prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

lunedì, 7 gennaio 2008
NAPULE E’….NON SOLO SPAZZATURA!

Oggi il mio saluto sarà un pò meno solare, anche se il Sole è probabilmente una delle caratteristiche che rendono la mia città unica al mondo. La mia città è Napoli!

Pur essendo nata al Nord, esattamente a Treviso, dove ho vissuto per pochissimi mesi, quando ero ancora in fasce, Napoli la porto con me ovunque e sempre: nel mio carattere cosi sincero, nel mio amore per le cose semplici, nella mia voglia di sorridere sempre anche quando tutto va storto e soprattutto nel mio essere per indole un pò scugnizza.

Pensando a Napoli non posso non pensare alla sua lingua. Ho letto tra i vari commenti di ieri l’idea di occuparci dei dialetti; lo faremo sicuramente perchè i dialetti costituiscono un patrimonio preziosissimo ed ho sempre creduto che  la purezza dei dialetti sia conservata ancora di più all’estero tra i nostri connazionali che la hanno gelosamente custodita. A questo proposito, per fare onore al mio dialetto, vorrei citare una frase che quest’estate mi ha detto un mio amico ponzese (per chi non lo sapesse Ponza è un’ isola in provincia di Latina, ma molto di più per usi, costumi e “dialetto”, vicina alla Campania).

Questo mio simpatico amico, durante una divertente serata di chiacchiere al bar,  inserendosi in un discorso piuttosto animato che stavo facendo, ma che sinceramente non ricordo più, mi guarda tutto serio negli occhi e dice: “Tu tien nu’ cavallon’ in capa!” L’espressione l’ho subito fatta mia perchè effettivamente esprimeva con grande chiarezza e musicalità, il turbinio frusciante nella mia testa, di cui evidentemente si accorgono anche gli altri.

Cito questo aneddoto perchè da un pò di ore il mio “cavallon’ in capa” é diventato sempre più grande. Non è facile affrontare un tema delicato come quello dell’emergenza rifiuti ed ho pensato molto se farlo o no, ma credo che sia giusto dare voce ai tanti italiani nel mondo, non solo napoletani, che come me si sentono profondamente feriti nel vedere le immagini di una bellissima città, ormai purtroppo sepolta da cumuli di spazzatura, brutalmente sbattute sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo.

Certamente non passa inosservato nemmeno oltreconfine quello che sta accadendo, anche se mi piacerebbe molto che i giornali e le televisioni emanassero anche la puzza micidiale con la quale gli abitanti della Campania devono convivere ormai da settimane, anzi mesi. Io quella puzza l’ho respirata giorni fa durante le feste natalizie e vi garantisco che è veramente tremenda, per non dire indescrivibile. Perdonatemi se oggi vi coinvolgerò ancora più direttamente, ma mi piacerebbe, imitando il famoso Gigi Marzullo, chiedervi di farvi una domanda e darvi una risposta, cercando di generalizzare ed approfondire questo tema, che a mio avviso va molto oltre.

La domanda è: “Come si è arrivati ad una situazione così drastica?”; e l’altra é: “Come si potrebbe risolvere secondo voi definitivamente questo problema?”. Magari vivendo all’estero, potete fare un confronto con altri paesi.

Venendo a voi, VITO mi scrive “France??? Ti sei presa le ferie oggi?” No caro Vito, sto lavorando per noi, anzi vorrei scusarmi se non riesco a rispondere a tutti, ma poichè lo faccio personalmente e non delego nessuno, sarà molto difficile, dal momento che per fortuna stiamo diventando sempre più numerosi, riuscire a rispondere sempre a tutti. State però certi che leggo sempre con grande interesse tutti i vostri commenti e lo farò sempre!

153 Commenti a “ NAPULE E’….NON SOLO SPAZZATURA! ”

  1. Luis Romagni

    A tutti gli Italiani nel Mondo ! le mie piu’ sincere felicitazioni a la Francesca che ci ha fatto vedere
    la bella Napoli,complimenti Francesca…Napoli e’ Napoli e vedi Napoli e poi MUORI!!! GRAZIE!

    per vedere le ultime notizie del Aereo caduto en los Roques vedere il lik http://www.voce.com.ve
    Io sto in costante contatto con Defensa Civil e vi informero’ in tempo reale via questo stupendo sito.
    saluti Luis Romagni Miami FL. USA> ore 6.09 PM


  2. PERICLE

    da AGEROLA (NAPOLI)

    A CAMORRA A CAMORRA

    Uhè, chi ha spustate chella preta?
    A camorra a camorra.
    Ahhh… mò sì sirece e quatte a vinte.
    Uhè, Iervolino, Iervolino.
    A camorra a camorra.
    Ahhh…

    Uhè, chi c’ha mise là chillu chiuove?
    A camorra a camorra.
    Ahhh… mò sì trentanove e une a quarant.
    Uhè, Bassolino, Bassolino.
    A camorra a camorra.
    Ahhh…

    Ehhhhe a giustizia nun ce stà, nun ce stà, nun ce stà,
    tutte colpe e chella là, chella là, chella là.
    Uhè, Iervolino, Iervolino.
    Ahhh…
    A camorra a camorra.
    Ahhh… mò sì.

    Ehhhhe pe mieze o vichele addù staje, addù staje,
    ce passe pure a pulizia, a pulizia.
    Uhè, polizia, polizia.
    Ahhh…
    A camorra a camorra.
    Ahhh… mò sì.

    Tutte e juorne ce munnezza, ce munnezza,
    ce munnezza attuorne a nuje, attuorne a nuje,
    e nisciune se ne fotte, se ne fotte,
    chillu o fatte nun è o mie, nun è o mie.
    Se ne strafotte pure chillu chiuove, chillu chiuove e’ sinneche,
    proprio chillu là che s’affacce tutti e juorne,
    tene a facce comme a tre bastone, tre bastone,
    e nisciune se ne fotte, se ne fotte,
    chillu o fatte nun è o mie, nun è o mie.
    Ahhh…
    A camorra a camorra.

    Napule, Napule, Napule, Na…,
    inde a ste vie toje,
    se nasce, se cresce, se more,
    ce stà sempe l’alleria che fa fuje l’apucundria.
    E chiammene vicoli e so comme a stelle,
    sallummene e notte e se fanne ammirà,
    ma quanne inde all’aria ce stanne lampe e saette,
    se sente sule addore do sangue de figlie tuoje,
    e nunze ponne guardà e nunze fanne verè.

    Ce stanne e vicoli dà Sanità, Sanità,
    ce vurrja vedè cammenà a sua Santità, Santità,
    cò a gente che se passa a voce: E’ arrevate… e arrevate…
    Zittù, zittù, è arrevate Beneritte.
    E’ arrevate sule, sule, uhè guardate, nun tene a nisciune.
    E nà vecchiarella affacciannese a feneste s’addummanne:
    ma chieste che vò, mò che venute a fa cà?

    Uhè, Beneritte, Beneritte.
    Ahhh…
    A camorra a camorra.
    Ahhh… mò sì che tutte e vie portene a Roma.
    A camorra a camorra.
    Ahhh… mò sì.


  3. PERICLE

    da AGEROLA (NAPOLI)

    NELL’ARIA

    Senti nell’aria un via vai di profumi
    In arrivo dal mare
    Di viole e di rose, di gioventù.
    Positano sprizza amore sul tuo cuore
    Tra dolce vita e mondanità
    Spiagge dorate dal sole e con mare blu.

    Sento nell’aria c’è già
    profumo di te,
    vai, vai, vai,
    dolce vita e mondanità
    caldo sole e mare blu
    a Positano c’è aria di gioventù.


  4. Lea Mina Ralli

    Cara Francesca, questa poesia è dedicata a te e tutti quelli che amano Napoli. ciao.

    NAPOLI MULTIFORME

    Napoli bella che fosti capitale
    ti resta di quel tempo la fierezza
    che rende celebre la tua mutevolezza.

    Da troppi grandi fosti posseduta!
    Nessuno all’infinito t’ha tenuta !
    Ma tu sei sempre pronta all’avventura.

    Le civiltà più astruse e disparate
    sono assommate nel tuo sangue e usate
    in troppe svariate licenze concepite.

    Per questo appari estrosa e esuberante
    e sai trattar le genti tutte quante
    delle cui molte esigenze sei appagante.

    Sai offrire anche reazioni esilaranti
    col tuo dialetto in bocca a Pulcinella
    che dice verità schiette e sincere

    scherzando pure sulle tue sventure
    perché canti nel vento le brutture.
    Ma a sera ogni tuo figlio va a pregare

    da San Gennaro…per farsi perdonare.

    nonna Lea da Roma


  5. PERICLE

    da AGEROLA (NAPOLI)

    CORE MIO

    A poche, a poche, pe sempe, pe te,
    je more e nun saccje o pecchè.
    Pà luntananza forse sarrà o pe chesta paura
    ch’aggiò e sapè.
    Core mio nun dai cchiù calore
    Trieme appena poche, poche, quanne je penze,
    sbatte poche, lasseme, famme murì.

    Core mio trieme appena poche, poche,
    quanne je penze a comme ivi,
    tu nun daje cchiù calore,
    tu me lasse e me fai murì,
    tu passanne m’hai guardate
    e m’a fatte suspirà.
    Tu sì sempe focosa d’ammore
    Core mio, core mio,
    core mio nun murì
    core, core tu nun saje,
    qua song e pene
    core mio nun murì
    si tu sempre fucuso d’ammore.
    Puzziett’o sangue
    Tu me faje murì


  6. Alcides Biasi

    Mi chiamo Alcides, abito a Bento Gonçalves, Rio Grande do Sul, Brasile. Mia cittá é la Capitale Brasiliana dell’uva e del Vino. Siamo vicini col’Argentina.
    Qui 80% sono discendenti de imigranti veniti. Abiamo fatto gemellagiio con cinque comuni del compensório della Vallagarina. Rovereto, Nogaredo, Terragnolo, Trambileno e Villa Lagarina, di Trento.
    Nella capitale Porto Alegre sta il “team” Internacional Sport Club que ha battuto la Inter e de bicicletta.
    E a Napoli quanta spazzatura e que puzza!!!
    Per oggi basta.
    Gracie Francesca


  7. Nicola Biscardi

    I miei sono di Caserta e preferisco ricordare il sapore delle mozzarelle di bufala piuttosto che immaginare il puzzo della munnezza.
    Non so come si sia potuto arrivare a tanto ma so che Pino Daniele nel 1977, nello stesso album di “Napule è” che si chiama “terra mia” cantava un’altra canzone dal titolo “Ce sta chi ce penza” e che diceva pressapoco così:
    “ma che puzza dintu a sto vico, ma comme fa ‘a gente a campä?
    Co sta puzza sotto o naso ca nun se può cchiù suppurtä” e inoltre “a città è cchiù pulita ma ognuno mette o dito nce vuò magnà”.
    La verità quindi la si sapeva già allora.
    Comunque poi a Napoli sono diventati tanto esperti di munnezza da esportare il know how anche a Nairobi, prima che la capitale del Kenya avesse avuto altro a cui pensare. Lo avevo segnalato in un divertente articolo nel mio blog qualche mese fa
    http://maldimalindi.blogspot.com/2007/10/problemi-di-munnezza-fatevi-servire.html


  8. PERICLE

    da AGEROLA (NAPOLI)

    LUNTANE A NAPULE

    Che fai luntane a nuje, luntane a Napule,
    ce pienze mai cu nustalgia e voglia e turnà?
    Si, tu vuò turnà e nun o fai vedè.
    Je te penze e te veche sule, sule,
    inde a stà terra senza sole,
    addò nunze vede n’albero e cerase,
    addò manchene e pere mast’antuone,
    addò ce stanne rose senza spine
    e poche sciure inde j giardini.
    Vecine a stu furne
    staje a fa pizze nà matina a sera, tutte e juorne,
    Inde all’aria manche ò calore
    dò paese tuoje luntane,
    e siente sempe fride.
    E a mme manche a forze e o’curaggie
    e te scetà a stu suonne,
    e tutte e notte facce sule a mosse e mm’addurmì.

    Te stò penzanne inde a stà notte senza suonne,
    teng o core apierte e tanta voglie e sapè addò staje,
    e te vulesse vedè trasì a chella porta,
    comme a tutte chelle sere passate a t’aspettà,
    cu l’ansia a rinde o core mio che se ne và
    vedennete j addurmì,
    e mò me vulesse affaccià pe te vedè.

    Je te vulesse sentì suspirà,
    vicino o core e mamma toje,
    pe nù suonne d’ammore,
    cò core scetate che già penze a dimane
    a comme sarrà.

    Astrigneme forte chillu juorne che tiene a forze nò fà,
    astrigneme forte e cchiù a sule a murì, nun mme lassà.

    Mò teng voglie e mm’addurmì,
    sò stanche,
    ma è già nata matina.


  9. Enrico - Sydney AU

    Carissima Francesca.
    Il mio parere riguardo quest’ultima piaga che soccombe su Napoli – e di piaghe ce ne sopporta tante questa bellissima citta’ – e’ che forse ci sono molti interessi su come FARE SOLDI DALLA SPAZZATURA.
    Finche’ tali interessi negli appalti e manutenzioni dello smaltimento dei rifiuti non saranno risolti, credo che Napoli paghera’ ancora una volta il prezzo della sofferenza che spetta ad una citta’ del Sud non ricca di industrie e consequentemente piu’ soggetta allo sfruttamento. Realta’ o pessimismo?
    Auguro sinceramente ai residenti di Napoli e di altri centri campani nella stessa situazione, che questo problema venga risolto al piu’ presto e che venga ristorato un ambiente piu’ igienico per tutti.


  10. Piero Lucente

    Veramente meravigliose queste immagini di Napoli,
    NAPOLI che sicuramente dopo aver visto queste belle foto, e ritornata una grande nostalgia di rivedere
    la piu’ bella citta del mondo, la citta che ha creato
    le piu’ belle musiche e canzoni al mondo,
    Una nostalgia indescrivibile per tutti noi che manchiamo
    da questo posto favoloso,e ‘meraviglioso.
    quindi Grazie a te Francesca che ci fai rivivere
    questi momenti per un attimo.

    Piero
    windsor canada


  11. Saverio Fountain Hills Arizona

    Ciao Francesca

    Domanda:
    Ma questa immondizia di chi e’? Sento spesso da i telegiornali,mass media etc,che questa roba nessuno la vuole.
    Tutti lottano per tenerla lontana da casa loro.I verdi.bianchi,rossi,dico tutti.Vogliono una soluzione,pero sta fetenzia nessuno la vuole.
    L’altra sera Canale 5 intervistava un tale,diceva che lui sul suo territorio l’immondizia non la vuole e fara del tutto per tenerla lontana, disposto anche di andare in galera.
    Io vorrei fare una domanda a questo Sig.re,ma lui l’immondizia che produce dove la mette?.
    In attesa di una risposta,
    Saluto a tutti Cordialmente.


  12. LUCIANA CIANFARANI

    Carisima Francesca a rischio di essere retorica, il problema in Italia c’e` ed e` grosso e si chiama POLITICA che e` uno schifio peggio del pattume che si e` accumulato a Napoli o altri problemi in altri luoghi d’Italia. Cosa deve fare un popolo per essere ascoltato ed aiutato? E` stato detto che l’Italia e` fra i primi paesi a dare aiuto fuori dalla nazione quindi perche` non possono risolvere i problemi interni? Perche`l’italiano all’estero vale di piu`, e` rispettato, ha piu` opportunita`, viene aiutato dalle infrastrutture locali. I responsabili sono pronti a scaricare e additarsi l’uno con l’altro per cio` che non viene fatto come pure per quello che viene fatto. Per mio avviso, non c’e` cooperazione nelle infrastrutture italiane.


  13. PERICLE

    da AGEROLA (NAPOLI)

    TU DOLCE SIGNORA

    Tu dolce signora,
    stella di oggi, stella di ieri,
    dimmi di te, dei tuoi sogni,
    dimmi di ieri.
    Tu dolce signora, stella in terra straniera
    tu ragazzina, tu sognavi l’amore,
    tu ragazza, tu vivevi la vita.
    Tu dolce signora,
    oggi davanti ai ricordi di una vita che vola,
    stella, sei senza respiro e ti manca l’amore.

    E tu bianca luna da lassù,
    tu che parli ai naviganti,
    tu dimmi cosa vedi
    Dimmi cosa fa,
    dimmi come stà,
    chi da me lontano stà.


  14. Giuseppe, Norwalk USA

    Umore Napoletano

    -Ciro:”San Gennaro, sono disoccupato, fatemi una grazia, fatemi vincere 50 milioni alla Lotteria, vi prometto che 5 milioni li lascio alla vostra chiesa per i restauri.”
    Passano quindici giorni ma Ciro non vince e ritorna da S. Gennaro.
    -Ciro:”San Gennarì, voi non mi avete ascoltato ed io sono ancora di più nei guai, adesso sono rovinato coll’usuraio, vi prego, fatemi vincere 100 milioni alla Lotteria, vi prometto che 10 milioni li lascio alla vostra chiesa per i restauri.”
    Passano altri 15 giorni ma Ciro non vince e ritorna da S. Gennaro, gli chiede una grazia, quella di vincere un miliardo alla lotteria e promette che 200 milioni li avrebbe lasciati alla sua chiesa per i restauri.
    Mentre Ciro sta uscendo dal tempio, si sente una voce cavernosa
    “Cirooooooooo”
    -Ciro “O maronna, e chi è? Siete voi S. Gennarino bello ?”
    -S. Gennaro “Si Cirooooo, sono iooooo”
    -Ciro “Dite, dite, S. Gennaro”
    -S. Gennaro “Ah Cì, te lo vuoi comprare questo cavolo di biglietto della lotteria, o no?”

    La morale della barzelletta e che Iddio aiuta quelli che aiutano se stessi. Purtroppo noi molte volte dipendiamo sempre agli altri di far lavori sporchi,per il nostro lusso.
    Dico io, Napulita’ affucinati le maniche e incomincia a pulire i vostri vicoli e strade, prima che arrivera il colera, gia state perdendo il turismo, un’altra cosa dovete perdere o pulire e` la “camorra”.
    Fate come hanno fatto in Germania: basta con la mafia.
    Se volete vincere `sta “lott(a)eria”, compratevi il biglietto.

    Pulite le vostre Piazze, prima che faranno piazza pulita. Senno` pur San Gennaro se ne va` pe la puzza.

    Napoli e` troppo bella per perderla all’immondizia.


  15. Nella da Rockland County,Bardonia,New York

    carar francesca
    grazie del bel video della bella napoli
    io mi auguro che finira presto sto casino
    quella povera gente e poveri bimbi che hanno tutta
    quella porcheria vicino alle loro case scuole
    io comunque sono convinta che napoli ritornera ad essere
    a citta do sole vedi cara francesca io sono barese mio marito e casertano e da 30 anni parlo piu napoletano che barese e mi sento anche napoletana
    allora dico scetateve governo e aiutate la nostra bella Napoli
    baci


  16. Elvira Balderi São Paulo Brasile

    Cara Francesca, leggo il tuo rammarico sulle condizioni igieniche dei napoletani. Purtroppo credo che questo piccolo “incOnveniente” è mondiale. Anche qui in Brasile, specialmente in queste feste la spazzatura e i vari …profumi hanno dilettato i turisti della costa marittima dove milioni di persone sono andate per riposare e divertirsi e ..oltre a questo inconveniente in cui si camminava sulla spazzatura, hanno messo ben 15 ore tra Santos e São Paulo, tragitto che si fa normanlente in un`ora e mezza. Come vedi tutto il mondo…..sta INGUAIATO!!!
    Ti abbraccio, Elvira


  17. Gabriella Tami-Valencia, Venezuela

    Cara Francesca ! Ho visitato Napoli, nel 1976, per la seconda volta e, come la prima, ne sono rimasta affascinata. Avevo una “zia” adottata (era l’amica intima di mia Madre da quando siamo arrivati in Venezuela, tutti insieme, nel lontano ’39, fuggendo alle repressioni contro gli ebrei) che… guai a chi toccava la “sua” Napoli. Ne era molto fiera e cosí lo dimostrava a chiunque. Soltanto contatissime volte l’ho sentita dire qualche frase in napoletano, tanto piú che mia Madre era Toscana e quindi l’italiano veniva parlato correttamente. Io ho continuato a parlarlo con i miei figli e poi con mio nipote. Certo… tutti ci mettiamo qualche parolina spagnola quando l’italiana non viene subito fuori ! – La storia dell’immondezza a Napoli, poco mi stupisce. Siamo stati a Torino qualche anno fa ed era quasi impossibile camminare sui marciapiedi… troppi borsoni pieni che aspettavano di essere raccolti dall’ente apposito. E siccome non é soltanto in Italia… vorrei mandarti la foto del nostro “Originale Albero di Natale”. Cosa devo fare ? Te lo mando direttamente a te, per e-mail? Sto cercando di copiarlo… ma non viene fuori ! Ciao, bella !


  18. Burnett

    Cara Francesca,
    Posso essere il tuo ragazzo?

    Brooklyn,NY


  19. Angelina Testa (molisana) dal Canada

    ….come mai mancano i commenti di Ernesto e Dora? cominciavo a divertirtmi….Francesca,i rifiuti sono per Napoli un gran problema, però,tutto il mondo non sà più come disfarsene e, nessuno vuole una discarica o inceneratore dietro casa propria. Cari Napoletani non disperate,tutto tornerà ad essere pulito. Saluti saluti Angelina


  20. Roberto Oliva da Bello Horizonte-Minas Gerais-Brasile

    Cara Francesca,

    Felice sguardo nuovo

    Felicità è guardare all’indietro la tua vita e sentire orgoglio. Si non è vero è ben trovato. Vivere ogni momento, quassù o quaggiù con la volontà e determinazione di raggiungere il posto che tu desidera e merita in questo mondo, con rispetto e benevolenza. Impossibili? Non lo credo.
    È chiaro che la vita inchioda le parti, fa le sue burle. Qualche volta la gomma buca e non c’è ruota di ricambio; una fortissima pioggia ti sorprende senza ombrello; l’amore si esaurì.
    2007 fu un anno pieno di problemi e delusioni. Ma anche pieno di cose buone e realizzazioni.
    Normale!
    Qualche volta si affida troppo delle persone.
    Normale!
    Il denaro che non è arrivato, l’amico che ti ha disilluso, il nemico che truffa, la tua squadra che non ha vinto.
    Normale!
    Cambia il secolo, muta il millennio e l’essere umano continua pieno di imperfezioni. È probabili che anche noi certe volte abbiamo deluso qualcuno. Che c’è da fare?

    Sapienza, saggezza!

    Cerchiamo di trasformare una esperienza cattiva in uno esercizio di conoscenza, andare avanti con un nuovo sguardo, fiero del tuo passato e sicuro del tuo progetto. E senza nessuna paura.
    Non abbiate paura!, hai detto Giovanni Paulo II.

    2008 potrà essere una anno meraviglioso.
    Dipende di tutti noi.


  21. nadiadicarlo

    Cara Francesca.

    Grazie per il video della nostra Bella Napoli.

    Riguardo la spazzatura, speriamo che al piu’ presto si risolvi la situazione. Certo che e’ una vergogna che una citta’ cosi bella e famosa sia stata ridotta cosi’.
    Viauguro a voi tutti napoletani che Napoli ritorni al piu’ presto nel suo antico splendore. Saluti a tutti.

    Nadia Di Carlo
    Sarasota, florida


  22. maria rosa

    cara Francesca, ha ragione Giuseppe, dobbiamo lavorare per lasciare un mondo migliore e piu pukito, anche in Carilo, al mare dopo il primo d´anno c´erano tanti rifiuti!!! che restarono sulla spiaggia tre giorni!!! baci a tutti di Luján Maria Rosa Argentina


  23. Umberto Giampaolo

    Carissima Francesca.guardando quel video mi fece commuovere veramente,perche’io ho avuto molta
    esperienza a Napoli,negli anni sessanta io avevo
    mio fratello e mio zio all’universita di Napoli,
    mio zio si laureo’ ingegneria navale e mio fratello
    si laureo’ in giurisprudenza, e ricordo che una volta
    al mese io prendevo lautobus PESCARA NAPOLI andavo
    a visitare mio zio e mio fratello,con una valigia
    di PROSCIUTTO SALSICCE SALAMI Abruzzesi,e restavo
    per almeno una settimana per volta,rcordo che Napoli
    era sempre una grande festa tutti quei bei concerti
    che si tenevano a piazza plebishita,le sfilate a via
    Roma ecc.ecc.ecc.
    Ora proprio ieri io con i miei figli eravamo seduti
    a tavola qui in America a prendere un caffe con la televisione su RAI ove era in onda il telegiornale
    e per ben un quarto dora non fece federe altro che la
    (SPAZZATURA) a Napoli,i miei figli mi fecero tantissime
    domande,e per la prima volta non ho saputo rispondere
    Vogliono sapere perche’non possono togliere quella
    MUNNEZZA? da Napoli??????
    Umberto da Philadelphia.


  24. A. Margarita Morales

    Francesca mi sono piaciuti moltissimo le fotografie napolitane, sono bellisime. Pure i video, sopratutto quello di D’Alessio e la traduzione sulla pizza Margherita. Ho avuto un piacevole ricordo su una volta che sono andata al Teatro Sistina a Roma per vedere Novecento Napolitano in cui recitava Marissa Laurito. Anche se non capivo niente, mi sono divertita un sacco.

    Amparo Margarita da Ibagué-Colombia


  25. A. Margarita Morales

    Francesca, mi sono dimenticata di dirte che auguro che Napoli risolva al più presto il problema della spazzatura. Ho visto le notizie sulla tv e sui giornali colombiani.

    Amparo Margarita da Ibagué-Colombia


  26. Paolo Massetani - São Paulo (SP) - Brasil

    Cara Francesca,
    Certo che da qua, stando fuori dallo scenario politico-amministrativo italiano, non vivendolo giorno a giorno e prendendo conoscenza dei fatti soltanto attraverso le notizie che ci giungono via stampa o televisiva, è difficile e temerario esprimere un’opinione a rispetto del dramma vissuto dalla città di Napoli con l’accumulo d’immondizia in tutte le sue vie.
    Con certezza però, per me, è una questione più che altro politica. E la politica in Italia, solo tra noi italiani ci è permesso dirlo sinceramente, É UNA SCHIFEZZA! Si perchè:
    Chi entra, allega sempre che tutto quello fatto dal suo predecessore era completamente sbagliato, e così lo cambia drasticamente ricominciando tutto da capo.
    Chi esce, invece di contentarsi di fare l’opposizione, che sarebbe il suo compito, passa a fare del boicottaggio.
    È la politica di: Quanto peggiore, meglio!
    E bada bene, per me, sia la destra che il centro o la sinistra hanno sempre agito e agiscono nello stesso modo.
    Perciò, per loro, cosa vuoi che siano varie tonnellate d’immondizia e l’elevatissimo rischio di multiple epidemie?
    Sembra che la classe politica italiana non sia composta d’italiani. Forse saranno d’una razza alienigena.
    Cosiche, la popolazione (gli elettori, quelli che pagano le tasse) “che si…….!”
    Ciò mi fa rammentare d’una barzelletta di un candidato che iniziò il suo comizio così: “Cittadini di campagna, popolo ignorante e ciuco………”
    Ma non rattristiamoci che “tutto il mondo è paese”. Consoliamoci, qua in Brasile le cose non son molto diverse (l’immondizia però, fin’adesso, viene regolarmente raccolta, perlomeno nel mio rione è così).
    Un caro saluto e tutta la mia solidarietà ai napoletani di Napoli ed adiacenze, da parte d’un fiorentino,
    Paolo


  27. Alessandro

    Ciao, tu ci chiedi di dare una risposta. La risposta piu effettiva fino adesso l’ha data Giuseppe dal Norwalk, che inizino a farlo i napoletani. Ma forse piu che dare una rispsota, potremmo fare molto di piu. L’immagine di napoli in queste condizioni e il risultato, tragico e terrificante, di una realta politica d lavarsi le mani di fronte ai problemi, perche prendere posizione significa scontentare altri, e ci vanno di mezzo i voti e di una rassegnazione dei cittadini impotenti davanti a questa realta. cosa possiamo fare dici? Molto, siamo tanti, vediamo e viviamo le cose italiane senza pressioni, pregiudizzi, non abbiamo da chiedere niente, tanto solo ci danno poco piu di niente. Tu lo dovresti sapere, sei qui con noi che ti abbiamo conosciuto e apprezzato con Sportello Italia, hai cercato di aiutare una popolazione che vive fuori dal paese, tanto numerosa come quella che vive dentro, ti sei guadagnata l’affetto, la riconoscenza,la stima di tutti coloro che in qualche modo hanno avuto, visto, ascoltato mentre conducevi il programma. Quello che forse ti rimane difficile capire o non vuoi, e fai male, e che ci potresti, ti potresti, gli potresti aiutare (intendendo tutti gli italiani)se ti decidessi a rappresentarci, una cosa bella e farlo qui a prontofrancesca altro peso avrebbe se lo facessi in parlamento, senza i limiti e i freni che hanno quelli che adesso ci stanno e sono i responsabili fra le altre cose della spazzatura di Napoli e degli articoli Times etc. dei quali hai parlato nei giorni scorsi. Pensa che avere alle spalle la forza dei numeri degli taliani che vivono all’estero, quanta forza avresti. Pensaci, ho avuto la fortuna di constatare la tua integrita, con questo basta e avanza.
    Un caro saluto , e visto che vuoi che diciamo da dove, dal mondo, siamo in tutti i paesi del mondo.


  28. Francesca verde

    Cara Francesca
    sono dispiaciuta molto di quello che sta succedento a Napule io sono di Benevento quinti sono pure io nello stato napulitano spero che tutto si aggiustera al piu presto perche io il mio Napoli lo porto nel cuore non dimentichiamo le canzoni Napulitane le sfogliatelle i baba il cuore di un napulita tutto questo sono luniche cose al monto quinti dobbiamo essere sempre positivi un abbraccio Francesca


  29. lino da Phuket

    risposta al quiz
    l’arfandin e’ la sega che usavano i contadini fatta di un arco di legno messo in tiro da una corda arrotolata per tendere la lama.Detto cio,,i chiedo:ma se trasportano via nave petrolio e schifezze varie,possibile che nel mondo non ci sia un’isola deserta lontana da tutto dove depositare questi rifiuti
    ?Ieri avevo perso la patente e credevo di averla messa per sbaglio nel sacchetto della spazzatura,sono andato nel cassonetto dei rifiuti e l’olezzo mi e’ rimasto nelle nari per due giorni,una terribile sensazione.Ora vedendo Napoli mi sovviene solo una frase:povera gente.
    quiz
    ;cos’e’ la ratavoleivula
    ?sempre in piemonte…..a domani


  30. maria r guerra; norridge, illinois

    Ciao Francesca: e grazie per avermi risposta,ho capito
    scusami ma non avevo pensato cosi’.
    Ora passiamo a Napoli.Io con tutta la mia famiglia cioe’ mia madre che e’ di S.Maria Capua Vetere, mio padre che e calabrese. e mio fratello abbiamo lasciato, S.Maria Capua Vetere nel 1974, Io avevo appena compiuto 18 anni. E dopo 2 anni tornammo gia gia indietro,per la troppa nostlgia,qui’ci sentivamo come naufraghi, in un mondo lontano,ma soprattutto per la lingua e ricordavamo continuamente quante cose belle avevamo lasciato.Ma ti ricordo che questo problema non c’era neanche lontanamente,con gli anni so cosa succede in Italia perche’ mi mantengo in contatto sia con i vicini di casa che fin adesso sentono ancora la nostra mancanza e poi con dei cugini anch se non, di primo grado che sono felicissimi quando ci scambiamo le telefonate
    pero’ sono pochi anni addietro che cominciarono a lamentare la puzza della discarica vicino al paese, dunque un po’ hanno ragione quelli che non la vogliono pero’ci sono altre soluzioni,e toccherebbe alle autorita’ aprire gli occhi e darsi da fare perche’ sono loro che comandano, e non mi dire che non sanno che ci sono tecnologie molto avanzate in altri paesi, una volta fecero vedere un impianto o non so come si chiama,che bruciava e non danneggiava l’ambiente,diciamo sempre, che noi Italiani siamo i Primi in tutto forse solo per i ricchi? per gioielli firmati, per vestiti firmati, o solo per la ferrari, parlo cosi’ perche sono molto, ma molto, arrabbiata nel vedere tutti i giorni quello scempio io non mi so spiegare come i politici fanno a vivere con una situazione cosi’?sanno che esistono come ho mensionato prima allora perche’? dico perche’?non fanno niente, per non spendere soldi perche’ se li devono prendere loro! e’ cosi’non fanno niente dico cosi’perche’sono molto arrabbiata nel vedere al punto che sono adesso e’non e’la prima volta un qualche anno fa’ era la stessa storia se ti ricordi,ora io dico ci prendete perfessi!scusailtermin


  31. maria r guerra; norridge, illinois

    volevo dire scusa il termine
    ciao franesca non me ne volere
    di nuovo saluti a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!


  32. Salvatore Prattico (Syracuse NY. USA)

    MERAVIGLIOSA GENTE DI NAPOLI, NON C’E` NIENTE DI CUI VI DOVETE VERGOGNARE; VOI SIETE LE VITTIME E STATE SOFFRENDO MOLTO…QUESTO NON E` IL MOMENTO DI TROVARE I COLPEVOLI, BISOGNA TROVARE I CORAGGIOSI CHE SAPPIANO ASSUMERSI LE RESPONSABILITA`, OSSERVATELI ORA, PERCHE` NELLA DIFFICOLTA` SI SVELA LA VERA PERSONALITA` DELLA GENTE. VEDO TANTE POESIE NEI COMMENTI DEI NOSTRI AMICI, MA LA POESIA NON RISOLVE I PROBLEMI DELLA MATERIA, PERO` RISOLVE I PROBLEMI DELL’ANIMA, QUELL’ANIMA BELLA E PULITA CHE NAPOLI TROVA OGNI VOLTA CHE SUPERA UNA GRANDE TRAGEDIA. VORREI RECITARVI LA BELLISSIMA POESIA DI LEOPARDI PER NAPOLI, MA NON LA SO` PERCHE` LEOPARDI NON HA FATTO IN TEMPO A SCRIVERLA; L’HA PORTATA CON SE LA DOVE RIMARRA` IN ETERNO, NELL’ANIMA BELLA DI NAPOLI.


  33. ernesto

    CARISSIMI,
    qualcuno mi reclamava.
    Eccomi qua, qualche piccola pausa ci vuone.
    Per quanto riguarda DORA, vi assicuro che non siamo scappati insieme chissa’ dove…..per ora.
    Bacio le mani,
    Ernesto.
    P.S. per quelli che scrivono nei loro dialetto, please,
    abbiate pieta’ degli altri 200 (dei 220 fanatici di Francesca)che non li capiscono,grazie!


  34. ernesto

    Dimenticavo
    il tema principale: i rifiuti solidi urbani.
    nessuno di noi puo’ far nulla, archiviamo l’argomento.


  35. grillo parlante - brazil

    Napul’e’ …ignazio….Alfredo….ornella….tonino…alemão

    Ignazio colnaghi…ricordate la pubblicita’ Del grande pennello ….pennelli cinghiale…..era sopratutto la voce di topo gigio….avevo 12 anni …mi faceva la você di topo gigio dal tavolo vicino….eravamo in vacanza in calábria …..ricordo uma celebrazione di napoli …la vidi dipinta….era l’80’

    Alfredo nella sua livrea di posteggiatore …jolly hotel.. indico’ la strada a mio padre per entrare nel parcheggio ……dopo il chek-in scoprimmo che il posteggiatore era um ladro d’auto …ma era troppo tardi …..auto e bagagli scomparirono nel nulla …..ma mio padre ricorda che il gentile posteggiatore disse …..mi chiamo Alfredo a sua disposizione signore !!!…era il 78’

    Ornella e’ la donna della mala …cosi’ veniva definita ornella vanoni la cantante milanese piu’ napoletana di tutte…..definita la donna della mala ….quando canta alberi com enzo gragnaniello a me viene il magone …e se la volete sapere tutta lê tasse lê paga perche abbiamo lo stesso commercialista ( e purtroppo e’ genovese)….ornellla e’ l’eternita.

    Tonino …l’ho conosciuto allá pizzeria ristorante vesúvio….rapinava gioellerie il fine settimana …era esperto Del buco…..erano mesi di preparazione ….non erano assalti…entrava nel fine settimana facendo “il buço” …poi uma domenica su uma impalcatura e’ scivolato…aveva i mocassini inglesi ….si e’ spezzato la noce capocollo…..vestiva elegante….mi aveva dato degli orecchini per la mia ragazza ….per me era um ídolo….anzi lo e’ ….ma non ricordo il cognome ….e’ um ricordo offuscato eheheheh.

    Alemão..il piu’ signore dei brasiliani che há giocato nel napoli…..uma sera davanti ad um insalata di mare alcuni giornalisti…..pochi amici …e’ vero carmando mi disse di rimanere a terra …..la monetina in testa non l’ho manco sentita..ed io capisco perche’ al Milan manca uno scudetto

    47 morto che parla eheh:-)


  36. Vito Gugliotta

    Cara Francesca mi dispiace per quanto sta succedendo a Napoli,io penzo,ed anche tu lo saprai li ce dimezzo la camorra;comunque se non c’e spazio a Napoli spediteli in cina almeno li liricicolano e fanno qualcosa di buono;comunque spero che risolvono questo problema,sia per voi che per i turisti perche come tu sai lo anno publicato tutti i giornali nel mondo; in bocca al lupo e a presto.

    Ciao Ciao VIto da Norwood mass.stati uniti


  37. SYLVIO T. (Ontario) -Canada

    CIAO FRANCESCA,
    GRAZIE per il bellissimo video! Mi ha fatto veramente piacere ascoltare PINO DANIELE e il trio di GIGI D’ALESSIO in: Napule e’. Mi e’ fatto molto piacere conoscere MARIO FORTE in ‘E guaglion ‘e Napule e Piccolo Anthony in: Sti figli ‘e Napole che io non conoscevo…
    Ma mi ha divertito molto “Tom and Jerry”. GRAZIE.
    –Quanto alle tue domande,mia cara Francesca, non e’ facile rispondere, ne’ dare una soluzione.Noi viviamo all’estero e non conosciamo qual’e’ la reale situazione di quella gente che protesta e che non vuole la discarica.Certo e’ che le autorita’hanno commesso un errore a non pianificare a tempo i Termoconvertitori.
    Qui’ in Canada un problema simile non si verificherebbe mai, perche il paese e’ grande e non si creerebbe il problema italiano di fare delle discariche vicine a centri abitati.QUELLO CHE POSSO DIRE E’ CHE OGNUNO DEVE FARE LA SUA PARTE,SE NO’ NON SI VA DA NESSUNA PARTE!!!”
    Tanti bacioni, Silvio.


  38. Juliana dal Canada

    Cara Francesca, e’ proprio quello che vedo nel giornale radio,che viene da l’Italia, le disastrose strade piene di mundizzia, mi fammale vedere Napoli e Caserta in quelle condizione, Napoli gia’ da molto tempo che si vede questo. Sporo che prendano provedimenti subito. quello che mi dispiace sono i bambini che possono prendere le malattie. puo anche scoppiare un colera, come c’e’ stato nel 73 ricordo siamo stati a Napoli da mia sorella e volevo mangiare le vongole con spaghetti, ma non siamo trovato nessun negozio con pesce, poi siamo partiti per Milano, a visitare mio fratello e li’ cianno detto che a Napoli cera il colera… Cara Francesca ho visto il video di Napoli si la mia cita’ ho visuto con mia sorella per sei mesi viveva a piazza Sant’ Erasmo, alungo il mare la strada che porta a Salerno, come ero condenta di andare in Cita’ mianno fatto visitare a molti bei posti di Napoli,sono stata alla grotta azurra, alungo il mare di margellina cera un ristorante lussisimo son edrata a prenderci un gelato comminando ho visto che stavo cammonando sul vedro e vedevo l’acqua giu’ ma che era bello, si’ miai proprio fatto venire la nostalgia di partire per Napoli….ma mi devo accondentare di vederla sul video. Ciao e auguro che faranno qualcosa per la bella Napoli e Caserta, mela saluti caramente un saluto a tutti i Napoletani e a tutti gli Italiani nel mondo J.D


  39. Juliana dal Canada

    E naturalmente anche a te cara Francesca,un abraccio a tutti Juliana


  40. Antonella Casale

    Sono daccordo con Alessandro (cittadino del mondo)..cara Francesca secondo me devi candidarti all’elezioni politiche come rappresentante dei cittadini italiani all’estero. Visto che gia’ viaggi molto non dovrebbe esserti difficile acquisire qualche residenza all’estero.
    Io sono campana, della costiera amalfitana..cosa dire di Napoli…il problema e’ purtroppo politico e la nostra mentalita’ non ci aiuta di certo. E’ per questo che preferisco lavorare all’estero e andare in vacanza in costiera.
    Saluti.
    Antonella da Boston (USA)

    PS. Grazie Giuseppe per la barzelletta..sicuramente la riciclo (mi ha fatto troppo ridere)!!


  41. Laura

    Carissima Francesca,
    Grazie per le bellissime immagini di Napoli, una citta’ unica nel mondo per le sue bellezze, la spontaneita’ e l’allegria dei napoletani! Purtroppo il nostro Governo lascia molto a desiderare…..C’e’ bisogno di aria fresca sia a Napoli che’ alla Farnesina!!!

    Questa e’ la prima volta che scrivo,Invio i miei piu’ sentiti auguri per un Felice Anno “2008” a te e a tutti gli Italiani nel mondo!

    Laura
    Colorado Springs, Colorado
    U.S.A.


  42. Chiara, USA

    Bellissimo il video e bellissima la canzone! Io non sono di Napoli , ma ho SEMPRE avuto un grande amore per quella bella citta’, per la sua lingua-dialetto, per le sue canzoni. Non a caso, la mia migliore amica e’ di Napoli…

    In effetti, mi e’ dispiaciuto vedere Napoli soffocata dalla spazzatura. Ho letto diverse notizie e visto alcuni programmi ( sulla famigerata Rai International) sull’argomento. Ho l’idea che il problema sia molto complesso perche’ complicato da ” certa” politica e dalla presenza della criminalita’ organizzata ( camorra) che vuole gestire il problema spazzatura.Difficile trovare una soluzione. Spero, pero’, che presto la si trovi, con un po’ di buona volonta’ e con piu’ fermezza contro il crimine.

    Saluti a tutti ed in particolare a Francesca.


  43. federico

    CARA FRANCESCA,
    AGLI ITALIANI PIACE, PIANGERE SEMPRE,OGNI DISGRAZIA E’CAUSA DI TRAPPACAPELLI GENERALE…….TUTTO PER DARE
    MATERIALE AI MEDIA,E METTERE NEL CASSETTO ALTRI GRANDI
    PROBLEMI.
    I PROBLEMI DI SPAZZATURA ESISTONO OVUNQUE CHI PIU’CHI MENO.IL VERO PROBLEMA E’CHE SIAMO IN TROPPI.
    VEDRETE CHE IN UN FUTURO NON LONTANO……..
    LA FAME E L’ ÁCQUA SARANNO IL VERO PROBLEMA E AVREMO
    MOLTO MENO SPAZZATURA….
    PER ORA MI UNO AI FANATICI LOCALISTI…..
    E DICO :
    VIVA NAPOLI !
    CI VORREBBE PROPIO UN ALTRO MARADONA……….

    FEDERICO
    SAN DIEGO CALIFORNIA


  44. Carla bellotti

    Cosa debbo pensare Francesca?Tutto il male possibibile!!!E’ veramente triste che non si riesca a trovare una soluzione civile ed accettabile per tutti.Pare che interessi particolari,con connivenze criminali e politiche,prevalgano inpunemente sulle esigenze di tutti i cittadini.
    E intanto NAPOLI,citta’ europea,importante per storia cultura e tradizione se ne muore lentamente…..nella”munnezza”che vergogna!!!!!!Mi spiace tanto ma questo e’ il mio pensiero.
    Grazie per il video,ricordare Napoli e le sue canzoni cosi’ belle ti fa proprio dire:che peccato!un abbraccio atutti gli amici anche a quelli che scrivono poesie che mi piacciono tanto ma alcune purtroppo non le capisco.I napoletani sono troppo simpatici,li adoro.


  45. Carla bellotti

    Chiedo scusa non mi sono firmata :carla bellotti Bali Indonesia
    aggiungo ,com’e’ bella la barzelletta di S.Gennaro e il biglietto della lotteria…..


  46. Giovanni Gerbaldo da Manaus Brasile

    grazie Francesca per il Video! Napoli é sempre bella!E diffonde nel mondo un fascino incredibile !Il fatto della sporcizia peró é vecchio quanto la cittá !
    Senza altri commenti !
    Saluti
    giovanni


  47. Giorgio Turri

    Giorgio Turri, Middletown, CT USA
    Cara Francesca,
    Era il settembre del 1977 e mi trovavo all’aeroporto della Malpensa per trasferirmi negli Stati Uniti con la mia famiglia. L’aereo, che doveva arrivare da Roma era in ritardo. L’ufficiale al quale mi ero rivolto per chiedere ulteriori informazioni mi chiese, “Ma, mi scusi lei che fretta ha di espatriare?” La mia risposta fu, “Non vedo l’ora di andarmene, non dall’Italia, ma dalla burocrazia italiana”.
    Una grossa spina nel fianco degli Italiani sono la burocrazia italiana e la politica (o non-politica) con cui va a braccetto, specialmente se intrisa di quella melassa che a Napoli va sotto il nome di Camorra e che tutto rallenta mettendo Napoli e l’Italia in ginocchio. I militari li dovrebbero mandare a Napoli, ma accompagnati da un gruppo investigativo con poteri esecutivi (“A mali estremi, estremi rimedi!”) contro coloro che da quarant’anni tengono a scacco la città, non contro i cittadini inermi che stanno morendo di cancro per riempire le fauci cavernose di pochi schiacalli.
    Se non fosse una cosa patetica, sarebbe divertente osservare a Porta a Porta come gli azzeccagarbugli della nostra società si spallottano le responsabilità senza offrire e, soprattutto, senza implementare soluzioni valide.Vado a prendermi una camomilla, la pressione mi sta salendo!
    Giorgio


  48. joe

    A tutti gli italiani dal mondo ,sinceri auguri e felicitazioni,e nspecialmente a Francesca che e’ una dolce napoletana anche se io sono un siciliano che vive in Australia,un bacione a Francesca,ciaooo?


  49. JOE, USA

    Ernesto,

    cosa chiedi che Francesca metta “i rifiuti solidi urbani” in una scatola e infilarla sotto il letto.
    Ma pensi a cosa suggerisci, tutta quella roba sotto o liettu, che puzza!!! Abbiate pieta`, da pochi giorni ha finito d’aggiusta` il bagno, mo gli vo faffa` disinfetta` puru u liettu.


  50. Carla bellotti

    ciao Lino la parola in piemontese e’ per caso :PIPISTRELLO?Noooooo
    sono Lombarda ma ho voluto tentare.un salutone da bali


  51. salvatore

    Ciao Fran!!! Prima volta che scrivo, forse perche mi tocca Napule perche sono Napulitano.
    Vorrei usare un nick name posso? se si piò sarebbe TOTO
    fammi sapere.
    L’articolo è didattico, speriamo bene e che la gente possa cooperare invece di concorrere
    un abbraccio
    aspetto tua risposta


  52. Mena (San Francisco)

    Cara Francesca,sono addolorata, sono diversi mesi ormai che si parla della difficile situazione creatasi a Napoli,tutti si additano tutti si scolpano, anche se noi tutti sappiamo chi sono i veri colpevoli.Ma adesso cosa fare?come affrontare questo malore?Ricordo non molto tempo fa, quando si fece la famosa riunione dei grandi del mondo a Napoli, la citta’ fu rimessa a nuovo, strade pulite, monumenti ripuliti, fu trasmessa l’immagine del presidente Clinton che correva lungo il nostro litorale. Cosa e’ successo da allora? perche’ non si e’ continuato?La munnezza dove era? nascosta sotto il letto? Il sindaco di allora era Bassolino. cosa gli e’ successo?La nuova carica gli ha dato alla testa, ha dimenticato di essere campano?Quando la mattina si guarda allo specchio, cosa vede?riesce a guardarsi negli occhi?
    Napoli, la nostra grande citta’ rimarra’ sempre una delle piu’ belle citta’ del mondo,adesso sono i napoletani che devono mostrare al mondo quanto amino la loro citta’,non con queste proteste selvaggie ma con squadre di pulizia e non parlo solo di immondizia.
    Lo so e’ facile dare delle opinioni dal di fuori, bisogna viverle certe situazioni, incominciamo un po alla volta, sosteniamoci l’uno con l’altro.Cerchiamo quel mordente che ci dara’ il coraggio ancora una volta di affrontare le tante difficolta’ che Napoli ed i suoi abitanti ha in passato affrontato e vinto>


  53. romuald ydè-cameroun

    Cara francesca mi dispiace che sei in questa città perché
    ho visto gli immagine sul rai mi ha fatto un po’ male abbi cura di te ciao


  54. Giovanna Li Volti Guzzardi

    Grazie di questo bel sito carissima Francesca,
    sei grande e ti auguro un Felicissimo 2008 colmo di ogni bene e grandiosi successi.
    Un forte abbraccio dalla tua amica dall’Australia
    Giovanna


  55. SABINO SCIOTTI

    Carissima Francesca,

    le tue “lettere sono una più bella dell’altra, anche quando racconti delle tue disavventure idriche (sono felice che tu le abbia ormai risolte!), ma trovo che la più bella è quando ti ritrovo “aggressiva” (credo che ciò faccia parte del tuo DNA) quando gridi: “Non toccate la mia Italia!”. Hai pienamente ragione. I panni sporchi possiamo lavarceli in casa, ma all’estero l’immagine della nostra bella Italia, così ben rappresentata dagli oltre 60 milioni tra italiani ed oriundi italiani, non può essere minimamente offuscata; per la nostra storia, la nostra cultura e la genialità che ci contraddistingue, non possiamo accettare di essere giudicati da chi non era ancora nato quando noi già eravamo.
    L’attaccamento all’Italia ed il vero spirito di
    italianità lo ritrovi solo all’estero tra i nostri
    connazionali. Vedi, cara Francesca, ho trascorso trenta dei miei quarant’anni di servizio all’estero a ciò destinato dal Ministero degli Affari Esteri, e potrei raccontarti – forse un giorno lo farò, – non senza emozioni, migliaia di episodi in cui ho potuto constatare tutto ciò, anche se tu pure, con la conduzione di “Sportello Italia”, hai certamente provato identiche sensazioni. (a seguire)


  56. Sabino da Roma

    Proprio così, cara Francesca.
    Mi sentivo onorato poter servire le nostre comunità, incontrate in tutto il mondo nei Paesi di grossa emigrazione, e di condividere con loro sentimenti di attaccamento all’Italia come qui è difficile riscontrare. Ho potuto abbracciare tante care persone di cui serbo gelosamente il ricordo, stringere migliaia e migliaia di mani nodose, rese rude dai calli, di chi, non senza emozione, si riteneva appagato di poter stringere la mano al
    rappresentante dell’Italia. Tutte le cerimonie, le
    riunioni delle nostre numerose associazioni, gli incontri ufficiali iniziavano sempre con l’inno di Mameli ed ho visto persone orgogliosamente impettite e con occhi gonfi di lacrime cantare il nostro inno, anche se qualche volta con parole biascicate, o vere lacrime quando una medaglia, un diploma o un attestato di riconoscimento era capace di far dimenticare tutte le difficoltà, i bocconi amari e le umiliazioni subite in tanti anni di duro lavoro all’estero. Questi sono i nostri italiani all’estero: gente orgogliosa della propria origine, persone oneste, apprezzate lavoratrici, capaci di mantenere vivi i legami con la Patria e la testimonianza e le tradizioni della terra
    d’origine.
    Scusami, cara Francesca, se ho abusato del tuo tempo o se posso averti annoiato. Come vedi, anch’io su certi argomenti, mi lascio prendere.
    Circa le finalità da dare al tuo felicissimo blog ed al movimento di opinione che tale iniziativa sta creando in tutto il mondo, ho una mia piccolissima idea che conto di esternarti prossimamente.
    Un caro abbraccio.
    Sabino da Roma
    >


  57. ilena

    Napule è mille culure
    Napule è mille paure Napule
    è a voce de’ criature
    che saglie chianu chianu e
    tu sai ca nun si sulo.
    Napule è nu sole amaro
    Napule è addore ‘e mare
    Napule è ‘na carta sporca
    e nisciuno se ne importa e
    ognuno aspetta a’ ciorta.
    Napule è ‘na cammenata
    inte viche miezo all’ato
    Napule è tutto ‘nu suonno
    e ‘a sape tutti o’ munno ma
    nun sanno a verità.
    Napule è mille culure
    (Napule è mille paure)
    Napule è ‘nu sole amaro
    (Napule è addore e’ mare)
    Napule è ‘na carta sporca
    (e nisciuno se ne importa)
    Napule è ‘na camminata
    (inte viche miezo all’ato)
    Napule è tutto nu suonno
    (e a’ sape tutti o’ munno)

    Ciao Francesca,bellissimo video…..,questa canzone di Pino Daniele mi riporta a tanti anni fa…1981…un grande concerto in Piazza Plebiscito gremita di migliaia di persone a vedere Pino Daniele, Tullio De Piscopo, Tony Esposito.
    ….non so qual’è la formula magica per liberare da tanta “munnezza” la mia amata Napoli…..
    comunque unisco il mio commento a quello del signore Enrico da Sydney-AU.
    Venezuela


  58. Renato Gagliardi

    Francesca e tutti,

    Prima di tutto chiedo scuse dal mio povero italiano. Oggi tu hai parlato sul Napoli e Napoli mi tocca al cuore!

    Io sono discendenti di calabresi ma mi ritengo come un napoletano di anima. Napoli è unica, Napoli ( ed intorni) è bellissima e non merita mai essere trattata così. Questa città ha datto tante cose di buono al mondo, la pizza, la musica, Totò ecc. Spero che questa situazione finisca il più presto possibie. Evviva Napoli!


  59. silvia bedrossian (sydney) (australia)

    Cara Francesca
    con il cuore infranto sto seguendo momento per momento su RAI International le tristi vicende di questa bellissima citta’ di Napoli ridotta ad essere umiliata davanti a tutto il mondo … Il mio pensiero va verso la popolazione di Napoli, la gente comune che deve vivere una simile siutazione. Ma non bisogna disperarsi, arrendersi ed alzare bandiera bianca… Napoli PUO’ e DEVE risalire la china… Gli errori di alcuni Amministratori corrotti non possono cadere sulla popolazione. Ci sono problemi sanitari seri da considerare, ci sono problemi di economia da considerare… Quale turista con una certa logica vorrebbe visitare una delle citta’ piu’ belle d’Europa con una condizione di vita di questo genere? Ma neanche nel terzo mondo, credetemi, si vive in tale condizioni. Ve lo dico con condizione di causa perche’ io sono nata in Egitto ed ho vissuto quattordici anni in Libia e queste cose non si sono mai verificate.
    Cio’ che mi dispiace in tutta questa storia che alcune persone del tutto innocenti rimarranno vittime delle violenze. E’ una situazione drammatica, ammesso, ma le cose DEVONO per forza cambiare. Non c’e’ altra soluzione che mettere il problema in mano di persone competenti e responsabili ed uscirne da questo problema emergenza che a questo punto e’ diventato un paradosso.
    BISOGNA aprire altre discariche e come tutto il resto d’Italia (e del mondo) avere i Termovalorizzatori e le raccolte differenziate.
    Mi auguro che il buon senso prevalga …. MA AL PIU’ PRESTO!


  60. Giovanni da Manaus Brasile

    Cara Fraancesca,
    ho appena terminato di ascoltare e vedere Italia News !
    Che vergogna, Napoli !!!!Vergogna per tutti noi!Sembrava una guerra del mondo arabo o dell ‘Africa centrale,che siamo abituati tutti i giorni a vedere.Il reporter diceva :”Napoli una delle piú belle e piú antiche cittá dell’Europa !Ma per continuare ad essere tale dovrebbe avere un sussulto di orgolho e di responsabilitá “(io aggiungo :di vergogna).
    Nei giornali di tutto il mondo corre la voce e la figura di Napoli , preceduto da : Notizie dall’Italia.
    Non é una bella Propaganda.Colpa ? Non il popolo,ma la camorra,la politica e gli appalti .Chi ha man forte per vincerli? A Napoli non vogliono gli incineratori, non vogliono la discarica e non vogliono le immondizie e nemmeno gli impianti per reciclaggi o termovalorizzatori. Che cosa vogliono allora ?Giá il Bernari all’inizio del novecento si lamentava dei rifiuti di Napoli nei suoi romanzi.Dumas ,lo scrittore francese,parlando dei Borboni dice che furono trascinati nelle immondizie,siamo nell’800.Dopo che Annibale si stanzió in Capua non sono mai mancate le immondizie a Napoli,3o secolo prima di Cristo.
    Vincenzo de Luca,sindaco di Salerno (dove c’é pulizzia)dice che é l ‘ora di girare página.ma DICE ANCHE CHE SON 3 ANNI CHE CHIEDE AUTORIZZAZIONE PER APRIRE TERMOVALORIZZATORI E FINO ADESSO NON L ‘HA RICEVUTA.
    A questo punto cosa possiamo pensare ?
    Cara Francesca,non volevo piú scrivere su questo problema,e anche se Napule é …non solo spazzatura, purtroppo oggi questa é l ‘unica cosa che appare !


  61. Dora Malagrino

    Innanzi tutto,voglio dirti cara Francesca che la tua
    Napoli è bellissima,peccato tutto ciò che sta accadendo
    A Pericle grazie di tante cose belle che ha inviato.
    A Angelina,come dice Ernesto non siamo scappati insieme
    (MAI LO FAREI!!!!!)soltanto che ho avuto un problema e
    ho pensato che non poteva scrivire mai,spero che ora
    possa farlo(sto sperando una risposta).In quanto ri-
    guarda ai dialetti,credo che non devono morire mai,cre-
    do che sono le radici di ogni popolo,io per esempio amo
    i dialetti napolitano e romanesco,mi sembrano bellissimi.Cara Francesca magari possa soluzionarsi il
    problema della tua cara città,pregherò percé questo
    succeda.A presto un bacione Dora Mar del Plata


  62. LILLA

    CARA FRANCESCA TI HO APPENA RISCOPERTA SU QUESTO TUO SITIO TRAMITE LA NOSTRA CARA NONNA LEA. MI PARE TANTO INTERESSANTE TUTTO QUELLO CHE CI OFFRI A NOI ITALIANI LONTANI. TI ECRIVO DA BUENOS AIRES DOVE VIVO ADESSO IN UN PICCOLO PAESE CHE SI CHIAMA TORTUGUITAS, DISTANTE 50 KILOMETRI DALLA CITTÁ CAPITALE. HO VISTO ANCHE UNA PROPOSTA TOSCANI NEL MONDO! DECISAMENTE TI SEGUIRÓ DA QUI IN AVANTI! QUÁ SIAMO NELLA TORRIDA ESTATE, OGGI 39° GRADI! PER CIÓ ME NE STO ASSAI TEMPO IN PISCINA E LA SETTIMANA PRÓSSIMA SI PARTE AL MARE!
    IL TEMA RIFIUTI, QUANTA PORCARÍA! NON SOLO PER ESSI MA PER TUTTI I POTERI CHE CI SONO INTORNO A QUI LA SOFFERENZA DELLA GENTE IMPORTA PROPIO UN NULLA! TI MANDO UN SALUTO AFFETTUOSO. FORZA E AVANTI! LE PAROLE VALGONO DA PERLE! LILLA


  63. Napoli....

    Napoli,terra di sole,musica e pizza…..ed e’ cosi’ che io voglio ricordarmela. Ci manco da Napoli da ben sette anni e nonostante cio’ con Rai International mi tengo abbastanza informata su tutto cio che ora sta accadendo alla mia cara citta’.
    Io ringrazio tutti coloro che in questa chat tengono alto lo spirito di noi napoletani a non abbandonare le speranze e di lottare per una Napoli piu’ pulita e sana.Credetemi, se vi confesso che da buona napoletana mi fa profondamente male vedere come stanno abusando della mia citta’ e di propagandare Napoli come solo citta’ della munezza. Qualcuno dichiara che Napoli e’ una vergogna,………mi fa rabbia e mi apporta tanto dolore poiche’ quando si parla del Meridione,in particolare di Napoli,i medias raccontano solamente fatti brutti e mai si soffermano su cosa Napoli ha da offrire e cosa ha offerto in passato.Ricordatevi che a Napoli sono nate le piu’ belle musiche,si sono ispirati i piu’ alti poeti,scultori,quindi non la critichiamo perche ora sta attraversando un periodo brutto. I cittadini napoletani pultroppo si trovano con le mani legate,noi che viviamo all’estero forse non ci rendiamo conto il disagio e la disperazione in cui loro vivono,io non credo assolutamente che volgiano vivere in quello stato.Pultroppo ci sono problemi di fondo e da incolpare sono le autorita’ che non fanno mai nulla apparte mettersi i soldi in tasca.
    Con le lacrime agli occhi ho visto il video,cara Francesca e cosi’ io voglio ricordarmela la mia bella Napoli.
    Baci Romina
    Chesapeake,Virginia,U.S.A


  64. Ezio - Manuel Antonio - Costa Rica

    Anch’io ho appena finito di vedere una parte di Italia News ma non ce l’ho fatta a reggere fino alla fine, non ce l’ho fatta a sopportare l’ ipocrisia e la malafede del giornalista barbuto di cui ora, ma sono talmente incavolato, mi sfugge il nome. Prima di buttarsi nella politica attiva era sufficientemente critico ed obiettivo nei dibattiti ma oggi ha mostrato il vero volto della attuale politica rossa. Vuota, demagogica, e soprattutto inconcludente. Pero’ chi ne fa spese sono Napoli materialmente e l’Italia moralmente. Va beh, per calmarmi avrei voluto andare in spiaggia a far correre il cane ma purtroppo “PIOVEEEE, Governo ladro!!!!” Rispondo, correggendolo, a Lino da Puket
    La “ratavuloira” non “ratavoleivula” e’ il pipistrello,
    “murcielago” come si dice qui, in latino america.


  65. anna -Sao Paulo/Brasile

    Prima di tutto, ringrazio Maurizio per l’informazione circa il sito Campania. Io, sul serio, ho fissato l’oculista per giovedì, qualcosa non và. Speriamo sia questo, perchè temo invece sia questione di cervello, stà li, sotto gli occhi…Ho preso l’indirizzo solo non c’è il telefono ma, o mando una lettera, o chiedo aiuto alla stazione telefonica. Grazie Maurizio.
    Francesca hai visto, stà li la nostra Campania…
    Che peccato doverla citare in queste infelici circostanze, seguo tutto alla RAI e veramente è una calamità. Quando ci sono stata, alcune volte, era così bella…pulitissima veramente mai, ma senò che Napoli sarebbe? Francesca, bellissimo il video che hai messo nel sito, hai mai notato che le musiche napoletane non sono mai del tipo gridato? È umanamente impossibile fare musiche chiassose con una così dolce lingua…
    Io conosco un poco il napoletano perchè come ho già detto sono veenuta qui con 8 anni, ma lo sentivo dai miei genitori, e mi succede una cosa per me stranissima. Mio marito, che sfortunatamente è andato via in un incidente automobilistico,ed era brasiliano ma capiva perfettamente l’italiano, non ci poteva passare. È il seguente: io normalmente parlo italiano, cioè, portoghese, ma italiano con amici e familiari. Bene, se per caso ho mal di testa, sono stanca,qualunque situazione anormale, allora solo mi vengono parole napoletane, solo parlo in napoletano(quel poco che sò), non sò, la trovo una lingua riposante.
    Mò frà la Campania sfuggita e il napoletano in crisi credo che mi consiglierete senz’altro un psichiatra.
    Non vi preoccupate, ci stò pensando seriamente anche io, se non corro poi non me ne accorgo neanche più, allora è peggio.
    Un abbraccione
    anna
    Spero che il prossimo articolo su Napoli sia più allegro, se lo merita.


  66. Lorenzo Bergamasco

    FRANCESCA,RECENTEMENTE LEGGI SU UN GIORNALE CHE IL PARLAMANTO ITALIANO SI FECE UN AUMENTO SUL LORO STIPENDIO PARI A EUR.1.135.00 AL MESE.MIDOMANDO COME QUE POLTRONI CHE SONO SEMPRE LI STESSI AL GOVERNO OZANO
    FARE QUESTO? .QUANDO IL MAGGIORE DEGLI ITALIANI NON PIGLIANO MANCO QUESTO AL MESE.IO NON HO MAI VOTATO,MAI HO AVUTO FIDUCIA E STANCO DI VEDERE SEMPRE LE STESSE FACE.NON VI SONO IN ITALIA GENTE ONESTA?HO SANGUE ITALIANO, MA MI BOLLE SENTIRE LA DISPARITA’ LA DISONESTA’E PRETESA DEI COSI DETTI POTENTI,INGORDI…VORREI NON PARLARE CON QUESTO TONO NON E’MIA ABBITUDINE MA MI DUOLE POICHE SENTO CHE MOLTI MIEI CONAZIONALI HANNO DIFFICOLTA A FINE MESE.IO HO EMMIGRATO NEGLI SUA.FU DURA MA LA SORTE MI FAVORI,COME PURE A MOLTI ITALIANI.TERMINO CON UN CALLOROSO SALUTO A TUTTI I MIEI CONZIONALI.LORENZO BERGAMASCO


  67. Maurizio

    anna -Sao Paulo/Brasile
    8 Gennaio 2008 alle 15:21

    Figurati,anzi,volevo dirti che non serve l’oculista il fatto è che il link dei Campani nel mondo,Francesca lo aveva pubblicato giusto lo stesso giorno,poco dopo il tuo post,quindi è stato un problema di tempi,non di vista,te ci vedi benissimo e io non ho nessun merito!

    Vorrei anche chiedere a tutti gli utenti del blog di rimanere in topic (argomento) il fatto è che trovare un “coment” publicato in risposta a un post anteriore,diventa un impresa impossibile data la mole di commenti da visionare!Ad esempio cercavo il coment di un/a sig/a che chiedeva lumi sui tempi e le modalita migliori dei commenti..ho spulciato tutto il blog e non l’ho mica trovato!!Almeno fino quando gli argomenti non verranno ordinati per categorie,secondo me sarebbe la suluzione migliore per rendere le eventuali ricerche di “coment” piu facile e veloce!Riconosco che il fatto che manchi una lista di argomenti suddivisi per categorie rende difficile la scelta migliore sui tempi e modalita di publicazione dei propri coment,pero uno sforzo collettivo forse renderebbe la gestione piu semplice..
    Mi spiego,sull’argomento dei rifiuti in campania di cose da dire ce ne sarebbero tante,ma Romina,Virginia,U.S.A. 8 Gennaio 2008 alle 16:04 ci parla di rai inernational e delle sue opinioni a riguardo,seppure interessanti sono fuori topic!
    Il mio è solo un suggerimento,che deriva da un esperienza personale nel cercare un post in particolare, spero di non urtare la sensibilita di nessuno,e che come tale vada considerato,un suggerimento e niente piu!
    Ciao
    Maurizio
    Mexico City


  68. renato

    Cara Francesca, troppa retorica si fa sui mali della nostra Bella Italia; ma….facciamoci un’esame di coscienza senza campanilismi. Io sono nato a Villa Literno, provicia di Caserta. Vissi i primi 10 anni a Venezia e poi a Bologna dove mi sono formato ed ho studiato. Amo le tre città Napoli, Venezia e Bologna perchè sono Campano innanzi tutto, poi dove crebbi e dove passai la guerra prendendomi tutti i bombardamenti di Bologna.Ricordo l’Italia semplice , quando tu non eri ancora nata e la trasformazione, il “Miracolo italiano ” che ancora lo stiamo aspettando e tutti noi dobbiamo farci un mea culpa, perchè noi siamo l’Italia con i suoi pregi e i suoi vizi. La Politica, questa bestia che intacca la morale delle persone, la cupidigia, l’arrivismo e la mancanza di moralità fanno sì che il Paese stà come stà. Siamo noi che dobbiamo cambiare prima di tutto e non fregandocene e dando la colpa agli altri. Siamo menefreghisti ci duole ma non facciamo nulla per migliorare. La spazzatura dev essere smaltita nelle stesse regioni che la producono, non siamo secondi a nessuno ma la Germania stà facendo un negozione con la spazzatura che noi le mandiamo e lei, la Germania, ricicla, produce elettricità e la rivende. Ossia che noi siamo un fantastico negozio per la Germania. Ricordati che noi siamo latini con i loro pregi e molti difetti che non vogliamo correggere. Ha ragione Beppe Grillo, che nella sua comicità dice delle grandi verità. Uniamoci contro la SPAZZATURA (politici, arrivisti) che CI AFFOGANO nella LORO SPAZZATURA!


  69. Joe Aliperta

    Cara Francesca,ho letto con molto interesse le lettere dei miei compatrioti all’estero e vedo il loro dissappunto e suggerimenti su cosa si puo’ fare per salvare la Campania da quest’altra emergenza.Io vivo da 36 anni in America ,ma ritorno in Italia tutti gli anni, guardo tutti i programmi socio Politici come Porta A Porta, Ballaro e Anno Zero che dovrebbero servire ad informare gli Italiani del marcio della Politica e di cambiare rotta. Serve un gran colpo di spugna piu’ giovani e donne in politica, meno partiti,
    applicazione delle leggi e pene sicure.Magistrati come DE Magistris ed altri dovrebbero essere d’esempio per i giovani, politici come Di Pietro ed altri possono essere votati e sostenuti.La Politica e bella se si fa a favore di tutti i cittadini e non per propio tornaconto.Il ministro Pecoraro ha una gran colpa di tutto quello che sta succedendo in Campania e con lui anche Bassolino e Iervolino si coprano a viccenda o fanno lo scarico a barile.Dall’altra parte Politica non ci sono rose e fiori, quindi sono i Campani che devono interessarsi attivamente dei loro problemi tutti i giorni e non solo quando vi e’ L’emergenza.Anche loro hanno la colpa di non voler cambiare o non hanno il coraggio. Ciao


  70. Giuseppe, Norwalk, USA

    Napoli e` divendata la capolista, ma questo e` un problema mondiale. Negli Stati avevamo grandi problemi con discarichi di chimici illegali, poi il governo ha intervenuto ed ha incominciato a fare gigantestiche multe alle compagnie chimiche, ed il problema oggi e` al 90% risolto.
    Dopo miliardi e miliardi di dollari le compagnie hanno pagato per pulire tutti i terreni inquinati. Napoli problema non e` solo la spazzatura abbandonata per le strade, ma sono i vecchi scarichi trasformati in bombe chimiche.
    Ed avevano paura della centrala atomica nella Baia Domizia.
    Siamo abili di mandare astronavi a Marte ma non possiamo trovare un sistema di neutralizzare i nostri rifiuti. Domandiamolo a Beppe Grillo, lui ha soluzioni per tutti e tutto!!!


  71. Rodolfo Cesarini

    “Napule,É…non solo spazzatura”.Brava, bravissima, non é solo spazzatura é il titolo perfetto, a me mi viene propio a misura al mio carattere ottimista e un appassionato ai proverbi della filosofia cina, la spazzatura é solo spazzatura non é parte della storia di Napoli. Io sono romano, sudo sangue romana ma sempre sono stato innammorato di Napoli, ogni volta que ascolto la sua musica tornano alla mia memoria scene della mia gioventú, havevo 14 anni e mi colavo nel teatro Brancaccio a vedere Macario a volte Totó,
    e cuante volte non potevamo contenere le lagrime ascoltando canzoni napoletane, nel 1944 l’Italia hera divisa in due e Roma occupata dai tedesqui.
    Dopo hever letto “Napule É” e goduto il video con musica, non ho dubbi solo mi sento felice scrivendo e espressando i miei sentimenti verso la cittá piú bella del mondo.
    Ti confesso que nel crepuscolo della mia vita, il cantante que ci appassiona e me e mia moglie que é argentina é Giggi D’Alessio.
    Ciao Francesca, saluti a tutti da Rodolfo Cersarini,
    Buenos Aires Argentina.


  72. Francesco da toronto

    Francesca,mi dispiace veramente di cio` che sta succedento ha Napoli.
    Io ho fatto il militare ha Nocera Inferiore, ed con gli amici, andavamo spesso ha Napoli.
    ma allora era tutto diverso, sono stato anche ricoverato, ha l`ospedale militare per una settimana.
    Io mi auguro, che qualcuno farebbe qualcosa, per far
    diventare la citta di Napoli, pulita ed ancora piu` bella, dimenticavo dirti che ho fatto, anche due parate militare del due giugno, da toronto saluti francrsco.
    ,


  73. ernesto

    FRANCESCA,
    un po’ piu’ su’ c’e’ la lettera di Romina,Chesapeake,Virginia(USA)e qualche giorno fa’ scriveva una ragazza sempre dalla Virginia, potresti metterle in contatto,sarebbe bello se si potesse creare un cirolo italiano li’.la ragazza e’ studentessa ed in questo ‘salotto” abbiamo bisogno di giovani. le hai risposto?
    Ernesto.


  74. LUCIANA CIANFARANI

    Giuseppe da Norwalk, sei fantastico, fantasioso e hai preso il mirino quasi al centro. Io penso che con l’immondizia dovrebbero pulire anche il parlamento, il senato, la giustizia etc. etc. Avete visto PORTA A PORTA ieri, non fanno altro che incolpare l’uno o l’altro e i problemi rimangono e si triplicano. Bravo, 10 e lode.


  75. ignazio giunta

    Cara Francesca,

    Anch`io non credo, che Napoli sia solamemente spazzatura
    ma si credo, che sia un problema endemico a livello mondiale, e che ogni Paese non abbi la volontà politica
    di risolverlo. Quì da noi, succede la stessa cosa, che da anni già, no si trava nessuna solucione apparente. In che forma o maniera uno possa contribuire, per la completa e definitiva solucione de rifiuti, ditemi voi, io non lo so. Si potrà fare una campagna, via internet, possiamo unirci all`emergenza de rifiuti e far si che ci ascoltano, usiamo la unione per far pressione ai Sindaci delle nostre rispettive comunità, è soltanto una idea. È tutto per oggi, ciao amici a tutti, e un forte abbraccio a te Francesca.
    Ignazio Giunta-Porlamar-Venezuela


  76. raffaele -Ariano I. avellino

    Ciao francesca, Vivendo in italia non seguo da tempo il tuo ex programma ,Sportello Italia.Sto cercando di seguire il tuo progetto,che mi sembra molto ambizioso,ma conoscendo il tuo carattere e la tua forza non mi stupirei se da questo tuo progetto non nasca la fatidica rosa nel deserto.Intanto ti faccio i miei migliori auguri.
    Non ho ancora afferrato il senso e in quale direzione andrà, ma mi piace l’idea di un Italia virtuale fatta da italiani doc nel cuore e non da venditori di fumo.
    Il problema spazzatura lo vivo direttamente essendo stato , quello di Ariano I. un sito di stoccaggio dell’immondizia per ben 11 anni.

    Napoli é una città stupenda che per i suoi trascorsi non merita tanta vergogna. Si parla tanto di turismo, ospitalità, ma cosa raccontiamo ai turisti che visitano il nostro paese? Avranno certamente loro qualcosa da raccontare al rientro della loro vacanza.
    Le colpe di questo ennesimo disastro all’italiana è inutile cercarle. Da anni l’arte dello scarica barile funziona alla grande ,anzi la perfezionano sempre più, se mai ce ne fosse bisogno.

    Quello di cui l’Italia avrebbe veramente bisogno è un pò più di amore verso il paese, lasciando da parte gli interessi privati e di partito.
    Con affetto Raffaele.


  77. Dora Martinelli

    Le cose che inviano Lea ed Illena (credo)sono di una
    bellezza che mi commuovono.Continuate così che è un
    piacere leggeres queste parole e sentire l’amore che
    sentite per la vostra patria,avanti!!!
    Mi piace anche il livello che avete,tante grazie.
    Dora


  78. Dora Martinelli

    Ah!! sono di Buenos Aires Argentina


  79. Maria Rosa Caporossi-Punta Alta.Argentina

    Carissima Francesca:in mezzo a uno accalorato “intercambio di opinione” familiare,davanti alla invasione strepitosa dei articoli “Scartabili” ho chiesto ai “saggi” : che si fara entro 20 / 30 anni con la spazzatura?.Tra rise,rimproveri e discorsi riguardo al mio carattere “negativo” ho deciso di non litigare piu,seguendo per la “diritta via”,secondo me e …come sempre facendo quello che io considero il meglio per me,mia famigla e mio posto.Cioè:
    Reciclare assolutamente tutto quello che si puo.
    Rispettare gli orari e i giorni per buttare la spazzatura.
    Pulire per me stessa “i miei 10 metri” di strada.Il comune riccorda che se deve pulire la strada ogni 4 anni, 10 giorni prime l´elezioni.
    Lasciare i residui organici in una specie di “cuna” che poi metto sotto terra.Le buccie delle frutte,patate,uova,anche olio,ecc,ecc;meno resti di carne perrche non ho ancore le “lombrice rosse californiane” che consigliano gli ecologisti per “mangiare” i resti e diventarli in concime per le piante.
    Cercare nuove idee,leggendo per essempio Green peace o qualche cose per l´estilo.
    “Educare” si se me permette la parolla alla gente che purtroppo ancora lascia la spazzatura davanti un cartello di “VIETATO….”,i pannolini a fianco del cammino,gli involti fuori il cesto per buttare….

    Il tempo ha passato.Oggi il problema è UN PROBLEMONE NEL MONDO.
    Sarebbe lo ideale non produrre tanta spazzatura,ma:dove si trova l´equilibrio? Come si fa per consumare meno o niente sensa lasciare gente sensa lavoro?.
    Io aspetto la risposta dai scientifici e dai industriali piu che dei politici.AL MENO ADESSO SI PARLA DEL TEMA…è una andatta avanti.
    Io dico a modo di scherzo che la soluzione sarebbe “passare sensatezza” a traverso l´acqua del rubinetto per essere vevuta da tutti….pero mi sembra un po impossibile.Arrivederci e scusa per gli errori,alcune parolle non le ho trovate in dizionario ,pero penso che mi capirai.
    Un baccione.Ti voglio molto bene


  80. Romina,Virginia,U.S.A.

    Ernesto grazie per l’interessamento ma tu dichiari che ci sia un’altra ragazza dalla Virginia,mi potresti dire di piu?Qui c’e’ una grossa comunita’ italiana e molti non lo sanno.Famm’ sape’…..Romina


  81. ernesto

    CARISSIMO RENATO,
    la tua lettera di oggi 8 genn,ore 16,50 mi ha fatto capire che piu’ o meno abbiamo la stessa eta’ e che entrambi abbiamo trascorso parte dei dolorosi anni di guerra sotto le bombe alleate, tu a BO ed io a Foggia,entrambi importantissi nodi feroviarii che cercavano di distruggere. La citta’ di Foggia (medaglia d’oro al valor civile) fu distrutta al 70%, perche’ su quelle poche “fortezze volanti” abbattute si scopriva che erano piu’ le casse di wisky che le bombe ed essi, gli “alleati”, raramente centravano l’obiettivo,che era la stazione ferroviaria,l’eesenziale e’ che scaricavano il loro carico distruttivo e chi se ne frega dove andava a finire. Bisogna esserci stati sotto per capire quel che si prova….ancora 30 anni dopo, al rumore di un aereo notturno il mio cuore sobbalzava.
    E’ la PACE che si deve invocare e pretendere, ma, piu’ passa il tempo e piu’ essa appare lontana.
    Alla fine della guerra io avevo 10 anni, ma per altri due anni almeno si continuo’ a vivere con grande stento:
    te le ricordi le “carte annonarie?”. Io ero quello incaricato di comprare il pane, il quale ci veniva dato a peso, solo in relazione al numero dei componenti la famiglia,non un grammo di piu’.
    Se i giovani di oggi fossero stati educati con la Storia(quella vera),considerando gli anni dei padri e dei nonni, avrebbero meno pretese, il consumismo sfrenato, che brucia milioni di euro e i risparmi possibili delle famiglie avrebbe un limite. Il risparmio e’ voce fondamentale nella economia e benessere di un Popolo.
    Ma, noi,italiani,popolo miliardario, trascorriamo le vacanze alle…Bahamas e non conosciamo la basilica di San Francesco ( in omaggio a Francesca)ad Assisi.
    Ti abbraccio,
    Ernesto.


  82. ernesto

    CARA ROMINA, VIRGINIA.
    SOLO FRANCESCA – FORSE – POSSIEDE LA E-MAIL DELL’ALTRA RAGAZZA. I CAN’T DO ANYTHING ELSE FOR YOU, ASK HER.
    DO YOU HAVE A CLUB, MAY I HAVE THE ADDRESS?
    ciao, ernesto.


  83. Romina,Virginia,U.S.A.

    Ernesto l’ho trovataaaaaaaaaaaaaaaaaa….
    Messaggio a Mirea dalla Virginia:Ciao mi chiamo Romina e vivo anche io in Virginia,precisamente in Chesapeake a venti minuti da Virginia Beach,tu dove ti trovi?
    Qui la communita’ italiana come dicevo e’ grande,ma molti non lo sanno,io ho tantissime amiche italiane qui e per qualsiasi ricorrenza festiva ci riuniamo e festeggiamo insieme assaporando deliziose ricette siciliane,milanesi,napoletane,ligure etc..etc…. Mi manca tantissimo l’Italia,ma con loro accanto ho ritrovato la mia piccola Italia. Aspetto tue notizie,Romina


  84. Romina,Virginia,U.S.A.

    Ernesto tu che parte dell’America vivi?


  85. ernesto

    A ROMINA.

    Io vivo fra le Montagne Rocciose….Far West.
    Pero’ c’e’ mio figlio Marcello,scapolone,che talvolta viene a Norfolk,VA per la Navy. E’ancora “single” perche’ vuole una moglie ITALIANA, o figlia di ITALIANI.
    Qui fra i Navajos non ce ne sono. Se mi dai la tua e-mail gliela passo.
    Saluti a tutti gli italiani da quelle parti.
    Ernesto.


  86. GIANNI [TORONTO]CANADA

    ciao Francesca , grazie per il video , bellisimo
    Gigi e’ grande PINO E’ UNICO .

    PER la [ come si dice MONNEZZA ]
    BISOGNA CHIEDERLO A BASSOLINO PRIMA
    E A RUSSO IERVOLINO DOPO sono sicuro che loro sanno come fare ?????????????????????
    CIAO A TUTTI SIETE FANTASTICI


  87. Luis Romagni

    SI FA PIU GRANDE LA AREA PER CERCARE AEREO CADUTO IN VENEZUELA! Caracas (AP) Martedi 8 Gennaio ore 5,15pm.
    I corpi di riscatto hanno deciso oggi di allargare a 5.000 km.cuadrati la area per cercare la avioneta che cadde venerdi nel mar Caribe con 14 persone a bordo,fra loro 8 Italiani e uno Svizero,ha dichiarato il Capo delle operazioni!
    El direttor di Proteccion Civil generale Antonio Rivero,ha dichiarato a la AP che gli uomini delle squadre di riscatto questo martedi stanno operando da 3.600 a 5000 KM2 intorno alla Isola de LOS ROQUES!
    Giorno per giorno allarghiamo la ricerca fino a arrivare a nivello della costa del estado venezolano di FALCON e della isola di CURAZAO,affermo Rivero.
    Il Direttor in una intervista telefonica a detto che il lavoro di “RESCATE” sono risultate infrottuose,pero’ le Autorita’ ancora non hanno la data per sospendere le ricerche.
    In questo momento ci sono tre aerei della Forza Armata Venezolana e una di Curazao,in questa operazione sono impegnati 200 persone con il apoggio di 4 elicotteri,due lance della Forza armada,una fragata,e una dozzina di barche private.
    Rivero a detto che “Tutto fa’ suppore che la aeronave se “SUMERGIO” completamente senza lasciare segni in superfice.Nel caso di ritrovarsi i Cadaveri si provvedera’ a far venire i Parenti! Questo e’ tutto,
    grazie Francesca e saluti a Tutti LUIS ROMAGNI Miami Fl.USA.


  88. Giuseppe, Norwalk, USA

    LUCIANA CIANFARANI,
    Si l’ho visto. Hai notato la grande busta di immondizia che havevano nel salotto, inoltre ai politici.
    Purtroppo la “puppu`” piu la tocchi e mischi, e piu` puzza.
    Grazie per il complimento.


  89. maria rosa

    caro ernesto col tuo relato me hai fatto ricordare al mio caro papa, alpino nella seconda guerra mondiale e che mi ha raccontato tante volte quella storia del pane, grazie baci
    maria rosa luján argentina
    bravo maria rosa caporossi!!!!!!! penso come te
    baci atutti


  90. YaraPacchioni

    Cara Francesca
    Bella Napoli Desidero de cuore che breve tutti se ressolva da megliore maneira possibile con una soluzione definitiva e ecologica
    Abracci Yara San Paolo Brasile


  91. anna -Sao Paulo/Brasile

    Prima di rispondere a Maurizio con il quale sono in pieno accordo, faccio solo tre oservazioni che poi saranno cancellate senò non fà senso con quello che dirò.Non ho altra via di uscita.
    A Rodolfo Cesarini informo che qui il “crepuscolo” si chiama terza età, non sò veramente quale è il migliore, bisognerebbe sapere la durata, ma alla terza si può sempre aggiungere una quarta, quinta no? D’altra parte il crepuscolo è tutti i giorni, eternamente. Bè, è difficile.È solo una curiosità, anch”io adoro Gigi d’Alessio.
    Francesco, quando hai nominato Nocera Inferiore…quasi mi hai fatto muorire al leggere il nome, io sono nata lì e raramente la sento nominare.
    Avviso tutti che inferiore è solo il nome, che sia chiaro.Ernesto, allora qui incomincia un agenzia matrimoniale, certo che sarebbe interessante. Tra l’altro oggi l’internet è usata anche per questo.

    Maurizio, cancella tutto quanto sopra. Francesca mi ha informato del site e mi ha dispensato dall’oculista ma non c’è bisogno che chiedi scusa, avevi ragione ieri.
    Ho trovato l’indirizzo dellAssociazione, povera Campania, l’hanno montata dall’altra parte del mondo, São Paulo è enorme, figurati che è un rione che non conosco proprio, ma poi cercherò il telefono (che non c’è, ed entrerò in contatto.Grazie comunque, sono contenta.
    Sono d’accordo con te, bisognerebbe attenersi agli argomenti della giornata, ma vedi io cosa ho fatto sopra? Non sò come si potrebbe fare, ma sei carico di ragione, lo stiamo usando disordinatamente. Ho visto che ci sono molte poesie, potrebbe esserci una sezione solo di poesie, poi una di contatti diretti, ma sul site, non personali, poi uno solo per commenti sui commenti degli altri quando si sfugge dall’argomento del giorno, bè, solo un idea che mi sorge, ma anche io mi perdo, solo che non mi preoccupo che gli altri si perdano per colpa mia, lo vedi come si è?(continua)


  92. anna -Sao Paulo/Brasile

    Come vedi parlo troppo, come faccio? Non ho cultura politica per discutere la pulizia e allora o stò zitta, sarebbe il giusto, oppure commento gli altri.
    Per dire, povera Napoli, lo diciamo tutti. Insomma, come la mettiamo quando l’argomento che ci si propone non è alla mia bassezza? Solo questo vorrei sapere.
    Ma tu hai ragione, studia un modo di risolvere. Chissà.
    Un abbraccio
    anna


  93. Rosalia

    alcuno di Macerata per sentire un po?
    Sono brasiliana e bisogno trovare alcuno di Macerata….
    Bacio… questo sito é meravigloso.. complementi


  94. Nella da Rockland County,Bardonia,New York

    Ciao a tutti
    spero che state tuttti bene
    vorrei per prima cominciare a dire grazie alla nostra Francesca di averci regalato questa bella pagina pero adesso e un po esagerata si e vero la cosa e importante ma ci sono altr cose piu importanti.
    Sapete io lavoro come assistente di maestra x ragazzi handiccappati High school e da un po di giorni le cose stanno andando un po male perche molti di questi ragagzzi sono stati abbandonati dai loro genitori
    e loro hanno molto bisogno di affetto amore.
    come dicevo da un po di giorni 3 dei miei ragazzi sono stati male due di loro non hanno genitori e allora all ospedale ci sono andata io hanno avuto (seizures) mo non so come si dice in italiano comunque e brutto vedere che all ospedale cero io invece dei loro genitori
    come si fa ad abbandonare dei proprio figli
    prima li mettono al mondo e poi vedono che non sono buoni e li mettono nelle case dove ci sono altri come loro e un peccato. Io sono molto affezionata a questi ragazzi vi dico che sono molti intelligenti carini e fanno anche gli spiritosi, ma quando non stanno bene mi fa pena x ognuno di noi abbiamo bisogno di qualcuno della famiglia che ci sta vicino.
    Vedete cari amici questi sono problemi no cose che si un giorno andra tutto bene x questi poveri innocenti non andra mai bene x loro.
    vi lascio con questo pensate ad altro a problemi che non si risolveranno mai e pregate x queste anime innocente io lo faccio ogni sera prima che vado a dormire.
    ciao a tutti


  95. Nella da Rockland County,Bardonia,New York

    X rosalia
    ciao io non sono di macerata ma vicino sono di bari
    bacioni


  96. Fernando Mastrangelo

    Ciao Francesca, Auguri da Fernando mastrangelo


  97. Maurizio

    anna -Sao Paulo/Brasile
    Gennaio 2008 alle 0:41

    Anna l’unica che puo cestinare i commenti è Francesca,lei è la capitana di questa nave (a me piace definirla cosi) e che capitana!So che sta gia lavorando per rendere il blog piu fluido ,cosi da evitare di mischiare gli argomenti…dobbiamo avere tutti un po di pazienza,nel frattempo potremmo renderle il lavoro piu facile rimanendo in topic (tema)…in fondo sta lavorando per noi..credimi non è facile, cercare di accontentare tutti ma ci sta provando!Non esistono argomenti bassi o argomenti alti,ognuno di noi ha esigenze diverse,le cose che possono sembrare importanti a qualcuno,possono sembrare futili a altri,si tratta solo di cercare di rimanere in tema..cosi non ferisce la sensibilità di nessuno…

    Ciao
    Maurizio
    città del Messico


  98. Fernando Mastrangelo

    Auguri Da Washington DC…

    Fernando Mastrangelo


  99. Maria Zannelli

    Ciao Francesca io non sono napoletana ma siciliana
    da Palermo nel vedere come anno ridotto Napoli mi piange il cuore ho una rabbia che ieri sera ho visto porta a porta e avrei voluto essere presente per chiedere a Bassolino e a Scanio percche` non se ne vanno a casa con quelle facce ipocrite si vogliono fare ragione anno rovinato non solo napoli ma tutta l`italia mi dispiace che gli italiani anno votato la sinistra non fanno altro che dire bugie promettono ma non fanno nulla. Vedi Francesca noi che siamo lontani forse vediamo di piu`da quando ce la sinistra va tutto a rotoli anche questo direttore di rai international che e pure lui della sinstra trasmette di piu RAI 3 tutte le porcherie che siamo stanchi di vedere prendi a a Gigliola Cinqutti sta copiando cuello che facevi tu chiede di mandare fotografie date di conpleanni per farli vedere e mandare auguri a te avevi mezzora te lanno tagliata a 15 minuti fino che ti anno levato e anno messo a lei con 3 ore di programma vorrei continuare ma finiamola qui.
    Ti voglio dire che me piaciuta tanto la cansone “NAPULE E”di Pino Daniele sai io e mio marito amiamo le canzoni napoletane io canto sempre e quando siamo con amici si meravigliano cfe io so tutte le canzoni napoletane specialmente le classiche. Spero di non averti annoiato un abraccio sperando che al piu` presto ropuliscono Napoli Maria Zannelli da Boston


  100. ENZO TORTORA

    Cara Francesca, I cuimuli dispazzatura e’ senza discuissione un genucidio fatto alla popolazione napoletans
    ENZO da mansfield u.s.a.


  101. Giuseppe (Dal Canada)

    Ciao Francesca, che bello vedere tutti questi messaggi di solidarieta’.Io penso che il problema dei rifiuti sia un problema globbale difatti ovunque vai nel mondo abbiamo tutti l’ostesso problema ci piace la vita facile e poi i rifiuti cerchiamo di mandarli da qualche altra parte. Quello che sta succendo a Napoli e’ assurdo!Nessun essere umano ha il diritto di vivere inmezo a tamta sporcizia.Quello che e’ successo alla discarica di Piano non doveva succedere perche’ dando alle fiamme i rifiuti i fumi tossici che si sprigionano dalla combustione dei rifiuti uccidono!E ha pagare sono sempre i debboli!Io penso che sia arrivata l’ora che ogni reggione d’Italia venga fornita di un inceneritore,cosi’ogniuno si prende cura dei propi rifiuti a casa sua.Nella cita’ di Toronto dove io risiedo da tanti anni(che e’una delle piu’ grandi del Canada)e di spazzatura se ne produce moltissima!nel passato abbiamo avuto anche problemi con lo smaltimento dei rifiuti e come a Napoli tutte le discariche sono state esaurite.Percio’ le autorita’ comunali hanno implementato il sistema di reciclaggio noi tutti cittadini abbiamo nelle nostre case tre contenitori per la spazzatura, un contenitore per quelle materie che si possono reciclare le quali vengono portate in un deposito dove venggono selezzionate per poi essere smistate ai vari posti di reciclaggio. Uno per le materie organiche che poi vengono trasformate in terriccio per i nosti giardini e uno per quei rifiuti che dopo tutta questa selezzione fatta nelle nostre case si e’ ridotto il volume dell’immondizia da portare alla discarica del 75%e stiamo cercando di migliorare!Per le materie tossiche vi sono dei depositi che sono aperti il venerdi’ e il sabato e ogni individuo li puo’ portatre direttamente e loro provvederanno allo smistamento.il prellevamento avviene una volta alla settimana porta a porta.Credetemi! Torontoe’ una cita’pulitissima come lo sono le nostre case il segreto? Cooperazione da parte di tutti.Ciao.


  102. Adriana

    Nel programma Porta Porta dal 7-1-08, raccontarono che nelle altre regione italiane il problema della spazzatura e risolto.
    Allora mi domando il perché la regione Campania non puó farlo? la gente non si rendeva conto della spazzatura nelle strade? perché hanno soportato tanto tempo non esigendo allo stato che faccia il suo dovere?


  103. Claudia Roman da Jacksonville,FL USA

    Ciao Francesca,
    prima di tutto vorrei ringraziarti per le belle cose che mi hai scritto, ormai il tuo blog mi ha creato dipendenza…una bellissima dipendenza.

    Per NELLA DA ROCKLAND COUNTY, seizure in italiano si dice convulsioni. Non ti preoccupare e’ normale dimenticare qualche parola succede pure a me anche se l’italiano lo parlo ogni giorno. Sei probabilmente un angelo per quei bambini!

    Cara ADRIANA le tue domande sono legittime ma…non offenderti per favore, un po’ingenue.
    Tanti come te si chiedono dov’e’ lo stato,perche’ non fa niente? (e non solo per la monnezza napoletana)
    MA CHI E’ LO STATO? Quando andavo a scuola e studiavo diritto ed educazione civica (da quel che vedo non credo esista piu’ questa materia!)mi dissero che lo stato siamo noi. Tutti piangono delegando la soluzione del problema allo “stato” e ognuno una volta messa l’immondizia nel sacchetto(se va bene) e buttata da qualche parte sentono di aver risolto il loro problema, almeno per quel giorno.
    Lo stato non e’ una mamma amorevole che ti previene o ti risolve i guai, anzi quello Italiano se puo’ te li da’.
    Se ricordo bene fino a qualche tempo fa la Campania vendeva l’immondizia alla Germania che se la portava via e la trasformava in energia. Pensate quanti soldi e chissa’ quanto hanno riso di noi.
    Dopo Porta a Porta ho sempre bisogno di una camomilla.

    A proposito devo ricordarmi di mettere fuori i bidoni dell’immondizia (ben in ordine e chiusi) perche’ domani passano a prenderli…vado e torno.
    Ciao


  104. ernesto

    RIFIUTI SOLIDI URBANI.
    ALLA LETTERA DI GIUSEPPE(DAL CANADA) 9 GENN.

    Caro Giuseppe,
    non e’ possibile fare alcun paragone fra altre realta’ e la citta’ di Napoli e dintorni, essi sono un universo a parte.
    Abbiamo ospitato l’anno scorso una anziana coppia napoletana verace venuta a trovare il figlio qui.
    Essi si guardavano attorno,mentre spesso li portavamo in giro con espressione perplessa/incredula/stralunata, non saprei definire : auto aperte, porte di casa aperte,
    effetti personali, ecc. lasciati sui muretti fuori di casa, scarpe di ogni tipo lasciate sui pianerottoli delle villette per non sporcare la moquette (carpet)che qui e’ dappertutto,merce di tutti i tipi e negozi esposta liberamente, anche lontana dalle casse e dai banconi di vendita, talvolta in mezzo aagli cquirenti, con le loro belle confezioni ed il prezzo, poste su mensole e tavolini. Nessuno si permette di toccare nulla!
    Alla fine io ho chiesto: cosi’ e’ anche a Napoli?
    Lui mi ha guardato con risatine ironica : “Ernesto…a Napoli sparirebbe TUTTO nel giro di secondi, anche i tavolini, cioe’… tutto il negozio.”
    Lasciamo perdere…vorrei vedere la famiglia napoletana
    giostrarsi con TRE diversi contenitori + le sostanze tossiche da PORTARE ai depositi venerdi’ e sabato.
    Molti anni fa vidi un film in cui la spazzatura veniva gettata dalla finestra, il napoletano non ha tempo da perdere.
    Amari saluti, Ernesto.


  105. ernesto

    SEGUITO ALLA PRECEDENTE.
    caro Giuseppe,
    perche’ nessuno tocca nulla?????
    Perche’ se poco,poco qualcuno se ne accorge la polizia si materializza dal nulla in qualche minuto,quindi acchiappato per il colletto,quindi manette,quindi solenne romanzina,quindi davanti al giudice e quindi condanna ud un mesetto di carcere, inconciliabile.
    Do you understad? Ciao.


  106. Aldo Mosello

    Vedi allegati E-mail su spazzatura di Napoli
    e Cittá di Curitiba


  107. Lea Mina Ralli

    Cara Francesca,che cosa meravigliosa hai fatto con questo tuo BLOG! è veramente il Blog della fratellanza.
    se ti soffermi sull’ora in cui ti sto scrivendo, ti accorgerai che non dormo neppure più e sto sempre col PC acceso per non perdermi neppure un tuo tema, un tuo video e un commento
    sarei tentata di rispondere ad ogni scrivente considerando che ogni punto di vista è da rispettare perché viene da persone molto intelligenti che hanno esperienze in vari campi e molte di loro, espatriando, hanno dovuto affrontare situazioni nuove e difficili con coraggio, fiducia e tante speranze.
    la nostalgia che esprimono per le loro terre italiane a me fa una tenerezza infinita perché anche nella mia famiglia ci sono stati emigranti nel passato che si sono fatti onore : mio zio Ulderico, fratello di mio padre, divenne anche Console del Cile quando io ero giovanissima, mia cugina Isabella, sposando un oriundo
    calabrese, lo seguì a Toronto dove vive ancora coi 5
    figli e coi nipoti mentre l’altra mia cugina Clara sposata ad un americano ha sempre vissuto a New York .
    la mia passione di scrittrice , mi ha portato a narrare anche alcune sofferenze e realizzazioni di persone che hanno affrontato,con coraggio e dignità, di vivere lontane dalla Patria senza rinnegare le loro origini e che mi hanno chiesto di mettere su carta le loro tribolazioni e le loro vittorie.
    senza conoscerci personalmente siamo diventati amici e la fiducia che mi danno mi commuove e mi onora…io li considero persone di famiglia seppure li conosco solo dalle fotografie che m’inviano e dai racconti che mi fanno.
    confesso che molto lo devo proprio alla nostra bella e brava Fatina Francesca che intervistandomi parecchie volte,nell’ambito del “suo Sportello Italia” ha reso popolare anche all’estero me, i mlei libri e i miei siti.
    da parte mia la ringrazio come ringrazio anche a suo nome tutti voi per i vostri preziosi commenti e come lei, vi vuole bene e vi ammira anche
    nonna Lea da Roma.


  108. Claudia Roman da Jacksonville,FL USA

    Caro Ernesto,

    tu dici in modo simpaticissimo quello che io sostengo dall’inizio di questo blog.
    Le cose in Canada,USA e altri paesi funzionano perche’ la gente ha “senso civico” rispetto della proprieta’ altrui e quelli che non ce l’hanno vengono puniti, ma per davvero non come in Italia che il carcere non lo vedono proprio anzi tutti implorano “il perdono” da parte della vittima. Ma ci rendiamo conto dell’assurdita’?
    E non cominciate con la storia della pena di morte e degli sbagli avvenuti da queste parti,deplorevoli certo e da combattere, io in prima fila, ma il delinquente qui ci pensa due volte prima di muoversi.
    Ho vissuto in Italia 37 anni,il primo portafoglio me l’hanno rubato che ne avevo 14 e in tutto me ne hanno portati via 3. In famiglia siamo stati tutti piu’ o meno derubati in qualche modo e mia madre che andava in banca ogni giorno per lavoro a consegnare l’incasso e’ stata rapinata 2 volte nel corso della sua vita. Credete che siano mai stati puniti?
    Quello che ti senti dire e’ di farti furbo e di guardarti intorno cosi’ la prossima volta non tocca a te!
    Quest’anno siamo andati in vacanza per una settimana e per sbaglio abbiamo dimenticato il garage aperto!!!
    Non e’ successo niente. Anche qui nessuno tocca niente e chi lo fa sa cosa gli aspetta.
    Ripeto che non c’e’ paese perfetto, neanche questo lo e’, e neanche voglio dire sia il migliore, anzi ci sono anche qui molti problemi ma almeno si prova a mantenere l’ordine.
    Ciao


  109. A. Margarita Morales

    Ciao Gabriela Tami da Valencia, Venezuela, scusami perché non avevo visto il tuo commento fatto dal 6 gennaio, grazie. In quanto alla tua opinioni su Chavez ci pensó lo stesso. Il giorno del referéndum moltissimi colombiani abbiamo tifato per gli studenti. Siamo stati attenti alle notizie sulla tv e ci siamo rallegrati di cuore quando ha vinto il NO. Oggi ha detto che voi no avete roba da mangiare per comprare perché tutta la roba la stano esportando in Colombia.

    Un grande abbraccio,

    Amparo Margarita da Ibagué -Colombia


  110. Fernando Mastrangelo

    Congratulation, vedo molte e-mail,mi famolto piacere che il proggetto si iacammina,faro’ del mio meglio per divulgare il progetto a gli amici di Wahington.
    Salutoni
    Fernando Mastrangelo


  111. Salvatore Prattico ( Syracuse NY. USA )

    BRAVA FRANCESCA,
    HO VISTO MOLTE VOLTE IL VIDIO CON LA BELLA CANZONE E LE BELLISSIME VEDUTE DI NAPOLI ED HO LETTO TUTTI I COMMENTI DEGLI AMICI; CIO` E` STATO POSSIBILE PERCHE` CI HAI DATO PIU` TEMPO, SE TI E` POSSIBILE, CONTINUA COSI`: OGNI ARTICOLO LASCIALO ALMENO DUE GIORNI COSI` AVREMO PIU` TEMPO PER LEGGERE I COMMENTI DI TUTTI.

    Salvatore.


  112. Stefano Mollo (Romano) da Guayaquil, Ecuador.-

    Cara Francesca,

    molto bello il tuo post sulla Gloriosa Napoli e molto bello anche il video che hai scelto per onorarla.

    Questa sera ho visto il TG5 (si, via Internet, ci son riuscito finalmente …) ed ho visto le cariche della polizia contro la gente …..le montagne di spazzatura ….

    Sono, semplicemente, senza parole; ciò che mi è balenato istantaneamente alla mente è stato “Bolivia; come in Bolivia!”

    Ma in Sud America, una cosa del genere è abbastanza all’ ordine del giorno. Infatti di sicuro non si vede in Tv in Europa,

    Ma non ci si aspetta vedere certe cose (in primo luogo le montagne di spazzatura) nella civilizzatissi Repubblica Italiana ….

    Bah, sono veramente “speechless”, senza parole!!!

    Soluzioni? Tutti sappiamo le ragioni del problema e sappiamo anche quali potrebbero essere le soluzioni.

    Si son fatte TROPPE PAROLE, adesso l’ unica soluzione al problema sta, purtroppo, nei fatti.

    Ma questo è un male cronico dell’ Italia, non di Napoli solamente.

    Che peccato, davvero che peccato, lo scempio della bellissima Napoli, in questo modo, in questo modo oltretutto così degradante.

    Qui diciamo ….. “Hasta cuando?” (Fino a quando?)

    Auguro a Napoli di riuscire a risolvere il problema “rifiuti” e non solo quello, prima possibile.

    Purtroppo pero, il malato grave, avrà bisogno di una cura dura, … a mali estremi, estremi rimedi.

    Stefano.


  113. ernesto

    EVVIVA !!!
    dopo lunghe ricerche ho saputo la verita’ circa l’immane accumulo della immondizia a mapoli e dintorni!!
    Il Comune di Napoli ha alle dipendenza 1200 (!!!) operatori ecologici (prima si diceva “monnezzari,spazzini”,ecc), i quali,poiche’ sono mesi che nessuno raccoglie i rifiuti, non fanno assolutamente nulla pur percependo lo stesso lauto stipendio, ridere o piangere!! (tra parewntese: o sei aggregato alla camorra,oppure mo’ te lo sogni il posto).
    Pertanto: se si ricomincia la raccolta essi,dolorosamente,dovrebbero tornare a lavorare.
    Secondo: e tormando a lavorare perdono tutti gli altri lauti guadagni che ottengono fra furti varii, spaccio di droga,ecc…perche’ il tempo devono pur impegarlo in qualche modo, empre,ovviamente,al servizio di chi li ha fatti assumere al Comune.
    Visto che aver approfondito l’argomento e’ servito a qualcosa?????
    Umilmente, Ernesto.


  114. paola saulle

    cara francesca, ti sentivo ogni mattina…io vivo in argentina,Cordoba,in un piccolo paese che si chiama LA CUMBRE,un bellissimo paese di montagna,siamo venuti in argentina,con i miei genitori 59 anni fá,lasciando Roma dove sono nata nel 46.non facio commenti perche ó appena ricevuto il tuo indirizzo atraverso una amica,pero voglio farti tanti auguri per questa iniziativa!!!!!! a presto Paola


  115. paola saulle

    auguri!!!!! paola di argentina


  116. MENA

    MA DICO IO PERCHE` INVECE DI FAR VEDERE SOLO LE COSE BRUTTE E DIFFICILI DELLA CAMPANIA PERCHE` NON FANNO VEDERE LE BELLEZZE E FAR ASCOLTARE PIU` BELLA MUSICA NAPOLETANAAAAAAAAAAAAAAAAAA, CHE TROVINO UN MODO PER PULIRE QUESTA BELLSSIMA CITTA` CHE E` NAPOLI E TENERLA COME UNA BOMBONIERA E RIEMPIRLA DI TURISTI, NON FAR SI CHE SI SPAVENTINO FACENDOGLI VEDERE IL PROBLEMA CHE IN QUESTI GIORNI LA STA SVERGOGNANDO SU TUTTI I GIORNALI E CANALI TELEVISIVI, TUTTI I CAMPANI CI METTANO UN PO DI BUONA VOLONTA` E PULITE STA BENEDETTA CITTAAAAAAAAAAAAAA E CHE DIAMINEEEEEEEEEEEEEEE,
    UN ABBRACCIO http://www.icnradio.com


  117. Luis Romagni

    PER MARGARITA MORALES (COLOMBIANA)
    PER FAVORE NON TRASFORMIAMO QUESTO SITO PER UN SITO POLITICO! tU COME COLOMBIANA NON OPINARE SUL PRESIDENTE CHAVEZ E NON OFFENDA TU NON HAY MORALE !!!E I COLOMBIANI CHE STANNO IN VENEZUELA NON STANNO BENE CHE SE NE VADANO! E’ RISAPUTO MONDIALMENTE CHE DALLA COLOMBIA PARTE PER TUTTO IL MONDO LA DROGA CHE AMMAZZA I NOSTRI GIOVANI ! RISPETTA! LUIS ROMAGNI MIAMI FL.USA.


  118. anna -Sao Paulo/Brasile

    Caro Maurizio,
    Or ora ho ricevuto il tuo commento. Certo che hai ragione, non avevo nessuna pretenzione di cestinare io,figurati, se ne fossi capace farei un blog, ma come lo farei e terrei come Francesca?C’è stato un equivoco, io solo volevo solidarizzarmi con te perchè ho trovato che avevi ragione con le tue osservazioni,anch”io mi perdo, solo sò che Francesca legge il site e quindi si interessa con le nostre opinioni, valide o no, per questo, se siamo in due, tre.Poi certo lei saprà. Ma anche a questo serve no?
    Al solito, non mi sono spiegata, sarò più chiara: non esistono argomenti bassi ed alti, il problema è la mia altezza, mi spiego, ci sono argomenti che superano la mia possibilità di intervenzione per ignoranza. Siccome leggo tutto e come vedi, sempre, allora rispondo a quello che posso, in verità anche a quello che mi diverte. Questo confonde, non è colpa di Francesca, ma di noi lettori “bagunçados” come si dice qui.
    A parte tutto , quando sono andata in Italia, non mi veniva la parola spazzatura, non sò perchè, allora usavo il termine “lixo”, brasiliano, corto e facile.
    A mia zia(stavamo a Milano) è piaciuto tanto che l’ha usato fin che è morta. Non ha mai più detto in italiano. Adesso Maurizio stò in tema……….
    ciao
    anna


  119. Claudia Roman da Jacksonville,FL USA

    Ciao Francesca,

    non ti preoccupare se non potrai rispondermi sempre, fallo pero’ ogni tanto,so che ci sei sempre li’ dietro il video del mio computer a leggerci tutti, ogno tanto quasi quasi mi sembra di veder spuntare una ciocca di capelli, una mano, un occhio vivace… sei tu?
    Claudia


  120. maria rosaria martinellida Brooklyn, N.Y.

    CARA FRANCESCA E CARI NAPOLETANI DI TUTTO IL MONDO, SPERO E MI AUGURO CHE CHI HA VINTO I 5 MILIONI DI EURO DELLA LOTTERIA ITALIANA POSSA AIUTARE LA BELLA NAPOLI AD USCIRE DA QUESTO MINESTRONE DI SPAZZATURE CHE STA ROVINANDO LA BELLA CITTA’ PARTENOPEA. NON DIMENTICATE CHE OGNI CITTA’ VA SALVAGUARDATA SOPRATUTTO PER LA SALUTE DEI NOSTRI FIGLI, LORO SONO LA NOSTRA PRIORITA’,E SONO SICURA CHE SE SI VUOLE TUTTO SI PUO’ BASTA SOLTANTO METTERSI D’ACCORDO SENZA ARRIVARE ALLE MANI COME SI E’ VISTO FARE DAI POLIZZIOTTI IN T.V., CON MANGANELLI E ATTREZZI VARI. PERCHE’ ARRIVARE A QUESTO PUNTO CHE VALORI DIAMO AI NOSTRI FIGLI, BISOGNA PER FORZA USARE LA VIOLENZA PER OTTENERE QUALCOSA DI CONCRETO?


  121. robert peters

    APRENDO IL TUO SITO NON HO POTUTO FARE A MENO DI NOTARE LA TUA IMMAGINE ESPOSTA , CON L’IMMAGINE CHE IO CONSERVO DI TE – GRAFICA E MENTALE – .TI SUGGERIREI PERLOMENO DI TRASFERIRE QUELLA GRAFICA SUL SITO, TRIPLICHERESTI GLI UTENTI.
    COMPLIMENTI
    BACIONI GRANDI
    R.P.


  122. Claudia Roman da Jacksonville,FL USA

    Francesca,

    siccome le righe sopra sono un po’ fuori tema, ricomincio da qui…
    Amici miei avete visto la puntata di BALLARO’ ieri?
    Crozza mi ha fatto ridere a crepapelle…le sue parole sono santa verita’.
    Puntata favolosa e un po’ puzzolente, sull’immondizia…

    Andate a vedervi l’ultima puntata e’ molto, molto educativa.

    http://www.ballaro.rai.it
    Claudia


  123. maria rosaria martinellida Brooklyn, N.Y.

    SCUSATEMI HO DIMENTICATO DI LASCIARE IL MIO NOME….CIAO A PRESTO MARIA ROSARIA DA BROOKLYN


  124. Claudia Roman da Jacksonville,FL USA

    A TUTTI QUI SUL BLOG,

    scusatemi se mi permetto, so che molti non sono pratici con il computer, blog, chat ecc., ma consiglierei a chi scrive tutto in maiuscolo di non farlo perche’ significa che state urlando.
    Minuscolo= tono di voce normale
    Maiuscolo= tono di voce alto
    Si possono usare i caratteri maiuscoli solo se si vuole enfatizzare una parola o frase o se si e’ arrabbiati.
    Scusatemi ancora se mi sono permessa di fare questa osservazione.
    Ciao a tutti
    Claudia


  125. MENA

    Cara Claudia, non devi scusarti hai dato un buon consiglio ma io infatti gridavo dalla rabbia di quello che sta a succedere alla nostra bella Napoli e tutta la Campania
    un salutone a tutti
    http://www.icnradio.com


  126. Il Mango di Treviso (Singapore)

    Cara Francesca,
    Sei fantastica. Bravissima.
    (vedo che hai linkato il mio blog. Sono commosso ed onorato….)


  127. LUCIANA CIANFARANI

    Raffaele, io sono laziale pero` Napoli m’e` rimasta dentro il cuore, e` stato l’ultimo lembo della costa italiana (io sono venuta con la Leonardo da Vinci)visto dagli occhi di un’appena tredicenne nel lontano 61 al calar del sole era tutta d’oro; un ricordo triste e anche bellissimo e ogni volta che ritorno almeno 2 volte all’anno mi sembra sempre piu` triste come una grande signora abbandonata, che peccato! Il problema e` che per muovere una pietra ci vogliono anni. Si fa un gran baccano all’inizio e poi passa, la gente si adatta e la vita continua e i problemi si moltiplicano, poi la gente si arrabbia si riadatta al nuovo problema e quindi si va alla meglio cosi diventa il solito
    “Catch 22” o ciclo vizioso. Spero tanto che ce la mettino tutta per risolvere la situazione e far si che non succeda piu`.


  128. Alessandro

    Questa e una pagina, simpatica, utile, allegra e anche triste a volte, ma e una pagina di persone civili, come dovremmo essere tutti nella vita. Mi prendo la liberta e anche lo trovo doveroso, fare una critica al sr. LUIS ROMAGNI che scrive da Miami Florida.
    Caro signore, le parole he Lei ha usato nei confronti della signora Colombiana, sono semplicemente inaccettabili.
    A prescindere dal fatto che tutti abbiamo il diritto di pensarla come vogliamo, la signora, alla quale Lei dovrebbe innnzitutto chiedere scusa, ha un’opinione diversa dalla sua, semplicemente. Lei l’ha accusata di fare politica, se rilegge quello che ha scritto, chi usa il sito per farla e Lei, poi discriminarla come Colombiana, sara che Lei pensa che e un delitto nascere in Colombia? Oppure che la stessa e colpevole della produzione e delle conseguenze letali della droga. Poi mi dica per favore, con che diritto Lei decide di “deportare volontariamente” i colombiani dal Venezuela solo perche non la pensano come Lei. E stato molto utile con le sue informazioni sul tragico incidente aereo, pero gradiremmo anche il rispetto verso gli altri a parte le informazioni. Poi mi permetta una domanda un po cattiva, cosa ci fa Lei a Miami, vive li? La coerenza suggerisce che dovrebbe vivere vicino al Suo Presidente, che ha difeso in maniera cosi pesante e incivile . Un cittadino del mondo ( dove gli arroganti sono invitati a traslocare sulla luna)


  129. Fernando Mastrangelo

    Buona giornata a tutti, specialmente a Francesca e il suo fantastico progetto.
    salutoni
    Fernando


  130. maria rosa

    ciao tutti buon mercoledí, a Nella prego per tuoi ragazzi!!!!! baci Maria Rosa Lujan Argentina


  131. Giuseppe, Norwalk, USA

    Cari Connazionali,

    Devo affiancare i commenti di Alessandro, dobbiamo parlare fra noi come italiani all’estero e non come americani, australiani,venezuelani, brasiliani, argentini, etc.
    Abbiamo lasciata la nostra Italia non per disdegno verso la patria, ma con dolore per trovare un lavoro per farsi che la nostre famiglie potrebbero vivere un futuro in conforto. Dopo tanti sacrifici, specialmente linguistici, ci siamo construiti un futuro. Abbiamo aiutato i nostri connazionani piu deboli a sopravvivere. Molti di noi hanno generato figli che son diventati qualcuno nella societa` estera. Una cosa che abbiamo importato con noi oltre alle culture, all’artigianato, e le nostre abilita` culinarie e` stato quel benedetto campinalismo, che dopo tanti anni siamo,quasi, stati capaci ad eliminarlo. Ci conosciamo oggi come “ITALIANI”. Ma oggi, mi sembra che tramite TV, internet ed altre vie di comunicazioni lampo, Stiamo globalizando il vecchio campanilismo. Tutti i nostri adottivi paesi hanno le loro bellezze e anche le loro piaghe. Ma non le dobbiamo rinfarciarle ai nostri paesani che vivono in quei paesi. Non e colpa loro di quelle scorrettezze create dal governo, loro gia ne soffrono le conseguense come cittadini di queste turbolenti nazioni. Come un proverbio dice: “non giudicare una persona finche non hai camminato con e sue scarpe”. Siamo tutti Italiani nel mondo, e amiamoci come cio`, e continuate a rispettare il prossimo e di sicuro raggiungeremo un traguardo che da soli sarebbe impossibile. I


  132. Giuseppe, Norwalk, USA

    Cari Connazionali,

    Devo affiancare i commenti di Alessandro, dobbiamo parlare fra noi come italiani all’estero e non come americani, australiani,venezuelani, brasiliani, argentini, etc.
    Abbiamo lasciata la nostra Italia non per disdegno verso la patria, ma con dolore per trovare un lavoro per farsi che la nostre famiglie potrebbero vivere un futuro in conforto. Dopo tanti sacrifici, specialmente linguistici, ci siamo construiti un futuro. Abbiamo aiutato i nostri connazionani piu deboli a sopravvivere. Molti di noi hanno generato figli che son diventati qualcuno nella societa` estera. Una cosa che abbiamo importato con noi oltre alle culture, all’artigianato, e le nostre abilita` culinarie e` stato quel benedetto campinalismo, che dopo tanti anni siamo,quasi, stati capaci ad eliminarlo. Ci conosciamo oggi come “ITALIANI”. Ma oggi, mi sembra che tramite TV, internet ed altre vie di comunicazioni lampo, Stiamo globalizando il vecchio campanilismo. Tutti i nostri adottivi paesi hanno le loro bellezze e anche le loro piaghe. Ma non le dobbiamo rinfarciarle ai nostri paesani che vivono in quei paesi. Non e colpa loro di quelle scorrettezze create dal governo, loro gia ne soffrono le conseguense come cittadini di queste turbolenti nazioni. Come un proverbio dice: “non giudicare una persona finche non hai camminato con e sue scarpe”. Siamo tutti Italiani nel mondo, e amiamoci come cio`, e continuate a rispettare il prossimo e di sicuro raggiungeremo un traguardo che da soli sarebbe impossibile.

    I LOVE YOU ALL.
    VE VOGLIO BENE A TUTTI.

    Ciao Francesca, tu sei la nostra stella cometa.


  133. Francesco Scotto

    NAPOLI, LA MONNEZZA, E LA GGENTE
    Vi assicuro, anche se siamo particolari, perche’ noi napoletani siamo particolari, NON CI MERITIAMO QUESTA SCHIFEZZA. Abbiamo tante cose che non vanno, ma siamo una città che continua a produrre cultura, dove ci sono centri ospedialieri di eccellenza mondiale, abbiamo ricercatori che lavorano per il progresso dell’umanità, dalle nostre parti è passata o, vogliamo dirlo, è nata la civiltà occidentale…e siccome abbiamo tutte queste perle dalla nostra parte, abbiamo bisogno di sporcare e coprire tanta gloria. MA LA VERITA’ VERA, italiani d’Italia e del mondo, è CHE NOI ABBIAMO DEI POLITICI CHE SONO LORO STESSI MONNEZZA, CHE SI VENDONO PER UN NULLA E CHE DIPPIU’ SONO I N C A P A C I…Questo è il motivo di tanto squallore, mentre tutta Italia faceva i termovalorizzatori e la differeniata NOI, I NOSTRI POLITICI PENSAVANO A RUBARE, PERCHE’ SI VENDONO. e c’entra anche la camorra, ma la mafia e la ‘ndrangheta non sono diverse, pero’ in Sicilia e in Calabria la spazzatura viene raccolta, differenziata e trasformata. SOLUZIONI?? Costruire i termovalorizzatori, fare dappertutto la differenziata e aprire delle discariche ecologicamente compatibili. MA SE TUTTE QUESTE COSE SI DEVONO FARE, TUTTE….A CHI LE FACCIAMO FARE??? AGLI AUTORI DELLO SFASCIO E DELLA VERGOGNA DI OGGI. Non ho molte speranze…e se l’esercito decide di aprire a tutti i costi la discarica di Pianura, allora può scapparci anche il morto. Nel frattempo, gli abitanti dei comuni indicati come siti di discariche, stanno già cominciando a protestare. Insomma, chissà…forse davvero questi rifiuti dovremo portarli in giro per l’Italia e per l’Europa e pagare a peso d’oro lo smalòtimento. CHE VERGOGNA.

    Ciao/Francesco Scotto/Mone di Procida Napoli


  134. vito

    France¿¿¿¿ auguri per il nuovo ( ragazzo che ti desidera) ciao Vito Punto Fijo


  135. ernesto

    A FRANCESCO SCOTTO:

    bravo !! il proverbio indiano (d’America) dice :
    “Non giudicare il tuo compagno se prima non hai camminato un miglio nei suoi mocassini”.
    Ciao, Ernesto
    Far West (usa)


  136. ernesto ( Stati Uniti )

    Cara LUCIANA CIANFARANI,
    ALLA TUA DELLE 16.58

    ….che non succeda piu’…..dici.
    La prossima volta che la malavita organizzata avanzera’ al governo della Regione Campania, o al Comune di Napoli un altro ricatto, accadra’ di nuovo.
    Ma, ieri,leggendo un libro di un “profeta” (da questa parti in Usa ve ne sono diversi),colpito dalla assoluta certezza con la quale egli confermava l’inizio della III guerra mondiale nel 2008 e andato a vedere un po’ qualcosa scritta dal famoso Nostradamus in proposito e coincidento le due cose (2008 ,inizi fra poco e scoppio
    violento per il prox dicembre)probabilmente il problema SPAZZATURA si risolvera’……un lampo e chi s’e’ visto s’e’ visto. Allegriaaaaaaaa, come Mike.
    Ernesto. P.S. mi spieghi il fatto di : Catch 22 ????


  137. Nicola Trombetta ( Stati Uniti )

    Francesca Buon Anno a te e a tutti i Campania nel Mondo, voglio anch’io in qualche modo esprimere la mia opinione su un dramma catastrofico quale e’ l’IMMONDIZIA.

    Modugno la cantava per la sua Terra,( credo la Sicilia ) chissa se alludeva anche a Napoli a cui era molto attaccato “ Amara Terra Mia, amaraa teeeerra “

    Non solo i napoletani ma tutto il mondo piange lo scempio di Napoli, uno scempio che secondo me non e’ dovuto solo alla politica locale a al Governo centrale, quello di ieri, perche’ di destra , e quello di oggi, perche’ ha paura di perdere Pecoraio Scanio! Veramente pietoso, una volta si alludeva alla canzone “ A cartulin e Napule “ per descrivere le bellezze della nostra Napoli e della nostra Terra, i migliori poeti, storici, popoli di tutte le etnie ne hanno decantato la Sua bellezza e la Sua Felicità , CAMPANIA FELIX. Oggi solo malumore , puzza e infelicità, la nostra Napoli e la nostra Campania deturpata dai nostri politici ambientalisti. A dire il vero anche la gente non e’ che sia tanto elastica nel comprendere la situazione. Non sta a me giudicare qualcosa che vedo e sento da lontano, pero’ mi domando, e la stessa domanda la pongo ai miei conterranei: Dove mettiamo la nostra spazzatura ? se non la vogliamo nelle nostre campagne dove la metteremo? , perche’ non costruire termovalorizzatori e creare energia elettrica per usufruirne localmente ? vi siete mai posto questa domanda : A munnezza che oggi facc’io addo lo port? Me lo mangio rimane? Ecco allora la risposta plausibile se tutti diciamo la stessa cosa di non volere la spazzatura degli altri nelle nostre citta’ o paesi allora bisogna costruire dei termovalorizatori fuori delle citta’ in aperta campagna, fare la differenziata , a chi non rispetta la differenziata bisogna reagire con multe salatissime, e poi ricompensare le comunità locali dove si son costruiti i termovalizzatori con servizi gratuiti, come elettricità, non tasse sui rifiuti, magari meno tasse sugli immobili.

    Pag1of2


  138. Nicola Trombetta

    Continua da pag.1

    Son sicuro che allora tutti vorrebbero i bruciatori nei propi paesi. Questo deve essere fatto con l’aiuto del governo centrale e con l’aiuto dell’esercito perche’ si deve avere il potere di espropriare senza guardare in faccia alla camorra, e commissionando i termovalorizzatori con agenti delle forze armate per evitare che la camorra ritorni al controllo della MUNNEZZA.

    Mi scuso con i miei conterranei, pero’ e’ doveroso parlare cosi’ non si puo’ sopportare la vergogna che noi emigranti dobbiamo ingoiare giorno per giorno, non bastano i nostri problemi, anche la Campania deve metterci il suo. Amici Campani imparate la differenziata; c’e’ tantissima plastica sparsa sul nostro Pianeta che purtroppo non si disintegrera’ mai, ma se trattata anche la plastica e l’alluminio o qualsiasi altro oggetto catalogato da riciclaggio allora vivremo in un mondo migliore con acqua e aria piu’ pulita per noi e per i nostri figli. Non avete paura degli inceneritori, purche’ siano costruiti lontane da zone abitate.


  139. anna -Sao Paulo/Brasile

    Ho adorato i commenti di Alessandro e Giuseppe, tra l’altro aggiunti a quelli di Maurizio.Oltre che ben scritti, sono ben chiari. Se ci mettiamo ognuno a parlare, bene o male che sia, del paese dove viviamo, allora addio comunità italiana, di fatto molti ci vivono da anni ed hanno discendenti in questi paesi.
    Poi grazie alla signora sulla spiegazione delle maiuscole nel computer, non avevo la minima idea.
    un abbraccione
    anna


  140. vito

    Per Luis Romagni Che vive nella bella Florida Che ne sai tu del Venezuela edella Colombia Invece di offendere prova a star zitto e continua a vivere li dove stai Perche due sono le cose o sei scappato via da questi paese o parli solo per parlare come un pappagallo e scusa France Pero questo individuo lo devi richiamare questo Blog non e un Chat che evidentemente lui partecipa molto volgarmente Vito Da Punto Fijo Venezuela.


  141. LUCIANA CIANFARANI ( Stati Uniti )

    Ciao Ernesto,
    certo che la fine del mondo risolverebbe tanti problemi che noi uomini abbiamo creato su questa terra e io spero proprio che dopo tutta questa publicita` globale i governanti d’Italia uniscano buon senso, volonta`, celerita` e forza se necessaria per ottenere un risultato ottimale per tutti gli interessati. A proposito di cosa significa “Catch 22”: una situazione la cui soluzione e` impossibile ottenere a causa di condizioni o regole che la creano, o ciclo vizioso.
    Riferendomi al modo come la maggior parte delle cose vengono svolte dal governo italiano. Un altro caso; la futura ferrovia che collega la Francia con l’Italia, le gallerie italiane che sono trappole in agguato, il ponte di collegamento tra la Sicilia e il continente e potrei continuare quasi all’infinito e quindi il popolo si stanca e diventa apatico o trova soluzioni a volte illegali che poi creano delle situazioni irreversibili, caotiche e incredibili. Come ho spiegato nel mio primo e-mail amo la mia patria e ci ritornero` finche` il Signore mi da possibilita` e finche` non devo avere troppo a che fare con quella maledetta macchina chiamata governo


  142. NORMA PALMIERI ( Stati Uniti )

    SCRIVO QUESTO MESSAGGIO ALLA SIGNORA MARGARITA MORALES DI COLOMBIA, PRIMA DI TUTTO VOGLIO CHIEDERE SCUSA COME ITALO- VENEZOLANA PER PERSONE COME IL SIG. LUIS ROMAGNI, CHE USANO QUESTO SITO PER INSULTARE ED OFFENDERE AD UN’ALTRO ESSERE UMANO SOLO PERCHE NON CONDIVIDE LE STESSE IDEE, QUESTO NON E ACCETTABILE.
    DIRE CHE I COLOMBIANI SONO TUTTI SPACCIATORI DI DROGA, E COME DIRE CHE TUTTI GLI ITALIANI SIAMO MAFIOSI, CAMORRISTI E DELLA N’DRANGHETA,E tutti I VENEZUELANI SONO “FLOJOS”, E COSI NON FINIREMO MAI DI STEREOTIPARE (non so se la parola esiste). ANCHE IO COME LEI HO FATTO TIFO PER I STUDENTI VENEZUELANI, SONO UN ORGOGLIO PER NOI TUTTI, LORO HANNO SALVATO IL PAESE (PER ADESSO) UN SALUTO


  143. lino da phuket

    Ezio ,a torino dicono ratavuloira nelle colline del monferrato diciamo un po diverso,cmq bravo, avanti con i dialetti.
    ah ezio,voglio precisare che io sono nato a verbania lago maggiore poi adottato dal monferrato quindi ho una tradizione come dire…un po ibrida
    avanti con i dialetti
    un abbraccio


  144. Giovanni ( Manaus , Brasile )

    Carissima Francesca e carissimi tutti che leggete,
    ciascuno dice il suo parere ed ha le sue soluzioni piú o meno valide ed applicabili,che io rispetto ed a cui tiro tanto di cappello! Quello che mi sembra di piú positivo é che tutti vorrebbero aiutare a risolvere questo tristissimo e vergognoso problema. Peró gli únici che possono risolverlo sono i “napoletani che vivono a Napoli “.Vedo che tutti assistono ad Anno Zero, a Italia News , a Porta a Porta ecc.- Sapete che il male delle immondizie a Napoli é cronico ! E continuerá ad esserlo se i “napoletani “non lo risolveranno loro , prima nella loro testa ,coscientizandosi su una realtá la cui colpa é strettamente di tutti loro e cominciando a cambiare radicalmente ,prima nel modo di comportarsi su questo argomento fino ad arrivare alla raccolta differenziata ( fatta sul serio,non come oggi : 10 % )ed ad eleggere e poi esigere amministratori o nesti e degni del nome .Le soluzioni esterne sono sempre dei pagliativi che non fanno altro che posticipare il problema ,accomulandolo fino a traformarlo in un fatto insoluzionabile ( non so neanche se esiste questa parola,ma esprime il senso di quello che voglio dire) . Bisogna cominciare dalla coscientizzazione , arrivare all’educazione ed alle elezioni. La maggioranza di quelli che scrivono qui sono figli della Campania. So che duole nel sangue !Ma é necessario girare pagina e cominciare da capo, tutto ! Perché il nord ce l ‘ha fatta ? perché la Germania ce l ‘ha fatta ? Perché i napoletani non possono farcela ? Non si tratta qui di dire che Napoli non é solo puzza ! Noi questo lo sappiamo ! Il mondo lo sa ! Qui si tratta di tirare la puzza da Napoli perché il mondo possa dinuovo sentirlo respirare ,vedere le sue bellezze e sentire la sua fantastica musica assaporando una pizza in riva al bellissimo mare.
    Un abbraccio
    giovanni


  145. E n z o ( Bs. As, , ArgentinaCara )

    Cara nata trevigiana e poi napoletana,

    per nascita, siano corregionali, io a km. 148 più all’est.

    Limmondizia in CAMPANIA.
    Da sempre, pur avendo lasciato l’ITALIA, ho seguito e seguo la situazione politica, economica e socile della mia Patria. Ed in questi ultimi tempi, questa vicenda, attraverso la televisione ed i quotidiani italiani. Con grande amarezza, mi rendo conto di quanto, Voi state soffrendo, per questa colossale emergenza – ma che tale non è perchè si trascina da 14 anni. In questi giorni festivi passati, ho pensato a te ed alla tua gente.
    Sono andato, con la mente, a NAPOLI, SALERNO, CAPRI, CASERTA,ISCHIA, la Costiera AMALFITANA, PONZA, luoghi bellissimi che conosco, per asservi stato piu`di qualche volta.
    Ti dico il vero, non sò rendermene capace, anche se i flah televisivi ed i resoconti dei quotidiani, sono più che eloquenti; è veramente un disastro.

    Come vi si`è giunti.
    Ho cercarto di farmene una ragione. È solo una mia opinione e vale, per quel che vale. Senza, tanti giri di parole,in primis: l’inerzia politica ed anche
    i rinvi sine die ad una definitiva soluzione; di seguito, scarica barile, mancanza di visione strategica e tattica, responsabilità degli organi amministrativi, interessi economici palesi e “OCCULTI” ed in parte, anche dei
    cittadini, molti dei quali non sono esenti da critiche. Mi fermo quì. Ora spero, che con la nomina di ier l’altro delle nuove autorità – che non siano una
    fotocopia delle precedenti,riescano a porre, al fine,
    questo S T I L L I C I D I O.

    La SOLUZIONE? Impegno SERIO di tutti i sopra elencati.
    ILLUSIONE? SPERANZA? CERTEZZA? Non so che dire, solo spero.
    Come straniero che qui vive, non sono in grado di dare esempi o fare comparazioni.

    Scusami se sono stato troppo lungoe forse noioso.

    Ciao, evviva, evviva la CAMPANIA, malgrado tutto.

    Enzo


  146. maria rosaria martinellida Brooklyn, N.Y.

    Vorrei rispondere al sig. Nicola Trombetta a proposito di una canzone di Domenico Modugno, vorrei notificare che il famoso interprete di moltissime canzoni melodiche non era siciliano ma bensi’ pugliese precisamente di Polignano a Mare prov. di Bari. Grazie, saluti a tutti e alla carissima amica del nostro cuore, Francesca. P.S. spero che il signor Nicola non me ne voglia, ho voluto fare solo una precisazione. Con affetto sincero Maria Rosaria Brooklyn,N.Y.


  147. Adriana ( buenos aires , argentina )

    Cara Claudia Roman di USA
    Proprio quello che intendeva dire riguardo a che l’stato non é soltanto i politici senó anche i cittadini.
    Il tuo ragionamento risponde alla mia opinione giaché, credo diplomaticamente e inocentemente ho fatto la domanda tratando di che i cittadini napoletani non si ofendano perche sottolineavo la mancanza dei loro richiami
    Anch’io devo bere una cammomila


  148. Giuseppe (Dal Canada)

    Per Ernesto.
    Scusa se rispondo in ritardo ma ho dovuto lavorare “overtime”tutte le sere.
    come si dice…. fare dell’erba tutto un fascio non mi sembra giusto.(Vedi la nostra valorosa condottiera?)E’ napoletana!!E son sicuro che ci sono tanti altri come lei.Io ho avuto la fortuna di visitare Napoli durante una vacanza con la famiglia due anni fa’e un po’ di paura c’era…. (dovuta alla reputazione dei Partenopei)pero’ devo essere sincero ho incontrato napoletani molto cortesi e disponibbili ad aiutari difatti il propietario della pizzeria dove abbiamo mangiato una squisita pizza napoletana, si e’ scomodato per venirmi a mostrare la via per ritornare all’Hotel. Poi si sa’ che le pecore nere sono dovunquee, sono quelle che fanno fare brutta figura a tanti altri cittadini onesti.Poi se e’ vero quel che apprendo da tutti i messagi letti lul blog che e’ la camorra che controlla tutto e allora bisognia avere un po’ di comprensione… forse ache noi ci comporteremmo allo stesso modo.Se tu ne hai il tempo ti vorrei suggerire di visitare il sito del corriere della sera dove ci sono alcuni video a riguardo e forse cambierai idea nei loro riguardi(Basta digitare sul motore di ricerca google “CORRIRE DELLA SERA.IT”)e ti apparira’ la paggina.Si dice che non si possono insegnare nuovi “tricks”a un vecchio cane? Io penso che con un po’ di motivazione da parte delle autorita’ competenti tutto e’ possibile!!ciao, un saluto a tutti.
    Ciao Franchina.!
    P.S.quel che vorrei vedere sarebbe un bel concerto all’aperto da parte di tutti gli artisti napoletani in solidarieta’per tutta quella povera gente abbandonata da Dio e da tutti! (come tutto il resto del sud Italia.)


  149. Camillo Benedetto ( Udine , Italia )

    Cara Francesca,

    ritengo che il dialetto sia molto importante per qualsiasi lingua. Sia essa italiana o straniera.
    Io vivo da molto tempo in Firuli ma girando il mondo ho potuto conoscere molte persone.
    Stando quì o stando all’estero ho capito che certe espressioni dette in dialetto hanno molto più significato così che tradotte poi nella lingua madre.
    Ci sono certi termini che non si riescono nemmeno a tradurre nella lingua madre.
    Conoscere e apprezzare il dialetto è molto importante.


  150. facinelli ( renzo , italiana )

    ho trovato per caso ‘Pronto Francesca’ e ho letto alqune storie di Luciana Cianfarani che ho trovato interessanti e condivido pienamente.
    Sono trentino e sono stato anch’io a lavorare all’estero,ciao a tutti
    facinelli renzo


  151. luca ( vicenza , italiana )

    ciao francesca,mi chiamo luca e vivo a vicenza,sono il fratello di romina che vive in virginia,volevo far sapere a mia sorella che ultimamente sono stato a napoli e piano piano le cose stanno tornando alla normalita`per quanto riguarda la spazzatura,il centro di napoli e` pulitissimo quanto mai,la gente adesso sta` respirando aria piu` pulita,stanno facendo tante belle cose a napoli,piu` parchi pubblici,lungomare pulito,nuove linee metropolitane che si collega con tutta napoli,cosi` la gente fara` a meno di prendere l`automobile che inquina tanto.Comunque napoli restera` senpre nel mio cuore,sia come cittadino e sia come tifoso del napolicalcio un saluto a tutti i napoletani nel mondo e un forte abbraccio a mia sorella romina che mi manca tanto ciaoooooooo…..


  152. emanuele ( napoli )

    malgrado tutto Amo profondamente napoli è la mia terra la amo con tutto me stesso basta andare a posillipo altri posti è vedere una veduta indescrivibile..ciao


  153. mlm lead ( Saint Ptersburg , Russian Federation )

    [url=http://blend.gatewaycc.edu/members/Mlm_2D00_Leads/default.aspx]lead generation[/url]


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili