prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

sabato, 7 marzo 2009
PUNTATA 20 DI PRONTOFRANCESCA

Allora che si dice dall’altra parte del mondo? Esattamente così iniziava la pagina di ProntoFrancesca dell’8 marzo di un anno fa dal titolo “UN UOMO…. UNA DONNA!” che avevo scritto in occasione di questa ricorrenza. Qualche ora fa, prima di aggiornare nuovamente il mio diario in rete e comunicare con tutti i lettori di ProntoFrancesca, sono andata a rileggere i miei pensieri di un anno fa e mi sono fermata un attimo a riflettere tra me e me su come passa il tempo e di quanto dipenda da noi il modo in cui trascorre. Nel mio caso, inutile ricordarvelo ancora, è proprio così: in alcuni momenti mi sento un personaggio di un’avventura rocambolesca, il che a dirla tutta non mi dispiace affatto, anzi mi fa sentire viva fin dentro “l’ultimo nervo” del mio corpo e della mia anima. Senza addentrarmi in discorsi troppo profondi, desidero per prima cosa darvi il bentrovato e ringraziarvi per la partecipazione con la quale state seguendo il mio progetto telematico. Lo so che vorreste che il blog si trasformasse più spesso in uno spazio di conversazioni a tema libero, ma non finirò mai di sottolineare l’importanza che ha per me il seguire una linea editoriale coerente con il mio bagaglio professionale sul mondo degli Italiani all’estero e proprio per questo ci tengo molto a continuare a trattare anche temi di servizio di comune interesse ai nostri connazionali, così come ci tengo altrettanto (se non di più!) a conoscere personalmente gli amici del nostro ormai frequentatissimo “Salotto Mondiale”. Prima di presentare il protagonista di questa settimana, desidero fare gli auguri a tutte le donne nel Mondo. Sinceramente non è una festa che amo in modo particolare, pur condividendone gli aspetti storici che purtroppo ci portano indietro nel tempo ad una tremenda tragedia. In questa giornata dedicata a noi donne, vorrei  dare un abbraccio forte anche a tutti gli uomini. Vi sembrerà curioso questo mio gesto decisamente controcorrente, ma mi sento di “strizzare l’occhio” a tutti gli uomini che fanno sentire le loro donne speciali, non solo l’8 marzo, bensì per tutta la Vita! Grazie, perché senza di voi sarebbe tutto sicuramente molto più noioso e scontato. Ora come ogni settimana è arrivato il momento di dedicarvi una nuova puntata di ProntoFrancesca; come sempre per motivi di riservatezza siete tutti gentilmente invitati a non scrivere nei vostri commenti numeri di telefono ed indirizzi e-mail.

Per facilitare la visione dei video, vi consiglio di caricarli prima per intero e poi guardarli.

Buon fine settimana a tutti ed a presto!

(Either JavaScript is not active or you are using an old version of Adobe Flash Player. Please install the newest Flash Player.)

135 Commenti a “ PUNTATA 20 DI PRONTOFRANCESCA ”

  1. Romina ( Chesapeake , Virginia )

    Conversazione interessante…………..un lavoro che richiede tanta passione…….piacere di aver conosciuto un’altra connazionale italiana……….baci a tutti e buona festa della Donna a tutte le donne italiane nel Mondo.Ciao,Romina


  2. Aldo Mosello ( CURITIBA , BRASILE )

    A TE FRANCESCA E A TUTTE LE GENTILE DONNE DI BLOG GLI AUGURI PIÚ SINCERI PER QUESTA DATA CHE NON SIA SOLO DI RICORDO…MA ANCHE DI RIFLESSIONE.ALDO


  3. Maria ( Newport News , Virginia )

    Cara Francesca
    Buona Giornata della donna, a tutte coloro che frequentano il blog. Ed anche all’ altra parte del Mondo.
    Mi ha fatto piacere conoscere anche Nadia Cozzi, veramente fa’ un lovoro interessante, ed e’ nua bella giovane.
    Fate tutti un bel weekend, Io staro’ occupatissima con ospiti da Napoli. Con affetto Maria


  4. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Francesca, veramente azzeccata oggi l’intervista con Nanda, un argomento molto originale e lei simpaticissima e parla moltissimo bene l’italiano.
    Che lavoro diverso e lodevole che svolge. Noi qui a São paulo non abbiamo nessun appoggio di questo tipo, devi andare in una sala fredda e anonima, contrattare il servizio di rimozione, comprare il feretro, insomma, é triste.
    Se non fosse per gli amici sempre presenti è una cosa da strappare il cuore in un occasione che è già spaccato.
    I cimiteri antichi hanno anche mausolei enormi con cappella alcuni, ma i moderni, come quello della mia famiglia, sono veri giardini, solo c’è una lapide con il nome e le date sull’erba, il resto sono alberi, erba,fiori.
    Di bello c’è anche un piccolo zoologico con uccellini in una grande gabbia.

    Devi sapere che c’è anche un salone enorme, elegante, con divani per il “velorio”, non sò come si dice in italiano, che qui dura solo massimo 24 ore, molte volte il funerale è eseguito nella stessa giornata se la persona muore al mattino.
    Sò che in italia ci mettete giorni interi per esecutarlo, per me è strano.

    Una curiosità è che, quando la mamma con decade di antecedenza, comprò la nostra tomba, cercò di comprarla vicino alla caffetteria che c’è, con tavolini, caffè e sempre qualcosa da mangiare o e bere. Questo perché, affermava, se non ci fosse caffè vicino, non saremo mai andate visitarla…Sfortunatamente era il posto più basso del giardino e si innondava, ed allora ha dovuto comprarla più lontana. Ma ci andiamo lo stesso.Ma prendiamo il caffè.

    E già che siamo in argomento, ora ci sono già in varie città, ed in una attaccata a São Paulo, cimiteri verticali. Sono edifici di un quattro piani, con tutto attorno un terrazzo con vasi di fiori sul davanzale, e poi ampi corridoi con le tombe da ogni lato, con le lapidi di marmo con i dati. In uno di questi stà mio marito, ed è per me un sollievo per due motivi, primo perchè non é coperto di terra, é solo infilato, poi perchè


  5. Luciana Cianfarani ( troy, mi , usa )

    Carissima Francesca e a tutte le tue seguaci, un augurio infinito per questo giorno dedicato alle donne. Bella l’intervista con Nanda che mi sembra una persona molto solare e bella e penso sia una persona adatta a quel lavoro perche` il suo sorriso porta un po` di sollievo. Poi ti dico che i cimiteri non sono cosi lugubri e paurosi come quelli in Italia. Forse il fatto che la morte e la vita vanno mano a mano non ci mette quel sentimento di estraneita` di non appartenenza, come se , “la morte e per tutti meno me”. Saluti a tutti e auguroni.


  6. Anna ( São paulo , Brasile )

    continuo oggi…
    è aperto dai due lati, il terrazzo, e quindi circola molta aria. Essendo che solo si possono mettere fiori artificiali, se posso dirlo perchè comunque é triste, a guardarlo è una festa di colori, molti, sembra un quadro. Anche lì c’é la caffetteria ed il salone per stare. Non sò se in italia esistono questo tipo.

    Quanto al giorno delle donne sono d’accordo con te, non mi dice molto, è una forma di discriminazione come il giorno del negro, delle mamme, ecc.ecc. tanto é che non esiste il giorno dell’uomo, che allora dovrebbe esistere, perché ci sono sì uomini che ci sanno rendere la vita un passaggio meraviglioso e far sentire unica una donna, e sono tanti, ed allora a loro dedico anche questo giorno che sarebbe nostro, proprio come hai fatto tu.

    Scusate il lungo, ma avevo voglia di raccontare com’è in Brasile e non lo potevo fare a rate per diminuire il post no? Certe cose o si raccontano o no, ma ora starò zitta per il resto del tempo.
    Un abbraccione
    anna

    Francesca, non sò se azzeccata è una parola giusta, o almeno non brutta, ma è quella che si AZZECCAVA di più a quello che volevo dire.


  7. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Cara Francesca , il tema di oggi fa parte della vita di tutti e il lavoro
    della nostra nuova amica Nanda è molto meritevole al pari di quello
    che svolgono le assistenti sociali.
    anzi, il suo è molto più meritorio che io definirei :” Consolatrice delle anime
    afflitte” perché in quei momenti si ha proprio bisogno di qualcuno che si associ al nostro dolore e, questo non tutti lo sanno fare.
    ci riesce soltanto chi ha l’animo sensibile e s’immedesima nell’altro con la voglia di consolare il dolore cocente di chi ha appena perduto una persona cara. lei , così bella e giovane saprà veramente entrare nelle grazie di quanti in quei tristi eventi, hanno bisogno proprio di persone amabili per
    essere guidati in quelle pratiche che non regge l’animo di fare.
    Credo proprio che sappia fare bene questo lavoro che la farà ricordare da tutti con riconoscenza per quanto si sarà prodigata.

    lo si capisce dal suo modo di esprimersi e poi ama il bel canto che è un
    elemento in più per essere comunicativi.
    Tantissimi auguri a lei perché la sua vita sia sempre serena e a te
    Francesca per avercela fatta conoscere, sia pure virtualmente . ciao.
    Nonna Lea


  8. Gustavo Beltràn Priori ( Milano , Italia )

    Ciao Francesca:
    un saluto a te ed a tutte le donne italiane nel mondo.Ti ho scritto un messaggio a tuo indirizzo e-mail riportando una notizia che farà piacere a tutti i discendenti di donne italiane sposate con stranieri prima della data del 1° gennaio 1948 ,perchè il 25 febbraio 2009 la Cassazione con la sentenza n° 4466 ha stabilito che la cittadinanza italiana va riconosciuta in sede giudiziaria , alla donna che l’ha perduta per essere coniugata con cittadino straniero anteriormente al 1° gennaio 1948. Di conseguenza , riacquista la cittadinanza italiana il figlio/a della donna nato/a prima di tale data.
    In sintesi cadono gli effetti della legge n° 555 del 1912.
    Credo che in una giornata nella quale si celebra il giorno della donna , questa notizia che cancella una ingustizia nei riguardi delle donne italiane nel mondo possa essere utile a qualcuno del tuo(“nostro”) blog.
    Un forte abbraccio
    Gustavo


  9. Rodolfo Cesarini ( Buenos Aires , Argentina )

    In questi giorni riservati a honorare tutte le donne del mondo, mi sento con il dovere di dedicare qualche righe alle donne che hanno havuto una importanza capitale nella mia lunga esistenza, con il seguente ordine, mia Madre; mia Moglie e mia figlia. Mia madre l’unica responsabile della mia presenza in Argentina, per convircermi quando havevo 17 anni (a Roma mangiando cocomero in Monte Mario) Francesca conosce la storia, raccontata da me anni fá. Mia moglie Ethel Dotto con la quale mi sposai nell’anno 1956 in Argentina quest’anno in febbraio habbiamo compiuto 53 anni di sposati, e finalmente mia figlia Sandra Marisa la unica. In questa giornata forse domani domenica, ho acceso la fiamma dell’amore a queste tre donne che ognuna nel suo Rol hanno accompagnato la mia lunga esistenza. Come omaggio decisi scrivere in questo blog il loro nome perche penzo che pure in questo mi devono accompagnare, meno mia Madre che mi vede dal cielo.
    A Francesca il rispetto che si merita per la sua attivitá con gli Italiani all’estero ( lodabile attivatá). Finalmente a tutte le donne che hanno accompagnato l’emigrazione.
    Rodolfo Cesarini, nato a Roma nel 1930, residente in Buenos Aires, Argentina


  10. roy ( Sydney , Australia )

    Carissima Francesca,
    per te, e per tutte le donne in salotto….un grande abbraccio…e un augurio per una bellissima giornata di festa per voi tutte….io credo giusto una giornata di festa per ricordare sempre , e non dimenticare mai il passato!
    siccome Francesca, sei tornato in dietro un anno, per riaprire la tua pagina,
    allora anche io mi permetto di tornare in dietro un anno,…..per rioffrire a tutte le donne in salotto,….un bel fettone di torta di gelato al sapore della
    mimosa,…e per mandar’lo giu, un bel bicchierino di limoncello .. gelato!!!
    io essendo gia oggi, nel vostro domani,vi auguro di nuovo, una gran bellissima
    giornata a voi tutti!
    Francesca, riguardo il video…..sto ancora aspettando che si scarica
    e poi arrivo per chiudere , per tanto ancora non so di chi si tratta””’
    un bacione
    roy.


  11. Maria ( Newport News , Virginia )

    Francesca
    Chiedo scusa alla Sign. Nanda, avevo sbagliato a scrivere il suo nome. Stavo scrivendo quando un’ amica mi ha chiamato ed mi sono distratta, ho messo il suo nome. Ciao a tutti, si parte per Washington D. C. stanno arrivano gli amici da Napoli. Fate un bel weekend.


  12. giovanni gerbaldo ( Manaus , Brasile )

    Gentile Francesca, carissima Nanda,
    amatissime donne italiane sparse nel mondo,

    Innanzitutto un bell’augurio per la giornata di oggi 8 marzo ,che se anche ricorda una non bella storia, tuttavia sa cogliere l’ essenza della rimembranza che vuole innalzar, sottolineare e far riconoscere il valore della donna nella costruzione del mondo.
    Un augurio speciale alla Amparo,che, mi sono accorto troppo tardi , non sta racchiusa tra le donne italiane sparse nel mondo.
    Nanda ed Amparo ,due bellissime donne … non dovreste aspettare ancora il benedetto principe !!!! Che peccato !
    L’ attività che fai ,Nanda ,anche se insolita ti dà le opportunità più grandi per dare la parola giusta a molte persone che ne hanno bisogno e che forse in quei precisi momenti non riescono a trovare. Ti faccio gli auguri più belli per questo lavoro che assume il compito di missione umana e religiosa allo stesso tempo.
    Anna ha già parlato dei nostri cimiteri . Non ho nulla da aggiungere. Anche a Manaus i corpi sono sepolti molto spesso prima delle 24 ore ,per causa del pericolo dell’inizio della putrefazione, dovuto al caldo intenso ed alla grande umidità.
    Ah , mi dimenticavo ,in Brasile ( Manaus ) alle donne si offre nel giorno a loro dedicato una bella rosa ( o un mazzo ) , e i colori ne indicano il rapporto affettivo. A voi tutte io l’ offro ben rosse , rossissime !
    Auguri ed un abbraccio
    gio


  13. Nanda Cozzi ( Hamilton, Ontario , Canada )

    Un caro saluto a tutti! Ho appena letto i vostri commenti, dopo aver guardato l’intervista (per cui ringrazio Francesca – mi piace com’e’ venuta!).
    Sono rimasta meravigliata dalle vostre parole – davvero belle! Non so nemmeno cosa dire! …..Grazie!

    Si’ , e’ proprio un lavoro molto particolare che io non ho cercato ma che ha cercato me. Ho fatto la prova, come mi avevano chiesto, ci ho messo un po’ e poi ho capito qual’era la cosa esenziale del mio ruolo. Ho capito che non mi interessavano le cose burocratiche ma solo di accontentare (se si puo’ dire…?) le famiglie che hanno bisogno di assistenza. Alcune volte (lo ammetto) e’ difficile. Cerco di non “entrare” troppo nel lato personale della loro storia – quando hanno bisogno di parlare, di raccontare, di essere ascoltati – alla fine va a finire che io entri nella loro vita privata – e si comincia a pensare, ma come fanno a vivere questo dolore? E alcune volte ti ritrovi ad avere compassione per loro. Questo lavoro mi ha dato la possibilita’ di conoscere tantissima gente – tante persone brave e simpatiche – inoltre, mi ha fatto crescere! Mi ha dato la capacita’ di conversare con chiunque – e pensare che quando andavo a scuola – dalle elementari all’universita’ – partecipavo poche volte perche’ ero timida!!!!! E mo’ invece……..!

    Alla Sig. Anna del Brasile voglio dire che la prima cosa che ci hanno insegnato e’ proprio quello di mettere al primo posto le famiglie che serviamo. Noi non lavoriamo a provvigione (non guadagniamo dalle vendite) e forse questo aiuta a non perdere gli obiettivi. Poi essendo gestito dalla Diocesi Cattolica – anche questo ne fa parte (almeno qui.). Molto interessante il tuo racconto di com’e’ a São Paulo! Sara’ molto difficile pero’ fare delle “scelte” nel momento del dolore – la cosa positiva che hai detto e’ quella di avere BUONI AMICI che ti aiutano !!!!!


  14. Nanda Cozzi

    Ringrazio Nonna Lea per le sue belle parole….la sua descrizione di “Consolatrice delle anime afflitte” e’ FANTASTICA! Mi auguro di poter essere all’altezza !!!! Grazie!

    Francesca, la canzone finale che hai dedicato a tutte le donne mi ha riportato al 1979 – il mio primo viaggio in Italia da ragazzina – adoravo quella canzone che si sentiva dapertutto quell’estate!!!!!!!!!!!!!!! Era diventata una delle mie preferite!!! Grazie!


  15. gaetana ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    Auguri prima di tutto alla nostra padrona di casa e a tutte le donne del mondo, che sia una giornata da riflettere per tutte le violenze che le donne subiscono, un abbraccio virtuale. ( appena posso quardero` il video )
    un abbraccio anche a gli uomini come dice Francesca, senza di loro il mondo
    andrebbe meglio!!!!!!!!!!!!! ( scherzavo ) Gaetana


  16. Franco Petrocco ( Valinhos , Brasile )

    Carissima Francesca, oggi ho un messaggio particolare per te e credimi è sicero. Dirti che sei una persona speciale, non è tutto, l’ho fatto parecchie volte e l’hanno fatto anche parecchie persone, ma oggi che stiamo a poche ore dall’otto di marzo, giorno internazionale della donna, voglio ripetere: Sei una persona, donna, speciale perchè sei bella, allegre, simpatica, inteligente e una cosa molto importante, mi pare che hai capito bene le necessità degli italiani all’estero. La presentatrice Francesca Alderisi, si communica con la voce, i gesti, espressione visuale, con gli occhi ed anche con il tono della voce, con sentimento, ti fai sentire vicino a noi emigrati, ci porti tutto un sentimento della nostra cara patria.
    Non ti piace che facciamo comparazione, ma questa volta devo farla, pochi giorni fa ho visto “Spotello Italia”, non c’era nessuna espressione di sentimento, di allegria, sembravano robots!
    Torni a presentare questo programma! Approfitto per salutare tutte le donne del mondo e di modo particolare, quelle del nostro blog. Un bacione a tutte!
    Ciao Francesca, a un prossimo incontro in Brasile.
    Franco Petrocco
    Brasile


  17. Carmela Celentano ( São Paulo , Brasil )

    Ciao Francesca

    auguri a tutte le donne di questo blog per il giorno 8 marzo festa delle donne sperando che queste siano trattate meglio in tutti i sensi cioè essere rispettate dagli uomini, sia padri, fratelli, mariti ed anche dai datori di lavoro perché i salari femminili sono sempre inferiori a quelli maschili anche se di pari merito e forse anche miglior merito…

    Non so che succede ma il video non si scarica, quindi non posso commentarlo.
    Da quanto leggo, la signora Nadia mi sembra faccia un lavoro encomiabile: i miei complimenti.

    A te Francesca un abbraccio affettuoso, perché rappresenti la donna forte, coraggiosa, attiva, competente, preparata, insomma una vera donna!

    Saluti a tutti e buon fine settimana.


  18. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Cara Francesca ed amiche del nostro salotto mondiale : Auguri di buona Giornata della Donna!!!!
    Tramite questa nuova puntata abbiamo avuto l’ opportunità di conoscere virtualmente a Nanda, una bella donna dotata di una particolare sensibilità emotiva e affetiva, soprattutto in quelli momenti addolorati in cui si ha bisogno di una parola di conforto ed apoggio …
    Il lavoro accanto al dolore arricchisce il tuo temperamento sereno.
    A presto, Marta.


  19. MARIA ( montreal , canada )

    Cara Francesca,hai ragione di sentirti viva fino all’ultimo nervo ,ci credo bene hai messo su questo favoloso SALOTTO MONDIALE, e noi siamo fieri,tramite te conosciamo tantissime belle persone,come Nanda, e una bella ragazza,parla molto bene italiano..Nanda brava per il tuo lavoro particolare l’importante farlo con amore.
    Io auguro a tutte le donne del nostro salotto e anche alle mogli dei nostri amici una buona festa delle donne.
    Dolcissima Francesca auguri anche a te non solo per questo giorno ma per tutta la vita…la conzone e’ bellissima grazie di cuore…
    Maria .


  20. susana maria montaldo ( mar del plata-pcia buenos aires , argentina )

    Hola Francesca hola a todas las mujeres del mondo una buona giornatta para tuti la Dona es DIA INTERNACIONALE DE LA MUJER,UN ABRAZO DESDE MAR DEL PLATA -ARGENTINA.Francesca estoy preparando mi viaje a la tieera de mi padre Piemonte-Cuneo ,tambien visitaré Roma que gusto seria verte,un baccio Susana Montaldo


  21. Yara Pacchioni ( San Paolo , Brasile )

    Cara Francesca un abraccio affetuoso
    Buona festa della Donna
    Satuti e buon fine settimana a tutti Yara


  22. Peppe Moncada ( Toronto , Canada )

    Auguri a te, e a tutte le donne nel mondo
    Ciao


  23. Salvatore (Syracuse NY. USA)

    Nanda, sei anche una brava psicologa, altrimenti non avresti potuto continuare il tuo speciale lavoro… Brava!!! Bellissima la foto col grande Papa ed anche quella col bravo Insinna.
    Che dire di te Francesca?… qualsiasi argomento tratti diventa interessante… ed il tuo entusiasmo contagioso fa star bene… Grazie!!!
    salvatore


  24. Martino De Marco ( Seatown , Australia )

    Ciao Nanda certo che svolgi un lavoro davvero impegnativo! Ricordo anch’io la canzone di grande successo di Alan Sorrenti in quanto anch’io tornai in Italia per la prima volta nel 1979. Il cimitero e’ la memoria storica specialmente nei paesini. Ogni volta che torno al natio borgo selvaggio non manco mai di fare un giro e ogni volta mi suscita le stesse forti emozioni. Una delle piu’ belle ed evocative canzoni di Mogol-Battisti inizia dicendo (Sogno un cimitero di campagna ed io la’ / all’ombra di un ciliegio in fiore senza eta’).
    Bellagamba, complimenti per la felice scelta sia della musica che dell’ospite.

    Di sportello italia qualcuno in Australia ha detto che l’attuale usurpatrice sta cercando di assomigliare (nel look) a Francesca, vano tentativo!

    Saluti a tutti ed a tutte le donne in particolare, non offro rose virtuali, o son vere o niente, ultimamente ho cercato di aggiungerle alle insalate, non sono malvage ma devono essere mischiate a molta insalata e parecchio aceto balsamico.
    Martino


  25. Rosanna ( Montréal , Canada )

    Francesca, ho incominciato a leggere i tuoi scritti e a vedere i tuoi collegamenti telefonici recentemente. É molto bello vedere che ti interessi ai tuoi connazionali all’estero. Sei molto esuberante, piena di vita e hai una bella personalità. É una pausa che prendo, quando, ogni settimana, mi siedo davanti al compiuter per leggere i tuoi articoli, vedere il video e soprattutto ascoltare il finale, quando metti uno di quei vecchi dischi che mi ricordano la mia gioventù. Infatti sono canzoni che io ascoltavo sempre e di cui mi ricordo ancora le belle parole. É proprio la canzone di Alan Sorrenti che mi ha spinto a scriverti, ero talmente commossa che non ho potuto farne a meno. E cosi eccomi qui a far parte del tuo blog come tanti e tanti Italiani sparsi nel mondo. Scusami se ti do del tu ma é molto più facile scrivere in prima persona. Un saluto affettuoso e a presto.


  26. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Auguri a tutte le Amiche in questa giornata particolare:

    LA DONNA E’ DONNA
    L’apporto di una donna è costruttivo
    e quando manca il mondo è negativo
    ora che la mimosa la festeggia
    un eco d’amore in ogni luogo echeggia.

    Anch’io vo’ dedicarle una mia Ode
    e in ogni frase ci sarà una lode.
    Dirò che in ogni frangente sa trionfare
    ed ogni uomo è pronta a conquistare.

    Talvolta un po’ scontrosa par nemica
    ma è adorabile se si dimostra amica.
    Dinanzi a un dramma si potrà intristire
    ma sempre gli altri pronta a consolare.

    Un grande acume la fa destreggiare
    e chiunque soffre sa come aiutare
    di antichi retaggi ognor depositaria
    all’occorrenza sa far l’autoritaria.

    Però ti prego! Oh donna! Non strafare!
    Tutti i tuoi pregi non mascolinizzare
    ma resta Donna Donna…non cambiare!
    Vivi nel mondo senza sortilegi

    Tenendo intatti tutti i tuoi prestigi
    E non sottovalutare i tuoi vantaggi .
    Volgi al sublime i tuoi più grandi ruoli
    Pure seguendo itinerari e voli
    Tanto da dimostrare ciò che vali.

    Senza tirare a vanvera i tuoi strali.
    Così che sempre ogni tuo diletto
    Ritrovi presso te conforto e affetto .
    Copiosamente ne sarai appagata
    E ovunque sarai amata e rispettata.

    Nonna Lea


  27. josé Ferreira ( são paulo , brasile )

    Carissima Francesca

    Grazie per strizzare l’occhio a noi uomini, voi una donna speciale.

    José Ferreira


  28. Alfonso ( Montreal , Canada )

    Carissima Francesca, questa giornata della donna ha una importanza del tutto particolare oggi per noi del blog, grazie al tuo esempio di donna che ama ed è amata dal suo pubblico. Tantissimi auguri a tutte le donne


  29. gaetana ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    Cara Francesca non posso guardare il video, ma pero` leggendo i commenti la signora Nanda deve essere una persona speciale, perche il lavoro che svolge richiede bonta d;animo e di cuore,momenti come questi una persona ha bisogno di sentire delle parole appropriate del momento,brava, Grazie Nonna Lea delle belle poesie.Qualche mese fa Francesca Verdi e suo marito sono` diventati di nuovo nonni, invece io e mio marito fra quache mese diventeremo bisnonni, sono orgogliosa malgrado che non porto il bastone e neppure lo scialletto,mi fa piacere dividere con voi questa notizia.
    Anche questa puntata sei meravigliosa Francesca. da Gaetana


  30. Giuseppe dal Connecticut ( USA )

    Ciao Francesca, ed un “Warm Welcome” to Nanda. Interessante il tuo lavoro.
    Un saluto a Tutte le donne del Blog, e anche se da noi nel Nord America non si festeggia la Festa della Donna, vi voglio fare i miei AUGURI con un speciale virtuale “bouquet of mimose”

    http://blog.edidablog.it/files/Image/FEDRA/MimosaMauro1.jpg

    Auguri Speciali anche a Romina, e come e’ andata la “NAVY Ball”?

    Sembra che la primavera e’ arrivata.


  31. Giuseppe dal Connecticut ( USA )

    Francesca, non sapevo che le mimose sbocciano anche in rosaceo, io credevo che fossero solo gialle. Durante la ricerca ho trovato questa che desidero mandarla a te, siccome e’ il tuo colore preferito, ed a Nanda perche’ e la tua ospite d’ onore…

    http://static.panoramio.com/photos/original/7503015.jpg

    Ciao!


  32. ivana

    Buona giornata innazitutto alle donne, e poi ai loro coniugi , figli, genitori, famigliari e amici!!!
    Un augurio particolare a Francesca, donna per eccellenza, che ha rinunciato a mille opportunitá per dedicarsi con passione al suo lavoro .
    Auguri ovviamente alla protagonosta di questa puntata, alla bellissima Nanda. Dimmi Nanda, dove hai imparato cosí bene l’italiano? hai studiato in Italia, dopo le superiori? Io ho una cugina che vive a Sault sainte Marie, Ontario, che ha frequentato appunto l’universitá in Italia, laureandosi in Italiano.
    Oggi tanti amici ci stanno offrendo “rose virtuali” per cui mi é tornato alla mente il galante Gaspare di Laguna, paese natio di Anita Garibaldi, il quale non aspettava il giorno della donna per offrirci rose e orchidee virtuali ma ogni giorno ce ne regalava a migliaia; sicuramente sará tornato a vivere in Italia, come ci aveva comunicato prima di Natale. Auguro a lui e alla sua famiglia tanta fortuna nella loro nuova vita.
    Nonna Lea, sei sempre grande!!!!!

    Un abbraccio a tutti
    Ivana


  33. ivana ( buenos aires , argentina )

    scusatemi, ho dimenticato la cittá e la nazione.

    Gaetana!!!! Sei troppo simpatica!!! Mi piacerebbe tanto vedere una tua foto; dimmi, quando Francesca é venuta in Australia, si é fatta una foto con te?
    a presto
    Ivana


  34. gaetana ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    SI cara Ivana ho fatto delle foto con Francesca, NON POSSO MANDARTI DELLE FOTO PERCHE NON IL TUO EMAIL , pero se vuoi chiedi a Francesca,
    pero se vai a destra del blog a 3 wbc multicultural e la stazione radio la quale presento un programma in italiano, vai nei presenters, sono nina nicoletti e vedrai una mia foto. Gaetana


  35. Maria Rosaria Martinelli ( Staten Island,N.Y. )

    Mia cara e sempre amica Francesca,appena posso faccio capolino nei tuoi post e leggo assiduamente i miei e tuoi amici del salotto,trovando ogni qual volta nuovi argomenti su cui condividere idee e conoscenze. Finalmente hai dato un volto alla nostra cara Nanda,il suo italiano sia scritto che parlato mi ha sorpreso molto,perche’ spesso i genitori emigrati anni or sono,insegnavano ai loro figli la lingua dialettale,pero’ mi sono ricreduta, forse perche’ i suoi genitori venivano dal centro Italia e quindi e’ stato piu’ facile insegnar loro l’italiano,brava Nanda,sei d’ammirare, sopratutto per il lavoro che fai.
    Ieri ero ad aspettare la piccola di casa che doveva arrivare con il pulmanino scolastico e per caso ho visto nel fioraio una bellissima mimosa e allora mi sono detta: perche’ nn ti fai un auto -regalo? E cosi’ per sfizio, ho comprato un piccolo mazzettin di mimose e con gioia l’ho portato a casa,diciamo che mi sono fatta la festa della donna anticipata,perche’ in fin dei conti per noi donne, ogni giorno dovremmo essere ricordate con un fiore o no? Auguri a tutte le donne,sopratutto alle donne piu’ in vista di questo blog: Francesca e la mitica nonna Lea!


  36. Pasquale ( clifton , usa )

    Brava Nanda, sono contento vedere una figlia di Italiani nata in Canada che sa parlare molto bene l’Italiano. Mi fa veramente piacere, perche’, molti figli d’Italiani, cioe’, credo la maggior parte, non sanno parlare Italiano. Brava Nanda, sei molto speciale.
    Un augurio a te Nanda, a Francesca e a tutte le donne del blog, una buona festa della donna.
    ciao,
    Pasquale


  37. Francesco da Toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Ciao Francesca Auguri per la vostra festa a te, ed a tutte le donne del mondo. Auguro a Nanda Cozzi una buona festa ed un buon lavoro anche se è un lavoro un pò strano, ma purtroppo qualcuno deve farlo. Oggi mi è andata male ad Orillia un paese che anche Nanda conosce. Ed come al solito ho perso, ma ho passata una giornata insieme con amici, ed ci siamo divertiti lo stesso, quando si va al casinò si perde sempre. Saluto Nanda ed tutti, viva le donne. Frank.


  38. Giorgio Turri ( Middletown, CT , USA )

    Cara Francesca,
    innanzitutto auguri a te, a Nanda e a tutte le donne del blog.
    Cara Nanda capisco molto bene la tua titubanza nell’accettare il lavoro che fai ora così magistralmente. Devo confessarti che un lavoro simile era stato offerto anche a me all’inizio degli anni settanta a Milano. Quando io lo rifiutai, la signora che me lo stava offrendo s’arrabbiò – ovviamente aveva qualche difficoltà a trovare collaboratori – e sbottò con il commento: “..e poi vi lamentate che il funerale vi viene a costare così tanto!”
    Nanda, poi hai detto che i cimiteri del Nordamerica sembrano parchi. Verissimo, e a questo proposito voglio raccontarti ciò che è successo a me durante il mio primo inverno negli Stati Uniti. Un giorno (nel bel mezzo del cammin di nostra vita) mi ritrovai a gironzolare in macchina con moglie e bambini. Era nevicato fino a poco prima e tutto intorno a noi era stato abbellito da un manto di bianco. Parcheggiai la macchina e feci giocare i bambini sulla neve aiutandoli a costruire un pupazzo di neve. Il parco era proprio un gioiello in cima alla collina ed era ormai tardo pomeriggio così ci soffermammo a guardare un tramonto meraviglioso. In primavera ritornai con la famiglia nello stesso posto a cercare il parco che ricordavo così vivamente, fin quando mi soffermai all’entrata ad arco che mi sembrava familiare. Così scoprii che il mio parco altro non era che un un bel cimitero e le pietre su cui saltavano i bambini l’inverno precedente altro non erano che le tombe di coloro che – spero – mi abbiano perdonato!
    Un abbraccio,
    Giorgio


  39. Mariella Brogan ( Middle Village, NY )

    Carissima Francesca e amici del blog,
    Auguri per il Giorno della Donna e anche tanti auguri a Nadia per il suo italiano. Francesca, grazie per farci conoscere con le foto ed interviste molti partecipanti. Ormai siamo come una grande famiglia e seppure diversi, forse abbiamo le stesse storie e mostriamo il nostro amore per l’Italia e la nostra nuova patria. Francesca, sei stupenda nella foto con la bandiera italiana mentre marci nelle strade di New York.
    Sei proprio il miglior simbolo della donna italiana.
    Un abbraccio, Mariella


  40. Gesualdo ( Guanare , Venezuela )

    Bel Weekend a tutti, ed io occupatissimo perche’ ho visita a casa di una Cara Zia della Catania- Siciliana….veramente che grazie alla Puntata di Francesca !! mi sono ricordato dell’ 8 di Marzo ! !!! Dia Internacional De La Mujer…quindi tanti auguroni a tutte voi Compagne del salotto mondiale e particolarmente a quelle vicine a me: Mamma Maria, Suocera Maria, sorella Cettina, moglie Angelina, figlia Diana, nipote Patrizia ,zia Giovanna, Angela e zia Fortunata, cognata Nelly……Eccetera. D’accordo ai vostri commenti la Protagonista di questa puntata e’ Nanda dal Canada’…….Scusatemi ma tuttavia ho probblemi al computer, per vedere il video…..e adesso rimango incuriosito per conoscere Nanda e poi fare del commento.
    Un’amica Brasileira ha scritto in un post questo messaggino in onore alle care donne…quindi vi invito a condividerlo:

    A Mulher nao tem idade – e sempre jovem !!!
    Primeiro Vaidosa !!!
    Depois Carinhosa !!!
    A seguir, Ansiosa !!!
    Agora que sou ???
    AMOROSA…..

    …Bejinhos……Para Todas
    Gesualdo


  41. Celia Taveira Di Nizo ( San Paolo , Brasile )

    Cara Francesca,
    ho visto l’intervista con Nanda e mi ha colpito un po’ vedere la foto del cimitero e il suo lavoro perché oggi fa 30 anni dalla morte di mio carissimo papà Antonio Di Nizo Filho (figlio di Antonio Di Nizo, che morì a 64 anni di età), inoltre lui era figlio di abruzzese come lei….Allo stesso tempo è il compleanno di mio nipote Victor – 33 anni……

    Ti chiedo il permesso di dire a Anna che “velorio” in italiano è “veglia mortuaria”, e in Brasile, come dice lei, è fatto in poche ore…..per me è una mancanza di rispetto e amore a quello che parte e che non vedremo più in questa vita. Mio papà e mia mamma ho lasciato circa di 24 ore in veglia e per me furono lo stesso di pochi secondi. Fino oggi mi mancano moltissimo.

    Sarebbe interessante che ci fossero le consulenti funerari qui e dappertutto, davvero in questi momenti in cui sentiamo il cuore stretto abbiamo necessità di aiuto .

    I miei complimenti a Anna per il suo coraggio e fede.

    E a te un forte abbraccio
    Celia


  42. Giuseppe ( REIPVBLICAE CONNECTICVTENSIS )

    A tutte le donne nel mondo:

    …Essere donna e’ un sogno

    Avere una donna e’ un sogno…

    …Grazie per essere il mio sogno!!!


  43. Giuseppe ( USA )

    Un rametto di mimosa
    per ricordare tutte le
    donne, piccole e grandi,
    che hanno cambiato il mondo
    con la loro esistenza.

    Grazie a loro
    puoi prendere in mano
    la tua vita e viverla
    intensamente
    come protagonist e non
    come comparsa

    Grazie a tutte!!!


  44. Amparo Margarita da Ibagué-Colombia

    Cara Francesca e care donne bloghiste: NEL GIORNO DELLA DONNA MIMOSE PER TUTTE VOI.

    Nadia, non ho avuto del tempo per guardare la puntata. Dopo faró il commento.

    Forte abbraccio per tutte,

    Amparo Margarita


  45. Amparo Margarita da Ibagué-Colombia

    Volevo raccontare che pure in Colombia l’8 marzo si fa la celebrazione del giorno internazionale della donna. Nelle ditte invitano a tutte le impiegate a pranzo o a cena. E alcune ditte od organizazioni programano delle conferenze, concerti ecc. Poi fra noi donne ci chiamamo per darci gli auguri e gli amici anche ci fanno una telefonata.

    Amparo Margarita


  46. Roberto Giordano ( Concord,Ontario , Canada )

    Francesca anche io mi unisco ai tanti amici che lo hanno gia’ fatto ad augurare una Felice giornata della Donna,grazie per sopporttarci ogni giorno.
    In quando a Nanda mi congratulo con lei per l’intervista che tu le hai fatto,nonostante lei sia nata in Canada parla un corretto Italiano,cosa che molti Italiani nati in Italia purtroppo non fanno.Interessante anche il suo lavoro,ti debbo confessare che io sono circa 5 anni che ho comprato il loculo sia per me che per mia moglie,lo abbiamo comprato nel mausoleo,poiche’ qui’ in Canada la maggiorparte degli Italiani preferisce non andare sotto terra,anche se comprare un loculo costa quasi quanto un occhio della testa.
    Comunque tanti saluti a te e a tutti i lettori del blog,Roberto.A presto.


  47. Nanda Cozzi ( Hamilton Ontario , Canada )

    Ciao a tutti – e auguri a tutte per la festa delle donne – auguri anche a tutti gli uomini che stanno accanto alla loro donna!!!!!
    Ringrazio tutti per le belle parole che state usando nei miei confronti – come ho gia’ scritto ieri, non so cosa dire?

    Per quanto riguarda il mio italiano vi ringrazio tantissimo – e’ il complimento piu’ bello che uno mi possa fare! Un pochino lo abbiamo sempre parlato a casa. Poi l’ho studiato all’universita’ – ma questo mi ha dato solo “la base”. Quando sono andata a lavorare a Radio Chin a Toronto, lavorando insieme a persone dall’Italia e scrivendo con loro le pubblicita’, ho imparato meglio la lingua. Inoltre, una delle mie colleghe della Chin e’ tornata a vivere in Italia e ci sentiamo sempre per email. Sempre! Imparare l’Italiano e’ sempre stata la mia passione! Ascoltando la musica italiana e seguendo dei programmi italiani alla tv e’ anche stato di aiuto. Ora con il mio lavoro lo uso ancora di piu’ e poi leggo moltissimo i giornali italiani “online”, reviste, libri – tutto questo serve! Comunque, gli sbagli ci sono! E poi ho tanti problemi con il congiuntivo……aiaaaaa!

    Mi dovete scusare se vi lascio per un pochino. Stamattina vado a cantare (con il mio coro). A piu’ tardi! Ciao!


  48. Danila - JAX- Florida

    Ciao Francesca e ciao Nanda!!

    NANDA: complimenti davvero per il tuo italiano ed anche per il tuo lavoro, una volta in piu` questa e` la dimostrazione che il CANADA e` un passo piu` avanti di molti altri paesi. Mi hai fatto sorridere quando hai detto che il tuo lavoro nn ha solo lati tristi, ma anche di relax con i colleghi, risate ,musica etc, e mi e` venuto in mente che in Italia tra i miei amici c’erano un fratello ed una sorella la cui famiglia aveva un’attivita` di pompe funebri e loro dicevano le tue stesse parole.

    CIMITERI: avete notato come i cimiteri siano su piccola scala la rappresentazione delle citta` in cui viviamo? qui a Jax sono dei grandi giardini, con grosse querce, tutto e` ordinato e da un senso di pace e tranquillita`. Il cimiteri di Napoli sono una citta` nella citta`, all’ingresso c’e` un gran vociare di venditori di fiori , di pizzette/graffe/cornetti e venditori ambulanti di fazzolettini di carta, che probabilmnete li fanno un bel business; all’interno sono abbastanza caotici, si gira in macchina o in autobus tra il Vecchio, il Nuovo e il Nuovissimo passando da tombe in antiche cappelle di famiglia , a loculi di personaggi famosi fino agli ipogei che sono dei palazzi con migliaia di tombe , un labirinto in cui nessuno vuole perdersi.

    FESTA DELLA DONNA: dell’Italia mancano sempre tantissime cose, una di cui non sento la mancanza e` la festa della donna intesa come festa di gruppetti di donne in delirio che scarrozzano in giro nella citta` affollando discoteche, ristoranti e locali vari alla ricerca di un attimo di svago. Le trovo piuttosto patetiche!!
    Diverso e` per me il significato dell’8 marzo, un giorno speciale, in cui credo sia bellissimo rendere omaggio ad una donna con un ramoscello di mimosa e allo stesso tempo sottolineare i sacrifici fatti da tante donne per emanciparsi, oppure per evidenziare la situzione di milioni di donne nel mondo che vivono ancora in condizioni penose .


  49. Giuseppe(dal Canada)

    Francesca! Anche se un po’ in ritardo spero che ti siano graditi i mie augurri du una felice giornata dedicata alla tua “specie” .
    E permettimi di inviare anche un augurio a tutte le donne del tuo salotto mondiale .
    Una piccola “notarella” per Anna del Brasile ; avere una giornata dove si puo’ dimostrare apprezzamento per quel che voi donne contribuite alla specie umana e’ magnifica , in questa giornata io rendo omaggio a mia moglie per essermi a fianco , a mia mamma per avermi dato la vita a mia nonna per avermi cocolato quando ero bambino e amia figlia. Lo so’ una giornata e’ poca ma e’ sempre una giornata speciale per le donne aguri anche a te’ .

    Per Nadia protagonista di turno , dal tuo scrivere io pensavo che tu eri un agente immoboliare oppure un agente di viaggi ,mi sono sbagliato di poco
    Il tuo e’ un lavoro dignitoso e’ questo e’ importane. Non si apprezza il tuo servizio fino a quando non ci troviamo a fare delle scelte in quei tristi momenti della nostra vita, e’ trovare una persona sensibile e affettuosa come te’ e’ molto confortevole. Non ho capito dalla tua interviasta dove canti e’ in chiesa o fai degli spettacoli. Per quelli che vengono a portare i cani a spasso
    nel cimitrero, non sono d’accordo penso che le persone dovrebbero essere educate che il cimitero e’ un posto sacro. La maggior parte degli italiani che comprano i loculi anche se costano un po’ troppo fanno bene.Comunque e’ stato un piacere averti conosciuta virtualmente se dovessi venire a Hamilton so’ dove veinrti a vedere…Ciao buon lavoro e tanti auguri anche a te’ per questa giorna speciale dedicata avoi DONNEEEEEEE!
    Ciaooooo a tutti Giuseppe


  50. Giuseppe(dal Canada)

    Francesca scusa , ma avevo dimenticato di farti i complimenti per il bel vestitino che ti sta’ molto bene , e poi la bella foto che hai di sotto fondo al tuo compiuter CIAAAAAAAAO. Giuseppe


  51. Francesco da Toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Francesca come al solito sei sempre elegante ed bella, oggi è la vostra festa la festa delle donne, penso che i ristoranti ialiani sono pieni di donne,che hanno lasciate le case per la loro festa. Di nuovo i miei auguri a voi donne. Per Nanda ricordo quando era alla CHIN, ed auguro una buona giornata, anche a lei ed un buon lavoro, che purtroppo c’è bisogno di persone come lei che fanno questo lavoro. Bravo Nanda è molto coraggiosa, auguri coraggio ed buon lavoro. Saluti a tutti. Frank.


  52. LUIS ROMAGNI ( MIAMI,FL. , USA. )

    AUGURI A TUTTE LE DONNE DEL BLOG IN FORMA SPECIALE A NONNA LEA E ALLA REGISTA! AUGURANDO A TUTTE I SUCCESI ALLA PARI DEL SESSO MASCHILE! SALUTI CIRCOLARI E BUONA FESTA CON MIMOSE!luis.


  53. Maria Rosa Caporossi ( Punta Alta , Argentina )

    Carissima Francesca:sempre i tuoi articoli e puntate riescono a stupirmi;soprattuto questo tema..il lavoro particolare di Nanda.seguendo la linea della nostra cara e simpatica Anna voglio illustrare un po sul modo nostro di affrontare una situazione del genere.
    A Punta Alta,tutti gli abitanti paghiamo “a rate” il nostro futuro ultimo viaggio.La stessa ditta che provede l´energia elettrica ha organizato (circa 30 anni in dietro)una cooperativa di Servizi Sociali che si occupa di TUTTO quanto si riferisce alla “partenza” ,liberando alle fasmiglie del deceduto di queste pratiche sgradevole.
    Ogni 2 mesi,con la bolletta del´´ elettricità viene aggiunta la quota di questo servizio.Essempio:noi siamo due a casa e paghiamo 17 pesos (piu o meno 4,77 dollari o 3,69 euro).
    L´unica impresa che esisteva prima,ovvio che non c´è piu.E questo mi fa ricordare adesso con un sorriso da quando ero bambina e questa era la mia “croce” perche la ditta si chiamava Caporicci,cognome molto simile al mio…ed ho subito spesso gli scherzi dai compagni e correggere la confusione…ed ogni volta che accadeva questo facevo i corni con le dita verso il pavimento.
    In questa città non c´ è un cimitero-parco;soltanto abbiamo uno comune con alcune tombe abbastanza “attrattive” fate in altri tempi….oggi per oggi le tombe sono ogni volta piu semplici e piu povere.Anche l´insicurezza è arrivata a questo posto che dovrebbe essere di pace e pure la sepoltura dai miei nonni ha subito dal furto…come altre tante.Questo è molto scoraggiante ed un´abitudine che si sta facendo molto popolare è quella della cremazione e lo spargimento delle cenere su qualche posto amato.
    Per aggiungere qualche nota di colore vi dirò che alla nostra TV (nella segnale Utilisima Satelital,che si trasmette a tutta Latinoamerica) si svolge un programma sul “arte tanatorio” (per Tanatos,dio greco della morte,se non svaglio).
    Continua…..


  54. Maria Rosa Caporossi ( Punta Alta , Argentina )

    …..Anche,in uno dei miei viaggi a Bs.As ,insieme ad una cara coppia d´´amici abbiamo fato il percorso dal Cimitero della Recoleta ,dove si trovano i piu illustri dei nostri connazionali argentini.E una passeggiata molto interesante,soprattuto per me a chi piace molto l´´architettura….(dopo i nipotini,il cucito e le piante)
    Scusatemi se vi ho annoiato.Non voglio per niente dimenticare Nanda a chi mando un bacio e ¡PIACERE!


  55. Luisa Grisanti ( Buenos Aires , Argentina )

    Un caro saluto a tutte le donne del salotto ,e a gli uomini perche´dobbiamo ricordarli anche a loro.Un forte abbraccio a tutti.
    Luisa


  56. Amparo Margarita da Ibagué-Colombia

    Cara Nanda, innanzitutto “Auguri” nel giorno della donna. Fai diversi attivitá allora come tutte le donne sei in gamba e con molta sensibilità perché devi averla tanto per svolgere il lavoro che fai come per appartenere a un coro che per di più devi avere abbastanza tempo per dedicare allo studio e alle prove. Lo so anche se non ci sono mai stata in un gruppo così perché non ho bella voce.

    Pure da noi le ditte che vendono gli spazi nei cimiteri hanno consulenti famigliari. E nell’edificio dove si fa l’esposizione del feretro ci sono saloni con dei divani e pure offrono del caffè e dell’acqua. Poi i nostri antichi cimiteri sono verticali, ma i più moderni sono giardini con dei prati, degli alberi e dei fiori. Ogni tomba ha per terra una piccola lapide di solito in marmo. Allora la sofferenza per la mancanza dell’essere amato si fa un po’ meno sgradevole.

    Francesca, ¡Caspita! Come ti dona il colore nero nella intervista ti fa vedere ancora più bella.

    Abbraccio per tutti,

    Amparo Margarita


  57. augusta prina ( milltown , nj )

    Un saluto d’auguri a tutte le amiche del blog in questa giornata dedicata a noi donne .
    Un grazie per le poesie scritte dagli amici e……un grazie a tutti sinceramente.

    Alla nostra amica Nanda prima di tutto devo complimentarmi per il suo ottimo italiano,sia scritto che parlato eppoi, non ultimo la scelta del tuo lavoro che indiscutibilmente deve avere una forte dose di sensibilita’.

    Un conto e’ vendere un pezzo di terra a persone che scherzosamente pensano a prepararsi la loro ultima dimora ma molto piu’ difficile avere a che fare con persone sconvolte dal dolore e qui’ deve scattare la tua sensibilita’ .

    A Genova c’e’ il famoso cimitero di Stalieno che e’ visitato da tanti turisti e ha veramente molti monumenti importanti ma personalmente amo di piu’ i piccoli cimiteri di montagna dove il raccoglimento e’ piu’ sentito.

    E’ un argomento difficile e….mi fermo qui .

    Saluto tutti in una giornata che dovrebbe essere all’insegna dell’allegria e siamo scivolati nei ricordi dove il dolore emerge sempre nella sua violenza.

    Buona giornata a tutti,con un pensiero particolare alla Francesca in questa giornata di festa e…..di mimose profumate. augusta


  58. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Cara Nanda, la tua intervista ha scatenato una serie di risposte su questo argomento a cui nessuno di noi è estraneo per vari motivi.
    io ho ricordato una riflessione che feci tanti anni addietro visitando un piccolo cimitero della Sabina che mi turbò moltissimo e che mi sucitò una poesia.
    premetto che la mia tomba di famiglia si trova al Verano, il cimitero di Roma che ora è monumento nazionale però gli antenati di mia madre sono sepolti in Sabina essendo la sua famiglia originaria di quella terra.
    ebbene, proprio perchè andando al funerale di una sua prozia . entrai per la prima volta in quel campo di provincia , piccolo a confronto di quello della capitale, ma pulito e reso gradevole dal profumo di fiori d’ogni specie che mi diede un senso di serenità come fosse un piccolo eden.

    la cosa che mi turbò , percorrendo i brevi vialetti, furono le immagini di quei tanti parenti di mia madre che non avevo mai conosciuti e che vedevo per la prima volta su quelle lapidi in cui ritrovai tante somiglianze con zii e cugini di Roma . ne riportai una profonda impressione che mi portò poi a scrivere la seguente poesia che sicuramente l’amica Nanda comprenderà.

    PICCOLO CIMITERO

    Piccolo cimitero sotto al monte

    dove dormono in pace i miei parenti

    sei un’isoletta quieta e solitaria

    con tanti fiori coltivati all’aria.

    Lungo i vialetti brevi e su ogni croce

    par quasi di sentir cantar la voce

    d’ognuno di quei cari che la vita

    trascorse qui onesta calma e pia.

    Trepida commozione prende il core

    ed una prece sale a voi d’amore.

    ora il ricordo dolce non scompare

    ma rinnovella un pianto ed un dolore

    per non avervi conosciuti mai …

    Nonna Lea


  59. romuald fezeu ( ydé , camerun )

    ciao francesca in questo giorno della donna vorrei augurarti buoana festa a te ed a tutte le donne italiana nel mundo siete le madre del umanità.
    Un abbracio a te francesca corragio per il tuo splendido progetto di collogamento
    di tutti.


  60. Maria Rosa Caporossi ( Punta Alta , Argentina )

    Carissima Francesca e cari amici del blog:oggi,festa della donna,è una bellissima giornata di sole,anticipo dal autunno ,forse la piu bella stagione per questi posti.Fino ad ora è stato un giorno perfetto.Non ho ricevuto regali materiali,soltanto cioccolattini venuti dal sud ( Ushuaia) ,ma moltissime “carezze per l´ anima”:ho parlato molto con mia sorella,ricevuto tanti messaggini nel cellullare,power-point bellissimi ed anche una canzone dedicata a YouTube.Mio marito ha fato un bel asado(per cui ho avuto il tempo a scrivere i commenti) e tra pochi minuti andremo con mia figlia e bambini a camminare la città …..cose belle..così come i saluti dagli amici del blog e la bella poesia di Nonna Lea….GRAZIE!!!!.
    E come quello che riceviamo torna al origine getto un bacio verso lo schermo aspetando che voi tutti,donne ed uomini ricevano questo pezzo di cuore.Arrivederci !!!!!!


  61. Giuseppe dal Connecticut ( USA )

    La Mimosa (Acacia dealbata) è una pianta che appartiene alla famiglia delle Fabaceae.
    È molto utilizzata come pianta ornamentale grazie alla sua splendida e profumata fioritura con fiori gialli molto delicati che rappresentano il simbolo delle donne, infatti il suo ramo fiorito viene offerto alle donne il giorno dell’8 marzo per la Giornata Internazionale della Donna.

    È una pianta originaria dell’isola di Tasmania in Australia e per le sue meravigliose caratteristiche come pianta ornamentale ha avuto un facile sviluppo in Europa a partire dal XIX secolo dove oggi prospera quasi spontanea. In Italia è molto sviluppata lungo la Riviera ligure in Toscana e in tutto il meridione, ma anche sulle coste dei laghi del nord. È una pianta molto delicata che desidera terreni freschi, ben drenati, tendenzialmente acidi soprattutto per una buona fioritura.

    Cresce preferibilmente in aree con clima temperato, teme inverni molto rigidi per lungo tempo sotto lo zero che possono provocarne la morte.


  62. Nanda Cozzi ( Hamilton Ontario , Canada )

    Ciao a tutti ! Ho appena finito di leggere tutti i vostri commenti – belli e interessanti! E come sempre sono senza parole! Mi avete anche incuriosita quando mi parlate del Brasile e dell’Argentina !
    Ho trovato tanta dolcezza nella poesia di Nonna Lea! Volevo chiedere il tuo permesso di ricopiarla – se non ti dispiace – me la vorrei stampare e tenere vicino alla mia scrivania in ufficio…! Sai, ti sembrera’ strano ma mi piacerebbe tanto poter visitare il Verano di Roma – sono passata davanti tante volte andando alla stazione Tiburtina ma mai entrata dentro anche perche’ non ho conoscenze che mi potessero accompagnarci (e non me la sento di entrarci da sola! )
    Devo raccontarvi una piccola storia…
    Nel 2006 ho fatto una gita in Italia (si’, una delle tante!) insieme ad un gruppo della mia citta’. Siamo andati a Montecassino e poi abbiamo visitato il cimitero li’ sotto dove sono sepolti tantissimi soldati morti duante la seconda guerra mondiale. Siamo scesi dal pulman e abbiamo girato questo cimitero con calma – io mi sono separata un po’ dal gruppo e mi sono messa a camminare tra le file delle lapidi leggendole una alla volta – mi sono commossa ma veramente tanto che mi sono messa a piangere! Quei soldati erano bambini! Alcuni di loro avevano 18, 21, 22 anni! Ecco una tipica frase che c’era scritta: Some may forget you


  63. liliana ( Buenos Aires , Argentina )

    Ciao bellissima!!!

    Buona giornata della Donna , a te Francesca e a tutte le donne del blog.
    Saluti affettuosi a nonna Lea.
    Un forte abbraccio,

    Liliana


  64. Salvatore ( toronto , canada )

    Ciao Francesca dopo un po` di silenzio mi rippresento,non e` che non seguo il
    tuo blog ,anzi controllo tutti i giorni se c`e` del nuovo ,e trovando questa
    bellissima intervista,di codesta gentile connazionale,non molto lontana da toronto,mi sono cosi sentito in dovere di mettere due parole.
    ascoltando l`intervista del video o pensato ma guarda come parla bene la
    la sig. Nanda malgrado tutto sia nata in canada le faccio i miei complimenti
    riguardo la professione in fin dei conti e` un lavoro come laltro,anch`io
    una volta facevo un lavoro quasi analogo,cioe` costruivo (le bare)
    Con la festa della donna voglio fare i migliori auguri a tutte le donne del mondo.


  65. Nanda Cozzi ( Hamilton Ontario , Canada )

    ….scusate…mi si era bloccato il computer e sono rimasta e meta’ frase…dunque…..su una lapide c’era scritto:
    Some may forget you (Qualcuno si scordera’ di te)
    But we will remember (Ma noi ti ricorderemo )
    No matter how long. (Non importa quanto tempo passera’)
    Mum, dad, brothers and sisters. (mamma, papa’ , fratelli e sorelle)
    Questo soldato aveva 22 anni. E’ una frase semplice ma mi ha colpito tantissimo! Vedere tutte quelle lapidi di ragazzi giovanissimi……
    Ohh scusate se parlo di cose tristi….anche se e’ la vita.
    Vi volevo raccontare tutto questo per dirvi che anche se triste…quel cimitero a Montecassino era bellissimo, curatissimo …..con un bel prato e tante rose!


  66. Nanda Cozzi ( Hamilton, Ontario , Canada )

    A Francesco di Toronto – ho letto bene? Hai detto che ti ricordi quando ero alla Chin? Mi hai incuriosita!

    A Giuseppe del Canada – no, non faccio spettacoli ma canto con un coro della Cattedrale di Hamilton. E’ un fantastico gruppo con persone di tutte le eta’ e mi piace tanto perche’ il repertorio e’ bellissimo, soprattutto adesso durante la Quaresima fino a Venerdi Santo, quando mi sento (o quasi) di essere al Vaticano. Per quanto riguarda il fatto di persone che portano i cani a passeggio nel cimitero – ti capisco – ma la gente che lo fa, lo fa perche’ si trovano bene a passeggiare li’ e sono certa che non lo fanno per mancare di rispetto – anzi – portano con se’ una busta di plastica per raccogliere ……..! Comunque, ci sono anche dei “segnali” che indicano che bisogna “raccogliere” altrimenti c’e’ la multa!

    Caro Giuseppe di Concord – Si’, anche da noi ci sono dei “Mausolei” e quasi tutti gli Italiani comprono un loculo li’ – sono d’accordo con te quando dici che “costano un occhio”! E’ proprio vero – anche se sono dei palazzi veramenti stupendi, gli italiani preferiscono un loculo nel mausoleo.


  67. Nanda Cozzi ( Hamilton, Ontario , Canada )

    Cara Amparo Margarita – grazie anche a te per le tue belle parole!

    Io non sono abituata a tutto questo – cioe’ – a me non piace essere al centro dell’attenzione (ho detto bene?) – mi piace, invece, essere “dietro la telecamera” e fare il mio lavoro, di solito rimanendo anonima….ed ora invece dopo l’intervista della nostra simpaticissima Francesca, mi ritrovo con tutti voi amici del mondo – grazie di cuore!

    Amparo, volevo dirti che il coro e’ per me un vero svago, un passatempo. Mi hanno detto che cantare fa bene alla salute, aiuta perfino al sistema immunitario! Facciamo le prove una sera la settimana, per 90 minuti e poi un ripasso la mattina di domenica. Abbiamo delle persone davvero brave (non io!) che conoscono la musica molto bene e poi il direttore conosce bene il suo mestiere – mettere il tutto insieme e voila’….riusciamo a farcela! Quando non cantiamo (durante l’estate) mi manca!

    Scusate se devo scappare – vorrei tanto continuare il discorso – anche perche’ ho trovato molto interessante (e per niente noioso!) quello che ha scritto Maria Rosa dell’Argentina….dei pagamenti a rate?!

    Cara Ivana di Buenos Aires – sai, a me sarebbe tanto piaciuto poter studiare in Italia! Che bello che l’ha fatto tua cugina! Dimmi, e’ rimasta in Italia o e’ tornata a vivere a Sault St. Marie? Io l’ho studiato all’universita’ qui a Hamilton ma l’ho imparato meglio lavorando alla radio a Toronto e poi diciamo che mi sono immersa in tutto cio’ che e’ italiano. Mi sforzo, ho accanto a me il mio vocabolario gigantesco, “chatto” sempre per email con amici e cugini che vivono in Italia, leggo e ascolto i programmi italiani. Pero’ come ho gia’ detto prima – non riesco ad usare il congiuntivo! Mi viene mooolto difficile! Comunque, un grazie di cuore!
    Ciao, a domani! Buona notte!


  68. Roberto Giordano ( Concord,Ontario , Canada )

    Nanda vedi che sono Roberto che ha scritto da Concord,no Giuseppe.Ti perdono.Ciao,Roberto


  69. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Cara Nanda , puoi copiare tutte le poesie che vuoi . a me fa piacere …è segno che i miei pensieri sono anche i vostri e questa è la cosa più bella per uno scrittore .
    hai poure espresso il desiderio di di visitare il Verano ?

    ebbene , se lo farai , ne riporterai ammirazione e stupore perché è un vero museo e la maggior parte dei monumenti a suffragio , specie dell’ 8oo, sono
    stati eseguiti da illustri scultori ed è come visitare un immensa rassegna di stili architettonici e l’arte marmorea è diffusa anche nelle più semplici sepolture.

    i in alcuni periodi vengono organizzate dal Comune di Roma delle vere passeggiate turistiche con guida esperta e deplian illustrativi per far conoscere le tombe di persone illustri ed anche li nomi degli scultori che hanno progettato e costruito non solo in questo ambito .
    con pulmini adatti e con una guide esperte di Storia dell’ Arte, si visitano
    i punti più interessanti e sauggesativi proprio come si fa nei Musei.
    e la visita non è di breve durata poiché è veramente monumentale. da erchhi anni è proibitgo circolarvi con le auto private se non si ha un regolare permesso .
    la maggior parte dei monumenti a suffragio sono stati eseguiti da illustri scultori ed è come visitare un immenso museo .
    nella parte pià nuova che lo sovrasta vi sono centinaia di Cappelle familiari costruite con larghezza di mezzi nei più svariati e sorprendenti stili architettonici e abbelliti con fantasiosi accorgimenti.
    per coloro che vanno solo per visitarlo diventa un interesante percorso artistico e culturale che no si s dimenticherà mai più .
    un altro cimitero che ti consiglio di visitare è quello Acattolico Ingles . in prossimità della Piramide Cestia che non è molto grande, ma è artistico anch’esso , ben tenuto ed ha una storia che vale la pena conosscere perché vi sono seplti poeti e pensatori.
    scusatemi se mi sono lasciata traportare dalle troppe spiegazioni , ma sono sicura che per le persone che non le conoscono , possono riuscire interessanti , specialmente per Nanda che è in grado di fare dei paragoni e dei programmi per quando passerà per Roma. . .

    saluto tutti gli amici e credo di aver risposto a tutti voi che mi avete inviati auguri. grandi ringraziamenti e saluti a tutti.

    nonna Lea


  70. joe ( Melbourne , Australia )

    Per prima di tutto gli onori alla padrona del blob,tanti auguri per la giornata della Donna e una festa speciale dedicata a tutte le donne e specialmente si regalano dei fiori specialmente ( le mimose) e un fiore dedicato a tutte le donne , eun augurio a tutte le donne del mondo che gioiscono pace e felicita’ un abbraccio e un bacione alla dolcissima Francecsa e a tutte le donne del mondo
    JOE xxx


  71. Diana ( Guanare , VENEZUELA )

    Hola a Tutti i Signori del Salotto de Francesca.
    El punto hoy toccato es dificile , pero la entrevistada Nanda- bonito nome, e la Superprofesional Francesca lo hanno fatto benisimo. Felicitaciones porque essere, come dice la querida Nonna Lea ” una consolatrice de le anime aflitte ” no tutte lo sanno fare. Recuerdo che cuando recientemente ha partito mio Nonno Gaetano, un giovane del Parque-Cementerio nos aiuto’ tanto a la familia che estabamo in stato de Shok.
    Nanda sei brava con el italiano, e tienes un bonito sorriso per attendere a la gente in esos momenti, pero se siente tu emozione en tu comento de li giovani sepolti nel cimitero de guerra a Montecassino, che tristes paroles: Some may forget you.
    Ya, sta bene de tristeza e puedes dirme se tiene una Anedotta o un picolo raconto de un caso umoristico che te sia sucesso en tuo delicato lavoro.
    Termino salutando alle Signore del Salotto, per ser oggi ” Giorno Delle Donne ”
    Diana Paternò


  72. joe ( Melbourne , Australia )

    Carissima Francesca ho visto il video ,vestita di nero sei piu’ bella che mai.. anchio vesto di nero e il colore preferito.ancora tanti auguri a Nanda Cozzi e un a donna speciale e un saluto affettuoso Voglio fare tanti Auguri di un Buon ONMASTICO alla dolcissima Francesca ( il 9 marzo si festeggia s. francesca,) e auguri a tutte le francesca…
    Joe


  73. joe ( Melbourne , Australia )

    Dear Francesca ho trovato dei poemi per la giornata della donna
    Sai perche’ la mimosa e’ il fiore della donna
    Perche’ ogni piccolo fiore giallo
    rappresenta la grande vitu’ di ogni donna

    Se tutti gli uomini capissero il valire della donna
    avremmo un mondo magnifico e non miserabile
    Grazie donna per tutti i regali che ci porti
    e i piaceri che ci consenti ?

    Sono una mimosa
    sfiora una donna
    al suo candido amore
    dalle il tuo cuore

    Joe


  74. Francesca Verde ( Melbourne , Australia )

    Bellissima Francesca,questa puntata e veramente speciale,senza la donna, non sarebbe una vita normale,la donna e il rifugio del luomo, non solo,DIO ha creato prima l’uomo,e poi la donna, perche l’uomo da solo non era completo, per essere felice,VIVA LA DONNA!!!!!!!!!!!!!!,auguri a tutte le donne, inananzi tutto, gli auguri speciale vanno alla Regina degli Italiani Allestero, perche sei una vera donna, con la D maiuscola, mia cara, grazie di coure, che ciai fatto conoscere unaltra, cara amica, di questa grande famiglia, e molto giovane, questo fa capire che ci sono persone di tutta l’eta, che ti segue,percio sei imborrtantissima per noi,
    ciao Nanda, sei una giovane donna e bella,tanti auguri,che hai tenuto cara la nostra coltura,e la nostra liugua Italiana,che il tuo futuro ,sia sempre interessante e felice,
    Cara Gaetana, auguroni, per il nuovo pronipote, che e inarrrivo, sei veramente, fortunata, vorrei essere nei tui panni,perche ai nipoti ci si vuole bene due volte,piu dei figli, immagino quanto di piu, ai pronipoti,

    PS Francesca tantisssimi Auguri per il tuo onomastico, con tanta felicita,
    ti abbraccio tanto,
    con affetto,
    Francsca


  75. Maria Rosaria Martinelli ( Staten Island,N.Y. )

    Buongiorno a tutti,visto che siamo in tema di auguri faccio altrettanti auguri di Buon Onomastico a tutte le Francesca Romana di questo blog,se ce ne sono,ma tu bella garibaldina, lo festeggi oggi? Un abbraccio Maria Rosaria


  76. Gaspare 46 ( Laguna , Brasile )

    Innanzi tutto vadi un pensiero di amore spirituale a tutte le donne del mondo. Alle mamme….. e a quelle donne con la D. maiuscola che in questa terra,hanno dato anima é corpo per il bene dell’umanitá, offro una rosa virtuale a tutte le donne di questo blog uno speciale alla AMICA… GAETANA da Melbourn Australia… é una calorosa stretta di mano a tutti gli amici del blog una speciale all’AMICO GIUSEPPE dal Canada. Sono stato in questi due mesi alla finestra, LEGGENDO TANTE COSE BELLE …… MA ANCHE TANTE FRIVOLEZZE CHE HANNO SFIORATO OFFESE PERSONALI……ho girato in largo e in lungo questo Brasile…..che bello…. abbiamo rinunciato la proposta dell’amico Sgarbi ma dobbiamo ammettere che a Salemi e nelle vicinanze non ci sono scuole per i figli nostri. UN CALOROSO SALUTO A TUTTI GASPARE 46 DA LAGUNA SANTA CATARINA BRASILE CITTA NATALE DI ANITA GARIBALDI EROINA DEI DUE MONDI……


  77. Anna ( São paulo , Brasile )

    Avevo promesso di non ritornare, ma oggi essendo il giorno dell’onomastico delle Francesche del Blog, faccio i miei più fervidi auguri.
    Meno male che c’è chi avvisa, perchè qui in Brasile non si considera affatto, solo il compleanno.
    Come ho già detto a me avrebbe fatto comodo che si festeggiasse, perchè avendo una sorella gemella, mai in vita mia ho avuto un giorno solo mio, sebbene a dire la verità non festeggiamo neanche la nascita perchè non ci piacciono molto le feste.

    Francesca Verde, è la prima volta in vita mia che sento questa versione della creazione di Eva, ma pensando bene è giusto quello che dici, sebbene che il contrario anche è vero. Che sarebbe dell’umanità senza gli uomini?
    Io solo trovo che ci sono alcune donne ed alcuni uomini, in uguali proporzioni che sarebbe meglio non ci fossero stati. E mi dispiace che sia stata Eva ad indurre Adamo al peccato, credo sia una grossa ingiustizia.
    comunque il fatto mi ha fatto molto sorridere ed anche ridere, con rispetto.

    Gaspare, grazie dei fiori, e ti sei divertito a passeggiare per il Brasile e noi a pensarti faticando per ricostruire la casa che Sgarbi ti ha dato per un euro…
    Lo potevi dire invece di sbirciare dalla finestra, che, oltretutto, ti ha obbligato a vedere cose che nessuno di noi voleva, come ben dici.
    Quindi sei ancora Gaspare di Laguna, terra di Anita, eroina dei due mondi eh? Certo avresti perso molto perdendo questa caratteristica, ma ne trovavi un altra lì, ne sono sicura, immagginazzione non ti manca.

    Un abbraccio a tuti
    anna


  78. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    Anch’io mi unisco agli auguri per tutte le nostre amiche di nome rancesca , ma so di certo che la nostra cara Francesca N.1 festeggia l’onomastico il giorno deicato a San Francesco d’Assisi cioè il 4 di ottobre.
    comunque, negli auguri odierni , includo anche lei così li avrà doppi come merita.
    Care e belle signore e signorine che portate questo nome sono certa che , sia da Santa francesca Romana che fu virtuosa e generosa che dal Santo poverello , molte delle loro virtù vi sono state trasmesse ed io mi ritengo fortunata dall’avervi conosciute .

    felice giornata a tutte voi . Nonna Lea


  79. Lea Mina Ralli ( Roma , Italia )

    sono ancora io che vi chiedo umilmente scusa perché subito dopo l’invio dei miei commenti , rileggendoli, mi accorgo degli errori di digitazione commessi e me ne vergogno assai però non riesco a digitare adagio e ogni volta ci ricasco . ma so che mi perdonate poiché fortunatamente i miei libri e articoli sono corretti. ciao carissimi tutti –
    Nonna Lea.


  80. Tereza Torrico Soares ( São Paulo , Brasile )

    A TE DONNA SPECIALE
    AUGURI PER L’8 MARZO E PER OGNI GIORNO DELL’ANNO

    Ricordati sempre che con l’età appaiono le rughe,
    i capelli diventano bianchi,
    i giorni diventano anni.

    Ma, il più importante non dovrà cambiare mai: la tua voglia di vivere.
    Perché la tua forza e la tua sicurezza non hanno età.
    E il tuo spirito brilla e sparisce l’inverno che c’è in te.

    Dietro ogni traguardo esiste una nuova partenza.
    Dietro ogni inganno c’è un’ altra sfida.
    Finché sei viva, goditi questa certezza.
    Se hai fatto qualcosa di buono, torna a farlo.

    Non vivere solo di foto ingiallite
    Vai avanti anche se tutti pensano il contrario.
    Non lasciare ossidare il “ferro” che esiste in te
    Fai sì che, invece di pena, abbiano rispetto per te.

    Quando, a causa dell’età non potrai più correre,
    allora CAMMINA IN FRETTA!
    Quando non potrai andare in fretta, CAMMINA SOLTANTO!.
    Quando non potrai più camminare, USA IL BASTONE!.
    PERÒ NON FERMARTI MAI…!!!

    UN ABBRACCIO
    prof tereza


  81. augusta prina ( milltown , nj )

    Gaspare 46 ben tornato e…… ci mancava la tua presenza,

    Auguri di buon Onomastico alla nostra amica Francesca e anche a tutte le Francesche del blog. Un saluto .augusta


  82. Danila-JAX-FLORIDA

    Ragazzi e Ragazze del blog,

    (di tutte le eta` non importa, basta essere giovani dentro),

    ha ragione Nonna Lea, l’onomastico di Francesca Alderisi e` in Ottobre…ma a Francesca tutte queste dimostrazioni di affetto nei suoi confronti fanno piacere, quindi anche se la festeggiamo due volte l’anno sara` contenta lo stesso.
    ciao
    Buon proseguimento di giornata a tutti


  83. Francesco da Toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Buon pomeriggio a tutte le donne del blog, spero che la vostra giornata di ieri l’avete passara molto bene, ed che vi siete divertite. non sò se c’è anche la festa dell’uomo, se c’è non sò quand’è. Francesca il tuo onomastico era ieri oppure festeggi il quattro ottobre? Il giorno di S . Francesco D’Assisi? Il 4 ottobre del 2006 giorno di S. Francesco sono stato operato ad un quadrupedo by-pass, onomastico ed anche anniversario. ma in verità io non ci penso molto. Per Nanda voglio dire che il due giugno, sono 45 anni che mi trovo qui a Toronto, come vedi non credo di avermi sbagliato. mi è piaciuta quella foto con INSEGNA, non sò se questo è il suo nome. Ma lo ricordo meglio quando faceva in capitano dei carabinierti, con Frassica al programma di Don Matteo. Un saluto a voi tutti, Frank.


  84. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Cara Nanda:
    Vorrei fare un’altra precisazione sul tema “pagamenti a rate” :
    Io vivo in una piccola città ( 90.000 abitanti) e ci sono due ditte che si dedicano al sistema funerario e cimiteriale, offrendo un servizio accurato e completo in un momento molto difficile per la famiglia.
    Si paga una rata mensile ( circa 5 euro) a seconda dell’ età.
    Se la famiglia vuole migliorare il servizio funebre si può acquistare un cofano artigianale, rifinito a mano, or chiedere l’ arte tanatorio ( truccatura, acconciatura, ecc. ecc. ) oppure la cremazione or seppellire il defunto nel cimitero parco.
    Sin da piccola io sono socia della “Società ITALIA” , ne ha un Pantheon nel cimitero comunale, quindi io ho scelto questo luogo per iniziare il futuro…..
    Come vedi gli argentini siamo molti previdenti, soprattutto in epoca di crisi economica.
    A presto, Marta


  85. Gaspare 46 ( Laguna , Brasile )

    Geazie tante alle amiche ANNA da San Paolo e alla Amica Augusta Prina Dagli U.S.A. stare alla finestra e non partecipare non vuol dire sbirciare……prendere una riflessione di due mesi non partecipare non vuol dire allontanarsi definitamente tutta’altro; peró mi sia consetito di sprimere il mio punto di vista, forse giusto, forse errato; tornate un pó indietro rileggetevi quello che é stato scritto in questi ultimi due mesi…. si sono scritte delle cose che é meglio lasciare stare….. il bello di tutto ció che le femminuccie sono state piú scatenate dei maschietti…..le signore del gentil sesso non me ne vogliono a male,peró….lasciamo perdere; prendiamo la felicitá con un panino e un bicchiere di vino possibilmente NERO D’AVOLA,la vita meno amara un par de scarpe nove, na chitara se pó girare tutto er monno e ma accompagno da mé.vorrei prendere l’opportunita di rispondere all’amica Marta Argentina per ricordarle che noi Italiani abbiamo avuto una sola religione la cattolica apostolica romana le onoranze ai nostri defunti si debbono fare nella maniera piú semplice possibile senza tanti fronzoli, e sopratutto rispettare la volonta del defunto lo dico perché l’ottava meraviglia del mondo l’abbiamo in Italia GENOVA non é il Verano de ROMA e neanche il monumentale de MILÁN ma bensí il cimitero STAGLIENO di GENOVA detto da fonti mondiali. Scusate se sono uscito fuori dal seminato. QUÍ GENOVA RADIO TRASMISSIONE EFFETTUATA PER LA SINTONIA DEI RICEVITORI DI BORDO….le nostre belle navi quanti figli d’Italia a portato nei piú disparati luoghi del mondo siate riconoscenti voi figli di quei emigranti, io sono uno di quei marittimi testimoni. Gaspare 46


  86. gaetana ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    Cara Francesca dobbiamo dare il bel rientrato all’amico Gaspare, credo che ci mancavanocon le sue riflessioni come uomo di mondo, pensate che noi prima di emigrare in australia abitavamo propio dietro al cimitero di staglieno, se Gaspare conosce Genova esattamente in via delle Gavette. Come dice Gaspare che bisogna rispettare la volonta dei defunti, ebbene ce` una statua a staglieno di una vecchietta con delle collane di noccioline americane,prima di morire ha chiesto di avere la statua che la rappresentava, un capolavoro di scultura, lo dico perche nei cimiteri possiamo pregare per i nostri morti, pero nello stesso tempo riempirsi gli occhi d ‘arte e meraviglie.Una cosa e certa per me non ci sara`una tomba perche il mio desiderio di essere cremata. Gaetana


  87. SaNDRO ( Toronto , CANADA )

    Ciao Francesca bella intervista e tu sempre piu sorrridente. Ho letto che domani ci saranno le nuove nomination rai, ti prego di informarci. IL TUO RIENTRO IN TV E VICINO


  88. Nanda Cozzi ( Hamilton, Ontario , Canada )

    Carissimo Roberto (di Concord) ti chiedo SCUSA! Non so perche’ ho scritto Giuseppe!
    Cara nonna Lea – ti ringrazio delle favolose spiegazioni – domani (spero di avere piu’ tempo!) vorrei rileggermele meglio!!!!!!
    Vorrei fare un saluto molto particolare ai lettori di questo blog che vivono in Australia e in Argentina!!! I nostri paesi sono cosi’ distanti l’uno dall’altro ma e’ veramente bell0 poter chiacchierare tramite questo blog! Io trovo che internet sia una cosa veramente bello proprio perche’ ha dato questa possibilita’!
    Cara Signora Marta (dell’Argentina) – devo dire che trovo questo concetto dei pagamenti a rate molto utile! Perche’ come hanno gia’ detto qui nel blog, il tutto potrebbe veramente costare un occhio! Soprattutto per gli italiani che ci tengono alle cose fatte bene!!!!

    Oggi ho avuto una giornataccia – spero che sara’ meglio domani – per “meglio” intendo dire che spero di avere piu’ tempo libero !!!!!!!! Un altro caloroso saluto a tutti voi – e al Sig. Francesco, sicuro che non ci siamo conosciuti??????


  89. Amparo Margarita da Ibagué-Colombia

    Cara Nanda, vorrei raccontarti che abito in una città che la chiamano la “Città Musicale di Colombia”. Abbiamo un conservatorio che ha 103 anni che a sua volta ha una Scuola Media Superiore dove i ragazzi studiano música con enfasi in uno strumento musicale. Vi pure c’è una sala con una bell’acustica dove la orchestra sinfonica del Conservatorio o qualcuno dei diversi gruppi strumentali che si conformano fanno dei bellissimi concerti. Anche durante alcuni anni fece un Concorso Polifonico a cui assistevano gruppi corali da molti paesi. Pure durante molti anni ebbe un coro che fece presentazioni con molto successo in Europa, Estati Uniti, Centro e Sudamérica, ma per diverse ragione si è sciolto. Adesso ci sono diversi cori ma mai come il primo che tutti ricccordiamo con molta nostalgia.

    Amparo Margarita


  90. gaetana ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    X La sig Nanda (Canada) anche in australia ci sono i funerali a rate, addirittura e come un’assicurazione. Cosi quando e` il momento i familiari non devono pensare a niente, le persone si comprano i campi all’eta` giovane.
    Modo di pensare!!!!!!! Gaetana


  91. Gesualdo ( Guanare , Venezuela )

    POR FIN NANDA!! ho visto il tuo video dopo vari trucchi telematici…ma con tanti commenti dei compagni, solo posso dire che anche tu meriti essere il Centro dell’attenzione di questa puntata e mi unisco a loro augurandoti tanti in bocca al lupo per questa tua particolare e necessaria attivita’ proffessionale come “consulente famigliare”…Va Beh! si vive e anche si muore , quindi e’ valido tenere momenti di profondita’ religiosa nel Blog.

    Sai, ho avuto curiosita’ dell ‘ubicazione della tua Hamilton, credo avere letto in un post che stava lontanissimo da Toronto, ma vedo che stai vicino alle cascate del Niagara ed e’ una moderna citta’ portuaria di 500 mila anime “futuri clienti”….pero non capisco perche’ la chiamano anche ” Steeltown”. Ugualmente , mi incuriosisce che proprio nel lago Ontario ci sono state circa 6 apparizioni di Ufo u Ovni con la presenza di extraterrestri fin dagli anni 80.

    FRANCESCA leggo che veramente l’8 di Marzo e’ il ricordo di una triste giornata, quando l’incendio della fabbrica dove le donne facevano sciopero feri’ mortalmente a una centinaia di operaie tra cui ci sono anche tante italiane….Quindi non e’ una festa, seno’ una ricorrenza annuale del triste successo nel 1908. Curiosamente conosciamo anche di una lotta gia’ sviluppata nell’antica Grecia dalla giovane Lisistrata e varie compagne, che incominciarono uno sciopero “sessuale” contro gli uomini per mettere fine ad un guerra, forse di Troia. Ugualmente durante la Rivoluzione Francese, tantissime Parigine al grido di “liberta’ , uguaglianza e fraternita’” camminarono verso Versalles per lottare la parita’ con gli uomini, nella societa’ e per lo sviluppo integro come persone.

    AMIG@S Good Luck a tutti !! e Buon Proseguimento.
    Gesualdo


  92. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara FRANCESCA grazie a te ed a tutti per il saluto del giorno della donna, che ho passato in viaggio di ritorno delle vacanze, un piacere di conoscere NANDA, dopo apriró il video quando ritorno del lavoro, un abbraccio a tutti


  93. Francesco da Toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Buon giorno Nanda non sò se ci siamo conosciuti, ma andavo quasi ogni anno a Toronto ISLAND per la festa della CHIN. ed cerano tutti coloro che lavoravano con il S.r Gianni Lombardo, bellissime feste ed tantissime gente. Comunque grazie a Francesca ci siamo conosciuti, a questo suo programma, ed mi fa piacere di averla conosciuta. Per il suo lavoro conosco alcune sue colleghe , del prospect cemetary di ST. CLAIR AVE. WEST, ma non faccio dei nomi. Devo chiusere perche oggi vado a scuola ed è quasi ora di andare. Un cordiale saluti a tutti, ed a presto Frank.


  94. Danila-JAX-FLORIDA

    GASPARE /BRASILE

    Volevo ringraziarti per aver segnalato il cimitero di Genova, ho fatto qualche piccola ricerca su internet ed e` veramente bellissimo, e` un museo a cielo aperto.

    Ho trovato una lista che segnala i cmiteri piu` belli, 3 in Italia, io ne avrei incluso un quarto quello di Capri che al posto di bellssimi monumenti ha un panorama mozzafiato, tant’e` che molti nord europei vistando Capri da vivi fanno espressa richiesta di essere sepolti li` quando arriva il momento fatidico.

    Il resto dei cimiteri piu` belli sono su questo link, nel caso qualcuno decidesse di farsi il tour completo, sotto vi copio/incollo i 3 italiani.

    http://notizie.tiscali.it/articoli/stranomavero/08/ottobre/cimiteri_top_ten_555.html

    Cimitero protestante, Roma, Lazio – Il cimitero protestante, un’oasi di pace e tranquillità a Roma, è anche conosciuto come il cimitero acattolico e ospita le spoglie di poeti romantici come Percy Bysshe Shelley e John Keats, con il suo sofferto epitaffio che recita: “Questa tomba contiene i resti mortali di un giovane poeta inglese, che sul letto di morte, nell’amarezza del suo cuore, alla mercè dei suoi più acerrimi nemici, ha espresso il desiderio che queste parole fossero incise sul suo sepolcro: qui giace un uomo il cui nome è stato scritto sull’acqua”.

    Catacombe di Roma, Italia – Queste antichissime catacombe sono state originariamente costruite nel secondo secolo AC, seguendo le tradizionali strutture dei cimiteri etruschi. Col passare dei secoli sono state saccheggiate, depredate, nuovamente ampliate e infine, distrutte. Eppure contengono ancora alcuni esempi di pregio dell’arte del primo periodo cristiano, come affreschi e sculture, e sono aperte al pubblico ogni giorno, tranne la domenica.

    Cimitero di Staglieno, Genova, Italia – Per la qualità artistica e per il ricco numero di monumenti che ospita, il Cimitero di Staglieno è considerato un museo a cielo aperto. Fra le celebrità che vi sono sepolte figurano personaggi di grande levatura morale e storica, come Giuseppe Mazzini, patriota e politico di spicco del XIX secolo, ma anche grandi nomi della musica leggera contemporanea, come l’autore e cantante Fabrizio D’André e la sposa di


  95. roy ( Sydney , Australia )

    Cara Francesca,
    di nuovo(pero, nessun novita,…arrivo sempre con ritardo!)
    te ringrazio per la possibilita di conoscere anche Nanda, da Hamilton in Canada
    che ti saluto e ti auguro un buon futuro in un lavoro che io credo ci vuole un
    cuore d’oro per seguire e portare a buon fine ogni suo impegno!..certo e’ sicuro
    che non e’ un lavoro che uno cerca….pero sicuramente e un lavoro che sceglie
    la persona adatta per questo posto che ha bisogno di tanta gentilezza, e molto
    affetto per il prossimo. Nanda, fino a poco tempo fa, credevo che ero uno
    tra pocchissimi qui in salotto, essendo figlio di emigrati,…non nato in Italia,
    pero riecco la bellezza del salotto, che ci fa capire che girando,piano piano,
    Francesca trova sempre qualcosa che abbiamo di forte in comune,…poi sei anche te della stirpe Abruzzese!!…solo che ora che ti sento di parlare,…e vedo come scrivi….quasi mi vergogno !!!…per fortuna che si dice che e il
    sesso femminile il piu intelligente….anche quanto stavo a scuola …sono state sempre le ragazze… le piu intelligente!!!(non lo dico solo perche e
    passato La Festa della Donna!!)..pero anche qui, ci se permette di entrare,
    e sentir’si , nonostante tutte le nostre errori!! Nanda, molto commovente
    la tua foto davanti il S.S. Papa Giovanni Paolo II…Buon lavoro,.. e spero per
    tutti in Canada che vi arriva una bellissima primavera….noi ora aspettiamo l’inverno….un brutto gelido 3mesi di solito intorno a 8-10 gradi.
    Francesca, di nuovo sei grande
    un bacione
    roy.


  96. ivana

    Nanda, si´, mia cugina é tornata in Canada dopo gli studi universitari in Italia ed ora insegna Italiano all’universitá di Sault Sainte Marie. Se hai un po’ di tempo libero, potressti iscriverti anche tu alla facoltá di Lingue della tua cittá, laurearti ed insegnare la nostra lingua, credo che non sará difficile per te conseguire il titolo considerato che parli e scrivi benissimo. Pensaci!!! Non é mai troppo tardi!!!
    Per Gaetana: ho visto la tua foto sul sito da te indicato. Sei proprio come ti immaginavo: solare e bellissima. Un appunto: l’indirizzo mail non é giusto, ho provato a scriverti ma mi é tornato indietro il messaggio.
    Bacioni

    Ivana
    Ivana


  97. MENA ( FORT LEE , U S A )

    Carissima Francesca; come stai? dal video che ho appena guardato posso dire veramente che stai bene e questo mi fa tantissimo piacere, prima anche se con un po di ritardo vorrei fare un augurio a tutte le donne per la festa della donna e un grazie a tutti gli uomini che sanno davvero far sentire la loro donna come una regina, a te Francesca grazie per averci fatto conoscere una bravissima persona cioe` Nanda Cozzi anche lei una bella donna, quanto al lavoro che svolge Nanda sicuramente deve avere tanta compassione per poter aiutare altre persone a fare delle scelte che sicuramente si fanno piu` in momenti difficili sappiamo benissimo che la morte e` parte della della nostra vita ma nessuno vorrebbe passare per quei momenti dove si devono fare certe scelte, complimenti Nanda per la sua pazienza e pure per la sue emozioni che sicureamente trasmette ai nostri connazionali nel momento di bisogno, il cimitero e` un luogo sacro dove riposano le anime di persone care per questo dico che per me e` un luogo triste perche` quando lo si visita ci fa ricordare persone care che non son piu fra noi ma ci fa pensare che almeno possiamo visitare le loro tombe e portare un fiore e far si che non vengano mai dimenticati, con questo voglio lasciarvi un forte abbraccio di nuovo grazie Francesca per questo blog ed a Nanda
    ciao
    Mena


  98. silvia-são paulo-brasile

    Carissima Francesca,e tutti del blog,prima di tutto grazie a tutti i cavalieri che ci hanno augurato un a bella giornata della donna,certo che il bello dei nostri tempi é che noi siamo diventate tanto importanti per loro quanto lo sono sempre stati loro importanti per noi….che bello mi sembra no?Mi ha emozionato Rodolfo Cesarini che fa un omaggio alle sue donne che lo accompagnano nella vita,é stato bello Rodolfo,e che dire di Nanda,il soggetto del nostro blog?che lavoro utile che fai…immagino quanta pace trasmetti alla gente che sta in un momento doloroso..iO VOLEVO DIRTI CHE INVECE HO AVUTO UNA BRUTTISSIMA ESPERIENZA ,quando della morte di mia madre,che era un ottima madre ma un poco difficile come carattere,nel giorno in cui stavamo con tanti cari amici aspettando il momento di portarla per,spero ,una pace eterna,perche se lo merita proprio, una sua amica,la quale poco tempo prima mi criticava molto perche io non andavo il sufficiente ,secondo lei, a trovare mia madre,premetto che conoscendo me molto poco,ebbe la gentilezza di ,abbracciandomi,dirmi “io te l avevo detto di andare da lei”come per dire adesso che é morta…..ma mia madre é morta vedendo la RAI,seduta in poltrona,senza soffrire,grazie a Dio,secondo i medici del suo edificio e il medico curante che é corso a confortarci.Al dolore si é aggiunta la angoscia di quella frase,come avrei voluto avere una Nanda vicino a me in quel momento….per questo vedi Nanda,tanto apprezzo il tuo animo che deve essere di una grande bontá….confortare in questi momenti é cruciale.Poi ,mia sorella Anna che si lamenta del compleanno in comune,pure se a noi non piace festeggiare,neanche da bambine,ma dovete sapere che almeno lei il 26 luglio,in Italia era festeggiata,Santa Anna,io invece non avevo la mia,da adulta scopri che Santa Silvia esiste,il 3 novembre,madre del papa s.Gregorio,ma allora si faceva una piccola allusione il 31 dicembre,San silvestro,mischiato con fine anno,la pigna….insomma io ci entravo come


  99. silvia-são paulo-brasile

    Cara Francesca,stavo tanto dentr5o che non ho visto che finiva lo spazio,ma dicevo ,,,ci entravo come il cavolo a merenda…..sniff…snifff….quindi come vedete ci sono piu sfortunati di noi sempre ha?Ora vi lascio,Francesca abbiamo due argentine a São Paulo,ieri siamo andate a trovarle in albergo ,mangiato una pizza e chiacchierato da morire,…Lucia e Maria Rosa da Buenos Ayres,io non le conoscevo,ma saiche é stato cosí bello,e siccome a te lo dobbiamo ,incontrare persone che poi diventano come vecchie amiche ti volevo ringraziare pure di questo.Un abraccio forte forte ,Silvia e a tutti grazie per la sempre cara compagnia nel nostro salotto….nonna Lea .,…ti penso sempre…


  100. Claudia Roman Jacksonville Fl,USA

    Ciao francesca,
    auguri per la festa della donna anche se in ritardo ma secondo me e’ una festa che andrebbe onorata ogni giorno dell’anno. Io non ho avuto la mimosa perche’ qui non si trova e molti non sanno cosa sia, ne ho un rametto tra i libri che per questa occasione espongo e poi ripongo tra le pagine che lo conservano.
    Grazie per averci fatto conoscere Nanda e i vari aspetti del suo nobilissimo lavoro.
    Pensa che mio nonno e mio papa’ mi portavano sempre al cimitero e sai perche’? Sembrera’ strano, ma mi portavano a vedere i loro lavori infatti erano entrambi mosaicisti e marmisti e lavoravano spesso al CIMITERO MONUMENTALE di TORINO altro cimitero da aggiungere alla lista che Danila ha scritto. Mio papa’ restaurava i mosaici antichi del cimitero oppure li faceva per alcuni privati. Ancora oggi sono li’ a far mostra di se. Io ogni tanto ci vado e vedo la mano di mio padre posare le tessere, lisciare il lavoro…e mi emoziono.
    Quando gli chiedevo se non gli faceva impressione stare tra tutte quelle tombe mi rispondeva che li’ poteva lavorare indisturato e che temeva piu’ i vivi che i morti.
    Torino vanta 5 cimiteri ufficiali e molti altri sconsacrati intorno ai quali circolano storie e misteri.
    Vi segnalo il Cimitero Monumentale di Torino ricco di storia, all’interno ci sono due mausolei uno per i caduti nelle due guerre mondiali e uno per gli ebrei.
    http://www.significantcemeteries.net/significant/torino/Intro1.html

    Il cimitero di San Pietro in vincoli detto anche degli impiccati, detto cosi’ perche’ nel 700 la gente veniva condannata a morte tramite impiccagione eseguita in una piazza adiacente poi la sepoltura avveniva in questo cimitero.
    http://turineisa.blogspot.com/2007/07/san-pietro-in-vincoli-detto-anche.html
    Questa piazza e’ in piena citta’ detta rondo’ della forca, tutti quelli che passano di li’ guidatori o pedoni si fanno il segno della croce perche’ fu anche luogo di innumerevoli impiccagioni di partigiani.
    Se vi va date un’occhiata


  101. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Mi associo a Silvia riguardo quanto ha raccontato.
    Comunque quando ho letto del lavoro di Nanda, che neanche considero un lavoro, per me è una donazione sublime di se stessa, ho pensato la stessa cosa, quanto avremmo bisogno di una Nanda in questi momenti.
    Ma sfortunatamente qui non esiste questo tipo di attività, e poi, ho notato ultimamente, che le persone hanno troppo poco rispetto per le persone che se ne vanno, e questo lo dimostrano appunto come ha raccontato Silvia, ma sul serio, non vedo più nelle veglie dei morti(grazie per la traduzione) l’ambiente che c’era una volta. Sembra più un obbligo che una partecipazione, dico in generale.

    Un abbraccio
    Anna

    Non c’è nessuno nel blog che apre le porte del cielo? Anche di questo ne avremmo bisogno…


  102. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO:

    SIETE TUTTI GENTILMENTE INVITATI A NON SCRIVERE NEI VOSTRI COMMENTI INDIRIZZI E-MAIL E SITI INTERNET PERSONALI.

    GRAZIE PER LA CORTESE COLLABORAZIONE.


  103. Roberto Giordano ( Concord,Ontario , Canada )

    Francesca,permettimi di uscire un po dal tema di oggi,ma e’ da un po’ di tempo che ho notato l’assenza dal blog della nostra amica Juliana di Guelhp.Lo hai notato anche tu?.Giulian cosa e’ successo?.Fatti viva e scrivi due righe.Ti saluto Roberto e grazie Francesca.


  104. Nanda ( Hamilton , Canada )

    Ciao Amparo! Che bello che hai un conservatorio cosi’ importante nella tua citta’! La mia citta’ e’ molto semplice – c’e’ un conservatorio ma manca una bella sala come mi hai descritta tu. A Toronto pero’ c’e’ molta piu’ scelta in questo campo, anche perche’ e’ una citta’ molto piu’ grande di Hamilton.

    Ho letto prima qui nel blog che qualcuno ha fatto una ricerca su Hamilton – pero’ stranamente non trovo piu’ quel commento ???? Ho notato che aveva scritto che Hamilton e’ conosciuto come “Steeltown”. Proprio vero, anche se a me non e mai piaciuta questa parola, pero’ Hamilton e’ sempre stato molto noto per le due fabbriche di acciaio. Peccato che proprio la settimana scorsa una delle due grandi ditte ha dovuto chiudere per via della crisi. Hanno detto che questo non era mai successo – nemmeno durante gli anni 30!


  105. alessandro superina ( cascate di niagara , Canada )

    Buon giorrrno tutti e alla Condutice Francesca e alla serena Signorina Nanda. Molto piacere fare la tua conoscenza qui; vedo che le donne di prontofrancesca diventano piu e piu come un monte, vestito adornato, colorato, pitturato con i piccoli fiorellini che danno un bellissimo profumo e generosi concolori d’arcobalena.
    Sono un giorno tardi per il giorno di donne, ma faccio il bravo >>>


  106. alessandro superina ( cascate di niagara , Canada )

    >>> e vero ? ai detto Francesca che siete con i cani? molto sorridente…io sono tipo cane di guardia che non abbaia troppo pero pui contare su di lui.Mi trovi nella casetta di cani perche ho fatto molti dispetti e adesso ho un bel colpo di realta e vedo e piu importante quanto importante e trattare una donna prima con un rispetto particolare, non finto e non con orli ma con una gentilezza e iniziativa senza fare il “maccio” o il zitto passivo; e sempre ascoltare con le due orechhie. Meno male che c’e un cervelo se no andrebbe fiori dal altra parte !!!…>>>


  107. Nanda ( Hamilton , Canada )

    Cara Silvia (del Brasile), mi dispiace per quello che ti ha detto l’amica di tua madre. Lo sai che capitano abbastanza spesso queste situazioni. Purtroppo alcune volte le persone dicono la cosa sbagliata nel momento sbagliato! A volte non e’ che lo fanno apposta – ma lo dicono senza pensarci…senza pensare che potrebbe ferirti!
    Un’altra cosa che capita spesso e’ quando le persone mi dicono che hanno sentito dire “questo o quello” o che gli e’ stato raccontato una cosa completamente sbagliata – facendogli preoccupare – allora tocca a me (o ai miei colleghi) di “chiarire” tutto. Io gli dico sempre: non ascoltate mai quello che vi dicono gli altri. E’ difficile lo so – ma devi cercare di non dare troppo peso a quello che ti ha detto!
    Ringrazio te e Anna (anche lei del Brasile) delle vostre belle parole.


  108. alessandro superina ( cascate di niagara , Canada )

    …>>>per continuare, mi scusi con il interrompo tecnico… ho letto tutto molto bene e devo , come sempre sbirciare, come quai cani di poliziesco con quelle onermi orrechie e rileggere con piu calma.
    Nel fra tempo: una cnzone per tutte le Donne di prontofrancesca e va beh, anche nel mondo, pero specialmente la mia Mamma.
    http://www.youtube.com/watch?v=X2nIG1JxExs


  109. alessandro superina ( cascate di niagara , Canada )

    le parole della canzone parlano di essere senza una donna, pero sapiamo che il uomo e donna sono fatti per essere insieme pero non c’e vergogna di essere non sposati o “soli”. Questa regola mi e venuto in testa 2 anni fa, semplicemente ” dal collo in su” e da quel momento ho comminciato veramente apprezzare la Donna.
    grande abbraccio, sandro


  110. Ernesto ( USA )

    to! chi si rivede.

    Cari fratelli e sorelle,
    avendo festeggiato il ‘giorno della Donna”…. al Cimitero,
    ed essendoci premuniti di enormi corna rosse,
    possiamo ora dire insieme :
    Dominus vobisquum,
    alea jacta est,
    pax tibi Marce,
    omina munda mundis,
    orate frates,
    carpe diem,
    pax vobisquum,
    usque ad sanguinem (per finire),
    jatavenne in pacem,
    Ernestus.
    senza offesas per nessunum.


  111. giovanni gerbaldo ( Manaus , Brasile )

    Completando solo il commento di Gesualdo:

    Lisistrata , commedia di Aristofane (+/- 400 A.C.) in cui prendeva lo spunto da una tradizione che voleva che le donne di Atene, guidate da Lisistrata avessero fatto uno sciopero del sesso contro gli uomini per obbligarli a terminare la guerra del Peloponneso che da anni infernava i rapporti tra Sparta ed Atene e naturalmente città circonvicine.
    Potete confrontare anche Wikipedia.
    gio


  112. Nanda ( Hamilton , Canada )

    Cara Signora Ivana, ti ringrazio del consiglio ! Veramente quando ho frequentato l’universita’ qui ad Hamilton ho studiato l’italiano! Mi piacevano tantissimi i corsi di letteratura italiana e allora li ho abbinati a Scienze Politiche (valla’ capire!). Avevo deciso pero’ di prendere il B.A in Social Sciences. Purtroppo non esiste piu’ laurearsi in “italiano” all’universita’ di Hamilton – mi sa che hanno eliminato tanti corsi della nostra bella lingua!
    Pero’ cerco sempre di approfondire la mia conoscenza dell’Italiano leggendo e chattando con amici, cugini in Italia. Una mia amica mi aiuta sempre quando ne ho bisogno. Lei e’ bravissima sia nella lingua parlata che scritta…..mi sa che dovro’ trasferirmi in Italia ed immergermi totalmente!!!!!!


  113. Nanda ( Hamilton , Canada )

    Ciao Roy dal lontano Australia! Sai che ho dei cugini a Sidney che mi invitano sempre ad andare da loro – magari un giorno!
    Anche tu sei Abruzzese? Che bello!
    Anch’io pensavo di essere l’unica figlia di emigranti a partecipare in questo blog! Infatti, quando Francesca mi ha proposto di fare “l’intervista” le ho proprio chiesto se andava bene non essendo nata in Italia!
    Sono andata in Italia per la prima volta da bambina nel 1979 e ne sono rimasta perdutamente innamorata!!!!
    Anche a me piace moltissimo la foto davanti al Papa – e’ stato un giorno bellissimo che non dimentichero’ mai! Non dimentichero’ mai nemmeno la data di quella foto – il 12 settembre 2001! Ti rendi conto? Era il giorno dopo il tragico evento di New York 9/11!
    Io non trovo niente di male con il tuo italiano! E poi devi ricordare che anche se sei figlio di italiani, sei nato e cresciuto in Australia – e scrivi benissimo un’altra lingua!!!!
    Non pensi che sia fantastico conoscere un’altra lingua? Per me e te e’ l’inglese e l’italiano, per quelli in Sud America immagino l’italiano e lo Spagnolo ecc!
    E’ si’, sono d’accordo con te che qui tutti possono partecipare anche se facciamo degli errori quando scriviamo!


  114. Claudia Rossi ( Buenos Aires , Argentina )

    Certamente complimenti a Nanda per il suo stupendo italiano, e pure il lavoro che svolge che non credo sia facile, anche se come lei dice in ufficio ascoltano della musica e ridono con i colleghi, ma stare dopo con le persone che vengono a chiedere questo tipo di servizio…ma per fortuna c’e il canto e la via diciamo “artistica” che lei ha scelto per poter allontanarsi del peso del lavoro.
    ci sono alcuni cimiteri celebri come alcuni gia hanno nominato, e come turista e diciamo interessante fare una piccola passegiata, ma meglio stare fuori dico io.
    qui a buenos aire c’e il famoso cimitero “Recoleta” con le visite guidate perche e considerato storico, poi in citta sono i cimiteri che appartengono al comune, e poi gli altri come raccontate voi lussuosi, fuori citta e che sembrano un grade parco ben curato.
    Claudia


  115. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Cara Nanda:
    Vorrei raccontarti che io sono nipote di emigranti , i miei quatro nonni erano italiani. Purtroppo io non conoscevo nessuno perché sono morti troppi giovani.
    Ho ascoltato mai una parola in italiano a casa mia, i miei genitori , le zie , tutta la famiglia insomma parlavano lo spagnolo.
    Alla mia età è facile cedere ai pensieri, soprattutto alle nostalgie del passato, alla mancanza dei cari nonni, non conoscere la loro lingua, costumi, ecc.
    Avevo proprio bisogno di parlare anch’io la lingua , quindi da cinque anni fa frequento un corso di lingua italiana, ne è davvero avvincente ma un po’ difficile … soprattutto la grammatica.
    Ho avuto la fortuna di andare in Italia nel 2007 , c’è stato un viaggio meraviglioso!!
    Anche ho compiuto un sogno: ho conosciuto Francesca quando è venuta in Argentina.
    Nonostante degli errori , oggi sono molto felice di poter partecipare a questo blog, che ci affratella a tutti gli discendenti sparsi nel mondo.
    A presto, Marta.


  116. IOLANDA MENNILLO ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    CARA F RANCESCA, pure se non ho visto il video mando tanti saluti a nanda per il suo lavoro , e mando tanti auguri per la festa delle donne a tutti ,perche la festa no delle donne but (MOTHER DAY )festa noi in australia lo facciamo il 10 di maggio .saluti a tutti il blog e a te cara francesca da me iolanda


  117. Francesca Verde ( Melbourne , Australia )

    Dolce Francesca,leggento con calma il tuo il tuo diario, e guardando il video,le tue parole, mi commuovono come sempre, si vede che la Primavera e dietro la porta, sei bella piu che mai, il tuo vestito e bellissimo,e sei sempre tanta cara,sei propio una STELLA,mia cara non vedo lora che ritorni al tuo lavoro, ci manchi tanto,non dar retta a nessuno, sei troppo GRANDE, continua il tuo cammino,
    ti abbraccio forte,
    Francesca
    un cordiale saluto, a tutti gli amici del BLOG


  118. Nanda Cozzi ( Hamilton , Canada )

    Cara Marta, veramente frequenti il corso d’italiano da soli 5 anni? E scrivi cosi’ bene??? Wow! Complimenti! Da come scrivi pensavo che tu fossi nata in Italia e poi emigrata in Argentina. Ma ora che ci ripenso…..correggimi se mi sbaglio…..l’emigrazone degli Italiani in Argentina e’ accaduto piu’ indietro di quando sono arrivati in Canada – e’ vero? E’ quindi, capisco quando dici che i tuoi nonni sono emigranti. E non ti preoccupare mai degli errori – io sono certa di farli sempre – pero’ il bello e’ poter scrivere un’altra lingua e poter partecipare qui! Hai visto che avendo fatto quel viaggio in Italia nel 2007 ha avuto un effetto nella tua vita???? Per me e’ stato meraviglioso ogni volta che sono andata (la mia grande fortuna!)! Magari la prossima volta che la nostra Francesca verra’ dalle mie parti…..io lo sapro’ e potro’ conoscerla anch’io – che ne pensi?
    Ciao!


  119. Nanda Cozzi ( Hamilton , Canada )

    Ciao Claudia! Trovo interessante che ci siano delle visite guidate nei cimiteri piu’ antichi, famosi. Io ho visitato uno Ebreo a Pisa e poi un “mausoleo museo” sempre a Pisa. (non ricordo il nome?). Il museo era mooooolto strano e poi mi sono detta, “ok, ora basta con i cimiteri!”. Le visite sono state organizzate anche dove lavoro io – quello di cui parlavo e’ stato aperto nel 1875 – che per noi e’ “antico”! Anche la Cattedrale dove io canto e’ del 1933 ed e’ considerata una delle piu’ vecchie e quindi anche piu’ belle, per il motivo che non le costruiscono piu’ come facevano una volta.
    Quando io vado in Italia invece rimango sempre stupita dalle bellezze come la Basilica di San Pietro ma anche delle Basiliche piu’ antiche – non solo ma soprattutto del Pantheon e di palazzi e chiese che adoro visitare a Roma. Pensare che alcuni di questi sono di due mila anni fa’!!!!!!!!

    Oh chiedo scusa a tutti – a volte penso – ma che discorsi sono questi che stiamo parlando dei cimiteri e dei funerali? Anche se fanno parte della vita…..e’ sempre un pochino strano – non pensate? Comunque grazie…..e’ stato molto interessante per me leggere i vostri racconti su questo tema e di come il tutto e’ organizzato in Australia, Argentina, Brasile e negli USA che e’ molto piu’ simile al Canada.

    Quando io mi trovo in un locale o ad una festa e qualcuno che non sa mi chiede che lavoro faccio – potete immaginare le reazioni? A volte preferisco non dire niente – in alcuni casi le persone si “spaventano” e negli altri casi si incuriosiscono. Questo lavoro mi piace perche’ mi ha dato la possibilita’ di conoscere tanta gente, di conversare con loro, non solo una volta (al momento dei preparativi) ma anche qualche anno dopo. E poi mi ha fatto crescere e imparare a “conversare”. Vi ringrazio tanto dell’affetto e delle belle parole che avete usato. E ringrazio Francesca per la sua idea!!!!! Avevo un po’ paura quando me l’ha chiesto ma poi e’ stato cosi’ bello! Grazie….


  120. roy ( Sydney , Australia )

    Ciao Francesca,
    ed un salutone a tutti in salotto, ancora in piu a chi ci ospita in questi
    giorni,..Nanda. ..te ringrazio per il tuo complimento per il mio italiano
    scritto,..pero ti assicuro , che quando scrivo….sono sempre con il dizionario
    al mio fianco….pertanto ,.. per scrivere queste parole …io sono qui per un
    ora in piu…cercando le parole giuste…(poi ringrazio anche il dizionario di Francesca….inserito qui…che mi aiuta!!)…pero devo dire che ho appena letto il messaggio di Marta, e vi confesso che ora sono veramente orgoglioso ,…
    in senso , per sentire che anche i nipoti di Italiani,…sono in grado di scrivere
    e pensare come fai te , Marta… pertanto, quando uno pensa se L’Italianilita
    puo continuare,………io credo proprio di si!! io , ringrazio sempre i miei
    genitori, che ….anche in un paese addottivo,.. in casa sono sempre impostato la regola di parlare ITALIANO!!. anche se da piccoli…magari
    ci vergognavamo pure di parlare Italiano davanti amici…..pero Nanda, ti
    assicuro uno de le piu belli regali dei miei genitori….insistere che a casa si
    parla ITALIANO!!…vi posso dire, che ho tre nipotini….da 3 e 7 anni….
    e capiscono,.. e parlano tutti ITALIANO!!(anche se in dialetto..abbruzzese.
    pero…capiscono… e si fanno capire!!) e se per niente altro,…ringrazio
    sempre Francesca, per questo suo inniziativo ,… perche se non fosse per lei,
    io stavo qui scrivendo in inglese!!..
    carissima Francesca….. non puoi mai immaginare veramente quel che stai
    facendo per noi!!!!
    ti abbraccio , un salutone a tutti…..grazie Nanda, per i tuoi sentimenti
    un bacione
    roy.


  121. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Cara Nanda:
    I miei nonni paterni sono venuti da CAMPORA, in provincia di Salerno, alla fine del secolo XIX, e si sono sposati in Argentina nel 1903.
    Purtroppo loro non sono riusciti a ritornare in patria, ma hanno formato una bella famiglia con sei figli argentini. Quindi si capisce che io sono una scolaretta di certa età …. ho fatto l’ insegnante di alunni andicapati , l’anno scorso mi sono pensionata.
    Io ti confesso che cominciare a studiare l’italiano alla Dante Alighieri , nel 2004, ha avuto un effetto speciale nella mia vita, sia per il gruppo umano meraviglioso che ho trovato lì , sia per la possibilità che mi offre la conoscenza della lingua per fare una ricerca affascinante delle mie origini, dei miei cognomi e del piccolo paese di provenienza dei miei avi.
    Addirittura mi sento a proprio agio con questa tecnologia che ci permette un rapido scambio di idee, notizie, belle poesie, fotografie, musica…
    In quanto riguarda alla grammatica italiana, anch’io faccio confusione con il congiuntivo e le preposizioni articolate, mamma mia, il problema è che io penso spesso alla grammatica spagnola, molto diversa, e dopo svaglio;
    però l’ importante , come mi ha detto Francesca, è partecipare a questo luogo d’incontro virtuale.
    Magari tu possa conoscerla presto, è una persona speciale!!!
    Ciao, Marta


  122. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Caro Roy:
    Nella vita c’è un destino scritto dai comportamenti, dalla volontà, dal carattere.
    Ma anche l’orgoglio, la dignità, il mio sangue italiano, il mio modo di essere, testardo, un po’ pignolo, mi hanno portato all’apprendistato della lingua, per scoprire e mantenere viva la nostra italianità fuori dei confini dell’Italia.
    Anch’io ho delle difficoltà nello scrivere, perche come ho già raccontato in precedenza , non sono cresciuta nè ascoltando nè parlando italiano. Quindi debbo usare spesso i dizionari, ne ho due di carta e due online.
    Ma ogni giorno che scrivo provo che rendo un omaggio alla memoria dei miei nonni emigranti.


  123. alessandro superina ( cascate di niagara , Canada )

    ……Ciao compagna di scuola prontofrancesca, Nanda.! Vuolevo domandarti 1)se il tuo nome e come si dici ” il piccolo” “nickname” di un nome piu grande. Ho sentito il nome “Nando” in Spagnolo come nome pero mai in Italiano e commune ?2) E da che regione sono i tuoi genitori.
    Domanda 3): ai mai conosciuto Johnnie Lombardi della CHIN radio?
    4) Chi sono i tuoi cantanti preferiti Italiani?
    E…complimenti ! ai fatto una “bona jobba” su l’intervista con Francesca, veramente un piacere. Hamilton e molto bello, mi piace le coline in giro. Grazie !!!
    abbiamo il stesso tempo alora…oggi per tutti i altri “non da queste parti” Sole sereno con un puo di nuvole, verso i zero gradi C., con una bella settimana avanti di sole e alti di 8 C….ma e vero? cosi bello? fianlmente !!! non serve piu andare in giro con il muso di “battibecco”…Ci sono notizie? su la Rai, che ho letto, di queste…novita? numero del giorno , -18 ???
    saluti sandro, buona settimana a tutti, specialmente le donne dei cinque continenti…


  124. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara FRANCESCA e cara NANDA ho appena finito di leggere tutti i commenti di questa pagina, ancora non posso vedere il video ma gia ho conosciuto NANDA per tutto quello che hanno scritto di lei!!!! Sai che anche io sono nata in Argentina, mio papá é arrivato nel l947 e si sposó con mia mamma Argentina figlia di italiano, anche io come la cara MARTA di Chivivlcoy ho studiato nella DANTE e condivido quello che racconta, sai NANDA che anche a LUJAN ci sono le paghe a rate, ma per un cimitero parco bellisimo, e quello che mi piace di piu é che TUTTI hanno lo stesso servizio, ricchi e poveri!!!!! quello é il lavoro delle cooperative!!!!!! Che DIO continui a illuminarti nel tuo lavoro, veramente FRANCESCA questa é stata una bella pagina. Bentornati GASPARE ed ERNESTO!!!!!!!!!! Baci a tuttu


  125. Nanda Cozzi ( Hamilton , Canada )

    Caro Roy, ammetto che anch’io ho il vocabolario vicino, piu’ un sito su internet per cercare “quelle parole” che non mi vengono quando non ho il mio dizionario enorme vicino! Scrivendo un email, o in chat con amici, lo faccio senza pensarci troppo ma quando si tratta di scrivere qui oppure una lettera o diciamo le tante volte che ho scritto un commento a Rai International ecc., ci metto molto piu’ tempo. Leggo e rileggo fino ad essere soddisfatta….ti confesso che non e’ facile! Sto leggendo parecchio (anche se ultimamente dai giornali italiani)…..e leggere aiuta tanto. Trovo molto bello il fatto che i tuoi genitori abbiano voluto che si parlasse italiano a casa vostra – e ancora piu’ bello che lo parlino’ anche i tuoi nipotini!!!!! Questo e’ veramente grande!
    Come anche ha fatto MARTA…….trovo tanto bello tutto questo! I tuoi nipotini Roy, un giorno diranno la stessa cosa che dice Marta…..anche lei nipote di emigranti! A proposito, da dove in Abruzzo sono i tuoi?
    Davvero emozionante per me condividere con voi questi pensieri!
    Anche se sono nata in Canada sono sempre stata affascinata dalla mia italianita’! Penso che prima mi prendevano per pazza ma ora i miei amici mi capiscono e i miei colleghi si divertono ad ascoltarmi parlare in italiano in ufficio con le famiglie – hanno perfino imparato qualche parola anche loro!!!!!! Stando con i miei colleghi, sto imparando anch’io qualche parola di portoghese e croato!!!!!
    Complimenti ancora a Marta per il suo impegno!!!!! Davvero straordinario!


  126. Celina ( Hamilton , Canada )

    Francesca,

    I am a very good friend and co-worker of Nanda Cozzi. I watched her interview and commend you on your approach which was very lively and energetic. Nanda has a kind soul and is dedicated to her role as a sales counselor at the cemetery. She deals with many families of different ethnic backgrounds and is specifically called upon when families require Italian translations. I love listening to her speak Italian as it is impeccable. She is a pleasure to work with.

    My primary duty at the cemetery is tending to burial orders. This involves being responsible for indicating which space in a plot is to be opened for burial. I really enjoy my job and am good at it!

    People presume working at a cemetery would be a depressing job but I find it very rewarding. Our staff is very sensitive and dedicated to the cause of serving those who are mourning a loss. We run several cemeteries under the direction of the Roman Catholic Diocese of Hamilton. The cemeteries are all places of reverence and peace. Although it is also a place of business, working here reminds me of my faith with hope for the Resurrection. This therefore separates us from a city cemetery.

    Thank you for this opportunity to voice my opinion of your interview and tell you a bit about my duties here at the cemetery.

    Celina


  127. Anna ( São Paulo , Brasile )

    Cara Celina, Hamilton (Canadà),

    Ti rispondo in italiano sicura che Nanda ti farà la traduzione.
    Sei stata molto carina e gentile nello scrivere sul nostro blog. Le tue parole circa Nanda non ci soprendono, dato che già dal suo lavoro si capisce che genere di spiritualità è necessaria. Lo stesso vale per te.

    Quanto a tutto quello che dici, sai, noi stiamo dall’altra parte, dalla parte di chi ha bisogno di questi aiuti, per questo per noi è una cosa molto ma molto triste, anche per chi crede alla vita eterna, certo vedere allontanarsi qualcuno amato dalla convivenza non è comunque una cosa allegra.
    Io penso sempre mio marito alla porta del paradiso aspettandomi, e certo con tanta gente, scherzo, ovviamente, gli chiedo sempre nelle mie preghiere di mantenersi vivibile, senò ci perdiamo.
    Anche una parte giocosa è valida in queste circostanze. Ma credo che la vostra prossimità con persone sofferenti, anche se fatto in modo professionale, lo posso paragonare ad un medico con un malato terminale, esigge da voi una forza che non tutti i mortali, anzi, pochissimi, hanno, e questo é che io credo dia un dono che voi avete e del quale dovete veramente ringraziare Iddio e noi voi.

    Comunque buon lavoro, e non crediamo no che siete sempre tristi, sarebbe impossibile svolgere bene il lavoro, anzi penso siate contente di essere tanto utili in questi momenti.

    Un abbraccio e saluti a Nanda.
    Anna


  128. Amparo Margarita da Ibagué-Colombia

    Cari bloghisti, anche se già passato a propósito del giorno della donna vorrei riassumere una parte di un articolo che scrisse a marzo del 2007 dove racconto come nacque questa celebrazione.

    Alla fine del 19 secolo inizia in Estati Uniti l’industrializzazione, allo stesso tempo viene l’espansione económica, l’aumento della popolazione e l’inserimento de nuove ideología. Precisamente un collettivo di sinistra propone a febbraio di 1909 festeggiare il giorno della donna in omaggio al nuovo movimiento in favore dei diritti femminili.

    Dopo a Copenhague, senza stabilire una data fissa, l’Internazionale Socialista diede carattere internazionale alla celebrazione. Fatto che fece che in diversi paesi gruppi di donne cominciasero a esigere i suoi diritti fra quelli lavoro senza discriminazione, formazione profesionale, il voto e nominazioni in cariche pubbliche.

    Nel 1917 si fissó l’8 marzo come il Giorno Internazionale della Donna. Questa data fece che anche se con diferenze ideologiche, linguistiche, culturali, economiche e politiche, quasi tutte le donne del pianeta si unissero nella lotta per raggiungere giustizia, pace, sviluppo e participazione ugualitaria nella società. A livello mondiale la giornata si è convertita in un’occasione per analizzare i progressi raggiunti, riflettere su quello che manca ottenere per poter essigere i cambiamenti necessari. Pure si fa riconoscimento a donne note o anonime che con molti sacrifici e anche soffrendo perseguitazione hanno avuto un forte compromesso con la lotta per l’equità femminili.

    Abbracci a tutti,

    Amparo Margarita


  129. Juliana Ontario

    Ciao Francesca e’ a tutti, del blog,

    Non ho partecipato piu’ per un solo fatto, sono molto ocupata per cose molto congrete, nella vita, di ogni giorno, dove trovo sollievo e incoragiamento Spirituale, aiutando persone che desiderano conoscere,le verita Bibliche, e poi a chi possono inderessare i miei commenti nel blog?…. No’ non voglio causare iridazione a nessuno….. ti ringrazzio Danila di avermi fatto sapere………. inoltre rigrazzio al Sign… Roberto che ha notato la mia assenza
    e ha chiesto di sapere il perche’ Vi invio un Cordiale Saluto a tutti,specie alla Francesca, con amore Christian a tutti Juliana De.Angelis


  130. gaetana ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    X Juliana, De.Angelis ,carissima amica, tutte le persone che partecipano al blog della cara Francesca sono importanti, non devi pensare che i tuoi commenti
    non interessano a nessuno, tutti noi leggiamo quello che scrivono gli altri, ne prendiamo esempio, oppure ci divertono, penso e` quello che vuole la padrona di casa,percio cara continua a scrivere devi dire il tuo pensiero e lascia che gli altri ti giudicano, non ti buttare giu, perche sei una persona importante per te e per gli alri un saluto da Gaetana.


  131. Flavia Mea Pola ( San Paolo , Brasile )

    Carissimi amici del salotto,
    Un saluto a tutti in particolare a Francesca e alla intervistata della settimana.
    E scusate il ritarso…non sono importante e brava come Valentino Rossi ma mi scuso ugualmente per il ritardo dovuto al fatto che mi sono assentata per un paio di giorni perché fuori sede abbiamo fatto un piccolo viaggetto e appena tornata sono stata travolta dai preparativi della sfilata in omaggio alle donne al sambodromo martedí scorso.e per l’enemto di Lindoya ad Aprile.

    Il lavoro di Nadia é interessante ed il fatto di essere d’aiuto in momenti cosí particolari certo deve dare una gran bella soddisfazione!
    Io preferisco i cemiteri con giardini danno piú un’aria di quete di riposo i mausolei li lasciamo per i personaggi…ma ognuno ha i suoi gusti….
    un abbraccio Flavia


  132. Fernando Lemmi ( Mar del Plata , Argentina )

    Carissima Francesca e signore.

    Afatto mi presento troppo tardi per fare arrivare i miei piu sinceri affetti nel giorno della moglie, sebbene penso che tutti gli giorni del anno, e del mondo, giorni di donne. Cosa sarebbe bene senza la presenza di una donna? Come andrebbe il mondo senza una donna che unisca l’amore di famiglia e li trasforme in un modo di accordo sociale?
    Insomma, tutto il mondo gira intorno alle donne, agli afetti che muovono la forza degli uomini,affetti che la donna ci porta nel giorno a giorno, in qualche posto che sia: lavoro, famiglia, studii..
    E vada anche per mia madre un bel giorno per Lei, perche un 8 di marzo di 1959 sono venuto al mondo in questa parte del Sudamerica, Mar del Plata.
    Oggi anche faccio i miei primi cinquanta. Forse non sono riuscito a sapere se avró altri secondi cinquanta, ma ritengo che ogni giorno della mia vita, buono, non tanto o regolare, c’e stato con la stessa passione, con il essere convinto di quello che faccio e di essere sicuro di migliorare almeno un po la vita di quelli che voglio, di quelli che tratto, de di quelli che amo.
    Siete tutti felici, perche come diceva Benigni , ancora “La Vita é Bella”.
    Abracci e baccioni per tutte le donne e felicita per tutti.
    Fernando


  133. Nanda ( Hamilton , Canada )

    Ciao Anna! Ancora una volta le tue parole mi commuovono! Sei dolcissima. Certamente e’ difficile – molto difficile perdere una persona cara. Anche se dobbiamo pensare, credere alla vita eterna, e’ sempre molto difficile per noi che siamo qui in questa vita pensare a come sara’ nell’altra. Io ci penso sempre.

    Anche se alcune volte mi colpisce la storia di una famiglia piu’ di un’altra, devo cercare di non “coinvolgermi” troppo. Non so se mi spiego? C’e’ una differenza tra avere compassione e avere empatia. Pero’ non e’ facile – qui alcune famiglie le incontriamo spesso e quasi ci si sente di conoscerci….

    Per Juliana – non ti sentire mai di non poter partecipare al blog di Francesca! Sono importanti i commenti di tutti – anche i tuoi !!!!!!

    Al Sig. Alessandro di Niagara Falls – il mio nome e’ proprio “Nanda” pero’ penso che deriva da Ferdinanda – solo che a mia madre non piace quando i nomi vengono cambiati o abbreviati e percio’ e’ solo Nanda.
    I miei genitori sono Abruzzesi – dalla provincia di Teramo (uno – comune Teramo, l’altro – comune Montorio al Vomano).
    E si’, ho conosciuto il Sig. Johnny Lombardi quando lavoravo alla Chin.
    Lui era una persona molto semplice, umile, ma era molto molto intelligente! Ha costruito tutto da solo – ha fatto tanto per la comunita’ italiana. Credo che per merito suo, e’ stato riconosciuto il multi-culturalismo in questo paese!
    Dei cantanti italiani mi piaciono tanti – dipende dal giorno o dal mio “mood”!! Mi piace ascoltare un po’ di tutto! Il mio preferito e’ sempre Andrea Bocelli! Pero’ mi piaciono anche Laura Pausini, Tiziano Ferro, I Pooh, Venditti. Ci sono dei momenti che mi piace ascoltare una canzone di Orietta Berti e Little Tony!!! Dipende! Grazie Alessandro!

    Ciao ancora a tutti!


  134. alessandro superina ( cascate di niagara , Canada )

    Grazie Nanda per rispondere, che bello que lo hai conosciuto; lo guardavo ogni tanto da piu giovane su i “week-end” oops…la fine settimana( in caso Francesca sta leggendo! e… insoma, mi piaceve il suo spirito e qui non puo ricordare la sua famosa frase ” fatte una bonna giobba”. buffo !!! Bravo lui. RIP JOHNNY. a sicuramente fatto, come dici tantissimo per la communita Italiana.
    I pooh ? li ho visti su la televisione a Rimini ho sentito che Ferro e o sara a Roma! Bocelli sono innamorato con lui e pure Elisa, una voce come un angelo.
    Ampara di Colombia paralava di un gruppo di bambini dalla sua citta. Ti faccio vedere qui un altra volta, forse lai mancata prima quando lei era protagonista.
    http://www.youtube.com/watch?v=ukfD_Ww2pdI
    Vuolevo fare un domanda breve, se possibile sul tuo lavoro. Ai visto un qualcosa diverso nei morti perche di questa tempo di economia pui brutta; lo dico seriamente perche tante volte queste cosa hanno un impacto signicativo.

    Parli molto bene ! mi sembri propio una “Gina” …guarda e non essere una “mangia cake” !!! vedo che sei tutta Italiana ! ah Abbruzzi ? ho conosciuto solo uno Abbruzzese a lavore tempo fa. Mi piace come si dice “Abbruzzese” sara la doppia “b’ e “z” . Bellissimo tempo fare questo “week-end” aiii, di nuovo !!! Abbia un bellissimmo tempo… vero che bello cantare? Canta ! Canta! ciao , sandro


  135. Dwayne ( Hamilton , Ontario, Canada )

    Ciao Francesca!

    I too work with Nanda at the cemetery, for almost 10 years now, and do the same job as she does. Thank you for your interview with Nanda…I couldn’t understand all of it, but I enjoyed it just the same!

    Working at a cemetery is both challenging and rewarding. You encounter many different types of people at a vulnerable stage in their lives. Our job is to help them make the right choices for themselves and their loved ones in a kind, compassionate way, which isn’t always easy. That’s the challenging part. The reward comes when they thank you at the end and say you made it easier for them. If I’ve done that, then I’m happy with my work.

    People often assume that a cemetery is a very quiet, sad and depressing place to work. Not true! We have moments where we can laugh and have a bit of fun.

    Part of my job is to lead tours two time per year. When people come for these tours, it is their time to explore and have some fun while learning a bit about our cemeteries and the people buried there. Walking through history is very interesting!

    Francesca, thank you again for your interview with Nanda. If you ever come to visit Canada, I hope you’ll come to visit us! Ciao!


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili