prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

venerdì, 8 aprile 2011
UN PO DI VOI…

Per prima cosa grazie veramente a tutti per i tanti auguri affettuosi e sinceri che mi avete inoltrato in occasione del mio compleanno, anche se non mi è stato possibile rispondervi personalmente, credetemi, è come se lo avessi fatto.

Le giornate volano talmente frettolose che non mi sembra possibile che sia passato così velocemente questo inizio del nuovo anno e tra una cosa e l’altra tra un po già ci ritroveremo già a Pasqua.

Stessa cosa non posso dire del viaggio del Libro Giramondo che nonostante l’ impegno dei lettori e le previsioni che avevamo fatto sulla durata di questa iniziativa, sta impiegando un po più di quanto avevamo calcolato. La cosa importante è che tutto stia procedendo bene e che il nostro amato protagonista sia arrivato finalmente in Italia dove al momento è tra le mani della simpatica zia Ivana che da poche ore ha iniziato a leggerlo.

Dopo di lei sarà la volta della cara Nonna Lea che concluderà questa fantastica avventura che ci ha tutti così emozionato ed appassionato.

Se desiderate a tale proposito avere un aggiornamento a riguardo vi invito a visitare la pagina di ProntoFrancesca dal titolo IL LIBRO GIRAMONDO diventata ormai ricchissima di fotografie e dediche.

A proposito di Nonna Lea, rispondo con piacere alla domanda di CLAUDIA ROSSI, da Buenos aires in Argentina che mi chiede di vedere nel blog qualche fotografia della cena del mio compleanno insieme alla nostra amica Lea.

“Cara Claudia, lo so che ti potrà sembrare strano, ma ho deciso di mantenere questo ricordo tutto per me perchè ritengo che ci siano dei momenti della Vita di ognuno di noi che è giusto restino in uno scrigno personale. Pur piacendomi molto la condivisione di tutto ciò che si fa, attraverso il blog ed altri spazi virtuali dove ci si racconta di tutto di più, ritengo che sia importante conservare e preservare dei luoghi cari e per questo, non vogliatemene male, la cena di giorni fa è stata  per me un momento di intimità che desidero resti tale.”

Certa che capirete ciò che intendo dire, vi invito ora a raccontarmi un po di voi…

Mi piace tantissimo sempre leggere i vostri racconti e sapere cosa state facendo e di cosa vi occupate in questo periodo?

Ci sono novità, notizie, informazioni, argomenti che desiderate condividere con i tanti amici del nostro grande “Salotto Mondiale” sempre più frequentato?

Allora che aspettate… scrivete. Sono proprio curiosa di vedere come si evolverà questa nuova pagina del mio blog e conoscere i vostri racconti.

Noi ci vediamo tra qualche giorno per la nuova puntata di Gran Sportello Italia certa che come sempre sarete in prima fila.

Vi aspettoooooo

119 Commenti a “ UN PO DI VOI… ”

  1. gaetana ( melbourne , australia )

    Grazie Francesca di questo nuovo capitolo del blog PF, adesso sono curiosa di vedere cosa tutti hanno da scrivere, sara` molto interessante, specialmente per te entrare nelle nostre case, e sapere come svolgiamo la nostra vita,lascio che gli altri ospiti di questo blog cominciano, non voglio essere presuntuosa,con il tuo permesso vorrei rivolgere e dire a tutti di non parlare di malattie, altrimenti , non e` piu` un divertimanto leggere . ma bensi tristezza, buon divertimento a tutti e di nuovo grazie Francesca per questa opprtunita`.Gaetana


  2. gaetana ( melbourne , australia )

    Visto che sono la prima, perche non parlare di me, come hai visto con la tua venuta in australia, ( melbourne) ti abbiamo accolta nel nostro bel club,ebbene sono sempre la Presidente,e poi faccio il mio programma alla radio, la nostra vita si volge tranquilla , come vedi siamo diventati tutti internettari, ormai e` diventata una cosa che non possiamo farne a meno, oltretutto le amicizie che ci siamo creati attorno a noi, non credo di aver detto niente di speciale ,ma meglio che niente Gaetana


  3. LUIS ROMAGNI C. ( MIAMI . FL. , USA. )

    come un mio lungo comentario e’ stato rigettato..non posso informarvi della FAMOSA CENA DEL MENU E DEGLI OSPITI PERO CE UNA SORPRESA!
    NO COMMENT!!! SALUTI LUIS!!!! ERA IL PRIMO SCRITTO!!! ADESSO SARA IL SECONDO!!!


  4. LUIS ROMAGNI C. ( MIAMI. FL. , USA. )

    dunque rispettando la privacita richiesta dalla VIP FRANCESCA il ristorante sta vicino a Via dei Conciatori, io mi sono messo in contatto e conosco il MENU!! gli ospiti la Rispettabile Famiglia ALDERISI,la carissima NONNA LEA, cera pure un uomo in FRAK, le canzoni ..Champagne, Roma non far la Stupida staresa!!! No comment! auguri e saluti! LUIS!


  5. Danila-JAX-FLORIDA

    Ciao cara Francesca e ben ritrovata!!
    Come dice il saggio?? “Chi va piano , va sano e va lontano”…e si vede che questo libro segue i proverbi antichi :-)
    Ho visto le nuove foto che hai pubblicato e devo dire che questo viaggio intorno al globo sta diventando sempre piu` interessante. Ogni volta che pubblichi delle nuove foto e` come se si aggiungesse un pezzetto di umanita`in piu` a questa inizativa. Pensare che questo libro sia passato di mano in mano tra tante persone che, pur condividendo questa esperienza, forse mai si incontreranno nella vita, a me personalmente regala una bella emozione. Poi ci dirai come sara` per te , toccare le pagine che tanti di noi hanno gia` sfogliato.
    A proposito di viaggi, proprio stamattina, leggevo che prossimamente partira` un altro viaggio, di cui credo sentiremo parlare molto. E` un itinerario in barca a vela, da Genova a NYC. Il 25 Aprile e il 2 Giugno, sono le due significative date in cui la barca a vela, capitanata da Giovanni Soldini, salpera` e concludera` il suo viaggio.
    Questa traversata dell’Atlantico, una grande trovata di marketing, dovrebbe contribuire a rilanciarne l’immagine del made in italy a livello internazionale, e se possibile dovrebbe anche creare dei suggerimenti che possano essere uno spunto d’ispirazione per i politici italiani, che ultimamente non brillano per genialita`. Compiti non semplici da assolvere, ma nella creativita`bisogna avere fede… in genere porta risvolti positivi, speriamo succeda anche in questo caso. http://www.7mosse.it
    Un forte abbraccio
    Ciao


  6. Francesco ( Toronto on. , Canada )

    Ciao Francesca, il tempo passa veremente subito. che mi rende impossibile credere che già siamo quasi alla metà d’aprile.
    Certo sarebbe bello vedere una foto della festa del tuo compleanno tutti insieme in famiglia, e con la simpatica nonna LEA.
    Ma capisco che queste sono cose private, e rimangono in famiglia, come ai già detto!!!!
    L’importante che avete passata una bellissima serata tutti insieme, e che è stata una serata magnifica indimenticabile per voi tutti…..
    Brava Francesca,,, come S. Francesco, sei la padrona d’ITALIA, amata da noi tutti.
    Arrivederci alla prossima puntata di GSI.
    Saluti a te e tutti…. Francesco.


  7. Alfonso ( Montreal , Canada )

    Carissima Francesca, sono negli ultimi giorni delle mie vacance in Florida e questa mattina prima di andare alla spiaggia ho letto la tua nuova pagina e sono ansioso di rivederti con le tue nuove sorprese al GSI. Tempus fugit senza tregua ma almeno abbiamo te e il tuo programma che ci da tanta gioia. Senza concorrenza, guardo anche Ballando con le stelle ed ammiro molto Barbara Capponi con la sua personalita’ cosi semplice che sembra dare fastidio ai giudici. Ciao, a presto


  8. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Cara Francesca.

    È interessante aprire il” ventaglio” dando spazio al “salotto” ad espimesi su argomenti interessanti o meno, l´importante è partecipare, con sincerità d´animo, per poter sommare alla nostra coscienza quel sapere popolano che muove le coscienze e il mondo. Stiamo passando dei momenti di grande cambiamento strutturale specie in Europa e non è da ora, mi riferisco al flusso massiccio di sfollati che arrivano fino alle nostre coste. Penso che non tutto il male viene per nuocere, questi flussi ostensivi senza dubbio non solo proccupano ma creano un disagio solo a pensarci. Sono persone che hanno una lingua diversa, cultura diversa, educazione diversa, sono giovani, econ una carica di speranza che voglio credere possa servire al nostro paese. Tutto nella vita è in continuo rinnovamento senza di lui la vita rimane stagnata, e noi siamo un paese di tantissimi vecchi, pochissime nascite, che futuro si può sperare? Non certo ridente.
    Certo che queste persone daranno i loro frutti, solo nella prossima generazione, ora ci saranno gli assestamenti, le incertezze naturali dei primi tempi, ma poi tutto si accomoda e affievolisce. Quello che dobbiamo capire è che a molti non piace cambiare, sia per comodità sia per paura che si peggiori, ma l´esperienza mi dice che non è così, il cambiamento rinnova
    è fulcro di sviluppo, e se volgiamo lo sviluppo, non dobbiamo rimpiangere il passato, ma analizzarlo per non commettere gli stessi errori.

    Fernando


  9. bruno ( Phetchaburi , Thailandia )

    Carissima Francesca, dopo aver cenato sono di nuovo davanti al mio PC e aprendo la casella di posta ho trovato, come sempre con molto piacere, il tuo scritto. Credevo di trovare nel blog le foto dei lettori del libro Giramondo e te lo stavo scrivendo, poi mi si e’ accesa la luce e ho aperto la pagina del Giramondo e ho avuto la piacevolissima sorpresa di trovare le foto di tutti i partecipanti a questa splendida avventura. Sono riuscito cosi a dare un volto ai personaggi che mi hanno preceduto nella lettura e la cosa mi ha fatto enormemente piacere. Quando leggero’ i loro scritti, d’ora in avanti, sara’ come essere a colloquio con ciscuno di loro. Grazie! Ci chiedi di raccontare la nostra quotidianita, e ti accontento molto volentieri. Come sai non ho grandi possibilita’ deambulatorie e quindi le mia attivita’ si svolgono per la maggior parte dentro casa, la mia principale occupazione e’ il computer dove posso informarmi degli avvenimenti, purteoppo poco esaltanti in Italia e nel mondo. Un’altra mia passione e’ la cucina dove riesco a cucinare dei buoni piatti apprezzati anche dagli amici italiani che frequentano la mia casa. Oggi per esmpio ho cucinato, con laiuto di mia moglie:i pane riempiendo la casa del suo piacevole profumo, un pane delizioso.Leggo molto ed ascolto anche tanta musica, classica, operistica e classica leggera, di contro non ho tanta simpatia per la musica moderna. Ogni epoca ha la sue preferenze e ormai la mia epoca e’ viva solo per persone che sono vicine alla mia eta’. Prima di essere semi invalido facevo spesso dei viaggetti in giro per la Thailandia, ora, tranne che nelle immediate vicinanze, per prudenza non posso farne piu’. Non posso che dare ragione alla nostra amica Gaetana da Melbourne di non parlare, in questo salotto, dei nostri problemi fisici, ognuno di noi ha i suoi e non serve a niente rattristare il prossimo racontandoli.


  10. Luciana Cianfarani ( troy, mi , usa )

    Cara Francesca, non e` un compito tanto facile, evidenziare la nostra quotidianita` in modo interessante per tutti, perche` cio` che ci sembra importante potrebbe non esserlo per altri. Il mio tempo viene condiviso tra la famiglia come moglie, madre, nonna che e` la mia passione e anche figlia, avendo mia madre totalmente dipendente; da libero professionista traduco, interpreto e insegno italiano, facendo conoscenza di una vasta gamma d’italiani e americani; da umanitario faccio volontariato e poi mi diverto a fare gite in bici o passeggiate, sciare, viaggiare, coltivare il mio giardino e orto, odio stirare pero` odio di piu` le sgualciture, quindi una vita abbastanza pacata e terrena. A tutti un caloroso abbraccio, Luciana


  11. bruno ( Phetchaburi , Thailandia )

    Proseguo ancora btevemente il commento. Qui, in Thailandia, sta arrivando il grande caldo e fra pochi giorni ci sara’ la festa che i Thai aspettano sempre con impazienza: e’ la festa del SongKran in cui da tutti i posti possibili ed immaginabili arrivano grandi “secchiate” di acqua non risparmiando nessuno. Con questa ultima notizia ti saluto affettuosamente assieme a tutti i connazionali conosciuti dalle foto e quelli non conosciuti. Spero che sia possibile, in un prossimo futuro, ripetere l’esperienza di un Giramondio numero due. Ancora grazie da Bruno.


  12. paola ( messina , italiana )

    Francesca ti scrivo xchè l’amicizia è bella, io sono una inf. prof.
    sposata con 2 figlie e 2 nipotini Gloria e Salvatore Non ho tanto tempo x mettermi al computer xchè fra il lavoro e la famiglia mi occupano tanto tempo, la sera poi telefono a mia sorella che vive a New Jork non la sua famiglia mi piacerebbe andare a trovarla x Natale xchè e 41 anni che non facciamo questa festa assieme quando ci vediamo e sempre nel periodo estivo
    prego GESU’ affinche posso realizzare questo desiderio, ti saluto e ti abbraccio x l’occasione ti faccio gli auguri di PASQUA. ciao a presto


  13. Domenico Muccio ( Melville , U.S.A )

    Cara Francesca, e’ bello ogni tanto sedersi di fronte allo schermo del computer e tr ovare i messaggi di PRONTO FRANCESCA. In America direbbero ” it’s refreshing”, grazie.
    Dici molto bene, il tempo vola cosi’ velocemente, siamo gia’ a Pasqua ormai e per me cio’ significa pensare all’orticello che da diversi anni coltivo in Pennsylvania anche per continuare una tradizione iniziata dai miei antenati e parenti che si recarono da quelle parti a lavorare nelle miniere di carbone illo tempore. Vi sono moltissimi italoamericani di seconda e terza generazione che ancora tengono stretti i valori e modi di vivere impartiti dai loro genitori. E’ molto divertente per me osservare quando quei givani giocano il trssette, la briscola , la scopa senza usare una parola d’italiano ma le regole del gioco le conoscono benissimo. Son figli di calabresi, di molisani ma vi sono originari del Veneto e dal Trentino Alto Adige che amano giocare anche la morra. Io mi sento molto ad agio tra loro, sono bravissimi amici. Spesso dico loro di visitare l’Italia, visitare i luoghi dove sono nati i loro genitori e quasi tutti promettono di farlo.
    Tornando al tuo compleanno ti immaggino seduta accanto a Nonna Lea a parlare giovialmente di tante belle cose . Concludo augurando ad ambedue un futuro felice e pieno di buona salute. Un grande abbraccio da Domenico Muccio.


  14. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara FRANCESCA sono felice che hai passato un felice compleanno!!!!!
    Ti racconto che la mia vita si svolge tra la famiglia……..il lavoro come segretaria parrocchiale…….e il volontariato nella CARITAS……..e il poco tempo che rimane mi piace essere in contatto con te e con i nostri AMICI sparsi nel mondo!!!!!
    Come novitá mio figlio maggiore Gabriel, la settimana prossima comincia a filmare un corto sulla vita di Luis Napoli, noto pittore cittadino ilustre di Luján che ha 86 anni, e che ha presentato venti giorni fa il libro ITALIA tierra de mis ancestros, che penso riceverai tra poco!!!!!!!
    Vi lascio, vado al lavoro, tanti baci!!!!!!!


  15. JOSIE Bonanno ( stoney creek ontario , CANADA ONTARIO )

    auguri francesca ,per il tuo compleanno
    ti vogliamo bene,fai il bel pogramma
    interessante , L’italia ce rimasta nel cuore
    saluti a presto


  16. angela pinto in tinetti ( San Salvador , El Salvador )

    Buongiorno o buonasera Francesca e a tutti i partecipanti al blog,

    ho letto stamattina il messaggio e adesso, che è di pomeriggio, i messaggi si sono moltiplicati…hai un dono speciale Francesca cara…
    in quanto a me io insegno italiano, vivevo a Torino, dove ho conosciuto mio marito salvadoregno ma di padre italiano. Siamo venuti qui a San Salvador, in America Centrale nel 1981, abbiamo lavorato nella Siderurgica della sua famiglia…tempi difficili, qui,allora la guerra civile interna rendeva tutto complicato,poi gli scioperi continui, le interruzioni di energia ecc. hanno obbligato me a fare altro…mi sono dedicata all’insegnamento appunto dell’italiano.
    Abbiamo tre figli, una vive a Madrid, l’altra forse se ne va a Messico e l’ultimo studia musica negli Stati Uniti,ma ha già una figlia di 1 anno e mezzo…
    Ho fatto la traduzione di un libro sull’emigrazione di una famiglia enl 18882 dalla provincia di Como a Guatemala, si chiama “La Saga dei Doninelli”…libro che è stato scritto in inglese dall’autrice Consuelo de Aerenlund, discendente di una Doninelli sposata con un Tinetti; poi tradotto e presentato in Messico e Guatemala…adesso tradotto in italiano e presentato a Como nel mese di marzo…(io ho curato la prima traduzione).
    Come vedi sento anch’io molto`l’emigrazione , tutta la problematica connessa, i sogni, i desideri,le speranze, la voglia di ritornare nel nostro Bel Paese
    ciaooooooooooo


  17. roy ( sydney , Australia )

    Carisima Francesca,
    un grandissimo saluto a te e tutti in salotto.
    siamo contenti che hai festeggiato il tuo compleanno in famiglia,
    e d’accordissimo che delle volte, ci sono alcune cose,….(che sono sicuro che facciamo tutti), che questi momenti te le tieni riservata per te.
    sicuramente, quando se lo sente, io credo che Nonna Lea ci fa sapere,
    con parole sue,… in modo suo,… quell’ che ha provato in quella serata,….
    sensa invadere la ‘privacy’ che Francesca , ogni tanto, cerca e desidera…!!!!
    Francesca, pur troppo , io ora scappo via, per motivi di lavoro ….
    percio per ora, niente di alto interesse di raccontare,… pero, ..’chissa….’
    come si muovano le acque….ce’ sempre qualcosa sul’ fuoco…..non…???
    di nuovo, un grande salutto a tutti in salotto…
    per te Francesca,… sempre un bacione
    roy.


  18. Mariella Brogan ( Middle Village, New York )

    Carissima Francesca,
    Dopo il lunghissimo inverno con tanta neve e freddo, la primavera e’ finalmente arrivata. Infatti i tulipani e narcisi adornano il mio giardinetto. Ma li guardo con un po di tristezza pensando che questa e”ultima primavera che trascorrero’ in questa casa. Dopo 39 anni di bei ricordi lasceremo Queens e andremo in una residence nel Long Island, non molto distante da Domenico Muccio e vicino la mia cara nipotina Julianna. Abiteremo in un condominio residence, avremo meno risponsibilita e saremo piu liberi di viaggiare. Infatti la prossima settimana partiremo per la Florida per trascorrere Pasqua a Palm Beach.
    Long Island e’ 40 minuti distante dalla citta di New York ma la distanza non ci fermera di andare al teatro, all’opera e mangiare nei buonissimi ristoranti italiani che anche tu conosci .
    Francesca, queste sono le mie novita’, insegnero’ fino a giugno e poi diro’ addio alla mia aula. Ci saranno molti cambiamenti, ma incominceramo un nuovo capitolo della nostra vita .
    Ti auguro una buona Pasqua e tanta felicita’
    Un forte abbraccio, Mariella


  19. Stefano Mollo ( Perth , AUSTRALIA!!! )

    Cara Francesca, cari Amici del Blog,

    si, chi va piano va sano e va lontano.

    Di cambi nella mia vita ancora non ce ne sono; ma ce ne saranno a breve e Voi tutti ne sarete partecipi.

    Per ora, non mi sento di aggiungere altro perché, come altri, anche io preferisco non dire le cose prima che accadano …..

    Ribadisco che il Libro Giramondo, i di cui commenti mi son letto tutti oggi, dovrebbe essere dato da leggere a coloro che pensano emigrare dall’ Italia, affinché possano realizzare una decisione ben ponderata a proposito della scelta del Paese, Stato o Nazione verso cui emigrare.

    Io sono molto contento di aver lasciato l’ Ecuador; e’ un paese che non si merita nulla, dove un immigrante può trovare solo cose negative (evito di farne la lista, son sempre le solite…).

    Un abbraccio sincero a tutti,

    Stefano, FELICE!


  20. Celia Taveira Di Nizo ( San Paolo , Brasile )

    Cara Francesca, da tempo non ti leggevo….

    Mia vita è mezzo cambiata giacchè secondo il mio medico dovrei camminare, per esercitarmi un po’, un’esigenza in favore della mia salute, allora ho deciso di affrontare la sfida. Prima ho pensato che non mi sarebbe possibilie perché, confesso, sono molto pigra. E sai che è stata una cosa bella?
    Adesso sto conoscendo davvero SAN PAOLO. Sto vedendo certi posti che non vedevo prima, per dire la verità, nemmeno sapevo che c’erano, giacchè passavo di fronte in macchina e sempre in fretta. È un altro mondo, è un’altra città. Ci sono tanti negozi interessanti e così colgo l’occasione di comprarmene dei regali. Pure di domenica vado al Parco del Popolo, che è vicino dal quartiero dove abito io, per camminare in mezzo alla gente giovane ed è molto divertente. Adesso non resto tanto tempo davanti al computer e leggo un po’ meno i miei libri, l’unica cosa che mi dispiace…
    Alle volte cammino circa di 4 o 5 km ogni giorno. Lo stesso ho fatto a Roma a novembre sono andata dal Vaticano fino a Termini a piedi, camminando in mezzo ai monumenti e palazzi storici famosi, però sotto la pioggia. Se potessi farei tutto questo percorso di nuovo e forse lo farò se Dio mi permetterà.
    Tanti auguri a te per il tuo compleanno e BUONA PASQUA!


  21. paola ( Alì "Messina" , ITALIA )

    lascio un commento x Maria Rosa Colombo dell’Argentina, x dirle che ho dei cugini che vivono a Lanus Est, la mamma era sorella di mia mamma lei è morta in Argentina è mi scriveva tante lettere che conservo con amore, mi raccontava quando nel 1948 appena finita la guerra è partita x questo paese a lei sconosciuto ed è andata con una voglia grande di migliorare la sua posizione xchè già il marito era li, quando è arrivato a provato una grande delusione, vivevano in 10 in una stanza lei ragazza di 22 anni si è messa ha vendere il frumento x i cavalli davanti alla porta e con i primi soldi del guadagno ha costruito una stanza e poi un’altra e cosi via, adesso dopo tanti sacrifici che poteva godersi i figli e i nipoti è morta, io lo conosciuta quando avevo 15 anni xchè è venuta in Italia, era un suo desiderio mettendo da parte un soldo alla volta ci è riuscita, ma ancora dolore x lei mia nonna era morta , mia mamma pure, questa è la vita dei nostri emigrati sono partiti con pochi spiccioli hanno patito la fame hanno fatto i lavori più umili ma alla fine ci sono riusciti a dare ai figli una posizione e così ne gogono ache i nipoti. dovrebbero fare una festa x tutti i nostri emigrati che vivono all’estero x il loro coraggio per la loro forza di volontà e x come si sono inseriti in quella società con costumi e lingua differenti di noi un saluto a tutti compresi i miei cugini che vivono in Argentina a mia sorella che vive a New Jork , a miei cugini che vivono in Australia a mio fratello che vive in belgio. un abbraccio a tutti


  22. giovanni ( Manaus , Brasile )

    Buongiorno Francesca e tutti amici del blog,

    quando arriva un nuovo invito di Francesca a comunicarci é sempre un momento piacevole.Leggendo gli scritti si rinnovano dentro i ricordi di quelli passati e si intraprende ,anche se involontariamente, un viaggio nel tempo che fa bene allo spirito.
    Ho accompagnato le trasmissioni che sono state fatte per i 150 anni dell’unitá italiana. Bei programmi, preparati con sobrietá e stile.
    Devo solo lamentare, tristemente perché proprio non sono riuscito a caire il perché, l’inclusione nel programma di Pippo Baldo e Vespa della “Belén Rodriguez “. Neanche é figlia di italiani e “completamente vuota “di italianitá ( che oltre al resto ha fatto una figuraccia davanti alla dignitosa sposa dell ‘italiano caduto in Afganistan ). Possibile che non ci fosse un’italiana decente da mettere al fianco dei due. E dopo quel tango di Carlos Gardel che malamente ha cantato, cosa c’entrava con l ‘Unitá d’Italia ?
    Non voglio creare polemiche, solo esprimere un rammarico ed un triste lemento. A volte noi italiani ci comportiamo come sciocchi , abbagliati da non so cosa.
    Considerando il detto come non detto,
    saluti a tutti dal piú bel posto del mondo per vivere : l ‘Amazzonia.
    giovanni


  23. Giorgio Turri ( Middletown, CT , USA )

    Cara Francesca,
    daccordissimo sul fatto che i momenti piu’ intimi della vita privata debbano rimanere tali. Per quanto riguarda il libro giramondo e’ come un buon vino: migliora col tempo. Ora, con tutte le dediche e’ davvero bello.
    Per quanto mi riguarda, Laura ed io ci siamo presi un intervallo dal clima inclemente del New England e ci troviamo ora in Florida.
    Un abbraccio a te e a tutti gli amici di questo salotto.
    Giorgio


  24. Vittorio Cassone ( San Paolo , Brasile )

    Cara Bambinella FRANCESCA: Auguri alla PAOLA (9 aprile alle 9:01), che hà centrato UN PO DI VOI, un piccolo riassunto che racconta una bella storia di vita emigrata.


  25. Luciana Cianfarani ( troy, mi , usa )

    Giovanni, per quanto riguarda Baudo, Vespa e la Belen, hip-hip hurray, come dicono gli inglesi, per la tua osservazione. Auguro a tutti una felice Pasqua con la speranza che Cristo Redentore dia tanta pace a ognuno di noi e a tutto il mondo.


  26. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Per PAOLA sono a tua disposizione e il mio indirizzo mail si trova nella agenda dei contatti di Pronto Francesca.
    Vedo la tua é stata una storia simile alla del mio papá RINO che é arrivato e nessuno lo aspettava, ed ha trascorso la sua primera notte in Argentina all´aria aperta coperto con la bandiera Argentina!!!!
    Ma tutto quello é stato per farlo piu forte di fronte alla vita, sapete carrissimi che il giorno che RINO torna della seconda guerra, com´era tarde non chiama e si dorme al piede della scala, per non far alzare nessuno……..cosi alla mattina, la sua mamma lo trova con tanta gioia!!!!!!!
    Ricordi…….tanti ricordi, baci v.v.t.b.


  27. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca, voglio complimentarmi con te per l’apertura e la libertà che permette il tuo post di venerdi 8 aprile a tutti i partecipanti del salotto mondiale di raccontare liberamente di loro stessi senza essere limitati da un argomento specifico. E devo dire che i commenti postati dagli amici nel mondo, sono tutti interessanti e si leggono con vero piacere.

    Ho visto che il libro giramondo sta finendo il suo percorso, non ho ancora letto gli ultimi commenti, ma lo farò subito, perchè l’ultimo che avevo letto era quello di Stefano Mollo. La sua esperienza di emigrante in Ecuador, però, la conoscevamo tutti perche ha scritto abbondantemente nel tuo blog sul suo problema in quel paese, ma non credo che si debba mettere in guardia le persone che vogliano emigrare in qualsiasi paese del Sudamerica perchè la sua disgraziata esperienza è piu unica che rara, e non si può generalizzare. L’ Argentina è un paese bello e apprezzato da tutti gli italiani che arrivano qui, quasi tutti giovani, che si inseriscono felicemente in questa società trovandola molto aperta e stimolante.

    In quanto al commento di Giovanni di Manaus, CONCORDO TOTALMENTE CON LUI. Molte volte mi vergogno di certe cose che vedo alla televisione italiana e dello smodato “cholulismo” (fanatismo) che hanno gli italiani verso le ragazze straniere che approdano in Italia e senza nessuna condizione specifica vengono inserite in programmi nei quali sono assolutamente inadeguate. Belen è un caso emblematico, ma ce ne sono tantissime.
    Non voglio fare polemica (e ci sarebbero diversi argomenti di cui parlare, come l’emigrazione di questi giorni a Lampedusa) ma non voglio abusare del permesso che ci hai dato di esprimerci più liberamente.

    Complimenti alla signora Angela Pinto in Tinetti. Veramente interessante quello che ha raccontato.

    La mia vita, come quella di molti emigrati ormai avanti nell’età è piuttosto sedentaria e dovrei seguire l’esempio di Celia di San Paolo, di camminare di più, ma mi piac


  28. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    La mia vita, come quella di molti emigrati ormai avanti nell’età è piuttosto sedentaria e dovrei seguire l’esempio di Celia di San Paolo, di camminare di più, ma mi piace anche tanto stare al computer… Ho i miei tre figli lontani in diversi paesi al mondo, proprio come Angela Pinto. Ma non mi lamento perchè ho molte amiche, vicine e lontane, molte di loro sono virtuali perche conosciute attraverso il tuo blog (e di questo ti ringrazio sempre).

    Un saluto speciale a Maria Rosa Colombo, la cui amicizia è preziosa per il suo bellissimo modo di comunicare e per le cose emozionanti che spesso racconta del suo caro papà RINO.

    Ti auguro una buona Pasqua insieme alla tua famiglia e ti mando un forte abbraccio
    Lucia


  29. Fatima ( São Paulo , Brasil )

    Ciao a tutti.
    Allora io vi parlo dei libri: sto leggendo XY di Sandro Veronesi e già ho acquistato Canale Mussolini. Come sono rientrata pochi giorni fa da San Felice Circeo, Terracina,ecc sono incuriosita della storia dei agro puntini.
    @ Celia e Lucia, io adoro camminare, quindi AVANTI tutte e due!
    Un saluto a tutti.
    BUONA PASQUA.
    Fatima


  30. paola ( ALI' , Italiana )

    CARA fRANCESCA ringrazio Maria Rosa Colombo e Vittorio Cassone che hanno risposto al mio scritto , vorrei raccontare quello di mio nonno Carmelo che parti per New Jork a l’età di 17 anni (ho ancora il suo baule che porto dall’america nel 1915 e lo tengo con amore) nato nel 1889 nel 1906 sbarco a New Jork e dopo essere stato in quarantena fu inserito nel lavoro, nel 1913 sposo una ragazza di nome Adelaide, naque il 1 figlio “Filippo” come il mio bisnonno, il mio bisnonno voleva conoscere il nipotino è parti x l’america ci fu l’incontro fin qui tutto bene, il mio bisnonno doveva fare ritorno poi in Italia è mio nonno non si sentiva di mandare il padre da solo in un viaggio cosi lungo è partirono x l’Italia lasciando in america moglie e figlio. Arrivati in Italia scoppia la 1° guerra mondiale “1915”e mio nonno figlio di italiano lo mandano in guerra “disperso” la moglie Adelaide, il marito disperso si risposa, la guerra finisce e mio nonno malato ritorna dalla guerra a casa dei genitori appena si riprende fa ricerca della moglie e del figlio attraverso il consolato, è scopre che la moglie si è sposata. Mio nonno aveva bisogno di vestiti e lo portano da mia nonna Donna Paolina detta a pantalunaia( cuciva i pantaloni e fra un pantalone e l’altro si fidanzarono e si sposarono , nasce il 1° figlio come si chiama Filippo (xchè nessuno disse che lui era stato già sposato in america” e cosi via nascono altri figli come mia madre Concetta ecc. Intanto la 1° moglie ha 3 figli ma nel terzo parto muore , il marito che fa “Filippo che non era suo fliglio lo mette in colleggio, ma a l’età di 17 anni tramite di consolato fanno le ricerche, figlio di
    italino , e lo mandano in italia , mia nonna era allo scuro di tutto questo e una mattina bussano alla porta e aprendo l’uscio vede 2 carabbinieri e un giovane e fu quello il momento che scopri tutto . praticamente io mi sono trovata con 2 zii con lo stesso nome “FILIPPO” questa è la storia di mio nonno
    ciao a tutti


  31. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Care Celia E Lucia,
    Cambiare abitudini spesso dovute ad un´accenno del nostro medico di fiducia, è un modo di migliorare il nostro fisico e di con seguenza anche la nostra mente, rendendola più fluida. Anche io ho dovuto ristrutturare la mia vita dopo l´infarto subito due anni fá. Ho smesso di giocare al tennis, oggi potrei ritornare a giocare, invece, ho cambiato attitudine, faccio un condizionamento fisico in ospedale due volte alla settimana, insieme ad un gruppo di persone, sono contento sia perchè sto mantenendo il mio tono fisico, sia anche perchè ho conosciuto altre persone, poi ho creduto che, il riordinasi del concetto tempo amore, che disponiamo cada uno a suo modo, in ogni momento della nostra esistenza, questo è molto importante per me e per le persone che ami e ci amano. Sembra che il dolore, certe volte, porta ad un cambiamento di rotta, in certo modo a migliorare la nostra vita, riordinando un equilibrio che giova un pò a tutti, oltre che a me.
    E non dobbiamo mai dimenticare che se prima non amiamo noi stessi, non possiamo pure amare gli alrti.

    Fernando.


  32. Antonio Di Florio ( Buenos Aires , Argentina )

    Ciao Francesca, in ocassione di vedere la puntata del sabato 9, ho saputo del tuo compleanno, come tante volte, ricevi da me gli auguri di compleanno, buon lavoro e tante belle cose, sinceri saluti, Antonio Di Florio


  33. silvia maranca ( são Paulo , Brasile )

    Carissima Francesca:auguri di nuovo,per il compleanno e per il tuo programma di ieri ,ognii volta é piu bello dell anteriore,a dire la veritá sono tutti molto belli e per questo é difficile dire “il piu bello”.Poi Agostino,dove lo siete andati a pescare?non poteva essere una persona piu adatta che lui per fare duetto con te.Prima di tutto per la bella voce e il bellissimo repertorio che scegliete sempre,poi per la sua dolcezza come persona,verso di noi tutti,si vede che fá il programma con lo stesso amore che te verso di noi.Ed é questo che penso vi accomuna,perche senó come temperamento si direbbe esattamente l opposto vero?Tu Dolce,esuberante e estroversa,lui dolce,introverso e tranquillo.Almeno dico nel programma……mi diverte che non impara nessun prefisso,hai voglia di chiederlo,ma ha ragione,alla fine siamo tutti fuori italia e appena tu chiami lui sá ,penso(dá l impressione) che un autentico amore fraterno vi unisce,ed é questo che passa a noi.Quanto al libro Giramondo,cara Francesca,ha fatto il giro della terra intera,via postale,ma poco ci ha messo…..Senti,ho notato che oggi che tu dai la libertá di raccontarci,sembra che tutti sembriamo un poco inibiti,ma vedrai che presto avrai il ritorno.Io lo penso sempre che la libertá(il libero arbitrio) é la cosa piu difficile da gestire.Perche significa assumere te da sola le tue responsabilitá di ció che dici,dei tuoi atti,non puoi colpare nessuno,.Oggi mi chiedevo,di cosa posso parlare…ci sono tante cose,tanti argomenti, e non me ne viene uno.Il tran tran di tutti i giorni credo sia uguale per tutti….con piccole variazioni,chi lavora chi no,chi é madre,nonna,chi no,ma tutti passaimo la giornata facendo qualcosa.,e ci questioniamo continuamente.,lasciamo che ci sia il tempo perche qualcosa esca spontaneo.Stefano Mollo,che emozione vsentirti felice,ma che angustia sapere che hai belle notizie e bisogna aspettare.,ma fai bene,per scaramanzia no?fai presto a dirci.Francesca,grazie di tutto,sempre,Silvia


  34. Luciana Cianfarani ( troy, mi , usa )

    Francesca, come al solito, programma fantastico dall’informazioni alla musica e canzoni rese da Agostino e tu con il tuo abbigliamento e la tua freschezza mi sei sembrata proprio “ne sciore de primavera” come si dice a Picinisco (Fr). abbraccio calorosamente tutti voi in studio e bloghisti. Luciana


  35. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Cara Francesca,

    Faccio mie le parole di un brano che un lettore del Corriere che ha scritto su domande e risposte; Lasciamoci andare all´Amore che abbatte ogni logica.

    Eminenza. Ho letto molti autori (italiani e stranieri) in materia di religione. Malgrado tutto quanto sopra e il mio forte desiderio di credere, so per certo di non possedere la fede. Non sono sicuro dell´esistenza di Dio, di Satana, DEL Paradiso e dell´Inferno. Anzi credo proprio che non esistano e tutto sia una invenzione dell´uomo. I miei principi morali si basano sul rispetto di tutte le persone, indipendentemente dalle idee politiche, di religione, di razza o livello sociale, sulla dignità umana, sull´educazione, sull´onestà, sull´amicizia, sull´amore per la famiglia, sulla generosità, sul senso del dovere e via dicendo. Principi morali e di vita che non mi vengono da Dio, ma dall´educazione che ho ricevuto. Non crede, eminenza, che questi principi morali, che sento in me, non credente, possano in qualche modo sostituire il conforto che possiede la preghiera per un cattolico? Penso di sì perchè diffido molto della logica cattolica (e di tutte le altre religioni). Forse perchè non riesco a capirla. Ed è proprio questo che vorrei capire.
    G.C.


  36. Francesco ( Toronto on. , Canada )

    Francesca sono contento di aver visto Gaeta, al GSI. Per me è come se avessi visto il mio paese, che ora sono quasi diventati uniti tramide di costruzione, e sembra tutta una città.
    È sempre bello vedere qualcosa che ti appartiene, e grazie al GSI, che ci permtte di vedere queste bellezze italiane.
    Francesca, non ho ricevuto il bustone, ma era una busta con tutti i decumenti da compilare tramide, gli uffici consolari, ricordo che qualche settimana fà avete parlato del bustone, credo che questa busta è quella che apettevano.
    Come al solito il programma è sempre interessante, e rigrazio a te, tuti i partecipanti, e il cantante, Agostino che ci ricorda delle vecchie canzoni.
    Ciao a tutti, Francesco.


  37. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Carissimi,

    Quando non esiste un´insieme di regole da osservare e da rispettare ecco che siamo inpantanati, come un fiume, che a sua volta fù ruscello, ma che con il trascorrere dei secoli diventò fiume, così è (o dovrebbe essere, per noi la vita), se non sulchiamo, come il ruscello il percorso da approfondire non diventeremo mai un fiume, e rischieremo molto il dilagare e impalludire, diventando acque stagnante. Per questo è importante seguire un percorso che possa aiutarci ad approfondire la nostra conoscenza. La libertà, come la verità sono cose che non esistono nel suo totale concetto, ma appena lembi di libertà e di verità, che noi dovremo poco a poco comprendere nella nostra grande malattia che è l´ignoranza. Alcuni pensatori ci dicono, che tutto è congettura, mai una certezza. E ricordiamo sempre Pirandello in (Uno , nessuno, e centomila) così è se vi pare.
    Cerchiamo anche qualche volta di sentire la voce del silenzio, e scopriremo delle cose meravigliose.

    Fernando.


  38. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Ciao Fatima, vieni anche tu? Saremo in tre a camminare!
    Anche tu, Fernando! Ti farà bene come a tutti noi. Intanto che camminiamo parliamo di tante cose che ci stanno a cuore. I tuoi discorsi sono sempre molto significativi. Hai proprio ragione, se non amiamo prima noi stessi, difficilmente potremo amare gli altri. E in quanto ai principi morali che i tuoi ti hanno insegnato fin da piccolo attraverso l’educazione, sono quelli della cristianità, anche se non sei credente. Sicuramente molte cose della religiosità sono state inventate dall’uomo, forse anche per dare regole di convivenza in epoche molto tumultuose, ma sono state quelle regole a darci l’impronta di quello che siamo oggi. Quell’eredità cristiana è ineludibile, si creda o no in Dio.
    Mi ha fatto piacere chiacchierare con te in questo piccolo tratto di strada che abbiamo fatto insieme… :-)


  39. paola ( ALI' , Italiana )

    cara Francesca vorrei sapere quale programma fai e in quale canale, leggo che tanti ti fanno i complimenti x il tuo programma e chi è Agostino. Scusami x queste domande ma vorrei capire, un saluto è un abbraccio a tutti ciao e a presto


  40. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Per Paola (ALI’, Italiana)
    Ciao Paola, mi fa piacere che tu ti sia aggregata a questo blog anche se non sei emigrante e nemmeno vivi all’estero.

    La storia di tuo nonno è molto interessante e penso che molto spesso sono successe storie simili fra le persone che emigravano lontano e poi si sposavano magari due volte. Certo che il nome Filippo gli dev’essere piaciuto molto a tuo nonno, visto che lo ha dato a due suoi figli, anche se non della stessa madre. E non è stato mai condannato come bigamo?

    Una curiosità: tua nonna Paolina, accolse bene il Filippo americano?
    Un’altra curiosità: ALI’ è un paese? E cosa vuoi dire quando aggiungi al luogo di provenienza la parola “Italiana”? Non si riesce a capire da dove scrivi.

    Scusa se ti sembro indiscreta, ma è solo per conoscerti un po’ di più.

    Il programma di Francesca non si vede in Italia, ma si vede soltanto all’estero, ma se tu lo vuoi vedere, puoi guardarlo in internet cliccando sul banner poco dopo la data e l’ora che si vede all’inizio, in rosso.
    Il banner è quel rettangolo dove dice RAI >< Internazionale – GRAN SPORTELLO ITALIA.

    Benvenuta fra di noi emigranti.
    Lucia


  41. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Per Paola (ALI’, Italiana)
    Ciao Paola, mi fa piacere che tu ti sia aggregata a questo blog anche se non sei emigrante e nemmeno vivi all’estero.

    La storia di tuo nonno è molto interessante e penso che molto spesso sono successe storie simili fra le persone che emigravano lontano e poi si sposavano magari due volte. Certo che il nome Filippo gli dev’essere piaciuto molto a tuo nonno, visto che lo ha dato a due suoi figli, anche se non della stessa madre. E non è stato mai condannato come bigamo?

    Una curiosità: tua nonna Paolina, accolse bene il Filippo americano?
    Un’altra curiosità: ALI’ è un paese? E cosa vuoi dire quando aggiungi al luogo di provenienza la parola “Italiana”? Non si riesce a capire da dove scrivi.

    Scusa se ti sembro indiscreta, ma è solo per conoscerti un po’ di più.

    Il programma di Francesca non si vede in Italia, ma si vede soltanto all’estero, ma se tu lo vuoi vedere, puoi guardarlo in internet cliccando sul banner poco dopo la data e l’ora che si vede all’inizio, in rosso.
    Il banner è quel rettangolo dove dice RAI >< Internazionale – GRAN SPORTELLO ITALIA.

    Benvenuta fra di noi emigranti.
    Lucia


  42. Deisy Montiel ( Maracaibo , Venezuela )

    Molto interesante tutti gli scriti dei nostri Amici del Block, ma sopratutto il de Paola, raconti come questi ne ho sentito parechio volte, per questi gli Italiani che emigrarono , lasciando la sua patria per trovare, maggiore stabilita, riuscendo di manera Onorevole, destacandose, portando la Capacita di Organizazione,Planificazione,incorporandose plenamente in tutti l¨luogi o Paesi dove se sono trovati, sono stati dei bravi Profesori, facendo imparare a chi non aveva un Mestiere, che lo imparasse, dal Muratore, al Scultore. Paruchiere, Barbieri, la sua cultura, il suo arte, il suo Arte Culinario, la sua lingua, la sua Musica, ma sopratutto ci hanno donato parte della sua terra, ci hanno datto la posibilita d¨Amarla, insoma per me ( anche per Paola, si ho capito bene, lei non e nata in Italia) anche io non sono nata in Italia, ma sono Citadina Italiana dell 1971, gia che quell anno sono arrivata in Italia . Bari Puglia, sposate con un Pugliese, con due Bambini Gemelli, avevano 12 messi,aveva 19 anni, li ho studiato, me sono Diplomata, ho lavorato come Puericultrice al Policlinico, per tutto cio, ho ricevuto delle belle oportunita con gente Profesionale, come un Speciale Napolitano che ho ammirato, il mio Profesore de Pediatria ProF. Nicola Rigillo ,hoy ausente materialmente, ma spiritualmente presente, veramente mi sento in dovere de racontare parte della mia vita, per dare Onore a chi veramente lo merita, bisogna riconoscerlo, sempre saro grata a tutte le persone che in quell periodo, ma hano tessa la mano, ho imparato molto di loro, li ringrazio, sono felice d´esere Citadina Italiana, ho una Bella Famiglia, ho tre figli, due Maschi Rino e Mario, Profesionale, Sposati, con figli , una Ragazza Gianna Elena, Dentista, Sposata, ha una Bimba Isabella ha 3 Anni, un marito Tony Caricola, buon Marito, exelente padre, grande lavoratore (Gran Trabajador) Italianisimo di cuore. questa fa parte della mia vita,,,,,, ce tanto da racontare…. Salutti Francesca, la Nonna Lea,


  43. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Cara LUCIA,

    Peccato che la ‘passeggiata fatta assieme in modo virtuale, sia stata tanto corta, ma l´importante é diaiogare e scambiare qualche idea. Sì è vero quello che dici, che la religione ha arginato gli animi delle persone di quei tempi oscuri, e mi riferisco al medio evo. Non possiamo e non ho la pretesa di concludere nulla, ma fa specie, perlo meno a me, configurarmi come oggi, l´uomo ha trasformato e ridotto Dio ad un dio humano, con tutta una struttura umanizzata con forti sfumature pagane.Si perchè quando la religione cristiana divento religione di stato, i suoi fedeli che erano pagani, continuarono a mantenere i baldacchini pagani nelle sua case. Se ancora non lo hai letto, Pallido punto azzurro, che lo troverai su google, accessa questo testo – pallido punto azzurro, vedrai e leggerai un testo,appena sul creato che a noi è permesso vedere. Nella casa del Padre mio ci son molte dimore, (Giov. 14/2 ) dei semi divini di sapienza e umiltà, come Ghandi, Maria Teresa di Calcuttà e Albert Einstein. Ghandi fu “pedinato” ad abracciare la religione cattolica, lui aveva un quadro di Cristo, ma ai suoi interlocutori egli disse, a me piace il Crsito ma in un modo diverso dal vostro. Secondo me Lui fu Un Vero Cristiano.
    Spogliarsi della “maschera’ che abbiamo non è facile e solo pochissimi sono in grado di farlo, perciò saremo sempre in balia a ricadere negli stessi erroi, del mare dei nostri sensi, seguendo un percorso circoscritto, come il cane che rincorre la sua coda, e non vede oltre, questo é quello che mi sembra.

    Un abbraccio,

    Fernando.


  44. angela pinto in tinetti ( sa salvador , el salvador )

    continuando con “un po`di me”…
    nel 1986 è nato il mio terzultimo figlio…avevaappena dieci giorni quando un terribile terremoto distrusse un edificio di vari piani, con decine di morti e una infinità di case inutilizzabili proprio sopra la liena di frattura geologica, come il collegio dei padri Gesuiti dove andava mia figlia…le continue scosse di assestamento provocavano molta tensione, ma alla fine tutto è ritornato come se non fosse successo niente…mi riferisco alla tragedia di Giappone, dove ancora tuttòggi la situazione permane preoccupante e caotica…un terremoto così seguito da un tsunami è veramente una tragedia incalcolabile, la distruzione è di enorme proporzione e purtroppo il rischio atomico peggiora le cose…
    ritornando a me…
    nel 1989 ci fu “l’attacco finale” della guerriglia di sinistra in San Salvador…mio marito ebbe una angina pectoris (aveva un soffio al cuore) e il 26 di dicembre fummo pbbligati ad andare in Italia perchè potesse essereoperato d’emergenza al cuore, una valvola cardiacanon funzionava più…
    dovetti lasciare le mie due figlie di 12 e 7anni con mio suocero e cognata


  45. angela pinto in tinetti ( san salvador , el salvador )

    questo computer fa i capricci !!!, ajajajajaj
    bene, provo a continuare…
    porati con me il mio piccolo di tra nni e mezzo, a San Donato Milanese…fu un’ altra esperienza difficile , dolorosa, i miei vennero ad aiutarmi ma la verità e`che non volglio neanche ricordare tutto quello…
    al ritorno qui a san Salvador le cose furono ancora più complicate…
    nel1995 uno sciopero degli operai nella Siderurgica, il cambio della moneta, del Colon salvadoregno, dipendente dal dollaro, da 5 a 7, 25 rese difficile una nuova ristrutturazione dell’impresa, ormai obsoleta, con macchinari vecchi,competendo con una nuova Siderurgica creata dall’associazione di gente della costruzione e ferramenta, portò alla quasi chiusura della fabbrica che da anni era stata artefice degli edifici nuovi e solidi e sicuri del paese…
    lì ho cominciato a insegnare italiano, ajajajaj
    adesso grazie a una legge speciale e soprattutto all’appoggio di Francesca ho portato avanti la richiesta di pensione italiana, giacchè raggiungo il minimo dei contributi…ma devo smettere di lavorare e allora sto già pensando in cosa fare…
    ho un po`fatto di tutto nella mia vita, per esempio mi piace dipingere, occuparmi di piante,continuo a farne di nuove e a regalarle…fare esercizio, è obbligatorio, soffro di ipotiroidismo, eh, con tanti problemi, dovevo ammalarmi di qualcosa, ho avuto ulcera di stomaco, polipi intestinali e insomma devo stare attenta eseguire una dieta stretta…
    a questa età bisogna muoversi molto e mangiare poco, ajajajaj
    bene, un abbraccio a tutti, grazie Lucia dall’Argentina, a Deysi, a Fernando per le sue continue pubblicazioni ricche di notizie e di contenuti filosofici…
    a te Francesca, un abbraccio particolare, buon lavoro e continui successi, ciaoooo


  46. Maria Anna Carfora Hart ( Newport News , Virginia )

    Carissima Francesca
    Scusami se non scrivo spesso nel Blog, ho dà aspettare mia nipote, che viene dal lavoro.
    Mi sto godendo le belle giornate qui a Napoli, sto veramente bene di mente.
    Spero tanto che la giornata del tuo compleanno ti sei divertita come al solito.

    Mi sto informando di tutto per la cittadinanza, ma è un poco complicata. non sapevo che ci fosse tante cose cambiate qui, si deve fare una grande fila, per essere sicura quel che mi serve, ma spero bene che risolve tutto.

    Ciao Nonna Lea, ti mando un bacione, anche a te Francesca, saluti agli amici del Blog, un saluto anche a Francesca & Luigi Verde.
    Con affetto Maria dalla bella Napoli.


  47. Maria ( Montreal , Canada )

    Carissima Francesca,con un po di ritardo mi faccio viva.
    La puntata è stata un vero successo come sempre,devo essere sincera ho visto solo la metà,ma mi basta per dirti che sei sempre affascinante ,il verdino ti dona moltissimo,complimenti .
    Agostino con le canzoni di Ramazzotti è stato veramente bravo come sempre.
    Io non ho cose nuove da raccontare e allora lascio spazio a chi vive delle belle avventure,beate loro.
    Vi mando un saluto affettuoso a tutti,un caro saluto a te Francesca e alla nostra nonna Lea.
    Maria


  48. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Fernando, è vero che abbiamo fatto un piccolo percorso insieme, ma è sempre interessante leggerti. Condivido molto di quello che hai scritto.
    Ci troveremo ancora, forse proprio a SanPaolo. Gia ci sono stata una volta per visitare Anna e non è detto che non ci ritorni.
    Un saluto a tutti gli amici. Uno speciale a Maria Carfora che si gode la sua bella Napoli. Spero riesca finalmente ad ottenere la cittadinanza.
    Saluto anche a Francesca, padrona del salotto e alla meravigliosa NonnaLea.
    Lucia


  49. paola ( ALI' Prov. (Messina)Sicilia , ITALIA )

    ciao a tutti sono PAOLA è sono nata ad Alì provincia di Messina (Sicilia) sono Siciliana dalla nascita è me ne vanto sono infermiera professionale dal 1976 non lavoro in ospedale ma mi occupo delle vaccinazione dei bambini e anche adulti quando capita sono nonna di 2 splenditi bambini “gloria e Salvatore”e ALI’ è un paese, peccato che parecchie persone si sono trasferiti altrove e fra i morti e chi va via il paese si è un pò spopolato, possiede abbastanza referti storici come la chiesa del 1200 un convento dei cappuccini molto antico e palazzi di famiglie benestanti del tempo del 1300 peccato che le belle arti se ne infischiano, adesso vi parlo della cucina siciliana, come la caponatina, le braciole, il peschestocco alla messinese, la pasta con le acciughe, vi spiego le braciole: fettina di carne tagliata sottile e piccole di dimensione adagiare le fettine su un piano mettere un pò di olio di oliva (quello siciliano) mollica condita con formaggio prezzemolo, pepe nero, sale, un pò di acqua (x essere un pò morbida e un pò di olio) mettere tutto questo sulle fettine e chiuderle e infilzarli in uno spedino di cui nello spedino ne intrano un 8 dopo di che si fanno cuocere o sulla bracia o nel fornetto elettrico non quello a microonde
    accompagnare con insalata verde o di pomodoro (con origano, olio e sale) e le braciole quando sono cotte toglierli dallo spedino e metterli in un contenitore dove prima avevo già messo un pò di acqua olio e origano e sale le do una girata e poi metto le braciole, provate che gusto HUUUUUUUUUUUUUUU che bontà peccato che non ve li posso spedire un saluto a Francesca che ha aperto questo spottello in modo da poter comunicare con tutti anche seduti in poltrona da casa. a Lucia,Fernando, maria rosa c. e a tutti quelli che hanno scritto , adesso vi saluto xchè devo preparare il tiramisù alle fragole ciao.


  50. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara FRANCESCA, ho visto la puntata di sabato scorso, come mi é piaciuto la coppia che presentava il com´era com´é , si hanno divertito loro e noi!!!!!
    Come sempre AGOSTINO un vero Artista!!!!!! tutto bello…..come sempre!!!!
    MARIA CARFORA sono felice stai godendoti la tua Napoli!!!!! Io sogno con la mia GALLARATE !!!!!
    PAOLA é un piacere averti tra noi, e come ti ha detto LUCIA ogni settimana puoi vedere la puntata su internet, io faccio lo stesso, é piu comodo, perche la vedo quando sono tranquilla e nessuno mi disturba.
    Con il tuo ultimo post, ci hai fatto venire l´acquolina in bocca!!!!!!!!!!!
    Carissimi un bacio a tutti v.v.t.b.


  51. enzo ( PUNTO FIJO , VENEZUELA )

    Carissimi amici del blog, come spesso ho problemi col computer, colgo l’occasione per fare i migliori auguri pasquali a tutti i lettori di questo spazio in particolare tutti coloro che fanno possibile questo spazio che grazie al nostro cavaliere ci unisce sempre piu`, un saluto speciale alla nostra cara nonnina Sra Lea.
    alla sigra Paola di Ali’ piacere conoscerla, i miei figli hanno studiato primaria in Ali’ dalle suore Salesiane, se va da quelle parte porti i miei saluti
    digale il fratello della buonanima di suor Maria loro consorella.
    AUGURONI A TUTTI FELICISSIMA SETTIMANA E UN LUNEDI DI ALLEGRIA. ENZO


  52. paola ( Ali' (messina) , italia )

    ANGELA di san Salvador non ti rattristare x i tanti problemi affidati al Signor Gesù che lui è nostro Padre ci comprende e ci capisce parla con lui di tutti i tuoi problemi e vedrai che tutto si spiana egli ci ama ma vuole che noi ci affidiamo a lui ti voglio un gran bene anche se non ci conosco e una pronta guarigione, anche io sto andanto in ospedale x fare un esame e dico GESU’ opera tu fa che non sia il medico ad operare ma le tue sante mani ciao e a presto xchè alle 16.00 devo essere in ospedale un saluto a tutti specialmente alla Sig.ra FRANCESCA vi prometto che appena o 5′ di tempo aprirò lo sportello x godere anche io ciò che voi vedete nel programma ciao.


  53. fernando ( san paolo , brasile )

    Un pò di noi…

    Quando Francesca ha aperto questo spazio, devo confessare la mia allegria, aprire , buttar giù le mura che ci separono, oppure costruirci un muro per creare un nostro spazio, un silenzio e far parlare la nostra anima, ambe valide. Specie oggi molti soffrono di depressione, di poluizioni di degrado sociale ambientale ecc, in questo tsunami di movimenti geologici, caos politici, leggi confuse, giustizia sterile, “emiganti” compulsivi e male odoranti,che fanno la voce grossa, esigendo spronati da che sà quali cosche interessate. Il lavoro che non cè, il tempo che ci sfugge tra le dita, la gioventù che svanisce. Parole, quante parole buttate al vento, mai come oggi con tutte le miriadi di telefonini tutti “cuciti” nel palmo della mano, una vera e propria onda maniacale, il comunicarsi ovunque compulsivamente. Eppure, stiamo sentendo un vuoto dentro di noi, entriamo in una dimensione globale, molto diversa dall´usanza del comunicarsi quando possibile personalmente, al comunicarsi premendo compulsivamente una tecla. Ci tengo a ricordare, dell´importanza del calore humano, del vedersi negli occhi, del sentire la voce di chi ci è davanti, perdere questi momenti credo che perdiamo anche qualcosa di noi stessi. Mi ricordo di un flim credo che di Vittorio de Sica, “Le castagne sono buone” che simboleggia un pó quel che voglio dire, ciò è che le cose antiche hanno il suo fascino.

    Fernando.


  54. Francesco ( Toronto on. , Canada )

    Ciao Francesca, questo pomeriggio ho visto un paio di cose belle, e qualcuna brutta.
    Le belle, sono che ho rivisto te, con il GSI. Ho rivisto Gaeta, e tutto il programma, che mi fa sempre piacere vedere.
    Poi ho visto la champions league, (le partite) per essera più esatto. e la grande delusione, che credo che tutti ce l’aspettamo, cioè l’eliminazione dell’Inter, da coppa europea…..
    Certo, come sportivo mi faceva piacere vedere almeno una squadra italiana, alla finale, ma non si può vincere sempre….
    È andata così, ed speriamo che il prossimo europeo, sarà diverso……
    Francesca, tanti saluti a te, e tutti i nostri amici bloghisti….Francesco.


  55. Lujan ( bs.as. , argentina )

    “Un po di noi”:FERNANDO, sai? hai ragione en cuasi tutto, ma e la vita che trascorre e va lasciando un po di noi per la strada. Ma come il tempo ha una certa fluidita, questo spazio, diverso, imprevedibile, curioso, mondano , amabile, e una occasione per conoscere per imparare, e per che no, per sentire el affetto della gente. FRANCESCA e un ponte, una via regia per sapere che qualche cose buona e posibile. Per me, un modelo di solidarieta e di servicio.
    Guarda gli occhi della brava condutrice di GST e verrai che se puo sentire il calore umano e la amicizia atraverso lo sguardo limpido e sincero
    Cambiando argomento, il telefonino e geniale. Non dimenticare che il primo senso della vita e il udito, per sentire il cuore della mamma…???
    Bravisima tua reflessione, cari saluti. Lujan
    Un calido abbraccio a tutti, buona Pasqua!!!


  56. paola ( Alì "Messina" , italiana )

    ciao a tutti in qualisiasi parte del mondo abitate, adesso vi voglio raccontare un episodio successo alla mia collega che adesso è in pensione : suo papà si inbarco è ando in Perù non mi ricordo in quale citta è vendeva per strada la granita al limone dolcetti,gelati cose che preparava lui, poi lo raggiunse in perù suo zio e cominciarono a fare qualche soldino, il padre della mia collega pagò il biglietto alla moglie e figlia (lei piccola di 5 anni) per raggiungerli in perù e dovevano partire con la nave da Genova, loro avevano solo il passaporto i biglietti li aveva il responsabile della dogana,
    le persone erano messe in fila, arrivato il turno loro la mamma da i loro nominativi, il responsabile fa qui non ci risulta niente avanti un altro, allora lei incomincia a piangere dicendo io devo andare da mio papà e a strillare, il funzionario che era nell’altra stanza esce e vede questa bambina accorata le fa come ti chiami (Fortunata) e tu sei una bambina fortunata apri una carpella dicendo ecco qua i biglietti e così son partiti, lei ha anche le foto di quando erano sulla nave, vi parlo 60 anni fa,quando li ho visti mi sono emozionata,le persone vestiti con quegli abiti, la foto della nave, e mi diceva che cera la divisione cioè la I classe dove loro non poteva accedere, stavano nella parte bassa della nave, tutti avevano qualcosa da mangiare e se la dividevano lei stava sempre attaccata al vestito della mamma, quando sono arrivata in perù e stato molto bello nel rivedere il padre e lo zio. li poi con l’aito della mamma le vendide sono migliorate e hanno messo su una pasticceria, nel frantempo la mamma ha avuto un’altra figlia e stavano bene, quando sono diventate signorinelle il padre li portò in Italia nel suo paese di origine e qui si fidanzarono si sono sposate e sono rimasti qui mentre lo zio con la sua famiglia sono rimasti lì e detto da lei anno fatto fortuna . vo voluto raccontare tutto questo che noi Italiani siamo un popolo di lavoratori.


  57. paola ( Alì "Messina" , italiana )

    continuando il discorso, noi Italiani abbiamo popolato tutto il mondo e in qualsiasi posto i nostri antenati sono andati si sono rotolate le maniche è hanno lavorato duro, non penso che fra tutti quelli che sono emigrati ci fossero dei delinquente, erano gente onesta e umili si dividevano fra loro quel poco che avevano, c’era fra loro fratellanza, e si sono portati avanti adesso i pionieri non ci sono più ma ci sono i figli e i nipoti e i pronipoti lo possiamo vedere dai cognomi che sono di origine italiana. (scusatemi se ci sono degli errori nel mio scritto e che scrivo correndo e certe volte non me ne accorgo colpa della premura, intanto vi saluto tutti e ritorno a ripetere grazie a Francesca per il programma che fa x tutti gli italiani che si trovano all’estero e per il sentimento che provano x l’italia, Mia zia diceva il mio corpo è qui in Argentina ma il mio cuore è al mio paese e diceva o sempre un senso di vuoto e come se mi mancasse qualcosa anche se aveva la sua famiglia lì, io penso che lo è stato per tutti questo vuoto ma non per quelli che sono nati e cresciuti lì adesso vi abbraccio mi sono prolungata troppo ciao a presto.


  58. paola ( Alì "Messina" , italiana )

    per DELSy del Venezuela è bello ciò che hai scritto e sono contenta x te della tua vita meravigliosa x le gioe che hai provato ma ricordati che tutto questo è anche merito di GESU’ quindi GRAZIE a LUI , che hai una bella famiglia dei figli, che hai conosciuto delle brave persone, io dico sempre durante la giornata Grazie Gesù x ogni cosa xchè senza di te nulla io posso fare, e nello stesso tempo mi senzo felice anche x quel poco che ho. Io ho aperto x sbaglio questo sportello xchè ho letto x emigrati e siccome mi son piaciuti sempre le storie dei nostri pionieri l’ho aperto e ne sono felice xche posso comunicare con tutti infatti mi piacciono anche i film dei primi coloni che arrivarono in quelle terre selvaggie il sudore che hanno versato sono meravigliosi ti abraccio e buona fartuna x il resto dei tuoi giorni. ciao


  59. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Cara LUJAN,

    è vero si deve sempre imparare, perche sbagliamo quasi sempre; un detto filosofico, “quando mi danno ragione mi sembra di aver sbagliato…”. Certo gli occhi e non solo… di Fran , sono un balsamo dell´anima, che travalica altro che ponte, ti fanno volare in questo mare di perpetuo moto, che come piccoli gusci ci lasciamo dondolare al sapor dell´elemento fluido di madre natura, senza lasciar scie nel mondo visibile come in quello invisibile. siamo dei veri misteri che “navigano”non saper da dove veniam, e tanto meno dove andrem. Ma credo nella metempsicosi.
    Si hai ancora ragione tu, che l´udito è il primo “contatto” sensuale del nascituro, peccato che dopo nei primi anni ,affiora la coscienza e si profila il caos, e proprio nel caos, che sorgono spazi di allegria e di crescita individuale, e poi che comandante sarebbe quello che è dentro di noi, non riuscisse a tenere il suo guscio a galla, dal mare infuriato?

    SALUTO,

    Fernando Fancelli.


  60. Maria ( Montreal , Canada )

    Un caloroso saluto a tutti voi amici.
    Un saluto a te cara Francesca,un bacione grande alla nostra cara nonna Lea,che spero si sia rimessa bene con la salute.

    Ho letto tutti i vostri racconti e devo dire che se mettessimo insieme tutto,potremmo scrivere un grande libro e lo faremmo girare per il mondo come il nostro ormai affezzionatissimo (Libro Giramondo).
    Io avevo detto nell’ultimo mio scritto che lasciavo il posto a voi di raccontare un po della vostra vita,ho riflettuto un po e ho pensato,perchè non raccontare un po anche di me ?.

    Nel 1963 Giorgio ha imigrato a Montreal per raggiungere le sorelle,nel 1968 è ritornato nella bella Calabria per passare 6 mesi di vacanza con i suoi genitori,l’ultimo mese del suo soggiorno,ci siamo conosciuti e non avendo molto tempo a sua disposizione abbiamo pensato di sposarci subito e cosi abbiamo fatto,nel giro di un mese il passaporto pronto,siamo partiti per Montreal,ringrazio Dio perchè ho trovato un marito bravo la quale abbiamo avuto 2 figlie adesso sono sposate e abbiamo 3 meravigliosi nipotini.
    Io sono moglie,mamma e nonna a tempo pieno,nel tempo libero mi dedico a scrivere poesie,grazie a nonna Lea ho conosciuto due meravigliose persone che comunico tramite internet e ogni venerdi leggiamo le poesie,permè e un modo di comunicare e liberarmi della mia timidazza,qui a Montreal ogni anno c’è un concorso di poesie che io partecipo e quando arriva il momento delle votazioni,cerco il vostro aiuto e vi ringrazio per la vostra generosità.

    Da ormai 4 anni la sera mentre guardo la tv,faccio copertine di lana all’uncinetto per i bambini che nascono prematuri,per un’ospedale di Montreal e devo dire che questo benevolato mi fa tanto bene al cuore.
    Un’altra cosa e poi smetto,non vorrei essere troppo lunga.
    Quando la nostra Francesca è venuta a Montreal,ho avuto l’onore di ospitarla nella mia modesta casa,vi assicuro che io e Giorgio ci siamo sentiti onorati della sua presenza,una ragazza umile e dolcissima,


  61. Maria ( Montreal , Canada )

    Continuo….
    Dicevo che abbiamo passato 6 giorni insieme a lei formidabili,sono esperienze che rimangono stampati nei nostri cuorigrazie Francesca per tutto quello che fai per noi italiani all’Estero.
    Adesso vi saluto e mi scuso se sono stata un po lunga.
    Maria


  62. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara FRANCESCA …….. mi pare che un altra volta hai fatto centro !!!!!
    Questo nuovo post con le storie di ogniuno di noi e veramente bellissimo ……… e voglio dire alla nostra carissima nuova amica PAOLA …….sai io sono nata in Argentina, il mio corpo e qui ……. ma IL MIO CUORE E IN ITALIA !!!! penso che il mio carissimo papá RINO mi ha trasmesso tutto il vuoto…… come tu dici …… che sicuro ha avuto ….. ma mai ha detto!!!!!!
    Hai detto un altra veritá NOI ITALIANI SIAMO UN POPOLO DI LAVORATORI ….. grazie a DIO


  63. Maria Grazia Moretti ( Puerto La Cruz , Venezuela )

    Ciao a tutti!
    Di nuovo i complimenti alla nostra Francesca per la sua ultima puntata di GSI! Interessante la proposta di cambiare la canzone del TANTI AUGURI A TE! E aproposito di auguri, BUONA PASQUA A TUTTI! Alla prossima.


  64. Deisy Montiel ( Maracaibo , Venezuela )

    Un saluto cordiale a tutti, veramente che questa volta Francesca ha datto nell punto giusto, cuasi tutti habiamo racontato qualcosa di noi, mi sento molto contenta, grazie anche Paola di Ali Messina, molto gentile per le tue parole, hay trovato una Nuova Amica, cosi cuando vuoi possiamo dialogar, mi fa piacera, anche a Maria di Montreal , fa veramente piacera conoscere delle persone gentile, Umane, con un cuore generoso, tantisimi Salutti anche a Nonna Lea, al Sig Francisco, a Teresa, Anna del Brasil, insoma a tutti sempre fa piacere legere le vostr note, un arrivederci a presto, vostra amica, Italo Venezola. Deisy.


  65. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Carissimi,
    Un PÓ di NOI…
    Parliamo di globalizzazione, perchè non accettare il flusso di africani in Europa. I veri problemi seri, specie nel nostro paese, non sono i Bunga bunga, neanche l´emigrazione degli affricani. I veri problemi seri, sono a livello mondiale, le catastrofi del Giappone, specie nell´ambito nucleare, contaminando per secoli, se avremo fortuna per decade, tutto su un raggio di vari kilometri, che contaminando tutta la fauna marina.
    Nonostante tutto, e ora parlo come emigrato, non tutto il male viene per nuocere, anzi è nel caos che si cimentano le trasformazioni e l´evoluzione della società, basta ricordare la storia, delle due guerre mondiali, hanno distruzione l´Eurpoa, solo la Germania ha subito 20 milioni di morti. Poi la ricostruzione e l´esplosione di un rinnovamento che ci ha portato fino ad oggi in un grande modernismo e benessere.
    A mio avviso, dovremo ingoiare il rospo, e coglier l´occasione per rimboccare le maniche e lavorarci sopra, rinforzarsi per i nuovi orizzonti che si profilano, in questo frangente di apparente smarrimento sociale, porteranno a suo tempo miglioramenti anche per noi. Noi italiani a l´estero,siamo in condizione di vedere meglio degli italiani che non sono mai usciti dall´ombra del campanile, ad avanzare un parere più cosciente su questo problema globale. L´Europa ci ha deluso. Ma ora vi siete accorti che l´europa con la lettera minuscola è quello che è?? L´Europa e “l´unione” esiste solo se si tocca il dio denaro nelle banche dei banchieri, e non altro, non dimenticatevi, che nel mondo prevalgono solo gli interessi, la plutocrazia e non la democrazia che fino ad ora non è mai stata capita e tanto meno implementata. Il popolo non ha mai contato niente, per questo gia mio padre nel lontano 1962 scrisse nel suo libro , L´era Termo Nucleare,che non potava mai cerdere al successo del unione europea, perchè appunto non rispettando il desiderio della base, che è il suo popolo, non si può aver successo, partendo dal vertice, se la base non è ignorata.
    Si accoglie queste persone si inseriscono nella società, con lavori umili, devono imparare la lingua, difendere il paese che li ha hospitati, e inviarli quando c´è la necessità,nelle varie parti del globo a difendere la “libertà e la democrazia”, come vedete non tutto viene per nuocere, anzi questo lo sappiamo che da decade, lo fanno gli americani specie nei marines, non vi è un solo americano, ma quasi tutti messicani e del centro america. Le nostre case potranno avere molto aiuto da questa miriade di persone che si accomoderanoo nei rioni meno abbienti.
    Il mondo gira… e non c´`e forza che lo possa arrestare, questa è una legge naturale, che dobbiamo imparare e rispettare perchè nulla é eterno, tutto passa, anche noi passiamo, perciò datevi una calmata vi fará bene a tutti.

    Fernando Fancelli.


  66. paola ( ALI' Prov. (Messina)Sicilia , Italiana )

    sono tornata adesso dal lavoro e pranzo seduta in poltrona e mentre leggo tutto ciò che avete scritto: Maria Rosa Colombo grazie x le parole belle :” carissima amica”, avvolte le cose che ci possono far rattristare non si dicono xchè possono dare più dolore al cuore e così è stato sicuramente x tuo padre , sicuramente non voleva recare dolore a voi e nello stesso tempo voleva che amaste la terra non vostra e dove siete nati, non sentire questo vuoto adesso ci siamo noi tutti gli amici bloghisti,quindi su con il morale. x DEISy e Maria del canadà grazie x la vostra amicizia e per le parole ( ricordiamoci sempre non siamo sorelle dello stesso padre, ma siamo figli di DIO e quindi sorelle in CRISTO è perciò ci dobbiamo volere bene, xchè noi non siamo meno degli animali o delle piante, si muore, non siamo nulla xchè dobbiamo essere cattivi, nella vita tutto è vanità ogni tanto a certe persone dico conoscete la poesia di TOTO’ (non mi ricordo in questo momento il titolo) bene dico leggetela cosi vi fa capire che in quella vita siamo tutti uguali non c’è differenza di classe sociale o di colore. X Fernando scrivi bene e confermo ciò che tu scrivi. Un saluto e un abbraccio a tutti vi devo lasciare xchè devo prendere mia nipote alla scuola materna ciao è a presto, a domani un saluto a FRANCESCA e x il suo programma ciao


  67. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Cara Paola,

    Bontá tua, cerco di far parlare il cuore.

    Fernando.


  68. Giuseppe ( Montreal , Canada )

    Cara Francesca e cari tutti del salotto mondiale, eccovi pure la mia piccola goccia di Mediterraneo azzurro nelle limpide e fresche acque del mitico San Lorenzo. Correva l’anno 1966 e, diplomato da alcuni anni, ero ancora un supplente senza “fissa dimora”. Si trovò a venire in Italia, assieme al marito, una mia sorella da tempo emigrata a Montreal. Ed ecco che cominciarono a riempirmi la testa con: “E perché non te ne vieni da noi?”…”Ma che fai qui così?”…”Vieni solo per provare: se non ti piace te ne ritorni!”. E fu così che vuoi per sfizio o vuoi per “delicta juvenilia” (come direbbe Don Alessandro Manzoni) solcai i cieli a bordo di un DC10 e dal 1967 ad oggi eccomi ancora qui.

    A principio fu duro, ma ora mi sono talmente americanizzato che mi risulterebbe difficile riambientarmi di nuovo in Italia, che amo e a cui penso con nostalgia…anzi spesso mi domando se restando in Patria l’avrei amata allo stesso modo! Cosa ho fatto qui in questi 40 e rotti anni di America? In settimana ho lavorato in fabbrica e nel fine settimana insegno ancora italiano per conto dell’Ente Picai. Il tempo libero lo passo scrivendo poesie e racconti in prosa: racconti di manifattura, un campo letterariamente poco sfruttato.

    Anche a me è capitato un qualcosa da nostalgico ricordo che spesso e volentieri mi porta a riflettere se fu giusta la scelta, fatta a suo tempo, di non essere tornato indietro. Poco tempo prima di partire per Montreal avevo fatto gli esami scritti per un concorso bandito dalla Previdenza Sociale. Dopo qualche mese che ero qui…non mi giunse la notizia che ero stato ammesso agli orali? Voi cosa avreste fatto al mio posto?

    Intanto avevo già conosciuto l’anima gemella che col suo calore aveva in parte mitigato la rigidità degli inverni canadesi e decisi di restare qui con lei. Abbiamo una figlia che ha un buon impiego in banca e ce la caviamo piuttosto benino…una volta si diceva che in America si raccoglievano “soldi a palate”; (continua)


  69. Giuseppe ( Montreal , Canada )

    noi intanto”brava gente” da “storie di tutti i giorni” la pala l’abbiamo rimessa dentro qualche giorno fa col ritorno della primavera. Infatti la usiamo esclusivamente d’inverno per la neve…sfortunatamente, ma chi si contenta gode e quindi siamo felici lo stesso.

    Termino offrendo un ramoscello di ulivo per augurare una Buona Domenica delle Palme a tutti ovunque voi siate, Giuseppe


  70. Ralli Lea ( Roma , Italia )

    Ringraziando tutti per i saluti che sempre
    mi giungono graditi, offro il mio pensiero
    pasquale a tutti con l’augurio di trascorrere
    una felice Santa Pasqua a cominciare
    dalla carissima FRANCESCA con la sua
    bella Famiglia e a piccoli e grandi di
    questo meraviglioso Salotto virtuale .

    La settimana Santa
    induce alla preghiera
    meditando sul fatto
    che Gesù morì per noi.

    Ripassa così la mente
    triboli e persecuzioni
    che resero assai tristi
    gli anni del Redentore.

    Si rinnova ogni anno
    della Fede la tensione
    e con l’Altissimo siamo
    in perpetua Comunione.

    Proponiamoci quindi
    di essere veri cristiani
    per meritare un briciolo
    del suo Divino amore.

    Nonna Lea Estroversiana


  71. Maria ( Montreal , Canada )

    Inizio ringraziando nonna Lea per la poesia,sono parole che ci devono fare riflettere specie in questo periodo,perchè come diceva Paola,siamo figli dello stesso Padre ed è grazie a Lui se siamo andati avanti in una terra non nostra,con tantissimi sacrifici.
    Giuseppe ha ragione a dire che la pala la usiamo solo per spalare la neve e non per raccogliere soldi,se non fosse per i sacrifici e il sapere fare di noi tutti bravi lavoratori ognuno nel suo campo,non avremmo niente,almeno siamo contenti che i sacrifici sono valsi a qualche cosa,abbiamo dei figli istruiti,una casa,macchina e tutto il necessario per vivere una vita modesta.

    La nostra Italia la pensiamo sempre e quando ci è possibile andiamo anche a visitarla,i miei figli sono stati varie volte in Italia e mi dicono sempre perchè siete rimasti qui,potevate restare qualche anno e poi ritornare nel vostro bellissimo paese,purtroppo non è cosi facile come si pensa.
    Domani e la domenica delle Palme,tanti auguri a tutti voi,ci risentiamo per gli auguri della Santa Pasqua.
    Un saluto a tutti voi…
    A nonna Lea,Francesca aspettiamo piu’ tardi di vedere la puntata.
    Saluto Leisy,Paola,Lujan e tutti tutti voi senza dimenticare nessuno.
    Maria


  72. Lujan ( Bs.As. , Argentina )

    BUONA DOMENICA DELLE PALME!!! a FRANCESCA, LEA, MARIA M, GIUSEPPE´S, FRANCESCO, FERNANDO, ROY,MARIETA´S, FELICE´S ANNA, RAFAEL, BRUNO, PAOLA e tutti che fanno la vita piu amabile. GRAZIE MILLE.
    Un abbraccio. Lujan


  73. Maria ( Montreal , Canada )

    Cara Francesca,ormai per me è un appuntamento che non posso mancare,
    la puntata è stata eccezzionale,i tuoi ospiti sono sempre cosi gentili e disponibili.
    Bella la telefonata arrivata dal signor Capitano,che esperienza viaggiare per mesi in mezzo all’acqua.

    Anche il ragazzo che ha raccontato la storia della sua vita è stato interessante.

    Tu Francesca porti sempre il massimo dell’eleganza,sei sempre piu’ belle.
    Vedo che ti diverte anche il balletto,chissà che un giorno non canti una canzone,con te tutto è possibile.
    Bravo ad Agostino,le canzoni Napolitane sono davvero belle.
    Buona domenica delle Palme a te,un saluto a tutti.
    Maria


  74. Francesco ( Toronto on. , Canada )

    Buona domenica delle Palme, a Francesca, Lujan, nonna Lea, Giuseppe Pamp.e tutti gli amici vesuviani, ed a tutti gli amici bloghisti.
    È sempre bello vedere il GSI. E vedere Francesca, che canta e balla, e ci mantiene sempre ballegri.
    Le informazioni sono sempre interessanti, come in fatti ho già ricevuto il famoso bustone, ed è già tutto fatto, non dal consolato, ma dal padronato.
    Qui oggi sembrava più Natale, che la festa delle palme, molto freddo con vento forte, e pioggia, speriamo che domani sarà un pò meglio…
    Saluti a tutti e buona domenica delle Palme.
    Francesco.


  75. gaetana ( Melbourne , Australeia )

    Avoi tutti indistintamente, cominciando da Francesca e tutti gli amici e amiche, da qualsiasi parte del mondo vi trovate, faccio gli auguri di una bella Domenica Delle Palme ‘dall’ australia.


  76. Raffaele Guarino ( Chiang Rai , Thailand )

    Grazie Lujan….ti sei ricordata anche di me,auguro a te e tutti del blog buona e serena Pasqua


  77. bruno ( Phetchaburi , THAILANDIA )

    Alla nostra insostituibile Francesca e a tutti i frequentatori del nostro grande salotto mondiale Bruno con la sua famiglia augurano una serena e felice Pasqua.


  78. MARTA GALZERANO ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Cara Francesca ed amici del Blog:
    Dall’ Argentina giungano i miei auguri di una serena e felice Santa Pasqua !!!
    Ringrazio a Nonna Lea la bella poesia che ci ha dedicato in occasione della settimana santa.
    Saluti a tutti.
    A presto, Marta.


  79. Giuseppe Pampena ( il Mondo )

    PACEM IN TERRIS…Peace on earth…Pace in Terra…??????? ????? …??? ???!… ??????…???? ???…??????????…pokój z wami…que a paz esteja com você


  80. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Carissima FRANCESCA, NONNA LEA e carissimi AMICI di questo salotto, a tutti voi Felice domenica delle Palme !!!!!!
    Che questa settimana forte che ha cominciato ci porte tanta serenitá ed amore di DIO, vi voglio tanto bene!!!!!!!!


  81. paola ( Alì "Messina" , Italia )

    Ciao a tutti, siete tutti carini x quello che scrivete (nonna Lea, Giuseppe, Maria, Gaetana Maria Rosa C., Marta, Bruno, Raffaele,Lujan,Fernando,Deisy, Maria Grazia, Enzo, Francesco e Lucia alla nostra brava Francesca- che oggi ho avuto 5′ è ho visto un pezzettino del programma del 09/04/11 ed è veramente carino, ho visto pure alcuni di voi quando vi consegnavano il libro Giramando Maria Rosa C. ecc. comunque dico anche se abitiamo sparsi x il mondo e come se fossimo vicini grazie al computer e al programma di Francesca in effetti il mondo è piccolo. volevo dire a Maria anche io che vivo in Italia la mia vita è stata di sacrifici di privazioni, xchè anche se si lavora si vive alla giornata , ma sono sempre nella mia terra e quindi non ho avuto quel senso di vuoto, non ho avuto nostalgia dell’italia come è stato x voi tutti, x voi è stato all’inizio pesante xchè non conoscevate la lingua, non avevate amici avete costruito tutto a poco a poco e con sacrifici e anche privandovi di tante cose, è così è stato come mia sorella che vive a new jork essa è partita nel 1970 ed io dovevo raggiungerla, avevo tutto pronto anche la visita al consolato americano a Palermo avevo fatto e dopo 20 giorni dovevo partire nel frattempo mi sono fidanzata con mio marito (eravamo già amici forse sapendo che dovevo partire si è lanciato) x amore sono rimasta in Italia, con delusione di mia sorella xchè lei anche se ha la sua famiglia si sente sola mi vorebbe li con lei, (noi siamo cresciuti con la nonna materna xchè mia mamma è morta quando noi eravamo piccoli e quindi siamo molto uniti, siamo stati in colleggio, eravamo sempre mano nella mano, è questo distacco x lei è stato tremendo , lei quasi ogni 5 anni nel periodo estivo viene x un mese a stare con
    me, ci sentiamo x telefono quasi tutti i giorni , ma quando ci siamo visti x la prima volta al computer abbiamo pianto , io spero x Natale di fargli una soppresa è 40 anni che non facciamo il Natale assieme è prego GESU’, di poter


  82. paola ( Alì "Messina" , Italia )

    realizzare questo desiderio sono più che sicura che sara felice e quando partirò piangeremo come due stupidine (dico io). (chiudo questa parentesi ) e vi augora a tutti una Santa Pasqua è che GESU’ possa resuscitare nei nostri cuori. cosa farete x la Pasquetta (da voi si festeggia?) è quale è il piatto tradizionale che si cucina x la Pasqua? Comunque sono felice di chiacchierare con voi tutti e spero nel prossimo scritto di inviarvi qualche foto del panorama della sicilia, sono le 23,13 e si è fatto tardi e domani mi aspetta una giornata di lavoro alle 8,00 devo essere sul posto di lavoro, vi auguro a tutti una buona notte. In pace mi corichero in pace dormiro xchè tu o SIGNORE sei con me. ciao al prossimo scritto.


  83. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Alla carissima Francesca, alla ugualmente carissima nonna Léa con i ringraziamenti per la sua poesia che come sempre riempe di significato ogni avvenimento importante, i miei auguri di Buona e Felice Pasqua.

    A tutti i bloghisti, antichi e nuovi, che hanno lasciato e lasciano il loro segno nella nostra vita, anche una felice festività con le persone care.

    Giuseppe Pampena, anche in portoghese, grazie a tutti che hanno fatto gli auguri, e alla Paola(Ali(Messina), che ci stà arricchendo con tanti racconti di vita vissuta, ed altri racconti che questo interessante tema ha provocato, grazie, è come rivivere un poco le proprie emozioni e vivenze, perchè l’emigrazione si vive prima, durante e sempre, non è una malattia che abbia cura, ma dà anche tanta ricchezza.
    Un bacione, auguri
    Anna


  84. Giuseppe Pampena ( US )

    http://www.youtube.com/watch?v=sbc9E1vFvro


  85. Giuseppe Pampena ( US )

    Roma – (Ign) – A San Pietro, come ogni anno, il Papa benedirà i parmureli provenienti da Bordighera e Sanremo e i ramoscelli d’ulivo da distribuire ai fedeli. E in tutto lo Stivale si festeggia l’ingresso di Gesù in Gerusalemme che apre la settimana santa. Particolare la manifestazione di Bova, in Calabria, dove come ogni anno si svolge la processione delle gigantesche ‘pupazze’ fatte di foglie di palma e fiori freschi.

    per sapenrne di piu’ leggete :

    http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Tra-rievocazioni-storiche-e-riti-dorigine-pagana-lItalia-celebra-la-Domenica-delle-palme_177853230.html


  86. Lujan ( Bs. As. , Argentina )

    Cara PAOLA de l amata SICILIA…buon lavoro!!! Qui in Argentina no se festeggia la pasquetta, il giovedi e venerdi Santo e festivo… e un finesettimana lungo per andare al mare. La domenica di Pasqua se regalano
    le uovo di cioccolata. Buenos Aires e lontana dall mare 400 kms.per questo se parte mercoledi notte per arrivare in tempo de paseggiare un po.
    Beata te che sei vicino al mare. Cari saluti e a presto. Lujan

    Giuseppe, grazie per la festa della Palma, interesante…

    FRANCES la telefonata al Capitano del petroliero fantastica!!! Sei incredibile.
    Bacione per mamma, babbo e nonna LEA. Tvb. Lujan
    La prima Pasqua per BEATRIZ, la bambina di Agostino, buona fortuna!!!


  87. FERNANDO FANCELLI ( san paolo , brasile )

    Carissimi,

    Che lo spirito della Pasqua sia in tutti noi, in special modo a Francesca, che ci ha permesso di veicolare le nostre idee, e cosí a ritemprare il nostro spirito, che in questi anni si è sempre più affievolito dalle circostanze poco promissorie un pó atutti.
    MA…
    cè un detto brasiliamo, che dice…; “sacudamos a poeira, e vamos em frente, pois atrás vem gente.” TRADUCO, = scuotiamo di dosso la polvere, seguiamo innanzi, poichè dietro noi vengono altri.

    Fernando.


  88. Alfonso ( Montreal , Canada )

    Carissima Francesca, sei sempre stupenda; l’ultima puntata eccezionale la telefonata in mezzo all’Atlantico col capitano della petroliera. Per te il cielo è il limite!!! Io adoro la musica napoletana e il grande Agostino ci diverte enormemente. Siete nel cuore di noi tutti Italiani nel mondo.
    Francesca, giungano a te, Agostino e a tutta la tua redazione i miei migliori auspici di una serena e santa Pasqua! Buona Pasqua a tutta la famiglia di questo blog.


  89. Giuseppe Pampena ( US )

    Ciao amici del blog,

    voglio condividere con voi tutti un pezzetto di come esponiamo la nostra cultura nella nostra comunita’!

    Anche se appare in lingua inglese, non c’e’ da preoccuparsi…una foto vale mille parole come dice il proverbio!!!
    Gli oggetti esposti vengono dalle regioni: Lazio, Campania e Sicilia.

    Le due cucchiaie di legno sono state carvate da un mio compaesano che ha appena celebrato i cento e due anni di gioventu’, e me le regalo’ l’anno scorso!

    http://www.youtube.com/watch?v=7KtWo2CslIE


  90. Lujan ( Bs.As. , Argentina )

    GIUSEPPE P. Grazie per compartire belle cose, complimenti per tuo “grande” amico che te ha regalato le cuccchiaie di legno,per fare la polentina, ti deve volere bene. Ciao a presto. Lujan


  91. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Giuseppe,
    molto bello ed interesssante il tuo video, non ho visto i cannoli però…ahahah

    Lujan, buona Pasqua anche a te, come a tutti, se vi nomino mi dimentico qualcuno, per la memoria debole.

    Anna


  92. Lujan ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara ANNA anche io puo dimenticare, e cosi, tu sei sempre presente nell blog,
    e me piace sapere di te. Ti auguro una settimana bella vicino a tua famiglia.
    La nostra FRANCESCA e il ponte romano, forte, presente, e noi andiamo insieme. Baci e a presto. Lujan


  93. giovanni ( Manaus , Brasile )

    Quanti bei racconti di vita e di esperienze che meriterebbero altrettanti libbri ed altrettanti monumenti alle persone che le hanno viussute e costruite pezzo per pezzo!
    É una varietá cosí grande che porta la nostra mente ad un passato pieno di eroismo e volontá di fare qualcosa degno di essere vissuta.
    Vorrei dire : complimenti , ma questi devono essere rivolti agli autori di simili imprese. A voi che le conoscete tocca il dovere di non lasciarle morire con voi nei ricordi.
    Un grazie alle persone che hanno concordato con me…vedo che non sono il solo a pensare in questo modo. Grazie di cuore.

    Caro Fernando Francelli rimango stupito dinanzi all’alternanza delle tue idee : mi sembri proprio alla Pietá incompiuta di Michelangelo , quella appena sbozzata. Essa é un capolavoro, ma incompiuto, e forse é piú bello perché incompiuto…! Ma un uomo deve definirsi…!

    Interessante la tua storia Paola di Alí ,provincia di Messina, Sicilia ,vicino ad
    Al’i Terme, ed a Scaletta Zanclea . ‘E proprio l’i ?

    Un grande abbraccio ed una Buona Pasqua ,giorno di risurrezzione ,di vita nuova guardando il futuro e la bellezza della vita.
    giovanni

    Buona Pasqua a Francesca ed a nonna Lea ( bella la poesia ! grazie )


  94. Joe ( Melbourne , Australia )

    Carissima Francesca devo farti i complimenti sei stupenda e bellissima e stata una puntata eccezionale ,specialmente gli argomenti trattati e la telefonata e anche la musica tra te’ ed Agostino siete una bella coppia famosa.Vi guardo sempre.
    Francesca a te’ ed Agostino e tutta la redazione di G.s.Italia gli auguri affettuosi di una felice e glorisa Santa Pasqua
    e a tutti gli amici del grande salotto di P.F. Auguri di una Buona Pasqua
    Saluti affettuosi a presto
    Joe


  95. Giuseppe Pampena ( US )

    A Francesca, a Nonna Lea e tutti gli amici internazionali del Blog voglio augurarvi nella vostra adottata lingua una:

    French Joyeuses Pâques
    German Frohe Ostern
    Italian Buona Pasqua
    Spanish ¡Felices Pascuas!
    Dutch Vrolijk Pasen
    Polish Szcz??liwej Wielkanocy!
    Danish God påske
    Portuguese Feliz Páscoa
    Catalan Bona Pasqua
    Romanian Pa?te Fericit

    Facete tutthi quanthi ‘na Bona Pasca!!!


  96. paola ( Alì -Alì Terme (Messina) , Italia )

    aspetto con ansia il momento di leggere tutto ciò che gli amici sparsi x il mondo scrivono, ( che mi piacciono tanto), nello stesso tempo x rispondervi. GIUSEPPE PAMPENA che ha inviato un vidio molto bello con prelibatezze peccato che mancavano i cannoli siciliani (UHmmm che bontà ) oggetti che ricordano la Sicilia e nello stesso tempo vi divertiti in più vedo che scrivi in parecchie lingue ( BUONA PASQUA ) ed anche in Siciliano ( e iu puri) bravo sicuramente hai avuto modo di lavorare con diverse persone provenienti di tutto il mondo, come mia sorella lavorando gomito a gomito ha inparato diverse lingue, non ho avuto del tempo ha disposizione x vedere i programmi che fa la Sig.ra Francesca ha fatto ma vedo che dai vostri scritti siete tutti soddisfatti di quello che lei manda in onda. GIOVANNI del Brasile (grazie che ti son piaciute le mie storie (vere) e non sai xchè non ho scritto che il mio bisnonno quando andò a trovare mio nonno a New jork, mio nonno lo trovò in un angolo della strada che cercava l’elemosina con il sua coppula e mio nonno gli disse che fadi patri e lui ma hai lavurari sempri vadda quanti soldi fici a oggi e mio nonno si vergogno da morire ed è x questo che parti x accompagnarlo in Italia ( e poi continua come hai letto), dove sei nato x conoscere Scaletta Zanclea, Alì è in collina poi Alì Terme (andando verso Messina c’è Itala e poi Scaletta ecc. a LUIAN (rispondo) da noi si usano x
    Pasqua le uova di cioccolato,a cunnura fatta con pasta o di biscotto o di brios e per adornare si mettono le uova sode con la pasta si fanno diverse forme e si consuma per il giorno della pasquetta generalmente si sta una giornata in campagna con amici e parenti si cucina della carne arrostita sulla bracia, braciole, salsiccia. carciofi, polpette sulle foglie del limone e non manca l’agnello cotto in forno e sulla bracia, cozze, e per finire la sera prima di andare a casa si cucina la pasta con aglio olio e peperoncino, ognuno porta qualcosa,


  97. paola ( Alì -Alì Terme (Messina) , Italia )

    svariati dolci, salame che viene consumata con le fave fresche, pomodori, olive melenzane fatte sott’olio olive verdi sotto sale con peperoncini e le bucce di arance, accompagnate tutte queste cose con del vino buono delle nostre terre, comunque lascio perdere queste e AUGURO A TUTTI UNA BUONA PASQUA alla nonna LEA a FRANCESCA e a TUTTI VOI vi voglio bene anche se non vi conosco come dice GESU’ AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STSSO. v.v.t.t.b ciao a presto.


  98. giovanni ( Manaus , Brasile )

    Mamma mia !!!! Quanta roba !! Ci si riesce a mangiare tutto questo ?
    Cara Paola di Alí – Messina la storia di tuo nonno é molto interessante e deve essere stata non troppo gradevole per lui,ma penso che vale la pena metterla giú ,ben scarabocchiata, ché servirá a molti.
    Io sono piemontese,in quel di Cuneo dei boschi del Roero dove ci sono funghi,castagne ed uve che fanno un buonissimo vino e sotto terra matura il tartufo .La mia terra é anche conosciuta e famosa per gli ortaggi: peperoni ed i porri (cui é dedicata in settembre una fiera speciale) e pomodori,cipolle nonché per i salami e la salsiccia ,quella speciale di Bra. Ho trovato Alí sú l ‘Atlante e naturalmente ho cercato le bellezze del luogo su Google.
    Nel mio viaggiare c’é sempre stato un sogno : visitare la Sicilia e la Sardegna. Ma il Piemonte é troppo lontano…! In maggio saró dinuovo in Italia,ma…anche questa volta dovró posticipare il sogno.
    Buona Pasqua e….attenta all’indigestione !

    giovanni


  99. Giuseppe C. ( Toronto Ontario , Canada )

    Ciao Francesca !!
    Una sbirciatina per augurarti una buona Pasqua, con l’augurio che la Santa Pasqua porti pace dove la pace non c’e’ ,e amore fraterno dove questo ormai non si ricosce piu’.
    E a te’ e tutto il resto degli amici e amiche del blog vi lascio una canzone ….. Ciaoooo Giuseppe Cuda .

    http://www.youtube.com/watch?v=NnhRL4Y4Ycc


  100. Lena Marino ( Melbourne , Australia )

    Ciao Francesca,

    Ti voglio augurarti una Buona e Santa Pasqua, a te, e con la tua famiglia…

    Buona Pasqua a tutti gli amici del blog….

    Salute Lena


  101. Ralli Lea ( Roma , Italia )

    Miei cari Amici, ricambiando e rafforzando gli Auguri per una Santa Pasqua
    serena e in buona salute PER TUTTI, sottopongo al vostro giudizio
    la seguente poesia in romanesco che scrissi anni addietro ,
    ma purtroppo, ancora valida …visto il mondo che ci circonda.

    SCAMPANATA DE PASQUA

    A chi volemo fa’ ‘sta scampanata?

    Provamo a falla a quanti hanno arubbato

    che a Pasqua poi s’aspetteno er perdono.

    Oppure la faremo all’ospedali

    che prima d’accetta’ quarch’ammalato

    fanno er conzijo d’amministrazzione?

    Volemo falla invece a li Ministri

    che nu sanno fa più bene quer mestiere

    e litigheno sempre come piazzaroli?

    Ma pé ‘sta tera nostra …che figura !!!

    quasi è fenita in della spazzatura

    perché nisuno rispetta più er dovere

    e nun sà suggeri’ quarche sistema

    pé potè vive co’ fraternità.

    ‘sta scampanata quinni è salutare

    pé ammonì chi ‘sta Festa s’è scordata

    ch’ ar monno s’ha dda vive c’onestà

    e puro aricordasse de pregà….

    speranno che quarccosa cammierà.

    Nonna Lea Estroversiana


  102. Lujan ( uenos Aires , Argentina )

    Grazie GIUSEPPE C. bellisima la canzone, quanti ricordi d infanza…
    Cari saluti. Lujan

    Cara PAOLA sei anche una cuocca geniale, brava!!! Bacione.

    Carisima LEA hai il dono della oportunita per che “niente nuovo sotto il sole”,
    e tu lo sai interpretare. Una preghiera perche siamo meglio, piu solidario,
    fraterno e amabile con il prossimo, nostro fratello in Dio. Tvb.

    Dio benedica a TUTTI voi amici


  103. enzo amara ( Boston , USA )

    Carissima Francesca,
    a te e tutte le amiche ed amici del “salotto mondiale” faccio i migliori auguri di trascorrere una Santa Pasqua piena di amore e tranquillita’ in famiglia.
    Quello che mi manca tanto dal mio paese nativo, Augusta, provincia Siracusa, in Sicilia, sono le attivita’ della Settimana Santa. Tantissime sono le tradizioni, ma in particolare la morte e Passione di Cristo, tutto fatto dal vivo.
    Ultimamente, ho inserito un foto montaggio con la canzone che ho dedicato al mio paese “Austa Mia” e chi la vorrebbe ascoltare potete cliccare
    http://www.youtube.com/watch?v=SJi1qagaLgo
    Ricordo a Maria di Montreal che la sua bella poesia “Grazie Mio Dio” sara’ presto una canzone, la settimana prossima ho un appuntamento nello studio per registrarla.
    A Nonna Lea, un abbraccio particolare.
    Enzo


  104. anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissimi,

    Sono d’accordo con Giovanni, più per lui che vive nel caldo afoso di una Manaus, ma come si fà a mangiare tante cose…buone saranno di sicuro ma tante…tutte in questo periodo?

    Nonna Léa, grazie della poesia, attualissima, e universale, questo vuol dire che niente cambia a questo mondo, che gli idealisti ci credino…

    Stavo proprio in questi giorni chiedendo ad una nostra amica del blog, Lucia di Baires, che scrive bene, che raccontasse le sue esperienze di imigrante giovane in Argentina.
    Io lo sò che è importante la storia dei primi arrivati,di quelli che hanno sacrificato la loro terra natia per lo sconosciuto nella speranza di una vita migliore per i loro cari.
    Ma,è li il problema, nessuno parla mai dei figli di essi, noi, portati ignari in altri paese, e mica ci hanno messo nella valigia, siamo persone e credo che questo cambiamento, l’abbandono di tutta una struttura, anchee familiare, abbia la sua importanza. Noi siamo i veri frutti dell’imigrazione e sarebbe interessante sapere come ci siamo adattati e cosa ci è venuto da questo avvenimento. Peccato che non lo sò neanche spiegare bene.
    Ma spero tanto poter leggere qualcosa…il passato è splendido, ma il presente è vita anche

    Buona Pasqua, ciao
    Anna


  105. Francesco ( Toronto on. , Canada )

    Questi messaggi mi scappano sempre, spero che questo passa.
    Oggi finalmente a smesso di piovere, e il tempo è un pò meglio con il sole, e non troppo freddo.
    La settimana Santa, ci porterà la Santa Pasqua, e fà che questa Pasqua portera un pò di pace nel mondo…
    Le cose in Italia con tutti questi sbarchi, non vanno bene come ci fanno credere, l’Europa non ci aiuta, e i problemi sono tutti dell’ITALIA.
    Ma dove li mettiamo tutti questi clansestini, se l’europa non li vuole, perchè noi li facciamo entrare?
    Ci dovrebbe essere un limite anche su questa emigrazione abusiva!!!!
    Perchè questo è un abuso, fatto a posta!!!!
    Spero che questa Santa Pasqua, ci porterà un pò di furtuna, e fa che questi sbarchi si fermertanno…….
    BUONA PASQUA A TUTTI…..
    Francesco.


  106. Jose Roberto Cersosimo ( San Paolo , Brasile )

    Alla nostra carissima ambasciatrice , siccome a tutti i bloghisti, i miei auguri di una serena e Santa Pasqua.
    Grazie Nonna Lea, della bellissima poesia.
    Abbracci a tutti.
    Jose’ Roberto


  107. claudia rossi ( buenos aires , argentina )

    Cara Francesca
    i giorni passano in fretta ed io non ho trovato il tempo di scriverti, grazie della risposta che mi hai dedicato in questa entrata, sicuramente che l’incontro personale con Lea e stato molto piacevole per la tua famiglia e per te.
    io sto lavorando molto a scuola con i bambini e gli adolescenti, l’anno scolastico e cominciato a marzo e siamo in piena efervescenza, con tanto da fare in ogni giornata.
    anche a marzo e ricominciato il mio programma di radio (tutte le domeniche) e pure il lavoro con l’associazionismo quindi i fine di settimana sono di lavoro per me, comunque mi faccio un po di tempo per fare delle passeggiate e andare a teatro.
    domenica scorsa sono andata a pranzo al circolo trevisano, perche era il compleanno della assoc., ti ricordi Francesca che tu sei stata li quando sei venuta a buenos aires? ti abbiamo ricordata!!
    oggi, giovedi santo non si lavora quindi un po di riposo, spiritualita e relax per me!
    vorrei salutare a tutti gli amici augurando una buona pasqua!
    grazie a nonna Lea per la bella poesia e penso che tra poco arrivera nelle sue mani il libro giramondo per poter concludere questa tappa e vedere che sorpresa tu ci preparerai a noi.
    un caro saluto!
    da buenos aires, Claudia


  108. Angeline ( San Paolo , Brasile )

    Per tutti gli amici del blog vi auguro un grande Pasqua

    abbraccio a tutti, buona Pasqua!!!

    Angeline


  109. paola ( ALI' Prov. (Messina)Sicilia , italia )

    Siete tutti formidabili cominciando dalla Sig.ra Ralli Lea per la poesia in romanesco x ricordare la Santa Pasqua e tutti i problemi che ci sono in Italia. x Giovanni vedi che non mangio tutto quel cibbo, io lo cucino e lo faccio mangiare agli altri xchè alla nostra età dobbiamo stare attente alla linea, il piemonte è una bella regione, ma direi che tutta l’Italia è bella comprese le isole, spesso dico grazie Gesù che sono nata in Italia xchè penso che L’Italia è il più bel posto del mondo x la sua posizione x i referti storici certo non ha i grattacieli di New Jork o del brasile o del Cnadà ecc. (x me è bella anche con la spazzatura, che i nostri cari ministri e compani non sanno sistemare). a Enzo con il video delle famose cartoline degli anni 60 belle (di cui io ne ho parecchie )con la canzone di Carosone (bravo),e x la canzone della bella Augusta Enzo sei stato bravo direi bravissimo. Anna dal Brasile dice giusto scrivete tutte le vostre avventure di emigrati dei vostri genitori o nonni . X Francesco che ha preso a cuore l’emigrazione un argomento molto interessante che puttroppo è una bella gatta da pelare. Tutti avete rappresentato la Pasqua in modo splendito ma l’augurio più bello è quello di volersi bene che nel mondo vi sia pace, senza invidia e senza rancore, un amore fraterno (ma tutto questo è inpossibile xchè nel modo non siamo tutti uquali), un saluto è buana Pasqua ad Angeline a Fernando a Claudia a Nonna Lea x le sue poesie a Jose R. a Fernando a Maria R. C. a Francesco a Lujan a Lena a Giuseppe a Giovanni a Joe ecc ecc. in questi auguri sono comprese anche le vostre Famiglie. Un abbraccio è un saluto a tutti dall’Italia ciao e a presto. e un Augurio grande x Francesca che ha permesso tutto questo, ciao


  110. Lujan ( Buenos Aires , Argentina )

    Carina PAOLA, penso come te, la ITALIA e un museo a celo aperto, e a misura d uomo, e piu umana che qualque posto nel mondo. Io scrivo poco
    per che sono nepote d italiani, tutti quanti dal 1400 siamo italiani, ma mi nonni arrivarono all america nel secolo XIX, figurate, ni una parole d italiano , a casa mia se parlaba spagnolo per cortesia e per necesita d inte
    grazzione. Ma la eredita della cultura, del buon gusto per le cose belle, va
    in il DNA e io mi sento 100% italiana. Mi famiglia politica e una mistura de
    francesi, inglesi e spagnolo, pero la sangue e tutta italiana, per fortuna, e sono molto orgogliosa de che sia cosi. Ho fatto un corso a SIENA en la Universita per stranieri, de un mese, leggo il Corriere della sera e guardo la RAI . Sempre uso il dizionario, ma poso comunicarme e sentire
    tante cose belle de gente come te, carina e veramente italiana, come FRANCESCA a chi voglio tanto bene. Me piace la SICILIA ho comprato in la mapoteca del Musei Vaticano una mapa della Sicilia Antica, e bellissima.
    Anche la costume, il chivo, la eredita greca, IL GATTOPARDO, Giovanni di Lampedusa, Pirandello, premio Nobel, ec, ec. Beata te che abiti in una isola
    e un luogho magico, pieno de istoria. Brava PAOLA!!! Bacione. LUJAN


  111. Lujan ( Buenos Aires , Argentina )

    ENZO AMARA bravo cantautore, belle e con il cuore, hai detto tante cose del tuo paese. Grazie per compartire e buona Santa Pasqua!!! Cari saluti. Lujan
    PS. Il fotomontaggio “Austa Mia” 7 stelle *******


  112. Giuseppe Pampena ( USA ma... , ...quasi in Italia )

    Anna ti invidio, ma non nel cattivo termine, ma perche’ tu hai avuto la fortuna di rimanere in Italia.
    L’Italia e’ il cuore della Cultura, l’epicentro della civilizzazione, la Nazione baciata dal Sole e accarezzata dal Mediterraneo (il Mare Nostrum).
    Anche se amo e rispetto gli Stati Uniti come la mia Patria Adittiva, non ho mai perso l’amore per la nostra Madre Patria.
    Io sono come un albero trapiantato in terra straniera ma se ripiantato nella mia terra nati’a forse non satrei capace di sopravvivere, ma darei la mia mano destra solo per tornare eternamente nella nostra Patria Madre!!!

    Eh va be’ lasciamo stare i sogni impossibili…un bacione a tutti amici ed amiche del blog, un abbraccio speciale a Francesca e nonna Lea.
    Nonna non lo prometto ma cerchero’ di fermarmi e darti saluti in persona e per un seconda volta ammirare il panorama romano dalla tua loggia!!!!

    Buona pasqua a tutti!!!


  113. gaetana ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    Carissima Francesca, faccio gli auguri di una buona e Santa Pasqua, a te e la tua famiglia e parenti, poi a TUTTA QUESTA GRANDE FAMIGLIA di pf
    che questi giorni siano sereni , tanta pace nei vostri cuori. da Gaetana


  114. silvia maranca ( são Paulo , brasile )

    Carissima Francesca:volevo oggi farti tanti auguri per la Pasqua a te e la tua famiglia(inclusa nonna Lea,neanche credo necessario dirlo.)e a tutti i nostri amici del gran salotto.A Giuseppe ,ormai un vecchio amico posso dirlo no?vorrei dire che4 ho sentito molta malinconia al leggere ill tuo ultimo scritto perche riflette uno stato d animo triste.Penso che tutti gl emigrati hanno nostalgia della terra di origine,ma al punto di perdere una mano in cambio di tornare?Non só se era forza di espressione,ma sarebbe drammatico sai?Noi realmente di patrie ne abbiamo due(nel cuore)ma il Paese dove tu hai i tuoi affetti,loa tua vita,quella dove vivi insomma,é una di loro.Penso(per me) che non sappiamo come sarebbe stata la nsotra vita se stessimo ancora in italia,sai Giuseppe,l Italia é un bellissimo Paese,é dove siamo nati,ma non si vive di un Paese(neanche di quello acquisito) si vive IN un Paese e oggi realmente tutto il mondo é Paese,e l importante é se si riesce a essere minimamente felici,ovunque sia,La tristezza si soffre ovunque,é questo che voglio dire,e in certi momenti si vorrebbe scappare,ma non si scappa da se stesso,io questo penso,parto con me stessa,porto con me tutto…..quindi dovunque siamo penso é lo stesso.Bacioni e auguri a tutti,Silvia


  115. Luciana Cianfarani ( troy, mi , usa )

    Cari Francesca e amici del blog, auguro di vero cuore una S. Pasqua di pace e serenita`. Luciana


  116. Giuseppe Pampena ( US )

    Silvia,
    non e’ malingonia, e’ semplicemente nostalgia…purtroppo non e’ facile interpretare sentimenti altrui. Tanti sentimenti inesprimibili, li conteniamo in un prezioso scrigno, come un tesoro raro. E un dono divino che ci fa chiudere gli occhi e farci vedere bellissime vette da conguistare.

    Quando sento Paola (non Anna) parlare del suo caro paese Ali’, mi viene la voglia di visitare l’Italia, ma nella maniera di quando ero fanciullo ed ingenuo, senza preoccuparmi del futuro.

    Di nuovo BUONA PASQUA …

    (Francesco, e’ arrivato!!!)


  117. paola ( ALI' Prov. (Messina)Sicilia , Italia )

    Giuseppe io ti capisco della nostalgia che provi x questa terra lontana, sai dopo la morte di mia madre, mio zio me e mia sorella ci portò in colleggio a Milazzo un bel paese e siamo cresciute li, la sera prima di addormentarmi quardavo il panorama quardavo la raffineria con tutte le sue luci che specchiavano nel mare era uno spettacolo ma anche se ero in quel posto il mio pensiero volava al mio paese ai miei amici alle persone care che ho dovuto lasciare, e quando era il periodo delle vacanze quando il pulman era già nelle vicinanze che già si intravedeva il paese il mio cuore palpitava di gioia, vedi anche se stavo in una reggia io pensavo al mio paese e così è anche per te tu dove abiti adesso sono più che sicura che stai bene ti sei ambientato ai trovato nuovi amici ti sei fatto una posizione , ma la tua terra è la tua terra, noi siamo come degli alberi che anche se ci trapiantano in altri posti desideriamo ritornare nel luogo di partenza perchè le radici sono rimaste li, pero è anche vero come dice Silvia adesso hai 2 patrie, ama l’america xchè ti ha dato tanto (il lavoro, amici, e penso che hai una famiglia e dei nipoti) non fare come mia zia Agata che è morta in Argentina sempre con quel dolore nel cuore x essere lontana dalla sua terra, la tua è nostalgia ed è bello vuol dire che hai sentimento non sei una persona vuota senza cuore. Come diceva TOTO tiriamo innanzi (andiamo avanti ognuno di noi ha il suo destino) spero di essere stata chiara, comunque dopo domani è pasqua e i brutti ricordi che ci fanno stare male buttiamoli in dietro è andiamo avanti ringraziando DIO x quanto ci ama che anche nelle difficoltà ci ha soretto e per ognuno di noi ha data la sua santa provvidenza, do un abbraccio a tutti senza tralasciare nessuno, ancora buona Pasqua ciao a presto.


  118. IDA ( BUENOS AIRES , ARGENTINA )

    invio saluti a tutti , che la Santa Pasqua arrivi serena , e colma di felicità , è questo
    che io vorrei per tutti voi !!!!! un salutone e un abraccio forte forte !!!!!!
    siete sempre nel mio cuore.


  119. vincenzo graneri ( haledon new jersey , usa )

    ciao Francesca sei grande e ancor piu` brava ed`elegante come mai ti faccio i miei complimenti (e vaiiiiiiii)

    saluti cari Vincenzo Graneri


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili