!!
    qui, l’hanno fatto 5-6 anni fa,… e le feste ??… ‘incontri, e raduni ‘… ti assicuro che se hai la possibilita di esser’ci anche te,… ti farebbe un mondo di piacere,…e ancora in piu,… rafforzare il tuo orgoglio,… per i giovani di oggi…!!! e percio,… un evento di questo,… a qualsiasi costo a lo stato,…. e sempre inferiore,… al bene che vi porta..!!!
    pero fate bene,… che i tagli,…e risparmi,…. tocca a noi,…governi, comuni,.sprecchi statale,…ed oltre,… che qui,.. non e il posto discutere. scusate,… non e mia intenzione fare politica,… pero,.. per i giovani,…dobbiamo sempre lottare,.. so bene che Francesca in questo ci crede molto…. vero…!?!
    un abbraccio,
    roy.


  144. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    ANNA …….. la Giornata Mondiale della Gioventú non sará cancellata……….qui in Argentina gia ci sono tanti giovani che hanno pagato l´aereo………io ho partecipato della GMG di Madrid via internet nelle pagine ufficiali spagnola e italiana…..e come dice ROY il bene che porta é tantissimo……..che anche io ti acconsiglio di partecipare………ma so che non lo farai jajajajjajajaja ….
    Sai una cosa…..economicamente é una grande risorsa per il paese che organizza…….lo hanno detto con cifre a Madrid……
    FRANCESCA vieni tu!!!!!!!!!!! Baci a tutti!!!!!!


  145. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Ah, Caravella,
    Meno male, non stavo ben capendo cosa diceva Roy, inquanto non ricordavo della riunione della gioventù a Rio.

    Ma mò prima parlo con te, la finisci di essere fofoqueira? Se fosse a São paulo parteciperei, ma il Papa và sempre a Rio ed a aparecida do Norte dove c’è la Madonna che è vicino a Rio, a São paulo mai venuto. Mò vieni qui e poi ti voglio vedere prendere un aereo o andare in atobus, 400 km di distanza per andare a Rio, trovare albergo, posto per vedere il Papa, vieni vieni, qui ti ospito io…solo non c’è da mangiare, ma siccome posso comprare la farina ecc. farai tu le pizzette…buone però.

    Caro Roy, no, non sono affatto contro il movimento del Papa, meno ancora contro i giovani, figurati, sono più aperti e coscienti di quanto lo ero io alla loro età, ho 4 nipoti con 19, 15,11 e 4 anni, quindi una buona rappresentanza di ogni età. Sono il nostro futuro, mi piacciono pure.

    Io lo dicevo perchè ho paura che siccome si stanno rivoltando con le spese per il football, non ti dico la confusione oggi per il giocoa Belo Horizonte, anche per la venuta del papa le spese sono moltissime per la sicurezza ecc.ecc. e siccome il momento è di ebulizione credo solamente che potrebbero rimandarlo e sospenderlo per ora.
    E come farei ad essere contro i giovani…io pure sono stata nelle strade nella mia epoca di liceo ed università, e sono ben attiva anche.

    Bè, spero di essermi chiarita ora, alle volte uno dice una cosa e risulta un altra.
    Intanto spero oggi non succeda niente a Belo Horizonte, la capitale dello stato di Minas dove c’è un altro gioco della Federazione.

    Un abbraccione
    Anna


  146. nicolina magnotta ( lomas de zamora B. A. , argentina )

    Ciao francesca e amici, spero tutto bene per tutti, io bene, solo un pò svogliata perche tante cose non gradisco che succedano, ma spero che in appresso si appianano i fatti, hò la speranza che la nostra beniamina ci sorprenda chissà con una bella notizia, quale? che ritorna alla tivù, ci manca tanto!!!!! saluto a tutti i partecipanti al blog… e lo faccio estensivo a Francesca… spero di cuore che i nostri desideri si avverino….Nicolina.


  147. Anna ( São Paulo , Brasile )

    cARISSIMI TUTTI,

    iO CHIEDO SCUSA SE STÒ SCRIVENDO TANTO. Ma oggi di nuovo grandi manifestazioni e grandi mobilitazioni del popolo.
    Devo dire che in questi giorni la camera ed il senato stanno aprrovando molte cose che stavano nel cassetto da tempo, almeno stanno lavorando, spero duri.

    Ma volevo, se permettete, spiegare perché stò dando notizie del Brasile, certo in questo momento molto sui generis e speciale…e se qualcuno legge, forse mi perdonerà.E, principalmente, si scoccerà u poco meno.

    Essendo che in verità la Francesca è la nostra rappresentante effettivamente, cioè, la madrina del giardino nostro e quella che segue la nostra vita nei paesi dove abitiamo e abbiamo in fondo adottato come seconda patria, ho creduto opportuno di profittare di questo suo spazio per informarla della situazione dei vari paesi, perchè in fondo, è dove viviamo, non possiamo ignorarlo.

    Credo che il dialogo lo permetta, e mi dispiace solo di essere sola del Brasile a raccontare, sarebbe tanto interessante avere altri punti di vista…il paese è così grande, potrebbero esserci opinioni diverse nei vari stati.

    È vero che posso sembrare invadente, scocciante, ma è anche vero che Francesca con il suo interesse per gli italiani all’estero, abbia il diritto di accompagnare anche gli avvenimenti che, anche se vogliamo metterci la benda, stanno dietro l’angolo.
    Io per esempio, dove abito, sono totalmente blindata, non posso uscire inquanto il mio quadrilatero è un punto di riunione, sana, ma anche con i vandali che si profittano della moltitudine.

    Oggi a Belo Horizonte c’erano 50,000 manifestanti, fuori lo stadio…

    In fondo io voglio dire, io sono un italiana che vivo fuori dall’Italia, non in Italia, e come italiana vivo la vita del paese dove vivo. Impossibile diversamente.

    E a Francesca voglio raccontare la realtà di dove vivo, ed a voi anche, quindi spero mi perdonerete, spero di non esagerare, sebbene mi sembra difficile e che mi capiate, anche senza appoggiarmi

    Un abbraccio
    Anna
    È che mi sent male a distorglievi dalla vostra quiete, ma siamo uniti no?


  148. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Anna
    Noi che viviamo in Argentina, meglio dico, almeno io,…non voglio parlare per le altre amiche argentine, ti capisco perfettamente. Quando si svolgono tutte queste manifestazione che fanno paura, siamo in anzia anche perche abiamo visuto nel passato situazioni delicate. Per peggio il mondo si annotizia sempre tardi.
    Allora non credo che esageri nel raccontare, purtroppo stai raccontando una realta che porta angoscia,…. e se sfuggiamo degli eventi importani che ci circondano, che non si può parlare di questo o di quello, entriamo in un mondo astratto e senza senzo, inoltre è come tu dici siamo italiani all’estero e non credo che disturbe a Francesca che noi raccontiamo quello che più ci disturba.
    Un abbraccio


  149. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Anna, sei una brava cronista di questi tempi, siamo vicino a te. La tv del mondo parla del Brasile, ma tu lo vivi in diretta. Me dispiace. Speriamo, un po di saggezza.
    Un caro saluto


  150. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissime Adriana e Lujan,

    Grazie del vostro gentile commento.
    Ma comunque per ora la situazione è questa e non ho novità.

    Io ho paura di sentire la Voce del Silenzio, la conoscete, io la conosco cantata da Boccelli, il silenzio parla, e purtroppo lo devi sentire come viene…

    Ma è una musica bellissima….

    bacioni e di nuovo grazie, appena honovità avviso.

    Anna


  151. Elvira ( Santa Rosa La Pampa , Argentina )

    Cara Anna,
    siamo tutti con te, con il popolo brasiliano e con le sue giuste rivendicazioni. Speriamo si cerchi e si trovi la via pacifica della soluzione.
    Un abbraccio.
    Elvira


  152. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Cara Elvira,

    Grazie della tua considerazione verso di noi.
    Io lo spero proprio che si possa risolvere tutto, almeno dopo domenica quando i giochi saranno finiti e le manifestazione forse si fermeranno.
    Qualcosa la stanno facendo, speriamo bene, non vorrei un altra dittatura, non è una soluzione e non risolve niente dall’esperienza che abbiamo già avuto.

    Ma auguri anche a voi che le cose si mettano bene…
    Un abbraccio
    Anna


  153. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cari amici
    Con vero stupore , questo pomeriggio e stato tolto allo improviso il Monumento a Colombo, donato con tanto amore e sacrifici della comunità italiana in Argentina.
    Come ha scritto più in su l’amica Lujan, la Giustizia aveva intervenuto e sospeso la misura di toglierlo.
    La Giustizia non è stata rispettata.
    Abraccio
    Adriana


  154. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Adriana

    Questa sinceramente non me l’aspettavo…La statua è bellissima, significativa, non ha senso tirarla dal posto dove è sempre stata.
    Questo si chiama distruggere il passato, un passato che anche se a volte ci si passava distrattamente, ricordava giorni importanti nella storia della bella Buenos Aires e della collaborazione degli italiani per la formazione della città, In tutti i sensi.

    Sai cosa manca a queste persone che oggi occupano i carichi più importanti, almeno alcuni, la sensibilità, quella che aiuta a dar valore a beni spirituali, perchè anche che fosse una pietra solo, significa tanto, eppur per loro…

    Cn questo stà dando un calcio alla cultura italiana che tanto ha contribuito alla formazione sociale e culturale di questo grande paese. Sì un calcio, un gran calcio al vostro passato, a quello che non è loro ma è di tutti.

    Mi dispiace tanto, e speriamo un giorno ritorni com’era. Certo non stiamo in un momento fortunato in questi paesi ultimamente.

    Oggi, dettaglio povero, piove…non è per niente, ma sono sicura che i governanti ci mettevano una piccola fede in una vittoria del Brasile in questo gioco di oggi della federazione per riaccendere gli animi morti di queste settimane. Io no credo comunque che ci riuscirebbero, ma certo il cielo non ha aiutato.
    Spero non piova nei posti dove si gioca per i poveretti che vano allo stadio.

    Adriana, che vuoi che ti dica, se non ci riuscite a smuovere queste persone, oforse sono pazze, ed allora solo una cura molto lunga, purtropp.

    Bacioni caa, non ci pensare troppo, non serve.

    Anna


  155. Aldo Marcozzi ( Cherry Hill, NJ , USA )

    Cari amici. Sono da pochi giorni ritornato negli USA e gia’ mi sento colpito dalla melanconia dalla mancanza della mia bella Roma e della nostra cara Italia. Voglio con questo ringraziare a voi tutti dei tantissimi e bellissimi commenti che avete mandato a questo “blog” per questa bellissima e ricordata occasione. Devo scusarmi se non ho potuto scrivere prima ma ancora sono sconvolto, non riesco a concentrarmi e a fare nulla.
    L’emozione che si sente al ritornare nel luogo di nascita e’ indescrivibile, aumentando sempre di piu’ quando a mia insaputa Francesca aveva preparato una sorpresa da me mai aspettata. Durante la cerimonia mi sono commosso molto, l’idea di dedicare questa bellissima targa di marmo in onore a noi Italiani immigrati nel mondo e stata tutto merito della nostra Francesca che da tantissimi anni ha guidato e aiutato moltissimi Italiani in tutto il mondo. Questa targa e’ situata nel quartiere I, uno dei piu’ belli della citta’ di Roma e’ una piazzetta piena di alberi, davanti il nuovo ponte della musica sul Tevere.
    Anche Nonna Lea mi ha commosso molto, conoscendola in persona mi ha fatto ricordare tanto mia Nonna. Di nuovo ti ringrazio per la tua poesia a me dedicata e ti auguro tante belle cose, ti voglio bene.
    Prima del mio ritorno in America andai a ritrovarla 5 o 6 volte sedendomi su una panchina ricordando i gioiosi momenti di quell’evento cosi commovente con tanta gente e con coloro che con tanto lavoro e amore hanno fatto si che sia stato un successo.
    Grazie a Francesca noi Italiani all’estero abbiamo ricevuto il piu’ prezioso regalo mai aspettato. Auguriamo con ansia che al piu’ presto la nostra Francesca ritorni in TV come lo merita e come tutti noi Italiani lo meritiamo, affinche’ possa cosi stare piu’ vicino a noi tutti per ascoltare i nostri affanni, desideri e storie. Grazie di tutto cuore.
    Aldo Marcozzi


  156. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara amica Anna
    E stato uno schiaffo nella faccia a tutti noi italiani, una mancanza di rispetto non soltanto alla Giustizia, ma anche come ha detto un alta carica della città, ” una provocazione alla comunità”
    Della storia di come è arrivata a Bs.As. già avevamo parlato tempo fà, solo dire che quel italiano che ha avuto la iniciativa di farla, fu anche uno dei fondatori di uno dei grandi e belli quartieri della città. E poi le donazione in dennaro degli emigrati, benestanti e poveri, cuasi tutti hanno contribuito asecondo racconta l’storia.
    Pero quello più mortificante, non è soltanto il valore del Monumento e la opera d’arte in sè, e più il sentimento di tutta una colletività che ha voluto fare un omaggio a questo paese di accoglienza.

    Riguardo al calcio, veramente non lo seguo, a meno che siano i mondiali, lì si che non perdo nessuna partita. Ma dopo di questo, mi disturba e preoccupa come nel mondo fanno muovere le masse e tantissimo dennaro intorno a un ballone che gira. Di fatto, la gente ha cominciato a protestare per tanto dennaro destinato a questo sport, invece di invertirlo in opere di sanità o educazione, e fanno bene !…come diciamo in Argentina, “la gente non mangia più vetri triturati”

    Cara Anna, speriamo bene, per questi paesi che ci tengono sempre in anzia
    Un forte abbraccio
    Adriana


  157. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Caro Aldo,

    In fondo hai fatto bene ad andare a goderti la piazza varie volte. In fondo sei stato decisivo affinchè esistesse concretamente…veramente è quasi che tua divisa fraternalmente con tutti noi.

    Quando parli del ritorno in Patria dopo una grande assenza, ed in verità, sono lunghe assenze, il ritorno alla terra natía è qualcosa di indescrittibile…un sentimento che non si può spiegare e che non si può sentire a non essere come emigrato.
    Qua tra noi, sai di una cosa, con lagrime e tutto, ho una pena di quelli che sono rimasti in Italia, che non hanno mai abbandonato la loro terra, i loro cari e che non hanno la ricchezza di questo sentimento che solo noi possiamo avere. È una cosa tutta nostra, magnifica e che loro perdono.
    Vero, noi abbiamo perso anche tanto e per tanto, ma loro non sanno cosa si perde, e quando sai cosa perdi, averla è impagabile.

    Bè, credo che é sufficiente per consolarci un poco, in fondo siamo sempre noi le vittime, ma in questo no? auguroni nella tua vita negli USA.

    Cara Adriana, ebbene, passerà anche questo, sai che facciamo, appena passata la bufera? Se la tirchia di Caravella ci presta una elle Caravelle, vuol dire che la carichiamo e ce la portiamo nella nostra piazza a Roma.
    Sarà contento lui di ritornare in pATRIA E NOI DI PORTARLO, IN CARAVANA, TUTTI….

    Scusa lo scherzo, ma in questo momento diminuite le tensioni si può viver eun poco meglio…
    bacioni
    Anna


  158. Aldo Marcozzi ( Cherry Hill, NJ , USA )

    Per te, Cara Francesca,
    Pochi giorni fa’ sono ritornato negli USA e gia’ sento una grande nostalgia e la mancanza della mia bella Roma. Grazie a te ho passato i giorni piu’ belli della mia vita. Ho rivissuto la mia fanciullezza, ricordando fatti successi durante la mia giovane eta’. Quando ero li’ mi sembrava di essere caduto in un sogno troppo bello ma i sogni sono passegeri, non sono reali, ero consapevole che un giorno avrei dovuto svegliarmi da tutto cio’ ma pregavo che non fosse mai avvenuto, purtroppo come tutte le cose c’e’ sempre un principio ed una fine.
    Ripeto non ho parole per ringraziarti di avermi dato questo grande onore, questa immensa opportunita e per aver scelto me su tanti miglioni di Italiani che hai conosciuto nel mondo.
    Non dimentichero mai il tuo generoso gesto, l’incontro al Campidoglio con il Sindaco Alemanno e finalmente la cerimonia e la scoperta della targa nel Giardino in onore agli Italiani nel Mondo. Non passa un minuto del giorno che io non pensi a quell’avvenimento cosi importante che solo tu potevi cosi meravigliosamente organizzare.
    Spero le tue vacanze con i tuoi genitori siano state piacevoli e che ti siano state di aiuto dopo tanto lavoro che hai fatto per questa occasione.
    Gli Italiani all’estero ti vogliamo bene e speriamo che presto possiamo rivederti di nuovo a “Gran Sportello Italia” o in qualche altro programa simile.

    Aldo Marcozzi


  159. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Il monumento a Cristoforo Colombo a Buenos Aires è stato rimosso. C’era un intervento giudiziario che lo impediva, ma nonostante ciò, la statua è stata messa a terra con grande sconforto di tutti gli italiani. La presidente dell’Argentina, ha dimostrato ancora una volta la sua arroganza e il suo disprezzo per tutti quelli che non sono in linea con la sua politica e i suoi folli desideri.

    Ho ricevuto poco fa un comunicato firmato da Dario Signorini, presidente della FEDIBA, dove

    ” Esorta pertanto tutti i connazionali, le istituzioni che li rappresentano e la società Argentina in generale, a pretendere che si rispetti la sentenza del tribunale che ha concesso la sospensione del trasferimento per 90 giorni, in modo da lasciare il monumento nella sua attuale collocazione; altresì, che si adottino tutte le misure necessarie alla conservazione di una così importante opera d’arte, secondo quanto stabilito dalla Risoluzione del Tribunale Nazionale in materia amministrativa n° 12, notificata il 14 giugno al Potere Esecutivo Nazionale e al Potere Esecutivo della Città Autonoma di Buenos Aires, in attesa di emissione della sentenza definitiva nel merito. Nel corso della riunione si è deciso altresì di costituire il Comitato per la difesa del patrimonio della Italianità, nella circoscrizione consolare di Buenos Aires, per sostenere le azioni promosse dalla FEDIBA in difesa degli interessi degli ita liani, sotto lo slogan “Sì riparare il monumento, NO al trasferimento.
    FEDIBA auspica che il restauro sia effettuato da professionisti
    qualificati, competenti e responsabili e che, al termine di questi lavori la statua venga nuovamente inserita nella sua base e lasciata in Plaza Colón.”

    Nonostante ciò, c’è molta incertezza sul destino della statua di Cristoforo Colombo.


  160. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Cari amici
    La statua di Colombo, donata dagli italiani alla capitale argentina nel 1910, e stata sempre un símbolo degli inmigrati, che con la nuova generazione reppresentano il cincuenta per cento de la popolazione: l´oriundo piu famoso al momento e il nuovo Pontifice Papa Bergoglio…
    E un schiaffo alla civilizzazione.


  161. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    Cara FRANCESCA ed amici tutti…..questo fine settimana scorso sono stata nelle Cascate del Iguazú…..dopo il fine settimana bellissimo al prendere il giornale ….quella foto della statua mi ha causato una tristezza grandissima…..e ha colmato la mia pazienza……..CAPITE TUTTI ….DI QUALE DEMOCRAZIA PARLA LA NOSTRA PRESIDENTA????…… non vedo l´ora di non vederla piu……


  162. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Lucia
    Anche’io ho ricevuto il comunicato da Dario Signorini
    Nonostante le Associazione, che sono tante, i giornali, e i programmi di radio, assecondo mia umile opinione, dovrebbero mettersi d’accordo e manifestarsi con più fermeza.
    A me quello che mi colpisce di più, non è soltanto l’ opera d’arte in sè, è il disprezzo a una donazione fatta con il cuore da parte degli emigrati, lo sforzo di riscuotere le donazione, fra quelle anche dei più poveri, incaricare il lavoro allo scultore, portarlo dalla Italia via mare alla Argentina.
    Ma di questo già sapiamo come è la cosa. Nel Bicentenario della Repubblica Argentina, la Scala di Milano e venuta con tutta la Sua troupe a pieno a presentarsi nel ristaurato Teatro Colon, ….quel giorno nella Gala ci erano tutti i rappresentanti più noti della società Argentina , dai civili ai politici, dai rappresentanti del arte alla scienza…e mancato soltanto la più alta carica dello Stato. Fù un altro disprezzo.
    Un abbraccio
    Adriana


  163. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Mi dispiace molto che la statua di C.C. è stata rimossa, certo che la presidende a dimostrato, la sua ignoranza, e poco rispetto per gli argentini. e per tutti gl’italani…
    Se quella statua non era italiana, non credo che l’avrebbe rimossa.
    Spero che qualche giorno, si pendirá di quello che a fatto…
    Saluto Francesca , e tutti.
    Francesco


  164. roy ( sydney , Australia )

    Carissima Francesca,
    un salutone a Te,…. Nonna Lea,…. e tutti gli amici dell’ salotto.

    vorrei per prima cosa,….poter augurare a tutti gli amici in USA, un buon

    Festa per L’Indipendenza,……e un vero e profondo augurio,…. che da quell’ che si

    vede in giro per questo mondo,…. e’ e deve rimanere una Festa da ritenere e anche

    da poter esprimere in tutti paese,….sicuramente mai come ora…. che come voi amici

    in Argentina,…. tanti Italiani in Egitto,….e tanti altri paesi , stanno capendo in questi

    giorni. per ora,….. amici americani,… festeggiate voi, e noi insieme a voi.

    Francesca,… come sempre,… grazie,… come sempre

    un abbraccio forte

    roy.


  165. Elvira ( Santa Rosa La Pampa , Argentina )

    Cara FRANCESCA e caro ALDO MARCOZZI,
    volevo raccontarvi che, qualche giorno fa, ho dedicato una delle mie lezioni di Italiano all’inaugurazione del Giardino Italiani nel Mondo e alla bella, intensa e commovente storia di Aldo Marcozzi.
    I miei alunni hanno apprezzato ed è stato un momento emozionante per ricordare le storie dei loro nonni venuti qui tanti anni fa dall’Italia.
    Un abbraccio.
    Elvira


  166. hercules ruben martinoli ( bernal - bs. as. , argentina )

    Dedica: a Nonno Umberto Marchetti e Nonna Annunziata Verde.
    E la mia Mamma Elida Marchetti di Martinoli (90 anni)

    C’era Natale in Argentina, periferìa di Buenos Aires
    Lanus ‘terra di Maradona’, a molto caldo, c`e state ,i mie cugini
    E mio fratellino, giocano a tutto. La gente passeggia fa le spese,
    liete per le strade.
    La tavola e pronta per mangiare bene, a capo, mio nonno.
    Le domando, nonno perche non parla, perche non ride,
    senza risposta, le domando e niente. Come sapere eravamo tutti
    bambini di 10 / 12 anni.
    Arrivo in vapore di Napoli, nato a Macerata Le Marche, con
    i occhi azzurri molto dolce chiamatto Umberto, sposato con
    Annunziata di Napoli, mia nonna dolce como il mele, no ho
    Conosciuto altre donne tanto buona.
    Io no lo ho saputo sua noia, credo a piu de 25 anni dopo di
    la sua morte. Mi ha racconto mia Mamma.
    Di bambino ho voglia di imparare l’italiano, nonno dimmi
    qualunque parola italiana, e mi a detto garofalo “clavel” in suo
    castigliano.
    Solo questo a detto, soltanto parlava con la sua sorella in
    Italiano quando arrivava di la citta di Pergamino che abbitava a piu
    di 200 kms. di casa quando si veddevano.
    Nonno a 12 anni, vino a Bs.As. in primo viaggio a vedere la
    Citta, cuesto le ha detto il suo babbo. E dopo a 2 anni ritorna solo a
    14 anni per niente ritorno. Lavora facevi il muratore molte case
    Che adesso vedo, paseggiando per il quartiere senza sapere questo
    mestiere.
    E l`essempio chi mi lascio e a tutta la famiglia.

    Grazie – Pido scusa per il mio italiano.

    Francesca – Per te – aspettando ti piaccia il mio commento.
    Sono parole che vieni dal cuore.

    Hercules Ruben Martinoli – Bernal – Pcia. Bs. Aires. – Argentina


  167. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Cara Francesca e CariAmici, dopo il consiglio di poter proseguire a scrivere senza temi obbligati , i recenti Commenti sono stati p ieni dei vostri risentimenti circa il dispiacere per la probabile rimozione della Statua di Cristoforo Colombo e ncor più per le sommosse in Brasile . Questi fatti che hanno rattristato i benpensanti non dovrebbero accadere ,ma sembra che ogni Era rechi seco modifiche e insoddisfazioni anche per i modi diversi di vita dovuti al mondo che cambia e nessuno accetta di sentirsi sopraffatto.

    Ed è bello leggere le comosse espressioni di Aldo Marcossi che ancora di più resta legato alla sua Roma dopo i tributi di affetto e stima che gli sono stati tributati.
    Poi c’è stata la festa della INDIPENDENZA AMERICANA ….e come questa , le date che hanno segnato i momenti più salienti di ogni Popolo non vanno dimenticate

    Per questo ci deve essere tanta riconoscenza a persone come Elvira , Adriana , Anna ed altre che ricordano ai giovani le ricorrenze , gli avvenimenti e le pagine gloriose che ogni popolo ha il dovere di rispettare e festeggiare perché si sa che ogni Era porta nuovi malumori e difficoltà e non si riesce a lungo ad avere un sereno modo di vivere.
    Ma ricordando il percorso di tante vite esemplari si riesce senz’altro a trovare la forza e la speranza per credere in un futuro migliore e chi è in dovere di farlo , dovrebbe con lungimiranza programmare ciò che soddisfa ogni esistenza secondo i meriti e le capacità , affinche non manchi a nessuno lavoro e salute.
    E questo è ciò che mi auguro avvenga e che ognuno di voi sia felice e soddisfatto.
    vi abbraccia globalmente.

    Nonna Lea


  168. Lea Mina Ralli ( Roma , italia )

    SFACELO

    Io vedo un mondo ch’è trasformato,
    se ne va a fondo tutto il creato.
    Solo l’istinto prevale ognora
    e si disperde la civiltà.

    Per tanti secoli si è costruito
    ora ai primordi si tornerà.
    Siam tutti inermi di fronte al male
    che sta sommergendo l’umanità.

    Aridi frutti raccoglieremo
    se non si argina tanto sfacelo.
    Ma le parole son solo trappole
    che non risolvono tanti problemi.

    Se non collabora tutta la terra
    con mano ferma e tanta bontà.

    Lea Mina Ralli
    alias Nonna Lea
    l’ EstroVersiana


  169. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Nonna Léa,

    grazie della poesia e del tuo scritto.
    Certamente ci saranno giorni migliori, alle volte il fondo del pozzo é la fina di dove si può arrivare, e col pozzo voto è solo salire, non si può andare più sotto.

    Ora certo che la situazione mondiale é critica, in tutto il mondo….ci mancava ora quell che succede i Eggitto e chi sà con che consequenza, non riesco ancora a pensarci. E dove cè tranquillità?

    Ma vedrai che questo periodo finirà, e se non finisce vuol dire che andremo tutti a passeggiare in paradiso, respirare aria buona e poi ritorneremo rifatti, ehehehe, solo scherzando…

    Er bacione romano a te, spero l’estate non ti stia stancando troppo, ma tu hai quella bella terrazza…

    Anna


  170. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Cara Anna . ti ringrazio per l’entusiasmo che hai verso la mia terrazza, ma sai bene quando all’imrovviso , in una bella giornata di sole….arriva un violento temporale con grandine e tromba d’aria che sconvolge tutto il benessere …
    Sono due pomeriggi che da Roma fino a Tivoli , c’è stata questa improvvisata : il cielo cambia colore e il sole scompare lasciando che piogga , grandine e vento trasformino il panorama estivo e il pensiero va ai turisti che fanno un bagno …fuori ordinanza.
    In più il vento forte , mi ha spalancato le portafinestre e l’acqua ha invasa la casa
    e non ti racconto la mia fatica dopo, per mettere ad asciugare tutto l’apparato estivo, compreso di tappetini , i grandi cuscini del dondolo ed ogni altra cosa che di solito serve quando si sta al sole. Stamani sto ancora trafficando con l’asciugatura di tutto .

    Ogggi si prevede la stessa cosa e, purtroppo … anche quì il tempo è variabile e capriccioso come da te e ci vuole solo tanta pazienza .
    ti abbraccio .
    Nonna Lea


  171. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Mia cara Lea, me dispiace non essere vicina a te per aiutarti con l´aqua che e tanto
    amabile come invasiva fuori contesto. Me hai fatto sognare con Tivoli, quanta storia
    e tanti ricordi…Il tempo e come arrabbiato con tanta crisi mondiale.
    Ti saluto e come sempre ti dico, che ti voglio tanto bene cara. Grazie della poesía!
    Ciao Francesca buona fortuna!!!
    Abbraccio circolare.
    Lujan


  172. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Nonna Léa,
    E, proprio dopo aver scritto ho sentito le notizie dell’acqua che è scesa a Roma, sono contenta di essermi goduta per n poco l’idea, ed ora sno triste.

    Mi dspiace tutto il lavoro che hai, e sicuramente sarei felice di stare vicina ed aiutarti a rimettere e cose a posto, anche se sò che ci vuole u poco di tempo buono per rimediare ai guai.

    Sai, che quando silvia comprò il suo appartamento, ultimo piano, con una vista magnifica, veramente splendida, vede casa mia, casa dei nipoti, vede tutta la città, di sera é uno spettacolo fantastico con tutte le luci.
    Ebbene, all’epoca, contrario a mio padre che diceva che non conveniva comprare in un ultimo piano, aveva una bellissima terrazza sopra, ma di tutti, lei la prese…

    Per alcuni anni, per la cattiva impermiabilizzazione del terrazzo, rifatta due volte ma senza risultati buoni figurati che aveva l’acqua dentro di casa. Ha dovuto metter una piscina plastica nell’epoca delle piogge. Ed anche così si uccideva perchè doveva stare sempre attenta a svuotare la piscina, senò innondava la casa. Ed anche così, siccome c’erano vari punti, il prncipale era nel lume del salotto, lavorava sodo, Era sfinita. Non c’era notte o giorno, era sempre.

    Alla fine, dopo anni di sofferenza, hanno coperto con tegole il terrazzo che, ormai è perso come tale, ma almeno Silvia stà in pace.
    Naturalmente a guaio finito ha dovuto ristrutturare tante cose, carpet, legno del pavimento, insomma, tante cose. Poi l’odore dell’umido che ci mette ad andare via…
    Ma ora é rimasta solo la bellezza della vista impagabile, il rione gradevole, ancora con alberi e fiori e parchi attorno, ed un appartamento molto bello anche se non grande, ma gradevole.

    Io non posso dire di aver partecipato perchè Silvia mai ha chiesto aiuto, e poteva farlo, ma ho accompagnato la vera tragedia che è, non è solo l’acqua che entra, quindi ti capisco bene.

    Non posso pensarci a questa strana estate, oggi ho pensato a Francesca, hanno fatto vedere Ponza in un reportage…bellissima.

    Tutto a questo mondo ha i suoi vantaggi e svantaggi, un bel terrazzo, una splendida vista, ed i suoi inconvenienti. Ma almeno puoi avere i tuoi fiori accanto. Io se ho una pianta muore qui, ci ho rinunziato decisamente.

    Un bacione e spero i danni siano presto aggiustati con un bel sole romano, forte ed insopportabile…di uovo stiamo ai vantaggi e no…

    Ciao cara, non ti affaticare troppo però, perchè alla fin fine meglio un cuscino bagnato che un dolore al corpo, quindi statti accorta.

    Anna


  173. Elvira ( Santa Rosa La Pampa , Argentina )

    Quanta verità nella tua bellissima poesia, Nonna Lea! Confidiamo tutti nella BONTÀ che tanto auspichi… Un abbraccio.
    Elvira


  174. Michele ( Roma , Italia )

    Ho una gentile domanda per quanto riguarda alla cittadinanza italiana: Mio padre e’ nato in Italia, da nonni nati e morti italiani. Mio padre, prima della mia nascita, aveva rinunciato alla cittadinanza italiana per poter ottenere quella Venezuelana per naturalizzazione. Quindi, io Michele e mio fratello Luigi, siamo nati nel periodo in cui mio padre, nato in Italia, non aveva piu’ la cittadinanza italiana perche’ aveva ottenuto quella Venezuelana per naturalizzazione, prima del 1992.
    Mio padre poco tempo fa, 20 anni dopo la mia nascita, ha riacquistato la cittadinanza italiana ed in quel momento, io Michele ero gia maggiorenne ma mio fratello luigi era ancora minorenne. A questo punto, vorrei sapere se io e Luigi possiamo ottenere la cittadinanza iure sanguinis? O dobbiamo vivere in Italia? Grazie


  175. Lea Mina Ralli ( Roma , italia )

    Cara Elvira, desidero rispondere anche a te per ringraziarti dell’ approvaziome che sempre dai su ciò che scrivo e, a proposito di questa poesia , debbo dirti che la scrissi venti anni orsono e fa parte di una delle mie prime raccolte in lingua italiana :” La scala di seta ” che è pure da molti anni pubblicata sul mio Link ” Learacconta” mentre i libri scritti in vernacolo romano si trovano nel Link : l’angoloderoma”.
    Con sempre maggiore tristezza , vedo che il mondo va sempre peggio e questa poesia , purtroppo, resta attuale e per questo l’ho riproposta. . ,
    Io però vivo di Speranza e pure alla mia età , attendo che giunga il meglio per tutto il mondo e ammiro il lavoro di Voi insegnanti che non vi stancate mai d’inculcare ai vostri discepoli di vivere in modo degno ed esemplare .
    Ti saluto con grande considerazione estesa a tutti gl’insegnanti che svolgono questo lavoro come una Missione .
    Cordialmente a tutti Voi.
    Nonna Lea


  176. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Nonna Lea
    Mi dispiace quello che ti è accaduto,…certo che il tempo e scolvolso da per tutto il mondo, da un giorno diafano a un tormentone, dal caldo al freddo…tutto in un paio di ore. Anche qui in Argentina ne abbiamo questi cambi climatici
    Ti ringrazio il comento fatto el 7 luglio alle 9:30.
    Credo che se noi non ricordiamo quelli che ci hanno preceduto per portare al mondo la civiltà, il suo lavoro, la sua cultura, la sua buona volontà, per umile o poca che sìa, ci manchiamo a noi stessi.
    Ti mando un forte abbraccio
    Adriana


  177. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Ciao Francesca, credo che anche in Italia avete appresa la notizia di ció che è successo ieri qui a Toronto, per il forte temporale , si sono allagate alcune metropolitane, e si è tolta la corrente dalla mia zona, siamo rimasti all’oscuro per una diecina di ore, memtre ad altre zone un pó più, ho meno.
    È stata una cosa orribile, per tutte quelle persone che sono rimaste, nelle ascensore ed altri posti, fermi per moltissim ore, una cosa mai vista qui.
    Certo che sono successi moltissimi casi forse anche peggio, quasi a tutti i posti nel mondo, per fortuna è quasi finita, ad alcuni posti stanno ancora a restaurare la corrente, specialmente dove c’era molta acqua.
    Spero che questa pioggoia finisce al più presto, e che tutto diventa normale…
    Francesca ti saluto, e un saluto a tutti i nostri bloghisti.
    Francesco


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili