prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

sabato, 8 marzo 2008
UN UOMO…….. UNA DONNA!!!

img_20901.JPG

Allora che si dice dall’altra parte del mondo?? Qui in Italia in questi giorni fa un gran freddo. A Roma, dove io vivo, piove ininterrottamente da ieri, ma la cosa che colpisce maggiormente facendo una passeggiata è vedere ormai da settimane i viali completamente in fiore….. la primavera è nell’aria ed io mi sento particolarmente felice, anche perché sono nata in questa stagione un po’ “pazzerella” e solo l’idea che tra poco le giornate si allungheranno e l’aria si riempirà di profumi mi mette di buon umore. Sinceramente (e sapete che non so non dirvi la verità!) ero molto in dubbio se dedicare una pagina del mio diario in rete alla Festa della Donna ed a quella che ormai da tempo è diventata una data importante festeggiata quasi ovunque: l’8 marzo. Questo pomeriggio poi, leggendo i vostri commenti ed alcune e-mail di auguri che mi sono arrivate, ho deciso di approfondire l’argomento facendo una ricerca in internet, anche perché vi confesso, non ho mai dato particolare rilevanza a questa data, nella ferma convinzione di volere essere considerata “femmina” per tutto l’anno e non donna per un solo giorno. Ammetto però che la mia è sempre stata una sorta di provocazione e poi non ho mai amato omologarmi a quello che fanno tutti, pur sapendo però che dietro questa ricorrenza si commemora un triste evento. Dunque, tornando alla mia piccola ricerca, la prima cosa che ho fatto è stata quella di reperire qualche informazione sulle origini della Festa della Donna e l’ho fatto consultando il sito www.wikipedia.it, l’enciclopedia libera, al quale spesso faccio riferimento quando non conosco bene qualcosa. Le notizie che ho trovato sono molto interessanti e vi invito, se lo desiderate, a leggere quanto è riportato cliccando qui. A tale proposito credo che parlare dell’8 marzo e dei molteplici significati storici, sociali e culturali di questa data, dalle origini ad oggi, sia piuttosto complesso e non mi ritengo adeguatamente preparata per poterlo fare nel modo più appropriato. Mi piacerebbe invece molto soffermarmi con voi su un altro aspetto decisamente profondo legato alla figura della donna ed al suo fondamentale ruolo nell’emigrazione. Mi spiego meglio: nelle tante testimonianze e storie che ho avuto modo di ascoltare e raccontare in questi anni, sono rimasta sempre molto affascinata ed incuriosita dalle parole di grande riconoscenza ed affetto che molti uomini rivolgevano alle proprie donne, affermando che senza la “forza” e solidità della figura femminile tutto quello che erano riusciti a fare non sarebbe stato possibile. Questa considerazione mi è stata confermata tempo fa anche da un mio amico che si è da poco trasferito all’estero per motivi di lavoro e che mi ha confessato che le tante difficoltà che sta affrontando quotidianamente nell’integrarsi in un paese nuovo, sarebbero più facilmente superabili se avesse vicino il sostegno di una donna, diciamo una compagna o addirittura una moglie. Io personalmente credo che sia cosi e sono anche convinta del fatto tanti che anni fa la necessità per tutti coloro che emigravano in terre lontane di avere accanto una figura femminile di riferimento, fosse ancora più importante. Ricordo che durante alcune mie interviste a SPORTELLO ITALIA ho più volte trattato questo tema con alcuni esperti in materia di emigrazione e con enorme sorpresa ho scoperto che sono stati dedicati da vari studiosi molti capitoli di libri all’analisi di questo aspetto. I primi ad emigrare erano gli uomini da soli, molti dei quali scapoli; basta ricordare che negli anni’50 il numero dei celibi emigrati tra i quindici ed i trenta anni era altissimo, addirittura il 78% in Europa e l’87% oltreoceano. Molte volte ci si “accasava” con ragazze di origine italiana conosciute a feste o eventi organizzati dalla comunità, anche se a questi incontri la presenza femminile era in evidente minoranza e quindi c’era molta concorrenza. C’erano poi i famosi matrimoni per procura in cui ci si sposava spesso senza conoscere il proprio compagno/a. E poi c’era chi invece emigrava e lasciava in Italia una fidanzata o addirittura moglie e figli che sarebbero venuti in un secondo tempo. A tale proposito non si possono non ricordare le tante vedove bianche, quelle mogli che nel periodo dopo la guerra rimanevano in Italia ad accudire i propri figli mentre i mariti emigravano a cercare fortuna. Molte di queste mogli raggiungevano poi i mariti alcuni anni dopo, altre purtroppo (non poche!) venivano abbandonate al loro destino poichè i mariti, che probabilmente nel frattempo avevano fatto nuove conoscenze, non davano più notizie di se facendo perdere le proprie tracce. Come non ricordare le tante vedove per infortuni sul lavoro, argomento ancora purtroppo di grande attualità nonostante sia passato molto tempo ed il pensiero non può non andare all’8 agosto 1956 ed alla tragedia di Marcinelle, in Belgio, dove in una miniera persero la vita 136 italiani e 95 belgi. Mi sembra evidente come volere soffermarsi sul ruolo della donna del mondo dell’emigrazione risulti alquanto complesso: ogni storia è una storia a se, anche se poi vi sono sicuramente molti aspetti in comune. A questo punto sarei veramente felice se vi lasciaste andare alle vostre considerazioni personali e ricordi. Mi piacerebbe molto sapere come la pensate a riguardo, se credete che realmente la figura della donna sia stata fondamentale nell’ esperienza di emigrazione di un uomo e nel superamento dei molteplici ostacoli che si presentavano nel “costruire” una nuova vita in un nuovo mondo. Mi piacerebbe molto anche sapere se nei paesi dove vivete si festeggia la Festa della Donna e se si, se ci sono usanze particolari. Se vi va potete anche rivolgere un augurio ad una donna per voi speciale…… io personalmente vorrei fare un grandissimo augurio a tutte le meravigliose donne del nostro “salotto mondiale”, ma anche ai tanti uomini senza i quali le nostre vite sarebbero sicuramente più facili, ma anche molto più noiose ed a tale proposito vi dedico questa fotografia molto significativa: era il 1958 ed un gruppo di emigranti italiani si riuniva come d’abitudine in un caffè di Victoria, in Australia, per una partita a carte….

176 Commenti a “ UN UOMO…….. UNA DONNA!!! ”

  1. Gabriella Tami-Valencia (Venezuela)

    Oh… che bello ! Sono la prima a farti e… farci, i migliori auguri per domani, giorno della Donna. Anche qui si “festeggia”, ma cosí, per modo di dire. Ci saranno le “personalitá” al governo che diranno qualcosa in merito ma niente altro.
    Sono d’accordo con te: perché un sol giorno se esistono 365 da tenerci in conto ? Mi dispiace per la pioggia ma la bellezza di vedere gli alberi in fiore, penso, fa rinascere il buon umore ! Ciao, un abbraccione… Ricevuto tua e-mail sul mio commento. Non vale la pena approfondire niente, non ti preoccupare!


  2. YaraPacchioni ( San Paolo , Brasile )

    Cara Francesca
    Tanti auguri pelo dia della donna a Lei e a tutti donna. Bacci Yara


  3. Pasqualino Chianetta ( Lyndhurst. New Jersey , USA )

    Ciao Francesca, stavo consultando il mio internet quando mi e’ pervenuto l’avviso di ricezione di una tua e-mail- aprendola ho letto il tuo commento giornaliero e dopo averlo letto tutto mi sono deciso di risponderti anche per uscire un po fuori dalla monotonia giornaliera del solito vivere ( lavoro-lavoro-lavoro-e poi finalmente- casa!)
    Sono sempre convinto che la vita deve essere vissuta in coppia ( cosa che tu fino adesso ti ostini a non fare),infatti in un classico proverbio siciliano si dice ” suli mancu i cani “, penso che avrai afferato il nocciolo! Dimmi cosa c’e’ piu’ bello nel momdo quando in una famiglia SANA c’e’ un rapportio sano, sincero, pulito, onesto etc. etc. etc..in questo tipo di rapporto trovi le cose che non si possono assolutamente comprare con i soldi cioe’ : felicita’, salute, benessere, dignita’, rispetto reciproco e soddisfazione della vita. Oggi sembra che tutto cio’ sia pura utopia, infatti non avendo quando sopra si stanno raccogliendo i frutti di quanto abbiamo seminato. Se e’ vero che dietro un grande uomo esiste una grande donna, e pur vero che due grandi esseri umani possono creare una grande FAMIGLIA. Un grandissimo augurio per questa ricorrenza, ve lo meritate ( se avete accanto un grande uomo).
    Perche’ non facciamo anche la festa dell’UOMO ?
    Ciao a presto
    Pasqualino


  4. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl,USA )

    STEFANO, ERNESTO e per tutti gli uomini sul blog…

    mi state proprio tirando per i capelli, meno male che ne ho tanti…ma leggendovi non posso fare a meno di rispondervi, rompendo la mia promessa di non andare fuori tema, ma e’ un po’ che andate avanti e allora ve lo dico:

    LA FESTA DELL’UOMO C’E’ ECCOME! E’ IL 2 AGOSTO.

    Solo che non e’ pubblicizzata e commercializzata tanto quanto quella delle donne, forse perche’ coincide con un evento ben piu’ tragico accaduto quel giorno? 2/08/80, vi ricordate questa data?
    Forse e’ colpa di noi donne che non vi festeggiamo mai abbastanza? Poverini.
    Comunque Francesca buona festa della donna, qui non si festeggia e non c’e’ la mimosa. Peccato.
    Ciaooo


  5. GAETANA ( m , AUSTRALIA )

    BRAVO PASQUALINO CHIANETTA, MI HAI LEVATO LE PAROLE DALLA BOCCA, LA PENSO COME TE. DOVE C’E` UNA DONNA C’E`
    SEMPRE UN GRANDE UOMO. E COSI IO PENSO DI MIO MARITO.
    GAETANA.


  6. Stefano Mollo ( Roma , Italia. )

    Cara Francesca,

    si, indubbiamente la Donna e’ il complemento naturale e necessario dell’ uomo. Se e’ vero che possiamo anche fare da soli, e’ anche vero che con una compagna a lato la vita e’ di certo molto piu gradevole.

    Sono 101 % d’ accordo con te nell’ affermare che le persone che amiamo si meritano 365 (366, se l’ anno e’ bisestile …) giorni speciali come oggi.

    Considerazioni personali?

    Io sono emigrato, ho tentato di integrarmi; ero sposato con una non-italiana e poi un’ altra non-italiana.
    In nessuno dei due casi ha funzionato.
    Moglie e buoi dei paesi tuoi, e’ proprio vero.
    A molti va bene, a me non e’ andata bene; sicuramente colpa mia.
    Purtroppo in Ecuador la colonia italiana e’ ridicolamente piccola e non ci sono donne Italiane della mia eta’, libere.

    Ricordi?

    Preferisco guardare al futuro; ed il mio futuro non e’ certo in Ecuador.
    Soprattutto adesso, durante questi giorni di “Vacanze Italiane”, in cui mi son sentito bene come mai prima, in cui ho conosciuto persone straordinarie. Tutto cio’ mi ha fatto capire che quello che cerco, cio’ di cui ho bisogno per essere felice, lo trovero’ solo qui, in Italia.

    Cara Francesca, buon “Giorno della Donna”, e visto che non ti posso mandare una mimosa vera, ti mando una mimosa virtuale.

    Con molto affetto ed ammirazione,

    sei veramente una gran persona.

    Stefano.

    P.S.; in Ecuador si celebra il giorno della donna come in Italia.


  7. Maria Sciortino ( Naples FL )

    Con sorpresa aprendo il tuo blog ho saputo che domani e’ la “FESTA DELLA DONNA’ Qua da noi non si festeggia ed io avavo dimenticato . Auguri a te Francesca, alla signora Lea e tutte le donne del nostro grande ed elegante salotto . Domani ci sediamo comodamente come se fossimo tutte assieme e prenderci un caffe’ coll,intenzione di festeggiarlo assieme col pensiero e colla testiera del computer. Pasqualino dice : perche’ non si fa la festa dell,uomo . E perche’ no ? vedrai che fra qualche anno la faranno pure . Come tutte le nuove feste che hanni fa non c,erano . Adesso a poco a poco si fara’ la giornata dedicata a tutti . In riquardo la figura di donna nell,emigrazione , credo che sia molto importante quanto l,uomo . Pensa Santa Francesca Gabrini, l’insegante Maria Montessori . di cui vi sono ancora tante scuole che seguono il suo insegnamento , e tante altre grande donne che come noi abbiamo alleviato il dolore e la tristezza dell,uomo che lontano della sua donna si sente piu’ stanco e triste , invece quando e’ vicino alla sua donna [mamma o moglie che sia ]ha piu’ forza d,affrontare qualsiasi csa. Ha ragione quel detto che dietro un grande uomo ce’ sempre una grande donna che suggerisce sempre qualcosa importante. AUGURI importante.


  8. Maria Rosa Colombo ( Lujan , Argentina )

    Cara Francesca e amiche dil blog, felice giorno della donna!!!!! qui in Argentina si festeggia, e voglio dire a voi AMICI, grazie per i saluti!!!!! qui abbiamo il giorno del padre in giugno.
    Io voglio raccontare in parte la mia storia per rendere omaggio a due donne!!!!!! Mio nonno paterno Beniamino sposo nonna Ambrogina dopo nasce Giovanni, Rosetta e Rino a due mesi della nascita di Rino muore nonna Ambrogina e Beniamino chiede alla miglior amica de sua moglie di aiutarlo, dopo si sposano e nasce Ambrogio e al poco tempo Beniamino parte per Argentina. Nonna Maria resta sola in Italia con suoi quatro figli, quanti sacrifici!!!!! Per il nonno non é stato facile, a lavorato tanto, tanto!!! e che lavori!!tornó solo una volta in Italia per poco tempo, ma lui era solo non ha fatto altra famiglia, dopo finita la guerra nel 47 zio Giovanni e Papa arrivano in Argentina, lo zio aveva soldi come non li é piacutto il luogo tornó in Italia, Rino invece comincia a lavorare e dopo conosce la mia mamma ADELA, si sposano
    ed ECCOMI felice dei miei origini!!!!! Nonna Maria nel anno 56 viene a trovarci resta solo due mesi e torna in Italia. Voglio anche in questo giorno ricordare mia nonna materna ROSA, per quello sono Maria Rosa!!!!!!
    un bacio forte a GIULIA e NONNA LEA


  9. Maria Zannelli ( melrose , statiuniti )

    Ciao Francesca auguri per il tuo compleanno
    se ho capito bene sei cioe nata a marzo
    in quanto alla festa della donna auguri a tutte le
    donne anche se ti devo dire che qui a Boston non
    si usa pero certe associazioni italiane festeggiano
    la donna.Francesca ti devo chiedere una cortesia
    quando cambia l`orario initalia?qui cambia domani
    9 marzo mi fai sapere? ringraziandoti riceviti
    un affettuoso saluto Maria Z


  10. tiziana ( Virginia , usa )

    Heyy Auguri a tutte le Donne (*.*) del Blog di Franci & Auguri anche agli Uomini che hanno Una Donna* bye


  11. Maurizio ( Mexico City , Mexico )

    A me l’8 marzo da l’impressione di una festa ipocrita,scusate non vorrei ferire la sensibilità di nessuno,pero i festeggiamenti di un giorno non cancellano affatto i soprusi le discriminazioni le violenze delle quali le donne sono vittime sileziose durante tutto il resto dell’anno!Leggevo un rapporto di AMNESTY INTERNATIONALdove si racconta che il 20% delle donne nel mondo sono vittime di abusi fisici e violenze sessuali!!Scusate ma io non ci trovo niente da festeggiare!L’assoluta disriminazione sessuale nel settore politico,dove le donne sono presenti per meno del 5%,imprese che chiedono alle donne un certificato medico che ne comprovi lo stato di non gravidanza previo l’assunzione,non mi rende affatto disposto a festeggiare!!La dedizione di mamme lavoratrici vittime del maschilismo,che dopo una giornata di lavoro tornano a casa e si occupano della famiglia in una giornata che per loro sembra non avere mai fine non mi rende affatto disposto a festeggiare!!
    Scusate ma io non penso affatto di cavarmela con un mazzo di fiori o di mimose,vorrei tanto fare di piu,e se a volte sono stato insofferente o distante,di fronte a questa piaga del secondo millennio,me ne vorrei assumere completamente la responsabilita,chiedendo scusa anche a nome di coloro che compiono questi atti ignobili,a tutte le donne del mondo,non con un mazzo di fiori,ma assumendo un atteggiamento piu vigile,piu attento nei loro confronti,nella consapevolezza che una donna è per definizione,l’altra meta del cielo,colei che letteralmente ci ha dato la vita,scusate se è poco!

    Ciao


  12. Ana María Argnani ( Chivilcoy , Argentina )

    É bello avere un giorno dedicato alle donne, sopratuto per me l’otto marzo é specialissimoooooooooo:é nato mio figlio,il terzo dopo due femmine.
    Auguri a tutte le donne del mondo.In argentina il giorno della mamma é diventato giorno della famiglia,però il giorno del papà é a giugno,quindi noi donne: approfittiamo il NOSTRO GIORNO!!!!!!


  13. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    GIORNO DELLA DONNA
    Approfitto dell’occasione per rendere omaggio alla memoria di Luisa ed Elisabetta ( Le mie nonnine).
    Loro sono venute alla Argentina con una speranza di lavoro, di avvenire, di una vita dignitosa…
    Dedico un saluto speciale a la nostra cara FRANCESCA, a MAMMA GIULIA e un riconoscimento a NONNA LEA.
    Auguri a tutte le donne del nostro salotto virtuale!!
    A presto.


  14. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Francesca, un paio di ore fà, ti avevo fatto gli auguri per la festa delle donne, al precedente sito,ed
    di nuovo auguro a te, ed tutte le donne di questo salotto una buona festa. Qui a Toronto non credo che si festeggia questa festa, se fosse non saprei perchè
    nemmeno mia moglie lo sà. Francesca quella foto mi a
    fatto ricordare, la mia gioventù, quando stavo in Germania, andavamo in qualche bar italiano che a quel
    tempo ce n`era appena qualcuno. la tragedia di MARCINELLE, ho appena visto un film ed era un errore umano che purtroppo gli autori, se ne sono usciti con le mani libere, in Europa ho visto tanti uomini sposati
    che se la spassavano con donne locali mentre le loro mogli erano in Italia.
    La donna è molto importante, per l`uomo come si fà a
    vivere senza donna? Francesca con dovuto rispetto ti saluto ed di nuovo auguri per la festa delle donne.
    A tutte le donne. Francesco.


  15. NADIA DICARLO ( SARASOTA,FL , USAu )

    CARA FRANCESCA TI AUGURO UNA BELLA GIORNATA PER LA FESTA DELLE DONNE, QUI’ NON SI CELEBRA.
    AUGURI A NONNA LEA E A TUTTE LE DONNE DEL MONDO.
    NADIA


  16. Sandro A. Bertucci ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca:
    Mi sembra che l’8 marzo sia stata una data scelta da un gruppo di “femministe” per sentirsi un po’ più importanti; non capirono che, come intendiamo molti occidentali, che i giorni delle donne sono 365 l’anno anche sé, proprio quest’anno sono 366. Altrettanto si potrebbe dire per il giorno della mamma, ma la società di consumo funziona in questa maniera, bisogna fare i regalini; molto fumo – poche castagne. In ogni modo, tanti auguri a te bella tusa, come anche alle tante donne che ogni giorno partecipano al blog.


  17. Danila ( Jax , Florida )

    Un po’ sono d’accordo con Maurizio..
    8 Marzo 2008 alle 1:41

    l’8 marzo, e` nato come giorno dedicato alla memoria di un evento tragico,poi ha preso una direzione piu` commerciale, ma per certi versi ha ancora il suo significato simbolico.
    Ogni 8 marzo si mettono in risalto le differenze che ancora esistono tra uomini e donne (in politica, nel lavoro, etc..)poi pero` si continua a fare la vita di tutti i gg. E` un po’ come il periodo della campagna elettorale quando molti politici improvvisamente realizzano che il popolo e` pieno di problemi..ma poi una volta eletti non ne risolvono nessuno.
    Cosi succede anche per l’8 marzo, si ricordano le donne con il burka, quelle che hanno subito violenze di ogni tipo, si sceglie una donna simbolo, si regalano le mimose e poi dal 9 marzo tutto torna come prima. Quest’anno la donna simbolo e` per molti Ingrid Betancourt ostaggio delle FARC.
    Per altri,invece, domani sara` dedicata alla memoria di Benazir Buttho
    e per altri ancora il simbolo dell’8 marzo 2008 sara` Aung San Suu Kyi che si batte per la Birmania libera.
    Ma dietro queste 3 donne i cui nomi sono noti a tutti, ce ne sono tantissime altre, milioni che soffrono e la cui sofferenza nn fara` mai notizia,le loro vite non lasceranno nessuna traccia nella memoria degli altri, non saranno mai ricordate su nessuna pagina di giornale.

    Per tutte queste ragioni sono d’accordo con Maurizio.

    Pero` regalare un fiore l’8 marzo(anche se non e` la mimosa) ad una donna a cui si vuole bene, ad una collega di lavoro o anche ad un’estranea secondo me e` un gesto gentile e carino e ben vengano tutti gli uomini che domani lo faranno.


  18. Umberto Giampaolo ( Philadelphia , PA. )

    Carissima Francesca,prima cosa voglio fare gli auguri a tutte le donne del mondo,purtroppo qui in america non si
    festeggia il giorno della donna.
    Ma io personalmente non festeggio il giorno della donna
    solo l’otto maggio,sono sposati per quarantanni e io
    festeggio mia moglie tutti i giorni.
    Umberto G.


  19. ernesto ( USA )

    RAGAZZI MASCHI !!!
    La Francesca dice : “senza gli uomini le nostre vite
    (cioe’ delle donne) sarebbero sicuramente piu’ facili, ma molto piu’ noiose”.
    Avete capito ??? Evviva ! Serviamo a qualcosa.
    A dire il vero, la sua lunga filastrocca l’avevo presa un po’ tristemente. Poi, la suddetta affermazione ha salvato la situazione e sto ancora ridendo.
    Io, quando sono nato, mio zio mi disse che ancor prima di guardare mia madre guardavo la giovane cameriera.
    Comunque: DONNE SIATE BENEDETTE, VIVA LA VOSTRA FESTA.
    Per irrinunciabili,speldide ragioni.
    Un bacio a tutte, belle e brutte.
    Ernesto.


  20. GIANNI ASCOLINI ( SATTAHIP , TAILANDIA )

    OGGI E’ LA FESTA DELLA DONNA E PER FRANCESCA….DONNA STRAORDINARIA TANTI E TANTI AUGURI CON UN FORTE ABBRACCIO,
    GIANNI ASCOLINI


  21. ernesto ( USA )

    …..splendide….scusate….splendide.

    Il famoso TRIO di Jacksonville,Florida come festeggia?
    Andando al mercato delle robe usate, loro meta preferita??
    AUGURII A TUTTE VOI DOVUNQUE SIETE, EMIGRATE NEL MONDO A INSOSTITUIBILE SOSTEGNO DEI VOSTRI UOMINI E DELLA FAMIGLIA.
    Ernesto.


  22. Umberto Virgillo ( Minneapolis , U.S.A. )

    Auguroni a te Francesca !
    Oggi e’ la giornata speciale dedicata alla donna, quindi i migliori auguri anche per te.
    Qui’ negli stati uniti, non si festeggia la giornata delle donne, ma c’e’ qualcosa molto simile, se ricordo bene, nel mese di aprile, si festeggia “Sacretary Day” cioe’ gironata ddella segretaria,infatti quest’ultime quel giorno ricevono fiori , ed le donne possono portare in ufficio un loro bambino,quindi non tutti sono aggiornati dell’osservazione in onore delle donne.
    Parlando del sesso femminile,una cosa e’ certa noi uomini spesso ci lamentiamo, ma quando la donna del cuore non e’ vicina, ci assale la solitudine,dice il proverbio “donne e motori, gioe e dolori’,ma il fatto e’ per alcuni il matrimonio non riesce come sperano,ha detto l’antico, donne e buoi dei paesi tuoi,io sono piu’ che convinto,che dove fra due c’e’ amore ed affetto,ogni frainteso si puo’ superare facilmente,tutto al contrario quando uno ci gioca, allora tutto diventa una politica,che induce ha cambiar donna come spesso cambiano partito.
    Il mio consiglioper coloro che non affrontano il matrimonio con amore sincero, e’ meglio che rimangano scapoli,cosi’ per lo meno lasciano in pace la donna che fingono di amare.
    La “Minosa ” e’ il simbolo degli innamorati,fosse veramente romantico se ogni anno come la Mimosa,rifiorisse nel cuor dell’uomo quell’affetto, se cio’ non avviene,e’ soltanto un finto amore.
    Invio tanti auguri a tutte le donne,oggi e’ la vostra giornata,fatene il massimo,avete ogni diritto di proclamare questo giorno,un giorno tutto per voi,
    Viva le donne viva l’amore.

    Umberto Virgillo


  23. Danila ( Jax , Florida )

    Per Stefano Mollo

    Stefano non ti scoraggiare prima o poi troverai quella giusta….voi uomini siete sicuramente piu` fortunati se vi va male..si dice che per ogni uomo ci siano 7 donne. Tu sei solo a quota due..allora hai altri 5 tentativi :)
    se poi esaurisci anche i prossimi 5…segui la moda lanciata da Ernesto che prima o poi trovera` la sua anima gemella attraverso questo blog..

    p.s. per ERNESTO: la mia avvenente amica e` tornata dalla vacanza :))


  24. ernesto ( USA )

    ALLA DONNA.
    Andai al funerale per la morte della nonna di un mio caro amico.
    Seduto li’,presso la bara, guardai le sue mani, rinsecchite,rugose.
    Sposa a 21 anni, sei figli, vedova a settantacinque,morta a ottantadue.
    Pensai a quante migliaia di camicie aveva lavato e stirato,quanti milioni di piatti,quanti kilometri di pavimenti,quante milioni di volte di letti disfatti e rifatti, quanti migliaia di bucati, quante tonnellate di cibo cucinato soprattutto per gli altri, quanta decennale fatica e sacrificio per i figli cresciuti,
    quanto infaticabile lavoro. Quanto impegno e, forse, piu’ preoccupazioni che gioie. Forse silenzioso dolore.
    Mi resi conto che io non stavo guardando le mani di una donna, ma di un MONUMENTO.
    Uscii e piansi.
    Che tutte le mimose del mondo, domani, siano per voi.
    Ernesto.


  25. Danila ( Jax , Florida )

    Francesca, un’ultima cosa..
    riguardo a quanto hai scritto sugli emigrati italiani che si accasavano con le connazionali conosciute alle feste, nei circoli etc..ma poi ce ne erano poche e qualcuno finiva con lo sposarsi per procura..
    Sai cosa mi e` venuto in mente??

    Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata.

    Un film del grande Sordi con Claudia Cardinale, chi se lo ricoda?
    Alberto S. nel film scambia la foto con un altro italiano piu` bello per trovare moglie in Italia e infatti gli si presenta Claudia C. e lui la porta in giro per mezza Australia fino al posto sperduto in cui abitava.


  26. teresa fantasia-Buenos Aires ( Buenos Aires , Argentina )

    CARA FRANCESCA NELL GIORNO DELLA DONNA
    A TE E A TUTTE LE DONNE DEL MONDO
    DEDICO QUESTA BELLISSIMA POESIA
    DI UNA GRANDE DONNA
    ROSALBA SATTA CERIALE

    NOI DONNE

    Scaleremo il cielo.
    Ci sarà d’aiuto il vento.
    Andremo incontro ai sogni
    lasciando a valle
    fuochi di pensieri spenti.
    Afferreremo la vita
    riassaporando odori intensi di mirto.
    E poi…inventeremo sorrisi d’aria pura.
    Culleremo il risveglio del mondo…


  27. Mariella Brogan ( New York )

    Ciao Francesca,
    Tanti auguri per il tuo compleanno e per domani, Giormo delle Donne. La riflessione di ERNESTO sulla morte della nonna del suo amico mi ha commosso molto.
    Bravo Ernesto! Non solo hai onorato quella nonna, ma anche tutte le altre donne.


  28. teresa fantasia-Buenos Aires ( Bs.As. , argentina )

    L’8 marzo non é una festa é come gia scrito sopra Danile .é la conmemorazionone di un tragedia ,assunse un’importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nei secoli.
    La scelta della mimosa come simbolo dell’8 Marzo è stata fatta in Italia, esattamente nel 1946.
    L’UDI (Unione Donne Italiane) stava preparando il primo “8 Marzo” del Dopoguerra, e si pose il problema di trovare un fiore che potesse caratterizzare questa Giornata femminile.
    Il tulipano è il simbolo mondiale.
    Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia.
    qui in Argentina si celebra pero no si usa regalare mimose(aromo) si regala rose o altri fiori .
    ci sono delle eccezioni :ad esempio due anni fa mi trovavo con mio marito vistando il parco “El sueño del Tano” ,creato da gli amici sardi Graziano Piero a Mario Penduzzu ,nella ridente cittadina di San Pedro ,
    un bellissimo parco con 3000 alberi a centinaia di sculture , tra tanti specie di alberi c’erano anche alberi di mimose(aromo) tutti strapieni di fiori!
    al pomeriggio graziano e Mario hanno fatto tagliare una enorme quantità di mimosse : quella notte presso la Sociedad Italiana de San Pedro ,c’era la cena omaggio alle donne , e miei amici sardi avevano pensato fare una bella sorpresa alle signore portano un ramo di mimose per ogni una.
    buona giornata a tutte
    teresa


  29. Martino ( Adelaide , Australia )

    Auguri a tutte le donne anche da me che ne passate, e ne passo di cotte e di crude con e a cause delle donne. Nonostante tutto considero le donne molto importanti sono il sale della vita, sono le cose belle come l’alba, il tramonto, l’arcobaleno, il sole, la luna e il cielo, il mare e i boschi. Sono l’ispirazione e la speranza. Avro’ scritto delle stupidate ma questo e’ l’effetto che mi fanno….certe donne.
    Martino


  30. Pino Amara ( Boston, Massachusetts , Stati Uniti )

    Sono anni che si celebra in 52 nazioni “Il giorno della donna”. Oltre a ricordare la donna in Italia con la mimosa gialla, e i regalini degli ultimi anni, la donna chiede pari diritti in campo lavorativo. In sintesi, e’ una festa per ricordare il loro progresso cultural-lavorativo. Fino a qualche anno fa’, negli Stati Uniti, le segretarie venivano festeggiate con un bel mazzo di fiori. Nel 1908, e precisamente l’otto marzo, un corteo di 15.000 donne scesero in piazza a New York per un trattamento migliore sul lavoro, e il diritto al voto. In Nuova Zelanda, le donne verso il 1897, ottennero il diritto di voto nel primo governo autonomo della colonia britannica. Anche il Canada’ aderisce alla festa della donna. Non si tratta di affetto fra uomo e donna, madre, figlia, ma del progresso della donna.


  31. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl,USA )

    Sapete che vi dico? Quando vivevo in Italia smisi presto di festeggiare la festa della donna, non mi piaceva vedere quelle lunghe tavolate nei ristoranti tutte di donne che per l’occasione si erano “messe a nuovo” e ridevano a battute sugli uomini di cattivo gusto, mangiavano e bevevano e ridevano ancora piu’ forte…certe volte veniva loro organizzato anche uno spettacolo, patetico, con spogliarello maschile.
    Mi dava l’idea che l’uomo avesse per un giorno aperto le gabbie alle galline e lasciandole razzolare qua e la’ le faceva vedere uno scorcio di mondo, le faceva divertire un po’, cosi’ poi se ne stavano calme per il resto dell’anno e lui avrebbe fatto cio’ che voleva.
    Oramai e’ una festa commerciale, anche se ricevere una mimosa fa sempre piacere, pero’ preferisco che i fiori mi vengano regalati quando non ce n’e’ motivo, e’ bellissimo vedere mio marito arrivare a casa con un mazzo di rose e non c’e’ nessuna festa da celebrare.
    Tra le tante donne importanti nella mia vita, tra cui mia madre,vorrei ricordare mia nonna Cesira friulana tutta di un pezzo che aveva gia’ due figli maschi e desiderava cosi’tanto una femmina che convinse mio nonno riluttante ad avere un terzo figlio.
    Ebbe due gemelli…maschi e mi racconto’ che quando glieli portarono era cosi’ arrabbiata che quasi non li voleva vedere oltretutto erano pure eterozigoti (gemelli non somiglianti)quindi disse ” potevano essere almeno un maschio e una femmina, invece no, adesso ho ben quattro maschi da crescere, chissa’ quante camicie da stirare!!”
    Domani mi piacerebbe festeggiare facendo solo cio’ che ho voglia.


  32. laura ( Tucuman , Argentina )

    Cara Francesca:Auguri per il tuo compleanno e saluti a tutte le donne del mondo, vi voglio consigliare di leggere questo libro scritto da una mia amica italiana, Elisa Pavone,”In sospensione
    tra due mondi”
    di Elisa (Betti) Pavone progetto di Valeria Vanni, questo è un grande ommaggio che Elisa fa a tutte le donne del mondo che hanno dovuto lasciare il suo Paese di origine,per diversi motivi e che sono dovute andare a vivere in Italia (come una volta l’hanno fatto tante donne italiane), lo potete trovare soltanto in Italia. Se per caso non lo trovate ve lo posso inviare via mail.
    Baci Leonarda Laura


  33. GAETANA ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    PRIMA DI TUTTO UN AUGURIO A FRANCESCA , NOI IN AUSTRALIA NON FESTEGGIAMO LA GIORNATA DELLA DONNA,
    MA POI SAPETE LA FESTA DONNA E` TUTTI I GIORNI,
    QUANDO E` FELICE ED HA TUTTO QUELLO CHE VUOLE.
    AUGURI ALLE, DONNE. GAETANA


  34. Lea ( Roma , Italia )

    LA DONNA E’ DONNA

    L’apporto di una donna è costruttivo
    e quando manca il mondo è negativo
    ora che la mimosa la festeggia
    un eco d’amore in ogni luogo echeggia.

    Anch’io vo’ dedicarle una mia Ode
    e in ogni frase ci sarà una lode:
    Dirò che in ogni frangente sa trionfare
    ed ogni uomo è pronta a conquistare.

    Talvolta un po’ scontrosa par nemica
    ma è adorabile se si dimostra amica.
    Dinanzi a un dramma si potrà intristire
    ma sempre gli altri pronta a consolare.

    Un grande acume la fa destreggiare
    e chiunque soffre sa come aiutare
    di antichi retaggi ognor depositaria
    e all’occorrenza sa far l’autoritaria.

    Però ti prego! Oh donna! Non strafare!
    Tutti i tuoi pregi non mascolinizzare
    ma resta Donna Donna…non cambiare!
    Vivi nel mondo senza sortilegi

    tenendo intatti tutti i tuoi prestigi
    e non sottovalutare i tuoi vantaggi.
    Volgi al sublime i tuoi più grandi ruoli
    pure seguendo itinerari e voli

    tanto da dimostrare ciò che vali
    senza tirare a vanvera i tuoi strali
    Così che sempre ogni tuo diletto
    ritrovi presso te conforto e affetto.

    Copiosamente ne sarai appagata
    e ovunque sarai amata e rispettata.

    Nonna Lea x tutte le donne


  35. Lea ( Roma , Italia )

    MALANDRINO O CAVALIERE ?

    Lo chiamano Cavaliere Malandrino
    dal suo fare di ragazzo birichino
    che s’elettrizza per una canzone
    o per una poesia piena d’amore.

    Ama tutte le donne brutte e belle
    e le conquista col sole e con le stelle
    quando declama con foga appassionata
    la grande ammirazione o una trovata.

    Sa comportarsi d’antico Moschettiere
    per dimostrare d’esser Cavaliere,
    estroso e gaio al pari d’un giullare
    è sempre attivo e tutto lui sa fare.

    Dice freddure e pure cose pie
    senza scoprire le sue batterie
    di tutti è amico e sa tutti trattare
    per questo poi da tutti si fa amare.

    Nonna Lea x tutti gli uomini


  36. Lino da phuket

    ciao DONNE auguri


  37. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    AUGURI A TUTTE LE DONNE IN ITALIA ED A TUTTE LE ITALIANE NEL MONDO. QUI STA NEVICANDO ED È MOLTO FREDDO
    CERTO CHE LE MIMOSE CON TUTTA STA NEVE ANCORA NON SI
    VEDONO. CIAO FRANCESCA DI NUOVO AUGURI. FRANCESCO


  38. joe ( Melbourne )

    Ciaoo Francesca tanti auguri per te’ per la festa della donna potyrei regalarti un bel mazzo di fiori specialmente le mimose sono dedicate alla donna e anche a te’ che sei unadonna gentile e speciale tanti auguri un bacione ciaooo.qui si festeggia molto woman day……


  39. Juliana On Canada

    Ciao Francesca,Ho guardato il sito di ricerca wikipedia mi ha piaciuto molto ho trovato molte cose inderessante, Li’ dice che U.S.A cia’ 3000.000, Esatamente nel 07 sono (298.112.986, forse se ci mettiamo tutti quelli che hanno morti con la guerra Irak pero’ la fine di Dicembre!!! in (Canada,) (32.852.849.)

    Parlando della festa delle Donne qui’ non esiste, Ma e’ meglio cosi’ senno cisarebbe molta epocrisia, La donna e’ un vaso piu’ debole il feminile e deve essere amata sembre, non c’e un pero’ o un ma’ la donna e un voso molto delicato, (pensa) e’ stata creata con la stessa costola dell’uomo, come un uomo puo’far male a se stesso? e’ inpensabile! e pure, molte volte, certi uomini non tutti… fanno cose orribili proprio come ha detto Maurizio del Maxico che ha citato Amnesty Internazionale, ho visto anche questo sito,Vi lascio con un Bacione a tutte le donne del blog, a te cara Francesca un Grande Abraccio e Grazie per il Blog che ci fai godere un buona notte a tutti sono le 11.10 pm….
    CIAO… Juliana…..


  40. Natalia ( Buenos Aires , Argentina )

    Salve!
    io non ho niente di nuovo da aggiungere, anche la storia dei miei avi è un po’ come tutte le altre. Invece a me non sembra che in Argentina si festeggi l’8 marzo, a parte qualche regalo qua e là ed il doveroso complimento a noi rappresentanti del gentil sesso.
    Sono rimasta stupita nel vedere come va di gran moda in Italia andare ai locali a ‘contemplare’ gli spogliarellisti con amiche, sorelle, cognate, ecc! Ricordo di aver visto gli annunci sul giornale addirittura quindici giorni prima del lieto evento, come se fosse l’unico giorno ‘concessoci’ per dare libero sfogo al divertimento!!!
    Adoro essere festeggiata tutto l’anno, ma devo ammettere che oggi le mimose ci vorrebbero proprio.


  41. Angelina Testa (molisana) dal Canada

    Ricambio gli auguri per la giornata INTERNAZIONALE della donna.Mi dispiace per Claudia Roman, ma, domani saremo in 400 a ricordare i “tristi eventi ” di cui le donne di ogni razza,ceto sociale,o religione,sono state vittime e che in alcune parti del mondo lo sono ancora.
    Non avremo spogliarelli maschi,ma, il ricavato della festa va devoluto per beneficenza.Non regaliamo mimose per il costo elevato,ma tulipani.
    un ringraziamento a nonna Lea per la poesia,l’aspettavo ,vorrei leggerla alla festa, posso?
    Un augurio speciale a Francesca ed a tutte le donne, anche a coloro che non fanno parte di questo salotto ma forse ne sono a conoscenza.ciao


  42. FEDERICO ( KEY BISCAYNE , FLORIDA , USA )

    CARA FRANCESCA,

    Sono un grande ammiratore delle donne,belle e brutte,sempre ho aiutato e
    aiuto a tutte le donne che hanno avuto bisogno di me.

    Le donne sono sempre state nostre vittime…….l’uomo e’ un animale che
    la natura ha messo qui per essere un “predatore” promette,promette,
    “preda” e sparisce.

    L’uomo e’ molto piu’ infedele della donna….e io godo cuando una donna
    gliele fa pagare ai grandi maschi che vediamo in giro.

    Guardate nei centri delle citta’ l’uomo e’ sempre in bianco e nero…..
    la donna e’ technicolor,la donna e’ un fiore che adorna dove vada…
    voluptuosa o magrolina,sempre, la donna, lascia una scia di profumo
    e sensualita’.

    I miei momenti piu’ belli, sono stati cuando regalavo fiori a una donna…….
    cuando in passato dicevo …..ti amo……

    Adesso con tanti anni sulle mie spalle guardo il mondo con molta serenita’
    e anche se ho visto passare molte generazioni,vedo che l’amore, continua
    ad essere quello che tutti cercano…………
    per questo il miglior complimento che posso fare a tutte voi donne e’:

    L’AMORE …….HA LA FACCIA DI UNA DONNA !


  43. Giuseppe ( USA )

    Viva le donne, Buona festa della donna, Grazie nonna Lea per le poesie.Donne? puoi vivere con loro ma non puoi stare senza.
    E viva anche le bionde… perche` senza le bionde no si potrebbero avere barzellette su donne…

    Un camionista sta guidando il suo veicolo lentamente lungo le strade della città.
    Quando si deve fermare ad un semaforo rosso nota nello specchietto una bionda che scende velocemente dalla sua auto e corre verso il suo camion.
    Si arrampica sul predellino e comincia a bussare sul finestrino.
    Il camionista tira giù il finestrino e lei gli dice concitata “Salve, mi chiamo Enrica volevo avvertirla che sta perdendo per strada il suo carico!!”.
    Il camionista la guarda per un attimo, senza dir nulla tira su il finestrino e riparte con il semaforo verde.
    Al semaforo successivo butta un’occhiata allo specchietto e vede arrivare dietro di lui la macchina della bionda.
    Come in precedenza la bionda scende di corsa, raggiunge il finestrino del camion e bussa con lo sguardo preoccupato. Il camionista apre il finestrino e la ragazza gli dice “Salve, mi chiamo Enrica, volevo avvertirla che sta perdendo per strada il suo carico!!”
    Lui continua a guardarla senza emozione, scuote la testa, chiude il finestrino e al verde riparte. Al terzo semaforo la scena si ripete di nuovo, la bionda ferma la sua auto, esce e si precipita al finestrino del camion bussando concitatamente.
    Il camionista tira giù pazientemente il vetro ed ascolta per l’ennesima volta la stessa storia. Come in precedenza, senza reagire in alcun modo, al verde riparte.
    Al quarto semaforo, il camionista arresta bruscamente il camion e si precipita fuori, corre fino all’auto della bionda, che è sempre dietro di lui, e comincia a bussare al finestrino. Quando la bionda lo apre le dice concitatamente “Salve! Mi chiamo Giuseppe, siamo in inverno, e io guido un camion spargisale…”

    Non interpretate ‘sta barzelletta offensiva, l’intenzione e` solo umoristica.

    Mimose per tutte!Ciao!


  44. Stefano Mollo ( Roma , Italia )

    Per Danila ( Jax , Florida )
    8 Marzo 2008 alle 2:42

    Hei, Thank you, m’ hai fatto ridere !!!!

    Non sapevo che noi ometti avessimo a disposizione 7 (sette) tentativi.

    Buon giorno a tuttE, Roma si e’ svegliata sotto un bel cielo blu ed il sole ci sta scaldando …

    Buona festa della Donna a tutte le Donne.

    Stefano.


  45. Stefano Mollo ( Roma , Italia. )

    Danila,

    ….. “Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata.

    Un film del grande Sordi con Claudia Cardinale, chi se lo ricorda?”

    Io me lo ricordo .. heheheheheheh ;-)

    W la donne, sempre. Stefano.
    P.S; *anche* le bionde, heheheheheheh


  46. Carla ( BALI , INDONESIA ASIA )

    Anche qui in Indonesia non si festeggia,per fortuna!
    Non sopporto questa festa di un giorno perche’ la donna deve SEMPRE essere amata e rispettata.Per me pero’ e’ ugualmente un giorno speciale perche’ proprio
    43anni fa sono diventata mamma di Alessandro,quello che ancora chiamo”il mio ragazzo” e ne sono molto orgogliosa anche perche’ mi ha regalato un bel nipotino.
    Grazie delle belle poesie nonna Lea,sei sempre bravissima!!!!
    E ben rientrato a LINO da Phuket,ciao.
    A te francesca un abbraccio esteso atutti gli amici del blog
    carla


  47. romuald fezeu ( ydé , camerun )

    ciao cara francesca come va? questo soggetto è bello ma io non ho nulla idea era gusto per salutarti ciao


  48. romuald fezeu ( ydé , camerun )

    ma vorrei dirti buona festa della donne anche a tutte le donne che son iscriti nel tuo sito unbaccio forte a tuutte le donne del mondo in percolarità a mia mamma e la mia sorella in tunisi.


  49. SILVIA-SÂO PAULO-BRASILE ( São Paulo , Brasile )

    Carissima Francesca:prima di tutto tanti auguri per il giorno della donna,a te e naturalmente a tutte le ,ormai,amiche del blog,posso dire che vi penso tutte.È da tempo che non partecipo,ma perche sono lontano da casa a lavoro,quindi con poco tempo libero,(ma seguo il blog sempre che posso)e poi pure perche avendo la cittadinanza italiana e non essendo pensionata italiana né candidata a….non avevo domande da fare e naturalmente ho lasciato lo spazio libero a chi davvero ha bisogno del prezioso aiuto dei tuoi invitati….anzi vecchi amici pure loro,di sportello italia no?Ma soprattutto volevo dirti che é stato bello che tu abbia ricordato la tragedia che ha originato i festeggiamenti attuali,che molti dimenticano,…..oggi solo feste pure in Brasile.Un forte abbraccio,Silvia


  50. Virginia ( Australia )

    Anke se in ritardo… Auguri a Tutte le DONNE

    baci….

    Virginia


  51. mariat

    Cara Francesca che bella la tua descrizione di Roma sotto la pioggia e gli alberi in fiore, UN ABBRACCIO E BUONA GIORNATE VIVA LE DONNE.


  52. SILVIA-SÂO PAULO-BRASILE

    Carissima Francesca,non credo proprio di uscire dal tema,se nel nostro giorno,avendo letto solo ora l anteriore di GIUSEPPE-CONNECTICUT-USA ,dove gentilmente nota la mia assenza nel blog,gli dico che mi ha molto sensibilizzato questa sua attenzione,in fondo un bel regalo per il giorno della donna,capito Giuseppe?Ma se leggi il mio anteriore ,in quello di oggi,vedrai che solo é cambiato che sto lavorando lontano da casa e quindi non ho tanto tempo per aprire il site,ma piu che altro per leggerlo con molta attenzione come amo fare quando sono a casa.Un abraccio forte a te e a Francesca,con affetto,Silvia


  53. Maria Rosaria Martinelli ( Brooklyn , NY )

    Cara Francesca e a tutte le donne del mondo, FELICE FESTA DELLA DONNA!! =]


  54. renato farina ( Caracas , Venezuela )

    Ognuno ha la sua storia. Io partii un hanno prima, nel lontano 56 e mia moglie mi raggiunse l’anno dopo, con mia figlia Barbara e si portò anche la Nana, che avevamo in Teramo. La Nana oltre che crescere mia figlia rimase con lei e crebbe i miei due nipoti. Francesca si chiamava mia moglie, proprio come te, morta nell’80.Era Laureata in Matematica e Fisica,
    fu decano in due Università in Cumanà e in Caracas nella Metropolitana; che tutti l’avevano soprannominata la Metropolitaliana,per i tanti professori che aveva fatto venire dall’Italia.Fu inviata nel Congresso di Matematica nel Messico in rappresentanza del Venezuela,unica donna “sud-americana presente.
    A suo nome è stato dedicato un Auditorio dell’Universita Metropolitana di Caracas, in riconoscimento del suo contributo a varie generazioni di studenti venezolani.Una dei tanti italiani che hanno dato qualcosa con l’emigrazione. Perfino l’Università del Texas voleva che s’incorporasse a quella Università. SÌ le donne sono un valido appoggio e formano con l’uomo un binomio sul quale pensare e valorizzare di più.Uscì sul Giornale LA VOCE D’ITALIA un articolo di una ex graduata dalla Metropolitana intitolato:” Al Maestro con affetto”. Lo invierò a ricordo della festa della donna, perchè in quelle parole riflette il riconoscimento non solo alla donna-insegnante ma al silenzioso contributo non sufficientemente conosciuto in Patria, degli italiani emigrati all’estero. Il suo nome- Francesca Pensieri di Teramo.
    Grazie.


  55. Antonella Martinelli ( brooklyn , NY )

    Ciao io sono antonella martinelli, la figlia di maria rosaria. Volevo augurare a tutte le donne i migliori auguri per la festa delle donne=]
    In un libro di scuola, c’era scritto che l’8 di Gennaio in Grecia si festeggia la festa della donna.
    Tutte le donne escono a fare shopping tutto il giorno, e gli uomini devono stare in casa a fare le faccende domestiche. Se, l’uomo si trova fuori casa, viene punito con un secchio d’acqua.

    CIAO A TUTTI DI PRONTO FRANCESCA!!!!!!!
    ———> aNtOnElLa MaRtInElLi 12 AnNi


  56. Maria Rosaria Martinelli ( Booklyn , Ny )

    Volevo solo dire a non usare wikipedia per informazione.
    Perche’ la gente che vanno sul sito, possono modificare gli argomenti che cercano,ti dico questo perche’ mia figlia per un progetto che a fatto a scuola ha avuto un voto non accettabile, in quanto la professoressa ha spiegato che ci sono persone che cambiano i dati e quindi tutte le informazioni possono essere errate. Rinnovo gli auguri,ciao


  57. Giuseppe (Dal Canada)

    Ciao Francesca.
    Prima di tutto tanti auguri per la ricorrenza odierna a te’ e a tutto il resto del “blog” che appartenggono al gentil sesso.
    Io penso che la donna sia stata sempre piu’ superiore del’umo gli uomini possiamo esser piu’ fori fisicamente ma io credo che le donne siamo piu’ forti mentalmente e possegono molte virtu’ che a noi uomini mancano.E’ non e’ per caso che il “creatore” ci ha creati differenti l’uno dal’atro sotto certi punti vista.Basta ritornare indietro nel tempo quando gli esseri umani viveveno nelle caverne, i maschi robbussti rozzi erano i cacciatori e provvedevano al sostenimanto della famiglia, mentre la donna piu’ “raffinata”meno forte (fisicamente)accudiva la famiglia. E non bisognia dimenticare la “grande” differenza che esiste tut’oggi tra uomini e donne…..Tutti veniamo al mondo per volonta’ e il sacrificio di una donna.E una volta diventata “MAMMA” la donna subisce una trasformazione mentale che noi uomini non riusciremo mai a capire o a esperemintare perche’ noi siamo nati maschi.certo nel corso della storia umana ci sono stati abbusi a riguardo delle donne e ci sono acora non ostante l’era in cui viviamo, ma questi sono fenomeni che non penso possono essere corretti da noi esseri viventi.L’uomo e’ uomo e la donna e’ quella che ci attrea a se con le sue bellezze naturali e tutte le belle virtu’ femminili che il nostro “Creatore” le ha dato in dote appunto perche’ e’ donna e un uonmo senza una donna e come un un albero che non da’ frutto.La donna ha senpre avuto un ruolo molto importante al mondo e noi uomini a volte non non le ne siamo molto riconoscenti.Una cosa che non mi garba a riguardo delle donne….Imbarcciare un fucile e sparare contro i figli di altre mamme!Io adesso devo andare a spalare la neve che si e’ accumulata d’avanti casa mentre mia molglie mi guarda dalla finestra e quando rientrero’ avra’ una bella tazza di cioccolato calda da gustare (VIVA LE NOSTRE DONNE)ciao atutti!!!!


  58. Luigia Grisanti ( (Carapachay )Buenos Aires , Argentina )

    Bella giornata a tutte le donne del mondo,questa mattina il mio figlio mi sveglió con un baccio e mi disce feliz día y grazie per tutto quello che fai per noi,il mio marito invece mi a detto che lui mi vuole molto bene é che per lui tutti i giorni sono della donna.Signora Lea grazie per le sue poesie sono bellissime.A te Francesca ti auguro una bella primavera e tante belle cose é a voi amici del salotto un grande saluto.


  59. renato farina ( Caracas , Venezuela )

    AL MAESTRO CON AFFETTO: di Carolina Berti in Jaimes Branger
    Un giorno all’anno è insufficiente per dimostrare la gratitudine e onorare i nostri Maestri.Queste persone che hanno contribuito a formarci in pace e libertà,e fare di noi, donne e uomini di benee inoltre insegnarci
    la destrezza e i conoscimenti necessari per apprende-
    re un lavoro del quale vivere.È ben conosciuto che in molti paesi l’educazione è in crisi,,ma è una sacrosanta verità che in tutto il mondo esistono dei maestri che sono Maestri in tutta la estensione della parola. Maestri che alimentano,che guidano che ispira-
    no.Non ho dubbi che il mio migliore maestro è stato mio padre.Però oltre che i miei genitori ho avuto la fortuna di avere grandi maestri tanto nella scuola come
    all’Università.Pesrone che hanno lasciato in me una im-pronta incancellabile e una gratitudine che rimarrà vi-
    va per sempre.Io ho studiato Ingegneria di Sistema nel-l’Università METROPO-ITALIANA, per il numeroso gruppo di professori ityaliani che vi insegnavano. Di loro ho avuto il privilegio di essere alunna. Mi riferisco ai
    professori: FRANCESCA PENSIERI,VINCENZO DIGIAMBERARDI- NO,AUGUSTO ANSALONI,MAURIZIO POLA,MICHELE MARCOTRIGIA-
    NO,MASSIMO NUTARELLI E MARGAGLIO. La dottoressa Pensieri era una donna veramente geniale. Aveva un enorme conoscimento della materia che compartiva in maniera semplice e chiara.Pensava e parlava a la velo-
    cità di un fulminee le sue lezioni con un dinamismo totale e ameno.Quando fu coordinatrice del Dipartimento di Matematica, era laureata della Univer-
    sità di Roma, dimostrò diessere efficente e sopratutto Giusta.Oggi un Auditorio dell’Università porta il suo nome, onore più che meritato.La Associazione di ex alinni dell’Università Metropolitana celebrò la sua prima festa d’incontro di laureati, il Rettore e il Presidente dell’Associazione in quell’opportunità per ricordare la Dottoressa Francesca Pensieri mi chiesero parlassi in nome di tutti. Approfittai in quell’oppor-
    tunità,conti.


  60. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , DANADA )

    Buon pomeriggio, Francesca fa ancora freddo a Roma? Qui
    da ieri pomeriggio ancora nevica ed siamo sui meno quattro, questa notte sposteremo gli orologi ed andremo
    un`ora avanti. ciò vuol dire che domani a quest`ora
    sono le 9:50. Come và la festa delle donne? Spero che la festa sta andando tutto bene. Ed che a smesso di piovere, fra poco vedrò le partite di calcio tanto con
    questo tempo è meglio stare in casa, qui la rai sta parlando di politica, dei partiti ecc. visto che non ti sei canditata, voterò per il mio partito che ancora
    non sò qual`è. Anche se lo sò non te lo dico. di nuovo
    buona giornata delle donne e divertitevi. FRANCESCA TI SALUTO CIAO. Francesco.


  61. renato farina ( Caracas , Venezuela )

    continua:
    ricordare anche al Professore Digiamberardino, disgraziatamente morti qualche mese prima.Quando li nominai l’applauso fu assordante. Un omenaggio di varie generazioni di ingegneri a maestri eccezionali. Così continua nominando e di ognuno dandogli il loro merito….per ultimo la locutrice Berti Branger, risaltando quanto è importante essere umili quando si insegna portò a colazione questo:” Uno dei primi libri che ho letto quando ero piccola fu il libro CUORE di Edmondo De Amicis, me lo regalò mio padre, era stato il suo e lo tengo qui vicino a me firmato Jaimes Berti 20 di luglio 1941, quando lui aveva 8 anni; termino riportando le parole di Enrico, il protagonista del libro Cuore, sopra la maestra della prima classe superiore, come un piccolo tributo ai maestri, parte speciale della nostra vita” Oh! Mia buona Maestra non mi dimenticherò di te! Nonostante sia cresciuto,ogni volta che passerò di fronte alla porta di una scuola mi sembrerà di ascoltare la tua voce e penserò agli anni che passai nella tua classe, dove tante cose ho appreso, dove tante volte ti ho vista stanca, però sempre ben animata e indulgente, timorosa quando gli ispettori ci facevano domande…felice quando uscivamo airosi, sempre costantemente buona, felice come una madre.Mai ti dimenticherò amata maestra”
    <<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<
    Francesca Pensieri, amnata e venerata all’estero e dimenticata dai suoi concittadini. Scrissi all’associazione abruzzesi nel mondo,riportando il testimonio….rompendo una lancia in ricordo di chi ha mantenuto alto il nome del nostro Paese…..nemmeno mi risposero.
    IO sono fiero della donna che ebbi al mio fianco.


  62. ernesto ( USA )

    CIAO,
    ANTONELLA MARTINELLI- BROOKLYN,N.Y. FIGLIA DI MARIA ROSARIA, DI ANNI 12.
    BRAVA~ SCRIVI MOLTO BENE IN ITALIANO.
    GRAZIE PER AVERMI AVVISATO PER LA FESTA DELLA DONNA
    CHE IN GRECIA E’ L’OTTO GENNAIO.
    GLI UOMINMI CHE ESCONO DI CASA QUEL GIORNO RICEVONO UN SECCHIO DI ACQUA IN TESTA. LA CITTA’ E’ DELLA DONNA,
    BUONA IDEA.
    DEVO RICORDARMI DI NON ANDARE LI’ PER TURISMO IN QUEI GIORNI, SENNO’ MI BAGNANO TUTTO.
    AUGURII A MAMMA E A TE,
    ERNESTO.


  63. Lea

    x Renato Farina , io m’inchino con grande riconoscenza alla memoria di sua Moglie. ringraziando questa allieva che ha scritto la commovente lettera che ce l’ha fatta ben conoscere q

    “Pensava e parlava a la velocità di un fulmine nelle sue lezioni con un dinamismo totale e ameno…”

    ho sorriso a queste parole perché anch’io ho questa velocità di pensiero e di dizione di cui qualcuno me rimprovera. sarà che le parole mi vengono facili e sponrtanee proprio per il buon insegnamento che ne ho avuto.
    vorrei che tutti gli studenti di qualunque età i permetto di ringrazia
    anche a nome di tutti gli studenti che apprezzano i loro insegnanti e ne hanno rispetto.
    deve sapere che io fin da piccola scrivevo poesie alle mie insegnanti, ma pur conservandole non gliele ho mai mostrate per timidezza. specie per quelle delle materie letterarie ho ricordi indelebili e ricordo perfettamente ogni lezione. forse per questo amo la poesia
    ed ho sempre collaboraqto con le insegnanti dei miei figli allorché frequentavano le prime classi elementari perché ne apprezzavo il sacrificio e la dedizione verso le scolaresche troppo numerose di quel tempo.
    ensava e parlava a la velo-
    cità di un fulminee le sue lezioni con un dinamismo totale e ameno.


  64. Luis Romagni ( Miami,Fl. , USA )

    Scusandomi con Francesca! per il Sig.Renato FARINA 13,58-1448,sono Abbruzzese della Prov.di Teramo ho avuto il Grande Previleggio di conoscere la PROFESSORESSA FRANCESCA PENSIERI,PARLANDO DICEVA CHE FORSE CERA UNA CERTA PARENTELA..PERO VOGLIO TESTIMONIARE IN QUESTA DATA DELLA FESTA DELLA DONNA FACENDO UN RICONOSCIMENTO DI AVER EDUCATI I MIEI FIGLI ANCORA QUANTO LA METROPILITANA STAVA IN SAN BERNARDINO!!POI NELLA NUOVA SEDE E PER TESTIMONIARE LA MIA RICONOSCENZA FAVORE ENTRARE EN EL LINK http://www.unimet.edu.ve entrare in Ingenieria di Sistema e kliccare QUIEN SOMOS! e vera’ dove una sua alunna e’ arrivata!Mi scuso Auguri a tutte le donne e a te RENATO un abraccio de la coccia di sat,donat! LUIS


  65. Lea ( Roma , Italia )

    scusatemi se i miei occhi si sono velati di commozione e le righe si sono sovrappooste.oramai la tsrda età mi fa di questi scherzi e spesso la scrittura s’ingarbuglia e si ripete.
    comunque nella Festa delle Donne queste Signore benemerite che hanno lasciato importanti ricordi sono le prime a dovere essere festeggiate.
    ossequi a queste eroine della società.


  66. PAOLO MASSETANI ( São Paulo (SP) , Brasil )

    Cara Francesca,
    nel “Giorno Internazionale delle Donne” voglio dedicare la poesia abbasso a tutte le donne del mondo che sempre hanno lottato e lottano a fianco di noi uomini (molte volte anche guidandoci) con coraggio, abnegazione e determinazione.
    La poesia è di un autore cileno ed è in spagnolo, ma la poesia è bella in qualsiasi lingua, e poi lo spagnolo per noi italiani è abbastanza comprensibile.

    DEFESA DE VIOLETA di Nicanor Parra

    DULCE VECINA DE LA VERDE SELVA
    HUESTE ETERNA DEL ABRIL FLORIDO
    GRANDE ENEMIGA DE LA ZARZAMORA,
    VIOLETA PARRA.

    CHILLANEJA, LOCERA Y COSTURERA
    BAILARINA DEL AGUA TRANSPARENTE
    ARBOL LLENO DE PAJAROS CANTORES,
    VIOLETA PARRA.

    CHAPAGUIYA, GAVIOTA DE AGUA DULCE,
    TODOS LOS ADJETIVOS SE HACEN POCOS,
    TODOS LOS SUSTANTIVOS SE HACEN POCOS,
    PARA NOMBRARTE.

    PERO LOS SECRETARIOS NO TE QUIEREN
    Y TE CIERRAN LAS PUERTAS DE SUS CASAS
    Y TE DECLARAN UNA GUERRA A MUERTE,
    VIOLA DOLIENTE.

    PORQUE TU NO TE COMPRAS NI TE VENDES
    PORQUE TU NO TE VISTES DE PAYASO
    PORQUE TU HABLAS LA LENGUA DE LA TIERRA,
    VIOLA CHILENSIS.

    COMO VAN A QUERERTE, ME PREGUNTO
    CUANDO SON UNOS TRISTES FUNCIONARIOS
    GRISES, COMO LA ARENA DEL DESIERTO,
    NO TE PARECE?


  67. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl,USA )

    Francesca,
    per te e per tutte le donne e per chi ama Dante, mando l’ultimo canto del paradiso dedicato alla piu’ importante delle donne, la Madonna.
    Invio cosi’ un tributo alla donna e alla lingua italiana.

    Vergine Madre, figlia del tuo figlio,
    umile e alta più che creatura,
    termine fisso d’etterno consiglio,
    tu se’ colei che l’umana natura
    nobilitasti sì, che ‘l suo fattore
    non disdegnò di farsi sua fattura.
    Nel ventre tuo si raccese l’amore,
    per lo cui caldo ne l’etterna pace
    così è germinato questo fiore.
    Qui se’ a noi meridïana face
    di caritate, e giuso, intra ‘ mortali,
    se’ di speranza fontana vivace.
    Donna, se’ tanto grande e tanto vali,
    che qual vuol grazia e a te non ricorre,
    sua disïanza vuol volar sanz’ ali.
    La tua benignità non pur soccorre
    a chi domanda, ma molte fïate
    liberamente al dimandar precorre.
    In te misericordia, in te pietate,
    in te magnificenza, in te s’aduna
    quantunque in creatura è di bontate.
    Or questi, che da l’infima lacuna
    de l’universo infin qui ha vedute
    le vite spiritali ad una ad una,
    supplica a te, per grazia, di virtute
    tanto, che possa con li occhi levarsi
    più alto verso l’ultima salute.
    E io, che mai per mio veder non arsi
    più ch’i’ fo per lo suo, tutti miei prieghi
    ti porgo, e priego che non sieno scarsi,
    perché tu ogne nube li disleghi
    di sua mortalità co’ prieghi tuoi,
    sì che ‘l sommo piacer li si dispieghi.
    Ancor ti priego, regina, che puoi
    ciò che tu vuoli, che conservi sani,
    dopo tanto veder, li affetti suoi.
    Vinca tua guardia i movimenti umani:
    vedi Beatrice con quanti beati
    per li miei prieghi ti chiudon le mani!».

    Ciao a tutti


  68. Lorenzo Bergamasco ( North Bbrunswick , USA. )

    HO LETTO LA LETTERA DI ERNASTO,NON HO POTUTTO TRATTENERMI,LE LAGRIME CADEVANO DAI MIEI OCCHI.VENNI NEGLI USA NEL 1952.HO INCONTRATTO PURE IO QUALCUNO CHE PIANGEVA DUE GIOVANI FRATELLI,LUI MENO DI 20.LEI VENTENNE.LA LONTANANZA ERA GRANDE E SOLI; IO PURE SOLO
    HO SPOZATA QUELLA RAGAZZA(QUELLA GIOVANE DONNA)E FU LA NOSTRA SALVEZZA..E LA NOSTRA ATTIVA MA FORTUNATA VITA.
    GRAZIE ERNESTO MI HAI FATTO RICORDARMI QUANTO LA DONNA
    MERITA IL NOSTRO RISPETTO…LORENZO E MARY


  69. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara Francesca, caro RENATO la TUA FRANCESCA sará sempre dentro tuo cuore, felice per il tuo ricordo nel giorno della donna!!!!!! Un caro saluto e grazie UOMINI per gli auguri!!!!!!! Benvenuta ANTONELLA un bacio per te!!!!


  70. Nicola Biscardi ( Malindi , Kenya )

    W le donne!


  71. Juliana On Canada

    Desidero di chiedera queste domande a tutti gli uomini)Una moglie capace chi la puo’ trovare?
    Il suo valore e’molto maggiore di quelli dei coralli.
    In lei ha confidato il cuore del suo propietario, e non manca alcun guadagno. Essa lo ha compensato col bene, e non col male, tutti i giorni della propria vita, Essa ha cercato la lane e il lino e lavora a tutto cio’ che e’ il diletto delle sue mani Ha mostrato d’essere come le navi di un commerciante, Da lontano porta il suo cibo, si leva mentre e’ ancora notte e da cibo alla sua casa ha cinto i suoi fianchi di forza e rivigorisce le sue braccia viggila su cio’ che avviene nella sua casa e non mangia il pane di pigrizia, L’attrativa puo’ essere falsa e la belleza puo’ essere vana ma la donna che ama la famiglia, e’ quella che si procura lode dal suo proprietario, ma voi uomini,cercate di conoscere i sendimenti delle donne non maltratatele, come fossere un rifiuto della societa’ L’Iddio il grande Creatore, non ha dato priorita a l’uomo ma glia dato il combito di vgilare su di essa,perche’ sono vasi molto delicati il feminile e’ i mariti devono amare le proprie mogli come i propri corpi chi ama sua moglie, ama se stesso poiche’nessun uomo odia la propria carna ma la nutre e nea tenera cura, vorrei che tutti gli uomini del Mondo leggerebero questo COMMENTO, uomini non c’elo’ con nessuno, ma celo’ con quei uomini che fanno della donna un disprezzo, un augurio a Francesca e a tutte le DONNE del Mondo da Juliana, nessun uomo che fa il bene si puo’ ofendere ma se fa’ il male che si corregie e sara’ lodato,


  72. anna-Brasile

    Carissimi, prima di tutto molti auguri a tutte le donne del blog nonostante sono d’accordo con molti che non ci dovrebbe essere necessità di questo giorno.
    In Brasile si festeggia e se vai in un negozio, un ristorante, ti danno una rosa, a tutte. È carino.
    Però anche con mio marito vivo, non facevamo niente perchè lui era d’accordo con me, ci volevamo bene e valorizzavamo reciprocamente sempre.
    Ernesto, ho lasciato un messaggio nell’argomento anteriore per te, stò diventando pazza con tutto quello che leggo.
    Stefano, l’uomo e la donna sono complemento naturale uno dell’altro, ma cosa dite, è reciproco, non una parte sola, voi separate i due esseri, ma ci complementiamo senza differenza. Ambedue stiamo meglio con l’altro, ambedue possiamo vivere senza l’altro, con tanti altri interessi, ma tanti, senò che vita sarebbe per le vedove, nubili ecc? Proprio forse io non ho capito cosa dite.
    Sono d’accordo con Maurizio 1.41, in tutto.
    Scusate se mi dilungo, ma parlate ancora di robba da lavare, cucinare ecc. ecc. ma lo sapete che ci sono le macchine ora che fanno tutto? Sapete che qui a casa io non sò cucinare un uovo e solo cucinava la donna e mio marito(benissimo tra l’altro), sapete che i miei nipoti, uno con tre figlie, ancora piccole, si divide con la moglie per occuparsi di loro, essendo che ambedue lavorano. Signori, i tempi sono cambiati, sarà che solo qui?Gli uomini oggi dividono con le donne tutte le responsabilità, ed è più che giusto.
    Allora non esiste complemento di nessuno, esistono esseri umani con valori e grandi valori e che vivono uno con l’altro ma mai uno esclusivamente dell’altro.
    Così la vedo io, ma è difficile spiegarmi. Molto.
    Un abbraccio
    Anna


  73. SILVIO ( KINSTON,ONTARIO , CANADA' )

    A TE, FRANCESCA, E A TUTTE LE DONNE DEL MONDO…
    A U G U R I !!! E UNA MIMOSA PER VOI TUTTE…


  74. Fernando Mastrangelo ( Rockville, MD , USA )

    Auguri a tutte le donne,del mondo,Sra. C.Roman,molto interessante il Suo commento,veramente i fiori si posono regalare tutti i giorni,e la festa delle donne, mamme moglie sorelle nonne ect sono tutti i giorni,dietro a un grande uomo c’e’ sempre una grade donna!! auguri.
    Fernando M.


  75. Juliana On Canada

    Continuo, no’ non celo’ con gli uomini ma con chi e’ responsabile di quello che sucede nel Mondo.

    Tutto il Mondo giace nel potere del malvagio, Perche’ci sono tante soferenze e tanta malvagita’?un motivo e’ che l’umanita’ nel suo insieme ha rispinto Dio e il suo dominio rifiutando di sottoporsi alle su leggi e i suoi principi In questo modo, senza saperlo si e’sottoposto all’avversario di Dio.Satana,Sapere questo ci aiuta a capire perche’ esiste il male.Satana e’ malvagio, pieno di odio, falso e crudele C’e’ quindi da aspettare che nel mondo rifletta la personalita’ del suo governante. Non e’ strano che ci sia tanta malvagita’!Unaltro motivo per cui esistono le sofferenze e’l’imperfezione umana. Gli esseri umani peccatori lottano per il poteree questo causa spesso guerre, opressione e sofferenze, e chi ci rimette? sono uomini e donne sia per le guerre e sia per vittime per gli isulti per le donne in tempo di guerra, allora a chi pundiamo il dito? a Satana il Diavolo e’ chi si fa’ influenzare da lui, cercate la via di uscire dalle trappole del malvagio Satana il Diavolo,e ne saremo Felici tutti Ciao e scusatemi ci tenevo a dJulianaire questo un saluto a tutti


  76. MENA ( FORT LEE , U S A )

    Carissima Francesca per prima voglio farti gli auguri per la festa della donna a te ed a tutte le donne di questo blog, io penso che debba essere festeggiata in tutto il mondo come anche la festa dell’uomo, siamo umani e gentili ed allora facciamo le cose uguali poi volevo ringraziarti per aver messo anche tutte le radio italiane nel mondo sul tuo blog incluso la radio dove io produco programmi cioe` la radio ICN http://www.icnradio.com ricordati che se non rispondo qualche volta e` solo perche` fra tante cose che succedono nella vita a volte non riesco a farlo
    un abbraccio
    MENA


  77. Eric ( Boston , USA )

    Auguroni Franci !!!


  78. ernesto ( USA )

    SIGNORE & SIGNORI,
    dopo aver speso fiumi di parole ed aver scritto un centinaio di lettere in gloria della DONNA, scomodando papaveri e mimose,qualita’e virtu’,saggezza e lavoro, necessita’ e sacrificio – certamente ce ne sono – vogliamo adesso cominciare a fare il lungo elenco di tutte le follie che si porta dietro per rovinare le vite degli uomini, ad iniziare da madre Eva?
    Allora, comincio io…..:
    va bene….perdoniamo. Sarebbe troppo lungo.
    Oggi e’ l’OTTO MARZO.
    L’ho scritto sul calendario, non la festa della DONNA,
    ma che stasera devo mettere le lancette dell’orologio un’ora avanti. Be’, almeno l’otto marzo serve a qualcosa.
    Donne, non mi correte dietro coi mattarelli, e’ che la cosa sta prendendo una piega troppo seria, ci vuole una barzelletta, dunque :
    “stavo correndo sulla autostrada con la mia fuoriserie.
    “dopo qualche minuto di folle inseguimento da parte della polizia accosto a destra e mi fermo. Arriva un poliziotto tutto trasudato e mi dice: senti..se mi dai una sola ragione valida a giustificare quello che hai fatto, poiche’ sono molto stanco, ti lascio andare.
    Io penso…e siccome sono una cosa straordinaria, rispondo: Be’..veramente, la verita’ e’ che l’altra settimana mia moglie e’ scappata con uno di voi….ed io pensavo che me la volevate dare indietro.”
    Auguri, donne !
    Ernesto.


  79. Giuseppe ( Stati Uniti d' America )

    Ernesto la tua mica e` la stessa che seguiva Giuseppe con il camion spargisale…”
    Sei sicuro che erano poliziotti e non carabinieri?


  80. ernesto ( USA )

    Giuseppe, Stati Uniti d’America.

    …ovviamente andavo ben oltre i limiti di velocita’.
    A proposito di DONNE.
    La mia prima esperienza con DONNA statunitense, fu quando, notata l’indifferenza degli altri automobilisti,che capii dopo, giunto io da poco dall’Italia, vista una donna ferma con la ruota forata, mi fermai per aiutarla. Non voglio dire chi mi rispose sgarbatamente, ma di disse chiaro e tondo che non aveva alcun bisogno di me perche’ la ruota sapeva benissimo cambiarsela da sola.
    Me ne andai mortificato, ma fortunato: per aver capito in tempo le DONNE americane prima di mettermi con una.
    E corsi a sposare una ITALIANA.
    Perche’ qui in Usa NON si festaggia l’otto marzo??
    Perche’ le donne a tutti i costi vogliono essere “uomini”; con grande loro rabbia non sono ancora riuscite a farsi crescere la barba.
    Meno male !! Ernesto.


  81. mario ( montreal , canada )

    ciao Francesca tanti auguri per la festa delle donne a te e tutte le donne del mondo…Donne o letto i vostri commenti al riguardo della donna sono daccordo ma non vi allagate troppo……………pleaseeeeeeeeeeeeeee


  82. Maria Rosa Caporossi ( Punta Alta , Argentina )

    Carissima Francesca:in questi posti si avicina l´autunno,forse una stagione un po malinconica,ma ugualmente bella per me.Ho incominciato il giorno della donna con un carino,simpatico e divertente intercambio di messaggini con mia figlia,nipotina,amiche e cugine,sorella e vicine…tutte donne.
    Dagli maschi ho ricevuto un bellisimo archivio dal mio caro amico Daniel e una barzelletta da un cugino.
    Mio caro marito mi ha fato il saluto di tutti i giorni….”Che si mangia oggi”..ja,ja.
    Sabato….un giorni di pace…dopo una settimana agitata perche i nipotini hanno tornato a scuola e..tanto il nonno come io abbiamo fato “la maratona” per portare e prendere i bambini..;un po di sollievo per la nostra figlia nei ultimi giorni di gravidanza.
    Vita semplice,come migliaia di donne..per scelta propria e perche ho avuto la buona fortuna di trovare un buon compagno.
    Guardo le mie mani..”bruttissime”,secondo me ,ma molto pregiate per chi mi conosce e vedo altre mani cosi`:quelle della mia mamma,mia nonna e le carissime donne italiane,amiche e vicine che mi hanno segnalato il cammino.
    Penso che l´educazione,il rispeto per gli altri,la armonia incominciano nel piccolo mondo della nostra cucina e che ,il gran mondo si fa con tutti questi piccoli mondi .
    Spero che tutti possano trovare la felicità !!!!!!
    Mi hanno piaciuto molto i commenti,sempre se impara ,pero voglio ringrazziare specialmente quello di Ernesto (USA) alle 2:48.
    Un bacione per tutti voi!!!


  83. PAOLO MASSETANI ( São Paulo [SP] , Brasil )

    Francesca,
    Scusami se commento diversi commenti del tuo blog; non ho l’abitudine di farlo, perciò penso che questa volta me lo permetterai. Dunque:-
    -PASQUALINO CHIANETTA: conosci, per caso, quell’altro proverbio? “Meglio soli che male accompagnati!”.
    -CLAUDIA ROMAN: in Brasile abbiamo il seguente detto “Que os homens são uns diabos não ha mulher que o negue, mas todas as mulheres procuram um diabo que a carregue”. Te lo traduco “Che gli uomini siano dei diavoli non c’è donna che lo neghi, ma tutte le donne cercano un diavolo che la sopporti”.
    -ERNESTO (USA): vale lo stesso commento fatto sopra.
    -STEFANO MOLLO e DANILA (Jox, Florida): se è vero che per ogni uomo ci sono 7 donne, vorrei trovare il “disgaziato” che ne ha 13!!!
    -STEFANO MOLLO: “Moglie e buoi dei paesi tuoi” non è una massima vera e assoluta, perlomeno per me e credo anche per molti altri. Io sono italiano, fiorentino (grazie a Dio), emigrato in Brasile e mia moglie è brasiliana, paolista, figlia di emigranti giapponesi. Meno “dei paesi tuoi” che così!!! Eppure fanno “solo” 48 anni che siamo sposati e tuttora ci amiamo e rispettiamo come nel primo giorno, e desideriamo di poterci “sopportare” per moltissimi anni ancora.
    DUE COMMENTI SUPPLEMENTARI:
    1º) Se Dio ha creato qualcosa migliore che la donna se la deve essere tenuta, ben nascosta, per se stesso.
    2º) Francesca, auguroni di buon compleanno, cento, ma che dico, mille di questi giorni. Felicità in tutte le tue imprese, siano esse professionali o personali.
    Un forte abbraccio,
    Paolo


  84. Serafino Savastano ( Valença RJ , Brasile )

    Ciao Francesca
    Auguri per la Festa delle Donne.
    Sei la donna che ci rappresenta nel mondo e siamo fieri di te!
    Sei grande!
    Ci manchi!

    “Bem aventurada a mulher que cuida do próprio perfil interior e exterior, porque a harmonia da pessoa faz mais bela a convivência humana.
    Bem aventurada a mulher que, ao lado do homem, exercita a própria insubstituível responsabilidade na família, na sociedadde, na história e no universo inteiro.
    Bem aventurada a mulher chamada a transmitir e a guardar a vida de maneira humilde e grande.
    Bem aventurada quando nela e ao redor dela acolhe e faz crescer e protege a vida.
    Bem aventurada a mulher que põe a inteligência, a sensibilidade e a cultura a serviço dela, onde ela venha a ser diminuída ou deturpada.
    Bem aventurada a mulher que se empenha em promover um mundo mais justo e mais humano.
    Bem aventurada a mulher que, em seu caminho, encontra Cristo: escuta-O, acolhe-O, segue-O, como tantas mulheres do evangelho, e se deixa iluminar por Ele na opção de vida.
    Bem aventurada a mulher que, dia após dia, com pequenos gestos, palavras e atenções que nascem do coração, traça sendas de esperança para a humanidade.” (G. Quablini)
    Un bacione


  85. Serafino Savastano ( Valença RJ , Brasile )

    Tantissimi auguroni per il tuo compleanno!
    Te la canto in portoghese
    Parabéns para você!
    Nesta data querida!
    Muitas felicidades, Francesca!
    Muitos anos de vida!


  86. ernesto ( USA )

    FRANCESCAAAAAAA,
    spesso il mio piccolo cervellino arriva in ritardo,
    pero’ : che ci azzecca quella triste foto nel commento col la giornata della donna?
    Non era meglio una TUA con un bel fascio di fiori ricevuti…o a te non ci pensa nessuno “dal vero”, solo nel blog ?
    Mimosamente, Ernesto.


  87. ernesto ( USA )

    A JULIANA ON CANADA.

    con ritardo leggo la tua che ci ricorda “l’elogio della donna forte e virtuosa” , descritto nella BIBBIA, Proverbi 31:8. E’ grande! Grazie.
    Ciao, Ernesto.


  88. fernando fancelli ( San Paolo , Brasile )

    La donna.
    Non si deve ammirarla e venerarla solo oggi, ma sempre.
    L´uomo deve essere rispettoso, e comprendere l´universo femminile e dargli spazio e sostenerlo, senza interferire. E cosí la donna intelligente, non deve copiare l´uomo e essergli concorrente, civetteria spicciola, ma anzi, essergli d´aiuto specie in questo mondo dove la globalizzazione ci ha traditi tutti, se ne vedrá di belle…
    UN forte abbraccio a TE Francesca.


  89. luciana cianfarani ( roy, mi , usa )

    A tutte le donne un augurio per questa giornata dedicata a noi. Poi a MAURIZIO DAL MESSICO. voglio tanto ringraziare tua madre per averti cresciuto con tanta sensibilita` verso il sesso debole e per i tuoi propositi perche` bensi ci sono stati tanti cambiamenti ancora c’e` molto lavoro da fare. Io mi auguro che davvero ci siano tanti Maurizio in questo mondo. Con affetto a tutti. luciana


  90. Angela Testa ( Toronto , Canada )

    …..ciao Francesca, oggi Giornata Internazionale della Donna,tutti questi maschietti così`sdolcinati..carini…poeti.. mica avranno qualcosa da farsi perdonare dalle loro compagne? Non voglio essere cattiva,ma, mi sembrano quelli che si recano in Chiesa solo a Natale e Pasqua…!!!!! Ciao ciao
    Se sapeste quanta neve sta cadendo…altro che alberi in fiore..


  91. SILVIA-SÂO PAULO-BRASILE

    Carissimi tutti:mi sembra di ricordare che il compleanno di Francesca é verso fine marzo,il 28 o il 29…se non sbaglio….certamente non oggi…….questo ha la faccia di un “servizio” ma non é una nota di servizio,ma penso ,se sto nel giusto ,che lo puo diventare….solo perche ho letto nel blog tanti facendo auguri di compleanno,o mi sbaglio?in tutti i casi pure se mi sbaglio resta come una specie di memorandum….Un abraccio a tutti voi


  92. Gesualdo ( Guanare , Venezuela )

    SALVE FRANCESCA E COLLEGHI BLOGHISTI, bensi credo che gia per i miei continui impegni fuori citta sono poco frequentatore, comunque condivido con Silvia del brasile e Mena dagli usa che nel tempo libero vi assicuriamo che leggiamo a tutti, e da mia parte ricevete tanti complimenti per il livello dei commenti, specialmente per..!!?&?!!..scusate ma gia conosciamo ai cervelloni del Blog: 5 uomini e 5 donne.
    Certamente oggi, parlando di parita’, Francesca ci invita gentilmente a gridare: W LA FESTA DELLE DONNE, 1908 al 2008 si compie cent’anni e questo 8 di marzo anche in Venezuela e’ molto atteso ,perche si organizzano manifestazioni e convegni sull’argomento e certamente anche i fiorai stanno in attesa per vendere i mazzettini, non di mimose,papaveri o tulipani, ma delle rose rosse per voi DONNE, anche se ancora avete tanta strada da fare per garantire diritti e parita’…Su questo permettetemi i complimenti per le belle e intelligente Presidentesse di Argentina, Cristina Kirchner e di Chile, Michelle Bachelett, giacche i loro discorsi nella riunione speciale Latinoamericana a Sto Domingo sul conflitto Colombia-Ecuador-Venezuela-Nicaragua, hanno aiutato tanto alla grata fine sul conflitto armato in porta.AUGURI DI NUOVO A TUTTE LE DONNE, specialmente a Francesca e alle amiche del Blog.
    Pero..c’e sempre un PERO. RAGAZZE tutti salutiamo la donna nella famiglia e nella societa occidentale, i suoi nuovi ruoli e funzioni sociali ma questa rivoluzione culturale che apre l’epoca moderna e’ necessaria al piu presto, anche nella cultura orientale, specialmente l’islamica e condivido un editoriale di un giornale “..a tutte le donne che oggi giorno urlano in silenzio, a quelle che non possono vivere la propia femminilita, alle donne che dedicano la loro vita agli altri, alle donne intrappolate dai preconcetti e dalle ipocresie”.
    DONNE..in bocca al lupo e tanti abbracci. GESUALDO


  93. Giuseppe ( Connecticut , Stati Uniti d' America )

    Per chi vuol conoscere altri proverbi….

    Proverbi Italiani
    – Donna proverbiosa, donna giudiziosa.
    – I proverbi son tutti provati.
    – I proverbi sono farfalle: alcune si pigliano altre scappano.
    – I proverbi sono la sapienza dei secoli.
    – I proverbi sono la sapienza dell’uomo.
    – I proverbi sono le sentenze del popolo.
    – Il proverbio s’invecchia, chi vuol far bene vi si specchia.
    – Nessun proverbio mente, solo il suo […]


  94. LILLA ( BUENOS AIRES , ARGENTINA )

    Tanti auguri alla cara Francesca e a tutte le donne del blog!
    Omaggio in particolare alla cara nonna Lea, una donna eccezionale con maiuscula!
    Ancora unaltro umile omaggio alla mia cara nonna Baldina che forse dal cielo lo veda, pur essendo lei nata e lasciata nella ruota d’un ospizio senza avere conosciuto la culla materna é stata per me fondatrice responsabile della mia bella famiglia d’oggi.
    Perché non ci dovrebbe essere un giorno della donna? Tutti i sette sono giorni nella settimana ma ce ne é uno speciale ed é la domenica o…no?
    Va be…ciao a tutti!


  95. Claudia ( Buenos Aires , Argentina )

    Auguri a te Francesca, a Nonna Lea e a tutte le donne del blog, anche se per me una donna fa un lavoro silenzioso i 365 giorni dell’anno.
    A Buenos Aires questa data viene ricordata ma da pochi anni e non c’e l’abitudine come in Italia di regalare la mimosa. Personalmente ho ricevuto qualche mail (di donna) salutandomi.
    Mio padre quando venne in Argentina era gia grande e sposo subito mia mamma -molto giovane lei-, lui non voleva stare da solo.
    Mia mamma di papa italiano ma siciliano, invece mio padre umbro. Cio che mi e interessato di mia madre e stato l’interesse d’imparare le tradizioni e le usanze della terra di mio padre; oggi mi sembra che lei e piu attacata alla terra umbra che ha presso come propria. E questo atteggiamento l’ ho visto in molte donne…
    un saluto da buenos aires
    Claudia


  96. Stefano Mollo

    Per PAOLO MASSETANI ( São Paulo [SP] , Brasil )
    8 Marzo 2008 alle 20:25 ;

    Paolo, “Moglie e buoi dei Paesi tuoi” e’ di certo una massima vera (non l’ ho mica inventata io…), ma e’ vero che non e’ assoluta; anche io conosco italiani sposati con Ecuadoriane, da molti decenni; alcuni sono pentiti ma stanno ancora li’, altri sono felici e sono stati fortunati.

    In linea generale, gia e’ difficile la relazione fra due persone appartenenti alla stessa cultura, se poi le culture sono differenti, la cosa si fa piu pesante.

    Ma NON impossibile, prova ne e’ il fatto che TU sei felicemente sposato con una Bralisiana di origine Giapponese!

    Io, per quanto mi riguarda, ho deciso che BASTA, se una prossima ci sara’, sara’ ITALIANA, perche’, per quanto mi riguarda, io ho capito che non sono adatto alle unioni/matrimoni/relazioni personali con persone di altre culture. La prossima dovra essere ITALIANA VERACE, magari di Roma o dintorni, …. (Forse esagero, ma se sapeste la mia storia, capireste…)

    Ma questo sono IO (But that’s me…), e non dico che in termini assoluti non possa funzionare.

    Per quanto mi riguarda, solo la donna ITALIANA ha certe caratteristiche che io considero necessarie per poter stabilire una relazione sana e duratura.

    Tu Paolo, hai avuto fortuna.

    W le Donne. Il nostro indispensabile complemento, che a volte ce fanno vede’ anche li sorci verdi …..

    Stefano.


  97. Stefano Mollo ( Roma , Italia )

    Me so’ dimenticato de mettece la citta’ e la Nazione da dove scrivo …. mannaggia li pescetti ……

    Stefano.-


  98. PIERO LUCENTE ( Windsor ,ONT, , CANADA )

    Ciao Francesca,

    A voi Donne, un augurio particolare,
    al vostro GIORNO

    Per NONNA LEA,
    Sempre pronta con le tue bellissime poesie.
    Io me ne ricordo una, che non l’ho mai dimanticata,
    anche perche questa piccola poesia d’amore era scritta
    su una cartolina che arrivava dalla Svizzera,e per
    sbaglio il postino la porto’ alla Sartoria dove
    io l’avoravo; “avevo quasi (11) anni d’eta.
    E diceva cosi’>
    HO BUONA CARA MIA BENCHE DISTANTE
    DAL CARO VOLTO TUO L’ALMA DOLENTE
    LA LONTANANZA NON E MAI BASTANTE
    A FAR DIMENTICAR L’AMORE ARDENTE

    SE DORMO IDOLO MIO FACCIA DI ROSA
    SOGNO DI ABBRACCIAR LE TUE CATENE
    SE VOGLIA ANCOR IDDIO DI OGNI AMANTE
    SEMPRE L’IMMAGINE TUA PORTO PRESENTE.
    ……………………………..

    NONNA LE….
    Il mondo e cambiato, di quel poco che ricordo
    da quand’ero in Italia, quelle Cartoline d’amore
    che si scambiavano, l’uno con l’altro, tutto all’allaperto, cartoline senza nemmeno la busta,
    amori piu’ semplici,piu’ naturali, e sopratutto
    amori SENTIMENTALI.

    BE… Auguri anche a te NONNA LEA

    Ciao
    Piero


  99. Roberto Giordano ( Concord,Ontario , Canada )

    A Francesca e a tutte le donne lettrici del blog i miei piu’ sinceri auguri per la festa delle donne.Mi dovete scusare se le faccio con ritardo ma sono stato molto occupato a spalare la neve che da ieri sera (Venerdi) sta cadento copiosa e dovrebbe cessare questa notte (Sabato).Comunque di nuovo tanti auguri a tutte le lettrici.Ciao a tutte,Roberto.


  100. Roberto Giordano ( Concord,Ontario , Canada )

    P.S.Francesca, dimendicavo di augurarti un felice compleanno e fammelo dirtelo,non sei cambiata per niente dall’anno scorso,anzi sei ancora piu’ bella Ciao e auguroni.Roberto.


  101. roy ( sydney , Australia )

    Cara Francesca,
    e per tutte le donne del salotto
    (con un po di ritardo) vi offro tanti saluti
    per la Festa De La Donna.,anche se onestamente credo
    che non e’ solo oggiche uno festeggia quello che sente
    verso le donne (particolarmente quando si tratta della
    proprio moglie, compagnia), pero e sempre importante
    che vengono ricordati i dati e’ le circostanze storici.
    Communque, per farmi perdonare il ritardo,
    vorrei offrire a tutte le donne nel salotto,compresa
    Francesca,un piccolo degustazione VIRTUALE della torta
    di gelato alla mimosa. Percio, tutte le donne, vi mettete sedute, occhii chiusi!!! cosi venite servite,
    da noi uomini, ognuno di voi riceverete un piattino
    dove troverete(virtualemente)una torta di gelato, formato di un alberello,al gusto di mimosa.
    Sempre con occhii chiusi, man mano che vi portiamo
    il vostro piattino, sentirete il profumo della mimosa,
    poi su l’assagio sentirete il fresco del gelato,pan di spagna e panna fresca tutto al sapore di mimosa,
    con una spruzzatina di cioccolato grattugiato.
    Speriamo vi piace, per me SEMPRE WW LE DONNE!!
    Siete tutte BELLE!!!
    grazie Francesca,
    un bacione a tutte le donne
    p.s. una piccola ricerca, qui in Austrlia, l’uniche
    feste che riesco trovare in agosto, si tratta del
    1 agosto, per festeggiare il compleanno per tutti i
    cavalli, non e’ che ce’ qualche messagio di nascoste!!
    un abbraccio
    roy


  102. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca, tanti auguri a te, nona Lea e amiche del blog.
    In Argentina si festegia questo giorno, si regalano rose e altri fiori. Le mimose e un albero che fiorisce nel mese di agosto-settembre osía nella nostra primavera. Oggi c’é stata una manifestazione per le strade della cittá per richiamare quelli diritti che ancora non si rispetano nel mondo e dove tante donne ancora sono sottomesse.
    MI sono piaciuti i commenti dei amici del blog, soprattutto quello di Maurizio del ore 1.41.
    Sto guardando nella TV la festa della vendimia che ogni anno, come é tradizione si festeggia nella provincia di Mendoza, nel palco scenico sfilano le diverse comunitá che sono venute in Argentina e proprio in questo momento stano ballando la tarantella ricordando precisamente la comunitá italiana che ha portato la cultura della vendimia in Argentina.
    Un ricordo a due grande donne, mia mamma Lina e Sor Serena.
    Saluti a tutti


  103. luciana cianfarani ( troy,mi , usa )

    Cara Francesca, la provincia di Frosinone e` la fonte dell’emigrazione iniziando da prima del 1900 fino al 1970 con il grande flusso dopo la II guerra quindi di queste storie si potrebbero scrivere volumi.Mio nonno materno venne negli USA ancora celibe ritorno`in Italia sposo` mia nonna nacque il primo figlio e lui ritorno` in America ogni 2 anni circa ritornava metteva al mondo un altro figlio e di nuovo in America per ben 6 volte, e mia nonna mandava avanti la famiglia in Italia fino al 1927 quando mori lasciando 6 figli dai 18 a 6 anni e mio nonno era in America. Lui non ritorna, penso` di farsi raggiungere dai figli cominciando con il primogenito, poi il penultimo e si trovarono nel mezzo della depressione, finalmente nel 1937 l’ultimo maschio varca le soglie americane e nel giro di 2 mesi mio nonno muore di un incidente sul lavoro. Tre figli in America e tre figlie in Italia, scoppia la guerra e ognuno si fa la sua vita. Poi negli anni 60 le tre figlie con le loro famiglie emigrano anche loro in America ed eccoci tutti qui.
    Questo e` solo un aneddoto di tutte le storie molto simili o anche peggio quando il marito abbandonava tutto e tutti e le donne non erano ne` vedove, ne` single e ne` sposate. Tanti sacrifici, tante lacrime e tanta solitudine.Sarebbe bello poter raccogliere tutte queste vicende come testamento a tutte le donne che hanno sostenuto i loro mariti senza mai chiedere niente. un abbraccio a tutti, Luciana


  104. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Ciao Francesca, la festa delle donne si è estesa quasi per tutto il mondo, ma ormai è già domani.
    In questo momento sto guardando ( SAN REMO DALLA A ALLA Z ) preseta Massimo Gilletti, è un bel programma
    di vecchie canzoni ed cantanti dei vecchi tempi, mi sto divertendo moltissimo, con le vecchie canzoni, qui
    sono le ore 9:45 P.M. ed questa notte si cambia l`orario come ho già detto prima, quest`anno l`ho stanno fancendo con tre settimane di anticipo. Toronto è pieno di neve sta nevicando da ieri sera ed nevica
    ancora, ed molto freddo, speriamo che domani sarà un pò
    migliore.
    Francesca io ti ringrazio ed ti saluto. Francesco


  105. Carla ( BALI , INDONESIA ASIA )

    Luciana la tua bellissima e commovente storia riassume tante storie simili,che a volte vengono dimenticate specialmente dalle generazioni nuove e lontane.
    Io dico che le donne sono sempre pronte a sacrificarsi per i loro uomini ma per loro e’ altrettanto???MAH
    Un abbraccio a tutti gli amici
    carla


  106. Vincenzo Lettieri ( SCHAUMBURG IL, )

    Tantissimi Auguri a tutte le Donne del Nostro Salotto per la festa delle Donne, in modo particolare gli auguri vanno alla Conduttrice!!

    DALLA VITA NUOVA
    DI DANTE.

    Ecco per voi (Donne che avete intelletto d’amore)

    Donne che ch’avete intelletto d’amore,
    i vò con voi de la mia donna dire,
    non perch’io creda sua laude finire,
    ma ragionar per isfogar la mente.
    Io dico che pensando il suo valore.
    Amor sì dolce mi si fa sentire.
    che s’io allora non perdessi ardire,
    farei parlando innamorar la gente,
    E io non vò parlar sì altamente,
    ch’io divenisse per temenza vile;
    ma tratterò del suo stato gentile
    a respetto di lei leggeramente,
    donne e donzelle amorose, con vui,
    chè non è cosa da parlarne altrui.
    Angelo clama in divino intelletto
    e dice: Sire, nel mondo si vede
    maraviglia ne l’atto che procede
    d’un’anima che nfin qua su risplende(…)

    Un cordiale saluto a tutti. Vincenzo


  107. Carmela Celentano ( São Paulo , Brasil )

    Ciao Francesca,
    auguri sinceri a te, grande donna, in questo giorno che si festeggia il nostro giorno.

    Un abbraccione.

    Auguri anche a tutte le donne di questo blog e
    saluti agli uomini.

    Carmela Celentano do Brasil


  108. Carmela Celentano ( São Paulo , Brasil )

    Roy

    grazie della torta di gelato alla mimosa…è stata semplicemente gustosissima…

    E grazie a tutti per gli auguri, siete gentilissimi!


  109. Lea ( Roma , Italia )

    Rifacendomi alle bellissime cartoline del tempo antico, io conservo tutte quelle che, ogni giorno, mio padre scrisse a mia madre, prima della mia nascita , dalla zona di guerra. si erano appena sposati e lui dovette partire,mentre lei rimase coi propri genitori fino al suo ritorno. io ritrovai la cassetta dove erano conservate ,quando loro non c’erano più e in quelle cartoline io ritrovai tutto il loro grande amore che rimase intatto per tutta la vita e fu d’esempio a tutti noi discendenti.

    VECCHIE CARTOLINE

    Sento fra le mie mani palpitare
    la traccia di due vite trapassate.
    Son teneri ricordi di due cuori
    che d’un amore fecero un poema.

    Cartoline ingiallite, trattenute
    da un nastro che fu rosa carnicino.
    Quel nastro tiene ancora nel suo nodo
    sospiri ardenti e tenere parole.

    Pur s’è sbiadito il nastro
    e spenti i cuori
    vive ancor fra le righe
    il grande amore.

    Nonna lea

    beate le donne che hanno accanto uomini sensibili e sempre innamorati!


  110. Enzo ( Buenos Aires , Argenttina )

    Cara Francesca,

    a proposito dell’8 marzo……Affinchè l’uomo/maschio,non APPRENDERÀ CULTURALMENTE che la donna/femmina è UGUALE, in tutto e pertutto a lui, con la sola differenza degli organi sessuli, la festa sarà sempre un’UTOPIA e null’altro.
    Un cordiale saluto.
    Enzo.


  111. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Ciao Francesca, oggi gli uomini in Italia sono tutti
    condenti immagino, perchè le loro mogli non gli hanno
    lasciati soli per festeggiare, oggi stanno in casa insieme ai loro mariti visto che la festa delle donne è finita.
    Dico questo perchè ho dei fratelli in Italia, che mi
    raccontono comè per loro la festa delle donne, ma niente di male, anzi sono anche un pò condenti che le
    moglie escono da sole con sorelle ed amiche.
    Finalmente! Francesca a smesso di nevicare ed c`è un
    bel sole ma Sempre freddo, ma! Con il sole è un`altra cosa. Buona giornata Francesca ti saluto Francesco.


  112. Umberto Virgillo ( Minneapolis , U.S.A. )

    Se bene ho gia’ inviato il messaggio di auguri a tutte le donne,solo adesso mi sono accorto ,di avermi dimenticato di allegare la poesia dedicata a tutte le donne,meglio tardi che mai.

    “La donna ”

    La donna e’ profumata;
    piu’ di un fiore;
    il suo amore, nasce dal profondo del cuore.

    La donna e’ l’amor divino,
    la quale segna dell’uomo il destino,
    con un bacio ed una tenerezza,
    dell’amor ci fa sentire l’ebbrezza.

    La donna e’ una ardente fiamma,
    amata dall’uomo;
    come una vera mamma.

    La vita sarebbe inconcepibile,
    per l’uomo vivere, senza una donna ;
    cio’ fosse impossibile.

    La donna con il suo sorriso giocondo;
    e’ il bene piu’ corteggiato del mondo.

    In questa giornata festosa;
    dimostriamo alla donna del cuore,
    offrendoci un rametto di Mimosa;
    tanto affetto, tanto amore .

    Umberto Virgillo


  113. anna-Brasile

    Roy 3.24 – Il dolce era una delizia, Grazie virtuale
    Anna


  114. Maria Mandarino ( Toronto )

    Ciao Francesca. L’argomento è molto interessante e mi associo agli auguri anche se come gia detto da tante amiche la nostra festa è tutti i giorni. Dove mi trovo il tempo è magnifico e ho anche ricevuto la mimosa in regalo che qui si usa. Un abbraccio a te. Saluti a tutti


  115. Giuseppe (Dal Canada)

    Buon giorno! Francesaca.
    Bella giornate di sole oggi a Toronto, ma molta neve da spalare. Che bello! il cielo limpido e azzurro il sole che riscalda l’aria e i dintorni ricoperti della candida neve.
    Ieri sera nonostante l’abbondante nevicata dietro invito di un amico di famiglia, con mia moglie siamo andati a una festa danzante con cena, di una “clab” appartenente a un paesino degli Abbruzzi chiamato “Palena” in provincia di Chieti. Una bellissima serata dedicate alle donne, con mimose per tutte le donne importate dall’Italia,e una squisitissima cena. Abbiamo passato una meravigliosa serata ballando e cantando le vecchie canzoni italiane con un gruppetto di musicisti venuti per l’occasione dal suddetto paese.
    Per nonna Lea: come sempre tutte le sue poesie sono meraviglionse ma la sua ultima mi ha toccato veramente l’animo anch’io conservo una cartolina che mio padre scrisse a mia madre quando era”alpino” in provincia di Bolzano negli anni quaranta.(Vorrei avere un pizzico della sua bravura)
    Per Angela Testa: Andare in chiesa a Natale e Pasqua’e meglio che niente……Ciao Francesca! Ciao amici Blogghisti!


  116. Dino ( Rende , Italia )

    Ciao Francesca, sono il nipote di Maria Mandarino e volevo partecipare anch’io. Faccio i migliori auguri alle donne del salotto per ieri, per oggi e per tutto l’anno: le done sono così importanti che vale la pena festeggiarle sempre. Ricambio il bacio a Maria Rosa Colombo (Lujan , Argentina ) e la ringrazio. Saluto Carlos Castiglione e tutti voi. Dino


  117. BRUNO PABLO ZITO ( BUENOS AIRES , ARGENTIN )

    Ciao Francesca, come stai?
    Sono Bruno da Buenos Aires Argentina.
    Qui faccio il presentatore RADIO TV
    Ho in mente fare un programma come quello che tu conducevi alla RAI.
    Saro lieto d’intervistarti a Buenos Aires.
    Ho anche inserito un banner del tuo blog nel mio sito http://zito.blog.terra.com.ar/
    Un bacio e ci sentiamo,
    Bruno.


  118. vittorio galli ( Buenos Aires )

    Che argomento! Infinito! non si potrà mai scrivere abbastanza. Ma non voglio ricordare l’8 marzo, la donna è sempre donna, tutto l’anno, così come l’uomo. Invece, vorrei fare una considerazione. In una canzone di Sergio Endrigo, il testo diceva: “che fatica essere uomini” e gli “Uomini” – come diceva Napoleone – sono rari.
    Che fatica mantenere i propri principi, essere responsabili, mantener fede alla propria parola data. Ma esiste anche un altro detto: Accanto a un grande uomo c’è sempre una grande donna.
    Che significa questa premessa? Che uomo e donna devono integrarsi, devono (qui sta la fatica) essere responsabili delle proprie decisioni e delle proprie azioni; delle perole dette, delle affermazioni e delle negazioni, ma soprattutto dell’onestà, nel non accettare compromessi ogni giorno.
    Che fatica essere uomini, ed anche essere donne…
    Ho finito il sermone, ma non la voglia di continuare nel mantenere la parola data, e nell’arrabbiarmi sempre quando devo “perchè mi viene imposto”, accettare un compromesso.
    È un piacere grande, però, pensare e sapere che esistono certe persone, persone un po’ (o molto) speciali con le quali dialogare e avere sempre il conforto di sapere che a queste persone ci si può rivolgere per unoi scmbio di idee e di contenuti.
    È un piacere sapere che esiste una Teresa Fantasia (anche se un po’ troppo Sarda, un piacere che esistano donne in questa Argentina, che ricordano i loro antenati con la semplicità e l’amore familiare che molto spesso non si incontra, è un piacere leggere tutti i commenti, di uonimi e donne che si riuniscono in questi blog.
    È un piacere grande sapere che esiste una Francesca Alderisi che da la periodicamente la possibilità di far incontrare con questi commenti, uomini e donne di tutto il mondo.
    Dunque, un augurio a tutte le donne; a tutti noi, italiani all’ estero, che abbiamo la possibilità di incontrarci in forma epistolare attraverso questa “nostra” specialissima Francesca.


  119. Juliana On Canada

    A Luciana Cianfarani.
    Cara Signora con il tuo commento, sul Nonno e la Nonna mi ai toccato il cuore, Si’ quella volta era cosi’ si lasciava la famiglia e si andava a l’estrero in cerca di fortuna,anche i miei zii fecero la stessa cosa Ma quello che ho aprezato per il tuo Nonno e’ che non ha lasciata la moglie e son sicura che anche lui ha sofferto come la moglie, ora speriamo che non sucede piu’ queste cose, ma son sicura che se dovrebero sucedere,non credo che sarebbe la stesa cose di aspettarsi luno a laltro, oggi e’ tutto cambiato. ho visto che sei nella parte di Frosinone, non siamo poi tanto lontane, io sono della parte di Cassino ma provincia Caserta, un saluto a tutti del blog un abbracio a te cara Luciana, e a te cara Francesca, aprezzo il tuo lavoro, a big big hug amica nel tuo salotto Juliana


  120. Maurizio ( Atlanta , USA )

    Ciao Francesca,
    Buona festa della donna a te e a tutte le donne Italiane. Nel giardino davanti a casa mia c’e’ un bellissimo albero di susine che ho piantato 10 anni fa’. E tutto in fiore con fiorellini bianco rosa e mi ricorda sempre mia mamma che ora e’in Paradiso.
    Cambiando argomento, ho una domanda a cui forse tu o quacuno degli altri Italiani residenti negli USA potra’ sapere la risposta. Ho la necessita di richiedere il Codice Fiscale per i miei tre figli (nati qui negli USA e quindi cittadini sia USA che Italiani) e per mia moglie che e’ cittadina USA. In Italia lo richiederei all’Agenzia delle Entrate, ma qui negli USA, e’ vero che posso richiederlo al Consolato? E se e’ cosi’, a quale ufficio devo rivolgermi?

    Grazie e un caro saluto a tutti i connazionali.

    Maurizio


  121. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    Cara Francesca ti ringrazio tanto, sai che sempre saró vicina a te!!!!
    Condivido il commento di VITTORIO mi fa felice anche a me leggere i commenti!!!! Ringrazio a ROY la torta, una delizia, a ognuno di voi per le bellisimi poesie e commenti, bravo BRUNO che vuoi partecipare come DINO, un caro saluto e buona domenica carissimi amici e amiche!!!!!!!!


  122. ernesto ( USA )

    CARISSIMI,
    niente mimose alla Domenica Sportiva.
    Ho acceso la TV ed eccola li’ la cafonaggine attuale
    italiana in tutta la sua portata : la simpatica sorridente donna col caschetto biondo, che dovrebbe stare al centro del tutto, e’,invece, relegata in un angolino, IN PIEDI, nella indifferenza degli altri ineducati paparazzi, comodamente seduti.
    Ad un certo punto lei ha detto sorridente: “vorrei chiedervi….” , che ci sia stato un cane che abbia prestato attenzione. Si e’ spento il bel sorriso.
    vergogna! Io lascerei la trasmissione solo per questo.
    A parte la totale apologia solo per il calcio, il resto dello SPORT, soprattutto quello oscuro, nel sudore delle palestre e il piu’ povero, non esiste.
    Ciao, Ernesto.


  123. Giuseppe ( Connecticut , Stati Uniti d' America )

    Maurizio,
    il codice fiscale e` facilissimo a prendere. Vai su yahoo search e scrivi codide fiscale , ed il resto e` facilissimo, inserisci i dati richiesti. Adesso si puo` fare per i figli nati all’estero. Ciao, fammi sapere se riuscito o no.


  124. Giuseppe ( Connecticut , Stati Uniti d' America )

    Maurizio, meglio ancora ecco il sito.

    http://www.codicefiscale.com/

    Ciao Giuseppe


  125. grillo parlante - brazil ( campos gerais , BR )

    NESSUN COMMENTO SULL’ARGOMENTO…..siete troppo superficiali …donne di qui donne di la’….ueeeee ma ci sono cose piu’ serie …..su su a lavura’….vado a fare un tuffo qui ci sono 38 gradi e mi sono fatto una coda in macchina di 4 ore….

    ciao belle gioie….


  126. Marta Galzerano ( CHIVILCOY , ARGENTINA )

    A Roy:
    Ho assaggiato della torta virtuale. Buonissima!!
    Ma ne vorrei un’altra porzione, se è possibile; sai, io sono un pò golosa di dolci.
    Vi ringrazio degli auguri, dei commenti e delle belle poesie, che vengono dedicate a tutte le donne che partecipiamo al blog.
    Ciao, Marta.


  127. anna-Brasile

    Per piacere, vorrei chiedere a qualche italo/brasiliano che fiore (in portoghese) corrisponde alla mimosa. Ho solo il Zingarelli che non traduce ed il dizionario brasiliano italiano, non vicevers, debbo comprarlo…
    Grazie, è da tempo che volevo chiederlo e mi dimentico sempre, che fiore è, c’è in Brasile?
    grazie e scusate l’ignoranza
    Anna


  128. Maria Rosa Colombo ( luján , Argentina )

    Cara ANNA da noi in Argentina la mimosa e´AROMO, non so in postoghese, un bacio per te


  129. Vincenzo Lettieri ( SCHAUMBURG IL, )

    Carissima francesca come va?
    Per quando riguarda all’emigrazione vorrei narrare parte dun racconto tratto dal mio libro “Una Vita Vissuta A mentà” per dire di come andavano le cose nella nostra Calabria, dopo la seconda guerra Mondiale. Infatti la gente faceva di tutto per potere emigrare in qualsesi parte del mondo…

    “IL SOGNO AMERICANO”

    Intanto nella mia mente passavano i pensieri più ambiziosi. Non volevo più fare il piccolo sarto di paese, bensi diventare uno stilista di grido. Inoltre, avevo raggiunto il ventunesimo anno d’età ed ero fidanzato con la ragazza che in seguito diventò mia moglie. Ricordo che i nostri incontri amorosi si svolgevano sempre all’aperto, dato che per noi giovani di belle speranze, ma dalle possibilità economiche limitate, non esistevano luoghi adatti per appartarsi, nè tantomeno ci era consentita una certa libertà d’incontrarci. Era difficile, quindi, avere un pò di privacy.Ma un pomeriggio, mentre conversavamo sul nostro avvenire, di Colpo Rachele si mise a piangere e singhiozzando mi rivelò che i suoi genitori desideravano che lei emigrasse in America. Mi spiegò che doveva partire per non perdere l’occasione di conseguire la cittadinanza americana, in quanto secondo le leggi del tempo, tra tutti icomponenti della sua famiglia lei era l’unica che potesse emigrare. La notizia per me fu come una pugnalata al cuore e col passare dei mesi mi accorsi che la sua partenza in America diventava sempre una triste realtà. Fu così che la giovanissima ragazza, a malincuore e all’età di solo sedici anni, il dodici dicembre del 1954, dovette lasciare il nido natio e partire per una terra a lei sconosciuta. Ancora minorenne, fu affidata alla tutela di un conoscente della famiglia, un certo Fausto Arnieri che a quel tempo abitava in un paesino chiamato Flavetto, situato nel meraviglioso corollario della fascia presilana e non troppo distante da Celico. Il Signore Arnieri era un vetarano dell’emigrazione ed aveva già fatto deiviaggi a


  130. Vincenzo Lettieri ( SCHAUMBURG IL, )

    Continua,
    Chicago. Una volta in America, Rachele mantenne la promessa d’amore e dopo circa venti mesi, ritornò a celico dove ci sposammo. Dopo di che, riparti per gli Stati Uniti e in un secondo momento, mi fece quello che allora veniva definito, l’atto di richiamo. Cosicchè, anch’io partii per la terra del sorriso, lasciando i miei cari ed il mio grazioso paesetto.(…)
    cara francesca e tutti mi voglio augurare che ciò che ho scritto non abbia annoiato nessuno. Un cordiale saluto a te Francesca e tutti i componenti del Blog.


  131. luciana cianfarani ( troy, mi , usa )

    Ciao a tutti, vorrei ringraziare Carla e Juliana per i commenti sul mio racconto che come ho gia` detto sfortunatamente e` uno dei tanti.
    poi a Ernesto, hai proprio ragione per l’osservazione che hai fatto riguardante l’altra Francesca (dello sport) mi sembra un maggiordomo sempre in attesa. Non si considerano alla pari c’e` quella gerarchia che non morira` mai, molto disturbante. Tante belle cose, luciana


  132. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl,USA )

    Anna 21:17 e a chi puo’ interessare, vi mando un sito dove potete tradurre velocemente una parola o una frase in qualunque lingua , e’ di facile consultazione, piu’ veloce che usare un dizionario,io ne faccio uso frequentemente.
    Spero vi possa servire. http://www2.worldlingo.com/it/products_services/worldlingo_translator.html

    ERNESTO,LUCIANA a proposito di donne nello spettacolo,

    Il primo conduttore ad avere una valletta, se non sbaglio, fu Mike Bongiorno, all’inizio non doveva fare nulla solo essere carina, bella ma non troppo, sorridere e portargli le buste da leggere…ricordo in un intervista che Mike disse che siccome le donne si stavano mettendo al pari degli uomini decise che oltre a sorridere potevano anche presentare i personaggi partecipanti nella trasmissione…e dire qualcosa, di solito non veniva permesso loro di dire niente di intelligente ovviamente!
    Se la memoria non mi tradisce fu Sabina Ciuffini ad iniziare seguita poi da altre innumerevoli vallette, mi pare che anche la nostra “amica” Gigliola Cinquetti fu una di loro.
    Come vedete non e’ cambiato ancora nulla, anzi secondo me la situazione e’ peggiorata visto che ora va alla grande la “bellona super corazzata” e a seconda delle trasmissioni, intelligente o foca (chiedo scusa alle donne e alle foche) affiancata da un uomo mediocre sia fisicamente che intellettualmente.
    Che tristezza, altro che parita’!


  133. ernesto ( USA )

    VINCENZO LETTIERI,
    ma quale noia, Vincenzo!…avvincente ed unica,credo,la storia tua e della ragazza, poi tua moglie. Ed hai avuto il successo che desideravi.
    Dalle mie parti c’e’ un altro antico emigrante calabrese che tanti decenni fa lascio’ anche lui il suo paese col mestiere di sarto: Antonio Sciammarella.
    Ha, al centro della citta’, un affermato negozio di abiti maschili molto conosciuto. Anni fa resto’ vedovo,
    il suo profondo dolore, il distacco dalla compagna dopo decenni di vita e lavoro in comune, resto’ dentro di lui, forse per non turbare i clienti, forse per natura. Non lo vedo da tempo. Devo andare a trovarlo, quanti anni ha….vicino agli ottanta,credo.
    Saluti, Ernesto.


  134. ernesto ( USA )

    FRANCESCA…..E TU ??
    Coma hai trascorso l’otto marzo? Quanti omaggi avrai ricevuto dai tuoi amici li’…e i fiori?
    Dicci che e’ stato un giorno sereno.
    Ciao, Ernesto.


  135. Maria Rosa Colombo ( Luján , Argentina )

    VINCENZO bellisima tua storia!!!!!!! grazie Claudia per il sito. Ernesto di sicuro Antonio sará felice della tua visita!!!! Baci a tutti


  136. Flavia Mea Pola ( São Paulo , Brasil )

    Ciao Francesca!
    Scrivo oggi per andare in aiuto a Carla del Brasile. La mimosa si chiama anche mimosa (pronuncia mimoooza) io ne ho un albero piantato a casa comperato da un vivaista italiano,Signor Remo Lovisolo di São Roque (SP)
    La mimosa é il simbolo della donna ma anche della primavera e tutto quello che racchiude la primavera,il rinnovo,la speranza di un nuovo futuro….
    Saluti a tutti


  137. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Le donne sono importante anche in politica. io penso che si battano un pò di più degli uomini.
    Questo si nota ai paesi dove le donne sono le prime ministre. in Italia ci vorrebbero più donne nel governo
    perchè sono più affitabile ed combattive, vi ricordate
    cosa a fatto la Merlini? A vinto ed a ottenuto quello
    che à chiesto cioè la loro libertà, poi la giornata delle donne de l`otto marzo. Se poi pensiamo a come è
    oggi non è colpa sua, il sistema è tutto cambiato ho
    forse ha cambiato la politica? Per non dire i pol.
    Francesca sè ho detto qualcosa che non và chiedo scusa.
    con affetto ti saluto. Francesco.


  138. Maurizio ( Atlanta , USA )

    Grazie a Giuseppe per il consiglio sul sito su cui calcolare il Codice Fiscale. Avevo gia provato su indicazione di un amico e ha funzionato. Il problema e’ che voglio essere sicuro che sia legale perche’ sembra troppo facile.

    Maurizio


  139. Giuseppe (Dal Canada)

    Francesa!!!!
    Che’ RABBIA! Oggi per caso ho scoperto che l’anno scorso tu sei venuta a Markham (La cittadina di mia residenza)nella sede della Valle del Savuto Club, il quale dista circa un chilometro da casa mia….Mi sto a mangiare le mani dalla rabbia per aver perduto l’occasione di averti potuto incontrare.Ho visto tutte le bellisime foto dalle quali ho riconoscito tanti dei personaggi. Quel sigore che ai posto il tuo autografo sulla giacca con la scritta Italia (Vito)quando lo vedro’ gli do’ un pugno su un occhio(Scherzo ovviamente….) lui era l’allenatore della squadra di calcio dove giocava mio figlio.E quel sigore che canta con la chitarra (Franco)vecchia conoscenza.Io mi auguro che ci sara’ un’altra occasione di poterti inconrtare e farmi una foto insieme a te.Scusa la fuoriuscita di strada ma dalla rabbia mi mangerei un pezzo del compiuter.Ciaooooo!


  140. FEDERICO ( KEY BISCAYNE , FLORIDA , USA )

    CARA FRANCESCA,

    LEGGENDO TUTTO QUELLO CHE SI E’ SCRITTO SULLE DONNE……….

    SONO CONVINTO CHE QUALCHEDUNO ( TU ) POTREBBE SPINGERE

    MONDIALMENTE LE DONNE AD ENTRARE IN POLITICA.

    LA MIA SECONDA EX ,PARLANDO UN MAL INGLESE E’ DIVENTATA CONSIGLIERE

    E VICE SINDACO DI DOVE VIVO.CONTINUA AD ESSERE UNA ATTIVISTA……..

    VORREI CHE NELLA PROSSIMA VITA PUR NASCENDO UOMO…..RICEVERO’

    LE FAMOSE MIMOSE E IL PREMIO PER CAMBIARE I PANNOLINI , PORTARE I

    BAMBINI ALLA SCUOLA.

    DOMANDA AL TUO BEL SALOTTO,CUANTE DONNE VORREBBERO PARTICIPARE IN

    POLITICA.E’ IL MOMENTO PERFETTO NEL MONDO, PER CAPOVOLGERE LA

    POLITICA.!!!!!!!!!!!!!

    FORZA DONNEEEEEEEEEEEEE


  141. Rachelina ( rachelina , buenosaires )

    carissima francesca
    mi e piaciuto moltissimo il tuo articolo sulla festa
    della donna d’8 marzo che si festeggia ormai in
    quasi tutti i paesi,,anche se molti non gli danno
    importanza che dovrebbe avere,, per mea un importanza speciale perche era il compleanno della mia mamma,,che in questo giorno avrebbe compiuto 90
    hanni che dirti di lei una donna speciale in tutti i sensi quelle donne di ferro che era capace di darsi tutta per lasua famiglia donne di coraggio a tutta prova che lavorava da sarta fino atarda ora e al mattino era la prima alzarsi per acudire noi figli,,famiglia numerosa e quando non c’era molto lavoro nel paese il papa emigrava dove trovava lavoro e lei restava sola in casa cotutto il peso della numerosa famiglia erano tempi difficili enel tempo della guerra io che ero lamaggiore di tutti mi ricordo i sagrifici di queltempo che grazie a lei e il suo lavoro ecoraggio non abbiamo sofferto tanto la fame,,per questo abbiamo poi emigrato in ARGENTINA e qui dopo diversi hanni dilavoro duro insieme amio padre muratore di mestiere emolto capace insieme si cosrtuirono la prima casa per la loro numerosa famiglia ancora tutti adolescenti
    per questi ricordi etanti altri,,per ilsuo
    compleanno parmettimi dire che l’8 marzo e il ricordo piu bello quello della mia mamma,,,,,
    MARIA CATERINA..


  142. teresa fantasia-Buenos Aires ( Buenos Aires , Argentina )

    ciao Francesca ciao a tutti gli amici ed amiche del blog .Carissima sono contenta che ti sia piaciuta la poesia NOI DONNE di Rosalaba Satta .
    Ringrazio al caro amico e collega Vittorio Galli per le sue parole a me indirizzate ,ahh si é vero Vittorio ,”sono un po troppo sarda” , forse perchè ci voleva una emigrata sarda ,che aviase una trasmissione radio con la “Sardegna nel cuore” ,visto che in Argentina dei quasi 200 programmi radio italiani ,nessuno o raramente parlava della mia Sardegna e nessuno metteva in onda la bellissima musica sarda!
    Ringrazio te Francesca perché mi hai ospitato in videoconferenza nel tuo bellissimo
    “Sportello Italia” ,per far conoscere la mia trasmissione radio”SARDEGNA NEL CUORE”
    tornado al argomento ,quello che ha scrito Ernesto
    acade purtroppo,anche al interno delle istituzioni e struture della coletivitá, sapete al CGIE quante donne ci sono?di Argentina una ,un tottale credo sono 4 , nelle liste dei candidati al parlamento per la circoscrizione estero? 1 un ogni lista ! tanto per non perdere il voto femminile.altro che pari opportunitá!
    sono stata presente in un congresso intercontinentale del CGIE svoltosi a Buenos Aires, al momento del intervento della dottoresa M.R.Arona , la stragrande maggioranza degli uomini chiacheravano tra di loro e guardavano l’orologgio non prestando la minima attenzione dovuta al meno per cortesia visto
    che parlava dei diriti mancati delle donne.
    quindi nulla é cambiato purtroppo .al momento dell
    intervalo ho rimproverato questo scortese atteggiamento
    a dei direttivi del CGIE:”Parlate estraparlate dei giovanni e delle donne ma poi in realtá i giovanni non li fate participare e alle donne neanche gli ascoltate!
    la risposta? “Be ma quello che ha diceva lo sappiamo giá” ,
    Ah
    per questo fatte orecchie sorde, perché non siete interessati a cambiare nulla!
    continuo un altra
    perche ho altro importantissimo da comunicare .


  143. luciana cianfarani ( Troy, MI , usa )

    Buon Giorno blogghisti, eccoci nel 2008 e finalmente gli states ha la possibilita` di mandare una donna al comando di questa nazione e invece penso proprio che non succedera`, chissa` se c’e` la paura che una donna possa fare meglio?? Forse come dice TERESA che gli uomini sono pronti ad ascoltare cio` che interessa a loro e si sentono che solo loro possono cambiare il corso della vita e per quello che loro decidono sia importante. A CLAUDIA, grazie per l’informazione molto utile e a VINCENZO LETTIERI bella la vostra storia d’amore che spero durera` ancora per tanti anni. luciana


  144. anna-Brasile

    Carissimi, certo la gentilezza di tutti del blog è immesurabile. Basta chiedere qualcosa ed ecco che hai la risposta.
    Ringrazio Maria Rosa Colombo Argentina per la sua informazione(poi ho saputo che in portoghese è mimosa proprio)Anzi ringrazio Flavia Pola 23.28Brasile che, non solo me lo informa ma mi dà pure l’informazione di dove trovarla.
    Hai ragione Claudia Roman 22.55, le donne oggi alla televisione sono solo quelle tipo cannone, e poi bionde per lo più. Va bene che oggi chiunque si tinge i capelli facile facile, ma debbono essere tutte uguali? Se tu guardi bene quasi non si distinguono, sembrano fatte col computer, e tutte avvantaggiate, anche se alcune un pò troppo.
    Grazie anche dell’indirizzo del traduttore, poi alla fine mi hanno detto che è uguale in italiano. Però Claudia, ridevo sotto i baffi (che ho dovuto prendere artificiali), sai perchè? Perchè pensavo che l’indirizzo è lungo il quadruplo della parola che cercavo. Ma ovviamente scherzo, ottima indicazione.
    Un abbraccio a tutti.
    P.S. Solo in questo blog stò venendo a conoscenza di reali storie di imigrazione, dico, quelle che sembrano favole per chi nonn le ha vissute. Che bei raconti, continuate a farli.


  145. Francesco da toronto ( TORONTO ON. , CANADA )

    Bella giornata oggi a Toronto, ma molto freddo, vedendo
    le partite ieri in alcuni stati di calcio si vedeva che
    pioveva forte, non credo che a piovuto a Roma nella
    partita dello stadio olimpico non sembrava che stava piovendo, tempo fà nei stadi si vedevono solo uomini ora
    si vedono anche molte donne, questa è una cosa buona molto bella vedere che anche le donne si interessano di sport. Ciao Francesca come và? Auguro che va tutto bene
    ti saluto ed un abbraccio Francesco.


  146. Maria Rosaria Martinelli ( Brooklyn,N.Y. )

    Cara Francesca ho dimenticato di farti gli auguri di buon Onomastico, visto che ieri era Santa Francesca Romana. CIAO Maria Rosaria


  147. Ivi ( Toronto , Canada )

    I suoi commenti sono scontati. Il fatto che lei possa ancora riferisi semplicemente a fatti scontati e sentiti 100 1000 1000000 volte mi fa veramente indignare…per chi ci ha preso????…pensa anche Lei che siamo qui a lavare panni con acqua e sapone??..allora noi possiamo pensare di voi Italiane tutte vestite di nero a cucinare con aglio con peli sotto le braccia eccecc…
    Se vuole scrivere un articolo decente forse dovrebbe usare meno condiscendenza e piu’ volonta’ di capire il contesto mondiale che ci riguarda…
    Per chiarire: anche io sono contro le quote rosa..nn voglio essere premiata perche’ donna (femmina come ha usato lei credo che nella mentalita’ degli uomini italiani significhi qualcosa di diverso!!) ma voglio essere riconosciuta perche’ valgo!!
    Distinti saluti
    Ivana Minnetti


  148. Rossi Arturo ( valencia , venezuela )

    Ciao e tanti auguri a tutte le donne.
    Volevo solo fare un commento riguardante “donne e buoi dei paesi tuoi”.
    Credo che questa sia una gran stupidata. E vero che sposando una donna straniera le cose si complicano un poco ma e’ anche vero che la vita senza sale non e’ niente.
    Non so se io ho avuto sfortuna ma ho avuto in italia due “morose” sono durate un paio di anni ognuna, ma sentivo che mi mancava qualche cosa. Che noia pazzesca.
    Avevo l’impressione di avere accanto a me una persona mezza donna e mezza uomo. Trovo questa corsa sfrenata della donna alla ricerca della parita’ dei sessi una stupidata. La rende uomo.
    La donna e’ nettamente superiore all’uomo, quello che l’uomo ha in piu’ della donna e’ solo la forza fisica, niente altro.
    Siamo esattamente come i leoni.
    Per questo l’uomo spesso usa violenza contro le donne perche’ sa di essere inferiore e non lo accetta.
    Ora sono sposato con una brasiliana, ho 2 figli stupendi (come la mamma)tutti e due lavoriamo e siamo felici. Non mi annoio mai perche’ lei e’ completamente diversa di me. Anche se abbiamo dei battibecco, quello che ci lega e che ci ha fatto incontrare e un mutuo rispetto e una attrazione naturale.
    Certo abbiamo modi diversi di vedere il mondo, abbiamo anche credenze religiose diverse, ma l’uno ha fatto capire all’altro che siamo diversi perche’ cosi e’ il mondo….diverso.
    Con questo voglo dire che non e’ detto che perche’ sposi una italiana, sarai felice e tutto andra’ bene.
    Io sono certo che statisticamente funzionano meglio i matrimoni misti.
    Comunque cercate di essere felici e rispettate le donne perche’ senza di loro siamo “TERMINTI”.
    Avete sentito che in base a certi studi la donna in futuro potrebbe auto-fecondarsi? cosi non serviremmo neppure per quello.
    Siamo fritti.
    Non cercate di modellare la donna secondo le vostre ideologie, cosi facendo non sarete mai felici, ne con una italiana ne con nessun’altra.
    Ciao da Arturo W le donne


  149. ernesto ( USA )

    LUCIANAAAAA,
    non si tratta di mandare una donna al comando della nazione…si tratta di mandare CLINTON che e’ diverso :
    si ai matrimoni omosesuali….si alla adozione di figli fra omosessuali,si allo sfascio finale di ogni legge morale…tipo certi miserabili partiti in Italia.

    IVI,
    ciao, come stai? piu’ bello e’ chiamarti per intero, cioe’ IVANA.
    perche? tu cucini senza aglio ? ha ottime virtu’ pulisce l’intestino, frena un po’ l’ipertensione e altre virtu’ speciali. Vuoi essere premiata perche’ donna, anche io voglio essere premiato perche’ uomo, ma sembra che non e’ possibile sia pewr me che per te.
    Ciao, Ernesto.


  150. ernesto ( USA )

    DONNE !
    Non vi siete scocciate di tutti questi elogi,salamelecchi,complimenti,leccature,riconoscimenti,
    mimoserie,lodi,poemi e poesie????
    State tranquille….da domani non cambia nulla.
    A comandare in tutto( e se qualcuno si oppone in nome della democrazia vi arrabbiate e gridate alla “parita’”) da domani, sarete SEMPRE VOI.
    Alla “festa della mamma” non partecipero’ al blog….
    chissa quante altre strombazzature, anche a quelle che gettano i neonati nei cassonetti e, primo premio assoluto, anche a quella che lo ha fatto fuori nella lavatrice. Poi, vi sono quelle che in casa non ci stanno mai in nome della “carriera”..chissa’ l’ordine e i figli.
    be’..basta,
    Saluto quel che resta di una DONNA di una volta, cioe’ di quelle normali.
    Ernesto.


  151. ernesto ( USA )

    FRANCESCAAAAA,
    e tu ?
    Non ti pronunci, non entri nell’arena, non partecipi,
    non prendi parte attiva, astensione totale,….in altre parole non te ne frega niente.
    Intelligenza superiore, cari miei blogghisti, lei va ben oltre le “pinzellacchere”. Molto saggia e pratica.
    Riverisco, Ernesto.


  152. Danila ( Jax , Florida )

    Per Ivana,

    Alcuni commenti un po’ scherzosi quando vengono messi per iscritto nel blog possono sembrare pesanti come macigni.
    Anche in passato ci sono state altre incomprensioni nel blog, perche` chi scrive non e` la stessa persona di chi legge ed alcuni stati d’animo possono essere fraintesi.
    Nel caso specifico, se posso permettermi, non ne farei un dramma e soprattutto non lascerei che un commento di un maschietto possa rompere la solidarieta` che deve esserci tra le donne e che spesso invece nn c’e`.

    Donne italiane , americane, africane, etc etc , non fa differenza…

    DONNE CON E SENZA I PELI sotto le braccia , uniamoci contro il macho tutto panza e cannottiera che sta spaparanzato sul divano tutta la domenica pomeriggio a guardare le macchinine di F1 che fanno giro girotondo o una palla presa a calci e apre la bocca solo per rompere le scatole..

    Io prima di sposare mio marito (statunitense) mi sono accertata che nell’ordine:

    1)Non gli piacesse lo sport da telecomando, ma anzi potesse correre velocemente almeno per 5 min.

    2) Mi mettesse di buon umore anche quando sto a peste

    3) Non fosse cresciuto attaccato alla pettola di mamma.

    L’unica cosa che non mi importava era sapere di quale nazionalita` fosse.


  153. ernesto ( USA )

    DANILA, JACKS, FLORIDA

    Ed e’ stata, Danila, tanto fortunata che lo ha trovato.
    Dimmi un po, tanto per sapere, la tua formosa amica appena tornata dalle vacanze (si permette anche le vacanze invernali….deve stare bene a moneta, cosa importantissima) ha le tue stesse pericolose idee??
    Che poi, sarebbe interessante sapere con CHI e’ stata in vacanza. Sai, io “siciliano sugno!!.
    Sempre sulla linea del buonumore.
    Ernesto.


  154. Danila ( Jax , Florida )

    Ernestoooooooooooo questo e` uno scoop..sei siciliano??

    anche la mia amica ha origini sicule…

    che ti devo dire se son rose fioriranno..

    ma come la mettiamo con l’uomo macho con la panza e la canottiera?? Se appartieni a questa categoria non credo farai breccia nel suo cuore.
    D


  155. Maria Rosa Caporossi ( Punta Alta , Argentina )

    Carissima Francesca:nonostante il nostro autunno…il “mio” marzo è diventato un settembre ,ed il mio cuore è stato accarezzato per un dolcissimo profumo di mimosa.Mille baci !!!!!


  156. luciana cianfarani ( troy, mi , usa )

    Erne`
    non e` il governo che deve darci le leggi morali: siamo noi responsabili per le nostre azioni. Il governo non impone i matrimoni omosessuali, l’aborto, l’uso della droga, la pedofelia, abuso del prossimo e quant’altro di brutto e macabro noi uomini ci possiamo inventare. Poi come abbiamo detto in coro tante volte i politici sono tutti bugiardi e fanno montagne di promesse prima delle elezioni e poi…
    Quindi siamo noi, solo noi e sempre noi i responsabili. E dai, fatti sta passeggiata in Florida chissa`, forse sti fiori fioriranno. Luciana


  157. FEDERICO ( KEY BISCAYNE , FLORIDA , USA )

    CARA FRANCESCA,

    sento Ernasto scatenato…….credo che ha ragione in quello che dice e in quello
    che non si capisce cosa vuol dire.
    Ernesto : sei il mio idolo !!!!!!!

    Voi donne, con peli o senza peli…siete le piu’ forti in assoluto……le cuote rosa
    devono aumentare anche per la ragione che di uomini in cannottiera con la
    birra in mano guardando tutti gli stupidi che si ammazzano per una palla,
    piccola o grande,e facendo questo,tolgono quel “tempo di qualita’” che
    dovrebbero dare alle famiglie,ce ne sono a migliaia.

    Evviva la rivoluzione femmenile……abbasso i pancioni che credono di saperlo
    tutto.Evviva i movimenti omosessuali,bisexuali e eterosessuali !!!!!!!!

    Che ogniuno scelga il suo……. e difenda la causa.

    Non pensate hai politici,la vostra intelligenza e’ piu’ elevata di perdere il tempo
    a guardarli.

    Non chiedete a Francesca di intervenire,LEI e’ la grande sorella,analizzando
    chi di noi avra’ diritto di vivere!

    Danila……attenta con la tua amica voluptuosa…….Ernesto non cerca i soldi…..
    cerca il suo capitale!

    PAROLA DI UN ANZIANO !!!!!!!!


  158. ernesto ( USA )

    FEDERICO, BISCAYNE,FLORIDA,USA
    Grazie!! sia per il fatto dell’idolo – quanto avrei preferito che a dirmelo fosse stata una DONNA – sia per avermi avvertito che la FRANCESCA detiene il diritto di morte sui bloghisti. Io me la filo subito!
    Pero’….scusa…andare a svelare i miei segreti piani circa i soldi e il “capitale” della formosa amica di Danila…..si scoprrono gli altarini.
    Cara e sconosciuta amica di Danila, da tempo di devo delle scuse ed anche profonde; ti prego accettarle.
    Non lo faccio piu'(promessa di marinaio).
    Con tanto rispetto, Ernesto.


  159. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl,USA )

    WOW!! ERNESTO che dice qualcosa di se! Capisco che il mistero attrae ma qui chi piu’ chi meno ha raccontato qualcosa di se, invece ad Ernesto gliele devi tirare con le pinze, poi all’improvviso la rivelazione:siciliano e’!!
    Sai una cosa? Io della mimosa non ne posso piu’, poi mi fa pure starnutire…
    E poi, ma si diciamolo pure in questo clima di santita’femminile, noi donne alle volte siamo un po’ iene, ma se non vi dessimo un po’ di filo da torcere (solo un po’ pero’) non vi piaceremmo cosi’ tanto.
    Io il mio maritino lo sposai che aveva 23 anni (io pure) ma mi dissi meglio che sia giovane cosi’ mamma’ non ha avuto molto tempo per viziarlo e per me ovvio meno problemi no? Anche se in 23 anni una mamma puo’ fare gia’ molti danni.
    All’inizio del matrimonio sapete cosa mi disse? Che la mamma gli aveva sempre portato a letto la colazione!!!
    La mia risposta fu:” molto bene cosi’ sai come si fa e siccome mia madre invece non me l’ha mai portata, ora tocca a me e la voglio per i prossimi 23 anni, cosi’ andiamo pari, poi da li’ in poi facciamo una volta ciascuno.
    Be’,mio marito nonostante ormai siano 25 gli anni che siamo sposati prepara tutto lui alla mattina, anche perche’ io sono una dormigliona. La domenica invece tocca a me.Devo dire a onor di merito che e’ stato sempre lui a portare i figli a scuola, con tanto di colazione, vestiti e pettinati.
    Dal mio canto io faccio di tutto per offrire sempre una ottima cena, bilanciata e nutriente ed un ambiente sereno per quando torna a casa. Per i rimbrotti c’e sempre tempo piu’ tardi, non vi pare?
    Il complimento piu’ bello mai ricevuto da lui, fu quando ricevendo molti complimenti per il suo successo sul lavoro disse pubblicamente che se non fosse stato per la mia solare e costante presenza a casa non avrebbe mai potuto raggiungere il suo obbiettivo.
    In quel momento sono stata ripagata di tutte le frustrazioni ,l’isolamento, il lavoro duro e poco capito che fa una casalinga.


  160. ernesto ( USA )

    CLAUDIA ROMAN, JACKS,FLORIDA.
    Fortunata !!
    Si vede che il maritino non aveva obblighi di lavoro prima delle ore nove del mattino.
    Purtroppo io, con altri miliardi di uomini, che dovevo timbrare il cartellino alle ore otto (altri miliardi di uomini molto prima!) e che mi ritiravo, quando non c’era
    straordinario alle ore 7 di sera, senno’ si facevano le ore 9, non ho potuto aiutare mia moglie come lui poteva per te. Uscivo un’ora prima per fare in tempo a prendere i mezzi pubblici, ore sette, i bambini dormivano, mia moglie si alzava per salutarmi sulla porta. Il suo immediato lavoro? colazione per tre, bambini lavati e stirati e accompagnamento a scuola.
    Il resto a seguire….perche’ quando il marito si ritirava, cioe’ io, TUTTO quello che c’era da fare di qualunque genere nella giornata,doveva gia’ essere fatto. La cosa piu’ sofferta da mia moglie e’ stata la solitudine, poi le cose cambiarono, io potei tornare a casa prima ed avere il sabato libero.
    Volevi sapere di piu’ di me???? Eccoti servita.
    Ciao,Ernesto.


  161. Antonella Casale ( Boston , USA )

    In qualsiasi momento storico (come ad esempio durante la grande emigrazione) la donna ha sempre avuto un ruolo decisivo sia come moglie (o compagna) sia come madre. Piuttosto oggi per noi donne risulta difficile conciliare la carriera con l’essere una buona moglie e mamma. In Italia credo sia impossibile e dunque non ci si sposa e non si fanno figli. Qui negli Stati Uniti hai sempre una possibilita’ come e’ successo a me dopo essere stata a casa per un po’ di anni con i miei figli (ne ho tre) ho potuto riprendere la mia carriera facendo il lavoro che amo e soprattutto avendo la flessibilita’ e il tempo da dedicare al marito, ai figli e alla casa. Perche’ io credo che se anche il marito non ama guardare la tv e aiuta in casa e con i bimbi (come ad esempio il mio)..quello che fa una donna (in casa) non lo riesce a fare un uomo!
    Un saluto a tutti e viva le donne!!!


  162. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl,USA )

    Ernesto,
    in un certo senso e’ vero sono stata fortunata ma se e’ vero che se ne andava al lavoro per le 9 e’ vero anche che rientrava alle 10 quando andava bene. Se veniva a pranzo era con un cliente e io preparavo con cura il cibo perche’ si sa che si fanno buoni affari a tavola specialmente se il cibo e’ buono! Le cene peggiori erano quelle d’affari dove io con altre mogli partecipavamo ma non ci conoscevamo, ne’ comunicavamo molto, gli uomini erano interessati solo al business, non ci parlavano quasi. Situazioni cosi’ ti fanno sentire invisibile. Mi salvava la passione per la pittura, dipingevo in ogni attimo libero anche di notte quando i bimbi erano piccoli.
    Senza vittimismo ti dico che piu’ o meno ho fatto quello che ha fatto tua moglie e cosi’ milioni di altre donne che “lavorano dietro le quinte” per permettere al proprio compagno di avere la serenita’ necessaria per concentrarsi sul lavoro. Come tua moglie anche io ho sofferto molto la solitudine e la noia della ripetivita’ delle mansioni da eseguire specialmente agli inizi con una bimba piccola da accudire, avevamo anche cambiato citta’. Come donna ti dico che madre natura ci ha fatto forti per sopportare piu’ la fatica psicologica che quella fisica. Ho visto tante donne non sopportare di vedere gli altri andare avanti e loro sempre li a casa, stanche della monotonia, una vita dedicata agli altri. Poi magari un giorno lui ti dice che non sei piu’ interessante, che non hai piu’ slanci e che non ti ama piu’. Se non sei forte psicologicamente, dai di matto! Per fortuna ci sono molti uomini come te o mio marito che capiscono ed aiutano come e quando possono. Quando mio marito anni dopo e una vita nuova qui in America comincio’ a rientrare a casa alle 5 e si, talvolta anche prima, io capii che aveva mantenuto la promessa che se avessimo lasciato l’Italia avrei avuto una vita migliore, nostalgica forse, ma migliore qualitativamente.
    Comunque grazie Ernesto per aver raccontato di te e di tua moglie.
    Ciao.


  163. Adriana ( Buenos Aires , Argentina )

    per Teresa Fantasia ore 12.57
    Hai raggione, sono poche le donne italiane che partecipano nella dirigenza italiana all’estero.
    Che peccato che le tante radio italiane in Argentina non siano piú difuse, certo l’Argentina ha tante province, gli italiani che abbitano nella Patagonia non conozcono se c’é una radio in Salta.
    Saluti.Adriana


  164. A. Margarita Morales da Ibagué-Colombia

    Cara Francesca, l’8 marzo, festa internazionale della donna, tra amiche ci facciamo delle telefonate per darci gli auguri. Ma le ditte e aziende colombiane lo festeggiano con molti atti, fra quelli conferenze e inviti a pranzo. Per esempio, nella mia cittá il venerdì 7 marzo la “Cámara de Comercio de Ibagué” ci ha invitato al foro Donne Leadership d’Opinione.

    In Italia ho visuto una storia simpatica. Come l’8 marzo gli uomini italiani regalano alle donne un mazzetto di mimose, i miei colleghi di lavoro a me non lo diedero mai perché secondo loro io avevo il cervello di un maschio.

    Un forte abbraccio,

    Amparo Margarita


  165. FEDERICO ( KEY BISCAYNE , FLORIDA , USA )

    GRANDE SORELLA FRANCESCA,

    non capisco come possano avere solitudine donne che stanno allevando tre figli/e.

    Forse non possono avere solitudine i cretini dei mariti che passano ore in autostrada o in mezzi pubblici ?

    Non sono in solitudine le migliaia di uomini cha fanno lavori pericolosi e molte
    volte questi sono lavori solitari ?

    Non muoiono in solitudine le migliaia di lavoratori che tutti gli anni danno
    la vita per portare a casa il pane ?

    Per tutto questo io applaudo il mio caro Ernesto,che stanco di tenere mogli
    casalinghe, depresse di essere madri e di far crescere i figli,cerca una
    compagna voluptuosa che vada spesso in vacanza,

    Se parliamo di soltudine,care donne,non avete mai pensato nella solitudine dei brutti ?

    io sono sempre stato brutto ,intelligente,lavotratore,dedicato alla famiglia,
    ma…..brutto e sempre ho vissuto con una gran solitudine.ma non per
    questo ho fatto tragedie,ho accettato il mio destino.

    Adesso nella vecchiaia sono stato premiato dalla natura di avere un corpo
    e una maniera di pensare come quella dei trent’anni o meglio,

    Sono stato abbanadonato da due donne e da sei anni vivo in forma
    spettacolare,sicuramente meglio della voluptuosa alla quale pretende Ernesto.

    Detto questo…….Ernesto….non mettere gli occhi pure su di me !

    Scherzi aparte voglio dire che si puo’ vivere in pace con noi stessi senza
    sempre essere i martiri di turno………per gli e le argentine dico:
    sarna con gusto no pica .

    Nessuno ci obbliga a niente specialmente che adesso da molto tempo in
    Occidente esiste la liberazione femminile,ma forse in Italia
    e’ venuta o viene piu’ piano che negli altri paesi.

    Forza donne,se non siete contente della vostra situazione liberatevi,
    ribellatevi il tempo delle depressioni perenni e’ finito.

    E LA VITA E’ CORTA…..TROPPO CORTA !!!!!!!!!

    PAROLA DI UN ANZIANO………. (e brutto)


  166. Gabriella Tami-Valencia (Venezuela)

    Vito Punto Fijo (Venezuela)7 Marzo 2008 alle 13:18
    Scusate ma devo ringraziare Vito per il suo commento nel sito precedente. Ero sicura che l’avrebbe fatto e perció sono andata a… “cercarlo”.

    a Renato Farina (Caracas ,Venezuela) 8 Marzo 2008 alle 14:48 “AL MAESTRO CON AFFETTO: di Carolina Berti in Jaimes Branger” – Effettivamente Carolina Jaimes Branger é un’ottima giornalista che scrive anche per il giornale locale di Valencia (Notitarde) che si distribuisce nelle principali cittá del Venezuela. Immagino che Lei le avrá comunicato a Carolina di questo suo scritto per “Pronto Francesca”, in occasione del Giorno della Donna e dove Sua moglie sará sempre cosí ben ricordata. Molto bello e grazie per farci partecipi di questa bella storia

    A Vincenzo Lettieri (SCHAUMBURG IL,) 9 Marzo 2008 alle 22:14 – Altra bella storia d’amore in tempi piú che difficili ! Augurissimi e che in questo nostro paese, il Buon Dio si ricordi che siamo in tanti, che vogliamo molto bene il Venezuela dai paesaggi meravigliosi e dal clima invidiabile ma che…. sono uscita dal tema ! Scusatemi… a poche parole, buon intenditore. E’ questa la frase corretta ?


  167. Lea ( Roma , Italia )

    Miei cari Amci, lo spirito arguto che aleggia fra le righe delle nostre confidenze mi piace proprio e il Blog sta diventando una raccolta di testi psicologici quasi fotografici cosicché è facile esprimerci con la massima confidenza. personalmente considero questo una grande vittoria per …LA GRANDE SORELLA ( azzeccatissimo titolo) e la nostra Francesca , dietro le quinte, sorriderà contenta di avere tanti fratelli e sorelle così simpatici .
    Vorrei concludere questo plauso generale con una nota personale che può essere considerato quasi un aforisma:

    Una vera donna saprà sempre essere moglie e madre anche se nella vita non riceverà mai un fiore.

    saluti a tutti dalla vostra aff. ma nonna Lea


  168. Carlos Castiglione ( San Paolo , Brasile )

    Innanzi tutto, complimenti a tutte le donne ieri, oggi e sempre. Nonostante l’8 marzo sia un giorno che ricorda una tragedia che non può essere mai dimenticata, però penso che mentre c’è bisogno di avere un giorno dedicato a le donne, per me questo significa che qualcosa non’è ancora giusta tra gli uomini e le donne. Non sono assolutamente d’accordo con alcuni commenti: paragonare una segretaria oppure una che aveva lavato migliaia di camicie con il ruolo che le donne fanno oggigiorno non’è proprio una buona idea…
    Francesca, non ti auguro di buon compleanno, perché certamente lo farò fino 29 MARZO…
    Abbracione a tutti.


  169. Carlos Castiglione ( San Paolo , Brasile )

    Ciao a tutti…
    Sono d’accordo con quello che ha detto ANNA 8 mar alle 17:38. Bravissima, Anna , però non’è vero che le macchine fanno TUTTO…
    Amici, scusatemi per il mio scherzo…
    Ma a proposito di mimosa… Ho trovato un’altra definizione: Una varietà di acacia…
    Benvenuto DINO… vogliamo la tua partecipazione sempre.
    Ciao.


  170. anna-Brasile

    Carissimi, ieri il dentista non mi ha permesso di leggere i blog, lo faccio oggi.E scrivo in generale perchè è difficile raccapezzare ognuno fra tanti messaggi.
    Ma mi ha chiamato l’attenzione Carlos Castiglione che dice che le macchine non fanno tutto, ma non intendevo certamente dire questo, ma certo scherzavi. E come se tu dicessi che in ufficio il computer fà tutto per il tuo lavoro o cosa del genere…non lo potrei dire.
    Quanto a Federico, perchè ripeti costantemente che sei brutto? Nessuno qui ha detto com’è, pensi che diamo tutti delle stelle o degli adoni? Non ti preoccupare con questo, come vedi hai avuto compagne come tutti e se le hai perse, anche come tanti. E poi, c’è un vantaggio enorme, i belli con la vecchiaia diventano brutti o almeno perdono molto della bellezza, i brutti nella stessa condizione diventano interessanti e pure più belli perchè i concetti con l’età cambiano e nessuno vede più i vecchi come belli o brutti.
    Almeno o la vedo e la sento così.
    Un abbraccio e tirati questo complesso, sono sicura che è solo questo.
    Anna


  171. Francesca Verde ( Shepparton (VIC) , Australia )

    Ciao Francesca, lo sai come si
    dice che (Marzo e pazzerello vede
    il sole e prende l’ombrello)fuori
    di questo Marzo, e un bel mese
    perche entra la primavera e poi
    perche sei nata tu, che sei la
    figlia e la sorella la piu grande
    amica mamma dei giovani, di
    tutti noi, quindi questa e la
    cosa piu bella che la vita possa
    regalare, ti auguro buon compleanno,
    Francesca perche quest’anno, sara
    un compleanno. molto speciale per
    te, e voglio fare gli auguri a
    tutte le donne, per la festa del 8
    Marzo.(VIVA LA DONNA)sena la donna
    il mondo non puo andare avantri ti
    abraccio Francesca da Shepparton
    (VIC)Australia


  172. augusta prina ( milltown nj , usa )

    Carissimi, forse sono il fanalino di coda e a questo punto non posso piu’ parlare di mimose e di auguri per tutte le amiche del mondo per una festa passata e invece mi rivolgo alla dolce Francesca per il suo compleanno .
    Avrai ricevuto o riceverai molti regali …..ma per noi ci sei tu che ci regali ogni giorno il tuo affetto. Grazie. augusta


  173. Linda Napolitano ( Rosario , Argentina )

    Cara Francesca
    felicissima di rivederti,mi mancava davvero il tuo viso cosi´bello,la voce?finalmente la riascolteó attraverso il compiuter e ti dico che e´ piu´bello ,il tempo non ti corre e se qualcosa ti e´piaciuta di piu´,te lo rivediiii.Sei genial,franca e con tante motivazioni che ti daranno ,successo.Brava!Da tutti riceverai la dimostrazione di quanto ,puntiamo ,sul tuo successo.La piantina ,seminata ,gia´stá ,germogliando e giá stai vedendo le sue foglie..e ti senti felice ,te lo meriti!


  174. Linda Napolitano ( Rosario .Santa Fe , argentina )

    Tuto quello che hai fatto nel tuo programma anteriore ti e´servito per farti tanti amici in tutto il mondo,che adesso ti seguono ,ugualmente:perché´non eri la conduttrice di un programma ,ma ci arrivavi come ,la sorella ,l’amica allorché un familiare e noi cercavamo ,di dimostrartelo ,con qualche piccolo omaggio. Sei ,schietta e leale e di una grande solidarietá per i tuoi amici italiani lontani ,ma che ti fai sentire tra noi.Chi semina raccoglie…….e lo stai constatandoooo.Augur,per iltuo compleanno.Ciaoooo


  175. Andrea Zanetti ( Rosario , Argentina )

    Cara Francesca, quale sorpresa ritrovarti con tutta la vitalita’ partenopea che sprizza da ogni parola tua. Vorrei ricordarti che io sono stato il primo se non l’unico contatto telefonico che doveva andare in diretta su Rai intern. e che e’ stato annullato per il cambio di direttore e di programma. Gentilmente me lo comunico’ un vostro redattore di cognome spagnolo, che non ricordo. Mi avete contattato per una lettera mia inviatavi opportunamente ove dicevo di essermi innamorato apparentemente di una spupenda ragazza, facendone una meravigliosa descrizione di lei e della madre morta, per poi spiegare che si trattava della lingua italiana, figlia della madre latina. Forse te lo ricordi. Se ti interessasse, ti posso inviare una copia. Buona fortuna col tuo nuovo ritorno. Andrea Zanetti


  176. Sandro ( Cascate di Niagara , Canada )

    Ms. Francesca,
    ogni puntata che becco ( si dice cosi?) sono molto interessante i sugetti. Ma questa, ” Uomo…Donna” naturalmente mi ha preso attenzione essendo uomo. Ma doppo leggendo che cosa lei a scritto , mi a veramente cominciato venire l’emozione, forte, forte pensando della mia Mamma. Il giorno “delle Mamma esiste qui in Canada, ma non ho mai sentito” delle donne”.Adesso poso ricordarmi della mia Mamma con tanta gioia e come era cosi calma, con tanto amore, sempre con tutte le disgrazie che io faccevo, adesso veramente vedo la sua amore incondizionata. Questo puo diventare un lungo discorso. Ma voglio dire che la donna, per me, ora, Dio a fatto per essere con il uomo e vice versa,uno con le sua forze individuale e per essere veramente una unione che Lui porta insieme. I veri motivi di cuore sono molto importanti per la scelta di una persona. Con tante disgrazie e divorzi questo ho finalmente imparato, con la grande patienza, che ci gia mette alla prova, Quando si cerca Dio con tutto il cuore, tutta l’anima e tutta la forza, nel cuore di Gesu Cristo ce nascosto la vera donna per il uomo.
    Questo e un altra punto di vista e lo dico sinceramente e non sono parole messe in aria, lo vivo e sono convinto di questo.Personalmente se faccio nel mio modo non reuisco, alora, per me la donna sincere, la guardo adesso con un grande rispetto, una forza.


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili