prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

lunedì, 26 ottobre 2009
IL COMMERCIALISTA RISPONDE

commercialista1.jpg
Dottore Commercialista
RENATO GRASSUCCI

La settimana di ProntoFrancesca si apre con un tema di servizio molto importante e di grande attualità: lo scudo fiscale. Prima di entrare nel vivo di questa intervista che vede protagonista il nostro Commercialista di fiducia, che per anni avete avuto modo di seguire durante le puntate di SPORTELLO ITALIA, il Dottor RENATO GRASSUCCI, desidero dedicare un pensiero all’amica del nostro “Salotto Mondiale” TERESA FANTASIA, intorno alla quale vi siete uniti in questi giorni per esserle vicino dopo la perdita del marito. Sapete, a volte mi fermo a pensare di come sia possibile avere creato una così meravigliosa e numerosa famiglia di Italiani nel Mondo, che pur non conoscendosi il più delle volte personalmente e vivendo magari a migliaia e migliaia di chilometri di distanza, si sentano uniti ed accomunati da un sentimento così profondo e speciale. Mai avrei creduto quando ho dato vita al mio progetto telematico, che potesse nascere tra tutti noi un’amicizia virtuale così intensa e sono veramente grata a tutti voi per l’affetto, l’entusiasmo e l’assiduità con la quale nel tempo state condividendo la mia idea di fare in modo che ProntoFrancesca possa essere non solo un grande ponte tra tutti gli Italiani nel Mondo, ma anche e soprattutto una prova tangibile nel tempo, di quello che insieme stiamo costruendo e dei valori in cui crediamo. Ho letto con molta attenzione come sempre i vostri commenti ed ho trovato veramente toccante la vostra sensibilità nel portare conforto a Teresa, anche se “solo” attraverso il computer e vi ringrazio veramente tantissimo per essere così come siete.  Quello che avete scritto va bel oltre un semplice commento lasciato nel mio blog e di questo sono convinta che ne siate sempre di più consapevoli anche voi. Proprio per continuare a portare avanti questo spazio secondo la linea editoriale che ho scelto e perseguito in questi due anni, è mio desiderio trattare anche temi di servizio, pur sapendo che spesso interessano solo una minima parte dei miei lettori, trovando  giusto accontentare tutti e fare in modo che il mio sito possa divenire sempre più trasversalmente letto.

Proprio per questo motivo vi chiedo gentilmente di attenervi nei prossimi giorni dal lasciare commenti che escano dal tema trattato, nel rispetto di chi desidera porre domande al Dottore Commercialista RENATO GRASSUCCI, che con grande disponibilità ha messo a disposizione di voi tutti le sue competenze in materia fiscale, dedicando parte del suo prezioso tempo.

Ringraziandovi fin da ora per la collaborazione, vi auguro di cuore un buon inizio di settimana!


DOMANDA: Che cos’è questo scudo fiscale?

Lo scudo fiscale è una sanatoria istituita dal nostro Governo (e da ultimo modificata con il DL 78/09) che consente a tutti i residenti in Italia (persone fisiche, società semplici, associazioni, enti non commerciali e trust), di ufficializzare tutte quelle attività finanziarie e/o quei beni posseduti all’estero nel periodo dal 01/01/05 al 31/12/2008.
Rientrano più precisamente tutti gli investimenti in attività finanziarie, gli immobili, gli oggetti preziosi ed anche gli yacht.
Questo manovra fiscale è stata in questo stesso periodo adottata anche in molti altri paesi dell’occidente (sia dell’UE che negli Stati Uniti) con l’obiettivo comune di far rientrare somme di denaro nel paese per poi essere opportunamente investite, con consequenziali ovvi vantaggi all’economia interna; senza chiaramente trascurare l’immediato vantaggio per le casse Statali rappresentato dall’incasso dell’imposta forfetaria pari al 5% del valore della somma rimpatriata. Senza il pagamento di questa imposta la proceduta di condono non viene considerata perfezionata.

DOMANDA: Si parla quindi di una procedura di condono per somme e/o attività detenute all’estero ma destinate ad essere condonate da residente in Italia. In che misura possono allora interessare i nostri connazionali che invece risiedano all’estero?

Questa manovra, anche se destinata ai residenti in Italia, in pratica interessa anche gli Italiani residenti all’estero almeno per due motivi.
1) Una delle ipotesi di condono può addirittura essere quella di condonare investimenti (in attività finanziarie e/o immobili) ubicati in Italia ma detenuti da interposte persone (o società) residenti all’estero. Insomma, potrebbe trattarsi del caso di un nostro connazionale residente all’estero che funga da prestanome per l’intestazione di un immobile in realtà ubicato nel nostro paese e di interesse di altra persona residente in Italia che ha intestato il bene al residente all’estero chiaramente con l’obiettivo di sottrarsi al fisco. E’ una delle ipotesi condonabili.
2) La seconda possibilità di interessamento di Italiani all’estero, riguarda il caso in cui la residenza appunto all’estero sia solo fittizia in quanto il centro principale degli interessi economici e sociali della persona è in realtà ubicato nel nostro paese. E spesso tale fittizia residenza è in un paese a fiscalità privilegiata (cosiddette black list). L’Amministrazione finanziaria da qualche anno sta impiegando grosse risorse alla ricerca di queste residenze fittizie con l’obiettivo di scovare tutti quei redditi di cui sono titolari tali persone e che andavano invece dichiarati (e quindi tassati) nel nostro paese. Indizi di vario genere, come la presenza in Italia comprovata dalla partecipazioni a convegni, manifestazioni di vario genere, apparizioni sui giornali ed in televisione, sottoscrizione di assicurazioni ed altri tipi di contratti con società Italiane, viaggi frequenti di ritorno in Italia, permetterebbero al Fisco di smontare la residenza fittizia.

DOMANDA: Quali sono le modalità e termini di questo condono?

Il condono riguarda tutte le attività finanziarie nonché gli immobili , gli yacht e gli oggetti preziosi detenuti all’estero nel periodo dal 01/01/05 al 31/12/08 e suscettibili di produrre ricchezza. Nel caso degli yacht la presunzione del Fisco, dalle prime precisazioni, sembra addirittura assoluta quindi non suscettibile di prova contraria.
Le modalità di regolarizzazione sono due:
a) attraverso il rimpatrio, possibile per tutti beni di cui sopra detenuti in qualsiasi paese europeo od extraeuropeo;
b) attraverso la regolarizzazione, possibile per tutti i beni di cui sopra detenuti in un paese dell’UE o aderente allo spazio Economico Europeo (SEE) (attualmente la Norvegia e l’Islanda).
Quindi, per i beni detenuti fuori dall’UE è possibile solo il rimpatrio. Il rimpatrio è la procedura ammessa anche nel caso di un immobile. In questo caso è previsto il cosiddetto rimpatrio giuridico (ovviamente non quello fisico). E’ infatti stabilito che l’immobile sia conferito ad una società fiduciaria avente sede nello stesso paese dove è l’immobile; la partecipazione societaria acquisita in cambio viene riportata sulla “dichiarazione riservata” che viene presentata ad un intermediario finanziario abilitato residente in Italia. Il rimpatrio si perfeziona con il pagamento del 5% del valore della citata partecipazione!
La dichiarazione ed il pagamento vanno eseguiti improrogabilmente entro il 15/12/09.

DOMANDA: A proposito di immobili, che probabilmente rappresentano l’ipotesi di investimento più diffusa per gli Italiani, considerando il caso di immobili ubicati invece nella UE (o in Norvegia od Islanda), vanno sempre regolarizzati?

L’obbligo di regolarizzazione sussiste solo se l’immobile è ubicato in un Paese in cui sussista l’obbligo della dichiarazione fiscale dello stesso e quindi di assolvere le relative imposte.
In genere, se l’immobile è tenuto a disposizione non sussiste l’obbligo di dichiarazione per quel Paese e, di conseguenza, non sussiste neanche l’obbligo di riportare lo stesso nello scudo fiscale. Se invece fosse stato affittato, sicuramente sussiste l’obbligo di ricorrere allo scudo fiscale.
Viene da se che, una volta condonato quel immobile, dalla successiva dichiarazione dei redditi sarà necessario riportarlo sul quadro RW (relativo agli investimenti all’estero) della dichiarazione dei redditi presentata in Italia.

DOMANDA: Quali potrebbero essere i vantaggi e quali invece gli svantaggi di questo condono?

I vantaggi sono innanzittutto quelli di evitare tutte le sanzioni penali previste dal nostro ordinamento. Aderendo infatti alla sanatoria cosiddetta dello “Scudo fiscale ter” si riesce ad ottenere l’estinzione di reati quali l’infedele e omessa dichiarazione, il falso in bilancio, l’occultamento o la distruzione di documenti, le false comunicazioni sociali, le dichiarazioni fraudolente.
E’ altresì previsto un vantaggio più strettamente fiscale che è quello di precludere agli agenti dell’agenzia delle Entrate ogni attività di accertamento su imponibili e periodi di imposta condonati.
Sempre in tema di vantaggi, aderendo si evitano le sanzioni che sono state notevolmente inasprite nei confronti di tutti coloro che trasferiscono capitali all’estero superiori ad € 10.000,00.
Sono state infatti aumentate fino al 480% delle imposte dovute sulle somme non dichiarate, oltre alla possibile confisca di beni in Italia di importo pari alla imposta evasa più sanzione.
Quanto agli svantaggi, rimpatriare attività all’estero entro il termine del 15/12/09 potrebbe significare un frettoloso smobilizzo degli investimenti eseguiti e questo potrebbe anche comportare una perdita rilevante sull’investimento finanziario in corso.

29 Commenti a “ IL COMMERCIALISTA RISPONDE ”

  1. Enzo Amara ( Winthrop, MA , usa )

    Cara Francesca,
    ancora una puntata interessantissima.
    Grazie Dr. Grassucci.
    Da Presenzano, in provincia di Caserta, si è vero ti sento vicinissima, mando un caloroso saluto a tutti, ma in particolare una preghiera speciale a Teresa ed i suoi cari per la perdita del marito.
    Enzo


  2. Giuseppe dal Connecticut ( Stati United de América )

    Ciao Francesca,
    Grazie per avere scelto un importante soggetto, che ha a che fare anche con noi Italiani all’ Estero.
    Molti Italiani all’Ester essendo registrati all AIRE, possono essere loro tassati per beni acquisiti nel paese adottato? o solo per beni acquisiti in Italia e portati all’estero? e i beni che superano € 10.000,00 sono annuali or ogni volta che si ritorna dall’Italia. Grazie di nuovo Francesca e al Dottor RENATO GRASSUCCI.
    Un saluto fiscale a tutti gli amici del blog.


  3. LUIS ROMAGNI C. ( MIAMI.FL. , usa! )

    Ringranziando al DR. REANATO GRASUCCI e alla Regista VIP Francesca come io non sono isvritto al AIRE..PERO l’argomento interessa a molti Italiani al estero..ringrazio della sua Elequente internezione e anche alla Nostra Registra Francesca A. che riapre il Ponte con gli Italiani al Estero.. Grazie di cuore ai due e saluti a tutti!!!! (nota fore il Ponte di Messsina sara’ ua illusione..pero” la la Francesca Alderisi si costuisce il ponte importante con gli Italiani al Estero!! No comment!!! saluti a tutti Luis!


  4. Maria ( Newport News , Virginia )

    Ciao Francesca

    Io nonho propieta’ in Italia, ma fa’ sempre bene a sapere. Tanti cari slauti al Dr. Ranato Grassucci.

    Con affetto Maria


  5. Francesco ( Toronto On. , Canada )

    Voglio solo salutare il Dr. Renato Grassucci, Francesca ed tutti, i nostri bloghisti. Francesco.


  6. Flavia Mea Pola ( san Paolo , Brasile )

    Ringrazio l’intervento del dott.Grassucci che sicuramente aiuterá qualche nostro amico del salotto mondiale di Francesca.
    buonasera
    Flavia


  7. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara FRANCESCA , ringrazio anche io l´intervento del Dott. Grassucci, che gentilmente risponderá le domande di chi avrá bisogno, per te anche grazie per questo rapporto bellisimo d´amicizia. Un saluto a tutti gli amici di questo salotto


  8. joe ( Melbourne , Australia )

    Cara Francesca ,tanti saluti al dr,R. Grassucci e tanti saluti speciali a te’dolce Francesca,e tutti gli amici di questo salotto di una grande famiglia
    Joe
    sentite condogliance alla Sig-Teresa.


  9. Stefano Mollo ( Perth , Australia )

    Cara Francesca,

    ancora una volta un articolo molto azzeccato, soprattutto come tempistica; eh si, perché ciò’ che narrerò’ di seguito ha dell’ incredibile, ma, nel pieno rispetto della Nostra Tradizione Italiana, proprio perché incredibile, e’ possibile.

    Pochi giorni fa mi e’ arrivata ad Ostia (RM) una “Raccomandata Indescritta”; siccome io vivo all’ estero, mi son dovuto recare presso il C0onsolato d’ Italia per farmi fare una delega ($16,00) a favore della mia 85enne mammina affinché ella potesse ritirare tale misterioso documento!

    …. che risulta essere una comunicazione da parte del Fisco in cui “…a seguito di accertamenti, risulta che Lei (cioè io, Stefano Mollo) e’ iscritto sia all’ AIRE che all’ anagrafe italiana, rendendosi cosi’ soggetto d’ imposta …..” la “letterina” e’ di tre (03) pagine scritto piccolo. La mia 85enne mammina sta facendo una fotocopia di tutto il malloppetto e lo sta spedendo a mio cugino, che me lo spedirà via email (lui e’ più giovane e tecnologico, ha solo 70 anni …..)

    Tutti sapete che io vivevo in Ecuador dal 1996 e che da tre mesi circa vivo in Australia; sulla mia carta d’ identità c’ e’ scritto Residente all’ Estero (Ecuador), mi spieghi qualcuno come e’ possibile che il Fisco creda “a seguito di accertamenti” che io sono anche residente in Italia ?!?!?!!

    Appena mi arriva il malloppetto, vi terrò aggiornati … questa e’ una cosa che può capitare a chiunque di voi, perché secondo me quelli del Fisco stanno facendo una caccia alle streghe e siccome non hanno idea di chi veramente abbia evaso, estraggono nomi dal cappello a casaccio.

    Nei prossimi giorni scriverò; anche ai media (RAI, Mediaset e svariati giornali) perché stavolta mi hanno proprio STANCATO!!!!

    In Ecuador lo Stato italiano mi ha abbandonato ed ora il Fisco vuole soldi e dice che io risiedo in due posti differenti?

    Ma che razza di gente abbiamo nei ministeri?

    No … non rispondete a questo …

    Le mie più sincere condoglianze alla Sig.ra Teresa.

    Stefano


  10. IOLANDA MENNILLO ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    Cara francesca,tanti saluti al Dottore Grassucci, ma io non ho nienteda domandare lo ringrazio lo stesso , adesso do i mie singeri condoglianze alla signora Teresa, per la perdita del marito sono vicino a lei pure se sto lontana. Tanti cari saluti a tutti il salotto mondiale del blog ciao da me Iolanda Mennillo.


  11. Giovanni ( Manaus , Brasile )

    oi, un saluto a tutti,
    ciao
    gio


  12. Ernesto ( USA )

    Cara FRANCESCA,
    per la prima volta in circa due anni del tuo blog entro nel merito di aspetti “tecnici” e chiedo al dott.GRASSUCCI due chiarimenti :

    A) la somma da lui indicata quale tetto per trasferimento di capitali all’estero esenti dall’aggravamento notevole fiscale, cioe’ euro 10,000= e’ annuale?
    Perche’ la banca in Italia mi ha precisato che si tratta di importo “giornaliero”. Cioe’, chiunque puo’ trasferire denaro all’estero per euro 10.000= al giorno ,senza che il fisco ci metta il naso. Effettivamente un importo “annuale’ di 10,000 euro suona ridicolo. Vorrei conferma.

    B) il trasferimento che quasi tutti noi facciamo mensilmente dall’Italia all’estero delle nostre pensioni non e’ compreso nella lista e non e’ inteso,essendo “pensioni”, “capitali all’estero da perseguire…mi auguro.
    Non so se posso chiedere una certa urgenza.
    Grazie, saluti a tutti,
    Ernesto..


  13. Ernesto ( USA )

    Cara FRANCESCA,
    ho omesso la domanda piu’ importante per la quale vorrei ricevere una precisazione “definiva”, dopo molti anni di dubbi e controversie :

    il pensionato italiano riscuote la sua pensione, lasciando in Italia una notevolissima aliquota di tasse e balzelli varii. Riceve una pensione “netta” ; che gli arriva nello Stato estero dove si trova. Io vivo in Usa e sono obbligato per legge severa a denunciare al fisco Usa TUTTE le rendite o guadagni che mi possono giungere da ogni parte del mondo e pagare le tasse inerenti.
    Pertanto la pensione viene colpita da una DOPPIA TASSAZIONE.
    Da piu’ parti si afferma che esiste un accordo fra Italia e Usa, per cui o si paga in Italia, oppure si paga in Usa.
    propongo la domanda biblica : qual e’ la verita???
    E ,per favore, se mi si puo’ indicare data e titolo della legge in questione.
    Cosi’ da poter chiedere al fisco Usa il rimborso di tutto quanto pagato qui e NON dovuto.
    Vivissime grazie,
    Ernesto.


  14. Maria Sciortino ( Red Bank , USA )

    Grazie al Dott Renato Grassucci di tutte le preziose informazioni. Grazie a te Francesca per il tuo interessamento di tenerci cosi’ bene informati . Cordoglianze per Teresa. Iddio ti deve dare forza di andare avanti sempre . Saluti Maria


  15. gianni ( toronto )

    Ciao Francesca grazie per tutto quello che fai per noi.
    Grazie anche a lei dott Grassucci ‘ lei ci ha descritto lo scudo fiscale tutto rose e fiori’ non penza che sia un paradiso per il riciclaggio di denaro sporco
    qualche dubio a me lo lascia . Lei cosa ne penza?


  16. Francesco ( Toronto On. , Canada )

    Un saluto a tutti , oggi sta piovendo, ed le foglie stanno cadendo. ringrazio il DOTT. R. Grassucci, e ringrazio Francesca, per tutto ciò che fà. Frank


  17. Alfonso ( Montreal , Canada )

    Ciao Francesca, volevo solo congratularti per le tue ritrovate utili che il Dr R. Grassucci gentilmente espone ai lettori del tuo blog che ne hanno bisogno.
    Senza dubbio ti dedichi anima e corpo ai tuoi italiani nel mondo.
    Salutoni a te e a tutti gli amici. A presto


  18. Stefano Mollo ( Perth , Australia )

    Ecco la “letterina” dell’ Agenzia delle entrate ……

    http://www.stefanomollo.com/assurdo/Lettera_Agenzia_Entrate.pdf

    Buona lettura.

    Stefano.


  19. Vittorio Cassone ( San Paulo , Brasile )

    Grazie Dottore RENATO GRASSUCCI – materia interessante, dove il mondo occidentale cerca di risolvere la questione, gravissima, dei PARADISI FISCALI… che fanno tanto male….
    Auguri, Francesca e Renato.


  20. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO:

    PER L’IMPORTANZA DELL’ARGOMENTO TRATTATO E LA CONSEGUENTE PARTECIPAZIONE AL BLOG ATTRAVERSO LE TESTIMONIANZE DIRETTE DI ALCUNI LETTORI DI PRONTOFRANCESCA, QUESTO TEMA RIMARRA’ IN HOME-PAGE ANCORA PER QUALCHE GIORNO.

    INVITANDOVI CORTESEMENTE AD INTERVENIRE QUALORA AVESTE DOMANDE E CONSIDERAZIONI IN MERITO, VI AUGURIAMO UN BUON FINE SETTIMANA.


  21. silvia-são paulo-brasile ( são paulo , brasile )

    Carissima Francesca,sono stata per un lungo periodo assente,ma per ragioni varie,non di salute,per fortuna.Certo che ,dopo ringraziare il Dr.Grassucci per la sua disponibilitá verso di noi,e la tua sensibilitá nel cercare di attendere le necessitá di tanti italiani all estero,devo dirti che oggi pensavo,certo fá impressione,quando si leggono pochi commenti nel tuo blog,dove in genere siamo a centinaia che entriamo e usciamo ripetute volte.Ma allo stesso tempo,sono contenta che tra di noi blogghisti non siamo in tanti ad avere certi problemi specifici,e allo stesso tempo é giusto prodigare,sia pure a pochi la possibilitá di risolverli.Vedi questa é ancora una prova di ció che noi giá sappiamo da tempo,che il tuo traguardo é prima di tutto la qualitá,in realtá,e in questo caso specifico,vorrei addirittura che nessuno avesse problemi…ma quei pochi,se l hanno risolto,o almeno visto una luce alla fine del tunnel,giá é una vittoria ti pare?e poi,tanti,nel boccfa a bocca,che eventualmente potremo aiutare con gli schiarimenti del Dr.Grassucci,tanti che magari non hanno accesso a internet,ma hanno i problemi.Io non sono entrata ´per aumentare il numero,ma per ringraziarvi di queste iniziative necessarie nel nostro salotto,volevo farlo.Un bacione a te e a tutti gl amici del salotto,che sono quasi sicura la pensano come me.Silvia


  22. Francesco ( Toronto On. , Canada )

    Non sò come si festeggia Holloween in Italia, ma seconda le televione, credo che anche in tutta Europa, è arrivatata questa tradizione americana.
    Francesca scusami se sono fuori tema, ma voglio augurarvi a tutti, un buon Holloween, ed state attenti alle cioccolate, sò che sono buone ma mangiatene
    poche. Saluti a tutti Francesco.


  23. Juliana De Angelis ( Ontario )

    Cari saluti a te Francesca e un cordiale saluto al Dott. Grassucci.

    Per voi che abidate nell’Australia vi incoraggio di guardare il cielo se e’ chiaro Domenica sera 1 Nov perche, possiate vedere il Pianete Mars.

    Un abbraccio a tutti il Blog.

    Ora alzando gli occhi e vide i ricchi che gettavano i loro doni nelle casse del tesoro. Quindi vide una vedova bisognosa gettarvi due monetine di minimo valore, Gesu’ disse…. Veramente vi dico. Questa vedova benche’ povera ha gettato piu’ di tutti……………Luca 21:1-4………. una bellissima meditazione………….


  24. Raffaele Guarino ( Chiang Rai , Thailand )

    Francesca,ho rispettato i tuoi dettami e non ho piu’ scritto ne’ replicato a commenti scaturiti da mie considerazioni ,ma testimoniate da recenti rivelazioni storiche,ed altrettanto hanno fatto Gio’ di manaus,Ernesto ed Anna SaoPaulo.Ora una volta bandita la politica o pseudo tale,perche’ consenti a predicatrici settarie e recidive di imperversare sul tuo blog? Se questa volta ricevero’ l’OSTRAKON, scompariro’.Avro’ comunque sempre il massimo rispetto per cio’ che hai creato supportata,diciamolo pure,da seri e disinteressati professionisti e rappresentanti di isituzioni,di cui nel tempo hai saputo conquistare la stima.I miei migliori saluti a te e voi tutti


  25. aNNA ( São Paulo , Brasile )

    Caro Raffaele,
    Scusa se mi manifesto, tu hai ragione, in linea di massima. Dico questo perchè mi sembra che siano stati veramente quasi eliminati le entrate fuori argomento nel blog di Francesca.
    Qualche volta sorge, ma non sò se é possibile controllare a priori tali interferenze.
    Comunque io credo che, ogni tanto, può succedere, ma non è una soluzione che chi obbedisce alle regole imposte si ritiri, se la vogliamo aiutare a seguire i suoi progetti, non credi?
    Un abbraccio e non scomparire. Vedi, mi hai fatto uscire fuori tema….
    scherzo eh?
    Anna


  26. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO:

    SIETE TUTTI GENTILMENTE INVITATI A RIMANERE IN TEMA ED ASTENERVI DAL LASCIARE COMMENTI SU QUALSIASI ARGOMENTO CHE FUORIESCA DA QUELLO TRATTATO: LO SCUDO FISCALE!

    GRAZIE PER LA CORTESE COLLABORAZIONE


  27. Ernesto ( USA )

    FRANCESCA :
    TEMA:
    PARLA DELLO SCUDO FISCALE.
    Pierino, quinta elementare :
    Io non e’ che ci capisco molto in queste cose dei politici, ma mio padre si e’ arrabbiato e ha detto che questo cosiddetto scudo fiscale’ e’ una cosa messa in piedi da non so chi per favorire una specie di enorme calderone di una massa grossa di tutti quelli che avevano guadagnato con camorra. droga, armi e sesso e politici, conti cammuffati, come a carnevale, falsi in bilancio, io ci ho un amico che e’ falso in classe, non so cosa e’ questo bilancio; e, siccome sono furbi, hanno portato tutti questi miliardi all’estero per nasconderli…”mica sono fessi”, ha detto mio padre che si incazzava. La mamma ha detto : calmati Peppi’ che ci hai la pressione alta ,
    ma lui continuava a prendersela con uno che non ho capito chi fosse.
    Quindi, chiudo questo tema dicendo se qualcuno mi chiede cosa voglio fare da grande, io diro’ che voglio fare come quei signori li’, perche’
    anche io non sono un fesso.
    Pierino.


  28. wanda ( new york , usa )

    ciao a tutti gli amici del blog. devo ricevere una inheritance dal’Italia ,devo pagare le tasse qui in USA? se qualcuno sa la risposta lo apprezzo molto. Francesca ho imparato molto dal DR. Grassucci molto informativo. ciao a tutti specialmente a Maria della Virginia.


  29. Andrea ( São Paulo , Brasile )

    Ciao Francesca,
    Grazie per avere scelto un argomento attuale e che ci porta a informare meglio chi vive fuori dall’Italia e non sa esattamente tutte le sfumature e le novitá della legge, anche se relazionata proprio a noi italiani all’estero, vorrei aiutare pubblicando qualcosa su http://www.italia.org.br se possibile vorrei l’autorizzazione vostra e fare qualche domanda in più.
    Complimenti di nuovo
    Andrea


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili