prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

domenica, 9 settembre 2012
PRONTOFRANCESCA RISPONDE: LE PENSIONI PER GLI ITALIANI NEL MONDO

Dopo la bellissima pagina dedicata alla luna blu, in cui molti di voi hanno descritto l’apparizione del secondo plenilunio di settembre da ogni angolo del mondo, torno con piacere ad aprire un nuovo spazio di servizio, dedicandolo ancora una volta ad un tema di grande interesse ed attualità per chi vive all’estero: il pagamento delle pensioni per gli Italiani nel mondo.

Con l’occasione vi anticipo che questa rubrica, ideata per essere vicino attraverso internet a chi vive o ha vissuto lontano dall’Italia ed ha necessità di chiarimenti su temi di comune interesse, si occuperà anche di materie legali, notarili, fiscali, cittadinanza e via dicendo…

In questa pagina di ProntoFrancesca risponde – le video interviste al servizio degli Italiani nel mondo – rivolgo in particolare un grazie sincero a MARCO ABATECOLA, molte volte ospite di GRAN SPORTELLO ITALIA, che in veste di  Responsabile delle Politiche Fiscali e Previdenziali UIL , ha accettato con grande disponibilità di approfondire i quesiti dei lettori del blog che necessitano un orientamento in materia pensionistica.

Augurandovi una buona visione, vi do appuntamento tra qualche settimana con una nuova e certamente gradita sorpresa…

A presto!!

81 Commenti a “ PRONTOFRANCESCA RISPONDE: LE PENSIONI PER GLI ITALIANI NEL MONDO ”

  1. antonella ( buenos aires , argentina )

    aspetiamo tua sorpresa sara buona al solito


  2. Giorgio Turri ( Middletown, CT , USA )

    Cara Francesca,
    e’ stato bello rivedere l’ex ospite di Gran Sportello Italia Marco Abatecola che, come hai precisato tu, ha il potere di esprimersi con precisione e semplicita’ sui temi che riguardano gli Ialiani nel mondo. Per quanto giovanissimo, trovo che senza barba sembri anche piu’ giovane. Cio’ non toglie niente alla sua competenza ed all’autorevolezza delle sue risposte.
    A te ed al Sig. Marco Abatecola va il ringraziamento mio e, sono sicuro, il ringraziamento di tanti altri Italiani nel mondo che beneficiano dei suoi consigli.
    Un abbraccio,
    Giorgio


  3. GIULIANA FERRI ( PORTO ALEGRE , BRASIL )

    FRANCESCA GRAZIE PER QUESTE GRADITE SORPRESE CHE CI RISERVI OGNI TANTO, ASPETTIAMO LA SORPRESA, CIAO


  4. Maria ( Montreal , Canada )

    Carissima Francesca,e` sempre un grande piacere vederti cosi informa.
    Ti abbraccio…saluti anche al tuo ospite
    Ciao a tutti
    Maria


  5. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    Cara FRANCESCA ti ringrazio a te e al tuo ospite per tutta la informazione che sempre é utile per tutti …… mille grazie …… aspettiamo la sorpresa!!!!!!
    Baci a tutti amici!!!!!!


  6. matteo simone ( la plata , Argentina )

    Bentornata Francesca, molto interessante l’intervista al funzionario dell ‘Inps, grazie di tutto quello che continui a fare per noi italiani nel mondo. Questo e molto importante quando un funzionario spiega gli argomenti molto semplice da capire come a fatto il signor Marco Abatecola, congratulazione a tutti e due..


  7. Maria Zannelli ( melrose Boston , stati uniti )

    Ciao Francesca ieri sera ho trovato una vecchia cassetta e lo guardata per vedere cosa era e non crederai rai international a festeggiato i 40 anni al teatro massimo

    di Palermo e siccoe e la mia citta lavevo registrata e ho rivisto il signor Magliaro
    che ne era il direttore ho rivisto te e parlavate del programma che conducevi sportello italia quanto a lavorato Mirco Tremaglia.
    E adesso cosa ce? niente noi italiani allestero vediamo (telegiornali 1-2-3)politica dibattiti niente di interessante.Io ti vorrei chiedere un favore se puoi mandarmi il nome del direttore di RAI ITALIA come si chiama ora vorrei mandarle una (email)capisco che e un disturbo ma te ne sarei grata ringraziandoti un abraccio


  8. Francesca Verde ( Mebourne , Australia )

    Carissima Francesca e sempre una grande emozione vederti con i tuoi ospiti del Gran Sportello Italia incui cerchi sempre di risolvere i problemi per noi tutti,mi congratulo con te,solo se qualcuno protebbe leggere i nostri pensieri e capire quando ci manchi, ti lascio con un augurio di essere sempre forte e lottare per i tuoi diritti per la tua professionalita,un caro saluto al tuo ospite per la sua disponibilita, un saluto a tutti in salotto,
    un bacione a te.
    Francesca.


  9. Milangela Cacciari ( Caracas , Venezuela )

    Carissima Francesca un bacione grande ed anch’ io sto aspettando questa sorpresa,per adesso sono nel Venezuela però andrò presto negli Stati Uniti
    perchè ho una figlia a Miami. Ho lavorato per 10 anni come cantante alla TV poi mi sono sposata ed ho lasciato tutto, un’altro caro bacione ed aspetteremo questa grande sorpresa a presto CARA FRANCESCA
    Milangela


  10. gaetana ( melbourne , australia )

    Grazie Francesca ,per questa nuova puntata del tuo sito, per il momento non abbimo nessun problema di pensione,ma fa piacere avere delle novita un saluto a te e ai tuoi collaboratore. Gaetana.


  11. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Grazie carissima Francesca, sempre accanto a noi, dispersi per il mondo, e con
    la disponibilita del Gent. Marco Abatecola di chiarire tante cose. E molto carino sapere che in ogni angolo del mondo, tu sei vicino a noi, con tuo pensiero.
    Come sempre ti voglio tanto bene e…buona fortuna cara !!! A presto
    Lujan.


  12. LUIS ROMAGNI C. ( MIAMI.FL. , USA. )

    CON LA BUONA SETTIMANA A TUTTI!
    A PARTE DEL INTERVISTA COME SEMPRE FATTA CON ESPERIENZA E PROFESSIONALITA,MI E’ PIACIUTO ANCHE LA INTRODUCCIONE CON LE VARIE NOVITA BELLE E NTERESSANTI PRIMA DI COMINCIARE LA INTERVISTA! COMPLIMENTI A FRANCESCA O AGLI AUTORI!
    L’ARGOMENTO A ME PERSONALMENTE NON MI INTERESSA (NON HO L’ETA’) PERO LA ESAMINO LA MEMORALIZZO PER PARLARE A QUALCUNO INTERESSATO O VICINO A RICEVERE LA PENSIONE! GRAZIE FRANCESCA E COMPLIMENTI E AUGURI LUIS!


  13. Anna ( São paulo , Brasile )

    Cara Francesca,

    Fantastica l’intervista di oggi, come tutte sempre fatte da te. Chiarissimo anche per me che non ci capivo niente, francamente questo signore ha il dono della comunicazione, non avevo mai capito la differenza fra contributo valido ai fini di pensione e la pensione stessa. Quando mia madre era viva quante volte diventavo matta, se fosse oggi…

    Confermo l’efficenza dei Patronati, rispondono ai dubbi e provvedono a molte cose loro stessi, qui ce ne sono parecchi.

    Un abbraccione e grazie
    Anna


  14. Rodolfo Cesarini ( Buenos Aires , Argentina )

    Stimatissima Francesca, a volte le cose succedono come le cascate, tutto nello stesso momento e in tre giorni é arrivata una lettera del INPS annunciando il nuovo importo mensile della mia pensione meno circa il 32%, dovuto a un ricalcolo della pensione. Non mi sono addormentato e oggi stesso inmediatamente mi sono presentato al patronato da dove si a chiesto informazioni sul provvedimento.
    Non credo sia una cosa rapida ma mi comunicheró con pronto Francesca attraverso e-mail.


  15. Ralli Lea ( Roma , Italia ) ( Roma , Italia )

    Bentornato all’Ospite odierno di Francesca che anch’io ho trovato piacevolemente ringiovanito e naturalmente è sempre preciso e convincente nello spiegare i cavilli di questo argomento che è sempre spinoso e che . prima o poi ,interessa tutte le famiglie .
    e Francesca continua ad invitare gli Esperti + Esperti … che anche chi è meno interessato ascolta con piacere perché spiegano ogni cosa per filo e per segno.

    dopo anni tanti anni che Francesca si dedica a risolvere parecchi problemi che le vengono sottoposti da chi è all’estero , è diventata una conoscitrice dei loro desideri e vorrebbe avere una bacchetta magica per risolverli tutti immediatamente .
    ma ciò è impossibile e l’unico modo per fare chiarezza su molti loro dubbi è invitare a parlare chi spiega alla perfezione ogni argomento richiesto. .

    grazie Francesca e grazie a nome di tutti al simpatico Marco Abatecola .
    Nonna Lea
    l’EstroVersiana


  16. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Ciao Francesca, ringrazio il sig. Marco Abatecola, e grazie a te , per aver parlato delle pensioni di noi italiani, che molti hanno dei problemi.
    É sempre bello sapere delle cose, che non tutti sanno, e ed é bello essere informati.
    Io ti ringrazio e ti saluto.
    E saluti a tutti.
    Francesco.


  17. Ezio Laveriotti ( Manuel Antonio , Costa Rica )

    Hola Francesca, purtroppo la pensione non la vedro’ mai. Quando ho deciso di cambiare vita l’ho messo in conto. Non ci sono accordi fra Costa Rica e Italia al riguardo per cui i miei contributi sono andati a favore di qualcunaltro! Ma non e’ per questo che scrivo. Sto andando clamorosamente fuori tema ma ho letto stamattina sul mio quotidiano on line che hanno iniziato la rimozione dei luchetti dell’amore da ponte millio e che solo alcuni saranno consevati coma smbolo di un fenomeno o di un periodo e gli altri verranno fusi, fosse vero che magari salvassero l’ILVA!!!!!!!!. Sei a Roma, hai amici e conoscenze importanti, non e’ che a “umma umma” non riesci a salvare il nostro luchetto tricolore? Un abbraccio a tutti e incrociamo le dita!!!!


  18. Giuseppe ( Melbourne , Australia )

    Hello’ Dear Francesca
    bellissimo video intervista con il gradito ospite!Ancora non sono un pensionato ?
    Aspetto la gradita sorpresa?
    ciaooo come sempre sei bellissima ?congratulazione
    un abbraccio .con affetto.
    Giuseppe.xxx


  19. dousset jean claude

    Je suis français retraité en italie vu que j’y ai travaillé 35 ans, ma question etait la suivante: puis-je demander à l’Italie de ne plus payer mes impots là-bas pour les payer en France, ceci pour bénéficier des éventuels avantages en cas d’hospitalisation en maison de retraite, merci de votre courtoisie, DOUSSET jean claude.


  20. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca,
    instancabilmente dedichi il tuo tempo a tutti quegli italiani che hanno necessità di sapere tante cose, sia sulle pensioni, sulla salute, sulla cittadinanza e di volta in volta ti dedichi a soddisfarle. Questo è un dono che fai sicuramente con determinazione, ma anche con sforzo, nella speranza di essere sempre utile anche se qualcuno ha chiuso la finestra da dove potevi accedere a tutti con le tue informazioni utili.

    Spero che nel tuo futuro ci sia un ritorno a quell’attività che con tanta passione e idoneità hai svolto fino a poco tempo fa. Purtroppo la situazione attuale non è promettente, ma siccome nulla dura per sempre, anche questa interruzione non durerà per sempre.Te lo auguro di cuore e che presto tu possa realizzare tutte le idee e i progetti a cui stai pensando.

    Un saluto e un ringraziamento al Sr. Marco Abatecola e a te un caro abbraccio.
    Lucia


  21. Fabrizio ( Roma , Italia )

    Un carissimo saluto a tutti voi. Come state? Mi auguro tutti fantasticamente bene e pronti per questa nuova sorpresa della nostra Francesca.
    Certo che il Dott. Abatecola e’ stato veramente bravo e gentilissimo a rispondere in maniera esaustiva ma sopratutto in maniera diretta, semplice e comprensibile alle vostre domande e anche come persona dato che ho avuto il privilegio di conoscerlo e’ come lo vedete, simpatico, alla mano e disponibile. Francesca continua ad essere dalla vostra parte, ad esservi vicini e ad essere comunque presente…sempre, pronta ad aiutarvi anche con l’aiuto di volti amici di Gran Sportello italia. Che ne dite vi e’ piaciuta questa intervista? Spero di si, come spero che rimaniate in visione di ProntoFrancesca che non manchera’ sicuramente di farvi altre gradite sorprese.
    Detto questo vi saluto a tutti e un saluto speciale a Nonna Lea, Erminio e Vitantonio Gambone e relative consorti e ovviamente un saluto alla nostra Francesca. Ciaooooooooo

    Fabrizio


  22. Giorgio Turri ( Middletown, CT , USA )

    Cara Francesca,

    con il tuo benestare mi permetto di cambiare argomento chiedendo scusa a coloro che si aspettano la trattazione di argomenti pensionistici o fiscali e arrivo al punto:

    Il mese scorso ho scritto un breve racconto autobiografico intitolato “Il Richiamo della Grigna” (per chi non lo sa la Grigna è una montagna delle Prealpi comasche). Per suggerimento di Nonna Lea – bontà sua – il racconto è stato pubblicato sul sito web Tempi Nostri di Roma all’indirizzo http://www.mariafelice.it/TempiNostri/index.html che invito gli amici di questo salotto a visionare in lingua Italiana o Inglese. Credo si possa anche scaricare gratuitamente. Invito Nonna Lea a confermare.

    Anche Gianni della radio web Radio Ascolta http://www.radioascolta.it dopo aver visionato il mio racconto ed esserne rimasto positivamente impressionato, ha voluto fare quattro chiacchiere con il sottoscritto via skype. Ne è scaturita un’intervista introduttiva che mette in onda a rotazione da oggi fino a mercoledì prossimo. Potete ascoltare l’intervista direttamente sul link seguente http://www.radioascolta.it/mp3/giorgiot.mp3 oppure potete ascoltare la stessa intervista nella rubrica “Tre minuti con voi” nel corso della sua trasmissione che tra l’altro, a differenza di tante altre stazioni Italiane un po’ troppo esterofile, mette in onda molte belle canzoni Italiane
    .
    Il “Richiamo della Grigna” descrive una piccola avventura alpinistica di fine estate a cui ho partecipato all’età di circa 18 anni. Quattro amici ed io (uno degli amici – Mario – è poi diventato mio cognato), siamo saliti in vetta al pomeriggio. Lì abbiamo aspettato il tramonto. Per inciso, è stato un tramonto da copertina di National Geographic. Abbiamo cantato varie canzoni tradizionali, per lo più di stampo alpinistico e poi siamo scesi al buio con il solo aiuto di torce elettriche da supermercato che ad un certo punto hanno fatto cilecca…….
    Lascio a voi scoprire quello che succede dopo. Buona lettura!

    Un abbraccio,

    Giorgio

    P.S.: Si può leggere l’intero racconto in 15-20 minuti


  23. nella santo ( adelaide , sud.australia )

    BELLISSIMA FRANCESCA,MI AGURO TUTTO BENE ASPETTO CON ANSIA LA TUA SORPRESA CHE COME AL SOLITO SAI FARE TU NON POTRA CHE ESSERE SUPER SPECIALE.
    SALUTI A TUTTI GLI AMICI IN SALOTTO.
    ABRACCI A NONNA LEA CON AFETTO.
    DA NELLA


  24. Raffaele Guarino ( Chiang Rai , Thailand )

    Complimenti Giorgio…mi piacerebbe leggere anche altri tuoi scritti.Un affettuoso saluto dalla ancora bagnata Thailandia dell’estremo Nord,i monsoni quest’anno non danno tregua


  25. Ralli Lea ( Roma , Italia ) ( Roma , Italia )

    Caro Giorgio , confermo ciò che hai scritto circa il tuo racconto che oltre essere bello e interessante è scritto in italiano perfetto che ha meritata la pubblicazione su Tempi nostri di Mariafelice dove ci sono tante corrispondenze estere iniziate dalla sottoscritta con gli ascoltatori dei programmi di Francesca che erano diventati assidui anche nella mia posta .
    ora mi è più difficile rispondere personalmente su quel giornale , ma se arriva qualcosa che merita si pubblica volentieri. perchè , come Francesca , anchio apprezzo chi si è intergato perfettamente all’estero , snzaa abbandonare usi , costumi e lingua originari.
    questo ha coòpito anche Gianni Longo che da anni segue questo Salotto e , dopo averne intervistata la Fondatrice lo ha fatto anche con qualcuno di noi per portare storie di vita esemplari, oltre le canzoni bellissime della sua Radio Ascolta .

    ho seguita quindi, anche la tua intervista caro Giogio e mi complimento per tutto quanto hai raccontato di te e della tua numerosa famiglia di origine e , anche per quella che ti sei formato tu e ti ringrazio perchè sei fra i Commentatori più assidui di questo P.F. che ha sempre argomenti d’interesse comune.
    saluto te e famiglia e con un saluto merito a Gianni e Francesca che hanno in comune quel dinamisco che produce sempre nuovi progetti con la costanza di metterli in pratica .
    ciao a tutti in attesa delle novità della nostra amata Ambasciatrice .

    Nonna Lea
    l’ Estro Versiana


  26. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Caro Raffaele,

    Grazie per i complimenti. Quello di scrivere racconti e’ un fenomeno relativamente nuovo per me. Sono sempre stato lo “scrivano” di famiglia, ma mi sono sempre limitato a scrivere lettere aperte per i membri della mia famiglia in occasione di eventi piacevoli e no, qualche poesiola e lettere al giornale su vari argomenti.

    Lo scrivere racconti e’ stata una naturale evoluzione di questa mia propensione allo scrivere che e’ maturata col tempo. Ora che sono pensionato trovo qualche ora in piu’ da dedicare a questo mio nuovo “sport”.

    Qualcuno ha detto “Behind a successful man there is always a nagging wife” – “Dietro un uomo di successo c’e’ sempre una moglie petulante”. Beh, in questo caso non e’ stata mia moglie Laura, ma un’altra donna, mia sorella Maria che vive a Milano ad insistere che io scrivessi qualcosa di piu’ consistente. Lei vuole addirittura un libro e me lo dice ogni volta che ci sentiamo: quasi ogni settimana. Vedremo… Ti terro’ informato su eventuali nuovi scritti.

    Un abbraccio a te e a Francesca che rende tutto questo possibile.

    Ciao,

    Giorgio


  27. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Cara Nonna Lea,

    tu trasudi positivita’ da tutti i pori e ti ringrazio per i complimenti che mi indirizzi. M’inchino a chi e’ da anni che scrive trascurando anche la propria salute per farlo, ma questa ragazzi e’ Lea Ralli conosciuta come Nonna Lea.

    Invito tutti a visitare il suo sito e Tempi Nostri, ne troverete di poesie e racconti per tutti i gusti.

    Grazie ancora a te e a Mariafelice che ha curato con maestria l’impaginazione del mio racconto “Il Richiamo della Grigna”

    Un abbraccio

    Giorgio

    P.S.: Ciao Francesca!


  28. Giuseppe Pampena ( Norwalk CT , USA )

    Un grazie mille a Marco ABATECOLA ed alla cara Francesca, per aiutare a sciogliere i nodi causati dalla burocrazia italiana all’estero.
    Francesca con il suo carisma sei sempre pronta ad aiutarci con molti problemi sistematici, e trovi anche il tempo di inserire nel tuo blog, come facev su GranSportello Italia, temi patrimoniali e culturali.
    France’ sei speciale. Un forte TANK YOU per tutto quello che fai per noi. Tu sei la mela che e’ cresciuta dal patritismo del grande melo Ministro Tremaglia, tu continui a seminare le sue idee sull’italianita’ degli italiani all’estero. France’ lo dico e lo diro’ sempre….GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!

    UN SALUTONE A TUTTI!


  29. Lujan ( Bs, As. , Argentina )

    Caro FABRIZIO sei un capo in tuo mestiere…Una brava equazione tra FRANCESCA (alma mater) il Gent. Dott. ABATECOLA e tu, che sai plasmare il clima ottimo in un video utile e gradevole. Grazie mille.
    GIORGIO, un piacere leggere tua interesante istoria, molto simile a tanti italiani che con grande coraggio hanno trovato fuori l´Italia, suo destino.
    La intervista con Gianni molto colloquiale e bella.
    GIANNI tu sai trovare il tempo giusto per ottimizare la conversazione, bravo!!!
    Sento che la RADIO ASCOLTA avicina in torno a FRANCESCA a suoi amici.
    Penso in ANNA del Brasile in RAFFAELE della Thailandia, hanno sempre cose interesante per dire…Sareve interessante ascoltarli.
    Carissima FRANCESCA me ha chiamato una amica di Pariggi che ha guardato la luna blue in una passeggiata per l´Alambra, grazie a tuo blog, e te lo ringrazia tantissimo, molta gente che no scrive, legge il blog.(PATRICIA)
    Cara LEA sei sempre in mio pensiero, sai che ti voglio tanto bene.
    Cari AMICI, buon finesettimana e a presto !!! : ) Lujan


  30. Vittorio Cassone ( San Paolo , Brasile )

    Auguri, FRANCESCA. Grazie mille, MARCO – che Dio Vi benedica.


  31. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Caro Giorgio,
    Non ho ancora sentito l’intervista tua, ma ho letto il racconto. Molto bello. Ma allora tu sei emigrato già grande? Almeno, essendo che il tuo racconto, già praticamente adulto si passa in italia…
    Allora penso che hai sofferto di più, o di meno, dipende da come e perchè sei emigrato, perchè se con un obiettivo e già grande, è meglio, credo.

    Cara Lujan, tu sei sempre molto gentile, ma stai sicura che io, particolarmente, non ho cosa raccontare che possa interessare alle persone. I miei ricordi, l’imigrazione per me è stata più intimista, niente sociale, politico, niente di niente, qui, almeno a São paulo, l’imigrazione non è stata tanto marcante come in Argentina. Tanto che io almeno, non sono informata di manifestazioni culturali fatte per noi. Se noti bene, da voi aBuenos Aires vengono tanti cantanti e gruppi teatrali ed anche musicali, italiani , e da noi non vengono, raramente.Una festa di due settimane, annuale in due chiese italiane, una nel rione di maggior concentrazione di emigrati, e basta.
    Invece in altri stati ci sono comunità che conservano le tradizioni, nel sud, insomma, poco da dire.

    Un bacione, a tutti e in speciale a Francesca e Nonna Léa…

    Anna


  32. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Cara Lujan,
    grazie innanzitutto per i complimenti circa il racconto che ho scritto. Non so se puoi chiamare il mio coraggio o pazzia visto che molti mi hanno dato del pazzo quando ho lasciato l’Italia. Certo non e’ stato tutto rose e fiori all’inizio, ma poi le cose si sono sistemate.

    Cara Anna,
    mi fa piacere che ti sia piaciuto il mio libro. Non so se te l’ho gia’ detto, ma una delle mie sorelle, la maggiore, si chiama Anna come te ed e’ una poetessa conosciuta nel brianzolo da coloro che ascoltano la radio locale sotto lo pseudonimo Anna di Barlassina visto che abita a Barlassina (tra Milano e Como). Anche lei ha il vizio di tenere tutte le sue poesie nel cassetto. So che finora non ha pubblicato niente.
    E’ vero, mi sono trasferito negli Stati Uniti quando avevo gia’ 30 anni, percio’ adulto a tutti gli effetti. La mia e’ stata un’emigrazione di scelta, non di necessita’. Una decisione ponderata, ma non troppo. Agisco molto spesso d’istinto. I miei figli dicono che ho fatto bene ed e’ cio’ che conta.

    Un abbraccio,

    Giorgio

    P.S.: Ciao Francesca……


  33. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Cara Anna dimenticavo…

    non sono d’accordo con te quando dici che non hai” niente da raccontare che possa interessare alla gente”. Sono sicuro che la tua e’ solo modestia. Tutti noi abbiamo una storia che interseca la vita di molta altra gente e di conseguenza’ diventa interessante per tutti.

    Un abbraccio,

    Giorgio


  34. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca,
    il salotto da te creato si sta arricchendo sempre di piu con il contributo (a volte casuale) dei suoi partcipanti. Stiamo conoscendo sempre con piu particolari la personalità e la storia dei nostri amici e questo è un enorme piacere.

    Ho visto che Lujan ha suggerito che si possono aggregare le storie di altri amici, lei ne ha nominati due, Anna e Raffaele Guarino, ma penso che tutti gli amici del salotto hanno delle storie interessanti, nonostante che Anna dica molto modestamente di non averne. Sono invece convinta del contrario.

    Sul sito di RadioAScolta si possono ascoltare le interviste fatte a italianii del Brasile, dell’Australia, degli Stati Uniti, del Venezuela, e credevo che Gianni si limitasse a una storia per ogni Paese, ma mi devo ricredere visto che con la storia di Giorgio Turri già sono due le storie di emigrazione negli Stati Uniti.

    L’intervista di Giorgio Turri è sicuramente una storia diversa dalle altre, ma è pur sempre una storia di emigrazione, che comporta una grande decisione (questa volta presa da lui stesso e non dai suoi genitori, come nel mio caso, quello di Anna, e di tante altre persone) e comunque comporta l’ansia che provoca il nuovo, l’ignoto, lo sforzo dell’ adattamento, l’apprendimento della lingua, degli usi e costumi, ma nel caso di Giorgio non è stato molto traumatico, mi sembra.

    La tua intervista, caro Giorgio, è molto interessante e hai raccontato la tua storia coinvolgendoci con le tue vicende. Non ho ancora letto la tua avventura in montagna, ma leggendo solo l’inizio ho sentito la voglia di saperne di piu. Complimenti per ogni cosa e mi fa piacere sapere che hai iniziato un bel rapporto di amicizia con Gianni che è una persona favolosa, al pari di Francesca.

    Complimenti anche per il fatto che Nonna Lea ti ha dato la possibilità di pubblicare la storia della tua avventura in montagna, scritta in un italiano perfetto, detto da lei! Veramente si sta verificando una bellissima interazione fra tutti gli amici del salotto, cosa che non avrei mai immaginato prima. Ne sono molto contenta.

    Vi saluto tutti con grande affetto e particolarmente alla nostra Francesca.
    Lucia


  35. Raffaele Guarino ( Chiang Rai , Thailand )

    Ben detto Lucia da BUE …..questo blog sta crescendo ,e questa che stiamo scrivendo e’ una delle migliori pagine,merito di Francesca che ha saputo attrarci ed amalgamarci,perche’, innegabilmente , rappresentiamo un mosaico per origini,cultura e motivazioni che ci hanno spinto alla emigrazione e cio’ ,come credo di interpretare, e’ linfa per noi tutti di raccontarci. Saluti a tutti


  36. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Caro Giorgio ed anche Lucia,

    siete molto gentili, ma veramente non è modestia. Da quello che leggo e seguo delle emigrazioni, la mia non presenta nessun aspetto interessante sul serio, prima di tutto perchè siam stati i primi, ed unici del gruppo familiare a farla. Non abbiamo storie di parenti venuti prima, con storie veramente di imigrazione vissuta come una vera avventura, che è la cosa avvincente.
    Siamo venuti con papà già impiegato.

    Per questo ho detto che da parte mia si tratta solo di sofferenza psichiche ed individuali, come qualunque altra trasferta allontanata dai suoi cari de dal suo primo vissuto. Le difficoltà della lingua, il portoghese è una lingua molto ma molto difficilmente grammaticalmente ed in pronunzia.
    Pensate che fino ad oggi a volte mi domandano di dove sono, per dirvi come è difficile mischiarsi interamente. Quindi sono problema di poca valia difronte ai veri problema di molti. Abitudini diverse, ma niente speciale

    Sommato a questo una timidezza che solo nascosta dietro allo scritto si cela, non mi sentirete mai, ci sono tante storie che veramente meritano.

    Un abbraccione
    Anna


  37. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Cara Lucia,

    sono d’accordo con te quando dici che la mia “emigrazione” e’ stata meno traumatica della tua o di quella di Anna visto che la decisione di emigrare l’ho presa io e non i vostri genitori per voi. Se permetti pero’ devo fare ‘ una considerazione. Qualunque sia la motivazione che sta dietro la decisione di emigrare, e’ pur sempre una decisione che ti cambia la vita in modo radicale.

    Per esempio, una settimana dopo il nostro trasferimento mio figlio e’ stato catapultato all’eta’ di sette anni in una classe dove tutti parlavano una lingua diversa dalla sua. Una situazione sicuramente traumatica se non avesse avuto il supporto della famiglia e la tempra del lottatore.

    Cara Anna,

    lo sai che una buona parte della gente di spettacolo e’ timida? Molti di loro devo farsi il cicchetto (bere un bicchierino) prima di comparire in pubblico. La timidezza e’ un tarlo fastidioso,ma si puo’ combattere e superare.

    Un abbraccio,

    Giorgio


  38. Lujan ( Bs, As. , Argentina )

    Caro Giorgio, ho letto a Google in italiano, tuo interesante relato, pieno di entusiasmo giovanile e di un background che soltanto la scuola e la famiglia puo donare. Sai scrivere…e grato leggere tua prosa, e sei coraggioso veramente.
    La educazione , a volte, e determinante de nostra fortuna.
    Sempre giocare di locale e piu facile…ma penso che emigrare e sempre una forma di eroica e di confidenza in se stesso.
    Ho ascoltato persone piu di trenta anni, e sono convinta che ogni vita ha suo eroismo, sua sfida…
    Complimenti per la intervista e per tuo bello racconto, grazie per compartire.
    Buona domenica a tutti !!!
    Lujan


  39. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Cara Lujan,
    sei sempre molto generosa nei tuoi commenti. Ti ringrazio.
    Se ti capita di collegarti con Pempi Nostri http://www.mariafelice.it/tempinostri/index.html
    ora c’e’ anche una mia fotografia. Pensa, me l’ha scattata questo pomeriggio mio nipote Nicolas che ha 9 anni. A dispetto del fatto che non sono molto fotogenico, credo che Nicolas abbia fatto un buon lavoro. Che te ne pare?
    Un abbraccio e buona domenica anche a te e a Francesca.
    Giorgio


  40. Fatima ( São Paulo , Brasil )

    Un caro saluto da São Paulo a tutti gli amici del blog di Francesca,
    spero che stiate bene tutti.
    Un abbraccio forte forte x te Francesca.
    Fatima


  41. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Caro Giorgio,

    Se tu non sei fotogenico, Nicolas, con soli nove anni, è già un grande fotografo, ahahahahaha. No , ma dico sul serio, o l’uno o l’altro o l’originale è ottimo. Non c’è altra soluzione.

    Quanto al sorsetto, appunto, io non bevo…mi dá sonno, allora sí che è perfetto…ma seriamente, mi impapucchio dovendo dire cose serie, la voce mi và in dentro invece di uscire, Adesguso, per cose leggere vado benino.

    Un abbraccio ed auguri a Nicolas che ha fatto un magnifico nonno, ahahaha

    Anna


  42. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Grazie Giorgio, continua a scrivere…
    Un abbraccio.
    Lujan


  43. Mario González ( Buenos Aires , Argentina )

    CARISSIMI AMICI DI QUESTO GRANDE BLOG:

    VI ANNUNCIO CHE LA PROSSIMA DOMENICA 23 SETTEMBRE, AVRA LUOGO LA FIESTA DEL INMIGRANTE, IN QUESTO PARCO

    ZONA PLANETARIO
    PARQUE EL ROSEDAL
    BUENOS AIRES(ARGENTINA9
    PALCOSCENICO , SPETTACOLO ARTISTICO, BARACCONI CON CIBO E BEVANDE TIPICHE D’OGNI PAESE
    —————————————————————-
    BUENOS AIRES CELEBRA ITALIA
    DOMENICA 14 OTTOBRE 2012

    AVENIDA DE MAYO
    BUENOS AIRES(ARGENTINA)

    FESTIVALE CON SPETTACOLI ARTISTICI, DUE PALCOSCENICI, GRUPPI FOLK, CANTANTI E COMPLESSI MUSICALI, TRA L’ALTRO.DA NON PERDERE E DA DIFFONDERE!!!


  44. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Francesca,

    Hai visto sopra l’invito di Mario Gonzales? Corrisponde a quanto dico io sempre, ma perchè qui a São Paulo non ci sono mai manifestazioni così?
    O sarà che São Paulo é cosi grande che ci perdiamo e si dimenticano che esistiamo?
    Io dico sempre la stessa cosa, dove siete italiani di São Paulo? Vi nascondete? e dove?

    Bacioni. Lo dico perchè senò sembra che mi lagno inutilmente, ma è un fatto.

    Anna


  45. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Anna,
    non c’e’ paese al mondo che abbia un’impronta italiana piu forte di quella che gli italiani hanno lasciato in Argentina, nel male e nel bene…

    Non saprei cosa succede a S.Paolo o in altre città del Brasile, ma sicuramente non è per il fatto che sia una grande metropoli. Buenos Aires non è da meno eppure ci sono moltissime associazioni e manifestazioni di italianità in tutte le occasioni possibili.
    E se questo non bastasse, per esempio ieri 16 settembre, nel centro di Bs.As. si è svolto un omaggio alla collettività brasiliana dove c’è stata musica, danza, degustazione dei piatti tipici. La chiusura è stata a carico del musico MARCIONILLO, creatore del ritmo axé. Ingresso libero e gratuito.

    Io credo che è la città di Buenos Aires che è molto ricca di manifestazioni culturali, credo che sia unica nel mondo in questo senso…

    Comunque ringrazio Mario Gonzalez che spesso ci da notizie dei tanti eventi che ci sono nella nostra città.

    Per chiudere, mi rivolgo a Giorgio Turri per complimentarmi con lui per il bellissimo pezzo che ha scritto, da vero letterato, sull’escursione alla Grigna. Molto coinvolgente! Bravo e grazie!

    Un caro saluto a tutti
    Lucia


  46. Lujan ( Bs. As , Argentina )

    Cara Annina, come ha detto una italiana vera come Lucia, Buenos Aires e un mosaico, e l´Italia sta presente en sua architetura, in la cultura tutta…
    Anche la Spagna… Ma Sao Paolo, e una grande metropoli, sembra New York,
    e superbia como tutto il Brasile, bello, esuberante, indimenticabile…
    Hai un grande privilegio di abitare ese paese. Sono sincera.
    Quando arrivarono mi nonni, circa 1900, l´Argentina era una potenza, il settimo paese nel mondo… Tutto per fare e con la forza del lavoro e la terra propizia, hanno fatto grande cose. La gente che arriva di altri luoghi del mondo dice che sembra un paese europeo…magari. La realta socioeconomica e altra.
    Sei felice a Sao Paolo, avete una spiaggia vicina como Guaruya e una natura
    prodigiosa. Credo che i giapponesi sono una comunita importante.
    Lo meio di Bs. As. sono i musei, per me.
    Un forte abbraccio . Lujan :)


  47. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissime Lucia e Lujan,

    Avete ragione, ma io un poco vi invidio perchè, appunto, vedo che avete una grande attività culturale e non solo italiana, in generale.

    No certo, direi una stupidaggine se dicessi che qui non c’è attivitá culturale, ma oltre alla parte italiana che appunto manca, anche le altre attività,
    C”e anche il dettaglio che il teatro è molto caro, non è che ci si può andare sempre, non vi dico poi quando vengono compagnie dall’estero, i prezzi sono inaccessibili a molti.

    Hai ragione Lujan cara,, il Brasile è splendido, variato, ricco di cose belle e con un popolo gentile, allegro (in generale) ed ospitaliero. Sono molto contenta di vivere qui, non si può avere tutto…ma certo, personalmente non mi posso affatto lagnare, anzi invito tutti a venirci, vale la pena nonostante oggi São Paulo e diventata una cittá pericolosa, purtroppo, uscire la sera è sconsigliabile.

    Un bacione

    Anna


  48. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara FRANCESCA aspettando la tua sorpresa…..ho letto il racconto di GIORGIO che mi é piaciuto tanto…..complimenti ….. buon lavoro dal tuo nipote!!!!!!
    Un abbraccio a tutti


  49. Maria Sciortino ( Red Bank , USA )

    Francesca ,speriamo che la sorpresa sia quello che penso io Ci vediamo presto . Ti aspetto Arrivederci Maria


  50. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Ciao Francesca, un paio di giorni fá , ho ricevuta una lettera dall’imps, ove devo restituire una somma di 336 euro, per la cosi detta quattordicesima.
    Su questo non ho nessun problema, e voglio dirti che questa non è, una domanda, per avere una risposta.
    Io credo che in Italia ci sono molti pensionati che, prendono una piccola pensione che non possono arrivare nemmeno alla fine del mese, per questi è un problema restituire una certa somma al mese per dodici mesi.
    I nostri politici dovtrebbero fare qualcosa per aiutare questa gente che hanno questo problema… Ciao a tutti, Francesco


  51. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Caro Francesco,

    Hai fatto bene a parlarne. Oggi alla RAI , hanno fatto proprio un programma lungo su questo,, interrogando vari pensionati che ricevono la pensione minima e che devono restituire.
    Devi vedere certi dramma, io non sò come il governo italiano, sia chi sia possa farsi restituire da quei poveretti una somma detratta dal loro piccolo. Se danno poco, come si credono che una persona possa racimolare 336 euro…per darli a loro, e dove vanno? Ma si credono che con la pensione minima si vive nell’oro?

    È una vergogna, lasciassero almeno in pace gli anziani, che poi, come ho sentito oggi, aiutano anche le famiglia dei figli molte volte, perchè i giovani a sua volta non hanno molte volte lavoro e chi li aiuta?

    Insomma, la finissero di tirare la cinghia agli altri, amministrassero meglio quello che incassano.

    Un abbraccio e sono contenta che almeno qualcuno non ha problema con questo, neanche io, non ho pensione italiana.

    Anna


  52. Francesco ( Toronto On, , Canada )

    Ciao Anna, io sono molto arrabbiato con tutti i politici italiani.
    E mi auguro che un giorno, qualcosa cambierá con la politica italiana.
    Credo che noi siamo i piú fortunati che viviamo fuori dell’Italia, ma vedendo tutto ciò, soffriamo anche noi, perchè le notizie che sentiamo tutti i giorni, non sono belle….
    Il programma di oggi non lo visto.
    Saluti a tutti.
    Francesco


  53. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca,
    ti prego di scusarmi se mi aggancio agli ultimi due interventi, quelli di Anna e Francesco, ma anche io voglio dire qualcosa con riferimento all’INPS.
    Il gentile Marco Abatecola del Sindacato UIL lo ha detto che l’INPS ha il diritto di ricalcolare le pensioni e che QUESTO RICALCOLO È UNA COSA DEL TUTTO NORMALE.

    Mi sembra molto strano perchè ho sempre sentito dire che un diritto acquisito non puo essere toccato, non puo essere cambiato. Si possono ricevere gli aumenti, ma mai una decurtazione!
    E poi, come opinione mia personale, mi sembra che l’INPS si comporta in modo arbitrario e puerile chiedendo a dei poveri vecchietti la restituzione di quello che loro hanno pagato di piu dovuto a un LORO errore di calcolo, un immenso “errore di calcolo” se si pensa che si è protratto negli anni e solo adesso se ne rendono conto.

    E’ inverosimile pensare a un errore di calcolo, perche non si capisce come si lavorava al momento di assegnare le cifre corrispondenti. Che razza di impiegati avevano? E’ molto piu facile pensare che quando l’Italia navigava ancora in acque piu o meno tranquille, quello che hanno assegnato a ogni pensionato era quello che a loro spettava. Ora che hanno bisogno di soldi, stanno pensando ed escogitando qualsiasi pretesto per riavere i soldi indietro. E anche in questo caso, sono i piu deboli quelli che vengono chiamati a risolvere il problema, mentre il risparmio veramente importante che risulterebbe dal ridurre le spese e gli stipendi dei politici che sono veramente altissimi, non viene considerato.

    Conosco casi di diversi pensionati italiani che hanno ricevuto una lettera dall’Inps che informa loro di aver pagato piu di quello che a loro spettava e adesso lo devono restituire. E’ vergognoso.

    Lucia


  54. Lujan ( Bs, As. , Argentina )

    Condivido con Francesco, Anna e Lucia…no se puo maltrattare a una persona che ha lasciato una grande parte di sua vita, lavorando per sostenere una “clase dirigente” privilegiata che non puo capire il bisogno di altri perche no lo ha sofferto, per avvere certi privileggi.Pecato che il “potere” sia cosi indifferente alla realta. Come dicheva Nietzsche “nada de lo humano me es ajeno” e sofro per la povera gente che nessuno ascolta. Frances e una “donna quischiotta” che lotta con i mulino di vento..alla fine trionfera !!! Baci, Francesca sei geniale !!!
    Un forte abbracio amici.
    Lujan


  55. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Cari Francesco, Lucia, Lujan,

    È molto triste quello che dice Francesco che fortunati siamo noi che ce ne siamo andati, ha ragione, ma che tristezza doverlo dire ed avere ragione.

    Quanto ai calcoli, logico che erano giusti quando li hanno fatti, il problema è che gli anziani con pensione minima non hanno sindacati, non hanno chi li difenda e non hanno salute ed età per lottare. Per questo il governo attacca loro, perchè codardamente attacca i più deboli.
    Ma i governi sono sempre così, quando ci saranno governanti corretti, onesti e giusti? Ci saranno? Tutti i pensionati hanno lavorato e lottato per ricevere poi un elemosina da chi dovrebbe ringraziarli di tutto quello che hanno dato della loro vita alla Patria, tutto, dall’acquisto di una bottiglia d’acqua a quello della casa, per tutto hanno pagato tasse, pagato allo Stato con il loro lavoro cose che dovrebbero essere loro e basta. Ed ora, devono rinunziare anche alla tranquillità.

    Se andiamo avanti non si finisce mai, ed i giovani che non trovano lavoro? Che devono rinunziare a fare una vita normale perchè chiudono posti di lavoro invece di aprirli? Non è anche tragico?Come si può vivere senza avere un futuro, una speranza? Anche questo è duro.

    Un abbraccio e buonanotte e buongiorno a tutti.
    Anna


  56. Lujan ( Bs.As. , Argentina )

    Il mondo sofre di avarizia…pecato capitale. Dio protegga al piu devole !!!
    Lujan


  57. MESSAGGIO SPECIALE:

    http://www.facebook.com/photo.php?fbid=381078175296587&set=a.268843603186712.62688.268793373191735&type=1&theater


  58. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Caro anonimo,

    Ti prego di dire chi sei perchè entrare in un sito così, senza sapere chi lo indica, io almeno non lo faccio.

    saluti
    Anna


  59. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Cara Francesca,

    sono appena rientrato dopo una serata con amici ed ho scoperto con immenso piacere che il mio secondo racconto autobiografico “L’ultima Arrivata” che ho tradotto in Inglese con il titolo “The Last Arrival” e’ stato pubblicato sul giornale Web di Roma “Tempi Nostri”.

    Nel ringraziare per questo Nonna Lea e Mariafelice, invito gli amici di questo salotto ad un’altra lettura, un po’ piu’ breve di quella precedente, ma credo altrettanto interessante.

    Il racconto e’ basato sul ricordo stranamente vivo che ho dell’arrivo a casa dell’ultima nata, mia sorella Piera. Avevo solo 6 anni, ma mi sembra sia accaduto ieri…..

    Per chi e’ interessato a leggerlo ricordo che il sito di Tempi Nosri e’ il seguente: http://www.mariafelice.it/tempinostri/index.html

    Grazie Francesca. Un abbraccio a te ed a tutti gli amici di questa grande famiglia.

    Giorgio


  60. Ralli Lea ( Roma , Italia ) ( Roma , Italia )

    Sta arrivando l’autunno e Roma lo sta festeggiando con splendide giornate di sole
    e anche le farfalle volteggiano sul mio balcone .
    Ciò mi porta a pensare che l’atmosfera non è poi così inquinata come si suppone .
    a meno che anche gli animali , pur di vivere, si adattino a respirare aria impura.
    questo è il pensiero attuale suggeritomi dal ritorno delle farfalle che da tempo non vedevo.
    E augurandoci della belle sorprese da parte della nostra amata Francesca, auguro a lei e a tutti voi cari Amici un felice Autunno pieno di belle giornate e di farfalle.

    LA CEDRINA

    Cespuglio di cedrina
    tanto amata
    che tutta la mia infanzia
    ha profumata.

    Cresceva sotto il sole
    addosso al monte
    e tanti fiori aveva
    attorno e a fronte.

    Farfalle bianche
    o a bolle di colore
    sciamavano d’intorno
    a tutte le ore

    finché raggiunta
    quella vespertina
    chiudevan l’ale
    sopra la cedrina.

    Nonna Lea
    l’Estro Versiana


  61. Giovanni Curreri ( San Juan , Puerto Rico )

    Ciao Francesca
    ti scrivo per sfogare un po la mia rabbia ,perche` anche se tu non hai piu` l’arma del tuo programma TV sei la unica che ti interessi sempre di noi e trovi sempre la opportunita` per dire qualcosa.
    Ieri nelle notizie di Rai ho ascoltato il presidente INPS,Antonio Mastrapasqua,dire la piu` grande menzogna,que erano costretti a discontarci una quantita` mensualeper ricavare lo che avevano dato indebitamente “E. 420” perche` noi
    avevamo fatto una dichiarazione incorretta del nostro ingresso nell’anno 2009.
    Nel mio caso ,la mia pensione che era di E. 420 era stata ridotta anteriormente al 2009 a E.382 a seguiti del mio ingresso del Social Security,pertanto questa chiamata 14 ma.doveva essere di 382,,la mia dichiarazione di reddito e` stata fatta negli stampati della INPS dove appare questo mio ingresso INPS e dove si aggiunge l’ingresso del SS. CON ANNESSO COMPROVANTE del SS> stesso,pertanto non ci sono errori da parte mia che possono essere contestati.. Gli errori sono solo da parte dell’INPS,e non esiste la maniera di comunicare con questi signori per avere una loro assistenza o spiegazione alcuna.L’ anno passato a seguito dei grandi problemi che ho avuto,con Westernunion per riscuotere la mia pensione di luglio e Agosto ,ho inviato una miriade de mail a INPS a Banca Popolare mamai nessuno mi ha risposto anche a te ho inviato una mail,e non avendo ricevuto neanche la 14ma ,che io non avevo mai chiesto ,volevo avere dei chiarimenti al riguardo,pero` orecchie da mercante da ogni lato .Un mio caro nipote ,esecutivo ritirato da banca Intesa e` arrivato per mezzo di amicizie ,in Palermo ,ad arrivare nell’ufficio fortezza del esecutivo sig> Polizzi che mi era stato indicato come persona responsabile e che non aveva risposto ai miei Mail,il quale mi e` stato descritto come persona che ha molto da dire e poco da ascoltare,e che al fine gli ha detto che loro non avevano niente a che fare con la 14ma ,ma che dovevo rivolgermi al patronato.Ho telefonato al patronatoin Fl;orida mi hanno chiesto l’ammontare del mio SS.e mi hanno detto che non avevo dirittoalla 14ma .
    Vorrei chiedere a Mastrapasqua dove l’errore da parte mia.Cosi restuiro` i E.420 senza protestare,anche perche` non mi danno la opportunita`.I casi che tu hai risolto,attraverso il Sig. Salvatore Ponticelli,o Marco Abatecola ,sono gli unici perche` tu avevi l’arma della TV,e questi signori cosi` dolci,cosi teneri e pensano e soffrono per gli Italiani all’estero,sono degli ipocriti,falsi sono come i nostri omeglio vostri onorevoli che dopo che sono eletti invece di essere grati il loro motto e` quello di vendicarsi verso gli elettori che li hanno portati sopra.
    Anche ieri sera ho assistito a una trasmissione dove molti giovani e anziani e imprenditori con laure e dottorati e esperieze di molto superiori ai cialtroni che stanno al potere ,stanno soffrendo..la disoccupazione, e la onorevole Fornero che l’ho vista piangere in TV per le sofferenze che si stavano arrecando agli Italiani,che dica quanti provvedimenti si stanno prendendo per i loro strabilianti benefici a parte i loro stipendi da nababi e a parte le ruberie legalizate
    Grazie Francesca per asoltarmi
    Ciao

    Giovanni Curreri.


  62. Lujan ( Bs, As. , Argentina )

    Carissima Lea sempre e incantevole tua poesia. Sei curiosa e atenta a la natura, questo e importante per la vita intelettuale. Sei grande !!!
    A Londra sono preoccupati per che mancano le farfalle, questo e un segno d´ inquinamento. Celebro che a Roma avviano farfalle nel balcone.
    In Argentina in la frontiera compartida con il Brasile (Cataratas del Iguazu, Misiones) le farfalle sono tante, e se avicinano a le persone, sono veramente meravigliose. Buona domenica e un bacione. Lujan
    Caro Giorgio, prima di tutto la foto che ti ha regalato Nicolas, benissima, per ambe due…
    Tu hai fotografato il passato con molta tenerezza, e Pierina ha un testimonio d´epoca meio che una foto. Devi scrivere piano piano, e fare un libro per trasmetere tante cose a tua famiglia d´america e a noi tu famiglia estendida…
    Dio ti guarde la memoria !!! Scrivi, sei molto bravo, un abbraccio.
    Buona domenica a tutti e un autunno e una primavera felice. Lujan


  63. Giorgio Turri ( Middletown, CT , United States )

    Cara Nonna Lea,

    dopo aver letto la tua bella poesia ho dovuto andare a vedere in internet com’e’ questa cedrina e se ho capito bene e’ molto profumata ed ha parecchi usi decorativi e culinari.

    Devo dire che molti degli sprazzi di memoria che ho io sono quasi sempre accompagnati dal ricordo degli odori e del profumo dell’ambiente oggetto di tale memoria. In sostanza, per me almeno, l’olfatto aiuta a ricordare.

    A tale proposito, un giorno mi trovavo in viaggio verso le Cascate del Niagara e con mia moglie sono entrato in una riserva indiana dove ho comperato una piccola canoa da soprammobile fatta di “lemon grass”, letteralmente “erba lemoncina” che mi ha profumato la casa per mesi.

    Ora, ogni qualvolta passo da una zona dove cresce quest’erba ne riconosco subito il profumo. Il fatto curioso e’ che non so nemmeno come e’ fatta. Se tutto va bene e’ imparentata con la tua “cedrina”.

    Grazie Lujan per il tuo commento.

    Un abbraccio,

    Giorgio

    Ciao Francesca! Aspettiamo di conoscere la sorpresa di cui si rumoreggia.


  64. Ralli Lea ( Roma , Italia ) ( Roma , Italia )

    Debbo un ringraziamento a Lujan per le diapositive di farfalle stupende che mi ha fatto pervenire e un spiegazione a Giorgio sulla CEDRINA … credo sia proprio quella che tu hai nominata e che adoro per la gradevolezza del suo fogliame coi contorni spighettati dal buon profumo , per il sapore del suo estratto e perché tiene lontane le zanzare .
    devi sapere che’l’ho avuta per tanti anni sul mio balcone e ad ogni fine stagione sembrava morire e , invece, rifioriva sempre più bella e più folta e per molti anni ne ho creato un liquore casalingo che avevo chiamato “Cedrinello “ed era il mio dono natalizio a parenti e amici che lo gradivano molto.
    lo presentai persino a Napoli nel Programma RAI “Verde Mattina” ( unitamente alla Torta allo joghurt) e che tutti trovarono più gentile del limoncello .

    mentre la Poesia mi fu ispirata dal grande cespuglio che c’era nel giardino della
    mia casa paterna che proprio di questa stagione era sempre attorniato da miriadi di piccole farfalle multicolori dette appunto “settembrine” , simili a quelle che rivedo in questi giorni, pure se la cedrina non l’ho più… ma i ricordi restano e fanno compagnia
    saluti cari a tutti dalla vostra
    aff.ma Nonna Lea l’Estro Versiana


  65. Elvira ( Santa Rosa La Pampa , Argentina )

    Ciao a Francesca, a Nonna Lea e a tutti gli amici del Salotto!
    Non passavo da diverso tempo ed ecco che mi ritrovo con un pot-pourri di notizie utili, la sempre gradita presenza in video della nostra Francesca, dolci commenti, ricordi, profumi, colori, l’immancabile poesia “ai cinque sensi” di Nonna Lea…
    Qui da noi sta arrivando la primavera, e devo dire che il profumo della cedrina, il gusto del Cedrinello che mi provoca l’acquolina in bocca, le farfalle colorate, ci stanno a pennello con la stagione entrante! Lo prendo come un punto di incontro tra emisfero nord ed emisfero sud!
    Non mi resta che mandare a tutti un abbraccio circolare.
    Elvira


  66. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissimi,

    Grazie a nonna Léa per la bella poesia, a Giorgio per la Cedrina, mai vista, mai sentita nominare, e grazie a Lujan per i continui elogi al Brasile che fà…

    Parlando di profumi, io ho un piccolo vasetto che i miei nipoti mi hanno portato da Positano, di ceramica, bellissimo, con dentro una candela. Ebbene, quando accendi la candela, dopo un po, ed anche dopo spenta, sparge nella stanza un profumo delizioso di limoncello…è l’unico profumo italiano che ho qui a casa.
    Poi siccome come già detto, non cucino, altri profumi proprio solo nei ricordi molto lontani. Ricordo per esempio l’odore della paglia, non sò cosa era, che c’era in una proprietà di mia zia e dove, bambini, ci tuffavamo, ma non ho a chi chiedere cosa fosse, era alta soffice…bè.

    Lujan cara, devi sapere che io mi godo i vostri racconti sul passaggio delle stagioni, come sai il Brasile è enorme, nel sud, come dici tu, Foz do Iguaçu, le stagioni sono ben caratteristiche e marcanti, diciamo fino al Paraná. Da li in poi incluso São paulo, non lo noti che cambi stagione, non parlo proprio del Nord e Nordest dove oltre la secca, impossibile sapere a che stagione sei.

    Insomma, con mio marito andavamo a volte al Sud per sentire il freddo dell’inverno, a volte la neve, e per sentire in certe regioni l’arrivo della primavera. Ma il bel contrasto fra di esse solo vivendoci, quindi non mi è noto.
    Quando ritornai in Italia per la prima volta, trovai stranissimo che mia cugina, finito l’inverno, conservava tutti gli indumenti inqunto non li avrebbe più usati per molti mesi. Noi abbiamo l’armadio con tutto disponibile, poco si può prevedere domani cosa usi. Sai, loro chiamano il vestirsi qui a São paulo, cipolla, e cioè, ti vesti calda il mattino ma con cose che puoi tirarti a misura che il caldo arriva, a volte la sera devi caricare vari indumenti…ed è proprio così, o senò muori di freddo o caldo…

    Quest’anno l’inverno si è fatto vedere pochissimo, alcuni giorni, forse una settimana di freddo, e poi sembra estate, ora autunno, ma alberi verdi ,che voglia di calpestare le foglie di autunno come facevamo andando a scuola…

    Insomma, la varietà qui è totale, in un posto di montagna a meno di 200 km da qui, ma a più dii 1000 mt, d’inverno freddo europeo, neve a volte, camini, quindi puoi anche scegliere, muovendoti un poco.

    Bè, era solo quello che volevo dire, che non abbiamo la ricchezza delle stagioni, quindi raccontate pure.

    abbracci
    Anna


  67. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Cara Annina sempre e un piacere sentire tua opinione…come sai, io amo il Brasile, e penso che e, il grande paese di un futuro prossimo, e inconmensurabile.
    E un gigante misterioso…
    Sai che la “cedrina” e il famoso “cedron” di Cile e di Argentina, un arbusto bello,
    elegante, profumato. Mia mamma lo aveva in suo giardino, e la domenica, dopo il pranzo, con le foglie di un colore verde intenso, faceva un rico te digestivo, molto aprezzato por mio marito…io preferisco il “mate”.
    Parlando di odori con il caro Giorgio, e un senso molto importante per tutti, perche il senso olfativo nel cervello e accanto al circuito della emozzioni.
    E a tutti conmuove un odore a pane, a vainilla, a un profumo della infanzia…
    Io uso un profumo personale che usava la povera Claretta Pettacci, ha piu di 40 anni e sempre mi fa piacere suo odore e il famoso Arpege di Lanvin. Quando nostra cara “Evita” viaggio a Europa porto con se, il profumo di Clareta. No e frecuente che la gente parle degli odori, e un tema interesante. Annina grazie per tue parole. Un abbraccio.
    Francesca sai che ti voglio tanto bene.
    Buona settimana a tutti, Lujan
    PS: domani no si lavora in Argentina waw !!! Che paese !!!


  68. Maria ( Newport News , VA )

    Ciao Carissima Francesca
    Scusami se non scrivo, mi era saltata la pagina, l’ ho dovuta trovare di nuovo.
    Spero tutto bene per te, ed hai trascorso una bell’ estate.

    Qui faccio sempre le stesse cose in casa, ed andare dai dottori per vivere giornaliermente.
    Adesso ho problema con le ginocchia, quando mi siedo non posso alzarmi devo usare il bastone, mamma mia adesso penso che mi devono operarmi. Ma chi sa’ per adesso devo andare 12 settimane di fisica terapia.

    La Rachel e’ crescita bella, va’ a l’ asilo, a Gennaio avra’ un fratellino, qui siamo tutti contenti, ci voleva.

    Fatti sentire e’ da parecchio che stiamo in silenzio.
    Un forte abbraccio a te, saluti alla Nonna Lea. ad agli amici del Blog.


  69. nicolina magnotta ( lomas de zamora Bs. As. , Argentina )

    Ciao Francesca; spero verso di te un mondo di bene… sarò ansiosa nell’aspettare, chissà quale sorpresa avremo al tuo riguardo ed anche son sicura che tutti cosi come , non ci resta che dirti (GRAZIE) per quello realizzato fin’adesso e i migliori auguri di quello che avverrà. sono contentissima di poterti seguire e pur se non scrivo tanto spesso… mi piace molto leggere ad altri connazionali… ed anche le bellissime poesie di Nonna Lèa….. un abbraccione ti voglio… vogliamo bene. hasta siempre y que la vida te sostenga en la palma de su mano……..Nicolina Magnotta.


  70. Giuseppe Pampena

    Friday Sept 28th at the Italian Center of Stamford 7-11 pm20th Annual Homemade Wine Tasting Contest! Venerdi 28 settembre al Centro Italiano di Stamford, 20mo concorso annuale dei vini fatti in casa oltre 30 tipi di vini di casa DOC!!!! Salute!!! RESERVATION $5.00 entry fees.

    MARIANNA LANTERI – LA VENDEMMIA DELL’AMORE cover Silvia Urbani la Band Italiana
    http://www.youtube.com/watch?v=QM5zpT934ew


  71. Lujan ( Bs. As , Argentina )

    Grazie caro Giuseppe, bellisima canzone…e che bella ragazza !!! Auguri e buona festa della vendemmia. Saluti.
    Lujan


  72. Pina ( Benervento , Italia )

    Sarà perchè con gli anni della maturità la memoria si focalizza su esili ricordi dell’infanzia, connotandoli di dolcezza e nostalgia… bah… fatto sta che negli ultimi anni ho cominciato, di tanto in tanto, a cercare in Internet notizie di una mia cugina emigrata in Argentina da circa 45 anni e mai più rivista.Fino a poche settimane fa la ricerca era risultata sempre infruttuosa.Poi, un giorno mi è capitato di trovare il suo nome assieme alle sue foto sul blog di Francesca “ProntoFrancesca”.Da lì, con la collaborazione di Francesca, ho potuto riallacciare il filo interrotto con mia cugina.Desidero ringraziare pubblicamente Francesca,sempre cordiale e disponibile,e nel contempo salutare tutti gli italiani sparsi in ogni angolo del mondo, le cui storie, quando capita, seguo sempre con attenzione e rispetto. Grazie, Pina


  73. aNNA ( São Paulo , Brasile )

    Molto toccante la dichiarazione di Pina, certo, alle volte solo un miracolo di questi può giustificare tutto il lavoro che Francesca fà per noi italiani all’estero. E parlo di miracolo perché da come lo racconta il ricordo era lontano e tutte le ricerche infruttifere.

    Sono cose che commuovono e fanno valer la pena essere indirettamente partecipi di queste. Complimenti Francesca e auguri Pina per questo felice ritrovamento.

    Anna
    P.S. Mi dimentico sempre di dire che ho scoperto che ora basta cliccare sui vari campi sopra e compaiono subito i dati, non bisogna più riempire i campi. Un ottima cosa, forse sono stata l’ultima a scoprirlo…no comment!


  74. Giorgio Turri ( Middletown, CT , USA )

    Cara Francesca,
    sei diventata il punto d’incontro per cosi’ tante persone, ultime di queste Pina e sua cugina che abita in Argentina. Mentre sono felicissimo per questa ulteriore riunificazione, sono particolarmente felice nell’intuire la gratificazione che tutto questo ti arreca. Un motivo in piu’ per riassicurare te stessa che la strada che hai intrapreso e’ quella giusta.
    Noi non possiamo fare altro che ringraziarti.
    Un abbraccio,
    Giorgio


  75. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    Ciaoooooo FRANCESCA………come stai?
    Amici tutti e specialmente per PINA va il mio saluto…….sono felice che hai trovato ai tuoi parenti argentini!!!!!!!!!!!
    Baci a tutti


  76. Elvira ( Santa Rosa La Pampa , Argentina )

    Francesca, Fata Madrina!
    Che bello, Pina, che tu possa finalmente aver ritrovato tua cugina!
    Mi è venuta una serie di rime, ma non l’ho fatto apposta :-)
    Saluti!
    Elvira


  77. Nerio Triberti

    salve francesca con imenso piacere ti ritovo in intenet non so come posso fare me trattengono 12 euro x invio di banca da febbraio e cambiato la banca inglese e da allora mi trattengono l’invio come posso fare non so a chi rivolgermi saluti affettuosi mantieniti sempre brillante come ora.

    sei fantastica il tempo ti ha miliorata moltissimo ti vedo molto meglio della t.v grazie di tutto qello che sta facendo x noi pensionati salutoni affettuosi nerio triberti


  78. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Sono felice dell’ incontro di Pina con la sua cugina che vive in Argentina. Ecco cosa vuol dire far buon uso di internet! Ormai nella rete ci siamo tutti, o quasi…

    Congratulazioni Pina! Devo immaginare che hai sfogliato i post di Francesca riguardanti i suoi viaggi in Argentina e guardato tutte le foto che lei ha pubblicato?
    Ci fa piacere sapere la notizia e ti ringraziamo per aver condiviso la tua gioia con noi.
    Francesca genera sempre cose positive.

    Lucia


  79. MARTA GALZERANO ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Ciao FRANCESCA ed amici del Blog!
    Davvero il mondo e’ piccolissimo, a portata di mano tramite questa mervigliosa rete virtuale, che ci unisce oltre oceano… che allegria per Pina che ha incontrato sua cugina che vive in Argentina … e tutto grazie a Francesca !!!!
    Un caro abbraccio, Marta.


  80. Ismael ( Lima , Perù )

    Ciao carissima francesca , sono contendo di aveere colegamento con te , volevo chiamarti =) spetto tua risposta.. carissima .. a presto


  81. Colucci Goffredo ( SAN PAOLO , BRASILE )

    SALVE DOTT.SSA FRANSCESCAALDERISI. MI CHIAMO COLUCCI GOFFREDO. MI SONO TRASFERITO DEFINITIVAMENTE IN BRASILE¸ SONO SPOSATO CON CITTADINA BRASILIANA E HO IL PERMESSO PERMANENTE E STO OTTENEDO LA CITTADINANZA BRASILIANA! VOLEVO PORRE ALLA SUA ATTENZIONE UN ASPETTO PREVIDENZIALE CHE NON RIESCO A CAPIRE¸RIGUARDO LA MIA POSIZIONE CONTRIBUTIVA.
    Domanda; POSSO USUFRUIRE DELLA LEGISLAZIONE BRASILIANA SECONDO «L`ACCORDO DI EMIGRAZIONE TRA L`ITALIA E
    GLI STATI UNITI DEL BRASILE IN MATERIA DI PREVIDENZA SOCIALE ART. 37 COMMA
    1. QUALORA L’EMIGRATO NON ABBIA COMPIUTO NEL PAESE DI ORIGINE IL PERIODO DI ATTESA¸ SI TERRA’ CONTO DEL PERIODI DI ASSICURAZIONE IVI COMPIUTO AGLI EFFETTI PREVISTI DALLA LEGISLAZIONE VIGENTE NEL PAESE DI ACCOGLIMENTO.»
    QUINDI E’ POSSIBILE CONTARE GLI ANNI FATTI IN ITALIA CIRCA 36 E CIRCA 7 MESI AD OGGI IN BRASILE¸ ED AVVALERMI DELLA LEGISLAZIONE BRASILIANA PER OTTENERE LA PENSIONE ? UN SECONDO ASPETTO COLLEGATO CON IL PRIMO E’ CHE VORREI PORRE ALLA SUA ATT.NE RIGUARDA LA CONVENZIONE STIPULATA TRA ITALIA E BRASILE IL 26 GIUGNO 1995 A BRASILIA , TITOLO III ART 7, TITOLO IV ART. 10,11, PUO’ SPIEGARMI ? GRAZIE . ATTENDO UNA SUA RISPOSTA.


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili