prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

sabato, 12 gennaio 2008
QUALE TELEVISIONE PER GLI ITALIANI NEL MONDO?

img_0784.JPG

Approfitto di questo piovoso fine settimana per dedicarmi ad un tema che mi sta molto a cuore: la televisione per gli italiani nel mondo. Ho deciso di farlo perchè dopo una lettura “intensiva” dei tanti commenti giunti in queste settimane e delle altrettante numerose e-mail, ho notato da parte vostra la necessità di trattare questo argomento e sinceramente trovo giusto ascoltare le vostre richieste, provando a ragionare in un’ottica assolutamente prepositiva. Proprio per questo motivo sarei molto felice se evitaste di tornare alla mia vicenda personale, a questo o quel programma, specificando che non sono io in questo momento la persona preposta a dare una risposta in merito e perderemmo solo tempo prezioso quindi, scusate se sono così diretta, vorrei invitarvi per quanto possibile a tutto un altro tipo di ragionamento. Lo faccio sinceramente prendendo anche spunto da un servizio andato in onda ieri durante il TgUno delle 20.30 durante il quale si è raccontato di un interessante “esperimento” che ha coinvolto alcune classi di una scuola elementare: provare a immaginare il Telegiornale ideale addirittura ribaltando le notizie negative, riuscendone abilmente a mettere in evidenza l’aspetto positivo (purtoppo non sempre possibile!). Complimenti comunque al Direttore Riotta per questa ventata di novità anche nel modo di fare informazione. Tornando al tema di discussione di oggi mi sembra importante specificare che l’unica emittente televisiva globale in lingua italiana è Rai International, che da qualche settimana non solo ha italianizzato il suo nome in Rai Italia e di questo sinceramente mi compiaccio , ma ha anche esteso il proprio bacino di utenza “sbarcando” in Europa dove fino ad ora non era stata visibile. Una riflessione personale mi porta a considerare il ruolo della televisione italiana per i nostri connazionali che abbonandosi a questo canale riescono non solo a mantenere un contatto diretto con l’Italia ed essere informarti su quanto accade, ma anche ad ascoltare la nostra lingua. Se in questo momento leggerà quello che sto scrivendo un italiano che vive in Italia penserà: “Mbè, che c’è di strano?” rispondo invece che secondo il mio modesto parere quando si vive all’estero anche ascoltare la nostra lingua durante un programma televisivo, assume un significato molto più forte. Se io dovessi paragonare le televisioni che si trovano nelle case degli italiani nel mondo a qualcosa, le paragonerei ad un bel caminetto, anzi un focolare. Lo penso perchè entrando in alcune case dei nostri connazionali all’estero di tutte le età, ma soprattutto di molti anziani, ho notato come la televisione italiana sia sempre sintonizzata (talvolta anche durante la notte), insomma diventa parte integrante dell’essere italiani. Poi permettetemi un’altra considerazione: la sempre più grande richiesta da parte di stranieri innamorati non solo del nostro bel paese, ma anche del nostro gentil idioma, porta a seguire programmi in lingua italiana proprio per un esercizio di apprendimento. Ho provato molte volte a pensare se fossi un italiano all’estero quale tipo di televisione mi piacerebbe vedere e lo ho fatto da telespettatrice e non da autore o conduttore televisivo quale sono, confessandovi che mi ha sempre dato molto fastidio pensare che il pubblico debba sempre accettare tutto quello che gli si propone, pur sapendo per esperienza che è praticamente difficile, se non impossibile, accontentare tutti e ci sarà sempre qualcuno pronto a fare questa o quella critica. Sottolineando nuovamente che è mio desiderio offrire a tutti voi più che un modo per muovere delle critiche alle quali non sta a me fornire risposte, bensi darvi un’occasione di confronto su quelle che sono le vostre richieste e gusti in materia televisiva, vi lascio a questa pagina del mio diario in rete……. chissà se i tanti italiani partiti molti anni fa dal nostro paese in cerca di una vita migliore, avrebbero mai pensato che attraverso questa specie di “disco volante” sarebbe stato possibile accorciare un pochino le distanze con la Madrepatria.

178 Commenti a “ QUALE TELEVISIONE PER GLI ITALIANI NEL MONDO? ”

  1. giuliana ferri ( porto alegre-rs , brasil )

    cara francesca, sei propio entrata in un argomento inteessantissimo, la tv per gli italiani al’estero , ti posso dire cosa succede qui a porto alegre (ceh tu sai é la terra di falcão/re di roma) se tu vedi una novella, o fiction come la vuoi chiamare, ti piace? e quando sará la prossimw? boooo dicono a roma ,é cosí ti fanno 15 minuti di nomi e poi basta ,non si sa quandi ci risará ma perche? qui non abbiamo una rivista un qualcosa che te lo dica, cosí pure altri programmi, ho cercato di domandare alla rivista che c’é per gli altri canali e dicono che l’italia non manda i programmi, a chi dobbiamo credere? ma noi tanto , magari per rivedere non so la squadra , dobbiamo tenere accesa la tv su rai international tutti i giorni, mi piacerebbe saperne di piú da te, ciao saluti cari.


  2. maria rosa ( lujan , argentina )

    Quanta ragione hai Francesca, per me guardare la RAI é ascoltare la mia cara ITALIA, ed aviccinarmi ai miei cari che sono a GALLARATE e BUSTO ARCIZIO, sono dáccordo con te a non fare delle critiche, ma diverse proposte sopra che cosa voliamo, sai che ieri nel messenger ho parlato con una cugina e le ho raccontato di te, non ti conosce, perche loro non vedevano sportello italia, e le ho datto il tuo indirizzo, io ho bisogno di una televisione dove si vedono anche delle buone notizie, non solo le brutte!!!! dove possiamo trovare dei valori, quelli della famiglia sopratutto che mancano tanto!!!! la in Italia e qui in Argentina, un bacio forte a tutti


  3. Giovanni ( Manaus , Brasile )

    Cara Francesca,
    La Rai é per me non solo il collegamento con la mia terra natale,che mi porta le notizie brutte e buone,le conquiste e le lotte , ma é quella che in certo modo mi fa continuare a vivere il sogno della vita,e mi rende presente le persone care di lá,mi fa sorridere ,vibrare ed a volte piangere di commozione o di tristezza.La Rai mi porta l ‘Italia nel cuore,non solo in casa.
    Molte volte rimango con la rabbia in bocca perché solo si subiscono le notizie ed i fatti e non c’é inter-azione,sia per approvare,che per reclamare.A questo peró non so se si arriverá.Peró possiamo esercitare influenza sul modo di presentare le informazioni,in maniera da far risaltare di piú le impressioni positive.
    Non so se sta nel tuo programma,ma noi italiani a volte abbiamoi bisogno di chi in Italia ci dia una mano per risolvere piccoli e grandi problemi ( grandi per noi) che, per essere fuori patria e lontani ci appaiono a volte insormontabili. Non so se questo entra nel tuo proposito ! Se entra, nella prossima comunicazione presenteró qualcosa.
    Mi pare di essere il primo a commentare il tuo scritto.Che miracolo !!!!Ne sono fiero.
    Ciaoooooooooooo
    giovanni


  4. claudia

    interessante l’argomento, merita una discussione lunga.
    la televisione entra nelle case italiane anche qui a buenos aires come tu hai detto, ho visto la tv accesa tutto il giorno come se fosse la radio, questo e un bisogno di sentirsi piu vicini alla loro terra specialmente per gli anziani che sono a casa. Alcuni di questi riampiangono di non trovare il cinema di un’epoca, io aggiungerei anche il cinema italiano contemporaneo che non arriva! Lasciamo perdere la fiction. Gli orari non sempre si rispettano ed e certo che non c’e un elenco per conoscere gli orari dei programmi.Ho trovato qualche programma interessante pero senza continuita durante la notte quando non potevo prendere il sonno.
    alcuni italiani mi dicono che la rai non si sopporta per non dire le parole che ho sentito, come vedi c’e di tutto e si potrebbe migliorare se si ascoltasse le richieste degli utenti.
    a presto,
    Claudia da baires (gia tornata delle vacanze)


  5. Giovanni ( manaus , brasile )

    mi sono sbagliato !
    quando ho cominciato a scrivere non nc’era ancora nessuno,ma quando l’ho mandato…che sorpresa ! ho vinto la medaglia di bronzo !
    Ciao
    giovanni


  6. Pier Ludovico Pavoni ( Fort Lauderdale , Florida USA )

    Cara Francesca,
    mi è molto piaciuta quella tua frase di vedere la televisione come un focolare e guarda caso nel mio soggiorno, da tempo ho sostituito i finti ceppi a gas del caminetto con il televisore.


  7. Luis Romagni ( MIAMI,FL. , USA )

    Hola Francesca veramente complimenti il tuo Brillante,chiaro,splendido, interessante scritto,veramente dimostra ancora una volta la tua grande facolta’ di comunicazione,Grazie e saluti LUIS!
    Nota:Noto che non ci sono stati commenti e forse anche interesse su un mio informe publicato nello scritto anteriore sulla tragiga Perdida dei Nostri CONNAZIONALI en los Roques! a chi potrebbe interessare favore rileggerlo nel capitolo anteriore di Francesca,Saluti a tutti e GRAZIE>LUIS.


  8. ENZO TORTORA ( MANSFIELD , STATI UNITI )

    Cara Francesca, ho notato pochissimi commenti al tuo scritto. Questo mi dice che pochi sono d’accordo con le tue idee, e di conseguenza non felici del cambiamento effettuato ai ptogrammi, non voglio dire altro di come la penso perche’ sono sicuro che verro’ cestinato a Napoli si”dice attacc ‘o ciuccio ‘ a do’ vo o padron” dovrei dire chi e’ d’accordo alzi la mano un abraccio sincero
    Enzo TORTORA dagli Stati uniti


  9. Juliana Guelph On. Canada

    Ciao Francesca Si’ e bello a vedere la tv in lingua Italiana,per moltissimi anni, non c’e’stata la rai ma avevamo la tln, un canale spagnolo che faceva programmi Italiani, e ne eravamo condenti, adesso che ci abiamo sia la Rai,che la TLN siamo ancora piu’ condenti,ci sendiamo unpo piu’ Italiani, guardavo il programma di Flavio con gli affari tuoi che e cosi divertente, ma e un po’ che non si vede non so’ se non lo fanno piu’ o cosa e’ succeso…Non so’ se ti riferisci a quello che hanno detto della scuola in Italia che vogliano fare una scuola solo per gli Italiani e separare gli stranieri, io penso facendo questo ci sarebbe razismo, noi siamo venuti da un solo uomo,perche c’e’ questa superiorita da uno a laltra chi e’ meglio? e non sara una buona ragione al posto di unire le persone le allondaneremo, allora perche’ dargli l’appogio di farli venire in Italia? e poi trattarli con disprezo?


  10. Gabriella Tami-Valencia (Venezuela)

    Carissima ! Nonché “cari” i miei “amici invisibili” ! Che bella notizia ci dai che in Europa, FINALMENTE, si possa vedere Rai-International. Eh sí, perché quando andiamo in Olanda a trovare mia figlia e fam., non c’e’ modo di vedere altro che la Rai-1 e basta. Anche se manchiamo dall’Italia da piú di 50 anni (non vi dico esattamente quanti, altrimenti fate i conti e svelate l’etá che ho… !) il canale in lingua italiana fa sempre piacere ascoltare. Ci sono tanti programmi buoni: Linea Blu dove si puó “viaggiare” attraverso la TV, certi “PortAPorta”, certe Domenia IN. Insomma, non lamentiamoci tanto e soltanto speriamo che la RAI provveda a trasmettere programmi sempre piú belli d’accontentare un po’ tutti (Non é facile, lo sappiamo !). Augurissimi e… Benvenuta in Europa a Rai-International.
    E Francesca ha ragione, i commenti e i complimenti a lei, direttissimi, sul suo ex-programma non l’aiutano affatto se, un giorno non lontano, le capitasse di ritornare. Non riesco ad azzeccare Sportello con la Cinquetti quindi… non posso fare commenti né critiche (Meno male, dirá Francesca !)
    Ciaooooooooo a tutti, alla prossima ! Anche se avrei dei commenti da fare a Luis di Caracas !


  11. Pierino Rossi ( Toronto , Canada )

    Ciao Francesca. Rai International, o Rai Italia che sia, sicuramente ci ha portato una grande ventata di italianita’ che non puo’ non aver apportato grande piacere a tutti gli italiani sparsi per il mondo, ed anche a noi qui a Toronto dove avevamo gia’ piu’ di una rete televisima e stazioni radio a carattere italiano, ma il prodotto originale si ottiene solo all’origine ed e’ certamente piu’ gradito di qualsiasi imitazione. Rai Italia ormai si e’ bene affermata in tutti i luoghi dove e’ arrivata, sicuramente e’ stata un grande successo. Ma non bisogna fermarsi e dormire sugli allori,ma cercare sempre di espandersi. Credo che sia arrivato il tempo di cercare di raggiungere anche i descendenti degli italiani nel mondo. Dal 1880, quando l’emigrazione ebbe inizio, sono trascorsi piu’ di 120 anni, i discendenti ormai sono alla quinta e sesta generazione, un numero certamente di molti milioni. Moltissimi di loro sono interessati alla cultura dei loro antenati. Con l’avvento dei computer, ormai in tutte la case, la possibilita’ di avere informazioni sulle proprie origini e’ cresciuta immensamente e con essa anche l’interesse dei singoli. C’e’ una grande necessita’ per tutta questa gente di avere contatti con le loro origini. Chi gliele puo’ dare? Purtroppo c’e’ la berriera della lingua, la barriera del canone mensile che bisogna pagare altrimenti la Rai non si vede, e la barriera degli amministratori comunali in Italia che, per loro quieto vivere, scoraggiano qualsiasi richiesta di informazione. Ci sarebbe qualche modo per risolvere questo problema?


  12. Saverio ( Fountain Hills , Arizona )

    Cara Francesca
    TV Italiana:Mi pare di aver capito se non mi sbaglio nel suo tema, che la Rai/Int e’ l’unica emittente televisiva globale in lingua Italiana.
    Di questo non ne sono propio sicuro
    Qui in Arizona tramite Dish,ci siamo abbonati a una nuova emiittente in lingua Italiana, Leonardo World.
    Dico nuova.E’ la prima volta che Dish ci propone una nuova tv in lingua Italiana.
    Penso che questa emittente sia disponibile in altre regioni del mondo,da quello che leggo nella loro pagina web.
    La trovo interessante,una boccata di ossigeno.
    Ha una varieta di programmi,cucina,film,programmi culturali,realizzate in diversi borghi antichi Italiani,visite nei musei,habitat,aria di neve, etc.
    Un programma che io seguo molto e’:Alice, bellissimo, programma di cucina
    Quello che mi piace al di sopra di tutto; Il “Non Dovere” assistere a interminabile ore di politici Italiani,come nel 50% dei programmi della Rai/Int.
    Hanno occupato/invaso tutto nella Rai; Tg,Talk show,calcio,spettacoli serali,programma in primo mattina,dapertutto.
    Se Leonardo World riuscira a tenere lontano questi commercianti di chiacchiere dal suo palinsesto, io saro felicissimo.
    Cordiali Saluti
    http://WWW.leonardoworld.tv


  13. anna -Sao Paulo/Brasile

    Carissimi, prima di tutto ringrazio Giuseppe(Norwalk) che mi ha indicato il libro VITA,grazie, lo cercherò e mi fà piacere sapere che è l’ultimo lavoro di Melania quindi ne potrò seguire altri. grazie moltissimo.

    Luis Romagni(Miami)-ho letto e seguito la questione les Roques, è tanto triste quanto, ma ho letto che le ricerche stanno proseguendo, quindi spero trovino almeno da poter rispettare i loro morti. Aspetto notizie da te, penso le metterai sul blog.


  14. anna -Sao Paulo/Brasile

    Ed ora l’argomento proposto per oggi, traa l’altro ben “azzeccato”. È difficle persino discuterne, perchè è un solo canale per milioni di italiani all’estero, quindi difficile soddisfare tutti.
    Ma dirò la mia. Prima di tutto d’accordissimo con Giuliana Ferri e Claudia da Baires. Cominciamo dal fatto degli orari, è impossibile sapere quando danno cosa, ogni giorno, ogni settimana tale programma và in onda in ore diverse, impossibile programmarsi, e, qui in Brasile, sfortnatamente, i migliori programma sono alle ore piccole, quando dovremmo star dormendo.
    Un altra menzione che colgo al volo sugli anziani emigrati mi ricorda che, gli anziani donne(ce ne sono parecchie eh?) non abituate al gioco del football come la gioventù oggi, sono obbligate a passare sabato e domenica a guardare partite che non interessano e non c’è scelta, io oggi, e non sono moltissimo vecchia, neanche apro la RAI, c’è la giostra dei gol, con poche interruzioni partite interminabili e non solo dei team principali, almeno quello. Insomma, sabato e domenica, festa per chi ama il football e niente per gli altri.
    Sembra cosa da poco ma è una disperazione, domani uguale. Ma sottolineo il problema principale, la mancanza di orari e programmazione, alle volte annunziano un film, non c’è mai antecipato quale sarà, devi aspettare l’orA, mai rispettata e vedere cosa c”è. Mi sono dilungata, ma sono anni che ce l’ho in gola, per questo.
    Un abbraccione e scusate tutti gli appassionati del calcio, vi capisco, cercate di capire anche me.
    Un abbrccione
    anna


  15. Maria Sciortino ( Naples, )

    Cara Francesca, l,importanza della TV Italiana in America e’ indescrivibile e tu lo sai che sei sempre in contatto con noi che essendo tanto lontani abbiamo bisogno di sentirci parte di voi. L,Italiani d,Italia non sanno cosa vuol dire patriottismo, solo noi quando sentiamo l,inno italiano e vediamo esposto il nostro ticolore ci scorrono le lacrime di gioia orgogliosi d,essere anche podo tantissimi anni d,assenza parte della nostra bella nazione ITALIANA . P S la tua foto tricolore e’ lella come la nostra bandiera. complimenti Ciao a tutti gli ITALIANI DEL MONDO


  16. Mirella ( Buenos Aires , Argentina )

    Rieccomi Francesca cara! Passata una sfilza scalognata di problemi con la mia salute, sono prontissima ad accogliere le novitá. La prima e molto importante é che finalmente si potrá vedere in Italia la ” Rai Italia”, gloria anche per il cambo di nome!!
    Secondo me, la scelta dei programmi la fa della gente che ancora non riesce a capire cosa si sente stando lontani dalla patria. Ossia, ci vorrebbe un cambio radicale, completo!!I TG innanzi tutti ci passano mezz´ora di politica, battibecchi ecc. ecc. , ma poche notizie sugli enormi problemi che ha l´Italia. Se ce le danno, sono tutto il giorno martellando sullo stesso tema, ad esempio la problematica della spazzatura. Film contemporanei nulla, vecchi film messi e rimessi mille volte! Notizie della gente dello spettacolo odierne, nemmeno l´ombra! Poi da lí entriamo alle partite di calcio, una o due vanno bene la domenica ma il troppo stroppia e porta la felicitá solo ai maschietti della famiglia. Le fiction se riescono a mandare in onda in tempo e forma correttamente,non c´é male.Programmi che invece di parlare sempre di politica potessero fare un dibattito con le problematiche degli italiani all´estero ancora non ne vedo. Cucina italiana e panoramiche delle nostre bellezze naturali sono pochi. Per i piú piccoli, pochi e brutti, sembra siano fatti per deficienti e non si adeguano ai bimbi d´oggi. Sono molto belli cuelli che girano nelle regioni d´Italia facendo vedere usi e costumi di ognuna, e sarebbe anche buona credo l´idea di cominciare a mostrare anche i paesi, cittá e bellezze dei posti dove sono emigrati in tutto il mondo la nostra gente, far conoscere come si raggruppano in comunitá, associazioni, ecc. ecc. tradizioni e cibi acquisiti nei diversi luoghi, e far conoscere anche le enormi quantitá di cose che l´ingegno italiano ha saputo portare nel mondo, opere d´arte, palazzi, imprese enormi, arte di tutte le specie che gli italiani nel mondo orgogliosamente hanno saputo portare oltreoceano! Alla prossima, baci


  17. Manuela Lombardi ( São Paulo , Brasile )

    sono un’italiana che vive all’estero da 50 anni. La RAI per me è una finestra che si spalanca sul mio Paese e dalla quale mi posso affacciare come uno che dalla finestra di casa sua spia quello che succede per la strada. Vedo cose che mi piacciono ed altre no. Ma non tutti abbiamo gli stessi gusti. Mi piacciono tantissimo i programmi sulla cultura italiana, dalla cucina alla scienza, passando dal turismo e dagli spettacoli sia di musica classica che di varietà (a proposito, bellissimo il programma su Domenico Modugno che hanno dato domenica scorsa!). Peccato che di solito gli spettacoli di varietà degli anni scorsi vengono dati a spezzoni, solo per completare il palinsesto e mi lasciano lì a guardare la TV con l’acquolina in bocca quando magari avrei voluto assaggiare il programma per intero.
    La fiction non mi piace per niente, mi sembra roba da matti stare a seguire le puntate per anni, non seguo nemmeno quella brasiliana.
    Mi piacerebbe tantissimo vedere film di autore, principalmente di registi contemporanei. E per terminare vorrei che il sabato e la domenica ci fosse meno calcio alla TV, che mi perdonino i tifosi se dico un’eresia.
    Un carissimo saluto a tutti,
    Manuela


  18. Juliana Guelph On. Canada

    Condinuo)
    Guardavo a una rivista che diceva (Etenica harmonia e’ possibile?..la risposta e’ se solo avssimo unpo’ di conoscenza della Creazione di Dio, si possono imbarare molte cose, per esenpio guardando degli animali anche il cane e gatto fanno micizia e vanno molto daccordo,io ci avavo un cane e un gatto che mangiavano in sieme in un solo piatto,allora da chi devono imparare i bambini, di andare daccordo gli uni con altri? l’insegnamento viene da casa, non mai far pensare al bambino che loro sono superiori degli altri e che cianno ragione, ma siamo uguali, non importa quale sia la razza, e quando succede una cosa non dare ragione a uno e torto a laltro, ma mettere sempre la buona parola, in questo modo non mettiamo il razismo nella mante dei nostri figlii e no servano le scuole divise.
    Ora vi raccondo una cosa che mie successo a me, quanto forse ciavevo 10 anni mi bisticiai con la mia amica, lei ando’ a raccondare alla madre chi sa che e la madre venne a casa mia con una grande bocca, mia sorella mi carico’ di botte, quando lo seppe mia mamma disse a mia sorella che lei non ha autorita di picchiarmi, e dopo due giorni io e la mia amica fecimo pace, ma mia sorella io non la volevo vedere, perche’ lei non sapeva perche’ noi ci eravamo bistiate,per questo, non ho mai preso parte, con i miei figli quando si bisticiavano perche’ sapevo tra bambini ci si bisticcia e fanno la pace. mi scusate se ho messo la mia opinione. forse non sarete daccordo, io la penso cosi’Saluti a tutti


  19. Francesco da toronto ( Toronto on, , CANADA )

    Francesca, per noi che viviamo fuori dell`Italia,e` sempre bello vedere la nostra televisione di lingua italiana. Poi come gia` sai, qui la televisione ha` molti programmi che non finiscono mai, ma fa sempre piacere vedere programmi dall`Italia, delle volte le notizie, non sono belle, ma questa e` unaltra storia.
    Saluti da Toronto Francesco.


  20. giuliana ferri ( porto alegre-rs , brasil )

    volevo salutare anna da são paulo , che mi ha capito a volo e forse ha saputo spiegare meglio di me i problemi che abbiamo qui , volevo completare che i programmi belli sono molti, abbiamo molte cose belle da vedere e far vedere dell’italia , o cosí ci sembra quandi si stá lontano (se pensate che sono innamorata dell’italia ,e molto di piú della mia roma bella si, avete raggione) ciao un saluto


  21. Maurizio ( mexico city , Mexico )

    Giusto il post che aspettavo!
    Magari tanti italiani all’estero non sanno che hanno a loro disposizione un mezzo per fare sentire le loro opinioni,si tratta del forum della rai,dove tra le altre cose c’e anche dedicato uno spazio per Rai/int il fatto è che bisognerebbe usare tutti i mezzi (leciti) per esprimere le proprie opinioni,cercare di spiegare alla dirigenza rai che gli italiani all’estero sono coloro che realmente pagano il canone,attraverso le concessioni alle televisioni che trasmettono la Rai via satellite,e quindi dovrebbero tenere un po piu in considerazione le nostre opinioni.
    Francesca a me dispiace ( e te sai quanto ) disobbedire un tuo desiderio,ma non si puo parlare della televisione per gli italiani nel mondo senza citare la tua vicenda,primo perche te sei stata per molto tempo la nostra rappresentante piu degna..secondo ( e qui divento cinico ) nel cambio ci abbiamo solo rimesso,e siccome iuo sono un commerciante oltre al cuore seguo anche il portafolio,che la Rai ci desse un servizio non proprio adeguato a quello che pagavamo era risaputo,pero che adesso ci sentiamo anche un po derubati è altrettanto vero!Ho letto un articolo che racconta come il fatto di rinunciare a certi programmi di servizio sia dovuto a delle scelte economiche del tutto sbagliate (sembra che i compensi della Cinquetti e la Clerici abbiano prosciugato il budget destinato a rai inetrnational)percio,chiederei a tutti gli italiani nel mondo di usare tutti i mezzi (leciti) per far sentire la propria voce.Dicono che c’è stato un tour mondiale del direttore attuale di Rai inetrnational,per raccogliere suggerimenti sullo sviluppo del nuovo palinsesto,ma ho i miei dubbi che il campione scelto sia realmente rappresentativo.
    Ciao
    Maurizio


  22. anna -Sao Paulo/Brasile

    A Giuliana Ferri, non ho spiegato meglio di te, la pensiamo uguale, tutto lì, e mi hai aiutatoa rinforzare.

    A Saverio dell’Arizona: Sono entrata nella WEB via Google nel sito da te indicato, Ebben, perfetto, orari, programma, descrizione film, tutto una meraviglia. Solo che, a parte che qui non è offerto in nessuna televisione, ho visto che gli orari lì sono per:New York, Roma e Sydney.Tutti bellini, ma non sono pane per i nostri poveri denti. Peccato ma grazie dello sforzo.


  23. YaraPacchioni ( San Paolo , Brasile )

    . Cara Francesca
    Voglio che in breve ritorne a la RAI Italia e che seja Lei a condure Sportello Italia perche sa comunicare con noi italiani nei esteri de forma clara,utili ,sinceri.
    Mi piace i programmi come Linea verdi, blu ,sereno variable dove se ve la historia costume della citta e regione ma piacerebbe um pó di piu di musique regionale tipica. Santo Padre con sua sapiencia,mensaggio di sperença valorizzazione della famiglia.La Santa Mesa della domenica me piaccino molto , vedere chiesa e duomo de tutti la regione.
    Vedo telegiornale , un pó di sport ma piacerrebe un horario de transmissione piu compativel con la giornata lavorativa e di riposo. Saluti Yara


  24. Ersilia De Grandis ( Los Teques , Venezuela )

    Ciao Francesca, complimenti per il tuo scritto e geniale il tuo proggetto. Io sono una che qui al estero vedo sempre rai Internacional pure se a volte i programmi non sono tanto convincenti ma soltanto per sentire l’italiano mi piace tenerla, e poi per sentirmi pi’u vicina al bel paese e ascoltare le notizie fresche fresche di tutto quanto succeda in Italia. Speriamo pero che migliori un po la trassmissione al estero con programmi piú attuali….. Un saluto a te e a tutti gli italiani, un bacio, Ersilia da Los Teques -Venezuela.


  25. Giuseppe ( Norwalk, CT , USA )

    Ma certo, che a noi piace vedere la tv italiana.
    Dal 1968, l’anno in cui emigrai negli Stati Uniti.
    Negli anni 80 si incomincio` a vedere un’ ora o due di televisione italiana con 1/2 telegiornale, e la domenica dalle nove alle due ci facevamo na abbuffata de Rai Internazionale. Poi con il cable dopo esseri forzati a vedere HBO, e altri canali fummo beati di poter acquistare per $10 mensili arrivo’ 24 ore Rai Interational che prima era solo possibile vedere sul Dish(quell’aggegio che si vede sulla foto di questo tema) che era troppo costoso.
    per un bel po’ cera un bel miscuglio[un’altra parola che descrive Miscelanea…credo]. Poi arrivo’ chissa` si crede di essere[perche` il cliente da noi ha sempre ragione anche se ha torto] e molti bei programmi furono eleminati o cambiati stradisticamente.
    Cosa vorrei vedere in televisione?
    YES, voglio vedere da Alighieri a Zamboni. Si voglio vedere Shows di Varieta`, Sport, Commedia, Drama, Telegiornale Italiano e anche mondiale su successo di italiani all’estero, Cultura, Costumi, Storia, Festival e feste in comunita` italiane nel mondo, Cucina tipica e regionale [e non cucina cinese],[Porta a Porta una or due volte settimanale]e se possibile, desidererai rivedere un bel Sportello Italia all’antica.
    Purtroppo quel benedetto Monopolio ci impone a vedere quello che vogliono. Spero che presto ci sara` un ondata di canali privati che ci daranno una bella varieta` di programmi.
    Con la speranza che non vi avessi annoiato, ma voi dite la vostra ed io dico la mia.

    Ciao dal freddo Stato del New England [devo accendere il focolare o lu braciere], stasera ci vuole “lu scaveta letto”

    Ciao!
    Peppino
    P.S. ci sono un sacco di barzellette ne sito Italiani.ca


  26. Sueli Colletto Dell'Angelica ( San Paolo , Brasile )

    Ciao Francesca, come stai?

    Penso che una televisione perfetta sarebbe quella che parlasse della nostra nostalgia della terra di origine, con l’Inno di Mameli, con canzone tipiche del tempo della nostra partita e tutto quello che ricordiamo della nostra cara terra, lontana degli occhi e vicino dal cuore.
    Un grosso bacio.
    Viva la nostra Italia!!


  27. Giuseppe ( Norwalk, CT , USA )

    oh! sti benedetti “momenti di memoria” o cumunamente conosciuti “me so scordatu”. ecco il sito per le barzellette
    http://www.italiani.ca/

    e per voi laziali e ciociari[io so` mezzo littoriano e mezzo ciociaro] ci sono anche notizie siti sui nostri paesi nativi.
    Si puo` trovare sulla destra del ProntoFrancesca.it blog.


  28. federico ( LOS ANGELES , USA )

    CARA FRANCESCA,
    UN MESE FA ANNUNCIAI CON GRANDE GIOIA LA NASCITA DEL CANALE LEONARDO
    WORLD,CANALE MOLTO MODERNO E SENZA POLITICA.
    LO VEDO A MIAMI TRAMITE ” DISH NET”.
    IN CUANTO A RAI ITALIA,DEVO DIRE CHE PER DIECI DOLLARI NON SI PUO’ PRETENDERE DI PIU.
    LORO DEVONO RIEMPIRE 24 ORE DI TRASMISSIONE….E NON E’ FACILE.IN PIU’,
    DA CUANDO ABBIAMO I REPPRESENTANTI ELETTI ALL’ESTERO,LA POLITICA E’
    DIVENTATA INSOPPORTABILE.DA UNO COME ME CHE PARLA E SCRIVE MOLTO
    BENE QUESTA LINGUA,MA CHE E’ PARTITO AI DODICI ANNI,ESSENDO CITTADINO DEL MONDO,RIDE AL VEDERE CHE I POLITICI,SONO TUTTI BUFFI.DA PRODI
    CHE VEDO COME UN BUE DIRETTO AL MACELLO…..A BERLUSCONI UN VERO
    NAPOLEONE RINCARNATO…..AGLI ORMAI PASSATI MORANDI…MOLLEGGIATI…
    MINA….BAUDO ECC ECC.
    PERO’ SO, CHE, SE MIA MADRE FOSSE VIVA, ADOREREBBE TUTTI LORO……
    PER LEI SOLO ESISTEVA L’ITALIA.
    LA PORTAI A ROMA NEL 98 ….IO VEDEVO TUTTO VECCHIO E SPORCO,
    LEI VEDEVA TUTTO BELLO E PULITO E MI DICEVA CHE ERO UN IGNORANTE !
    DUE ANNI DOPO HO PORTATO MIO FIGLIO E MIA MADRE AL “GIUBILEO” E MIA
    MADRE DISSE “MA SEMBRA TUTTO NUOVO”………………CERTO AVEVANO
    PULITO TUTTO PER QUESTO EVENTO !!!
    OSSIA TUTTO E’ DEL COLORE DELLE LENTI CON CHE SI GUARDANO LE COSE!
    PER ALCUNI RAI ITALIA E’ IL CORDONE UMBILICALE MAI ROTTO………..
    PER ALTRI COME ME’ E’ UN MEZZO PER VEDERE CHE DISASTRO E’ L’ITALIA !
    A FINE MAGGIO ANDREMO IN EUROPA CON MIO FIGLIO,MA GRAZIE A QUEL CHE VEDO ATTRAVERSO RAI ITALIA……NON TOCCHERO’ IL BEL PAESE.
    CHE TU NON ABBIA CONTINUATO CON “SPORTELLO ITALIA” E’ COSA DEL
    PASSATO,ADESSO SEI ENTRATA NEL MONDO DEL FUTURO …. BASTA CON IL MITO BELLEZZA E DELLE MILLE SCARPE…..COSE CHE NON ANNO NIENTE A CHE VEDERE CON IL TUO “CERVELLO”!
    SE NON CAMBIAMO PAGINA SUI TEMI DI “RAI ITALIA”,TI METTEREMO UN BASTONE TRA LE RUOTE ! (a chi non piace Rai Italia che non la guardi )
    E IL BAMBINO NON POTRA’ CRESCERE BENE !

    CIAO

    Federico, oggi da Los Ageles USA


  29. Giuseppe ( Norwalk , USA )

    Vincenzo,
    ho letto la tua poesia ed e` bellissima come il tuo presepio.
    Tu non sei un sarto comune tu sei un’artista vestito da “tailor”.
    Un consiglio, perche` non la sposti sul nuovo tema, si perdera` nel “MISCELANEA”

    CIAO


  30. Alessandro

    Cari frequentatori del Salotto Italia di Francesca, non ho visto sui commenti arrivati fino adesso altro che Rai International o Rai Italia come sembri si chiami adesso. Veramente le cose non stanno proprio cosi, perlomeno per me, vedo Rai 1 Rai 2 Canale 5 e Italia 1, nella originale programmazione italiana, che scelgo attraverso le pagine web di mediaste palinsesto e rai nella pagina principale dove dice guida Rai, cosi da non avere i problemi elencati dagli altri visitatori del nostro (?)salotto.
    Solo scendete il piccolo programma fornito da streamerone.it, programma italianissimo e avrete i canali sudetti.
    Se poi voleste ancora di piu, ma in questo caso, gia sareste affetti da dipendenza televisiva, potete scendere il programma JLC’s Internet TV, dove si possono vedere anche i programmi regionali.
    Buona visione a tutti


  31. silvia,são paulo,Brasile

    L argomento di oggi di Francesca merita una riflessione(dico per me) maggiore ,pensarci un poco su.Ma siccome alcuni parlano del disordine di orari della Rai Italia,volevo dire che la TV spagnuola e la Tv francese adottano un sistema molto pratico,invece di mettere per esempio ora di Roma,che ci obbliga a fare calcoli matti,perche quando comincia l inverno in Italia si antecipa l orologio di un ora e nello stesso periodo in Brasile comincia l estate e si fa il contrario(un ora in pi(penso sia cosí,,,,poi viene inverno da noi e vice-versa,e altro cambio,ragione per cui per esempio porta a porta é all una del mattino o alle 10 h di sera,un macello.Dicevo le altre straniere usano un fuso orario,ti dicono che a Bs.Ayres alle 20hs(quindi stesso per buona parte del Brasile che ha lo stesso fuso orario,Negli uSA alle 18hs perche il fuso orario della costa leste é due ore meno che qui…dico il principio é questo.Mi pare sarebbe molto piu facile che non calcolare quante ore di differenza,se siamo in estate o inverno ecc.e poi chi non puo vedere porta a porta perche non puo andare a dormire alle 5h del mattino se lo perde,questo come esempio.La Rai Italia ci deve pensare a noi e pensare in che orari ci fá vedere cosa no?o la Rai non é per i paesi stranieri?costerebbe un poco di fatica ma almeno questo sarebbe risolto.saluti a tutti


  32. Vincenzo Lettieri

    Caro Giuseppe, grazie per la cordialità, il tuo complimento è straordinario! Però non confondermi! Io sono sarto, non poeta. Comunque di nuovo grazie sei troppo gentile, ciao


  33. ernesto ( USA )

    ALLA LETTERA DI PIERINO ROSSI TORONTO CANADA DEL 12 GENN. ORE 23,12.

    Rispondo al tuo quesito….SI’, c’e. Se la Francesca ti vuol dare la mia e-mail potro’ fornirti altre notizie.
    Ciao,Ernesto.


  34. Roberto Oliva da Bello Horizonte-Minas Gerais-Brasile

    Cara Francesca,

    Come sempre lei è andata diretto al punto. Ed io vorrei fare la stessa cosa:

    Come mi mancano i bellissimi film italiani, perché sono spariti della programmazioni? Sarebbe importantissimo che perlomeno una volta alla settimana dare qualcuno, nuovo o antico, in un orario conveniente.

    Mi rende molta mancanza un programma come il suo Sportello, dove la gente parlasse piano, di modo che fossimo in grado di capire meglio la bella lingua.

    Terzo e finale: Mi fa mancanza un programma che mostrassi le città dell’Italia, grandi o piccole, sue attrazioni, sue storie, sue abitudini, sua gente. Come a scritto SUELY COLLETO, sarebbe una televisione perfetta quella che attenuasse la nostra nostalgia, occhi e cuore.
    Un bacione.


  35. Giuseppe ( Norwalk, CT , USA )

    Alessandro,
    La ringrazio delle tue infirmazioni, ma non credo che questi canali possono essere visti in tutto il mondo.
    Dacci piu dettagli.
    Come si prendono? via internet? se cosi dacci un sito.
    Grazie, buono a sapere!
    Questo e uno dei “goal” per questo blog, insegnarci nuovi “tricks”.
    THANK YOU!!!


  36. Aldo Mosello

    Aldo Mosello-Curitiba Brasile n.1
    Cara Francesca,
    eccomi ritornato nuovamente fra i banchi della Scuola della Professoressa Francesca!Si é proprio vero mi sembra di ricordare un pó la geografia che studiavamo alla 5^ elementare – l´America ,l´Africa,l´Asia,l´Europa ecc.ecc.;quanto erano lontano da noi queste localitá dall´Italia,poi con il passar degli anni e con l´avvento delle nuove tecnologie queste distanze praticamente si sono azzerate.Mi alzo per andare alla lavagna e spiegare alcune cose,prima di svolgere il tema.Purtroppo é stato sempre cosí,l´italiano che va fuori l´italia é costretto dallo Stato a lasciare la propria terra per trovare nuovi mezzi di sostegno per vivere -non é tutto oro quel che luccica…..L´Italia secondo me,stá attraversando un vero e proprio periodo nero,che stá mettendo alla dura prova una intera popolazione che non ce la fa piú a vivere con il proprio stipendio o pensione!Per questo motivo a 70 anni sono ritornato ben volentieri in Brasile per vivere il resto della mia vita sereno e felice fino alla fine dei miei giorni terreni…!Vivevamo bene e felici a Roma con le nostre pensioni in lire italiane,poi peró é arrivato l´Euro e sono arrivati i propblemi .Io per fortuna avevo l´appoggio di mio figlio che ci ha isdradato le vie per ritornare in Brasile,ma milioni di Italiani stanno vivendo al limite della fame.Forse questo non traspare tanto evidentemente tra la gente perché esiste in noi italiani la dignitá occulta.Vado al mio posto per svolgere il tema “Quale Televisione per gli italiani nel mondo ?” Cara Francesca,premesso che sono collegato 18 ore al giorno alla televisione italiana oltre a Rai Clik per via internet,in veritá non mi sento di sputare nel piatto che mangio.Ebbi giá a dirti la volta scorsa che la nostra Televisione é tra le migliore Tre Rete Televisive del Mondo;e che Rai International é un miscuglio di tutte le rete televisive italiane come tu ben sai.La diffussione dei programmi televisivi segue Aldo Brasile 2


  37. Giuseppe

    Mannaia…, mo mi sembra essere un contestante dei “Soliti Ignoti”.
    Non sei tu il Vincenzo che ha scritto l’ultimo messaggio su MISCELANEA?

    Se “NO” non sei tu…………, che il vero Vincenzo di Illinois faccia la trasferta da MISCELANEA su questo tema!
    Grazie e chiedo scusa!!!


  38. Giorgio Turri ( Middletown, CT , USA )

    Cara Francesca,
    Mi fa piacere che tu abbia toccato il tasto del telegiornale con solo (o quasi) notizie buone. A questo proposito “rimbalzo” a te il suggerimento che ci avevi dato durante Sportello Italia e t’invito a rivisatare il sito http://www.buonenotizie.it che a me piace moltissimo. Poi sono in pieno accordo con Saverio(Fountain Hills , Arizona ) quando dice che in televisione c’è troppa politica. La mettono davvero in tutte le salse e chiunque si sente autorizzato ad includerla nel proprio repertorio. Però la categoria che a mio avviso tratta di politica a sproposito e che mi fa piu’ specie, è quella dei cantanti. Celentano per esempio(che purtroppo Mamma Natura non ha dotato di favella fluente) e la Cinque-etti la quale crede ancora nelle favole: “presentatrice non si nasce, lo si diventa.” A me piace moltissimo la musica leggera. Perchè i cantautori non si sforzano di incorporare le loro proteste politiche nelle liriche di canzoni nuove come facevano negli anni sessanta? E qui tocco un altro tasto dolente e mi appello ai cantautori: “dateci più melodia e meno retorica, mi sembrate tutti cantastorie, non cantanti.”
    E buona notte ai suonatori!
    Giorgio


  39. Sam Pizzo ( Melbourne , Australia )

    Cara Francesca, la tua corrispondenza ha suscitato una profonda emozione and ti dico subito :GRAZIE.
    Ho lasciato l’Italia nel 1955. Per circa 40 anni l’Italiano ha preso nella mia vita un secondo posto.
    Francamente io, come molti altri sentivo che avevo lasciato l’Italia e l’Italia aveva abbandonato me.
    Poi e’ nata RAI INTERNATIONAL, una grande e piacevole sorpresa, seguita da un’altra molto piu’ sentita e apprezzata, cioe’ il tuo programma.
    Tristamente sei scomparsa e molti di noi abbiamo fatto un acido commento: appena c’e’ qualcosa di buono per noi emigrati, l’Italia lo distrugge.
    Per tutti quelli che abbiamo lasciato l’Italia molti anni addietro per ragioni di sussistenza, sentire dopo tanti anni la nostra lingua, incontrare qualcuno che parla di noi e con noi, e’ un’esperienza incomprensibile ad ogni Italiano ce ha avuto la fortuna di non essere forzato a cercare aiuto fuori i confini della nostra patria.
    Concedo che molti oggi ci stanno provando a comunicare con noi, ma comprendere quel sentimento e’ impossibile.
    Un paragone ? Rimani orfano di genitori a giovane eta’, tutti dicono di capirti , ma nessuno sente il tuo dolore. Abbastanza dei miei sentimenti.
    Solo aggiunco: e’ un peccato che quel legame e comprensione che si erano stabiliti tra te e noi Italiani nel mondo,siano spezzati, chissa’ per quali motivi finanziari.
    Mi auguro che si possa aprire un altro spiraglio dove noi possiamo comunicare con la nostra terra nativa attraverso la tua dolce comunicazione e approccio.
    Sopratutto speriamo che qualcuno consideri con serieta’ queste nostre richieste.
    Grazie, Sam Pizzo,Melbourne, Australia.


  40. Paolo Massetani ( San Paolo , Brasile )

    Francesca,
    Da i commenti sopra già fatti si può vedere quanto tu abbia ragione: “è impossibile accontentare tutti”, e io aggiungerei: “perchè ad uno piace cotta e all’altro piace cruda!”.
    Però, nella maggior parte di questi commenti, c’è un reclamo comune: la mancanza di publicazione della programazione RAI International! E il poco che viene divulgato, le rare volte che lo divulgano, non rispetta mai gli orari annunziati.
    Poi io vorrei indicare un altro problema (lo stesso che ti segnalai, via e-mail, all’epoca che conducevi Sportello Italia): “l’eccesivo uso di vocaboli stranieri nelle varie trasmissioni”. Per assistere e comprendere ciò che dicono, specialmente, nella telecronaca di una partita di calcio o in un telegiornale, adesso, bisogna tenersi accanto un dizionario! Sarà che non esistono più i vocaboli italiani corrispondenti? Oppure è come si parla adesso in Italia? Se è così, sono obbligato a dire: “che nostalgia dell’epoca in cui dovevi mantenere la purezza della lingua!”.
    Saluti,
    Paolo


  41. Aldo Mosello ( Curitiba , Brasile )

    e´ quella che ci meritiamo.Purtroppo le nostre lamentele non vengono recepite da nessuno e vengono sistematicamente cestinate.Io sono uno dei rompi scatole che faccio sempre delle segnalazioni-per la mancanza dei titoli dei Film,per la ripetizione dei programmi sia nella stessa giornata che il giorno seguente e sopratutto per la mancanza del rispetto dell´orario dei programmi.Non basterebbe un canale TV italiano per soddisfare tette le nostre esigenze,basterebbe peró che i nostri parlamentari (ESTERI) che abbiamo eletto si facessero sentire per capire quali sono le nostre necessitá e portarli sul tappeto della casa madre RAI ITALIANA !!!Non é facile
    trovare una soluzione per accontentare tutte le teste,
    vedi gli amici che sono scontenti-dei programmi politici,culturali,sport calcio della Cinquetti ecc.ecc.Poiché l´espressione di pensiero é libero..quando é lecito-secondo me la televisione per gli italiani nel mondo é (l´INTERA PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA ITALIANA DELLE TRE RETE PIÚ TUTTE LE ALTRE RETE TELEVISIVE ITALIANE COLLATERALI-CE NE PER TUTTI I GUSTI E COME SI FACEVA IN ITALIA,SE UN PROGRAMMA NON TI PIACEVA PASSAVI A RAI DUE O TRE ECC.ECC.Non vedo altre soluzioni-una nuova rete senza alternative troverai sempre dergli eterni scontenti.
    Battiamoci per farci vedere quello che succede di bello e di brutto con tutti i programmi messi a disposizione della RAI TV ITALIANA.
    Una buona visione a tutti gli Italiani nel mondo con Rai e Rai Clik “Il meglio della TV Italiana”
    Ciao a Tutti Aldo Curitiba Brasile


  42. GAETANA ( MELBOURNE , AUSTRALIA )

    CARA FRANCESCA SCRIVO DA MELBOURNE, E CONDIVIDO TUTTO QUELLO CHE HA DETTO SAM PIZZO. DEVI SAPERE CHE PER NOI LA STAZIONE ITALIANA E TUTTO.LA MIA TELEVISIONE E ACCESA ALMENO 10 ORE AL GIORNO. SIAMO IN ITALIA, SAI LA LONTANANZA E FORTE, COSI SIMO MOLTO VICINI A TUTTI. CIAO GAETANA.


  43. LUCIANA CIANFARANI ( troy, mi , usa )

    Ciao mia cara Francesca e amici del salotto ho cercato di leggere tutti i vostri commenti abbastanza validi e penso che come tutti i popoli della terra ognuno di noi ha preferenze e quindi quello che piace a me non piace ad altri e via dicendo. Io pero` mi chiedo, ma quante ore di TV guardate al giorno che e` cosi importante avere tutte queste scelte? Quando ho visto i notiziari o qualche altro programma d’interesse poi basta. Quando non c’era la TV forse ci si divertiva di piu`? Pensate che se siamo fortunati vivremo su questa terra una media di 80 anni se si e` veramente fortunati, quindi passiamolo con i nostri cari, amici, viaggiamo, godiamoci quello che il Creato ci ha regalato. Per me va bene cosi, preferisco vivere, assaggiare, assaporare parlare in vivo invece del virtuale. Un abbraccio vero a voi tutti. Luciana


  44. nadiadicarlo ( Sarasoota,florida , usa )

    Cara Francesca.

    Grazie per essere sempre cosi’ premurosa e amabile verso di noi Italiani che viviamo all’estero.
    Mi e’iaciuto molto che hai parlato su la televisione.
    Sai per me e mio marito e’ molto importante stare in contatto con l’Italia.
    Anche a me piace molto LEONARDO WORLD, dirrei piu’ della Rai.
    Come oggi siamo molto fortunati ad avere tutta questa tecnologia, la quale ci permette tutto cio’, ma sopratutto stare in contatto con te.

    Buona fine di settimana.
    Ciao a tutti.

    Nadia Di Carlo
    Sarasota, Florida USA.


  45. Carla ( BALI , INDONESIA )

    Cari amici io sapete cosa faccio? Registro tutto giorno e notte poi vado a scegliere quello che mi piace,poco a dire il vero.
    E” qualche mese che sto scrivendo lettere di chiarimenti a RAI International,
    Badaloni personalmente,DE PASQUALE che conduce in modo indegno il contenitore dei vari telegiornali con i commenti dei vari corrispondenti esteri,per me superflui,usiamo iquelli della rai madre,perche’ pagare soldi in piu’?
    Ho scritto anche al programma di tre ore della Cinquetti(che due scatole!)…
    insomma ,NIENTE! mi hanno risposto con la risposta automatica che non rispondeva alle mie esigenze,oppure quando si e’ trattato di toccare direttamente i capi,ugualmente nessuna risposta.Allora mi chiedo:da chi siamo tutelati? Questa situazione mi fa paura,altroche’democrazia questo e’ autoritarismo bello e buono=DITTATURA salutoni Carla


  46. Alessandro

    Giuseppe ( Norwalk, CT , USA ) , si possono vedere in tutto il mondo. Solo c’e bisogno di una connessione a internet, che chiaramente hai.
    Il sito te lo avevo gia dato, comunque:
    http://www.streamerone.it
    la pagina e in italiano, sulla parte destra in alto c’e il link per scendere il programma, poi solo devi seguire le istruzioni, una volta istallato si apre una pagina con il player e scegli fra i programmi disponibili, alcuni a volte sono off, ma sempre c’e rai 1 Italia 1 e Canale 5, ricorda solo che le programmazioni sono agli orari italiani, per esempio la domenica sportiva sara alle 4-5 ora tua, del pomeriggio. Per la sr anna -Sao Paulo/Brasile e anche silvia,são paulo,Brasile, che si lamentano che alcuni programmi, tipo Porta a Porta sono in orari molto avanzati della notte, possono vederli molto prima, all’ora che sono trasmessi in Italia


  47. José ( Villa Constitución , Argentina )

    Cara Francesca:
    No soy italiano de nacimiento, pero mis abuelos paternos sí. Pienso que tal vez por esta razón me atrae tanto todo lo que se relacione con Italia.
    En cuanto al canal de T.V. Rai Italia, lo veo desde que era chico, cuando un canal Argentino emitía en diferido su programación musical. Es por ello que tu comentario Francesca es acertado y debo agregar que la programación actual, desde mi humilde punto de vista, es muy buena.
    Ciao a tutti, José


  48. Adriana

    Cara francesca.
    Vorrei una rai senza tanto calcio, senza tante veline assieme a uomini vecchi.
    Basta vedere la televisione tedesca, dove le noticie che trasmetteno coinvolge tutto il mondo, non solo noticie del Africa, del Irak, Pakistan e gli Stati Uniti come fá la Rai.
    Noticie dei nostri problemi??, nessuno programa italiano lo informa.
    Bacci.Adriana


  49. Salvatore (Syracuse NY. USA)

    UN TIPO DI TELEVISIONE CHE POSSA ACCONTENTARE TUTTI, IO NON HO IDEA. MA IO SO COME SARA` LA TELEVISIONE PER GLI ITALIANI NEL MONDO, DOPO AVER FATTO TUTTI GLI ESPERIMENTI POSSIBILI E SPRECATO CHISSA` QUANTO TEMPO E DENARO. CHE STUPIDA PRESUNZIONE MIA, VERO?…: GLI ITALIANI NEL MONDO POTRANNO VEDERE INTEGRALMENTE TUTTI I CANALI CHE SI VEDONO IN ITALIA, CON L’AGGIUNTA DI UN PROGRAMMA DI SERVIZIO CHE SI CHIAMERA` “SPORTELLO ITALIA” CONDOTTO DA FRANCESCA ALDERISI. IO HO SOLO UNA PICCOLA RISERVA:
    TUTTO CIO` SARA` POSSIBILE QUANDO LA TECNICA SARA` MOLTO AVANZATA… CHE STUPIDA PRESUNZIONE MIA, IO SO QUANDO: OGGI!!!!!!!!!!! PROPRIO OGGI LA TECNICA CI PERMETTE DI FARE TUTTO CIO`… INVECE NON LO FACCIAMO, PERCHE` DOBBIAMO SPRECARE TEMPO E MONETA E MANTENERE DELLA GENTE A RAI INTERNATIONAL CHE DICE: “ABBIAMO SCELTO PER VOI…” UN PEZZETTINO DI QUESTO O QUELLO… NOI NON ABBIAMO LA CAPACITA` DI SCEGLIERE???…
    Scusami Francesca, havevi raccomandato: niente critiche, io non accuso le persone, ma il sistema che permette tutto cio`.
    Salvatore.


  50. A. Margarita Morales da Ibagué-Colombia

    Francesca, io come persona non italiana che guarda RAI international o adesso Rai Italia, per avere sempre un contatto con l’Italia e soprattutto per ascoltare la lingua e non dimenticarla, non critico nessun programa. Invece ringrazio poter avere a casa mia questo cordone umbilicale con il bel paese. Soltanto mi piacerebbe che se presentassino meno politici e che i fine settimana ci fosse meno calcio.

    Amparo Margarita


  51. Vincenzo Lettieri

    Giuseppe, sono io, si proprio io Vincenzo dell’Ill.
    Va bene trasferisco quì la poesia , grazie per avermelo suggerito ciao.


  52. Carmela Celentano ( São Paulo , BRASIL )

    Cara Francesca,
    interessante l´argomento che hai scelto oggi sulla televisione.
    Io la Rai International l´accendo la mattina e la spengo la sera…si fa per dire, perché i migliori programmi secondo me, Porta a Porta, Ballarò e Anno Zero a volte finiscono alle 4 del mattino…
    Anche se non mi siedo a guardarla, cosa che succede quando un programma mi interessa, importante per me è “sentirla” cioè ascoltare la nostra bella lingua italiana e mi dà l´impressione di essere in Italia e poi c`è la possibilità di aggiornarsi a parole nuove ed espressioni moderne…io lasciai l´Italia nel 1955 a 18 anni, quarto anno di ragioneria, quindi avevo una certa preparazione ma confesso che da quando ho potuto abbonarmi alla TV A CAVO (TVA a San Paolo) e accedere a Rai International ho imparato tante cose sia della stessa lingua quanto della storia, geografia ecc. Quando studiavo il papà non aveva i mezzi per comprarmi i libri, alcuni libri principali erano usati altri non li compravo nemmeno tipo quelli di storia o geografia…a proposito vi racconto un piccolo anneddoto. In seconda media fui interrogata in geografia: dovevo cercare sull´atlante Valparaiso in Cile…ma chi aveva mai visto un atlante? Non sapevo neanche dove fosse il Cile, guardavo la cartina e non lo vedevo perché siccome è un lembo stretto e lungo il nome era scritto in verticale…risultato: rimandata in geografia. 10 anni fa però mi tirai lo svizio e andai in Cile e visitai anche Valparaiso…
    Brutti tempi quelli quando non c´era l´acqua nelle case. Si andava con i secchi a prenderla alla fontana della piazza e si cucinava ancora con il carbone. Mi ricordo quante “sciusciate” col ventaglio per far bollire più presto l´acqua per la pasta…
    E questo fu anche il motivo per cui emigrammo in Brasile…che ci accolse a braccia aperte e dove potemmo rifarci una vita dignitosa…
    Ma scusatemi se ho divagato…


  53. Carmela Celentano

    e torniamo alla Televisione.
    A me RAI International piace, oltre ai programmi menzionati sopra, mi piace Il caffé, Che tempo che fa
    con Fabio Fazio che porta sempre gente interessante e e poi ci fa ridere con Cetto la Qualunque e la Littizzetto.
    E poi la domenica non è tutto sport…oltre alla messa c´è Ieri Oggi e Domani con Pippo Baudo che è abbastanza piacevole e interessante ed ancora Fabio Fazio e prima dello sport c´è sempre un bel film.
    Un altro programma bello è Sestante con tanti argomenti interessanti.
    Ora c´è anche un programma (non ricordo il nome) sul cinema e anch´esso é molto interessante.
    E poi ci sono state tre puntate fantastiche con Benigni su Dante…che momenti meravigliosi…che bravo quel piccoletto!
    Intanto ieri proprio nel programma Italia Rai è stato intervistato un giornalista che ha parlato del grande pittore di origine italiana PORTINARI. L´ho trovato molto interessante perché appunto é un pittore brasiliano dello Stato di San Paolo abbastanza importante che ha opere gigantesche nelle Nazioni Unite a Washington e in tutti gli Stati brasiliani.
    E poi perdonatemi, ma mi piace pure un Posto al Sole
    lo faccio vedere ai miei alunni che riescono ad imparare abbastanza.
    Quindi delle cose buone, secondo me, ci sono…
    Un caro saluto a tutti voi, vi leggo sempre con tanto piacere.
    A te Francesca un abbraccione affettuoso.
    Carmela Celentano
    San Paolo – Brasile


  54. ilena ( Guanare , Venezuela )

    Carissima Francesca,
    …è vero quando dici che nelle case dei connazionali all’estero, soprattutto anziani, la televisione italiana è sempre sintonizzata. Sai..,tanti connazionali e oriundi che hanno sangue nelle vene e sono ancora legati alle loro radici, sentono parlare troppo spesso di una Italia in maniera negativa, soprattutto per quanto riguarda la sua vita politica ed economica.. Ê necessario che la televisione che òpera in’Italia informi sull’attualità, sulle attività sociali e culturali delle Associazioni sparse nel mondo. Abbiamo bisogno di programmi seri come per esempio cosa stanno facendo i nostri parlamentari che abbiamo mandato a Roma per rappresentarci?….Abbiamo bisogno di vedere i tanti buoni film che giovani registi italiani stanno sfornando in questi ùltimi tempi…..Vorrei che in’Italia si conoscesse di più la storia dell’emigrazione italiana….Poi…per quanto riguarda i programmi della Rai Italia… se dovessi dare un voto, gli darei un (6)sei!!!…
    Un abbraccio e un bacione a te e a tutti gli amici del blog….


  55. mario ( port macquearie , Australia )

    Francesca brava come al solito un vero teme il mio preferito spero che questo tema continui io come tu sai mi diverto a mandare i clips a rai italia cosi li leggono ma la piu’bella notizia che ho e’ che mi hanno anche risposto anche se con una lettera stereotipata ma sempre una risposta PERTANTO invito tutti i nostri cari amici del blog di madare i vostri commenti a Italia rai loro li leggono noi sopportiamo tanta gente li e loro hanno tutto il tempo per leggerli percio’ scrivete e sopratutto protestate e’ il vostro diritto ciao a tutti


  56. augusta prina ( milltown nj , usa )

    Cara Francesca,hai toccato un’argomento scottante e ritengo anche difficile da risolvere in quanto nessuno mai puo’ essere soddisfatto specie quando c’e’ un solo canale e non e’ presente la competizione. Mi sono a suo tempo gia’ lamentata dei programmi troppo improntati sulla politica e devo anche aggiungere che gli italiani d’america non s’interessano affato di politica ne tanto meno di quella italiana. Io vengo in Italia ogni anno, ascolto la tv , ci sono programmi che ho trovato interessanti che a noi non fanno vedere,anzi ci hanno eliminano quelli vincenti .A questo punto che dire? Forse la cosa migliore e’ non dare ascolto e….allora finisci ti metti in castigo e siamo sempre noi che ….abbiamo la peggio. Auguri a te con molto affetto. augusta prina NJ.USA


  57. Vincenzo Lettieri

    Carissima Francesca, come va! Brava procede tutto bene!
    Noi tre ti salutiamo caramente.
    Mi auguro che accetti questo spontaneo pensiero.

    IL SALOTTO.
    Francesca tu fosre non sai, che la Rai
    sente la mancanza del tuo bel sorriso?
    Quel tuo ufficio, non ha più luce: ma Guai?
    E a noi ci scorre” Una la Crima sul Viso.

    Dall’antenna della Rai, da sopra i tetti,
    ci giungono suoni mischiati tra le onde
    forse saranno le note della Cinquetti??
    Oppure cose che il Direttore ci nasconde?

    Noi ricordiamo ancora quel gradino,
    dove tu seduta e per telefono conversavi.
    Povero Sportello Italia, che mal destino!
    “La Burocrazia non ha cervelli savi”…

    Non rimpiangere mai quella scrivania,
    perchè tu sei molto, molto Superiore.
    Hai aperto ai Fan, una nuova via
    e ti staremo vicino in tutte le belle ore.

    Scusami, se non visito spesso il tuo sito,
    però io vedo che corre,corre a gran velocità.
    Veramente ci rimango più che sbalordito
    all’incredibile lista dei Fan, d’ogni località.

    Sei Grande: Intelligenza e forza posssiedi assai.
    Quindi il tuo Filo deve restare sempre teso.
    Allora lasciamo la Cinquetti sulla sedia della Rai
    e noi ragioniamo nel bel Salotto col faro ACCESO.
    Con affetto Vincenzo.


  58. GIANNI ASCOLINI ( SATTAHIP , THAILANDIA )

    CARA FRANCESCA,
    CON QUESTO ARGOMENTO E’ DIFFICILE FARE UN COMMENTO SENZA FARE DELLE CRITICHE A “RAIINTERNATIONAL” IO VIVO IN THAILANDIA E NON SO’ QUELLO CHE VEDONO GLI ALTRI ITALIANI SPARSI NEL MONDO,MA LEGGENDO QUELLO CHE TI SCRIVONO VEDO CHE LA MAGGIORANZA SONO CRITICHE.
    PER QUELLO CHE CONCERNE I FILM I PROGRAMMATORI SI DIFENDONO CON LA SCUSA DEI DIRITTI D’AUTORE,MA….. MIA CARA FRANCESCA, FANNO VEDERE DELLE COSE INGUARDABILI PER NON PARLARE DI QUANTE VOLTE RIPETONO GLI STESSI PROGRAMMI IN 24 ORE ANZICHE’ FARNE DEI NUOVI,L’UNICA COSA DA NON CRITICARE SONO I TELEGIORNALI CHE SONO IN DIRETTA,MA POI DIPENDE DAL FUSO ORARIO DEL PAESE DOVE SI RISIEDE.
    MI SONO PERMESSO DI SCRIVERE TANTISSIME MAIL DI PROTESTA A RAINTERNATIONAL,MA NESSUNO SI E’ DEGNATO DI RISPODERMI.
    FRANCESCA !!!! PER FAVORE AIUTACI TU…..
    CON LA SPERANZA DI RIAVERTI PRESTO TRA NOI ITALIANI NEL MONDO,
    RICEVI UN CARO SALUTO,
    GIANNI ASCOLINI


  59. maria r guerra; ( norridge ill , U.S.A )

    Ciao Francesca:E Saluti a tutti gli amici del blog.
    Riguardo largomento di oggi, vogli esprimere anche la mia di opinione, anche se non sono molto brava a commentare, pero vi posso dire,riguardo alla televisione e programmi italiani, che qui io come molti altri connazionali non aspettavamo altro, che arrivasse un programma italiano, perche’ qui’ almeno a Chicago cera solo 1 ora la domenica su un canale che trasmetteva per la maggiore, in lingua spagnolo dunque immagginate che entusiasmo, quando e’arrivata RAIINTERNATIONAL, ma per i primi anni e’ andata alquanto bene, poi sei arrivata tu francesca e cosi’ siamo rimasti incantati, come si dice, ma voglio dire anche che in casa mia, anche se avevamo HBO o altri programmi, la mia TV era sintonizzata 24 ore al giorno,su raiint!!!ma da quando,quest’anno,e’ entrato il nuovo,DIR-ART,e le cose sono cambiate, anche qui a casa mia,le ho dovute cambiare.Ora pero’vorrei sapere una cosa, per quanto tempo mantiene la sua carica o se lo possiamo far sbattere fuori, poi voglio dire qualcosa a [Federico di oggi a Los Angeles]come si e’ identificato lui come dice
    che se la rai non cambia pagina mettera’ il bastone fra le ruote vorrei che spiegasse a chi? e poi dice che il bamino non crescera’bene cosa vuole dire?che forse sara’ lui anon farlo crescere bene? ma non a letto la pagina in cui Francesca diceva di questo; sono stati tutti entusiasti! per adesso e’ lunico a parlare di bastoni fra le ruote, e di bambino che non crescera’bene;vede io ne’ho uno vero, che veramente non sta bene, dunque la prego cambi idea sulla rai oppure spieghi meglio cosa vuole dire.Francesca grazie per quello che stai facendo per tutti noi e voglio dire anche un’altra cosa che quando io e Giovanni guardavamo SportelloItalia eravamo sempre interessati a sapere degli altri connazionali e speravamo nel modo migliore di come risolver i loro problemi.A proposito vorremmo,sapere come sta?o se sei sempre in contatto con lui?cioe L’AVVOCATO ARNOLDI
    ciaoatutti!


  60. maria r guerra;(norridge,ill,U.S.A)

    Cara Francesca;sono ancora Maria ,un grazie,al Signor Vincenzo, per le belle cose che ha detto.E
    Francesca vedi, io non sono brava nel scrivere,
    e non mi piace copiare, pero’ se vedo che una persona, dice una cosa bella, ed io sono daccordo con questa,allora la ringrazio per quello che dice beato lui Signor Vincenzo
    ciao !!!!!!!!!!!!!!


  61. Stefano Mollo (Romano) ( Guayaquil , Ecuador )

    Cara Francesca e cari Amici/e Italiani/e sparsi per il globo terracqueo …..

    Io vorrei poter vedere la TV Italiana, tale e quale a come la vedrei in Italia. Tutte le reti!

    E visto che generalmente non accetto un NO come risposta, certo che la risposta alla mia (nostra) esigenza NON verrà mai dai nostri politici, sicuro che “chi fa da se fa per tre”, da un paio di settimane mi sono messo a cercare in Internet una soluzione.

    Oltre a streamerone, voglio quindi condividere con voi tutti il sito http://wwitv.com/portal.htm in cui sono elencate (ad oggi) 2745 stazioni televisive di tutto il mondo, bello zapping, eh?
    In particolare, sulla colonna a sinistra sono divise per Paesi e l’ Italia può vantare 119 emittenti.

    Chiaramente poi esiste http://www.mediaset.it/ con tre telegiornali, i programmi di approfondimento, Striscia la Notizia, eccetera.

    A chi piacciono le notizie in tempo reale, tipo CNN, segnalo http://www.rainews24.it/ che offre notizie fresche ogni 30 minuti, speciali, approfondimenti, eccetera.

    Ma io sono un tipo che non si accontenta facilmente; si, l’ internet ci è di aiuto e per chi lo sa usare, è “facile” addomesticarlo….. Ma per tutti gli altri????

    Ed allora ho continuato a cercare …. e sono approdato su Fastweb.

    Fastweb è un fornitore di servizi italiano, che in un solo pacchetto vende il servizio telefonico, l’ Internet e la TV digitale, tutto ciò trasmesso sul filo dell’ Internet !

    In poche parole è una specie di TV via cavo, ma viene trasmessa via internet; loro ti danno un decoder (una scatola) con un telecomando che si collega al TV da un lato ed all’ Internet dall’ altro. Più facile di così …. Date un’ occhiata su http://www.fastweb.it/offerta/famiglia/tv-digitale/

    Quello che ancora NON ho potuto verificare è se il decoder funzionerebbe al di fuori dell’ Italia, ovvero al di fuori della rete Fastweb.
    Ho inviato un mail in tal senso e sto aspettando una risposta.

    Comunque, risposta o meno, il modo lo troverò.

    Stefano Mollo


  62. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca,
    a me piacerebbe una RAI dove si potessero vedere tanti bei film, ma purtroppo solo fanno vedere fiction che il piu delle volte sono storie di mafia e della delinquenza in generale, (scopiazzando i film televisivi made in “iuessei”) con personaggi insopportabili con una parlata ancora piu insopportabile. Sono anche insopportabili quei programmi dove si vede la fatina con la bacchetta magica che regala il rifacimento delle case e le cerimonie da sogno per novelli sposi ed altri assurdi accostamenti con cantanti che cantano con qualche loro fan, mentre invece quello della prova fra i cuochi mi sembrava un vero intrattenimento. Mi piacciono poi moltissimo i programmi di Piero Angela, i programmi culturali come quello di Cinzia Tani, i programmi sulla salute, mi piace tantissimo UN POSTO AL SOLE (che è una fiction credibile e godibile), forse un po’ di calcio per il pubblico maschile andrebbe bene, abolirei “qui si parla italiano” per lo meno nel formato attuale che potrebbe essere sostituito con delle simpatiche sit-com, come quelle che mandavano in onda una decina di anni fa per insegnare l’italiano a tutti, e infine proporrei una soluzione che andrebbe bene in tutte le latitudini a dispetto dei fusi orari e cioe, fare una programmazione di 12 ore che si ripeterebbe per le altre 12 ore e ognuno potrebbe vedere in orari accettabili le trasmissioni preferite con il vantaggio che se ti perdi la puntata di qualche programma puoi rivederla nella ripetizione e tutto sommato gli orari non sarebbero mai tanto scomodi nè per la Thailandia, nè per il Brasile.
    Francesca, ti auguro che ti chiamino dalla RAI, visto la tua competenza in tutti gli aspetti delle necessità e problematiche degli italiani all’estero, e ti chieda la tua opinione e il tuo aiuto per creare la piu bella programmazione che possa soddisfare la maggior parte dei nostri connazionali all’estero. Sara? Vedremo…
    Un caro saluto a te e a tutti gli amici del blog.
    Lucia


  63. Enrico ( Sydney , AU )

    Carissima Francesca.
    Mi scuso di dirlo, ma qui sembriamo di uscire “fuori rotta”.
    Invece di discutere su cio’ che ci si aspetta dal tuo blog, ci si riallaccia ad un differente tipo di comunicazione (la TV) che e’ certamente diverso da quello che stiamo usando, grazie a te.
    Anch’io sono certamente insoddisfatto di Rai Italia ma, sinceramente, di fronte ad una organizzazione politicamente motivata, non me la sentirei di dare alcun suggerimento specialmente dopo il trattamento cui sono soggetti i fruitori come Carla di Bali e moltissimi altri IGNORATI come fossero degli IGNORANTI.
    Se a Rai Italia non sono preparati ad ascoltare (e rispondere) a chi gli scrive, perche’ preoccuparsi
    di fargli capire che il corpo dirigente deve essere indipendente dalla politica (come la stampa “pulita”),
    che si deve ridurre la burocrazia e che devono essere pianificati i programmi, i contenuti, gli orari di trasmissione eccetera? Sono capaci di questo? Per cio’ sono pagati e dovrebbero essere qualificati.
    Che facciano il loro lavoro cosi’… “poi vedremo i risultati” (estratto di una famosa frase).
    Ma i risultati ci sono gia’ e stanno a preoccuparli!
    Non servono “doppioni” di programmi (vedi news e sport) e tante altre indulgenze che servono solo a sperperare soldi fra i favoriti ed a riempire il calendario dei programmi.

    Con questo finisco col dire: VIVA L’INTERNET che sta asserendosi come un nuovo mezzo di
    comunicazione globale e socio/alternativa.


  64. Lea ( Roma , Italia )

    Salve a tutti gli amici e immediatamente dico ciò che penso convenendo che la televisione ha il compito di far sentire vicini i patrioti lontani riservandogli notizie e argomenti che non li facciano sentire estranei. ciò però dipende dalla sensibilità di chi prepara i programmi e di chi li espone, poiché sono pochi ad avere quel carisma che occorre.
    per questo credo fermamente che la nostra amata Francesca sia sulla strada giusta per realizzare questo desiderio che è di tutti gl’italiani all’estero e non solo. intanto vorrei esternarvi qualche mia semplice considerazione sulla TiVù in genere.
    Mi sono chiesta spesso:
    come starebbe tanta umanità
    se non ci fosse al mondo la TiVù ?
    La riflessione poi che ne consegue
    è quella che… non si vivrebbe più.
    perché siam tutti videodipendenti
    e pure chi la osteggia o la dileggia
    ne viene sempre fatalmente attratto.
    Però, ogni tanto va rimodernata
    e da nessuno mai condizionata .
    Ora si esige che vi sia cultura
    perché la gente non è più ignorante
    e chi è da solo o vecchio od ammalato
    guarda soltanto quello che ha trovato
    facendo zopping col suo telecomando
    senza sapere ciò che andrà a vedere.
    La cosa che fa male a tutti quanti
    è quando si da spazio alla bruttura
    d’un palinsesto fatto senza cuore.
    Tanta volgarità ch’è dilagata
    andrebbe sull’istante eliminata.
    Chiara e forbita sia ognora la parola
    da fare a tutti veramente scuola
    senza arrivismi e senza gelosia
    ché di potere la TiVù ne ha tanto,
    ma deve usarlo con ingegno e tatto
    per la funzione migliore che ci sia
    che è quella di portare compagnia.

    sono semplici regole da mettere in pratica che unite a dibattiti seri e non lunghissimi, telegiornali con fatti edificanti ( non solo reportage di cronaca nera) varietà meno scurrili e spoetizzanti, ecc. ecc., renderebbero la televisione più attraente per tutti.
    spero che si possa giungere a tanto , anche se sono convinta che è imposssibile accontentare i gusti di tutti. almeno ci si provi!!! cari saluti .


  65. Franco Dell'Ovo ( Caracas , Venezuela )

    Mia Cara Francesca,
    come vedi gira e gira il tuo programma di Sportello Italia, cosi variato come lo avevi, era seguito da tutti l’Italiani nel mondo, i temi trattati interessavano a tutti è questo l’esito di tanti anni. Tu mi hai aiutato con la pensione del Inps, cosi come a tanti altri Italiani. Abbiamo bisogno di un programma di servizio come quello che avevi tu. Io penso que parlando con la RAI, e invitando al tuo pubblico nel mondo d’inviare una richiesta formale di ognuno di noi potrebbero studiare la riapertura del programma tanto richiesto e nominato in tutte le corrispondenze che ricevi. Questo è un pagliativo momentaneo dove ognuno di noi ti sta vicino in questo momento, però con il tempo si spengerà, l’Italiano che ha emigrato da tanti anni no domina più l’Italiano scritto, come hai visto nel passato è una mescola della lingua locale con l’italiano qui la necessità di un programma similare a quello che avevi.
    Con tanto affetto
    Franco


  66. romuald ( yaounde , camerun )

    cara francesca
    Questo argomento è molto interessante perché qui in cameru sto imparando questa lingua belissima italiana con rai internationale pero’mi piacerebbe aver un’altra rete per seguire altre cose ad esempio piu’ informazioni e musica grazie a te ciao.


  67. Elvira Balderi São Paulo Brasile ( São Paulo , Brasile )

    Cara Francesca,mi è piaciuto molto il tuo articolo sulla TV italiana all´estero. Vedo soltanto la RAI, prima di tutto perchè sono italiana fino nel midollo delle mie ossa, con tutto che sto in Brasile da 60 anni ( ne ho 96).Ci sono programmi interessantissimi, come quello di ieri sera sull`Egitto, Solo non so se è qui a São Paolo che si riceve un pessimo suono. In Italia hanno la mania di mettere musica in tutto. La musica copre le parole e specialmente nei momenti più importanti la musica aumenta e… non si più niente. Non so se l`agomento possa interessarti, ma ho preso lo spunto dal tuo articol.Vorrei sapere con chi poter dare questo mio giudizio. È un peccato perchè tanto le Ficcion come le interviste sono bellissime, ma la musica ( o il rumore) rovina tutto.
    Poi…. fosse una musica , ma come fondo c`è un rumore che non si sa che è. Non so se questo entra nell`ambito del tuo programma. Forse no, ma indicami per favore quale il settore col quale posso comunicarmi. Scusa par la lunghezza del testo, ma so
    che sei una cara e gentile persona con la quale si piossono scambiare le idee.Ti abraccio


  68. Elvira Balderi São Paulo Brasile ( São Paulo , Brasile )

    Cara Feancesca, ancora io. Rileggo quello che ho scritto, ma ci sono un monte di errori che io non ho certamente fatto perchè rileggo almeno tre volte quello che ho scritto. Nella trasmissione del testo deve erssere successo qualcosa. Scusami ma tu che sei dentro e conosci bene i capricci dei conmpiuter, capirai . Ciao


  69. Elvira Balderi São Paulo Brasile ( São àulo , Brasil )

    Cara Francesca, sono io di nuovo. Rileggo il mio messaggio. È pieno di errori che io certamente non ho fatto perchè ho l`abitudine di leggere almeno tre volte quello che ho scritto perchè non sono molto buona con questo apparecchio. Ma tu che sei dentro e conosci bene i capricci dei compiuter, capirai che deve essere successo qualcosa nella trasmissione.Ciao


  70. Nella da Rockland County ( New York , Bardonia )

    Cra Francesca
    bello argomento
    pero ti dico che a me piace moltissimo altri progammi
    che l anno scorso ero riuscita a vedere tramite oversea tv ero contentissima vedere programmi come canale 5, 4, ect poi podo un po tolsero tutti questi programmi e si vedevano solo rai uno due e tre e poi tutti i canali cone napoli venezia ect qunado chiamai per vedere cosa era successo mi dissero solo che avevano messo altri programmi piu interessanti che a me e mio marito non servivano a nulla cosi cancellai tutto e ti dico che fui molto annoiata x a me paiceva molto quardare scherzi a parte , il gran fratello , ce posta x te e altro. ora ho saputo che forse ce un altra compagnia che forse li portera ma fino adesso non so nulla
    tu ne sai qualcosa?
    buon fine weekend a tutti
    baci a dopo


  71. Nella da Rockland County ( New York , Bardonia )

    Carissimi se ci sono dei sbagli quando scrivo
    scusatemi


  72. Stella Navarro Falca ( Montevideo , Uruguay )

    Sempre sono nel tg, notizie positive, in tutto il mondo
    Noi dobbiamo sempre leggere e ascoltare quello che fa bene a noi.
    Il mio mesaggio è di pace ed amore per tutto il mondo.
    Aspeto che sulla Rai un giorno qualunque noi possiamo vedere un programma per tutto il mondo già sia per gl`italiani nell mondo o in italia e per quelli come io che sono di origine italiana, sposata con un italiano.
    La tua amica urugayana Stella Navarro Falta


  73. lino da phuket ( kata beach-phuket , thailand )

    E’ vero cio che dici,gia te lo scrissi,io accendo la tv al risveglio e la spengo alla sera,guisto per sentire voci italiane,interessato solo alle notizie e novita’,purtroppo ripetono uno dietro l’altro programmi di paesaggi ,ne basterebbe uno e poi variare,detto cio non voglio far polemica,ma mi domando quanti di noi hanno scritto al direttore esprimendo desideri di altri programmi senza avere ne risposte ne cambiamenti,capisco i diritti dei programmi stessi che a volte non possono essere trasmessi ,ma almeno i films…quelli in dialetto o in pronuncie dialettali,tipo romano veneto piemontese,voglio un po sorridere sulle nostre tradizioni,a volte qualcosa di buono c’e’,ma la maggior parte….
    un abbraccio


  74. vittorio galli

    In Italia si vede l’ attuale RAI Italia? si? dove? c’è un canale apposito? Ho chiesto ad alcuni amici che vivono in Italia ma fino ad ora non lo hanno visto… Sarebbe bene che venisse data questa informazione a tutti i telespettatori italiani. A parte questa domanda, quali sono i servizi che consentono agli italiani in Italia di avere una CORRETTA INFORMAZIONE SU QUANTO FANNO gli ITALIANI NEL MONDO? Ed ancora: le notizie utili, come quelle che svolgeva Francesca Alderisi in Sportello Italia, dove sono finite? Qualcuno crede che a partire da ques’tanno i problemi sono terminati e si possano trasmettere solo dati informativi “leggeri”? Ci sono ancora molte cose da attuare per poter ottenere una “informazione di ritorno” e le strutture RAI dovrebberero tenerlo in maggior conto.
    Il programma di Francesca era animato, attivo, diretto, interessante, con intervento di persone che riuscivano a dare corrette informazioni, se non a risolvere taluni problemi.
    Ora, per quanto si può esaminare, e all’ora che si può vedere, vi sono programmi che non meritano di essere visti; vi sono programmi che si interrompono di colpo, altri che vengono trasmessi dopo alcuni giorni… è forse questa la bellezza della nuova RAI Italia?
    E si può sapere quanto guadagnano le persone addette ai programmi RAI Italia? Mi sembra che i compensi non siano adeguati al loro impegno: sarà solo una ipotesi mia, ma il tutto, almeno fino ad oggi, mi sembta molto superficiale.
    Lasciamo da parte le nostalgie, i ricordi e le tradizioni italiane e veniamo al sodo¨: Occorre qualcosa di più, di migliore e che rispecchi veramente quanto viene fatto dagli itraliani nel mondo.
    Altrimenti a che serve?
    Un saluto a tutti gli italiani del pianeta.


  75. ENZO TORTORA ( MANSFIELD , STATI UNITI )

    Ciao Francesca , per tutti gli italiani residenti all’estero, molti forse non hanno il compiuter , e se
    lo tengono non lo sanno usare, quindi non possono partecipare a questo giro di commenti, in quale categoria
    di italiani residenti all’estero vengono messi ,o esclusi
    chiamati “nulla tenenti?”scusa di essere cosi’ pignolo.
    un forte abbraccio ENZO XYZ DAGLI STATI UNITI


  76. giuseppina chinnici ( leamington ontario , canada )

    CIAO FRANCESCA COME TU SAI QUI C RAI INTERNACIONAL E COME TUTTI GLI ITALIANI DI QUI VEDIAMO E NE SIAMO TANTO CONTENTI MA C MANCHI TU CON SPORTELLO ITALIA ERA UN BEL PROGRAMMA NN CAPISCO PERCHE TI ANNO CAMBIATO TUTTI SONO CHE LAVORANO IN RAI ETU NO?,SPERO CHE SAI RIAMMESSA DINUOVO TI AUGURO UN BUON LAVORO CONTINUA 6 MOLTO BRAVA CON AFFETTO JOSEPHINE


  77. fernando mantovani ( san paolo , brasile )

    RISPONDENDO A ANNA

    Cara Anna, non so se conosce neppure se ha l´interesse, ma la biblioteca da FFLCH-USP (Faculdade de filosofia, letras, ciências e história da USP, cidade universitária) ha un grande acervo di libri in italiano, inclusi poesia, tesi, ecc.Ritirar libri è permessso soltanto da allievi, ma l´entrata, consulta e lettura là dentro è apperta al pubblico e gratuita. C`è un po´ di burocracia, ma, con un po´di fortuna, è possibile anche “xerocar” alcuni libri.

    Per quanto riguarda alla compra, in SP, la cosa è più delicata.A ‘Fnac’ è anche possibile trovar qualcosa in italiano, ma il più probabile è trovar libri d´autori non italiani traddotti in italiano, come John Grisham, Sydney Sheldon (oh, no!).A ‘Livraria Cultura’ è possibile ordinar quasi tutto.Dico, non c´è nulla ‘in luogo’ ma se ha un titolo specifico, loro lo tengono (ed il prezzo è minor di Amazon).Ossia, lei può andar a USP, ricercar quel che vuole e poi ordinare.

    Per quanto riguarda a autori…Non sono italiano neppure nessun esperto in cultura italiana, non ho mai studiato l´idioma, ma, se è permesso,mi raccomanderebbe Pirandello,soprattutto “Il fu Mattia Pascal” (un dei migliori libri del seccolo 20, secondo me),e “Sei personaggi a cerca d´autore” (genial teatro).E come libro, “Il Gattopardo”, di Lampedusa.

    Nonostante i libri siano già classici non pensi che siano difficile o troppo intellettuali. Al contrario, sono tutti accessibili. Per esempio, “6 personaggi…’ è piccolo e si legge d´una volta. E assicuro che legger Pirandello e annoiarsi è come conoscere Francesca e non amarla: impossibile.

    E la ricordo che, caso preferisca conoscer una storia prima di legger il libro, c´è sempre il cinema da aiutarci. Pasolini ha filmato Bocaccio, Visconti ha filmato Lampedusa, i fratelli Taviani hanno filmato racconti di Pirandello…

    Spero che questi suggerimenti possono far piacer a lei.

    Un saluto paulistano
    fernando

    ps:più difficile di trovar libri è trovar film italiani a sp


  78. Nicola Biscardi ( Malindi , Kenya )

    Credo che una delle cose che, almeno fino a qualche tempo fa, mi faceva dire… sono a casa… in Kenya ma in quel pezzo di Italia che è casa mia, era la sigla del telegiornale TG1 delle 13,30.

    Invece il direttore Piero Badaloni ha deciso che il telegiornale non c’è più… per gli Italiani all’estero, questa specie di persone “diversa” deve avere una trasmissione fatta apposta per loro.

    Niente TG ma Italia News, un telegiornale per espatriati… per farli sentire all’estero… con solo l’apertura dei telegiornali.

    Non che sia fatto male, per carità, solo che la sigla del TG, il fatto di vedere quello che stanno vedendo in Italia… di poter fare considerazioni su quello che mio fratello o Francesca Alderisi vedono in Italia, ti fanno sentire più a casa… più vicino… invece no…

    Trasmissioni diverse… porta a porta solo una volta a settimana… orari di altre trasmissioni interessanti diversi da quelli italiani, e soprattutto…

    un Italia News tutto (anzi solo) per noi.

    Un saluto a tutti


  79. Pasquale ( clifton , usa )

    Cara Francesca, hai ragione, la rai per noi Italiani all’estero e’ qualcosa che ci lega molto piu’ vicino all’Italia. Ci fa sentire come se vivessimo in Italia, che sogno sempre di ritornare. Inoltre, e’ bellissimo sentire la lingua Italiana in casa, la lingua piu’ bella del mondo. Mi piacerebbe che la nostra bella lingua sia parlata di piu’ all’estero, e vorrei dire a voi che siete in Italia di non usare troppe parole Inglese nella lingua Italiana. Cercate di eliminare tante parole straniere, che poi va a finire che la nostra bellissima lingua si va a modificare. E questo e’ un peccato.

    Ciao ed un forte salute a te e a tutti gli Italiani all’estero, anche se ce lo un po con gli Italiani all’estero, perche’ molti di loro criticano troppo l’Italia nel modo negativo, e in piu’, per colpa degli Italiani all’estero, l’Italia ha avuto un governo di sinistra che sta portando l’Italia in declino.

    Ciao, Pasquale


  80. vito de frenza punto fijo venezuela

    La ultima notizia riguardo gli italiani de los Roques e che adesso simuleranno con un aereo uguale al caduto per vedere dove potrebbe trovarsi. C e un altra notizia che ieri alcuni pescatori della mia zona precisamente FALCON avvistarono un corpo in mare a 12 miglia de la costa e come non avevano radio arrivarono a terra e dettero l allarme pero gli equipi di soccorso non avevano mezzi per arrivare al posto indicato . Potrete vedere come e venezuela regala miglionidi $ ad Argentina Bolivia Cuba Equador Nicaragua e per fino alla citta di Londra e non habbiamo i mezzi necessari per spravvivere qui Saluti


  81. vito de frenza punto fijo venezuela

    Chiedo scusa per la mia anteriore opinione che non riguarda il tema odierno , cosa per certo non ho nessuna voglia di commentare gia che sono stanco di fare reclami alla RAI e come la cosa continua cosi BISOGNA ACCETTARLA a Bari si dice (o questa minestra o ti butti dalla finestra)e cosi dobbiamo accettare quello che mamma Rai ci da


  82. vito de frenza punto fijo venezuela

    Vorrei che qualcuno mi indicasse una direzione eletronica del CAVALIERE per chiedere che faccia qualcosa con MEDIASET per noi umili italiani al estero perche ha esperienza di conduzione di impresa e politica e sa come si guida la massa.Sono sicuro che se ci chiede un abbonamento mensuale tutti noi collaboreremmo che dite voi?


  83. vito de frenza punto fijo venezuela

    Ho dimenticato di dirvi la ultima notizia del giorno ebbene il nostro presidente CHAVEZ esta enamorado de Naomi Cambell ( la revolucionaria ) piu volte condannata per maltratti. presto annunceranno il matrimonio lo sapevate ? Felicidad …. questo si ottiene solo con molti $ che ne dite?????? e noi non possiamo cambiare i Bolivar per ottenere i verdi .Che ne dite ? Alleluja


  84. Salvatore (Syracuse NY. USA)

    Alcuni amici mi fanno sapere di non aver capito bene il mio commento. Ripeto in sintesi: UN TIPO DI TELEVISIONE CHE POSSA ACCONTENTARE TUTTI NON ESISTERA` MAI. C’E` UN MODO PER ACCONTENTARE TUTTI GLI ITALIANI FUORI DALL’ITALIA: FARCI VEDERE TUTTI I PROGRAMMI CHE SI VEDONO IN ITALIA, AGGIUNGENDO SOLO IL PROGRAMMA DI SEVIZIO “SPORTELLO ITALIA CONDOTTO DA FRANCESCA ALDERISI”. LA TECNICA DI OGGI PERMETTE DI ATTUARE QUESTO PROGETTO E CON METTA` SPESA DI QUANTO OCCORRE PER SOTENERE RAI INTERNATIONAL. SE I DIRIGENTI RESPONSABILI NON CAPISCONO QUESTO PROGETTO, IO POTRO` SPIEGARGLIELO IN QUALSIASE MOMENTO.
    Perdonatemi, non e` presunzione ne arroganza, e` cosa possibile da attuare oggi.
    Savatore.


  85. Umberto Virgillo

    Invio un cordiale saluto a tutti gli italiani del mondo,un saluto proveniente a Minneapolis nello stato del Minnesota.u.s.a. dove oggi la temperatura massima e’ di 12 centigradi sotto zero.
    Ho appena letto il commento del Sig.Vito de Frenza,ed in merito voglio fare una osservazione”O ti mangi questa minestra o ti butti dalla finestra” e’ un proverbio antichissimo,arrenderci a questo punto ,sarebbe una vera e propria rassegnazione, qui’ in america c’e’ un proverbio che dice “Persintence well pay off”tradotto significa,”Chi insiste alla fine ottiene”.
    Non dobbiamo, ed non possiamo fermarci a metta’ strada,
    adottiamo la famosa frase pronunciata dal martire “Jocopo Riffin”il quale sulla via del “Patimbolo” anzicche’ di rivelare i nomi dei suoi seguaci in cambio della sua vita, lui rispose “Tiriamo innanzi”, solo cosi’ continuando in un modo democratico e pacifico,riporteremo la Nostra Francesca di nuovo nelle nostre case tramite la Tv,questa e’ la
    mia risoluzione che mi son proposto per il 2008,fiducioso che la mia risoluzione avra’ il consenzo positivo da parte di tutti i connazionali residenti oltre i confini nazionali.
    Grazie dell’ascolto,ed calorosi saluti ed Ossequi.

    Umberto Virgillo


  86. federico ( LOS ANGELES , USA )

    CARA FRANCESCA,PER MANCANZA DI SPAZIO, IERI, NON HO POTUTO
    FINIRE IL MIO COMMENTARIO SULLA TV PER NOI ITALIANI…..
    SE LEGGETE L’ARTICOLO DI STEFANO MOLLO,DA GUAYAQUIL(bravo Stefano,aprecio tu altruismo en dar tus conocimientos a los seguidores de Francesca,yo ya entre’en todos los sitios y piensa que estoy en un hotel en Los Angeles)E VEDRETE CHE IL FUTURO E’VIA INTERNET.I PAESI CHE NON ANNO LA TECNOLOGIA DELLA TV A CUI SIAMO ABITUATI IN USA,SOLO OFFRONO
    QUELLO CHE POSSONO,MENTRE CHE CON UNA “”LAPTOP”” COMPUTER,SI PUO’ VEDERE “”TUTTO””, DAI POSTI PIU’REMOTI, BASTA UNA BATTERIA SOLARE E UN “”CONNECT CARD”” CHE COSTA $ 150.00.IL MIO L’HO COMPRATO DALLA AT&T.
    IL FUTURO E’ VIA INTERNET,OGGI GIORNO CHI NON SA USARE
    IL COMPUTER E’ COME SE NON SAPESSE “”NE LEGGERE NE SCRIVERE””.FORZA….. IMPARATE !
    SU RAI ITALIA,UN CARO AMICO CHE LAVORA PROPIO NELLA
    PROGRAMMAZZIONE,MI HA SPIEGATO CHE QUESTO CANALE E’ DIVENTATO UN VERO CAVALLO DI BATTAGLIA PER LA RAI.
    GIA’ SOFFRE DI TUTTA QUELLA BUROCRAZIA DEL RESTO DELLA
    CASA MADRE.SINDACATI E TUTTO IL RESTO.OSSIA RAI ITALIA
    SOFFRE DEGLI STESSI BENI E MALI CHE E’COINVOLTA TUTTA
    L’ITALIA………NON DATE TUTTA LA COLPA AL POVERO
    BADALONI,ANCHE LUI E’VITTIMA DEL SISTEMA.
    E RIPETO,CREDO CHE PER TE FRANCESCA IL FUTURO TI DARA’
    MOLTE PIU’SODDISFAZIONI ESSENDO IN CONTROLLO DELLA TUA
    VITA E NON DIPENDENDO DAL DIRETTORE DI TURNO.
    TORNANDO AL CANALE “”LEONARDO WORLD”” DEVO AGGIUNGERE
    CHE CON “”DISH NETWORK””VEDO ,PAGANDO 10 $ AL MESE ANCHE:EURONEWS E VIDEOITALIA .

    FACCIO UN APPELLO A TUTTI DI METTERE GIU’ LE ARMI CONTRO I “”CATTIVI””, NEMICI DI FRANCESCA.
    LEI E’ MAGGIORENNE E SI SA DIFENDERE SOLA.
    SOLO SE SIAMO POSITIVI AIUTEREMO A CHE “”PRONTO FRANCESCA”” DIVENTI UNA COSA IMPORTANTE.


  87. Pino Amara ( Boston, Massachusetts , Stati Uniti )

    Ci sarebbe da consultare http://www.salvarainternational.com e inoltre http://www.marcozacchera.it {n.213 del 11.12.2007.Se ci sono altri siti, che ben vengano! E’ bello saperne di piu’, da tutte le parti politiche.


  88. Stefano Cafiero Falcone ( san antonio de los altos , Venezuela )

    Cara Francesca, realmente non ho avuto molto tempo
    per participare attivamente nel tuo blog. Anzi
    stó aspettando di essere un poco piú libero, per
    inviarti una e-mail piú lunga, per espressare
    moltissime cose che io sento della nostra ITALIA.
    Rispetto a Rai-international, devo dirti che ulti-
    mamente solo vedo a la mattina, giustamente nel
    momento che mi preparo per andare a lavoro, qualche
    notizia (TG1),queste ultime settimane sono state
    veramente triste per me, vedere cominciare il TG1
    tutti i giorni, con le immaggini di Napoli e parte
    della Campania piena di spazzatura (SPORCA).
    Sono di origine campana. (golfo di Policastro )
    Provincia di Salerno, e sento una profonda vergogna,
    molte volte cambio di canale, per non continuare
    a vedere.


  89. raffaele -Ariano I. avellino

    cara Francesca ho letto con attenzione la tua ultima pagina ,sulle televisioni nel mondo.
    Premetto che sono stato un emigrante negli anni 70 – 80, dapprima in Germania E successivamente in Inghilterra. Allora non esisteva il satellitare. La vita per gli italiani era triste, vivacizzata solo dalla compagnia di connazionali.
    In Germania ricordo che c’era un programma,della durata di un ora, chiamato ” Cordialmente dall’Italia” che veniva trasmesso dalla tv di stato la Domenica.
    Quando mi riusciva di vederlo, perchè lavoravo in un rstorante,provavo un indescrivibile emozione nell’ascoltare la nostra lingua attraverso la tv che trasmette nomalmente in lingua tedesca.
    Le notizie arrivavano solo per fatti di cronaca e anche i contatti con la mia famiglia erano molto frammentati.
    La parabolica quindi ha rivoluzionato la vita del pianeta e credo che se ci fosse stata allora, avrei sicuramente trascorso un soggiorno più lieto nel paese che mi ospitava.
    Ultimamente sto sperimentando, durante i miei viaggi,RAI INTERNATIONAL, che da quanto ho capito ora si chiama RAI ITALIA. Bebbo dire che la programmazione lascia molto a desiderare. Una sola curiosità. Ma si paga per vedere la RAI all’estero? Se cosi è allora la delusione è doppia.
    Concordo invece con quanto dice SAVERIO da fontains Hills – ARIZONA.
    La tv Italiana è invasa dalla politica!!!

    Certamente per molti è una boccata d’ossigeno e come tu stessa affermi , non si può accontentare tutti.
    Saluti Raffaele.


  90. maria rosa ( Lujan , Argentina )

    buona dominica!!!!! amici nel mondo, grazie a tutti quelli che insegnano a chi come me, sta faccendo i suoi primi passi con internet, grazie Giorgio, Federico, Stefano Mollo grazie a tutti per avere pazienza!!!baci


  91. Stefano Mollo (Romano, da Ostia!) ( Guayaquil , Ecuador )

    Grazie Federico da Los Angeles, … ma perché mi scrivi in Spagnolo?

    Secondo me la prima ditta/persona che trova il modo di vendere un decoder che messo sul TV, ti fa vedere i programmi come in Italia, in tutto il mondo via Internet, farà un sacco, ma proprio tanti soldi.

    Con un abbonamento mensile di diciamo 5 dollari al mese e con 60 milioni di potenziali “clienti” (cifra stimata degli italiani all’ estero…) … vediamo un po’ … 5 x 60.000.000 = 300’000’000 di dollari al mese di incasso per concetto di abbonamento, ….. Uhm …diciamo che esagero, diciamo che sia solo un 10% della mia stima, …. stiamo ancora a quota 30.000.000 di dollari al mese … buttali via!

    Quanti di noi saremmo disposti a pagare 5 dollari al mese per vedere, in diretta, i 3 canali Rai ed i tre canali Mediaset?

    E sono ovviamente d’ accordo sul fatto che si dovrebbe fare una petizione ai CAVALIERE affinché metta in linea, su internet, i suoi tre canali, così come fa RaiNews24; in fondo vengono già distribuiti in Italia gratuitamente e LUI ci guadagnerebbe tantissimo in termini di bacino d’ utenza!

    Un pillola; sapete perché RAI Italia ( o International che dir si voglia, non sembra soddisfare le esigenze di noi Italiani all’ estero? Perché le nostre esigenze le conosciamo SOLO NOI!!!

    E confesso che fino a quando io stesso vivevo in Italia, non potevo lontanamente immaginare come era la vita di un Italiano all’ estero.

    Non avrei MAI immaginato, per esempio, che vedere la pubblicità Italiana, in Italiano, di prodotti Italiani, mi avrebbe commosso e mi avrebbe fatto sentire a CASA!

    È come essere Genitori; sai cosa vuol dire veramente solo quando lo sperimenti in prima persona.

    Stefano.


  92. Maria Rosa Caporossi-Punta Alta.Argentina

    Carissima Francesca e cari amici:Che altra cosa che una “miscellanea”deve essere la televisione?.
    Penso che ogni lavoratore della televisione pensa che fa il meglio.Poi,che piaccia o pure no,è un altro tema.
    Qualcuno che fa un programma pensa che la sua creazione,”il suo bambino”,portera entro le case tutto quello che ogni creatore desidera esprimere.
    Noi,i telespettatori abbiamo un arma poderosa:il telecommando(control remoto)….e si non è cosi..domandate al mio marito che secondo noi (la famiglia)ha cambiato il suo nome per “Mr Zapping”.
    Scusami,soltanto voglio dare una opinione ¡Magari!simpatica.Prendo come proprie le parole di Amparo Margarita Morales…(posso opinare come persona non italiana).Un gran abbaccio e certamente ¡come mi manca Sportello Italia!.


  93. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl, USA )

    Cara Francesca,

    Io non so se passo piu’ tempo davanti alla televisione o al computer, non che non abbia niente da fare, intendiamoci bene. Sto molto in casa, lavoro, ho i miei hobbies, seguo la famiglia. Mi ritengo una “casalinga moderna”. Ho dovuto diventarlo perche’ qnando arrivammo qui solo un membro della famiglia poteva lavorare, mio marito.
    Capirai quindi l’importanza della TV per me.
    Quando vivevo in Italia guardavo poco la RAI, giusto qualche programma, gli altri canali fornivano tutto cio’ che mi serviva: notizie,films,cartoni per i bambini ecc.
    Qui negli States ho dovuto innamorarmi di mamma Rai ( un po’ come un matrimonio combinato)e ci convivo. Sempre meglio di niente. La Tv deve essere informazione ma anche intrattenimento, percio’ mi piacciono anche le fiction, i film con i nuovi attori e registi,ho anche il mio momento di “frivolezza” con “un posto al sole”. Non vogliatemene, lo so e’ una soap, ma perche’ no. Se guardo la tv Italiana voglio vedere un film italiano non uno americano tradotto,quest’ultimi chi vive qui se li vede in lingua originale e sempre recenti.
    Amo molto Mediterraneo e linea blu. Spesso guardandoli ci troviamo tutti in piedi davanti alla tv con l’acquolina in bocca e il cuore in mano…fan venire tanta nostalgia. Quello che non vedo in TV lo guardo sul computer. GRAZIE ALESSANDRO PER TUTTI I SITI CHE CI HAI FORNITO! Ma dove sono canale 5 e Italia uno? Non li ho visti.
    Recentemente hanno aggiunto altri canali italiani ma il mio satellite non puo’ riceverli perche’davanti casa ho una quercia secolare e io non la sacrifico per la tv. Peccato.Restero’ sposata a mamma rai.
    Vorrei qualche programma per i giovani dell’eta’ dei miei figli(17 e 23 anni)che non hanno molte occasioni di parlare o ascoltare l’Italiano fuori casa ed e’ importante che non lo dimentichino.Programmi intelligenti pero’ non come quelli per bambini. Ma li avete visti? Alla domenica e’ un disastro, ma e’ lo stesso in Italia.
    Continua.


  94. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl. USA )

    Continua

    Il calcio monopolizza la TV, le donne in Italia (specie quelle sole e anziane) si annoiano da morire la’ e di certo quelle maratone di “domenica in” e affini non aiutano. Ma se non piacevano piu’ neanche a mia nonna……..
    per farci sentire al pari dei nostri connazionali hanno pensato bene di darci lo stesso tedio domenicale. Bravi.

    Claudia


  95. anna -Sao Paulo/Brasile

    Carissimi tutti, come faccio mò a non rispondere a tutti quelli a cui desidero? Mi avete bloccata dicendo che non c’è bisogno di ripondere a tutti. Ma allora, per imbrogliarvi bisognerebbe stare il giorno intero davanti al blog ed andare rispondendo, se poi vi scocciate saltate, il mionome stà all’inizio, saltate.

    Mi è piaciuta l’idea di Chavez con Campbell, sarebbe interessante sapere quanto e come durerà…

    Vito, Vewnezuela – veramente che dolore avere le mani e piedi legati, è il colmo. Spero risolvino non finirà mica così no?

    Nella di New York, non ti preoccupare degli sbagli, ne facciamo tanti tutti…non è lezione di italiano qui.

    A Yara Pacchioni, stanno facendo sentire discorsi enormi del papa sempre adesso, non li vedi?

    Ad Alessandro e Giuseppe, proverò il vostro sistema, ma non credo che qui ci riesca, non è solo scendere il programma, e forse sarà una cosa troppo cara qui. Vedrò

    Stefano Mollo, stesso argomento, la CNN l’abbiamo in inglese e portoghese tutto il giorno quindi no problem.


  96. anna -Sao Paulo/Brasile

    Continuo

    A Luciana Cianfarani- Hai perfettamente ragione, senonchè bisogna avere tutti questi amici, avere il modo di vederli sempre, qui a São Paulo tutto è difficile, vedo poco anche le mie nipoti, e peggio che peggio per viaggiare, ci vuole tempo ed anche soldi e parecchi se al plurale.

    Enrico, ma il tema non è la TV per gli italiani? La maggioranza lo segue, io in seguito lo tradisco per rispondere ad un gentile signore.


  97. anna -Sao Paulo/Brasile

    Caro Fernando Mantovani, spero mia sorella ti legga,lei è archeologa e lavora al MAE nell’USP, segue questo blog e si è dimenticata di citarmi questo dettaglio. Tra l’altro essendo gemelle e lei stando lì da tanti anni, certamente se entro nessuno mi chiederà niente di documento perchè penseranno sia lei. Credo.
    A parte gli scherzi, Pirandello, Lampedusa e tutti gli antichi già letti e riletti, ho visto anche spettacoli teatrali, anni fà qui a São Paulo, con attori, sfortunatamente, già morti. Certo andrò all’USP, per vedere cosa c’è e sapere cosa chiedere e la Livraria Cultura(ben ricordato) è il miglior mezzo, oltretutto ci vado sempre, è vicino casa mia. La FNAC non mi piace tanto, ma infine…Quello che cerco sono autori nuovi, ed è questo che vorrei,stò sempre a rileggere tutti i russi, francesi, li adoro ma voglio farmi una cultura italiana attalizzata. Grazie mille, sei stato molto gentile.
    anna


  98. Arch. Antonio Stefani ( Ribeirão Preto , Brasile )

    Cara Francesca…
    Alcuni anni fá all’inizio di Rai international….
    facendo io parte rappresentanza culturale del consolato…indicai errori….

    Oggi torno ad elencarli , dato che sono gli stessi…mai.considerati….scrivo concisamente :
    – Poco spazio per la lingua italiana e cultura per i ragazzi…o..in orari difficili…
    – Difficoltá di orar….specie..per trasmissioni..di punta..o spettacoli ,orari notturni..troppo notturni..
    – quasi impossibile conoscere…i programmi specie per sapere quando saranno le seconde puntate……
    – Migliorare il palinsesto..renderlo piú giovane…film piú moderni…oggi si deve riconquistare il pubblico giovane…spesso i film sono antichi in bianco/nero ottimi..opere d árte…ma le tematiche per i giovani sono sconosciute…
    – Lo stesso vale per la musica…. tolte alcune eccezioni Pausini….Ramazzotti..etc ..e l´Opera …i nostri artisti …(persino Battisti)…e quasi tutti i maggiori…Vasco…Dalla…Venditti..Etc…sono praticamente sconosciuti..
    Ancora si ricordano…Latilla..Morandi…
    Pavone….credo che anche ció..È…cultura italiana da riproporre……
    – Ultimo appunto (ma cene sarebbero ancora )
    é lo spazio che la TV dá a programmi su altri popoli…ed i problemi di questi…Senza togliere l’importanza sociale dellí’informazione voglio far notare che chi stá all’estero vuole vedere la sua PATRIA….il suo paese…di cui in Rai forse si parla meno che dell’ Africa e dei suoi problemi legittimi .
    Concludendo voglio ricordare che la RAi inter…. dovrebbe avere principalmente il compito di divulgare lingua ,storia ,costumi, in una parola “CULTURA ITALIANA”..antica e moderna…é questo che chi é lontano vuole conoscere e ricordare……e..non altri luoghi…o popoli…( una volta ogni tanto ..)

    un caro abbraccio…

    Architetto Antonio Stefani
    Adetto Culturale del Consolato d’Itália per Ribeirão Preto e Regione e Direttore culturale delle societá Dante Alighieri


  99. anna -Sao Paulo/Brasile

    E adesso alla castagna che scotta.
    Ma lo sai, Federico di Los Angeles, che mi hai bloccato il cervello? Non sono più riuscita ad andare avanti, ho letto e riletto pensando di dover tornare alle elementari tanto ero incredula.
    Cerco di pensare alla tua povera madre che è partita per godersi questo meraviglioso viaggio alla sua Italia e a dire che bello, che bello e con il figlio al lato dicendo, che schifo, poveretti voi due, che viaggio disastroso deve essere stato.
    Fai bene a non tornarci con tuo figlio, non volesse mai il cielo lui la trovasse bella ti e gli rovineresti il viaggio.
    Meno male che una signora ci ha avvisato che nel computer scrivere in maiuscole vuol dire essere arrabbiati. ADESSO IO LO SONO.
    Quanto al vecchio e brutto, va bene, come la mettiamo?Avete posto sufficiente a Los Angeles per raccogliere i rifiuti della distruzione del Colosseo, Foro Romano, Domus Aurea, Santa Maria Maggiore, che ne sò che altro?No, dico questo perchè a dire il vero hai visto che a Napoli non c’è più posto e credo non ci sia in tutta la Campania, forse potremo cercare aiuto alla Comunità Europea.
    Io dico, con tanto di Prodi, Berlusconi ecc.ecc, e tutti quelli da venire, perchè pensare a Caligola, Nerone, ecc.ecc. ormai chi li conosce più.
    Solo terrei intera la Fontana di Trevi, ma solo per una ragione, continua ad essere utile per spiegare il riciclaggio dell’acqua, o no? E poi anche servirebbe per i poverelli di Roma che pigliano le monete no?
    Tra l’altro negli USA ho visto che è tutto nuovo, tranne che a New York, Manhattan, aprendo la finestra dell’albergo, ho visto dei signori con le scope che svegliavano dei signori che dormivano coperti con cartoni, non sò, dall’alto non vedevo se erano ben vestiti, per pulire l’intorno del negozio chic.
    É come qui a São Paulo, solo una piccola differenza, qui li lasciano dormire fino ad un poco più tardi, ma New York è più dinamica. A Los Angeles com’è?
    Scherzi, e non molto, a parte, caro amico, poi mandacelo da solo


  100. anna -Sao Paulo/Brasile

    Continuo solo un pezzettino per Federico.
    Lascia che tuo figlio si faccia un idea personale di cosa sia l’Italia. Magari salviamo il Colosseo, qualche cosina.
    Va bene? Ora non sono più arrabbiata
    Un abbraccio, ti scuso e tu mi scusi, d’accordo?


  101. Alessandro

    Stefano Mollo( Guayaquil , Ecuador ), senza petizione al CAVALIERE gia ci sono.
    Claudia Roman ( Jacksonville , Fl, USA )vedi dove dice Test 1 2 3 4 5 6 in realta sono i canali Rai 1 2 3, Italia 1 e Canale di 5 di Mediaset
    anna -Sao Paulo/Brasile ti sbagli, non costa niente!
    Comunque se non mi ero spiegato bene recapitoliamo: andare nella pagina
    http://www.streamerone.it
    sulla destra dove dice: Guarda la WebTV, scendere il programma nel rettangolo rosso immediatamente sotto.
    Successivamente lanciare il programma e una volta che si apre il navigatore scegliere nei test attivi, li sono le stazioni TV:
    RAI 1 2 3 ITALIA 1 CANALE 5 in diretta dall’Italia
    Saluti


  102. Enrico ( Sydney , AU )

    Cara Anna – San Paulo/Brasile.
    Mi chiarisco.
    Nel messaggio precedente io ho anche trattato del soggetto di questo blog ma proponevo che, invece di indulgiare su suggestioni – chiaramente ignorate dalla corrente gestione di Rai Italia – sarebbe meglio discutere su come stabilire un efficiente e snello rapporto con gli Italiani nel mondo, attaraverso un sito come questo. Idealmente con l’internet ci si puo’ proporre una valida alternativa anche a tradizionali sistemi d’informazione come la televisione. Il mezzo c’e’ ma forse mancano solo i capitali.


  103. grillo parlante ( campos gerais , parana' )

    Uomini …..sempre in guerra per paura di morire…questo in risposta ad um piccolo contraddittorio tra Ernesto ed um altro amico …beh comunque anche nel contradditorio hanno dimostrato la civilta’ che acquisice chi vive in um paese anglosassone.

    Avete dato uma lezione di vita…complimenti.

    Ragazzi.. io sono a Mille di felicita’..il Milan há battuto il napoli a san siro 5-2 ..erano anni che aspettavo questa sfida ad alti livelli ….ho scelto per la telecronaca espn Brasil …perche’ il cálcio qui e’ considerato uno sport e non um’occasione di gossip o di vetrine personali da parte di cronisti e commentatori.

    Espn Brasil commenta la partita…..dal punto di vista técnico …la difesa il centrocampo lê ali gli spostamenti in attacco di kaka’ Ronaldo e pato ….

    Raí international há dei commentatori che sono di seconda scelta….sono espressamente banditi dalla maggior parte dei centri di allenamento e invisi allá maggior parte dei giocatori…ma hanno dei contratti e devono essere riciclati in qualche modo.
    Lê loro telecronache e i loro comenti offendono spesso la persona …la vita privata dei protagonisti…..perche’ ??? perche’ sono dei mediocri ….semplicemente non hanno mai praticato sport in vita loro ….non conoscono i valori della competizione ….. sono li per clientelismo…sono li e basta….vivono in um loro mondo come eletti…sono dei survivors.

    Quando finisce la partita io comunque spengo la tv …non seguo i dibattiti….ma la maggior parte degli abbonati per debolezza vizio ….rimane collegato.

    Cosi’ come fanno molte persone che lasciano accesa la televisione per avere compagnia…tutto il giorno…per sentire parlare italiano…..stiamo scherzandoooooo ??????? avete perso la testa ???!!

    Bom !! well !! qui e’ gia ‘ stato detto tutto ….quasi tutto …..e’ che oggi sono piuttosto schematico e di poche parole …..

    Blu blu lê Mille bolle blu……


  104. Lucia ( Buenos Aires , Argentina )

    Caro architetto Stefani,
    faccio mie le sue parole:
    ” Ultimo appunto (ma cene sarebbero ancora )
    é lo spazio che la TV dá a programmi su altri popoli…ed i problemi di questi…Senza togliere l’importanza sociale dellí’informazione voglio far notare che chi stá all’estero vuole vedere la sua PATRIA….il suo paese…di cui in Rai forse si parla meno che dell’ Africa e dei suoi problemi legittimi .
    Concludendo voglio ricordare che la RAi inter…. dovrebbe avere principalmente il compito di divulgare lingua ,storia ,costumi, in una parola “CULTURA ITALIANA”..antica e moderna…é questo che chi é lontano vuole conoscere e ricordare……e..non altri luoghi…o popoli”
    Un saluto da Bs.AS.
    Lucia


  105. Carmela Celentano ( São Paulo , Brasil )

    Sono d´accordissima sulle frasi dei Signori:

    federico ( LOS ANGELES , USA )

    … FACCIO UN APPELLO A TUTTI DI METTERE GIU’ LE ARMI CONTRO I “”CATTIVI””, NEMICI DI FRANCESCA.
    LEI E’ MAGGIORENNE E SI SA DIFENDERE SOLA.
    SOLO SE SIAMO POSITIVI AIUTEREMO A CHE “”PRONTO FRANCESCA”” DIVENTI UNA COSA IMPORTANTE.

    e dell´Architetto Antonio Stefani

    …é lo spazio che la TV dá a programmi su altri popoli…ed i problemi di questi…Senza togliere l’importanza sociale dellí’informazione voglio far notare che chi stá all’estero vuole vedere la sua PATRIA….il suo paese…di cui in Rai forse si parla meno che dell’ Africa e dei suoi problemi legittimi .

    Un salutone.


  106. vittorio galli

    Caro Alessandro,
    grazie per la notizia di entrare in treamerone.
    Però i canali di Berlusconi non si vedono.
    Vi sono solo canali regionali o addirittura locali.
    Meglio che niente… però la TV italiana è un’altra cosa.


  107. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl, USA )

    Alessandro,

    ce l’ho fatta! Ho visto Italia uno, gia’ pero’ essendo oggi domenica, indovina cosa trasmetteva? Calcio, peggio, il gossip del calcio.
    Comunque grazie, ora staro’ ancor piu’ attaccata al computer tanto piu’ che mio marito per Natale mi ha regalato un mega video (gateway)chi si intende di computer sa cosa intendo.
    Molto ma molto piu’ gradito di un gioiello che costa uguale e finisce in cassaforte!
    Adesso alla faccio del calcio in TV vado su raiclick e mi vedo la seconda puntata del film su Rino Gaetano.
    P.S. non ce l’ho col calcio eh? Anzi una volta andavo anche allo stadio.
    Ciao


  108. Alessandro

    vittorio galli , credo che ci sia un errore in quello che dici, non si vedono canali locali in streamone, il messaggio sotto il tuo, di Claudia Roman, dice il contrario che ha visto Italia 1 che e un canale di berlusconi


  109. Stefano Mollo (Romano, da Ostia!) ( Guayaquil , Ecuador )

    Cara Francesca, Ragazzi e Ragazze di tutte le età, …….

    Su Internet esiste già l’ offerta, ma non tutti gli Italiani all’ estero hanno Internet e fra quelli che l’ hanno non tutti riescono ad “addomesticare” il computer ….

    Purtroppo.

    Così ho prima lanciato l’ idea di un decoder che possa permettere la ricezione dei programmi che si vedono in Italia come se si fosse in Italia, ma stando invece in qualunque parte del mondo in cui ci si possa collegare all’ Internet.

    Perché l’ internet e non il satellite? Perché è enormemente più economico.

    StreamerOne funziona, io lo uso e vedo (soffrendo un po’ a volte) le 6 reti nazionali (3 RAI + 3 Mediaset), ma definitivamente NON è una soluzione a portata di tutti.

    Ma supponiamo per un attimo che il magico decoder da me immaginato esistesse, per rispondere alla tua domanda Francesca, che contenuti e/o stazioni Tv Italiane vorrei vedere?

    Io vivrei bene, molto bene, con le tre di Mediaset, RAInews24, ed i canali locali della mia città, che è Roma.

    Allargando il discorso, credo che il 95% di noi sarebbe contento di poter vedere anche i 3 della RAI e le emittenti Tv locali delle principali città/regioni.

    Ed in quanto ai contenuti?

    Ok, a me piace la tecnologia, la ricerca scientifica e soprattutto la cucina. Ma anche la storia, la geografia e i musei in generale. E la cioccolata! No, non sto scherzando, la Cioccolata è un mondo meraviglioso, la sua storia, i vari processi, è molto interessante, oltre che gustoso.

    Un abbraccio a tutti, buongiorno, buonanotte, eccetera, dipendendo dal fuso ….

    Stefano.


  110. Claudia Roman ( Jacksonville , FL,USA )

    Francesca,

    In questo momento ore 6:15 della costa est Americana sul canale WJCT c’e’ un concerto di ANDRE RIEU dal vivo in Toscana “canzoni d’amore italiane” e’ bellissimo. Suona all’aperto, la cavalleria rusticana, ecc. La gente in piazza ha cantato va pensiero senza musica, commovente.
    Ora c’e’ la canzone “sono un Italiano vero”. Bellissima orchestra.
    Lo scrivo a lettere super maiuscole….

    PERCHE’ NON CE LO FANNO VEDERE SU RAI INTERNATIONAL???????

    in Aprile fara’ un concerto qui a jacksonville magari vado a vedermelo.
    Ciao


  111. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl,USA )

    A proposito di Italia uno, canale 5 ecc su streamone, si vedono, bisogna aver pazienza e una buona connessione. Ho fatto fatica anch’io a connettermi, canale 5 non ce l’ha fatta. Magari domani saro’ piu’ fortunata, ma e’ vero chi non ha dimestichezza col computer e’ tagliato fuori.
    Pero’ fino a pochi anni fa io manco lo volevo, poi piano piano ho imparato, e per imparare non e’ mai troppo tardi e non si e’ mai troppo vecchi.

    Nel concerto sopra menzionato stanno suonando l’Inno d’Italia e siamo su un canale americano, ancora una volta dico ma RAI INTERNATIONAL CHE FA?
    Saluti


  112. Alessandro

    Caudia, la particolarita di questo sistema di trasmissione che usa streamerone, e che e un P2P, cioe piu persone lo usano, meglio si vede. A differenza di un canale francese che vedo molto, NT1, che e praticamente perfetto, i nostri ricevono, diciamo in parole povere, una potenza maggiore dal numero degli utenti, cioe piu siamo e meglio si vede, essendo ritrasmessi dagli stessi spettatori a traverso dei loro pc.
    Un caro saluto


  113. Elvira Balderi São Paulo Brasile ( São Paulo , Brasl )

    Cara Francesca, sei un fenomeno. Come fai a rispondere a tutti? Stai incollata al compiuter? Non ti stanchi? Sei grande.!
    Cambiando argomennyto: Confermo che ho 96 anni, il prossimo 18 aprile ne compierò 97. Sono la a tale che ha scritto il libro “Una storia d`arte e d`amore” che ti mandai prima che finisse il tuo bellissimo e interessantissimo programma “Sportello Italia.” Continuo dando lezione di canto e probabilmrente verrò in Italia fra qualche mese. L`ultima volta sono venuta due aanni fa quasi lo sapessi, per concludere un antico amore… Lui morì dopo un mese che tornai. Ma è una lunga storia.non mi hai risposto circa la mia reclamazione sulle musiche dei filmetti. Forse non ne puoi parlare, capisco. Un abbraccione.


  114. Angelo da Stamford, CT USA ( Stamford, CT U.S.A. , USA )

    Ciao Francesca,

    Sempre brava, i tuoi commenti sono stati alla perfezione. Devi sapere che sono anni che non guardo piu` la televisione americana, preferisco quella della nostra madre patria, specialmente il TG della mattina (alle 7:00 a Stamford, alle 13:00 a Roma). Pero` devo aggiungere senza far critiche, che ultimamente il TG lo guardo meno, perche` e` stato modificato ed e` chiamato “Italia News”, che a me non piace, io vorrei rivedere le notizie sia brutte che belle attraverso il Telegiornale, e non le interviste e commenti a prima mattina, per questi ci sono tanti altri programmi(“Talk shows”, tipo Porta a Porta, Ballaro`, ecc.), meno male il sabato e la domenica, Italia News si riposa, e quindi ritorna il mio caro TG.
    Scusate del mio sfogo, ma dovevo anzi spero che molti nostri connazionali la pensino come me, se no, pazienza.

    Ciao bella a presto, ti mando un bacione.

    Il tuo caro Angelo.


  115. Giovanni ( Manaus , Brasile )

    Caro Umberto Virgilio,non é per correggerti( chi sono io per fare fare questo ? )ma solo per precisare : “tirem innanzi “é una frase di A. Sciesa detta da lui quando all’essere accompagnato al patibolo,gli austriaci lo fecero passare davanti alla casa della madre che stava alla finestra ,pereché alla vista di lei,si commovesse e svelasse i nomi dei complici.Lui non guardó e solo disse “tirem innanz ” frase scritta sul monumento a Milano. Jacopo Ruffini fu genovese,membro della Giovane Italia,morto in carcere probablmente assassinato.

    A tutti :
    per favore non prendetevela con le trasmissioni Rai delle partite di calcio :é il mio programma favorito ! Non vogliatemi male, ma senza calcio,senza lo sport,(Sci, pallavolo,pallacanestro ecc. ) a che serve la TV ?
    Ognuno é pazzo a modo suo !
    Lasciatemi per favore la mia pazzia !!!!!!!!!
    Grazie!
    Ciaooooooooo
    giovanni


  116. Gabriella Tami-Valencia (Venezuela)

    Grazie a: Saverio nell’Arizona per il sito http://www.leonardoworld.tv/guidatv.asp
    A Alessandro per il suo http://www.streamerone.it
    A Giorgio Turri per http://www.buonenotizie.it
    A Stefano Mollo Guayaquil per: wwitv.com/portal.htm , http://www.mediaset.it, http://www.rainews24.it, http://www.fastweb.it/offerta/famiglia/tv-digitale
    A Giuseppe a Norwalk per http://www.italiani.ca e le barzellette.
    Ecco gl’indirizzi tutt’insieme per chi ne vorrá aprofittare !
    Salutissimi a tutti !


  117. Vincenzo Lettieri

    OGNI COSA AL SUO TEMPO.

    Egregio Vito from Venuzuela.
    La polemica non fa parte del mio carattere, ma tante volte non c’è la faccio di star zitto.
    È proprio come voi dite,è inutile protestare con mamma Rai, tutti sappiamo che la “Rai è la Rai” e più si protesta più fanno come voglio i loro dirigenti. Infatti nella Tivù Italiana appaiono sempre gli stessi personaggi: alcuni simpatici, alcuni anche Noiosi…IL famoso Presentatore Play Boy Pippo Baudo, per un periodo di temmpo non si è più visto! Invece adesso: bello dritto con i capelli rossastri è sempre lì presente. Certamente il Baudo sarà stato ed è ancora un Ottimo prestigioso Presentatore!
    Ma io son pienamente convinto che sul palcoscenico, con i suoi gesti, il suo tocca, tocca mette in’imbarazzo non solo il Pubblico! Ma anche gli artisti che lui presenta! E senza’altro non mancherà a presentare il prossimo Festival di Sanremo, così lo rivedremo ancora una volta sullo “SCIVOLO”
    Comunque io non sono un giovanotto e quindi gli faccio la critica. Ho i miei 75, anni e le moine non mi scandalizzano!! Però in tutte le cose che si fanno è doveroso rispettare i limiti, poichè il Tempo è il Padrone assoluto, ciao e stiamoci bene. Vincenzo


  118. NORMA PALMIERI ( Los Angeles , Stati Uniti )

    CARA FRANCESCA, IL TEMA SULLA RAI APRE UN DIALOGO INFINITO, PER NOI GUARDARE LA RAI E PIU QUESTIONE DI FEDELTA, CHE DI PIACERE.
    QUANDO C’ERA IL PROGRAMMA “SPORTELLO ITALIA” DA TE PRESENTATO, ERA UNA GIOIA E PER DI PIU CHIARIVA MOLTI DUBBI SULLE PENSIONE, ETC., APPARTE CHE PAPA ERA INNAMORATO DI TE CARA FRANCESCA, LUI SEMPRE DICEVA” FRANCESCA E ALTA E MOLTO BELLA!” papa e morto recentemente), ANCHE C’ERA IL PROGRAMMA “LA PROVA DEL CUOCO” CHE A ME PIACEVA MOLTISSIMO, HANNO ELIMINATO DUE PROGRAMMI BUONISSIMI
    E SOSTITUITO I STESSI CON PROGRAMMI DI INFERIORE QUALITA, APPARTE CHE DELLE VOLTE MI DOMANDO” MA IN ITALIA NON CI SONO I GIOVANI ” UNO VEDE SEMPRE LE STESSE FACCE,I SOLITI VECCHI PIPPO BAUDO, MIKE BUONGIORNO, GIGLIOLA CINQUETTI, ETC., E LO STESSO CON I POLITICI, SONO SEMPRE I STESSI (NON VOGLIO ENTRARE NELL’ARGOMENTO DEI POLITICI), L’UNICA COSA CHE FANNO E PARLARE,PARLARE, PARLARE ,DISCUTERE, E ALLA FINE …..NIENTE.
    SAREBBE PROPIO BELLO CHE IL SISTEMA FUNZIONASSE, CHE I DIRETTIVI DELLA RAI INTERNATIONAL ASCOLTASSERO GLI ITALIANI ALL’ESTERO,E PRESENTASSERO PROGRAMMI DI QUALITA SUPERIORE, UN ABRACCIO NORMA PALMIERI


  119. Carla ( BALI (isola) , Indonesia( ASIA) )

    Carissima Elvira Balderi,COMPLIMENTI!!!!!!Ma come fai a mantenere il tuo cervello cosi’ vivace e attento? vorrei la ricetta,ne ho bisogno perche’ pur essendo ancora
    diciamo”giovanile” la memoria se ne sta andando,figuriamoci alla tua veneranda eta’.Ti auguro di continuare a tenerci compagnia in questo salotto con argomenti interessanti.Chissa’ Quante cose avrai da raccontare….Un abbraccio affettuoso Carla


  120. roy ( sydney , AUSTRALIA )

    Cara Francesca,
    sei sempre GRANDE(e non sono arrabiato!)
    Prima di tutto vorrei ribadire quello che dice Carla,
    e communque aggiungere tanti auguri per LA SIGNORA ELVIRA
    e non solo complimenti, pero gli auguro altre tanti anni
    sempre cosi come sta ora, sembra ancora vivace e ‘in gamba’. (me fa ricordare de mia nonna, altri tempi, un altra storia). Pero lei deve continuare a tener’ci
    insiemme con i suoi racconti nell salotto!!
    Cara Francesca,con la tua pagina in diario,
    sembra che veramente ai aperto la scatola di
    pandora, perche con tutti noi , ovviamente non si
    puo accontentare tutti. io, in questo momento
    (avendo a pena fatto la doccia usando coccolino
    per essere piu dolce e morbido) non parlero della
    PO……, nemmeno posso scriverlo, scusate, pero cosi non si offende nessuno,pero io ogni tanto mi chiedo;
    in Italia quanto si paga annuale per il cannone t.v.??
    ora , onestamente non me lo ricordo, pero comme hanno scritti i nostri amici in America , Rai Italia vi
    costa circa $10U.S., in Austrlia circa $16Aussie,
    mensile. SE per puro caso la Rai emette un secondo
    canale, usando gia tutto quello che ha al sua
    disposizione(tra i tre canali in Italia), e chiedderebbe un aumento mensilmente, quanti di noi
    pur per disdere qualcos’altro non lo prendirebbe??
    io non sono esperto su la contabilita di un altro canale, pero credo ,usando le materie gia in scatola,
    non dovrebbe aumentare molto. E COSI, almeno il sabato
    e domenica, ci potrebbe essere la scelta, le donne
    di la a guardare le loro romanze, telenovelle etc,
    e cosi noi possiamo seguire le nostre partite.
    tanto, Francesca , te , dovunque vai, te seguiamo
    SEMPRE. (anche il sabato e domenica).
    un bacione
    roy.


  121. Francesco Scotto ( Monte di Procida Napoli , Italia )

    LA TELEVISIONE, UN INDUBBIO CORDONE OMBELICALE

    io vivo in Italia, quindi non ho come voi che vivete all’estero la stessa percezione del problema della qualità della televisione per i nostri connazionali sparsi per il mondo. Però, due volte nella mia vita sono venuto a contatto con questa realtà. Avevo 15 anni e mi trovavo negli Stati Uniti, dove ero andato a trovare i miei zii che vivevano nel New Yersey. E fu una bella sensazione, facendo zapping, scoprire RAI Corporation, il canale che trasmetteva programmi e notizie in lingua italiana per circa sei ore al giorno. Era il 1981 e forse era l’era dei pionieri. Facciamo un salto di 25 anni…2006, mi trovo in Messico in viaggio di nozze, e scopro per la prima volta RAI International, un bel salto di qualità, rispetto a RAI Corporation..un canale italiano per tutto il giorno e per tutta la notte davvero ti fa stare a casa e non perdere il legame con la lingua e con il tuo paese natio. Ma naturalmente c’è sempre da migliorare, e quindi produzione di programmi in diretta, messa in onda delle principali produzioni italiane, una informazione puntuale e precisa e, credo sia doveroso, plurale..cioè non orientatata politicamente…come invece succede..ma, ritengo anche una cosa…che la tecnologia consenta a tutti anche di scegliere….fine parte 1


  122. Francesco Scotto ( Monte di Procida Napoli , Italia )

    ..parte 2…
    la tecnologia consente a tutti di scegliere…e la tecnologia dovrebbe essere a disposizione di tutti, Non so se è possibile dalle Americhe, dall’Australia, dal’Asia, orientare le parabole per captare le emittenti che trasmettono dall’Italia…cosi uno sceglie cosa vedere e certamente uno sforzo dovrebbero farlo coloro che possiedono emittenti, affinche’ queste siano visibili nelle parti di mondo dove si concentrano gli italiani. Poi agli autori la responsabilità di fare programmi migliori e che avvicinino sempre i cittadini di questo paese, ovunque vivano…e certamente Internet è un punto d’incontro importante, io o mi collego dall’italia o dall’Australia, posso visitare gli stessi siti senza bisogno di parabole e di satelliti.ù
    La BBC e la CNN arrivano in tutto il mondo, credo lo possa e lo debba fare anche la RAI.

    A presto.


  123. vittorio ( buenos aires , argentina )

    beata lei, da Buenos Aires io non riesco a trovare null`altro.
    Continuo a chiedermi su quale canale si vede attualmente RAI ITALIA in Italia: qualcuno sa rispondermi? Grazie


  124. Rodolfo Cesarini

    Eccomi cuá, sono arrivato troppo tardi e mi appiccico come un vagone di coda in cuesto treno lungo lunguissimo, mai hai havuto tanti commenti, per cuesto il mio sará corto con poque rigue, dato que tutti hanno espresso la loro opinione que in generale si assimigliano alla mia. É un tema que con il mio caro amico Piero Saraceni habbiamo parlato a lungo nella decada del 80, cuando Lui operava per la Rai con reportaggi a personaggi politici internazionali ma le nostre opinioni herano come un buco nell’acqua.
    Anque il figlio R. Saraceni, que lavorava a NewYork alla sede di Rai International.
    Forze se tutti gli italiani all’estero, adesso con i suoi rappresentanti nel congresso a Roma, fanno ascoltare il suo reclamo senzaltro leggittimo, si potrá godere una Rai piú moderna, altrimenti continuará
    essendo un vero museo di cose antique, e no una TV moderna, naturale e attualizata. Con affetto a tutti da
    Rodolfo Cesarini, Buenos Aires Argentina.


  125. Carmen Mercedes Rojas ( Caracas , Venezuela )

    Cara Francesca.
    Ti scrivo come amica ed economista. Osservando la tua situazione, sai io cosa farei?
    Nel tuo campo quello che ho gia fatto a suo tempo nel mio. Economista del “Ministerio de Agricultura y crìa” cioè del Ministero della agricoltura ed allevamento di bestiame, ero giunta al punto in cui la mia prossima promozione sarebbe stata di tipo polìtico: in altre parole avrei dovuto definire la mia adesione ad uno o un altro Partito. Non volendo decisi di ritirarmi ed insieme ad amici italiani, avviare un ambizioso programma autonomo. Così con i soldi della liquidazione ed altri risparmi, cominciammo un programma integrato di avicultura con speciale attenzione al settore dei mangimi. Non voglio raccontarti la storia della mia vita, ma in una decina di anni, maneggiavamo un assieme di imprese con oltre 250 impiegati, abbracciando dalla produzione di cerali fino al mercato di prodotti e derivati dell`industria di alimenti per animali ed umani. Ti basti sapere che il capitale complessivo superava i dieci milioni di dollari di quell`epoca corrispondenti a forse una dozzina di milioni di euro attuali. Come vedi avevamo volato molto in alto. Poi un ictus che colpì mia madre, un infarto del socio principale delle imprese, un brusco cambio economico che portò gli interessi bancari fino ad oltre il 70%, l`assenza di eredi che prendessero la conduzione delle imprese, il peso degli anni ormai non più giovanili, ci costrinsero a svendere i nostri attivi e ritiranci a vivere un meritato riposo; ma queso non interessa a quanto voglio dirti.


  126. Lea ( Roma , Italia )

    Cara Elvira, complimenti ! io credevo di essere la più anziana corrispondente di Francesca e, invece tu mi batti e dai ancora lezioni di canto!!! Sei veramente in gamba.
    Per quanto riguarda gli errori che ti ritrovi sullo scritto senza averne colpa , sappi che capita pure a me e dipende dalla tastiera perché noi vecchiette siamo troppo veloci a pigiare le lettere e, spesso battiamo due tasti contemporaneamente. Questo me lo ha spiegato il mio professore d’informatica che, per questo motivo, mi chiamava : signora Fulmine..
    Concludo dedicandoti questa poesia che scrissi molti anni addietro e forse è questo il motivo per cui siamo così longeve.
    C’È SEMPRE DA IMPARARE

    Vita non mi lasciare! Ho tanto da imparare,
    vedere e sviscerare, misteri d’altri cieli;
    scrutar fra tanti soli, contar tutte le stelle
    cercando di scoprire tante altre cose belle.
    Vita sei troppo breve! Non dai consolazione
    che nel tuo breve spazio dal solo delusione.
    Circondi d’allegrezza le cose in giovinezza,
    ma agli anni che poi vanno rechi soltanto affanno.
    Perchè non sei diversa? Che vita non è vita
    sa non sa soddisfare chi opera e lavora
    ed ama e sa aspettare, pur senza biasimare,
    ciò che dovrebbe avere.
    vita non mi sfuggire!
    Ma lasciami capire cos’è quell’insondabile
    che rende il mondo instabile…
    Cos’è che sa ancorare i sogni e i sentimenti
    a questa terra ignobile che pure si fa amare.
    Deh! Fammelo intuire! Che in veglie di notti insonni
    cercato ho di carpire tanti misteri labili
    che non son percepibili fra tutti quei frastuoni
    che il giorno butta fuori. Vita non t’arrestare!…

    Ch’io non vorrei morire prima d’aver certezza
    che vivere è dolcezza.


  127. Carmen Mercedes Rojas

    Da economista: quanto occorre per sviluppare un progetto importante è 1) Un adeguato meccanismo di produzione 2) Un efficiente servizio di distribuzione. 3) Un mercato amplio e solido.
    Tu indubbiamente possiedi questo ultimo, ed a livello modiale. Io cercherei chi possa produrre per te, o insieme a te alcune ore di trasmissione televisiva con gli argomenti da te scelti ed organizzati in modo da interessare l`intera comunità italiana nel mondo. Poi un mezzo di diffusione mondiale così come lo è RAI Internaqtional. Tra i tanti programmi indipendenti che trasmettono sulle reti satelloitali, come televisione per cavo o antenna parabolica sicuramente con un appropiato lavoro troveresti chi è disposto ad acquistare mezzòra od un`ora giornaliera di un programma che gia garantisce una altissima sintonia. Non voglio essere ancora più prolissa, il resto è facile intuirlo, e d`altronde sto solo sbozzando uno schema .
    Voglia il cielo che ti interessi, mi piacerebbe sentire il parare di altri partecipi del blog, TANTI AUGURI Carmen Mercedes Rojas.


  128. ernesto ( USA )

    Carissima Francesca,
    siamo oggi al terzo giorno dell’argomento lanciato
    da te: quale televisione per gli Italiani nel Mondo.
    Sei arrivata a mi pare 130 lettere e non e’ finita.
    Un successone! Fra la valanga di richieste,domande,chiarimenti,propositi,risposte e precisazioni, mi e’ venuta una lacrimuccia : mi e’ sembrato che ti avessero presa,messa su una sedia e posta in un angolino in disparte. Ma, subito, mi sono ripreso, prendo la sedia dove ti hanno collocata e la rimetto al centro, perche’ e’ emerso dall’enorme calderone probabilmente tutto quel che volevi sapere : le varie esigenze,le richieste dei programmi, gli orarii, la necessita’ del “cordone ombelicale” come qualcuno ha detto con la Madre Patria lontana,l’esigenza di sapere,
    di esse aggiornati,di rivedere vecchi programmi e films, unita alla necessita’ dei giovani di sentire la LINGUA, di impararla e di assistere a nuovi spettacoli e films, molti hanno chiesto piu’ “pulizia” e facce nuove.
    Cosa puoi ricavare da tutto cio’? Che quale TV sia per gli Italiani all’estero essa e’ essenziale e vitale,la sua presenza sentita e voluta come necessita di vita.
    E,tantissimi, Francesca, invocano la TUA TELEVISIONE.
    Mi pare che il salotto mondiale si e’ scatenato piu’ che mai….e mo’? Facci sapere,
    Ernesto.


  129. Enrico Chiariotti ( Caracas , Venezuela )

    Cara Francesca, cari amici di questo salotto inernazionale
    non sentite anche voi nell`aria una specie di fremito d`attesa?
    Sono sicuro che la nostra Francesca sta preparandoci davvero una grande sorpresa e che questo salotto probabilmente presto si trasformerà in una sala di visione di programmi allo stile di quelli che eravamo abbituati a vedere ed ascoltare, in questa immensa sala modiale. Si, Francesca non se ne starà a dirigere un blog come questo, pur con tanta partecipazione e successo, ma ci regalerà certamente delle cose molto più belle ed utili. Non so bene cosa, ma sarebbe molto divertente scommetere (all`inglese) su cosa sarà, ed in quanto tempo lo realizzerà . Voi che ne pensate?


  130. Tony Screnci ( Montreal , Canada )

    Ciao Francesca? riguardo la televisione , io ciavrei una proposta da farti non lo so se sei daccordo ma? senti unpo’ perche no ti apri una televisione privata intitolata pronto Frncesca, per gli’italiani nel mondo e spero che no sara un problema per mantenerla sempre se tutti collaboriamo insieme per sostenerla cosi possiamo vedere la nostra FrancescA Di nuovo intelevisione la cui ci manchi troppo. Un ivito a tutti gli Italiani nel mondo per questa nuova iniziativa e mi auguro che sara accolta da tutti voi grazie e assentirci presto saluti da Tony da montreal ciao


  131. antonella ( buenos aires , argentina )

    ciao francesca .sono rientrata oggi delle mie vacanze ho trovato tanti mail ti rispondero questa settimana il mio comento su la rai e que un anno fa si vedevano megliori programi io la vedo a la sera pero mia mamma tutto il giorno (la vedeva) … penso come te per le persone magiori (88anni) e molto importante vedere e sentire la sua terra e la sua lingua ti rngrazio e prometto scrivere presto ciao ciao


  132. lino da Phuket ( kata beach phuket , thailand )

    rispondo a enzo tortora
    forse non ho afferrato bene il tuo commento,ma ricordo la mia imbranatura con il computer e ancora lo sono,pero’ lasciatemi imparare.
    ripetiamo tutti le stesse cose,ma dopo le richieste e’ dovuto un interrogativo:cosa dobbiamo o possiamo fare?
    e qui il poeta si ferma con il dubbio
    un abbraccio


  133. Luigia Grisanti ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca. Pure a me mi piace il programma della Rai Italia la vedo sempre che posso perché io avevo perso la abbitudine di parlare in italiano,perché in argentina sono venuta da bambina é mia madre si sposó con un argentino é dopo sono andata a scuola da grande sono andata a la Dante a imparare e sono veramente felice che abbia un programma cosi propiamente positivo. Un abraccio, e tante belle cose


  134. Saverio ( Fountain Hills Arizona , Usa )

    Ciao Francesca e Cari Italiani

    Questo blog comincia ad essere interessante.Comunque,mi e’ venuto in mente una cosa mentre rileggo qualche commento.
    Noi tutti qui siamo impegnati a dare il nostro feedback.
    Avete mai pensato a quanta gente legge i nostri commenti senza dira la loro.
    Sono certo che questo blog e’ seguito moltissimo non solo da chi scrive,ma anche da altra gente,come:Politici Italiani,i vari massmedia,poeti,giornalisti,staff della Rai,e (” il povero Badaloni”),centri culturali,e chi sa quant’altra.
    Un mio suggerimento;Quanto scrivete,tenete conto di questo,che la fuori c’e’ moltissima gente che ci guarda,ci segue, per vedere dove andiamo,e dove pensiamo di volere arrivare.
    Saluti,
    Saverio


  135. Tiziana ( Virginia )

    CIAO FRANCI FRANCI, E’ DA 1 PO’ CHE NN PARTECIPO AI COMMENTI ,IL TEMA DELLA “TV” E’ AL QUANTO INTERESSANTE,BE’ COSA DIRE ,DA 9 ANNI QUI’ IN VIRGINIA,USA,SE NN SONO ANDATA IN DEPRESSIONE E’ GRAZIE A “MAMMA RAI”,ANCHE SE CONFESSO DI ESSERE STATA DELUSA PARECCHIE VOLTE,MA E’ MAI POSSIBILE CHE NN CI SIA NESSUNO A CONTROLLARE LE SCENE DI SESSO NEI FILM??,SE FOSSE X ME NN MI IMPORTA,MA I BAMBINI ,MA POSSIBILE CHE CE LI ABBIA SOLO IO?NN CREDO,SE NE STRAFOTTONO QUESLLO E’ IL PROBLEMA,SI’ LO SO’ CHE DOBBIAMO NOI ADULTI CONTROLLARE ,MA NN E’ SEMPRE COSI’ FACILE,C’E’ QUALCUNO CHE E’ CON ME IN QUESTO? .QUI’ IN AMERICA LE SCENE PESANTI LE TAGLIANO ,PENSANDO (AI BAMBINI),CHE QUI’ NEGLI U.S. SONO PREZIOSISSIMI.VABBE’ CIAO UN ABBRACCIO E TANTI AUGURI & un saluto a mia zia Juliana ,Canada : )


  136. aldo lombardo ( littleton, colorado , usa )

    Ci sono soggetti e soggetti, la TV italiana e la spazzatura di Napoli sono certamente due che attirano l’interesse di molti. Dal canto mio da quando mi sono arrivati i programmi Italiani una cosa che mi ha subito colpito : quanta gente parla con la erre moscia come mai? Cara Francesca mi potresti mettere in contatto con qualcuno che mi possa dare una spiegazione? Sono molto curioso aproposito . Ci sarebbe molto da dire sul modo che parlano i presentantori che interrompono continuamente sopratutto quando l’interpellato sta diceno qualcosa di veramente intelligente e farebbe piacere sentirlo. Non si rendono conto che due voci allo stesso microfono crea confusione e non si capisce piu’ niente. Poi non c’e’ bisogno di gridare sempre. Comunque viva la tecnologia siamo sulla via giusta ha ragione il sig. che ha detto chi non sa usare il PC oggigiorno non sa ne leggere ne scrivere . Cosa ne pensate della signora di 96 anni che sta partecipando a questo diario in rete? Saluti a tutti , al sig. del Minnesota si consoli:fa freddo anche in Colorado e c’e’ molta neve a presente .


  137. Giuseppe ( Norwalk, CT , USA )

    Cara Francesca,

    Il tuo blog e` e sara` molto informativo.
    Purtroppo la tua clientela e` limitata a chi usa e sa` usare il computer.
    Ci sono molti anziani ed emigranti di prima generazione che non sanno i significati WWW, BLOG, .COM, GOOGLE OR WEB.
    La settimana scorsa ho preparato dei volantini con i tuoi “banners” e con la frase: “ Francesca Alderisi e` Tornata Fra Noi” e “Scrivete a ProntoFrancesca.It” e li ho affissi nei nostri clubs locali. Ma molte persone che non hanno o non sanno usare il computer, ti hanno riconosciuto come la brava Francesca di “Sportello Italia”, non possono comunicare con il tuo blog per mancanza di computer, ma tutti hanno un televisore.
    Da questi commenti mi e` venuta un idea, perche` non cominciare un programma televisivo oltre al tuo blog. Chissa` forse ci sara` un indipentende canale televisivo che sara` abile di darci vari programmi culturali including TG, Movies, Opera, Feste italiane nel mondo, Sport, musei e arti italiane ect ect. e un programma tipo talk show con argomenti from your blog.
    Il tuo blog raggiunge molti italiani, ma la televisione raggiungerebbe tutti gli italiani.
    Come si dice in inglese ” It is food for though”, or in italiano e` una buona cosa da pensarci sopra.
    Dobbiamo far uso di tutti gli arnesi del mestiere,
    c’e` bisogno di volantini, e-mail, WWW, YouTube e TV e word of mouth.
    Credo veramente che sia una buona idea, perche` altri ospiti nel tuo salotto ti hanno mandato simili commenti. E` ora che ci moviamo dal Salotto in un Auditorio Mondiale.

    Ciao a tutti! e GRAZIE Francesca!!!


  138. grillo parlante - brazil ( campos gerais , parana' )

    amici…..stamattina mi sono riguardato una partita di calcio trasmessa ieri da rai international cronista rai…un pazzo ..un aggressivita’ mai vista..sempre peggio…di seguito… italia news….pazzesco quel de pasquale…semplicemente vergognoso e arrogante se crede che quello sia un bel telegionale….e poi si vada a rivedere il dentone con alberto sordi e torni a scuola dizione …che parlare bene in tv e’ una questione anche di rispetto.

    da poco ho chiamato sky brasil ed ho fatto togliere dal pacchetto RAI international.

    un po’ e’ anche merito vostro…mi sono riletto tutti gli interventi dove elencate cosa vi piacerebbe da una “televisione”…e cosa dire …loro tagliano persone idee e contenuti ?….allora anche io ritengo che il loro prodotto sia da tagliare.


  139. lino da Phuket

    io alzo la mano,come richiesto,ma non e’ questione di cambiamenti.e solo questione di andare avanti.step by step un passo alla volta


  140. lino da Phuket ( thailand )

    Cara Tiziana ora ti sbalordisco,qui in thailand offuscano ,non solo le scene di sesso,ma anche sfuocano le pistole e chi fuma…..pensa un po in thailand….
    ma non e’ questo il problema,le scene di sesso in un buon film possono anche starci,basta non focalizzarle
    CAPISCI AMME’


  141. maria rosa ( Lujan , Argentina )

    ciao, cari amici dil salotto, baci mile a nonna Lea e Nonna Elvira sono veramente STUPENDE, a Vittorio di Bs. As. io ho la Rai nel canale 76 di Cablevisión, ma non lo posso vedere, devo cambiare di segnale, uguale non ho tanto tempo di guardare TV adesso preferisco questo sito e Internet. Tiziana hai ragione, anche qui in Argentina é un disastro Baci a tutti, buon lunedí


  142. Angelina Testa (molisana) dal Canada

    …Francesca dovresti tirare un pò di più le redini, tutti (tranne alcuni) fuori binario. Non é giusto nei tuoi confronti che si agisca così: a buon intenditor poche parole… con affetto angelina


  143. Claudia Roman ( Jacksonville , Fl, USA )

    Caro Aldo Lombardo,

    non capisco la tua domanda sulla erre moscia…io ce l’ho. Ci son nata cosi’e mamma provo’ a correggermi senza risulato. Mio fratello ce l’ha e anche i miei figli che ho potuto smussare e addolcire con un po’ di esercizi.
    La cosa interessante e’ che non si nota se parlo inglese, data la pronuncia e i suoni differenti della lingua stessa.
    Pero’ uno ci nasce cosi’ mica se lo inventa un difetto di pronuncia, non credo comunque che siano aumentate in Italia le persone che hanno questo difetto.
    A me non ha mai nuociuto, anzi alcuni lo trovano carino.
    Molti attori di teatro e tv degli anni 50/60 raccontavano come si dovessero sottoporre ad estenuanti sedute dal logopedista per “sistemare il difetto” e poter cosi’ lavorare.
    Una volta alla tv(cosi’ non vado fuori tema) non avrebbero accettato persone con tale difetto oggi non si discrimina piu’.Sara’ per quello che tu senti molti con l’erre moscia.
    Ciao


  144. IGNAZIO GIUNTA ( Porlamar-Isla Margarita , Venezuela )

    Carissima Francesca,
    Benissimo, per cuanto riguarda al tema mamma RAI internzionale, vedo che non ha assolutamente nulla di Internazionale,l`altro punto credo molto interessante,
    l`idea di fare un Referendum mi piace, per noi tutti Italiani nel mondo, in modo di cambiare l`antiquata e monotona Televisione che ci si permette vedere. Uniti abbiamo sufficiente forza ed ànimo per dare una svolta, un cambio importante credo che tutti ce lo meritiamo. Stiamo vivendo epoche di cambio, tutto il mondo lotta costantemente, ed oggi più che mai, per i diritti umani, stare bene informati è un dei diritti
    contemplato nella Costituzione della Republica.
    Francesca come nostra rappresentnte dirà come, e tutti daremo il passo avanti.Un forte abbraccio a te Francesca
    e un saluto a tutti. Ciao


  145. Tiziana ( VIRGINIA )

    RISPOSTA A: Lino da PHUKET (THAILAND), COME SI FA’ A NN FOCALIZZARE ,SE LA TV SPESSO SI TROVA IN CUCINA E ALLE 9.00 DI SERA MENTRE 6 A TAVOLA CON I TUOI……CAPISC A ME’.COME NEL FILM ANDATO IN ONDA POCHI MESI FA’:LA SPOSA TURCA.UN SALUTO .


  146. Nella da Rockland County ( New York , Bardonia )

    Ciao Francesca e amici
    come state?
    vorrei dirvi che oggi usualmente compro il giornale The JOurnal News oggi non ho avuto tempo ma quando sono andata al lavoro la mia amica ce laveva
    sono rimasta dinuovo delusa xche alla prima pagina dove ce scritto The World eccovi dinuovo che parlano dell italia questa volta a Palermo della mafia ma con tuttti questi quai che ci sono qui vanno sempre a beccare a noi io non so e poi le mie colleghe ignoranti scusate
    subito cominciano a dire vedi come in italia ma io oggi le ho fatto stare zitte
    appena venuta a csa ho chiamato il giornale xche voglio sapere xche mettono sempre articoli brutti dell italia ma si hanno preso il mio nome e numero di telefono e ancora nessuno mi ha chiamato vedremo
    ok ragazzi fate una buona notte
    baci a tutti


  147. grillo parlante - brazil ( campos gerais , parana' )

    amici…..a proposito nonna lea …un grande bacione con lo schiocco a distanza …..
    vi incollo un intervento preso su un blog…lo trovo molto utile alla discussione….riassume quanto detto negli ultimi interventi con un esempio pratico….

    ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

    Cari Italians,
    da più di un anno sto seguendo le lezioni d’inglese del sito internet della TV australiana (http://australianetwork.com/learnenglish/), queste lezioni vanno regolarmente in onda in TV e nel sito sono corredate da testi, esercizi e appunti. Recentemente è stata aggiunta la possibilità di scaricare video da inserire nel proprio lettore portatile. Da qualche mese ho acquistato il decoder del digitale terrestre e mi sono imbattuto in Rai Educational che nel suo palinsesto comprende delle trasmissioni per imparare l’inglese chiamate “il divertinglese”. Per chi già un po’ mastica la lingua ci sono delle serie tv / telefilm che vengono proposti uno alla volta a rotazione e 4-5 documentari che si ripetono all’infinito: è possibile vederli almeno una volta a settimana. Dall’abbigliamento dei protagonisti si intuisce che sono di fine anni ’80 – inizio anni anni ’90. Per i bambini, invece, dei cartoni animati e delle trasmissioni con pupazzi che passano anche dopo le 23, mandati in onda ripetutamente senza seguire nessun filo logico. Pure qui esiste un sito di riferimento (http://www.ild.rai.it/) che consiste in giochi di memoria per i bambini, descrizioni delle trasmissioni e il palinsesto spesso incompleto e poco comprensibile. Forse risulto un po’ antiquato ma, nonostante apprezzi lo sforzo della Rai, giudico incredibile la scarsità degli investimenti sui programmi educativi, per l’inglese in particolare. E’ così difficile a trovare un insegnante che impartisce lezioni davanti ad una telecamera? Secondo me col compenso di qualche personaggio pseudo-famoso di un reality potrebbero pagare tutte le docenti di una scuola d’inglese!


  148. CATIA ( Mann , U.S.A. )

    Cara Francesca,
    Il mio parere, riguardo i programmi della televisione italiana, e’ che non offre abbastanza spettacoli di musica. Quando poi si arriva alla domenica, il calcio e’ troppo prevalente. Vorrei venire a conoscere piu’ la vita dei nostri cantanti, musicisti ecc…insomma: un programma o due che si rivolge anche alle notizie di tutti i giorni, ma non il telegiornale. Tipo la rivista OGGI.
    Salutissimi!


  149. Giovanni ( Manaus , Brasile )

    Cara Nella da Rockland County
    ( non so se ho scritto giusto tutto !), vedi, i giornali sono cosí. Se c’é qualcosa di bello non lo publicano mai. Il bello ed il buono non fanno notizia, purtoppo. Solo il brutto ed il cattivo fanno vivere i giornali ! Il buono non vende.Il male,il delitto sí !
    Io vivo in Brasile,ed anche qui solo presentano l ‘Italia quando c’é qualche disgrazia,qualche omicidio, qualche azione della mafia o qualcosa che non va bene ! Bisognerebbe cambiare i giornali e la televisione!Ma chi lo fa’ ?
    C ‘é dietro, tutta una storia di soldi che non vale a pena elencare. Ma per consolarti sappi che degli Usa, fuori dal vostro territorio nazionale solo se ne parla anche in male. E non pensare che il mondo applauda le azioni del predidente o la Rice o le attitudini degli Usa nei confronti dell’Iran,Irac,Afganiostan,Israele ecc. Tutti gli omicidi,le stragi provocate nelle scuole ecc. sono notizie degli USA che circolano per il mondo.
    Mia cara,tutti usano la stessa moneta.Purtoppo ,bisogna saper setacciare le notizie per capire che i fatti che raccontano non classificano un paese ,ma non sono altro che fatti sporadici di quanche angolo di esso.
    Tutti i giornali del mondo hanno parlato della spazzatura di Napoli e dell’indecenza delle strade napolitane , ma nessuno non ha neppure scritto una riga sul gruppo che in Piemonte, a Torino ,di notte ricuperano aiuole, angoli di strade ,piazzette indecorose e sporche trasformandole in veri giardini.
    Un gruppo di persone, volontari scoprono un angolo della cittá che fa schifo ,studiano quello che possono fare, poi prendono vanghe e badili e carriole per trasportare terra,e tutti assieme ,puliscono,piantano fiori e pianto daccordo con quello che lo studio previo ha indicato . Al mattino chi passa trova un angolo di paradiso dove la notte prima c’era un picco letamaio.Lavorano di notte ,perché nel terreno del municipio nessuno puó toccare senza permesso, rischia di andare in prigione.


  150. Vincenzo Lettieri

    CIao Francesca buon Sonno!!

    Buona sera Gent.ma Nella;
    oh quanto mi dispiace per la sua delusione che stamattina ha provato.nelle vedere l’articolo contro la Mafia Siciliana a Palermo, la prego non si sgomenta, in quanto dal XIX secolo: non è oggi la prima volta e nemmeno sarà l’ultima!! Additano agli Italiani non per quello che fanno! Ma per quello che Hanno.Counque non possiamo nascondere che la mafia tantissime volte ci fa arrossire!Ma il resto delle cose vengono dette solo per Gelosia… Infatti cara nella voglio consolarla con queste due quartine quì sotto scritte.

    ITALIA BELLA.

    Altera e Sublime per il mondo vai,
    Il Fascino e lo Stile a te ti veste.
    Sei Criticata sol per Gelosia e tu lo sai!!
    Ma Brilli come il Bianco sul Celeste.

    Con Amore e meraviglia sei Ammirata
    per la Bellezza tua più che Perfetta.
    Qundo passi si gira la brigata
    e rimani perchì t’intende Prediletta.

    Ciao Nella, Tantissime belle cose a tutta la Brigata del Nostro Salotto,per te Francsca un Saluto particolare Vincezo.


  151. Giovanni ( manaus , Brasile )

    Cara Nella,
    scusami ma mi sono dimenticato di dirti che questo gruppo,che in piemonte si chiama “badali , badalo ” é nato negli USA col nome di … garden ( scusa che non mi ricordo tutto il nome )ed ha trasferito la sua sede l ‘anno scorso in Inghilterra a Londra. Ma nessun giornale al mondo ,parlando degli Usa non l ‘ha mai citato. Vedi come sono le cose!
    Ciao, cara ! NBon ti rattristare!
    con affetto giovanni


  152. Gabriella Tami-Valencia (Venezuela)

    Per…Tiziana ( VIRGINIA )
    il 15 Gennaio 2008 alle 1:11 hai scritto :
    RISPOSTA A: Lino da PHUKET (THAILAND), COME SI FA’ A NN FOCALIZZARE ,SE LA TV SPESSO SI TROVA IN CUCINA E ALLE 9.00 DI SERA MENTRE 6 A TAVOLA CON I TUOI……CAPISC A ME’.COME NEL FILM ANDATO IN ONDA POCHI MESI FA’:LA SPOSA TURCA.UN SALUTO .
    Si vede, Tiziana (che bel nome !) che sei abituata a mandare “messaggini” col cellulare (o telefonino, come lo chiamano in Italia) perché sai come abbreviare parole e frasi.
    Speravo di vedere una risposta della Palmieri se era parente di Irma Palmieri a Caracas.
    Un saluto a tutti.


  153. Carla

    Scrivo l’ultima cattiveria poi su questo argomento non parlo piu’.
    Quando BADALONI e’ stato nominato direttore di rai international rai Italia disse;”SE AVETE DA DARCI SUGGERIMENTI SUI PROGRAMMI SAREMO LIETI DI ASCOLTARVI E VENIRVI INCONTRO.’ora che ha la poltrona assicurata col cavolo
    che ci ascolta!mette la segreteria col messaggio registrato e cosi’ noi poveri tapini restiamo senza parole ma con tanta rabbia.
    Putroppo dico ad Alessandro che Ho tentato con mio marito di collegarmi con
    steamerone ma qui da noi internet e’ veramente troppo lento…..grazie a tutti i suggerimenti,comunque e peccato!!!!Mi manca “Striscia la notizia”……
    Io non pretendo grandi cambiamenti ma PRETENDO che i notiziari siano corretti e non piccoli stralci scelti a LORO gradimento e poi lo ripetero’ a vita <le tre ore della Cinquetti,soldi buttati al vento perche’ non piace a nessuno.
    Abbraccio tutti gli amici di questo grande e simpatico salotto Carla


  154. Carla ( Bali (isola) , Indonesia( ASIA) )

    Scusate non ho messo l’indirizzo.


  155. MENA

    Carissima Francesca, se vogliamo parlare di televisione per noi italiani all’estero io posso solo dire che Rai International ora Rai Italia ultimamente e` davvero una delusione, trasmettono tanti programmi noiosi, programmi che non valgono niente, vorrei sapere come mai non mandano in onda programmi che possano farci sentire italiani di prima classe come lo siamo e non italiani di serie B dobbiamo pagare per vedere programmi noiosi e lunghi che non fanno senso invece di mandare in onda programmi utili per gli italiani all’estero, tanti di noi abbiamo bisogno di informazioni utili come leggi emigratorie, pensioni e tutto il resto, non tutti sanno usare un pc per avere notizie, e tanti non vedono il loro paese da decenni percio` vorrei sapere come mai non possono avere un vero canale televisivo italiano dove possono davvero farci sentire vicini alla nostra bella Italia?
    e con questo chiudo sperando che chissa un giorno arrivi questo canale televisivo, un abbraccio a tutti voi da Mena
    http://www.icnradio.com


  156. Francesca verde ( Melbourne Australia , Craiegiburn )

    Bravissima Francesca finalmente siamo arrivato al punto giusto,una bella domanta quale telelevisione per gli italiani nel monto, prima di tutto come ben tu sai noi siamo lontano dalla nostra patria quinti ci manca un po di tutto come la nostra linqua la nostra famigia a chi ancora ce la i nostri ricordi che non si cangellono mai il nosto tricolore non e facile, allora per noi ci vorrebbe un tipo che si chiama televisione vera come un programma istrttivo come quello che abbiamo perso che adistrutto una parte di tutti noi, mi scusi Francesca se voi sapere cosa ci abbiamo di bisogno questa e tutta la verita, un po di notizzie, qualche film, dei decumentari un po sport, ma sopratutto un cuore umano che dirigge, i contuttoi e contuttrice che ci mostreranno un po daffetto tutto questo per litaliano che vive allestero ci farebbe sentire piu legati alla nostra patria,ma mi dispiace tutto questo al momento non ce, per la RAI INT ci vorrebbe una buona spazzatura,perche almomento e come quel albero che non produce piu frutta,quinti siamo contenti che la RAI INT e arrivata in europa e una cosa bella ma se non si aggiusta arrivera il giorno che nessuno pachera piu labbonamento,un ringrazziamento di cuore va a te Francesca che ciai data questa apportunita,se hai fatto caso questo commento e scritto al plurale peche sono portavoce di tante persone che non sa usare il conpiuter un saluto affettuoso Francesca da Melbourne Australia


  157. Norma ( La Plata , Argentina )

    Ciao Francesca, come stai? dalla´Argentina scrivo e ti saluto. Mi ha piasciuto il tuo blog, principalmente perche possiamo continuare in contatto. Te ringranzio per inserirme nella lista dei tuo contatti post Sportello Italia. Quella sperienza é stata per me molto interesante personale e professionalmente perche mi ho mezzo a scrivere con parecchi persone interesati come me nel rumore e nel sviluppo del linguaggio nel bambino. un abbracio e continueremmo vicino
    NOrma Massara


  158. lino da Phuket

    cara Carla da bali,ringrazia che ti ha risposto la segreteria ad altri neanche il bar della rai,dobbiamo convincerci che singolarmente non abbiamo voce,ma piu che le trasmissioni,a noi interessa ,e credo sia il parere di tutti,cose di utilita’ come lo era sportello italia,non lo dico per adulare Francesca,ma questo era,condurre una trasmissione utile per noi all’estero in modo intelligente e sopratutto costruttivo.in tutti sopracommenti si dicono le stesse cose,ok,sappiamo che e’ cosi e tanto fa,ma ora abbiamo questa importante opportunita’ che ci unisce e ci da forza di dire la nostra,l’importante che cio che diciamo esca fuori da questo(salotto)E SI FACCIA SENTIRE.nOI E CREDO TUTTI,NON SAPPIAMO MUOVERCI ALL’INTERNO DEI MEDIA,MA CREDO CHE fRANCESCA lo sappia fare bene,quindi solo lei puo darci voce,altrimenti,saremmo dei fantozzi al dopo il film de la corazzata potionskj
    un abbraccio


  159. maria rosa ( lujan , argentina )

    grazie Vincenso per la tua Italia Bella
    Giovanni a te grazie per la buona notizia non publicata!!!!!!! buon martedí a tutti baci


  160. ernesto ( USA )

    A TUTTI I RAGAZZI E REGAZZE ( ANCHE DI 9O ANNI )
    DEL SALOTTO……
    AVETE VISTO FRANCESCA?????????????????
    SON ALMENO TRE GIORNI CHE E’ SPARITA….
    STO UN PO’ IN ANSIA.
    ERNESTO.


  161. giuseppetrabace ( roma , italia )

    ciao francesca,dalla capitale di quell’italia un pò disastrata ma che tanto amiamo non posso che accogliere il tuo invito alla collaborazione.vorrei segnalare ai lettori del sito il film recentissimo “cous cous “. una pellicola cui non mancano i difetti- quali i dialoghi eccessivamente concitati e logorroici – ma che ci fornisce uno spaccato puntuale di quella realtà di immigrati del maghreb che tutti noi europei conosciamo in modo forse superficiale.una umanità che il talentuoso regista franco-tunisino kechiche osserva dal di dentro senza compiacimenti ma con sincera partecipazione. è anche questo un modo per accogliere e comprendere popolazioni più sfortunate di noi.con tanta stima
    giuseppe


  162. Gabriella Tami-Valencia (Venezuela)

    Francescaaaaa ???? Dove sei che non ti vedo e…non ti leggo ? Eravamo abituati che, almeno ogni 2 giorni ci avvertivi di un tuo nuovo commento ma, come di Ernesto negli USA… anch’io sono in ansia ! Solo voglio pensare che stai cercando un nuovo tema da farci partecipi a questo grande salotto ! Un abbraccione, Gabriella. Saluti ai cari “amici invisibili” !!
    A proposito, commemorando i 100 anni di un grande uomo, Arturo Uslar Pietri, ideatore di questa “mia” frase, ricominceranno a trasmettere i suoi programmi “Valori Umani” di 25 min. ognuno. Questo va specialmente a chi abita in Venezuela. Non ho idea se si puó sentire altrove !


  163. Giuseppe ( Norwalk , USA )

    Ernesto,
    Si sieda, pigliti nu caffe`, RELAX…
    Francesca sta` bene… ti preoccupi troppo, ma fai bene.
    Solo perche` non si vede or sente, non significa che non c’e`. Lavora e sta` lavorando per il nostro orgoglio, pe mantenerci in serie A…
    Non ti preoccupa` “Bah-da-lonee” non l’ha seguestrata!!!!ah!ah!
    Di certo e` coperta da valanghe di posta e TV interviste…
    Un po` di riposo se lo merita, no!!!
    Una vocina mi ha detto che sta` in Denver a sciare….o in Bali Subacqueo.


  164. IGNAZIO GIUNTA ( Porlamar-Isla Margarita , Venezuela )

    Carissima Francesca,

    Non credo che a questo punto in cui ci troviamo, ed intercambiamo idee e punti di vista, vale la pena
    perdere ancora più tempo, quasi tutti siamo d`accordo del tu ritorno alla TV, è necessario che tutti noi Italiani nel mondo aiutiamo con brio, e accelerimo l`avanzo del tu progetto Francesca, ma con un mezzo di diffusione mondiale indipendente, come segnala la Sra. Carmen Mercedes Rojas.
    Un forte abbraccio.


  165. Pino Amara ( Boston, Massachusetts , Stati Uniti )

    Pino Amara {Boston,MA,USA} Cara Francesca, vorrei aggiungere, e far capire a tutti i nostri connazionali, a che punto siamo arrivati con la lotta politica per RAI International negli Stati Uniti d’America. Sul sito dei giornali italiani “ipse.com-Quotidiani italiani” c’e’ America Oggi, basta cliccare Attualita’ e leggere quello che hanno scritto diversi connazionali. In USA, la lotta fraticida e’ da far notare al resto degli italiani ignari di questa faccenda. Ciao a tutti.


  166. luciano ( Woodbridge , Canada )

    Ciao Francesca
    la televisione per noi a lestero;
    sicuramente aiuterebe avere una guida televisiva attendibile perche spesso e volentieri la scaletta della rai inn.e sempre in ritardo.
    A prescindere dal fatto che rai inn.rende un grande servizio dinformazione e mio parere che si potrebe fare meglio.
    Io sarei piu propenzo a vedere e ascoltare meno politica meno balletti e piu informazioni regionali.
    Poi mi piacerebe vedere programmiinformativi girati nelle varie comunita degli Italiani allestero per i nostri connazionali a casa insomma una comunicazione diretta fra noi e i nostri connazionzli a casa.
    Ciao e a presto


  167. Sandro A. Bertucci ( Buenos Aires , Argentina )

    Cara Francesca:
    Finalmente rientrato dalle mie vacanze estive, mi sto aggiornando con la nostra via di comunicazione.
    Entrando in argomento: gia da alcuni anni vedo che quando si realizza il cambiamento orario tra legale e solare il palinsesto si sposta di 2 ore. Dall’emisfero Sud va a contropiede. Da questa parte del mondo lo spostamento orario, se avviene, si realizza al contrario che nell’emisfero Nord, risultato che il programma che uno vedeva normalmente alle 22 di sera dovrà vederselo alle 24 od al 1 del giorno dopo, con lo quale quel detto programma si lascia di vederlo o non si dorme; per esempio programmi di mio interesse come Porta a Porta, Anno Zero e Ballarò, non li posso più vedere ameno che mi venga l’insonnia.
    D’altra parte, alcuni programmi dell’attualità italiana trasmessi da RAI, avvolte sono troppo casalinghi; come quelli dedicati a commentare le nuove pellicole e spettacoli in bacheca, che a noi all’estero neanche arriveranno
    Di calcio meglio non parlarne, 2 giorni di seguito ed in più qualche altro giorno entro la settimana con le partite ed i suoi commentari, è proprio esagerare.

    Sandro A. Bertucci – Buenos Aires – Argentina.

    P.S.: I 2000 caratteri disponibili sono pochi.


  168. Joe Bruno ( Chicago , USA )

    Cara Francesca, ultimamente abbiamo avuto la bella sorpresa di ricevere un nuovo canale televisivo che si chiama Leonardo. E’ forse il canale televisivo che aspettavamo. Infatti, abbiamo la possibilita’ di vedere molti paesi e citta’ della nostra bella Italia. Forse non li potremmo mai visitare, ma attraverso la TV li possiamo conoscere ed apprezzare. Inoltre, ci sono molti bei programmi di cultura: arte, moda e storia dei lavori artigianali ecc. Non per ultimo possiamo godere la visione di tanti Films con Toto’, Alberto Sordi, Mastroianni e tanti altri che ci richiamano i tempi della nostra giovinezza, quando abbiamo lasciato l’Italia.
    Sembra che questo canale: Leonardo, risponda meglio di Rai International alle esigenze della nostra comunita’ italiana all’estero. La concorrenza di Leonardo, speriamo che spinga il Direttore di Rai International a rivedere il palinsesto e forse a ritornare indietro, visto che prima era molto meglio.
    Un affettuoso saluto e arrivederci presto sugli schermi di Rai International.
    Joe Bruno e Mimma.


  169. Rosaria dal Texas ( San Antonio )

    Carissima Francesca, sono anche io contenta di questo esperimento fatto dal direttore Riotta. E’ una cosa che avevo sempre pensato.
    Secondo me e’ stata un’ottima cosa. Io per molto tempo non riuscivo ad ascoltare le news, in quanto un po’ depressa. Tutte quelle brutte notizie mi facevano stare male. Da parte dei giornalisti, a volte, c’e’ quasi un piacere a parlare di delitti, di far vedere immagini che potrebbero evitare…
    E poi ci chiediamo perche’ c’e’ tanta violenza. Non si parla piu’ di cose belle che accadono nel momndo e ce ne sono tante.
    Ecco perche’ non si inizia in questo salotto mondiale a dare importanza al volontariato e alle tante persone che fanno cose belle per gli altri?


  170. Santo ( Buenos Aires , a )

    Volete vedere Tv italiana, entrate in cuesto sito:

    http://www.guardatv.it


  171. Maria Rosa ( Luján , Argentina )

    Grazie SANTO per il sito!!!! cari saluti


  172. Santo ( Buenos Aires , Argentina )

    Para Maria Rosa(Lujan), te resulto interesante la página, pudistes ver algo?.Gracias tambien por estar de acuerdo con mi otra opinión.Saludos.


  173. isabelledorge ( Doha , Qatar )

    Grazie a “ti lascio una canzone”,nonostante la “gaucherie” della presentatrice..ho passato finalmente una bella serata con RAI 1!La TV italiana e
    mortale per i suoi shows,serial films,etc..Ci si vede sempre gli stessi vecchi cantanti,ospiti e conduttori TV.Comunque ritornando a “ti lascio una canzone” e una prova fragante che San Remo festival
    dovrebbe essere”rigenerato” ,mi spiego:onde evitare le stesse polemique,noie etc,facciamo piazza a questi giovani che veramente cantano divinamente e lasciamo
    a casa quelli “anziani”che di talento non ne hanno!
    …al mio modesto parere.


  174. sandro ( cascate di Niagara , Canada )

    Leggendo tutte questa parole sul scermo mi fa riprendere piano a piano, la lingua Italiana.
    Grazie per l’articolo perche e un sugetto molto importante perche, oviamente, la grandiosa influenza che la “Ti Vu”, (come la mia Nonna diceva), a sul popolo generale, ma specialmente su i bambini o i ragazzi giovani.

    Questo prima di tutto si deve ricordare che come adulti che fano i programmi o che mettano insieme tutta la giornata dei programmi, devanno tenere questo in mente.
    Questo e un sugetto che si puo parlare per molte ore.
    Ma, insoma se anche il programma e perfetto, meso insieme con varieta per tutti, ci sara, come lei, Ms Francesca, dice, sara sempre dei commenti al contrario.
    Penso che tutto viene dal alto in giu; l’organizatione e basata sul capo direttore. Non e un mondo perfetto ma possiamo sempre provare anche con i sbagli e rimediare il meglio possibile. Questo come la vita cresce. Si puo fare l’argomento che la ” TiVu”, i programmi in questi ultimi 30 anni sono diventati noiosi e spaventosi. Certe volte solo rimane il ” Weather Channel a vedere” ( il cannale di Tempo).
    Per me, avere solo un cannale que rapresenta tutta L’Italia, al estero, e poco. Come la liberta, ce sempre una scelta, nella giustizia, ce sempre una bilancia. Alora, e tempo di svelgarsi( o forse siette gia su) !!! e gustare l’espresso.
    Gia parlo troppo, ma quando ero, in Italia, nei miei ventanni,solo per 4 mesi, mi ricordo Alberto Sordi ( bravo, bravo), e un film belissimo, Il Povero Rico e su la T.V., giocchi che duravanno per ore. Recentamente cera un programma, con musica, bellissimo, da San Francesco di Assisi e L’Olimpiadi di Torino e…a…si…. un programma che ho visto solo una volta e doppo “nada” si chiama…spetta qui..a si..e..vediamo…echo qui,a !!! Sportello Italia… fianlmente, la notizia con tutte queste belle facce…forse era meglio per stare altre 4 mesi…Soriso e buona salute a tutti.


  175. Virgilio Pasotti ( Messico , Messico )

    Qualcuno sa quando iniziano le trasmissioni e su qualli piataforme sara disponibile il nuovo canale Mediaset International?


  176. Virgilio Pasotti ( Citta´del Messico , Messico )

    Ho trovato questa informazione su Mediaset International

    The service is likely to be headed by Mediaset veterans Carlo Vetrugno and Silvio Carini. Once it receives the go-ahead, it is possible that instead of competing with the well established RAI International, Mediaset International would ride on the same platform, offering subscribers a better value for their money. On this aspect, as not to leave any stone unturned, Mediaset International is reportedly in negotiations with Echo Star, RAI International’s U.S. satellite platform; the Australian-based TARBS; and Corus’ TeleLatino of Canada. TARBS is the distributor of eight Italian satellite TV channels in Australia, including the Vatican’s TelePace, RAI International and Italian Network News. This latter service will be phased out once Sky Italia begins its news channel service.

    RAI International’s recent reorganization could offer a clue to Mediaset International’s future plans. The eight-year-old RAI International has been spun-off from RAI into a majority-owned RAI corporation with investors that could include sheik Saleh Kamel’s Dallah Al Baraka of Saudi Arabia. Sheik Saleh is the exclusive distributor of RAI International in the Americas. Another Saudi, investor Al Waleed bin Talal, owns 2.6 percent of Mediaset and five percent of News Corp.

    And it is with prince Al Waleed that Mediaset and News Corp.’s interests could, once again, intertwine. Murdoch, besides approaching RAI International, could well ask Pier Silvio to have his Mediaset International carried on his worldwide satellite platforms (B-SkyB, Star-TV, J-SkyB, Sky Brazil, etc.).


  177. hvkg mciogah ( hvkg mciogah , USA )

    xwvq ruzmgl aghs dyscwkl oxhun nvxrjftz frqpukmx


  178. Vince ( Montreal , Canada )

    Cara Francesca. Mi scuso per non aver capito di cosa si tratta il tuo programma . Io ho scritto la mia storia di emigrante in Canada degl’anni 50 .
    Sarei molto contento che gli Itaiani conoscessero le vere difficolta` nostre come emigranti . Se e` interessata , me lo faccia a sapere e gli inviero` una copia. Sono solo 20 pagine . Grazie di cuore . Vincenzo


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili