prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

giovedì, 13 marzo 2008
IL CODICE FISCALE

frusso3.jpg

DOTT. FRANCESCO RUSSO, Dirigente dell’Agenzia delle Entrate

Per prima cosa desidero darvi un abbraccio fortissimo per l’affetto e la solidarietà che mi avete dimostrato attraverso quello che avete scritto in questi giorni nei vostri commenti. Ho sempre pensato che la sincerità sia un segno di grande rispetto e di conseguenza non potevo non esternarvi una certa malinconia che qualche giorno fa ha “bussato” alla mia porta. State sereni: il sole è tornato a splendere (non solo meteorologicamente parlando) ed un attimo di pausa di riflessione mi ha dato ancora di più la consapevolezza di quanto il nostro “salotto mondiale” stia diventando giorno dopo giorno un vero e proprio ponte sentimentale attraverso il quale dare voce ai nostri pensieri più intimi, ma anche un preziosissimo strumento di confronto e crescita. Per indole non sono stata mai una piagnucolona, anzi piuttosto una guerriera e mi dispiace che qualcuno possa avere interpretato il mio confessarvi che mi manca lo studio televisivo come un segno di debolezza. Al contrario ho sempre pensato che esternare le proprie emozioni sia un segno di forza, non credete? Colgo l’occasione per dare il benvenuto a tanti nuovi nomi che ho letto in questi giorni nel blog; sono molto felice perché dal primo giorno in cui è partito il mio progetto telematico ho pensato che più saremo più i temi di discussione proposti verranno presi in considerazione, soprattutto quando tratteremo argomenti ancora più impegnativi. Oggi vorrei rispondere ad una interessante domanda di servizio riguardo l’ottenimento del codice fiscale. Per l’occasione ho contattato nuovamente il DOTT. FRANCESCO RUSSO, Dirigente dell’ Agenzie delle Entrate che a titolo personale ha accettato la mia intervista.

DOMANDA: Dott. Russo, qualche giorno fa e’ arrivata sul mio blog una domanda da parte di Maurizio che vive ad Atlanta negli Stati Uniti e scrive:”Ho una domanda a cui forse tu o qualcuno degli altri Italiani residenti negli USA potra’ dare risposta. Ho la necessità di richiedere il Codice Fiscale per i miei tre figli (nati qui negli USA e quindi cittadini sia USA che Italiani) e per mia moglie che e’ cittadina USA. In Italia lo richiederei all’Agenzia delle Entrate, ma qui negli USA e’ vero che posso richiederlo al Consolato? E se e’ cosi’, a quale ufficio devo rivolgermi? Grazie e un caro saluto a tutti i connazionali.”

Si è vero. In Italia il codice fiscale può essere richiesto a qualsiasi Ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate, ma all’estero lo si può richiedere al Consolato italiano. È sufficiente esibire un valido documento di riconoscimento e compilare il modulo disponibile presso la sede del Consolato.I Consolati sono collegati direttamente con l’Anagrafe tributaria per cui il rilascio è “a vista”.L’ufficio informazioni o pubbliche relazioni del Consolato saprà indicare al nostro connazionale a quale ufficio rivolgersi.

DOMANDA: Sempre nel blog e’ stato suggerito a Maurizio di consultare il sito internet www.codicefiscale.com vorrei chiederle se si tratta di una procedura consigliabile e se e’ legale reperire in questo modo il proprio codice fiscale?

Purtroppo devo informare i nostri lettori che l’utilizzo di questi programmi è un grave errore per due motivi:

– i programmi disponibili non hanno memoria dei codici fiscali già attribuiti e quindi possono generare duplicazioni;

– un codice fiscale per essere valido deve essere registrato negli archivi dell’Anagrafe Tributaria gestiti dall’Agenzia delle Entrate.Inoltre, il codice fiscale autentico presenta sul retro una banda magnetica su cui sono registrate determinate informazioni.

DOMANDA: A questo punto vorrei che Lei ricordasse a cosa serve esattamente il codice fiscale, facendo un riferimento particolare all’ utilita’ che riveste per gli italiani all’estero.

Il codice fiscale è indispensabile per i residenti in Italia: per i rapporti con le Pubbliche Amministrazioni, per l’assistenza sanitaria, i rapporti di affari e così via. Per gli italiani all’estero il codice fiscale serve solo se questi hanno rapporti di natura patrimoniale con l’Italia, quale per esempio ricevere una pensione dall’Italia, possedere un immobile in Italia, entrare in possesso di una eredità ed altro.

DOMANDA: Mi tolga una curiosita’ esiste ancora il “famoso” cartellino rigido con sopra stampato il codice fiscale?

Si, il cartellino plastificato esiste ancora però i Consolati, come anche gli Uffici locali dell’Agenzia delle Entrate in Italia, non sono in grado di consegnarlo “a vista” per cui al richiedente viene rilasciato un certificato di attribuzione del codice fiscale e, successivamente, gli verrà recapitato per posta al domicilio dichiarato, il tesserino plastificato con i propri dati anagrafici ed il codice fiscale.Recentemente il tesserino plastificato è stato modificato nei colori ed in più oltre al logo della Repubblica Italiana mostra il logo dell’Agenzia delle Entrate ed il Tricolore della nostra bandiera.Per agevolare i non vedenti alcuni dati del tesserino sono riportati anche in caratteri Braille.

Io ringrazio il Dott. FRANCESCO RUSSO per la cortese disponibilità e per le risposte forniteci e vi ricordo che per saperne di più potete consultare il sito www.agenziaentrate.gov.it Vi informo che risponderemo prossimamente ad eventuali altri vostri quesiti su argomenti di competenza dell’Agenzia delle Entrate, pertanto siete tutti gentilmente invitati a rimanere in tema. Grazie!

55 Commenti a “ IL CODICE FISCALE ”

  1. Giuseppe ( Connecticut , Stati Uniti d' America )

    Francesca, grazie a Lei ed al Dott. Francesco Russo, per aver risolto il rebus del Codice Fiscale per noi Italiani all’estero.
    Io personalmente mi son presentato agli uffici in Italia per 3 anni durante il mio soggiorno, ma mai abile di ricevere il “Card”.
    Adesso grazie a voi lo faro’ sul sito da voi suggerito.

    Francesca di nuovo grazie, sei GRANDE!


  2. Maria Rosa Colombo ( LUJAN , ARGENTINA )

    Cara Francesca, io in Italia solo ho i miei parenti, per questo non parteciparó , ma si leggero come sempre tutti i commenti, ringrazio anche io al Dott. Francesco Russo, cara Fran ho capito bene un bacio forte!!!!! saluti a tutti


  3. romuald fezeu ( ydé , camerun )

    ciao francesca come va spero ben il soggetto è un po’ complesso perché io studio la fiscalità all’università è veramente un mondo complesso ed affascinante per coloro che sanno qualcosa ed dipende di ognuno paese che a la sua politica fiscale qui in camerun ne paghimo moltissimo le tasse è la vita è dura il livello di vita non elevato ti lascio ciao un baccio forte belezza.


  4. Romina ( Virginia )

    Domande:
    Ho tre figli, tutti e tre minorenni,per richiedere il loro codice fiscale ho bisogno anche della presenza di mio marito come per i passaporti?(da premettere che mio marito e’ di cittadinanza Americana)
    In piu’ da quasi due anni ho fatto tutti i documenti per mio figlio richiedendo la sua trascrizione nel Comune mio di residenza in Italia e spedendo il tutto al Consolato Generale d’Italia in Philadelphia.Solo dopo un anno ho ricevuto un documento dall’anagrafe in Italia il certificato di Stato di Famiglia che attesta tutti e tre i nomi dei miei figli.La mia domanda e’ questa ,con solo questo documento e’ abbastanza per iniziare i documenti per ottenere anche i loro passaporti Italiani?
    Un’altra domanda e poi prometto daro’ spazio agli altri connazionali:sul Certificato di Stato di Famiglia risulta che mia figlia maggiore sia di sesso maschile,come posso fare per cambiare questo errore e che conseguenza apporta se non lo facessi?
    Grazie Romina


  5. RENATO ( CHICAGO , USA )

    CIAO FRANCESCA, AMMESSO IL CASO CHE UNO HA PERSO LA SUA “CARD” DEL CODICE FISCALE, OR CHE NON LA PUO PIU RITROVARE, COME E COSA DOVREBBE FARE PER RICEVERNE UN DUPLICAZIONE? GRAZIE RENATO


  6. ernesto ( USA )

    FUORI TEMA,,,BREVEMENTE.

    Il Corriere della Sera riporta :
    Vittorio Emanuele di Savoia si candida quale rappresentante degli Italiani all’estero : ” ho vissuto all’estero per 35 anni, dice, mi ritengo uno di loro.”
    Il simbolo porta al centro il Nodo Savoia ed in alto
    le parole: Progresso e Futuro.
    Non dice altro. Chi puo’ approfondisca.
    Qualcosa di nuovo c’e’ nell’opaco panorama politico italiano.
    Solo per informare, saluti.


  7. Roberto Giordano ( Concord,Ontario , Canada )

    Francesca,io personalmente non sono interessato al codice fiscale in quanto cittadino Canadese,pero’ ti debbo applaudire perche’ anche se lontana dagli schermi cerchi sempre di aiutare gli Italiani,proprio come facevi a Sportello Italia.Congratulazioni Francesca e continua l’ottimo lavoro che stai svolgendo.Spero che i nostri amici del blog non si siano dimenticati del piccolo Riccardino che e’ in Florida in cura presso una clinica specializzata.Ha tanto bisogno di aiuto,io il mio l’ho inviato,e il vostro?.Aiutiamo questo angioletto cosi’che’potra’ guarire e incominciare a vivere una vita normale.Grazie Francesca per avercelo portato alla nostra attenzione.Tanti cari saluti a te e a tutti gli amici e amiche del blog.Roberto.


  8. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Ho visto il nuovo codice fiscale ed è molto bello, è
    come la descritto Francesca, cosi ho chiesto a mio fratello di andare al comune ed chiederne uno nuovo,la risposta è stata negativa, non possono rilasciare certi
    decumenti tramide di altre persone, dunque se lo voglio
    devo chiederlo al consolato personalmente. Ho preso il codice fiscale nel 1988, ed per è molto importante avare dei decumenti italiani, come per esempio ho due passaporti che mi fanno sentire più orgoglioso.
    Ringrazio Francesca, che ci tiene informati di queste
    cose, la ringrazio di nuovo ed la saluto. A presto Fr.


  9. Violetta ( Caracas , Venezuela )

    Eccellente informazione! Brava! Grazie.


  10. Pino Amara ( Boston, Massachusetts , Stati Uniti )

    Breve nota per Ernesto (USA) 13/3/08 ore 23:58. Caro Ernesto,ho consultato il “Corriere”, ma sulla candidatura di Vittorio Emanuele di Savoia nessuna notizia. Non importa, e certamente dopo aver giurato fedelta’ alla Repubblica Italiana, ha tutti i diritti di cittadino come noi. Si candida per gli italiani all’estero. Ottima Idea, bravo! E poi, sono 62 anni che vive fuori dai confini d’Italia, e non 35! Se parli del figlio Emanuele Filiberto e’ un’altra storia. Filiberto e’ giovane e sul groppone non ha i problemi e i difetti del padre. Bello lo scandalo recente con certe lucciole di lusso, i soldoni che ha chiesto per risarcimento danni alla Repubblica, l’uccisione con un colpo di fucile ad un giovane tedesco che gli stava rubando un gommone in Corsica, l’opinione pubblica non gli fu favorevole. Una delle sue sorelle, disse che e’ “un povero pinocchio”. E non dimentichiamoci che Umberto 2, suo padre (il re di maggio) si arrabbio’ moltissimo quando sposo’ Marina Doria. Di nuovo, se parli del figlio, spero che sia candidabile, e’ giovane e potrebbe prendere qualche voto, ma glielo sconsiglierei perche’ anche lui ha chiesto bigliettoni di euro in conto risarcimento alla Repubblica. E questo gli costerebbe molto. Ci sarebbe da aggiungere altro ma basta cosi’. “A buon intenditor, poche parole”. Ciao Ernesto, mi hai costretto ad andare fuori tema come te.


  11. NORMA PALMIERI ( Los Angeles , USA )

    Francesca, grazie per l’informazione, non sapevo che si poteva tramitare attraverso il Consolato D’Italia. Ciao Norma


  12. Franco ( San Francisco , USA )

    Ciao Francesca,
    Piacerebbe solo avere una chiarificatione se e’ possibile.
    Sono in possesso della IT Card autorizzata dal Ministero Degli Affari Esteri e rilasciata dal Consolato.
    Con questa IT Card si possono ottenere degli sconti In Alberghi,Ristoranti Treni e tante altre istituzioni.
    Sono stato di recente in Italia, apparentemente in Italia i vari Alberghieri, Ristoratore e cosi via non sono al corrente di questa It Card.
    La domanda e semplice, come’ possibile che in Ministero Degli Affari Esteri non hanno informato le istituzioni Italiane !!!!
    Un chiarimento sara’ veramento apprezzato.

    Cari saluti

    Franco


  13. ernesto ( USA )

    A PINO AMARA…………
    mio clamoroso errore, parlavo dell’ultimo erede Savoia
    Emanuele Filiberto. Sul corriere della Sera on-line,c’e’.
    io l’ho letto e visto il breve filmato intervista proprio li’ (….ipse.com – poi – quotidiani – poi corriere della sera, scendendo un po’ giu’ nella pagina). la riuscita da parte sua e’ molto dubbia, anche perche’ non ha assolutamente esperienza di come si deve parlare ed agire – ahime’ – in politica.
    Ciao, Ernesto.


  14. vincenza deionno ( adelaide , south australia )

    buon giorno nostra bella francesca
    e stato cosi bello a sentire la tua voce
    questa mattina ci manchi molto tutti chiedono
    di te specialmente al campania club
    dove ai lacsiato un bel ricordo
    un grande e caloroso abraccio a te e tutti quelli
    che ti seguano da tutto il mondo

    francesca te lo avevo promesso che mi imparavo il computer ce la sto mettendo tutta bacioni vincenzina


  15. Angela Testa

    Ciao Francesca,
    interessante questo argomento:dovrei chiederti una cosa, noi del “salotto” dovremmo poter leggere le risposte che fai alle domande/commenti di ineresse generale,e quindi utili a tutti, senza invadere la “privacy” di nessuno.Penso che cosi`le informazioni ci giungano piu` complete, e senza ripetizioni.

    Chiedo scusa se sono invadente
    Un caro salutoa te e tutti gli amici,Angela


  16. Juliana On Canada

    Cara Francesca voglio solo salutarti, perche’ io sono Canadese e quindi,non posso chiedere nulla,

    abiamo fatta la Citatinanza nel 70,per avere la famiglia unita,tando non mai crederei che ci verrebe la voglia di venire a vivere in Italia.Per vaganza Si’ ma per stare mai, abiamo apena rinnovato il nostro passaporto se ci viene la voglia di farci una vaganza, sia in Italia ho negli stati Uniti, o altri posti,Pero’ devo dire che sei molto brava per aiutare le persone, ciai un cuore Grande. un bacione a te e saluto il signor Russo, saluto a tutti nel salotto Julianas


  17. FEDERICO ( KEY BISCAYNE , FLORIDA , USA )

    CARA FRANCESCA,

    ANCORA UN TEMA CHE NON MI COMPETE……..MA COME IL SR, GIORDANO
    FACCIO LA DOMANDA……VI SIETE RICORDATI DI RICCARDINO PIO ?????????

    Un’altra domanda che viene da un italiano come me che e’ partito a tenera eta’.

    In Italia..sono tutti dottori?In ogni programma di tv tutti si chiamano dottori !

    Vai ai Consolati e i dottori e le dottoresse sono moltissimi !

    Da dove sfornano le Universita’ italiane tanti dottori ?

    O forse e’ una maniera di chiamare a capi ufficio,diplomatici, ecc ecc. ?

    Non sono fuori tema perche’ anche l’esperto di oggi e’ un dottore.

    Mi dimenticavo…….GRANDE SORELLA……..mai ho pensato che siccome ti

    mancava lo studio TV questo “fosse un segno di debolezza”……….ma mi hai

    fattoricordare che:

    l’uomo/donna e’ un animale di/con abitudine.


  18. BRUNA MUSCARDO ( SYDNEY , AUSTRALIA )

    Cara Francesca, e’ una gioia poterti leggere e seguirti via e-mail – Pero’ aspetto di rivederti in TV !!!! come prima PIU’ DI PRIMA!
    Grazie per le informazioni poste al Dott. Russo sono tutte molto informative, come d’altronde sei sempre stata chiara ed esplicita! Noi siamo tutti con doppia cittadinanza, ed approffittero’ di questo argomento per riguardare le nostre carte – GRAZIE Francesca!!!
    un bacio! bruna muscardo


  19. Francesca Verde ( Melbourne , Australia )

    Ciao Francesca, piu giorni pasano e piu il BLOG cresce, auguri infiniti, saluto al Dott. Russo, lo ricordo benissimo. Francesca grazie per tutto questo che fai per noi, sei grante e sei insostituibile, sei lunica, sei come una macchina velocissima, una volta partita edificile fermare, che DIO ti benedica, perche te lomeriti, un abaccio Francesca.


  20. SILVIA-SÂO PAULO-BRASILE

    Carissimi amici del blog….ancora una volta,tutti noi facciamo sbagli come dice Anna -Brasile,uscire dal tema ecc,e Francesca sta sempre attenta e semplicemente ci dá un avviso,alle volte perfino energico.Ma quello che ,secondo me ,non ci é permesso,é la mancanza di rispetto verso chiunque,i nostri amici del blog,gl invitati di Francesca,verso noi stessi addirittura.Credo che in Italia,come ovunque ,perfino in Brasile,denominato paese in sviluppo(nome nuovo per i paesi sottosviluppati….e non lo é neanche tanto)ma dicevo nessuna persona perbene si dichiara dottore senza esserlo,e che io sappia,una delle qualitá di Francesca é sempre stata quella di presentarci sempre persone competenti, e perbene.D`altronde io ho conosciuto molti dottori con tanto di diploma che non se lo meriterebbero.Quindi,la mia paura é che questo bel salotto dove tutti ci vogliamo bene e rispettiamo,perda queste caratteristiche e allora addio.Se Francesca ci presenta come Dottore il Dottor Russo,anzi persona simpaticissima e competente(vi ricordate in TV?)é perche lo é,,o almeno ,se si vuole fare il commentario (si ha il diritto)si potrebbe fare in un occasione piu adequata non vi pare?non so,mi sono sentita un poco a disagio personalmente.Adesso vado a lavorare,che ho tante cose da fare,ma vi invio un abbraccio forte forte,non voglio diventare la strega del blog,ma ,come dice Francesca,la sinceritá é una delle belle cose qua tra noi.Un abraccio a tutti e perdono per lo sfogo.


  21. fernando fancelli ( San Paolo , Brasile )

    Cara Francesca,
    hai toccato il codice fiscale, certo ha la sua indiscutibile importanza, ma quello che scgomenta in Italia sono la lunga immensa burocrazia, arcaica,lenta, vergognosa, che non si addice pù ad un paese Europeo che vuole essere di centrale importanza. Tutto è lento,tutto è pieno di cavilli, che strema le persone che hanno necessità di una soluzione tangenzialmente burocratica. Purtroppo Tu non puoi fare nulla, ma peró qui va il mio sfogo….
    Affettuosamente, Fernando Fancelli.


  22. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Ciao Francesca, come già ho detto io ho il codice fiscale da molti anni, però mi piacerebbe avere il
    nuovo ma sò che per averlo dovrò andare al consolato,
    ma non credo che me lo daranno visto che già c`è lo,
    comunque qualche giorno ci andrò ed vediamo quel che mi dicono, non voglio scomodare il DOTT. FRANCESCO RUSSO, perchè non è una necessidà da parte mia, visto
    che già sono in possesso del codice. Io ringrazio il
    DOTT. RUSSO per l`impegno che si è preso per aiutare
    tutti noi qui all`estero. Francesca ringrazio anche te
    per il tuo impegno verso di noi, sei molto speciale ciao. Francesco


  23. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    Francesca ha presentato , come al solito, un argomento molto interessante e un servizio utile a tutti voi.
    Grazie.


  24. Juliana On Canada

    Cara Francesca, volevo dire a quelli che non accetano che le persone si facciano chiamare Dottori, be miei cari del blog, se e’ come io ricordo,che in Italia basta solo di avere la coppola che lavori con il comune puo essere anche lo spazzino, si fanno chiamare Dottori ora se uno che lavora nel parlamendo e’ molto piu’ grande del spazzino non vi sembra?
    Ma poi in quando, ai governi stessi che si frustano con parole e con ogni maldicenti come gli vogliamo chiamare? Si’ veramende danno un pessimo esempio alla povera Italia, mi sembrano volta faccia, mi viene la nausa nel vedere il giornaleradio Italiano,ma siii beato chi e’ fuori dell’Italia mi dispiace per quelli che sofrono, e’ stato sempre cosi’L’Italia non campia diamoci coraggio un forte abraccio a tutti, scusatemi mesonsfocata pure io come Silvia e Federico……..


  25. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO:

    SIETE TUTTI CORTESEMENTE INVITATI A RIMANERE IN TEMA.

    GRAZIE PER LA GENTILE COLLABORAZIONE.


  26. Giuseppe (Dal Canada)

    Pronto….? Francesca.
    Sul tema di oggi nessuna domanda per mio conto ma come al solito e’ sempre interessante per altri.
    Ma non ostante cio’ non posso non lasciare un cordiale saluto al dott.Russo e ringraziarlo per la sua preziosa collaborazione e disponibilita’ verso di noi italiani all’stero.Col tuo permesso vorrei ringraziare Maria Rosa Colobo da Luja’n Argentina e Giuseppe da Connecticut U.S.A.per aver visitato il sito web del mio paese natale mi ha fatto molto piacere grazie!Grazie a te’ Francesca per questo spazio prezioso ciao alla prossima.


  27. Manuela Lombardi ( São Paulo , Brasil )

    Cara Francesca,

    anche se quasi non mi faccio sentire a causa di molti impegni di lavoro e familiari, via via faccio una capatina nel tuo “salotto” per sentire te e gli italiani sparsi nel mondo e lo faccio sempre con grande gioia.
    Quanto all’argomento di oggi vorrei informare a chi abita a São Paulo, che il codice fiscale italiano viene rilasciato dal patronato ACLI. Basta compilare un formulario che il patronato invia on-line alla agenzia delle entrate e dopo circa una mezz’oretta viene consegnato il tesserino.
    Un caro saluto a tutti,
    Manuela


  28. raffaele ( ariano irpino Avellino , italia )

    A TUTTI GLI ITALIANI SPARSI PER IL MONDO.

    La mia è una curiosità che ho da tanto.
    Scusate se non sono in tema, ma solo voi potete rispondere e soddisfare la mia curiosità.
    L’argomento tv è gia stato trattato ma non ha soddisfatto la mia curiosità.
    Vivo in Italia ma amo viaggiare e seguo come posso i programmi di Rai International, che mi sembra ha pure cambiato nome,
    dalla tv degli alberghi.

    La mia domanda è: ” – ma voi per vederla, pagate un canone? e se si, quanto? ”

    Premetto che trovo orribile la programmazione.
    Scelte dei programmi in orari assurdi e repliche a non finire.(questo è il mio punto di vista) Unica consolazione è che fanno pochissima publicità, che in Italia fanno più dei canali privati.

    Grazie a tutti coloro che gentilmente mi risponderanno.

    Scusa Francesca se non sono in tema.
    Ti stimo moltissimo e ti ammiro per la tua tenacia.
    Il salotto comincia a piacermi ma sento la nostalgia di Francesca Alderisi. QUANDO TORNI? Com’è triste la tv senza la sua musa!
    La più bella, la più gentile e soprattutto la più umana e sincera.
    Con affetto
    Raffaele.


  29. Umberto Malanga ( San Paolo , Brasile )

    Per Raffaele. Quì si paga si, ma non saprei spiegarti perchè è un insieme di altri canali e fa un sommato.
    La qualità sta peggiorando. Servono 90 per cento piatti
    riscaldati. Orari assurdi, fiction a perdere di vista.
    Non mai quei fil del passato, con Totò, i De Filippo e
    tanti altri. Io sono irpino. Materdomini/Caposele. Scusate il fuori assunto, ma ho nostalgia di sentire un
    mio co-provinciale. Saluti, Umberto.


  30. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Francesca, cosa succede in questi giorni in Italia?
    Sapessi com`è bello essere ricco, secondo lui che disse
    se non vuoi problemi sposati uno dei miei. Ma quanti ne à dei suoi? Forse ne molti nel mondo? Ma cambiamo il
    discorso ed parliamo di cose buone, il codice fiscale
    nuovo è molto bello se non sbaglio anche la patente è
    stata cambiata, ora si parla di fare la nuova carta d`intendità, forse anche elettronica questa è una buona idea, spero che la fanno subito. ciao ti saluto
    Francesca mantieniti forte. Francesco


  31. Michele Ortuso ( Campinas . São Paulo , Brasil )

    Cara FrancescA,nel mese di luglio sono stato in Italia e mi sono recato all’INPS per sapere informazione sulla pensione.
    Sto per compere 65 anni e mi hanno informato che ho diritto ad avere una pensione di 536 euro.
    Come in Brasile andro in pensione com 400 Euro e vero che per la legge 448 /2002 al milione ho diritto alla diferenza a ser paga per L’Italia .?
    E cosa devo fare per avere questo diritto .
    Grazie per la sua attenzione e grazie per tutto quello che stai facendo per aiutare gli Italiani
    Cordiali Saluti
    Michele Ortuso


  32. Stefano Mollo ( Guayaquil , Ecuador )

    Guayaquil, Ecuador, 14 Marzo 2008.

    Signore e Signori,

    interessantissimo il tema di oggi; il C.F., ovvero il Codice Fiscale, come viene indicato nella sua abbreviazione su vari documenti fiscali.

    Notabile e lodevole lo sforzo Tuo, Francesca, nel riuscire a farci avere questo privilegio di avere un colloquio diretto con i massimi responsabili delle nostre istituzioni, in questo caso il Dott. FRANCESCO RUSSO, Dirigente dell’Agenzia delle Entrate.

    Sò che arrivare ad ottenere la partecipazione di persone di così alto livello, NON è facile, perché in primo luogo sono persone la cui agenda è sempre piena e poi perché quando loro parlano in pubblico è come se lo Stato Italiano parlasse in pubblico, quindi sono necessarie mille autorizzazioni di non facile conseguimento.

    Ringrazio il Dott. RUSSO per la sua gentile disponibilità a partecipare a questo “salotto mondiale”, così abilmente ideato e condotto da Francesca Alderisi.

    Anche io ho una domanda per il gentile Dott. Russo. “Lei ha già indicato come ottenere il rilascio, presso i consolati, di un certificato di attribuzione del codice fiscale; ma laddove il consolato è lontano centinaia di chilometri ovvero laddove il consolato è solo onorario (come p. es. qui a Guayaquil), il problema si fa grosso. Le domando quindi, Dott. Russo; è possibile, oppure sarà possibile, ottenere il rilascio del certificato di attribuzione del C.F. a mezzo transazione sicura via internet, fermo restando il successivo invio del tesserino plastico da parte dell` Amministrazione al Contribuente?”

    Spero aver posto la mia domanda in modo chiaro; l’idea è immettere i dati per il calcolo del codice fiscale direttamente dal proprio PC, via internet, nella pagina dell’ Ag. Entrate e poi stampare, nella comodità della propria casa, il detto Certificato.

    Questa soluzione sarebbe oltretutto molto vantaggiosa anche per i Consolati, che si vedrebbero sollevati da detta incombenza.

    Cordiali saluti.

    Stefano Mollo.


  33. Stefano Mollo ( Guayaquil , Ecuador )

    Guayaquil, Ecuador, 14 Marzo 2008.-

    Cari Amici Blogghisti,

    noto ancora una volta, purtroppo, come troppe persone vanno, e con troppa disinvoltura, fuori tema!

    Ho notato anche come sono stati cancellati alcuni commenti (di Ernesto, ma anche altri meriterebbero di essere cancellati …) che con il tema NON c’ entravano proprio nulla!!!

    Francesca, BRAVA, hai fatto bene.

    Signore e Signori, ma come è possibile che tutte le volte che Francesca ci invita a rimanere in tema, “i soliti noti” vanno subito fuori tema, come se quanto gentilmente chiesto da Francesca fosse Cinese scritto in Greco?

    Ma che parte del “SI PREGA NON ANDARE FUORI TEMA” non è chiara?!?!?

    Signore e Signori, vabbe’ che siamo in democrazia, ma se andiamo in ufficio dal Dott. Russo, ma mi spiegate che diamine c’ entra parlare di Vittorio Emanuele?!?!?!?.

    Il soggetto, il TEMA della conversazione (virtuale) di oggi fra noi, Francesca ed il Dott. Russo è il Codice Fiscale; mi spiegate che c’ entrano le pensioni, l`offerta televisiva italiana, il canone, che se in Italia si fanno chiamare tutti Dottori e/o Dottoresse, … eccetera …..

    Rimanere DENTRO il tema proposto da Francesca, alla disquisizione del quale si è prestato gentilmente il Dott. Russo, è segno di rispetto verso entrambi ed anche verso coloro che, come me, lo fanno.

    Uscire fuori tema, invece, a mio modesto criterio, è una mancanza di rispetto, sia verso Francesca ed il Dott. Russo, sia verso coloro che, come lo scrivente, intendono approfittare della opportunità unica di porre domande direttamente ai massimi dirigenti dell’ Amministrazione.

    Cordiali saluti,

    Stefano Mollo.-


  34. Claudia ( Buenos Aires , Argentina )

    Grazie dell’informazione che questa volta fornisce il dott. Russo,
    un saluto da baires,
    Claudia.


  35. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Grazie Francesca e anche al Dott.Francesco Russo per dar la sua contribuzione a noi italiani all’estero.
    Cordiali saluti. Adriana


  36. FEDERICO ( KEY BISCAYNE , FLORIDA , USA )

    CARA FRANCESCA,

    sono completamente d’accordo con STEFANO……….se siamo in un BLOG !

    Ma per favore chiarite cuando si deve essere BLOG……..
    ossia parlare solo sul tema proposto!

    O cuando Forum,ossia il famoso salotto………………
    e parlare quello che si vuole!

    La comunicazione di servizio e’ stata messa molte ore dopo la mia domanda !

    Tanto Ernesto come io siamo persone educate e intelligenti e non meritiamo
    essere bastonati da nessuno !.

    Lasciamo che solo Francesca sia il giudice !

    Personalmente mai mi sono permesso di criticare nessuno !

    Non ho bisogno di sfoghi ..ne sono il giudice di altre persone !!!!


  37. ernesto ( USA )

    Caro FEDERICO,KAY BISCAINE,FLORIDA
    (devo andare sulla carta per scoprire dove e’ questo posto…nel sud-sud della FL. ? ).
    Chissa’ perche’,dopo l’accaduto, mi son ricordato della commedia di Edoardo : “Gli esami non finiscono mai.”
    Cordiali saluti,
    Ernesto.


  38. Stefano Mollo ( Guayaquil , Ecuador )

    Federico, mi sembra evidente che se c’ è un ospite importante siamo nel BLOG e che se invece no, siamo nel salotto, nel quale, pero’, il tema, il filo del discorso, è sempre e comunque impostato da Francesca.

    Non sono giudice; e se qualche volta sbaglio / vado fuori tema, Vi prego di farmelo notare.

    E per ritornare al nostro tema: nessuno ha altre domande / dubbi / curiosità in merito al C.F.?

    Qui in Ecuador al posto del C.F. si usa in numero della carta d’identità; qualunque persona, che non abbia il RUC (equivalente in concetto alla Partita IVA), realizza le sue transazioni finanziarie con tale numero.
    Pero se si è cittadini ecuadoriani, viene anche richiesto, obbligatoriamente, il numero del certificato di votazione; in altre parole se non si vota, non si puo’ fare nessuna operazione finanziaria.

    Ma se non si è cittadini ecuadoriani, si è esonerati da tale requisito.

    E negli altri Paesi?

    Cordialmente,

    Stefano.


  39. Lea ( Roma , Italia )

    Grazie cara Francesca e grazie Dottor Russo. le spiegazioni che ci date sono preziose non solo per i connazionali che sono fuori territorio italiano , ma sono utili anche per chi , come me , risiede a Roma poiché sono più dirette e persuasive.
    difatti anch’io pongo una domanda al gentile Dottor Russo:-
    un paio d’anni orsono sono stati spediti a domicilio dei cittadini i nuovi Codici Fiscali …ebbene, nel palazzo in cui abito tutti li hanno ricevuti tranne me.
    ,
    per questo mi sono informata telefonicamente presso l’ufficio competente dove risulta che la spedizione era stata fatta regolarmente pure a me. se però è andato smarrito devo richiederne un duplicato.

    quando però mi sono rivolta al settore competente facendo presente quanto sopra , la risposta è stata la seguente:” Signora non si affretti perché è ancora valido quello plastificato che lei possiede! ”

    nel dubbio… ancora non ho presentata la richiesta per il duplicato. cosa mi consiglia il Dottor Russo?

    cordiali saluti e moltissimi ringraziamenti .
    Lea Mina Ralli


  40. MENA ( FORT LEE , U S A )

    Carissima Francesca ancora una volta ti faccio i miei piu sinceri complimenti hai scelto un tema molto importante, poi per Raffaele, a dirti la verita` anchio trovo la programmazione di Rai International a dire poco noioso e pensare che dobbiamo pagare dai 10 ai 15 dollari al mese per vedere programmi cui la maggior parte non valgono un cavolo, Francesca torna presto in tvvvvvvvvvv tu si che trasmetti bellezza esteriore ed interiore, sincerita` assoluta io prego tanto che torni al piu` presto perche sinceramente sono stufa di certi programmiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    un abbraccio a tutti
    MENA


  41. luciana cianfarani ( troy, mi , usa )

    Cara Francesca e amici del blogg buona giornata a tutti e vorrei rispondere a Stefano Mollo delle 23:08 molto valida la tua domanda e suggerimenti pero` non ti aspettare che si risolva immediatamente perche` tra l’inizio e la fine di un’idea purtroppo in Italia ci vogliono anni e X la tua delle 23:49 molto valida, e non vorrei sembrare condiscendente, pero` devi ricordarti che siamo italiani non ci piace rimanere sempre sul tema e quindi non definirlo come un atto di mancato rispetto ma solo un’infrenabile innato desiderio di scaricare quanto abbiamo dentro. Io faccio da interprete e specialmente in casi legali e` importante astenersi a dire non piu` di quanto chiede l’avvocato della controparte e gli interessati vengono ammoniti prima, invece mi tocca di tradurre cose che non hanno assolutamente niente a che fare con il caso al che mi trovo avvocati e giudici che (specialmente qui dove la gente si esprime con tanto e non piu`) con delle espressioni in faccia indescrivibili ed io ahime` devo tradurre tutto cio` che esce dalle loro bocche. Quindi pazienza e qualche volta facciamoci anche una risata. Con affetto. Luciana


  42. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Buon pomerigio Francesca, c`è un bel sole qui oggi, com`è a Roma? Come stai? Spero che tutto procede bene,
    il codice fiscale lo porto sempre con me quando vado in Italia, non sò se è necessario , perchè ho anche i passaporti, ma per cauzione mi porto tutto.
    Saluti ed buona giornata, a presto Francesco.


  43. LILLA ( TORTUGUITAS - BUENOS AIRES , ARGENTINA )

    Stimato Dottor Russo, ho quasi 61 anni ed é da piú di 50 che abito in Argentina. Non ho il codice fiscale. Compiuti i 60 anni qua mi si offre avere la pensione di casalinga, io vorrei sapere se con gli anni avró del diritto ad alcuna pensione italiana, se fosse cosí non vorrei perderla.
    La ringrazzio tanto per tutta l’informazione versataci fino adesso.
    Saluto Franceschina e la mia nonnina Lea.


  44. roy ( sydney , AUSTRALIA )

    Cara Francesca,
    grazie per l’importantissima appuntamento nel tuo salotto con il Dottore Francesco Russo, Dirigente dell’Agenzia delle Entrate, che , nonostante il suo diario strapieno,
    trova tempo per cercare di aiutare noi Italiani nel mondo, pero piu importante, nel salotto di Francesca.
    Credo che se il Dottore Russo , come ha sempre fatto nel passato, si prestera per aiutare noi tutti, in quando avessimo problemi nella sua direzione. Per questo lo ringrazio, anche in anticipo, per quel’ che puo fare nel futuro, per noi tutti, quando capita il momento.. Perche, si sa, che prima o poi , a noi Italiani, servira’!!
    Grazie Francesca, che ci pensi sempre tu.
    roy


  45. roy ( sydney , AUSTRALIA )

    Cara Francesca,
    cari amici del salotto(non uso la parola ‘blog’ non mi piace,) forse mi sento sempre piu comodo sapendo che sono nel salotto di un amica, dove sono stato invitato, e’ me ci trovo bene con tutti altri da lei invitata! in questo salotto, si parla di tante cose, chi piu, chi meno! come quando siamo a casa con tanti amici. si, ogni tanto si discute pure, e’ normale, anzi la bellezza e’ proprio questo, avere l’opinione di qualcun’altro, poi mi puo sta bene,oppure non andiamo per niente d’accordo, pero in fine serata,torniamo tutti a casa nostra.
    OGNI TANTO, capita che la nostra ospite,(FRANCESCA, in questo caso), ci invita , sempre nel suo salotto, PERO per il motivo di sentire “UN SUO OSPITE D’ONORE”,
    che poi lo fa perche lei crede che questa persona potrebbe, in un modo o l’altro, prima se non poi,
    aiutarci nella nostra vita, solo per rispondere alle nostre domande, dando un indirizzo giusto anzi che le solite risposte sbagliate! Ora, puo capitare, come in mio caso in questo momento, non ho nulla da chiedere,
    PER FORTUNA, per il momento su questo campo non ho bisognio, PERO!!!!, PER IL RISPETTO, sempre della patrone di casa, (che ha avuto il buon cuore di invitar’mi), e poi anche per il RISPETTO (in questo caso) il DOTTORE FRANCESCO RUSSO, io entro in salotto,se ho da fare domande, le faccio; se non le ho rimango seduto, ascolto(perche non si sa mai un giorno) e poi in fine ringrazio L’OSPITE D’ONORE,
    e ancora in piu ringrazio LA MIA AMICA, che ha pensato
    per me, per aver’mi invitato. In fine, se mi e’ stato utile,MEGLIO, se non, ho sempre imparato qulcosa, e se non, va bene, ho preso un caffe con un amica, e passato due ore diversi. PERO,!!! io mi ricordo sempre di essere stato ospite, e debbo sempre il RISPETTO a chi mi chiama, ed in certi casi, PER UN PARTICOLARE OSPITE, che infine e li solo per dare un pizzicho di aiuto , dove serve.
    Stefano(Ecuador) 23.49, 14.3.08 hai pienamente ragione, non vado oltre finito parole
    GRAZIE FRANCESCA
    bacione
    roy


  46. luciana cianfarani ( troy, mi , usa )

    Ciao a tutti, scusate se esco fuori dal tema, ma solo volevo salutare gli amici che si trovano nella zona di Atlanta, Giorgia per il fatto del tornado spero che state tutti bene. un abbraccio, luciana


  47. Giuseppe ( Connecticut , Stati Uniti d' America )

    Ciao Francesca,
    Questo messaggio e per il Dott. Russo.

    Come scrissi nel mio primo messaggio per tre anni di seguito quando ero in Italia sono andato all’ufficio a Formia ma senza un positivo risultato per ricevere il duplicato tesserino del Codice Fiscale. Adesso ho riempito il modulo elettronico ma non c’e` lo spazio per l’indirizzo del domicilio, o per l’indirizzo elettronico per una risposta alla richiesta.
    Dove manderanno il duplicato? qui negli USA or in Italia? Grazie di nuovo peril vostro aiuto. Vi auguro un Buona Pasqua a tutti.


  48. GABRIELLA ( San Paolo , BRASILE )

    Ciao Francesca sono d’accordo con Stefano sul fatto che per rispetto a te e gli ospiti quando non si ha nulla da chiedere è meglio non scrivere tanto per farlo. Io spesso leggo e non scrivo, grazie per l’aiuto che continui a dare agli italiani nel mondo. Sono certa che tra un pò tornerai in televisione e speriamo che il voto degli italiani allestero questa volta potrà servire a qualcosa. Io speravo che tu eri candidata, secondo me saresti perfetta

    tua ammiratrice fedelissima

    GABRIELLA


  49. ENZO TORTORA ( MANSFIELD , STATI UNITI )

    Cara Francesca, rispoondoi SU quanto detto da Federico in
    Florida il 14 marzo 2008.6.26 Anche qui’ in America si ripetono le stesse piaghe dei cosi’ detti dottori anzi diciamo anche docenti universitari. A me mi successe questo nel lontano 1989. Fui ricoverato in un rinomato ospedale in Boston???? per una certa operazione ad operazione avvenuta neL risvegliarmi dall’ anestesia, mi, fu detto dopo,che ,dopo svegliato agivo in un modo strano studia studia scoprirono che avevo un tumore al
    cervello trovandomi la’ dentro mi operarono nello stesso luogo l’artefice fu un primario molto famoso ed istruttore alla universita’locale, portava con se una schiera di allievi pre motivi didattici ed altri colledghi.Dimesso dallo stesso fui mandato in un posto
    detto centro di riabilitazione dopo di che a casa e ritornai al mio lavoro quale disegnatore progettista dove stetti per circa sei mesi alche fui costretto a dare le dimissioni perche’ cominciai ad accusare fiacchezza alle gambe.Nel frattempo mia moglie comincio’ ad avere
    problemi nel camminare portata al pronto soccorso in un
    ospedale locale le fu riscontrato un piccolo tumore cervicale ricoverata le fu istallato un piccolo tubo che consentiva al tumore di alleggerire la pressione eszercitata sul sistema nervoso, dimessa dallo stesso
    torno’ a casa in brillanti condizioni, poteva fare tutto.Per fare i furbi pensammo di avere una seconda opinione e fu, allora, io stavo ancora bene ed avevo ancora fiducia del mio chirurgo, genio professore, il
    quale la volle visitare appena vide me mi chiamo’ “L’UOMO DEL MIRACOLO” nel vedere le lastre di lei comincio’ ad impaurirla dicendole che fra non molto avrebbe avuto problemi gravi e la convinse a farsi operare, ad operazione avvenuta essa le furono tagliati
    i nervi l’udito al lato destro distorsione della bocca allo stesso lato l’occhio destro semichiuso tutto il lato fuori controllo allo stato non puo’ camminare da sola ha bisogno di un girello per sostegno
    mi vidi CONTINUA


  50. ENZO TORTORA ( MANSFIELD , STATI UNITI )

    CONTINUA mi vidi perduto ed andai a parlare con il dottore, mi disse che col tempo si sarebbe automaticamente messa a posto credetti e non, ora 2008 stismo tutti e due male combinati per colpa dello stesso dottore.Premetto che ho cercato di adire via lergali ma
    credimi nessun avvocato ha voluto mettersi contro tale scienziato, in Massachusetts dopo tre anni , la legge
    non permette alcuna azione lergale, cioe’ termini scaduti io ebbi le radiazioni in super dose
    il dottore ci ha portato per i vicoli per salvare la sua reputazione anche con
    me fece la stessa cosa cercava di prendere tempo con lo scopo di andare fuori termini
    questa e’ tutta la mia storia


  51. Matías Marini ( Buenos Aires , Argentina )

    Molto utile questo articolo, Francesca. Per noi che viviamo all’estero diventa difficile capire cos’è il famoso codice fiscale, visto che qui ci serve a poco.
    Quando sono stato in Italia ho dovuto chiederlo per poi aprire un libretto di risparmio presso la posta. Nonostante, non mi è mai arrivata la tessera palstificata al mio domicilio, como dichiarato dal dott. Russo.
    Saluti.


  52. Aldo ( Curitiba , Brasile )

    Cara Francesca,
    ti saró vivamente grato se vorrai interpellare il dott.Russo in qualitá di Responsabile dell´Agenzia delle Entrate-che cosa deve fare un pensionato che ha trasportato la propria residenza in Brasile ed ha l´unica fonte di reddito la Pensione delle Ferrovie dello Stato Italiano. (I Pensionati delle F.S. sono stati inglobati dall´INPS).Dalla pensione mi vengono detratte le imposte alla fonte dell´IRPEF e le addizionali Regionali e Comunali.Poiché ho scritto una lettera alla Direzione dell´Agenzia delle Entrate di Prescare””Non avendo l´indirizzo esatto- ho scritto solamente come sopra””
    di avere il rimborso dell´Irpef affinché non vi sia la doppia imposizione.Infatti ,io faccio la dichiarazione dei redditi in Brasile e pago regolarmente le varie imposte dettate da Governo Brasiliano.In Italia
    non ho altri redditi al di fuori del reddito pensionistico di cui mi vengono trattenute una cospicua somma per l´Irpef di cui sopra citato.
    Grazie per l´attenzione,
    Aldo Mosello


  53. Maurizio ( Atlanta , USA )

    Carissima Francesca,
    Scusami se non ho risposto subito, ma sono stato fuori citta’ per qualche giorno senza accesso al computer. Ti ringrazio di cuore per l’interssamento al tema proposto e ringrazio il Dr. Russo per il suo aiuto. Scrivero’ al Consolato oggi stesso, come suggerito dal Dr. Russo, e vi faro sapere l’esito della mia richiesta.

    Fuori tema, vorrei ringraziare Luciana Cianfarani per la sua preoccupazione riguardo i tornado che hanno colpito la zona di Atlanta. I danni maggiori sono avvenuti in centro citta. A nord della citta dove abito io ci sono stati solo alcuni danni per grandine a vento molto forte.

    Un saluto a tutti.

    Maurizio


  54. GAETANA ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    CIAO FRANCASCA. HO AVUTO PROBLEMI CON LA COMPUTER ,
    MA ADESSO TUTTO VA BENE. TI FACCIO TANTI AUGURI IN RITARDO PER LA DOMENICA DELLE PALME. LA PASQUA VERRA DOPO.VORREI RISPONDERE AL SIG RAFFAELE DA IRPINO (ITALIA ) NOI IN AUSTRALIA NON PAGHIAMO IL CANONE PER LA TELEVISIONO. PERO PAGHIAMO UNA TASSA SU TUTTO QUELLO CHE COMPRIAMO , SI CHIAMA (GST ) ANCHE I GENERI ALIMENTARI. VI SALUTO GAETANA.


  55. claudio vinci ( Fredericton, N.B. , Canada )

    Ciao Francesca,
    sono Claudio dal Canada,
    come detto nelle mie precedenti sono residente in Canada ma il mio cuore e’ sempre della mia terra natale.
    Seguo sempre Rai International e ho visto questa sera che parlavano di elezioni in Italia da parte di cittadini Italiani all’estero.
    Dal comune di Ronchi dei Legionari (GO) mi arrivano sempre delle cartoline dove mi invitano ad andare a Ronchi per votare.
    Prima di tutto queste cartoline d’invito arrivano trppo tardi alcuni giorni dopo le elezioni.
    Il secondo problema non so se sono al corrente di quanto costa il viaggio dal Canada in Italia e ritorno senza contare il prezzo di soggiorno.
    La cosa positiva e’ nel vedere che si ricordano ancora di me dopo tanti anni e la raccolta del francobollo.
    Comunque mi farebbe piacere di votare e come posso farlo dalla mia residenza in Canada.
    Il Consolato Italiano qui’ a Fredericton non credo che sia ii conoscenza dell’esistenza di noi Italiani in questa parte del Canada.
    Quello che voglio dire se qui’ in Canada non sei residente a Montreal, Toronto o Vancouver sei fuori del radar secondo il consolato Italiano ( Vergogna)
    del resto tutto va bene augurando a te e tutti i cittadini Italiani nel mondo una Buona Pasqua
    Saluti
    Claudio Vinci e familia


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili