prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

mercoledì, 25 giugno 2008
LA PAROLA AL NOTAIO

antonellapiccinetti.jpg
ANTONELLA PICCINETTI, Notaio

L’augurio a voi tutti di una splendida giornata. Come molti di voi già sapranno, tra le priorità del mio blog c’è quella di trattare, come ho fatto per anni a Rai Interational, i temi di servizio che interessano maggiormente gli italiani all’estero. Ad aprire questa nuova pagina a voi dedicata, torna a trovarci il Notaio ANTONELLA PICCINETTI, che per anni avete avuto modo di vedere con me a SPORTELLO ITALIA e che con grande disponibilità ha accettato di collaborare al mio progetto telematico per continuare ad essere vicina ai tanti italiani nel mondo. Oggi in modo particolare, verrà approfondito l’argomento procura e sarà data risposta ad alcune vostre domande pervenute al mio sito.

Per dare la possibilità a chiunque fosse interessato a fare una domanda al Notaio Piccinetti di potere usufruire di questa possibilità, siete gentilmente invitati a rimanere in tema.

Grazie per la cortese collaborazione!

DOMANDA: Che cos’è una procura?
La procura è un negozio con il quale una persona conferisce ad un’altra il potere di rappresentarlo.

La rappresentanza è l’istituto per cui ad un soggetto (rappresentante) è attribuito (dalle legge o dall’interessato) un apposito potere di sostituirsi ad un altro soggetto (rappresentato) nel compimento di attività giuridiche per conto di quest’ultimo e con effetti diretti nella sua sfera giuridica.
La procura è utile quando, ad esempio, non si ha la possibilità di raggiungere il luogo di conclusione del contratto o comunque, in via generale, quando il rappresentato non ha la possibilità di intervenire direttamente al compimento di atti giuridici.
Ai fini della validità della procura non è richiesta nessuna forma specifica ad eccezione dell’ipotesi in cui particolare forma sia richiesta per il contratto da concludere.
Ad esempio la procura a vendere od acquistare un immobile deve essere fatta con atto scritto (scrittura privata autenticata od atto pubblico).

DOMANDA: Quanti tipi di procure esistono?
Esistono due tipi di procure a seconda che essa riguardi uno o più affari determinati (procura speciale) o tutti gli affari del rappresentato (procura generale).

Sia la procura speciale che quella generale possono contenere limiti all’attività del procuratore, possono ad esempio prevedere l’amministrazione dei beni ma non l’alienazione degli stessi.

DOMANDA: A chi devono rivolgersi gli italiani all’estero per “conferire” una procura?
Innanzi tutto “conferire” vuol dire “dare”, nel caso di specie sta a significare che il rappresentato dà dei poteri al rappresentante.

Gli Italiani residenti all’estero hanno due possibilità per conferire una procura, a seconda che intendano redigerla in italiano o nella lingua del proprio paese di residenza.
Nel primo caso l’interessato (rappresentato) dovrà recarsi presso il Consolato Italiano dello stato di residenza affinché il Console, od un funzionario del consolato, autentichi la firma.
Nel secondo invece, l’interessato potrà rivolgersi all’autorità preposta a ricevere tale atto nel paese di residenza. In questo caso però, per poter avere validità in Italia, la procura dovrà essere legalizzata e successivamente tradotta da un Notaio italiano.

DOMANDA: Quali documenti sono necessari?
Per poter conferire una procura, secondo le norme di diritto italiano, è sufficiente che il rappresentato si rechi presso il consolato con un documento di identità.

DOMANDA: Dalla sua esperienza, sono molti gli italiani all’estero ad utilizzare la procura?
Direi che sono abbastanza, anche perché permette di svolgere i propri atti senza dover necessariamente tornare in Italia. Ad esempio un soggetto residente in Argentina che voglia vendere un immobile di sua proprietà in Italia, non sarà costretto a tornare per farlo.

DOMANDA: Lei consiglia l’atto della procura? E’ sicura dal punto di vista legale?
La procura è consigliabile, sempre che vengano ben delineati e limitati i poteri del rappresentante. Dal punto di vista legale è sicura, anche perché la legge garantisce diversi e forti rimedi al mancato od illecito esercizio dei poteri affidati al rappresentante. Personalmente sconsiglio di conferire una procura generale, visti gli illimitati poteri che attribuisce, valutando caso per caso l’opportunità di e l’affidabilità del rappresentante.

DOMANDA: La procura può essere affidata solo ad un parente?
La procura può essere conferita a chiunque abbia capacità giuridica d’agire, non rilevando eventuali parentele.

DOMANDA: scrive Franco Gentili da Florianopolis, Brasile
“Molti di noi sono poco informati su cosa devono fare in caso di ricevimento di una eredità. Io sono fra questi, nel 2004 e’ morta mia madre e ha lasciato in ereditá dei titoli postali che divisi tra i figli, sono di un valore modesto circa 3000 euro. Sono quattro anni che tento di avere informazioni come posso ricevere questa eredità senza essere costretto di andare in Italia? E´possibile? Da notare che non ho nessuno cui affidare una procura. L´Agenzia delle Poste Italiane che ha in deposito i titoli neanche risponde alle mie sollecitazioni. Ho interpellato un avvocato, ma mi ha chiesto 1000 euro di anticipo. Cosa posso fare?”

A meno che non conosca qualcuno a cui conferire una procura speciale finalizzata solamente al ritiro di detti titoli, sarà costretto a recarsi personalmente presso l’ufficio postale in questione.
Comunque indichi l’Ufficio Postale di competenza e vediamo se è disponibile qualche persona del luogo.

DOMANDA: scrive NANCY dalla Florida- Stati Uniti
“Gradirei molto conoscere la differenza autoritaria legale fra il Notaio italiano e quello americano chiamato “Notary public”, quest’ultimo ha soltanto la facolta’ di autentificare documenti.”

La differenza sostanziale è ravvisabile nel diverso valore probatorio riconosciuto dall’ordinamento di civil-law rispetto a quello di common-law. Nel nostro ordinamento all’atto notarile è attribuita pubblica fede e, di conseguenza, valore probatorio (può quindi essere usato come prova in giudizio), mentre nei paesi common-law il documento munito del sigillo notarile non ha questa caratteristica. Il notaio di civil-low ha inoltre una posizione di terzietà rispetto alle parti ed è tenuto a controllare la legalità e la validità dell’atto ed ad accertare la volontà delle parti attribuendole la giusta forma giuridica. Inoltre il notaio non può rifiutarsi di ricevere un atto a meno che esso non sia vietato dalla legge. Il public notary invece si limita a certificare quanto avvenuto in sua presenza senza entrare nel merito dell’atto alla cui redazione non partecipa, questo perché il compito di fornire una consulenza alle parti, nel mondo di common-law, spetta all’avvocato.

DOMANDA: scrive ANNA dal Brasile
“Vorrei approfittare della disponibilità del Notaio per chiedere una cosa che non sò. Incluso perché conosco gente umile alla quale interesserebbe avere quest’informazione in quanto ancora hanno proprietà in Italia con gli altri fratelli. Dunque, vorrei sapere quale parte è la legittima (non sò se si chiama così in Italia) e quale parte è la disponibile per fare testamento. Questo perché sembra che se nel testamento si entra nella parte legittima, questo non ha più valore. Spero di essermi spiegata.”
Quando all’apertura della successione vi sono dei “legittimari” (soggetti ai quali la legge destina una quota di eredità) il patrimonio si distingue idealmente in due parti: la quota disponibile, e cioè quella di cui il testatore può disporre liberamente, attribuendola a chiunque, e la quota chiamata di legittima, della quale il testatore non può disporre perché riservata per legge ai legittimari. Nel caso in cui quest’ultima quota venisse lesa, il testamento non è invalido ma i legittimari possono esercitare un’azione giudiziaria per vedere ristabilita tale quota.

DOMANDA: scrive ANTONELLA CASALE da Boston- Stati Uniti
“Alcuni amici avvocati mi stanno da molto tempo incoraggiando ad avere un testamento (sebbene mi manchino almeno 30 anni alla pensione) soprattutto per tutelare i miei figli nel caso entrambi io e mio marito dovessimo “passar a miglior vita”. Il problema principale e’ di identificare nel testamento il tutore dei bimbi. Vorrei saper dunque quanto e’ difficile far riconoscere un testamento americano dalla legge italiana. E se e’ opportuno redigerne uno anche in Italia soprattutto nel caso io volessi includere nel testamento familiari che vivono in Italia.”
La legge italiana permette al cittadino italiano residente all’estero di sottoporre, con dichiarazione espressa in forma testamentaria, l’intera successione alla legge dello Stato in cui risiede. Il testamento sottoposto alla legge estera sarà quindi sicuramente valido in Italia.
La scelta non pregiudica comunque i diritti che la legge italiana attribuisce ai legittimari residenti in Italia al momento della morte della persona della cui successione si tratta.
Nel suo caso specifico, la nomina di un tutore effettuata nel testamento sottoposto alla legge americana, avrà valore anche in Italia.

DOMANDA: scrive ADRIANA da Buenos Aires – Argentina
“Uno zio mio che mai si era sposato e nemmeno aveva figli, fratello di mio padre, testò tutti i suoi beni a un nipote lasciando fuori del testamento gli altri nipoti compresa anch’io e fratelli. Mio padre era l’unico superstite dei fratelli e anche è stato escluso. Parlando con un cugino in Italia e ragionando del perché il nostro zio testò soltanto verso un nostro cugino mi raccontò in sottovoce che lo zio morto era affezionato all’ alcool e che lui stesso aveva dubbi di questo testamento nonostante sia scritto davanti a un notaio e con due testimoni. La domanda é: se nonostante lo zio abbia testato, può lasciar fuori l’unico fratello superstite essendo zitello e senza figli e favorire soltanto un solo cugino?”

Nell’ipotesi in cui sia stato lasciato un testamento, la legge non prevede una quota di riserva a favore dei fratelli. In questo caso quindi nulla spetterebbe a suo padre.

DOMANDA: scrive MARIA ELENA da Vina del Mar- Cile
“Una domanda che mi scotta da molti anni: in Italia si può vendere una casa e i terreni che la circondano, dopo la morte del genitore,essendo io minorenne? Questo è successo verso l`anno 1967.”

Per il diritto italiano la capacità d’agire, e quindi la possibilità di disporre liberamente dei propri beni, si acquista con la maggiore età. Fino a quel momento è necessaria l’autorizzazione del giudice tutelare per porre in essere atti modificativi della propria sfera patrimoniale. Nel caso specifico quindi, è stata sicuramente necessaria la previa autorizzazione giudiziaria.

DOMANDA: scrive Enzo Amara da Winthrop, Ma, Stati Uniti
“Potrebbe chiarire i metodi accettati dalla legge italiana, per quello che riguarda l’eredità. Principalmente, quando e’ uno zio/zia, che non ha figli, e vorrebbe lasciare l’eredita’ ad uno o due nipoti, chiamiamoli i preferiti, ma in realtà ce ne sono tanti di nipoti. Mi potrebbe anche spiegare cos’é un “Testamento Segreto” e come funziona? E se e’ cosi segreto, come si fa a scoprirlo?”

Come già illustrato nella risposta alla signora Adriana, se questo zio disponesse dei propri beni con un testamento a favore di due soli nipoti, questo non potrebbe essere impugnato dai fratelli, o da eventuali altri nipoti, essendo del tutto valido perché non violerebbe la quota di legittima.
Il testamento segreto può essere scritto dal testatore o da una terza persona. Se scritto di proprio pugno dal testatore stesso, è sufficiente una sua firma alla fine delle disposizioni testamentarie; se invece è scritto in tutto o in parte da altri o a macchina dal testatore, lo dovrà sottoscrivere anche su ciascun mezzo foglio. Il testamento viene poi sigillato in una busta e consegnato ad un notaio in presenza di due testimoni. Può comunque essere ritirato in ogni momento dalle mani del notaio, il quale redigerà verbale di restituzione.
Il testamento segreto unisce i vantaggi del testamento olografo a quelli del testamento pubblico in quanto consente al testatore di tener celato il suo contenuto, fornendogli però la sicurezza che la carta testamentaria non andrà smarrita e non sarà sottratta o alterata, inoltre offre una notevole sicurezza per quanto riguarda l’origine e la data della stesura.
Alla morte del de cuius gli interessati possono recarsi al Registro Generale dei Testamenti, che ha sede presso l’Ufficio Centrale degli archivi notarili, per conoscere se il de cuius ha fatto testamento, sia sul territorio nazionale che presso le nostre autorità consolari all’estero, ed il luogo in cui l’atto di ultima volontà è custodito. In questo modo si garantisce al testatore l’esecuzione delle sue ultime volontà e aiuta gli eredi nella ricerca dei testamenti.

53 Commenti a “ LA PAROLA AL NOTAIO ”

  1. Luis Romagni ( Miami.Fl. , USA )

    CON IL BUON GIORNO A TUTTI!bEN VENUTA E BEN RIVISTA AL NOTARIO ANTONELLA PICCINETTI CHE CI INFORMA DI TANTE COSE GRAZIE DI PARTECIPARE AL BLOG!mI INTERESSA SAPERE MOLTE COSE SULLA “PROCURA” E TUTTO E’ CHIARO GRAZIE!
    PER LA NOSTRA CARA FRANCESCA I MIEI AUGURI E CHE PRESTO CI INFORMERA’ DELE BELLE NOVITA’,IN BOCCA AL LUPO E BUONE VACANZE A PONZA! SALUTI A TUTTI LUIS!


  2. Enzo AMARA ( Winthrop, MA , USA )

    Carissima Francesca,
    come sempre, sei grande, grande, grande. (Ho rubato delle parole a Mina.)
    Ti ringrazio immensamente per l’argomento trattato a cui ha risposto la Dottoressa Piccinetti.
    Sono delle cose tecniche che solo un’esperta come la tua ospite del giorno puo’ rispondere.
    Grazie di vero cuore.
    Enzo


  3. MARIA ( montreal , canada )

    Ringrazio vivamente la dottoressa Piccinetti per tutte
    le preziose informazioni che in qualche modo mi sono utili,perche’ anch’io ho proprieta’ in’Italia,al momento giusto domandero’ informazioni, grazie.
    Francesca, in bocca la lupo per il tuo nuovo progetto,
    incrocio le dita anche se sono sicura che andra’ tutto bene.
    Buone vacanze (molto meritate)
    un abbraccio e ti voglio bene
    Maria e Giorgio…Un saluto agli amici del blog..


  4. Francesco da Toronto ( TORONTO ON . , CANADA )

    Alcuni anni orsono ho avuto bisogno del notaio ove tutto è stato risolto. ringrazio ed saluto la D.ssa ANTONELLA PICCINETTI per l`aiuto che darà ai nostri connazionali che hanno bisogno di lei. saluti a tutti ed un cordiale saluto a Francesca. Da Francesco.


  5. anna-Brasile(São Paulo)

    Carissima Francesca, ringrazio vivamente la Notaio
    Piccinetti per la risposta alla mia domanda.
    Ringrazio anche te per aver messo a disposizione di noi emigrati un veicolo utilissimo.
    Un abbraccio
    Anna


  6. MARIA GIUSEPPA VITTI DI VITTI ( CARACAS , VENEZUELA )

    CIAO FRANCESCA AUGURI PER IL TUO LAVORO E DEDICAZIONE AD GLI ALTRI…GRAZIE


  7. Franco Gentili ( Florianopolis (SC) , Brasile )

    Carissima Francesca, vorrei ringraziare la Notaio Piccinetti, é stata molto chiara, anche se purtroppo la risposta non é stata quella che desideravo, se si puó fare qualche cosa informo dell´Agenzia Postale dove i titoli sono depositati : Agenzia Postale n,17 – Via Pisano, 55 – Verona. Non prevedendo un mio viaggio in Italia temo che i miei soldi resteranno alle Poste.
    Anche se é un po di tempo che non scrivo, ti seguo sempre. Grazie


  8. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara Francesca un grazie di cuore a te e alla Notaio Piccinetti per questa intervista che é veramente interesante e chiara!!!!!! Un caro saluto a tutti


  9. Linda Napolitano ( Rosario Santa Fe , Argentina )

    Leggo sempre tutte le mails ,,a nonsempre qualcuna mi riguarda ,sebbene ammiro la tua vasta rete di informazioni .Brava ed un saluto alla grsdevole notaio Piccinetti.Inoltre ,stara informati su temi ,per alcuni nuovi é sempre propizio e piú si sá ,meglio é.Ho visto a quanta gente per di piú dal Brasile,la notaio sta dando informazioni ,togliendo loro dei dubbi .Ti mando un forte abbraccio e vado a mangiarmi il piatto di spaghetti alla puttanesca e mi bevo il vinito alla tua salute .Ciaooooooooooooooooooooo.Linda


  10. Linda Napolitano ( Sosario SantaFe , A rgentina )

    Cara Francesca ,scusa gli errori ortografici e non aver indirizzato la mail a te .Vado tanto di fretta ,che l’ansia mi fa impapocchiare e al no rileggere ,prima dell’invio ,non c’é piú rimedio .un bacio e adesso mi vado a gustare gli spaghetti ,ciaooooooooooo.Linda


  11. antonella ( buenos aires , argentina )

    ciao francesca mio compiuter non funciona bene cosi ho visto oggi la signora elvira che lucida spero arribare cosi a questa eta . buon cumpleanno a quelli che lo fanno agiugno come me a te francesca buona vacanza a la prossima ciao ciao


  12. ilena ( Guanare , Venezuela )

    Francesca cara, un ringraziamento alla Dssa. Piccinetti, per il suo contributo ai connazionali all’estero; sempre cosi chiara nelle sue risposte.Un cordiale saluto
    ilena lanni


  13. Fabio Ragona ( Buenos Aires , Argentina )

    Gentile Notaio Sig.ra Piccinelli: io non ho domande da fare,ed invece sí esprimere la mia riconoscenza per la collaborazione che offre alla nostra molto amata Francesca, che non si stanca mai di cercare di aiutare in tutti gli aspetti i suoi compatrioti residenti all’estero, che si emozionano al constatare come Francesca va incontro alle loro richieste, cosa che invece non sanno fare le autorita (tranne qualche eccezione) e i diplomatici che dovrebbero risolvere, prioritariamente, le richieste degli italiani residenti nella Nazione dove loro svolgono la loro attivita. Ringraziamenti, quindi, a Lei, gía´nota per la sua partecipazione in Sportello Italia, e complimenti a Francesca, per la sua constante preoccupazione di esserci utile in tutto ció che desideriamo. Cordialmente Fabio Ragona


  14. augusta prina ( milltown nj , usa )

    Un sentito ringraziamento alla dott.Piccinetti per la sua disponibilita, e un doveroso grazie anche alla Francesca che porta avanti il suo progetto con l’entusiasmo di sempre.

    Attualmente non ho problemi da risolvere perche
    e’ gia’ stato fatto tutto a suo tempo,con sofferenze per
    problemi di una gravita’ inaudita ma…..mi fermo qui’

    Bisogna affrontare tutto nella vita e l’importante e’ andare avanti e volersi bene .

    Buona estate e….magari con un po’ d’aria fresca per tutti.augusta


  15. Juliana Ontario Canada

    Ciao Francesca ti ringrazio per il progetto che porti avandi con la grande bonda’ e cuore singero per aiutare tutti quelli che sono all’estero, che possano avere risposte ben chiare, dalla Dott. Piccinetti,

    Un saluto a te e tuti i conazionali Juliana


  16. Juliana Ontario Canada

    Ho dimenticato un grande Saluto alla Dott.

    Piccinetti


  17. Martino ( Adelaide , Australia )

    Bell’argomento interessante da tutti i punti di vista anche da quello delle traduzioni. Casualmente e’ stato pure trattato la settimana scorsa (non in maniera cosi approfondita) su Rete Italia, la radio d’Australia. Mi dovro’ rileggere con calma l’introduzione della Dottoressa Piccinetti perche’ e’ di grande interesse.

    Un cordiale saluto e un ringraziamento a Francesca e alla Dott.ssa
    Martino De Marco


  18. Adriana ( Bs.As. )

    Cara Francesca, ti ringrazio per la disponibilitá che sempre hai coinvolgendo proffesionali che possano aiutarci.
    Grazie al Notaio Antonella Piccinetti per la sua risposta e anche per aiutare a tutti noi.


  19. Natalia ( Buenos Aires , Argentina )

    “… per poter avere validità in Italia, la procura dovrà essere legalizzata e successivamente tradotta da un Notaio italiano”.

    È proprio così o si tratta di un errore di battitura?

    Natalia
    -per la rivendicazione delle capacità dei traduttori in ARG.- :oD


  20. romauld fezeu ( yaoundé , camerun )

    ciao francesca ed importante andare al notataio.Qui da noi le familie hanno molti problemi dopo ad esempio dopo la morte di un parente c’è tavolta discussioni sulle bene lasciati ed le familie se fatto la guerra.
    Non so come si passa in iatlia pero’ segundo me omportantissimo per una padre di andare al notaio per il bene futuro della sua familia.
    Ti lascio adesso francesca abbi cura bacio.


  21. Maria Rosaria Martinelli ( Staten Island,N.Y. )

    Buongiorno cara Francesca e carissima Dott.Piccinetti, vorrei rivolgerle una domanda: io anni fa ho fatto stipulare una procura speciale per un terreno agricolo in Italia, il mio delegato e mio cognato, puo’ spiegarmi il perche’ non puo’ essere una sorella o un fratello ad assumersi questa responsabilita’?E in mancata dipartita di una delle due parti, cosa succede in merito? La procura e sempre valida o subentra una terza persona? Grazie per una sua sollecita risposta, Maria Rosaria Verga Martinelli


  22. Ismael Cauti ( Lima , Perù )

    Ciao come a tutti ‘ Ciao Francesca auguro per te ci sentiamo ciaoooo


  23. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Cara Francesca:
    Complimenti per questa puntata di servizio che interessa ed aiuta a molti amici italiani che partecipano al blog.
    Un cordiale saluto al Notaio Antonella Piccinetti.
    Ciao. Marta


  24. Mónica Wolf

    Ciao Francesca:
    Complimenti per il tuo sito su Internet!
    Io sono da Buenos Aires, Argentina, e ho appena saputo che sei stata a Maggio in visita qui. Peccato che non l´abbia saputo prima finché ti possa raggiungere e salutarti in persona.
    Volevo communicarti una notizia triste. É morto Enzo Rapisarda, giornalista. Credo che voi vi siete conosciute o perlomeno vi siete incontrati in alcuno dei tuoi impegni qui a Buenos Aires in maggio scorso.
    Lui era un mio amico e volevo fargli questo piccolo omaggio parlandoti un pò su di lui. Enzo è stato un uomo molto impegnato da sempre con la communitá italiana all´estero. Forse ti ricorderai di lui, mi auguro di sí. Una brava persona che oltre alle sue attivitá professionali si conivolgeva con molta passione e impegno nelle vicende che riguardano gli italiani all´estero. Lui apparteneva al ACLI e al Comites di Moron. Non so quante altre associazioni lui abbia integrato, ah! sí, dimenticavo, anche il CGIE. Bene, tutto questo per dirti che è scomparsa una persona di grande valore spirituale e di una grande onestè, umiltà e qualità umana. Sparito a soli 58 anni!!
    Grazie, Francesca, per offrici questo sito dove poter esprimere le nostre inquietudini e purtroppo, come in questa occasione, per potermi sfogare di una perdita così inaspettata e fuori tempo. Lui ci mancherà a tutti coloro che l´abbiamo conosciuto.
    Ciao, Enzo, ti ricoreremo sempre con molto affetto e rispetto.
    Grazie a te, Francesca, e un carissimo saluto da Buenos Aires. Mónica, studentessa d´italiano presso la Dante Alighieri al 4º anno.


  25. Mónica Wolf ( Buenos Aires , Argentina )

    Ciao Francesca:
    Complimenti per il tuo sito su Internet!
    Io sono da Buenos Aires, Argentina, e ho appena saputo che sei stata a Maggio in visita qui. Peccato che non l´abbia saputo prima finché ti possa raggiungere e salutarti in persona.
    Volevo communicarti una notizia triste. É morto Enzo Rapisarda, giornalista. Credo che voi vi siete conosciute o perlomeno vi siete incontrati in alcuno dei tuoi impegni qui a Buenos Aires in maggio scorso.
    Lui era un mio amico e volevo fargli questo piccolo omaggio parlandoti un pò su di lui. Enzo è stato un uomo molto impegnato da sempre con la communitá italiana all´estero. Forse ti ricorderai di lui, mi auguro di sí. Una brava persona che oltre alle sue attivitá professionali si conivolgeva con molta passione e impegno nelle vicende che riguardano gli italiani all´estero. Lui apparteneva al ACLI e al Comites di Moron. Non so quante altre associazioni lui abbia integrato, ah! sí, dimenticavo, anche il CGIE. Bene, tutto questo per dirti che è scomparsa una persona di grande valore spirituale e di una grande onestè, umiltà e qualità umana. Sparito a soli 58 anni!!
    Grazie, Francesca, per offrici questo sito dove poter esprimere le nostre inquietudini e purtroppo, come in questa occasione, per potermi sfogare di una perdita così inaspettata e fuori tempo. Lui ci mancherà a tutti coloro che l´abbiamo conosciuto.
    Ciao, Enzo, ti ricoreremo sempre con molto affetto e rispetto.
    Grazie a te, Francesca, e un carissimo saluto da Buenos Aires. Mónica, studentessa d´italiano presso la Dante Alighieri al 4º anno.


  26. Maria Rosa Vallone ( Cap Fed - Bs As , Argentina )

    Ciao Francesca, ciao amici, eco un altra volta in casa dopo 25 giorni in España.
    Per questo sono un po’ sparita del blog, Oggi o dedicato il tempo leggendo quello che Francesca scrive ed anche alcuni commenti, impossibile leggerli tutti.
    Auguri Francesca e buone vacanze
    Sinceramente Maria Rosa Vallone


  27. Liliana ( Buenos Aires , Argentina )

    Ciao bellissima!,grazie del tuo impegno,grazie mille.
    Bacioni, Liliana


  28. joe ( Melbourne , Australia )

    Ciaoo Bellissima! sei sempre affascinante,egrazie per il tuo impegno cerso gli amici del blob siamo tutti con te’ e un saluto al notaio Antonella Piccinetti
    bacioni Joe


  29. Lea Mina Ralli

    Cara Notaio, ancora una volta dobbiamo ringraziarla per le sue precise informazioni sulle pratiche notarili , fin troppo seriose e complicate per noi profani, ma che lei sa rendere ancor più bene accette con il suo accattivante sorriso . grazie anche alla nostra Francesca che sa prevedere sempre i desideri di tutti i suoi fans.

    nel contempo mi associo alle condoglienze di Marina Volf per la prematura scomparsa del giornalista Enzo Rapisarda.


  30. Francesco da Toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Ringrazio ed saluto a tutti. Per il buon lavoro che si sta facendo tutti i giorni. Francesco.


  31. augusta prina ( milltown nj , usa )

    xMONICA WOLF, un messaggio di complimenti per il tuo italiano che e’ perfetto.
    Mi unisco alle condoglianze di tutti per la perdita di una persona cosi’ speciale e troppo giovane per lasciarci. Enzo Rapisarda e’ stato ricordato da te con profonda commozzione.
    Un saluto speciale per tutti gli italiani nel mondo.augusta


  32. Mónica Wolf ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara AUGUSTA PRINA:
    Grazie di cuore delle tue parole. É vero, Enzo é stato un uomo veramente speciale. Lui mi ha trasmesso un grande senso di “italianità”. Ed è cosí che ho imparato ad amare la lingua italiana. Un caro saluto a te, Augusta, e a tutti gli italiani nel mondo.


  33. Mónica Wolf ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara LEA MINA RALLI:
    grazie per le sue condoglienze riguardo il mio commento.


  34. Maria Rosaria Martinelli ( Staten Island,N.Y. )

    Alla nostra amica Monica Wolf:mi associo anch’io per la dipartita del tuo caro amico e giornalista Enzo Rapisarda,anche se non ci conosciamo mia cara amica, sappi che a distanza di chilometri e chilometri ti siamo tutti molto vicini. Un abbraccio Maria Rosaria


  35. manuela ( mahè , seychelles )

    BUONGIORNO
    VORREI SAPERE SE è POSSIBILE DA PARTE DI UN FIDUCIARIO MUNITO DI PROCURA GENERALE
    RETTIFICARE DISPOSIZIONI DI ULTIMA VOLONTA DELLA MANDATARIA E IN CASO AFFERMATIVO COME DOVREBBE ESSERE PER AVERE VALORE LEGALE
    GRAZIE CORDIALMENTE MANUELA


  36. ioan ( ancona , rumena )

    sono un lavoratore a una ditta di translochi e lavoro insieme a mio padre,e voglio sapere una cosa ,si io mi licenzio da questa ditta perche devo andare in altro paese,pero mi rimane da prendere lo stipendio, e si come a noi,di quando e la crisi,ti danno asegni per andare in banca a prendere soldi,devo fare per forza una procura per dare soldi a mio padre con asegno in nome mio o si puo fare in altro modo e si ce un altro modo per esere sicuro che mio padre prende il stipendio senza che io mi ritorno da Inghiltera,quale e e a chi mi devo rivolgere mille grazie


  37. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara Francesca, voglio domandarti a chi debbono dirigirse dei amici che il 25 settembre passato dovevano prendere l´aereo a Fiumicino e per colpa del incidente dove un treno mata a un bambino, hanno perso il volo, ed hanno dovuto comprare altri biglietti che li costarono 5000 euro, di Trenitalia li hanno ritenuto nel treno piu di un ora, li hanno lasciato scendere dicendo che nella stagione, alla qualle hanno dovuto andare a piede, li aspettavano tre autobus, che dopo non cérano, ti giuro una storia di terrore, aspetto tua risposta baci e grazie!!!!!


  38. diego ( caserta , italia )

    buon giorno sig. notaio ,vorrei porle una domanda ,ho trovato questo sito ma non so se faccio bene , comunque ci provo : i miei suoceri hanno un appartamento di loro proprietà la comunione dei beni 4 figli e dei debiti con l’equitalia che molto sicuramente non riusciranno a risolvere ,la mia domanda è questa: una loro figlia è mia e possiede un appartamento , abbiamo la separazione dei beni ,ma abbiamo paura che quando i suoceri non ci siano più l’equitqlia si possa rivalere su di noi , cosa rischiamo? . la saluto, grazie per la disponibilità.


  39. luisa ( roma , italia )

    CARA GENTILISSIMA FRANCESCA QUESTA E LA MIA DOMANDA HO 2 FIGLI UNO VOREBE RINUNCIARE ALLA MIA EREDITA UN DOMANI PE DARE UN APPARTAMENO ALLE SUE 2 FIGLIE AVENDO LUI PROBLEMI FINANZIARI E LUI VOREBBE CHE IO LO INTESTASSI A LORO MIA FIGLIA NON GLI INTERESSA POSSO FARLO E COME TI RINGRAZZIO FIN DORA SALUTI LUISA


  40. anna ( MINORI , ITALIA )

    NAVIGANDO SU INTERNET HO TROVATO IL TUO SITO SE MI PUOI RISPONDERE ALLA MIA EIMAIL IN QUANTO HO AVUTO IN EREDIT’A’ DALL’AMERICA DA UN PROZIO €. 1O.OOO= mi ha scritto il suo notaio ed ho dovuto autenticare la firma presso il consolato americano in qaunto vivo in italia ma sono cittadina americana. ma ho saputo che nipoti figli dei fratelli hanno impugnato il testamento perche’ loro essendo nipoti diretti si aspettavano una eredita’ maggiore hanno avuto €. 5.ooo = il testamento e’ stato redatto dal mio prozio in piene facolta mentali adesso che cosa succedera’ si perdera’ questa eredita’ ? grazie della rsposta ecordilai saluti ANNA CIMINI


  41. Piero

    Salve..avrei un quesito da risolvere..nel 2008 insieme ad altre 2 persone ho formato una società cooperativa,di cui io ero il presidente..società ch’è rimasta inattiva fino ad oggi..e risulto iscritto alla camera di commercio siccome vorrei cancellarmi ho bisogno delle altre 2 persone per sciogliere la società:ora per lavoro mi trovo in altra sede e loro non sono rintracciabili cosa si può fare?Grazie


  42. corrado

    Caro notaio se una persona riceve una procura per ka vendita di immobile come si deve comportare verso colui che la concede? Ha obbligo di prendere il mezzo di pagamento con assegni intestati al proprietario, vista la legge sulla tracciabilià del pagamento? Oppure sono intestati a colui che ha ricevuto la procura e in questo caso come fà a versarli sul conto corrente? come fà con legge antireciclaggio e della tracciabilità del denaro? poi è obbligato a
    gira nuova


  43. daniele ( roma , italia )

    Buongiorno Notaio, volevo sottoporle un problema che mi si è presentato.
    Mio nonno ha un terreno da vendere in sicilia e lui risiede a Roma, vorrebbe dare la procura per firmare l’atto di vendita ad un parente che si trova in sicilia. E’ possible fare questa procura senza che questo parente venga a roma? se si in che modo?

    Grazie cordiali saluti
    Daniele Rizzo


  44. giuseppe gadaleta ( teramo , italia )

    Buon giorno Notario, gentilmente potrebbe aiutarmi a risolvere un dubbio che mi affligge, vivo nella Repubblica Dominicana e sto vendendo la mia casa in Italia attraverso un’agenzia e mi sta aiutando mia mamma. Non sono residente nella RD ma bensi’ in Italia, e vorrei vendere la casa facendo una procura speciale a vendere a mia mamma pero’ senza tornare in Italia, gli aerei sono cari e pericolosi!Leggevo che LEI consigliava ai residenti all’estero di fare la procura al consolato, ma io vivo all’estero ma sono residente in italia, come posso fare per fare una procura a mia mamma? il notaio dominicano va bene? GRAZIE PER L’AIUTO CHE MI DARA’, SARA’ DAVVERO UTILE PER ME. CORDIALI SALUTI!


  45. roberto ( sassari , italia )

    salve mia madre 7 anni fa ha acquistato casa intestandola a me e lei a tenuto l”usufrutto usufruendo delle agevolazioni fiscali come prima casa.Io oggi voglio acquistare casa posso godere delle agevolazioni fiscali come prima casa?le agevolazioni fiscali le ha avute l”usufruttuario o l”intestatario?grazie.


  46. Raffaele ( Caserta , Italia )

    Salve.
    Vorrei porle un quesito.
    Alla morte del de cuius tre nipoti hanno ereditato in parti uguali terreni e fabbricati. Sapendo che vi è il termine di un anno dall’apertura della successione per la presentazione delle successione e ulteriori trenta giorni per le volture catastali, vorrei conoscere se vi è anche un termine entro cui i coeredi debbono dividersi le proprietà, a pena di sanzioni pecuniarie.
    Rimango in attesa.
    Grazie


  47. mario lucci ( providence , usa )

    FRANCESCA, PER CORTESIA VORREI SAPERE SE` C`E` UNA SCADENZA
    PER UNA PROCURA GENERALE.

    GRAZIE

    MARIO


  48. simona ( modena , italia )

    Buongiorno,
    Vorrei porle una domanda.
    Io ho fatto una procura speciale a mio fratelli davanti ad un notaio, adesso voglio revocare la procura, la domanda è: Sono costretta ad andare dallo stesso notaio dove ho fatto e’ registrato la procura oppure potrei andare da un altro notaio?
    Io preferirei andare da un altro notaio visto che lo stesso mi ha chiesto 600,00 euro per registrare un atto di revoca della procura fatta da me.

    Grazie

    Simona


  49. veronica ( napoli , italia )

    Buon giorno signor notaio, ho bisogno urgentemente un aiuto, dobbiamo vendere un appartamento,mio fratello vive in Germania e per motivi di salute non può firmare la procura al consolato per delegare me a firmare la vendita. Può suo figlio con una certificazione rilasciata dal suo notaio tedesco che specifica che per motivi di salute non può recarsi al consolato e quindi può firmare al posto del padre e delegare me a firmare la vendita?E poi sul testo inviato al consolato bisogna indicare che suo figlio
    firma al posto del padre per motivi di salute? Allegando i suoi dati anagrafici e copia di un documento di riconoscimento?
    In attesa di riscontro, Cordiali Saluti.


  50. ANGELO UGO ( SOVRAN , italiana )

    mio fratello ha la mia prucura generale . puo acquaistare un appartamento all’asta a mio nome ?. grazie


  51. manuela ( palermo , italia )

    La traduzione giurata di una procura speciale deve essere necessariamente spillata all’atto originale o basta la fotocopia dell’atto con la traduzione giurata spillata alla fotocopia?


  52. Alessandro Corsi ( Arezzo , Italia )

    Buongiorno Dottoressa ivo dopo avere contattato la gentilissima per porle il seguente quesito:
    In data 22.02.1958 veniva assegnato a mio nonno un alloggio Ina/Casa con promessa di vendita. Il 31.03.1978 viene stipulato il contratto di compravendita ai sensi, come riportato nel rogito, delle leggi 28 febbraio 1949 n. 43 e 26 novembre 1955 n. 1148 e successive norme integrative complementari e regolamentari, sullo stesso non si fa menzione di nessun diritto di prelazione. Dopo un anno in data 04.06.1979 viene fatto atto di donazione a favore della figlia (mia mamma) che è defunta il 25.01.2015 ed abbiamo già perfezionato la pratica di successione; avendo trovato un acquirente abbiamo portato tutta la documentazione al notaio e al momento del compromesso, che ci fa regolarmente firmare, troviamo scritto che l’atto di compravendita del 31.03.1978 aveva ad oggetto un alloggio di edilizia sovvenzionata ai sensi del D.P.R. 17 gennaio 1959 n. 2 che prevedeva un divieto di alienazione per anni dieci e quindi l’atto di donazione deve ritenersi nullo anche in virtù dell’art 28 legge 513/77. Il notaio, oramai in pensione e anche il tecnico comunale sostengono la bontà dell’atto. Nel frattempo il notaio dopo 35 giorni dal compromesso si rifiuta di fare il rogito dichiarando la casa invendibile a queste condizioni estraendo dal cilindro all’ ultimo momento anche un diritto di prelazione da parte dell’ex Iacp, inoltre l’esimio ha avuto l’accortezza di avvertire la banca di non concedere il mutuo all’acquirente anche nel caso trovassimo un notaio disposto a fare il rogito, ovviamente l’affare è saltato. Vorrei sapere il suo parere.
    La ringrazio anticipatamente se vorrà rispondermi
    Dis


  53. luca

    Salve . Ho Mia madre malata , attualmente incapace di interagire. Vorremmo farci una procura a me intestata , per vendere dei beni quando ci sarà il bisogno . A chi mi dovrei rivolgere ? A un notaio o avvocato ..grazie luca


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili