prontofrancesca.it

ProntoFrancesca.it

giovedì, 27 dicembre 2007
CUORE CARTACEO

img_1477.JPG

Inizio con una piccola confessione: mi siete mancati tutti molto in questi giorni nonostante “l’ammuina” del mio Natale Napoletano. A tale proposito rispondo a IGNAZIO GIUNTA, da Porlamar in Venezuela che mi chiede di spiegare il significato di questa parola. Presto fatto: l’Ammuina, caro Ignazio, per me non è altro che la confusione, intesa in questo caso in senso positivo come una rumorosa allegria.  In verità sono tornata a casa ieri, ma ho deciso di dedicarmi per un giorno intero ad una attenta lettura dei vostri commenti, rispondendo per quanto possibile a tutti, cosa che spero riuscirò a fare anche nelle prossime ore. E’ infatti molto importante per me fare in modo che quanto scrivete in questo spazio non resti solo scritto, ma possa poi essere condiviso con me in alcune considerazioni anche personali. Leggendo i vostri commenti, sto provando una gioia immensa  nel vedere che avete centrato in pieno quella che io desideravo nel mio intimo, diventasse la “missione” di questo mio progetto: creare un ponte tra me ed i tanti italiani nel mondo, ai quali non sempre (anzi direi quasi mai!) si dedica uno spazio libero di confronto e dialogo diretto. Come  ho accennato qualche giorno fa, inizieremo a breve ad occuparci di temi importanti, delle problematiche comuni ai tanti italiani nel mondo, delle  esigenze e priorità, senza però abbandonare il lato umano e  sentimentale, che a mio parere è ugualmente sentito da tutti voi, anzi tutti NOI!  E proprio per rimanere in tema di sentimenti rispondo a PIERINO ROSSI, da Toronto, in Canada che scrive “In queste ricorrenze non posso non ricordare le letterine di Natale, che la nostra maestra ci faceva scrivere a scuola e poi dovevamo nascondere furtivamente sotto il piatto di mio padre e di mio nonno prima che cominciasse il Natale….”  Questo tuo ricordo Pierino mi fa pensare che  la gioia che sto provando nel sapere che ormai da dieci giorni sono riuscita attraverso lo strumento telematico a ritrovarvi, viene in parte offuscata dal sapere che purtroppo molte persone che mi hanno seguito e  voluto bene per anni e che sono diventate nel tempo miei I MIEI AMICI DI PENNA, non avranno modo di essere insieme a noi. Molti di voi sapranno che ho sempre dichiarato di essere “cartacea”, anche se ormai che mi sto lentamente avvicinando alle nuove tecnologie, capisco che una cosa non esclude l’altra. Il mio amore per le lettere è nato da piccola, quando (pensate un pò cosa mi sto ricordando) scrivevo dei brevi racconti che poi vendevo a mia madre per la modica cifra di 100 lire….. erano più o meno gli inizi degli anni ’70. Ma se è vero che il primo amore non si scorda mai,  è pur vero che l’emozione che provo nello scrivere a mano di mio pugno una lettera, è direttamente proporzionale a quella che provo nel riceverla. Proprio per questo motivo, ho iniziato ad avere una corrispondenza amichevole con tanti italiani nel mondo, che a volte mi hanno persino confidato che non scrivevano una lettera da più di quarant’anni. Inutile dirvi che si tratta maggiormente di persone che non hanno dimestichezza con la tecnologia o che non possono permettersi l’acquisto di un computer e che nello scrivermi, hanno superato l’imbarazzo di errori grammaticali, raccontandomi spesso di avere frequentato le scuole fino alla terza elementare, per poi dovere andare a lavorare. Non vi nascondo che leggere queste lettere mi commuove profondamente: lettere scritte su fogli di quaderno con scrittura tremolante, lettere intrise di una poesia difficile da spiegare. Lo sai bene tu Angelina, che ogni settimana, scrivi ed attendi mia corrispondenza. ANGELINA D’ARCO è una giovane Signora di 82 anni. Tra me ed Angelina è nato un amore “a prima lettera”, da quando ha iniziato a scrivermi della sua vita, di quando nel 1954 è emigrata in America, lasciando l’isola dove era nata e cresciuta: Ponza. Ormai Angelina vive nel Bronx, trascorre le sue giornate a casa, esce di rado per andare a messa o sbrigare piccole faccende. Angelina guarda tutto il giorno la televisione e si dedica alla scrittura. In queste ultime settimane Angelina mi ha scritto di essere preoccupata per me, il mio futuro, il mio lavoro… Ho provato a spiegarle che ho creato un mio blog e che sto ricevendo molti contatti, ma Angelina, giustamente, non capisce bene l’importanza di internet, perchè non sa cosa vuol dire questa parola e non ha mai avuto un computer. Badate bene, non sto dicendo che tutte le persone dell’età di Angelina non scrivono e-mail…. anzi!!  Però ho pensato di fare una sorpresa a chi come Angelina ha un cuore cartaceo inviando qualche giorno fa un pò di lettere, che spero arrivino al più presto a destinazione, magari riuscirò a fare incontrare “nuovi” e “vecchi” modi di comunicare…… vedremo!! Ed ora due riflessioni importanti: A. MARGARITA MORALES da Igabuè in Colombia, scrive ” Vorrei raccontare che in Colombia tutti stiamo col cuore in gola aspettando che si avvera la liberazione di Clara Rojas, suo figlio Emmanuelle e la Signora Consuelo Gonzales. Sarebbe bellissimo per noi colombiani che abbiamo sofferto da tanto tempo il flagello del sequestro”. Ti ringrazio Margarita per avere condiviso con noi il tuo pensiero e ringrazio anche GIANNI F. da Boston, Stati Uniti, che si rivolge a tutti noi con un messaggio ai genitori di Iole Tassitani ” Vorrei porgere a nome mio e di tutti gli italiani all’estero le nostre sentite condoglianze mandate dal cuore”…….  A questo punto non ho niente da aggiungere, ci sono pensieri che si commentano da soli o forse non basterebbero migliaia di pagine per commentarli!!!

93 Commenti a “ CUORE CARTACEO ”

  1. da Giuseppe, Norwalk, CT, USA

    Ciao Fancesca,
    Non avevo sentito la parola “ammuina” da molto tempo.
    pur cio` io ne faccio molte di ammuine. I miei amici mi chiamano chiacchiarone. Mi ha fatto piacere che hai passato un bel santo Natale.
    Ciao per adesso, e nt’ammuina` assai a Capudannu.
    Joe!


  2. POSITANO RECORDS

    Sono arrivato al sito solo da pochi giorni, navigavo in internet in cerca di spazi appropriati dove inviare un’e-mail che parla di un ragazzo e di una sua canzone, non ricordo neanche come, se da America Oggi o da ICN radio, fatto stà che una volta arrivatoci poi mi sono pure iscritto.
    Avevo ricevuto già due inviti attraverso e-mail di lasciare un commento all’articolo appena inserito, ma preso dagli avvenimenti in cui mi ritrovo, non vi ho prestato la dovuta attenzione.
    Oggi che l’articolo ha nel titolo inserito la parola “CUORE” non poteva non portarmi sin qui ed a leggere di cosa si trattasse.
    Quindi ho letto l’articolo – per questa volta le considerazioni che né ho tratto me le tengo riservate – e alla fine vedo questa donna, affascinante e sorridente, che si appresta a imbucare tutte quelle lettere e ho deciso di scrivere questo commento per dirvi: “Beati e fortunati voi, uomini e donne comprese, che riceverete quelle sue lettere che parlano di sentimenti che partono dal cuore”!


  3. Gabriella Tami

    Purtroppo, cara Francesca, se tutte quelle lettere che hai in mano dovessero arrivare in Venezuela… dovresti aspettare ben seduta e comoda per ricevere almeno una risposta !! Ti sembra incredibile, vero, che un paese taaaaanto ricco come questo debba avere dei servizi pubblici di 2 secoli fa. Si smista a mano, si buttano le lettere in grandissime saccoccie che vengono distribuite da Caracas alle diverse cittá del Venezuela e… dove vanno a finire poi ? Non si sa, quello che so é che a casa non arrivano. E se, per caso, mi veniva in mente di mandare una fotografia per far contento qualche parente, oltre a metterci tanti francobolli, questa non arrivava a destino !
    Sicché io son ben contenta di questo nuovo sistema di comunicazione “istantaneo”.
    Quando ero giovanissima, i miei genitori mi hanno mandato in collegio a Firenze (mio padre non voleva festeggiarmi i 15 anni in Venezuela, festa tipo “matrimonio” per “presentare la figlia in societá” allo stile spagnolo!). Io scrivevo a macchina lunghissime lettere e, imparando la dattilografia, lo facevo senza guardare i tasti ed andavo velocissima. Due volte la settimana partivano le mie lettere di 4-5 pagine, quasi un Diario di tutto quello che facevo e studiavo e vedevo e gioivo o… piangevo! La mia “calligrafia” e quella di mia madre erano sempre le stesse, quelle della macchina da scrivere. Ma se, per caso, lei mi scriveva adoperando un’altra macchina… mi sembrava che non era lei. Vedi? Anche la “calligrafia” ha un senso di… tenerezza, di affetto, di ravvicinamento e sapevo subito che era la MIA Mamma che mi scriveva, anche lei, 2 volte alla settimana, facendo i commenti delle lettere che le erano arrivate fino a quel momento. Non si aspettava la risposta… si chiacchierava attraverso la nostra corrispondenza che… poteva anche metterci piú di 15 giorni in arrivare ma… ARRIVAVA ! BUON ANNO, carissima, caso mai decidi di prenderti qualche giorno per te stessa ! Noi siamo qui che ti leggiamo con piacere!


  4. Rodolfo Cesarini

    Buenos Aires 27/12/2007…… Cuore cartaceo.
    Tutti i giorni dopo il pranzo accendo la mia compiuter,
    e comincio a svolgere la mia attivitá telematica, è una passione nata nell’anno 1984 in Yaciretà, nel confine dell’Argentina e il Paraguay dove la Impregilo
    (italiana) haveva cominciato a costruire la diga sul fiume paraná, dove ho lavorato 10 anni. In cuell’epoca
    il compiuter giá maneggiava tutti i programmi di lavoro, ancora non hera apparsa la internet. Oggi giorno già pensionato mi coinvolge una grande allegria sentirmi dell’epoca vissuta e la presente, sapendo que posso affrontare e approfittare tutta la nuova tecnologia senza spaventarmi. Io provo una gioia infinita scrivendo cueste rigue que mi legano a tutti i miei cari e anche a Voi in cuesto momento, il “cuore cartaceo” non è sparito ancora esiste e conserva tutte le cose que la vita gli ha insegnato, come Tu dici senza abbandonare il lato umano e sentimentale.
    Io come buon romano ne so abbastanza di cueste cose, l’ho scritto nella prima nota que ti mandai tre anni fà
    a ” Sportello Italia” un cocomero nel giannicolo gli costò alla mia mamma per convincermi per partire da Roma ed Io havevo solo 18 anni, in marzo del 2008 compio 78 anni e penso lo stesso, ciao a te e la tua staff.
    Rodolfo Cesarini, Buenos Aires, Argentina.


  5. Stefano Mollo

    … che bella foto con 2 simboli di Italianità: Tu Franci con il tuo bellissimo sorriso e la Cassetta delle Lettere …. Non che non ci siano le “mailbox” in altri posti, ma rivedere la “NOSTRA” Cassetta delle Lettere, bella, rossa, inimitabile, dove anche io imbucavo le lettere quando ero giovinetto …. Viva la Cassetta delle Lettere.

    Stefano.


  6. Stefano Mollo

    Per Ignazio Giunta:

    Ignazio, l’ orario che vedi sotto il tuo nome dopo aver inviato il commento, è l’ ora attuale in Italia.
    Se tu scrivi un commento alle 6:30 p.m. del Venezuela, vedrai che il commento appare scritto alle 00:00.

    Questo perché il fuso orario fra Italia e Venezuela è di 5 ore e 30 minuti.

    Devi inoltre considerare che in Italia si usa il sistema delle 24 ore (dove la mezzanotte è indicata con 00:00 e le 11:59 p.m. sono indicate come le 23:59) invece del sistema A.M. – P.M. usato da noi nelle Americhe.

    Lo stesso vale per (esempio) l’ Australia, solo che i canguri sono avanti rispetto all’ Italia di 7 o più ore, dipendendo esattamente -dove- in Australia ….

    Ti suona complicato?
    Non ti preoccupare, … lo è.

    L’ importante è sapere che l’ invio/ricezione/pubblicazione del commento, è immediato. Quindi non ti preoccupare e non pensare che tuo PC stia male….

    Tanti saluti da Stefano, Guayaquil, Ecuador, alle 4:30 p.m. di Guayaquil.

    Ciao.


  7. lino da Phuket

    Ben tornata Francesca,noi sempre qui,ad aspettare le novita’.volevo chiederti una cosa ,se ne sei al corrente:ieri su rai international hanno fatto il resoconto dei soldi dati per lo tzunami,qui in thailandia,non e’ arrivato nulla,ne sai niente tu?io ho salvato la vita,ma ho perso quasi tutto,non chiedo nulla per me,ma per tutta quella povera gente che si e’ indebitata con le banche per rimettere in piedoi i loro piccoli business di bancarelle e ristorantini.In altri posti,hanno pensato a scuole asili e opere pubbliche,ma i privati che hanno perso tutto cose e parenti,che ne e’ stato?
    un abbraccio alla prossima


  8. lino da Phuket

    AH dimenticavo…BUON ANNO


  9. Adriano

    Cara Francesca, questa notizia mi spiace moltissimo. E realmente una bruta notizia.
    Ho visto l’intervista che ti hanno fatto a Brooklin dove raccontavi in una magniera elegante quello che ti è succeso.
    Non potrei credere quella ragione della età. Sarebbe assolutamente assurda! Tu eri, sei e sarai la donna più bella che RAI International ha avuto nello schermo! E sopratutto, una delle più intelligenti.
    Ma lasciam perdere, tu sempre sarai la nostra Francesca. Nostro referente indiscutibile.
    Ti mando un bacione enorme. Ti seguiremo in quello che vorrai fare.

    Adriano D’Ambra.

    Ho spedito la tua lettera a tutti i miei conoscenti per seguirti. Anche al mio amico e proff d’italiano Marcello Castro Martino (credo che ti ha già scritto).


  10. Adriano

    Scusate, ho dimenticato lasciar la mia città di residenza.
    Vi scrivo da Mar del Plata, Argentina…
    Saluti a tutti…


  11. Burnett Brown

    Merry Christmas, Francesca (Buon Natale). Christmas was December 25. (Martedi,il 25 dicembre).


  12. maria rosa

    ciao tutti, sono Maria Rosa di Lujan Argentina, anche a me mi piace tanto scrivere lettere, sai Francesca ho pensato che di sicuro Angelina sarebbe felice di recivere cartoline di tutto il mondo, se mi dai líndirizzo le scrivo, baci a tutti


  13. giuseppina chinnici

    ciao francesca grazie tanto che mi fai sapere di scrivere aquesti siti qui egiovedi esono le 17.41 di pomeriggio del 27 dicembre niente ricambio gli auguri atutti gli italiani nel mondo particolari ate e grazie di aver fatto questo dialogo con noi italiani nel mondo ciao un abraccio ok da leamington ontariojosephine chinnici
    canada


  14. Ezio Laveriotti

    Hola Francesca, prendendo spunto dalla ponzese Angelina del Bronx ti anticipo e ti do la risposta ad un argomento banalíssimo ma che sara’ d’attualita’ fra un paio di mesi. “cosa farai nelle vacanze?” Risposta: “verro’ in Italia a Giugno per tre settimane, e dal 15 al 22 saro’ in quel di Ponza in barca con un gruppo di amici. Quindi domanda idiota e banale a una ponzese d’adozione: dove si mangia veramente bene e/o tipicamente ponzese? Sembra una “tontera” ma quando, qui a Manuel Antonio, mando i miei clienti al “Banana Club” ritornano entusiasti. E’ una sorta di circolone rionale, poco piu’ di una bettola, dove i turisti non mettono piede perche’ non e’ nelle guide ed e’ fuori mano, ma chi vuole mangiare bene “Tico” e respirare la vera aria del Costa Rica e’ li che deve andare.
    Ciao Ezio


  15. Laura Nigro

    ciao Francesca e ciao a tutti,
    Francesca, grazie per avermi risposto e sono contenta che ti sia piaciuta la mia idea. Leggendo i commenti del Blog mi sento molto piccola nei miei problemi quotidiani e nella mia ‘solitudine’ qui a Perth in Australia. Mi rincuora vedere che c’e` ancora tanta solidarieta` e amore per il mondo. alla televisione si sentono solo brutte notizie, e il mio lavoro ha a che fare solo con brutte notizie che a volte mi fa pensare ‘ma che cavolo sta succedendo al mondo?”
    Parlando di lavoro sto in ufficio quindi devo ‘chiudere’ ma vorrei dire che se vuoi passarmi l’indirizzo di Angelina le scrivero` con gioia o se vuoi le puoi passare il mio.
    Un augurio a tutti per un sereno anno nuovo
    un bacione
    Laura
    Australia
    ps. La tua foto e` bellissima!!!!!


  16. ilena

    Cara Francesca,
    dal numero dei commenti lasciati non si puo dire che gli altri siano indifferenti alla tua vita, e se tutto questo succede è perchè lo mèriti!…hai passione perciò che fai e questo non può non essere notato. Sai, partecipare emotivamente alla tua avventura ci fa riaffiorire quelle emozioni, che grazie al tuo blog, riusciamo a condividere assieme a te, come se le vivessimo anche noi. Un “in bocca al lupo” per il tuo cassetto dei sogni che si è aperto e complimenti per la forza che trasmetti…e sopratuto per l’ammuina che trasmetti…tutti siamo con te!!!
    Un grosso abbraccio e un bacione da
    ilena-Guanare (Venezuela)


  17. da Giuseppe, Norwalk, CT, USA

    Franci,

    la parola “AMMUINA” da oggi in poi deve essere adottata da tutti gli Italiani all’estero come il nostro motto. Ho navigato il WEB e ho trovato il seguente regolamento:

    Regolamento della Real Marina del Regno delle due Sicilie del 1841

    Art.27. “Facite Ammuina”. ‘All’ordine Facite Ammuina: tutti chilli che stanno a prora vann’ a poppa e chilli che stann’ a poppa vann’ a prora: chilli che stann’ a dritta vann’ a sinistra e chilli che stanno a sinistra vann’ a dritta: tutti chilli che stanno abbascio vann’ ncoppa e chilli che stanno ncoppa vann’ bascio passann’ tutti p’o stesso pertuso: chi nun tiene nient’ a ffà, s’ aremeni a ‘cca e a ‘ll à”.

    N. B. : da usare in occasione di visite a bordo delle Alte Autorità del Regno.

    AVVISO A TUTTI GLI ITALIANI NEL MONDO
    E noi lo dobbiamo usare per far sentire le nostre voci alle autorita` della RAI, cosi un giorno si sveglieranno and smell “il profumo del cafe` espresso” e nomineranno la nostra Francesca direttrice della RAI International.(che bel regalo dalla Befana)

    So let us make noises e facciamo tutti “AMMUINA” pe’ Francesca. Facciamogli sentire la nostra “VOCE”.

    E siccome la maggioranza di noi emigranti proviene dal Regno delle due Sicilie, dobbiamo osservare questi regolamenti.

    N.B.
    “mi avevono detto che panettone e baccala` erano eccitanti” e non devono essere ingestiti insieme, senno` s’ ammuinono le cerevella.

    E` verita`!!!


  18. Pasqualino Chianetta

    Carissima Francesca ti ringrazio per aver risposto ad un mio commento in riferimento ad ” Una Lunga Pagina Bianca per Voi…”forse tale commento non si riferiva alla tua ultima lettera, pero’ per impegni di lavoro non mi e’ possibile spendere molto tempo davanti al mio computer cosi ho aperto una “New File” solo per il tuo programma,prima leggo la tua personale lettera,sempre piacevole e interessante, poi immagazzino tutto il tuo programma e lo faccio mio con qualche giorno di ritardo , con piu’ calma e piu’ attenzione.Chiarisco : sono gia’ scritto al tuo sito sin dalla tua prima lettera (17 dicembre ), recentemente ho allegato anche il mio indirizzo, penso che la data non occorre poiche’ viene trascritta automaticamente dalla e-mail.
    Vorrei dare un commento su questa tua “Cuore cartaceo ” me lo riprometto di farlo al piu’ presto!
    Permettimi una considerazione personale: come fai a trovare il tempo necessario per organizzare,leggere e rispondere a tutti i commenti e lettere che ricevi?
    Non e’ che per caso la tua giornata e’ di 36 ore ?
    Dai, rinbocchiamoci le maniche ed andiamo avanti come una fiammante Ferrari!
    Dato che ti e’ piaciuta la poesia dell’Angioletto te ne voglio dire un’altra che penso ti sara’ di tuo gradimento:
    ” Gli Amici sono Angeli silenziosi che ti aiutano a rimetterti in piedi quando scordi di volare ”
    Interessante non credi ?
    Un abbraccio ed a risentirci al piu’ presto
    Pasqualino Chianetta
    Lyndhurst, New Jersey


  19. francesca verde

    Bellissima Francesca sei stupenta in quella foto sai cosa devi fare quelle lettere mantele tutte a me saro io il tuo postino a distribuire a mano a tutti agli italiani che vivono a MELBOURNE AUTRALIA perche ce ancora tanti anziani che ti potrebbe scrivere peche non conoscono altro senti cara ben tornata tra noi quanto io andavo a scuola di nascosto della maestra ci scrivevamo qualche letterina damore e cera una particolare che diceva cosi come ledera si attacca al muro cosi il mio cuore si attacca a te cosi e adesso per te non siamo noi anon poterci libberrare di te sarai tu a non poterti libberare di noi saremo ledera con qulle radici profontissimi indrustiggente perche sei la persona piu amata da noi che ci tro viamo allestero ora mi approfitto e vorrei fare i mie piu cari auguri a tu tti gli italiani del monto e non mai dimenticare Francesca Alderisi che ci sta addare una nuova vita e una grante voglia di vivere e ancora grazzie di cuore a te Francesca e uno abbraccio forte da me Francesca di MELBOURNE AUSTRALIA


  20. Patricia Lucio ,Bs.As.Argentina

    Ciao carissima Francesca,

    hai avuto un’altra bella idea ! È vero non tutti hanno dimestichezza con la tecnologia (anch’io appena mi sto avvicinando)o non possono permettersi l’acquisto di un computer,ma quello non significa necessariamente che non ti possano raggiungere per questo medio perciò vorrei aggiungere un’altra possibilità.
    Mi spiego meglio forse raccontandoti brevemente una mia esperienza.
    Una mia cara amica, Anita (splendidi 76 anni), voleva mettersi in contatto con una pubblicazione della Comunità Chersina sita a Trieste e come anche da noi la posta cartacea non è del tutto affidabile ho cominciato a inviare io, dal mio indirizzo mail, le sue lettere con i suoi interessantissimi racconti di vita . E non solo, anche è riuscita a contattarsi con i suoi compagni di scuola è una delle sue insegnati! Figurati la emozione!!
    Così è nata questa esperienza che noi abbiamo chiamato un po’ scherzosamente “operazione ponte di amicizia”
    Adesso siamo diventati tutti amici, tramite il mio computer ho fatto vedere a Anita le foto della sua amata Cherso che come tu sai ormai appartiene alla Croazia.
    La sua vita è stata molto difficile, per primo è diventata orfana, alla età di 11 anni, dopo esule e finalmente emigrante, non ti puoi immaginare la gioia che ha sentito quando si è ritrovata con i suoi cari.
    E anche tutti noi abbiamo provato gli effetti di condividere con gli altri,perché quando un dono (e il privilegio di avere un computer è un dono di Dio, secondo me)viene condiviso, tutti i beni si moltiplicano.
    Forse a te,Francesca, che sei cosi creativa ti viene in mente come mettere a punto questa idea di creare una rete di piccoli “ponti di amicizia”, magari se ognuno di noi prende un “amico di penna” e trascrive le sue lettere sul computer sarebbe un modo semplice di avvicinarlo al mondo telematico e al tuo magnifico progetto. Che ne pensi? Fammi sapere.
    Un bacione e a presto,

    Patricia Lucio


  21. Patricia Lucio ,Bs.As.Argentina

    Per Stefano Mollo(auguri arretrati per l’onomastico!) e anche per Claudio Vinci:come sono andati i panettoni?
    Per Claudia Roman se ancora hai problemi per trovare la farina scrivimi che ti commento qualcosa sul tema.
    Un abbraccio a tutti!!

    Patricia Lucio


  22. Claudia Roman

    Ciao Francesca,
    si, evviva la cassetta della posta! Sono daccordo con Stefano, che nostalgia rivederla!
    Francesca, inconsapevolmente ci hai mandato in questa bella fotografia un pezzetto di vita quotidiana italiana. Sai Francesca, e’ una cosa strana la nostalgia e non e’ vero che il tempo la mitiga,anzi.
    All’inizio mancano le persone care, la tua casa ma poi piano piano quasi come una lenta malattia ti accorgi che ti e’ entrata dentro le ossa e ti mancano cose che facevano parte della vita quotidiana a cui non davi importanza, anzi magari infastidivano. Rivedere anche in una foto una via familiare, un mercato, un cibo che da tempo non si mangia perche’ non c’e’, una Fiat 500, una lavatrice o una cassetta della posta a noi italiani all’estero commuove.
    Per noi parlare poi dei profumi, odori e rumori………….quando vengo in Italia vado sempre in un supermercato e li’ col carrello semivuoto ascolto il chiaccherio della gente che parla la mia lingua. E’ un “rumore” che mi manca molto. Poi compro tutti i cibi che non mangio da tempo e mi faccio una bella abbuffata!
    Percio’ Francesca ti chiedo di mandarci piu’ foto cosi’,con te sorridente e che so una lavatrice italiana, un mercato con tutta la gente che compra, un parcheggio, una panetteria e cosi’ via.
    Grazie ancora Francesca perche’ da quando hai iniziato questo blog posso finalmente scrivere nella mia amata lingua e grazie per avermi risposto.
    Claudia, Jacksonville-Florida USA


  23. Carla bellotti

    Ciao Francesca,ma che simpatica foto che hai pubblicato sul sito!!!!!
    Spero proprio che tu abbia passato un Buon Natale in famiglia,ma adesso tienici compagnia perche’ ci sei mancata!
    Le lettere cartacee mi sono molto simpatiche perche’ mi ricordano i tempi in cui avevo il fidanzato militare a Padova ed io abitavo a Como.Tutti i giorni mi arrivava un “espresso”(inteso per lettera) con tante paroline dolci e gentili,ora sono passati piu’ di 40 anni ci siamo sposati e stiamo ancora insieme soli,lontani dall’Italia ma contenti di fare vita da pensionati ma non certo sedentari ,perche’ ogni giorno inventiamo qualcosa da fare come appunto andare sotto il mare a salutare i nostri amici pescetti e non.Ma ora con la tecnologia e’ tutto piu’ veloce si sa ,ma bisogna considerare anche chi non ha la possibilita’ di conoscere tutto questo percio’ aiutiamoli con la nostra posta cartacea,saro’ ben lieta di scrivere cio’ che capita qui a Bali in Indonesia,ci sono cose interessanti da raccontare.Mando un abbraccio a tutti gli amici di tutto ilmondo e a te in particolare carla bellotti


  24. Luigi e Piero Ct Usa

    CIAO A TUTTI VOI AMICI, ITALIANI SPARSI NEL MONDO, IO E MIO FRATELLO VOGLIAMO COGLIERE L’OPPORTUNITA’ PER RINGRAZIARVI DIRETTAMANETE CON UN CALOROSO ABBRACCIO UN GRAZIE DI CUORE DA PARTE NOSTRA, PER I COMPLIMENTI CHE AVETE FATTO ALLA NOSTRA CREATIVITA’ CHE ABBIAMO MESSO SU’, NEL NOSTRO SITO, FA VERAMENTE PIACERE SENTIRLO DA TUTTI NOI ITALIANI E COME UNA GRANDE FAMIGLIA,POI E LA NOSTRA CREATIVITA E LA NOSTRA CULTURA ‘DI NOI ”ITALIANI”, CHE TRIONFA E CHE CI INVIDIANO TUTTI,CI SEPARA DA TUTTI IL RESTO DEL MONDO SIAMO UNICI E RISPETTATI LO DICO DA VERO ITALIANO CHE VIVE NEGLI STATES DA ORMAI 20ANNI NON SARO’ MAI ALTRO CHE UN ITALIANO VERO,MANTERRO’; LA MIA VERACITA’ CALABRESITA’E TESTARGINE CHE FARA’ BENE COME RIFERIMENO DI ESSERE ORGOGLIOSO DI ESSERE ITALIANO .FORZA ITALIANI MANTENETE LA CULTURA CON I VOSTRI FIGLI E NIPOTI LA PROSSIMA GENERAZIONE NE AVRA’ BISOGNO, E IL NOSTRO RAMO A CUI CI POSSIAMO AGGRAPPARELA PROSIAMA GENERAZIONE PER MANTENERCI ANCORA PIU SU”’BACI E ABBRACCI ….VI AUGURIAMO UNA FELICE VITA. http://WWW.PIRRIHAIRGROUP.COM


  25. angelina Testa Rossi (Can)

    Ma é veramente interessante, e, commovente, sapere che c’é tanta gente che ha bisogno di comunicare con qualcuno di cui fidarsi,che ispiri fiducia,che …legge la corrispondenza,che risponde: sei brava Francesca. Complimenti a tutti tutti coloro che scrivono,e, che scrivono veramente bene, é un piacere leggere.
    saluti saluti


  26. Aldo Mosello

    Cara Francesca,
    forse i nostri connazionali non sanno che la nostra TV italiana é tra le migliore tre rete televisive del mondo!Rai International é un misto delle tre testate-(Rai 1-Rai 2 Rai 3 )píu un succo di altre partecipate.Consiglio il signor Stefano Mollo e i sigg.Franco e Tony del N.J-USA se vogliono vedere il meglio della Televisione Italiana-GRATIS.di collegarsi su internet e cliccare su RAI CLIK.Avete il meglio delle tv mondiale.Dalla Fiction alla Commedia dal Drammatico al Poliziesco dallo Storico alle Soop.
    Tutte e tre i TG in tempo reale.Consiglio di collegare internet alla TV e se il TV e quello a 48/50 pollici avete il vero cinema italiano in casa.
    Se volete vedete la TV di medioset fate la stessa cosa
    collegatevi su internet e seguite le informazioni di come collegarvi-La TV 7 trasmette normalmente il famoso
    “Processo di Biscardi” io dal Brasile lo vedo normalmente attraverso internet.Inoltre per gli amici che amano vedere Striscia la notizia ed il programma
    Top di Crozza-tutto sulla Satira si possono collegare su youtube- oppure W.LA 7.IT/Crozza –LA 7 .IT spero di essere stato utile a tanti italiani che amano vedere
    il bello della TV e non solo -ma ci sono molti programmi culturali.A presto un saluto a tutti gli italiani del mondo ed in particolare ai miei corregionali “Calabresi”-FORZA REGGINA
    Aldo Mosello Curitiba Brasile


  27. ignazio giunta

    Cara Francesca,

    Ti ringrazio per chiarirmi il significato della parola
    “ammuina” mai avrei pensato, che fosse quella la traducione, ho imparato qualcosa di nuovo, e altrettanto interessante.
    Adesso voglio toccare il caso Colombia,di cui Margarita
    Morales fa riferimento, noi qui que viviamo a l`altro
    lato de la frontira, siamo solidari con voi fratelli
    colombiani, appoggiamo e condividiamo l`immenso sforzo
    civile e militare, diretto personalmemte,dal Presidente
    Hugo Rafael Chavez Frias, con partecipacione e appoggio
    diretto di 8 Paesi:Colombia, Bolivia, Ecuador,Brazile,
    Argentina,Nicaragua, Francia, e il più importante Venezuela. Alvaro Uribe,Presidente di Colombia ha aurorizato a la Forza Armada venezolana, con 2 Aeri e 2
    Elicotteri,a riscattare e liberare i prigionieri,de la FARC. L`esistenza della Guerrilla in Colombia, e già da
    tutti conosciuta, inoltre è un problema Politico interno
    Voglio dire con questo que in Europa,sicuro che anche in
    Italia , il discorso è un`altro, o no si conosce tutta la verità, chi sa per interessi di potere o politici. Così che Margarita sto con te e misolidarizzo con il popolo Colombiano.Ciao a tutti amici,
    un abbraccio a te Francesca.


  28. GAETANA

    CARA FRANCESCA TI SCRIVO DALL’AUSTRALIA, DA MELBOURNE. SAI ANCHE A ME PIACE RICEVERE POSTA ,MA MI SONO ( COMPUTIRIZZATA )VIVIAMO IN AUSTRALIA DA 38 ANNI, MA NEL CUORE SIAMO RIMASTI ITALIANI AL CENTO PER CENTO.PER IL MOMENTO ABBIAMO MOLTO CALDO,IN APPRESSO, TI FARO SAPERE DI PIU. QUESTO DIALOGO CHE VUOI FARE CON GLI ITALIANI ALL’ESTERO SARA MOLTO INTRESSANTE, NON VEDO L’ORA DI RIVEDERE IL TUO VISO PER TELEVISIONE.(MANDEREMO C,CINQUETTI DI NUOVO A CANTARE.BUON ANNO A TUTTI.


  29. Tony Pasquale

    Cara Francesca Complimenti per il Sito e` sicuramente del tuo stile..brava..un caro saluto con L`Augurio di un felice,prospero,e` sano Anno Nuovo.

    Ciao Tony


  30. Stefano Mollo

    Ciao Aldo Mosello,

    grazie per i suggerimenti. Già ero al corrente, peraltro, della possibilità di vedere i vari programmi TV via internet.
    Ma non l’ ho menzionato intenzionalmente nel mio commento, in quanto per mettere in pratica tale scenario ci vogliono (1) apparecchiature che la stragrande maggioranza di noi non ha, (2) conoscenze tecniche che la stragrande maggioranza di noi non ha e (3) un collegamento ad Internet ad alta velocità che la maggior parte di noi non ha.
    In altre parole, Angelina a New York e tutti gli altri come lei, che sono addirittura rimasti alla carta fisica (che ha il suo indiscutibile fascino e che manca anche a me) non possono in pratica fruire di una tecnologia che, per loro è lontanissima dalla loro comprensione.
    Personalmente pero mi verrebbe utile una lista di link, se li hai, di tutte le TV che hai citato.

    In quanto al fatto che la RAI sia o non sia una delle migliori reti televisive del mondo ….. io e molti altri, credo, non lo pensano davvero. Io la RAI la guardo perché devo, ovvero perché è la tipica situazione in cui “o mangi ‘sta minestra, o salti la finestra”. Se vivessi in Italia e fino a quando vivevo in Italia, non guardavo la RAI, salvo pochissimi casi molto speciali.

    Stefano.


  31. Stefano Mollo

    Cara Patricia Lucio,

    grazie per gli auguri e non importa se sono arretrati, comunque se vuoi ti puoi rifare facendomi gli auguri per il mio 43esimo compleanno che sarà il 29 Dicembre, ovvero fra due (02) giorni …..

    Il Panettone? No, ancora no, sono stato travolto dagli eventi: fra traduzioni (faccio le traduzioni legali per la nostra ambasciata), mia figlia, tante email che anche io scrivo ed un progetto in internet che sto cercando di far decollare, non ho potuto dedicare tempo e soprattutto attenzione alla sezione culinaria della mia vita. Per fortuna che mia figlia cucina un po’ quando io non posso e mi solleva da certe incombenze. Ma ti assicuro che quanto prima tenterò l’ impresa ….

    Stefano.

    Cara Claudia Roman,

    … sapessi come sono d’ accordo con te!!! Al 200% !

    Ad Ottobre 2006 sono stato a Roma 12 giorni: non hai idea l’ abbuffata che mi son fatto di prosciutto, stracchino, formaggino mio, mozzarella, grissini …. mi son fatto TUTTE le pizzerie di Ostia Lido (sono nato li) e tutti i bar; ogni bar entravo e mi prendevo un espresso ed una ciambella, o una bomba con la crema, o un cornetto con la panna ……

    Ricordo che arrivai di mattina, quindi dopo essere andato a casa, scesi di casa ed entrai nel primo panificio che trovai e chiesi UNA rosetta; il panettiere mi guardò un po’ sorpreso e mi chiese “Come una?” ed io “Sì, vorrei UNA rosetta.”
    Me la divorai a mozzichi; era la mia prima rosetta dopo 8 anni di astinenza; avevo, letteralmente, sognato quel momento tante volte. Poi, me ne comprai un chilo.

    Stefano.


  32. Pasquale

    Ciao Francesca, voglio augurarti un felice anno nuovo. Sono sicuro che l’anno nuovo ti portera’ molta fortuna. Te lo auguro con tutto il cuore.
    Pasquale Vitale


  33. Piero

    Ciao Francesca
    Includo anchio i miei: con i migliaia e migliaia,
    che ti scrivono. piu fervidi Auguri di Buone Feste.
    e un Augurio Particolare per un felice ANNO NUOVO,
    il che mi auguro che presto avremo l’opportunita’
    di vederti tornare in TV.
    sei Fantasica: e te lo meriti.
    SO: GOOD LUCK IN THE NEW YEAR.

    PETER LUCENTE


  34. Claudia Roman

    Caro STEFANO,
    a chi lo dici, io una volta sono stata cosi’ male per il troppo cibo ingerito………..sono anni che desidero mangiare un caco, sai il frutto invernale. Dirai, ma come non ci sono i cachi negli USA? Si, ma non sono come quelli italiani (come molte altre cose) e io se vado in Italia e’ sempre in estate.
    Francesca dice che ama scrivere sulla carta col sistema tradizionale, anche a me piace ma vuoi mettere la potenza del computer? La sua immediatezza? Non e’ vero che e’ difficile da usare e come dimostra anche Francesca “di necessita’ virtu'”si impara qualunque cosa se si vuole e se ne ha bisogno, ma hai ragione nel dire che non tutti hanno l’alta velocita’.Io per esempio compro molti cibi tramite internet. Sono cibi veramente italiani, non brutte copie, e cosi’ un po’ mi tolgo la voglia specialmente per il formaggio ma per altre cose non c’e’ niente da fare solo salivare e sognare fino al momento dell’abbuffata.
    Quando sono in Italia scelgo alberghi che hanno il frigo, vado al supermercato o negozi vari, poi mi chiudo in camera con il mio tesoro metto tutto sul tavolo, fotografo(per superare in futuro i momenti duri di astinenza) ammiro, annuso e divoro! Lo so, e’ quasi patetico ma penso che molti capiranno…………il cibo nutre il corpo e l’anima.
    Comunque buon compleanno io vado velocemente verso i 48!Gli ultimi dieci li ho spesi negli USA dove ho imparato molto anche tramite l’astinenza di cachi e altre bonta’.
    Claudia da Jacksonville FL


  35. Salvatore Prattico ( Syracuse NY. USA )

    Cara Francesca,
    Io non ho una bella storia da raccontare di un’amicizia nata o mantenuta per via delle lettere, anche se tengo molto all’amicizia, a me risulta faticoso scrivere lettere; sarebbe una bugia dire che proprio non sappia scrivere: vedi?… a volte azzecco anche il congiuntivo.
    Brava te che fai felice tanta gente con le tue lettere; ora, con l’aiuto del blog puoi raggiungere moltissimi amici intorno al mondo che sono felici di vedere il tuo bel modo di scrivere e le tue interessanti idee.
    Io ho capito che il tuo “blog” che sta avendo molto successo, sara` ancora piu` forte se avra` molti piu` lettori, percio` ti dico che in questi giorni ho trovato altri due amici che son rimasti entusiasti di questo tuo sito e si sono aggiunti a noi.
    Non vorrei che si pensassi che io dica questo per incitare tutti gli amici a trovare altri amici…
    E perche` no!?… Anzi… lo dico ad alta voce:
    CARI AMICI, TROVATE ALTRI AMICI PER FARE QUESTO BLOG PIU` FORTE ANCORA E DARE MODO A FRANCESCA DI CONCRETIZZARE QUESTO PROGETTO CHE SARA` MOLTO UTILI PER TUTTI NOI.

    Savatore.


  36. José Crochenci

    Carissima francesca:
    Pronto haré un comentario referido a mi ciudad, mi país ,mi profesión y mi familia.
    Estoy siempre en contacto.
    Ciao, un beso José.


  37. Evaristo Ferraro

    Carissima Francesca, per que tu no includere in suo Progetto come accendere la Cultura Italiana in paeses dove les italianes immigraro; per esempio come apparire la città dove la immigrato sviluppare, lo suo nascita e atuale posizione.Abbraccio de San Paolo,Brasile.


  38. vito de frenza

    Hola France ho letto le tue e mail dove mi dici di scriverti i commenti dopo i tuoi messaggi e cosa che faccio non mi spiegop perche ti arrivano in forma privata . Spero che questa ti arriva nei commenti . Tifaccio di nuovo gli auguri per il nuovo anno come pure TE DESEO MUCHOS EXITO Vito de Frenza
    Citta: Punto Fijo Venezuela


  39. Patricia Lucio ,Bs.As.Argentina

    Ciao carissima Francesca,

    oggi 28 dicembre festeggiamo i Santi Innocenti,quelli piccolissimi bambini che il Re Erode decise di uccidere affinché venisse eliminato il “Re dei Giudei” vuol dire Gesù.
    Fin dai tempi antichi(medievali)questa celebrazione si è riempita di un carattere gioioso dando origine a qualche simpatica usanza che perdura con più o meno varianti.
    Il motivo di questa introduzione è soddisfare una mia curiosità su una consuetudine che esisteva tra di noi,purtroppo ormai quasi scomparsa come le letterine di Natale di Pierino Rossi.
    Quando eravamo piccoli,ogni 28 dicembre, ancora immersi nello spirito festivo natalizio,facevamo dei piccoli scherzi con l’intenzione di mettere a prova l’ingenuità degli altri .E quando venivano sorpresi, ridendo noi dicevamo “¡que la inocencia te valga!!” (scusatemi ma non so come sarebbe una traduzione giusta.).
    Pensate che eravamo felice così!! Che candore in quel’epoca!!
    Vorrei sapere se questa tradizione viene o veniva usata in altri luoghi, o se c’è qualcun’altra?.
    Un forte abbraccio e Felice giorno degli innocenti!! Auguri a tutti!!

    Patricia Lucio

    PS: Anch’io appoggio l’idea di fare un elenco dei compleanni.
    Domani ti saluterò Stefano Mollo ma oggi approfitto per ringraziarti il condividere con noi il sito LolliRadio,è proprio da non perdere. Buona musica a tutti!


  40. maria rosa

    ciao tutti buon venerdí, quanta ragione ha Claudia, noi italiani alléstero abbiamo bisogno di vedere lÍtalia, io tutti i giorno nel compiuter vedo il varese news, e non sapete la felicita che ho quando ci sono delle fotografie della mia cara GALLARATE, ed entro nel sito del supermercato tigros che era quello che visitabo le due volte che ho avuto la fortuna di andare in Italia, un bacio forte a tutti
    maria rosa de lujan argentina


  41. Dora Malagrino

    CIAO FRANCESCA!!!SE IO TI STO DANDO SOSTEGNO, ANCHE TU
    LO DAI A ME E A TUTTI I TUOI AMICI CHE TI SCRIVONO.
    PIERO E LUIGI E ANCHE EVARISTO HANNO PARLATO SULLA CUL-
    TURA ITALIANA CHE È MERAVIGLIOSA,IO CON MOLTA UMILTÀ,
    TENTO DI PASSARE LA MIA PICCOLA CONOSCENZA SULL’ITALIA
    AI MIEI COMPAGNI,DICIAMO COSI,DEL GRUPPO DI LETTURA DI
    TEATRO,PARLIAMO SPESSO SULL’ARTE,SULL’ARCHITETTURA,SUL-
    LA GEOGRAFIA ITALIANA E CERCHIAMO SUI LIBRI E CARTE
    GEOGRAFICHE I POSTI DOVE SONO NATI I SUOI ANTENATI,PAR-
    LIAMO DELLA CUCINA ITALIANA,ECC.ECC. MA SOPRATTUTTO DEL
    TEATRO ITALIANO CHE CI PIACE TANTISSIMO,E LEGENDO QUESTI TESTI,A VOLTE RIDIAMO PER GLI SBAGLI,MA COSÌ RI-
    DENDO RIESCONO A CONOSCERE PER ESEMPIO A PIRANDELLO.
    ANCHE A VOLTE LEGGIAMO QUALCHE ARGOMENTO DI OPERA,PER
    ESEMPIO,QUANDO ABBIAMO FINITO LE LEZIONE,A FINE NOVEM-
    BRE UN GRUPPO DI PERSONE HANNO LETTO E RACCONTATO L’AR-
    GOMENTO DI TOSCA,DI PUCCINI,E ABBIAMO MESSO VIDEO DEL
    GRANDE LUCIANO PAVAROTTI CANTANDO QUALCHE ARIA.QUESTO
    È IL MIO PICCOLO,MOLTO PICCOLO CONTRIBUTO ALLA MIA
    SEMPRE CARA ITALIA(IO NON SONO UNA PROFESSORESSA,SONO
    SOLTANTO INSEGNANTE DI QUELLO CHE PIACE TANTO A ME)
    FORSE HO PARLATO TROPPO,DI ESSERE COSÌ SCUSATEMI.
    BELLA FRANCESCA,SARÀ ALLA PROSSIMA,UN BACIONE
    DORA-MAR DEL PLATA-ARGENTINA


  42. LUIGI E PIERO DA GREENWICH CONNECTICUT U.S.A

    salve a tutti un agurio immenso a tutti voi in chat e in particolare a francesca che ci ha dato la possibilita’ di stare insieme in questa grande famiglia.A PRESTO . http://WWW.PIRRIHAIRGROUP.COM


  43. A. Margarita Morales

    Francesca, vorrei ringraziare a Ignazio Giunti perché come fratello venezuelano ci accompagna a noi colombiani in questa prima spinta che sicuramente ci porterà a trovare la pace molto presto. Signor Ignazio, vedo che Lei è informato bene sui nostri problemi ed in poche parole ha detto quello che io non ho voluto dire rispetto al pensiero europeo.

    Sono molto felice perché secondo Chavez, dalle 3 di pomeriggio in poi inizia l’operazione ritorno.

    Un abbraccio per tutti gli italiani dispersi per il mondo.

    Amparo Margarita da Ibagué-Colombia


  44. João Carlos De Pellegrin

    Carissima Francesca,

    Tutte le volte che te guardo, come nella foto al fianco della cassa postale, capisco un pò di più, il sentimento che tutti gli italiani sparsi nel mondo ti devotanno. Il tuo sorriso sul viso è una vera poesia, è un invito a fare amicizia.
    Alla prossima.
    João Carlos De Pellegrin de Souza
    Avvocato – Criciúma – Brasile


  45. maurizio

    Noto con piacere che il tuo blog inizia a prendere forma,
    se continui cosi mi sa che farai concorrenza a quello di Grillo,certo che per rispondere a tutti i post sarai costretta a assumere un/a collaboratore,il web è colmo di blog “personali”,quello che realmente è una novita,è il blog di servizio….Certo che mica è facile,bisognerebbe “educare” anche noi utenti a usare un blog di servizio nel modo corretto,con post in topic,
    (argomenti pertinenti)…I saluti e le opinioni generali fanno sempre piacere,ma vuoi mettere la risposta di un esperto a un problema concreto?
    Vabbe Francesca vedo che il camnmino intrapreso va nella giusta direzione (ovviamente è la mia opinione)
    Io continuo con la mia convalescenza,ne approfitto per leggerti ancora piu attentamente…
    Ciao
    Maurizio
    Città del messico


  46. maria rosa

    ciao amici, domani matina parto per CARILO cittá al mare nella provincia di buenos aires, non so se avro il tempo di collegarmi, un bacio forte stefano ed auguri per il tuo compleanno!!!!!! pregheró per te e le tue intenzioni domani, vi porto a tutti nel cuore
    maria rosa lujan argentina


  47. antonella

    CIAO FRANCESCA HO RICEVUTA TUA LETTERA FINALMENTE CI SIAMO TROVATI NALTRA VOLTA PECATO QUE A SETTEMBRE NON CI SIAMO VISTI IO ERO A ROMA PERO NON SAPEVO DOVE TROVARTI LASCIA PERDERE IL DIRETTORE FORZE CUANDO LO CAMBIANO SARAI NUOVAMENTE IN ARIA A LA RAI TE LO AUGURO TI RISPONDO PER POSTA AUGURI E BUON ANNO A TE E I TUOI COMPAGNI ANTONELLA


  48. antonella

    SONO ANTONELLA ZUMBO DI BUENOS AIRES CUANDO VIENI SIAMO IN ESTATE NOI TI MANDERO UNA CARTOLINA DI CORDOBA CIAO CIAO


  49. maria rosa

    cara francesca ho ricevuto il tuo mail, ti ringrazio tanto, io sto cercando indirizzi di posta eletronica per reenviare il tuo sito, adesso che andró in vacanza avró piu tempo di pensare, in genere prima faccio e dopo penso, cosi sono io!!!!!! , chiedo scusa per i miei errori!!!!!
    abraccio a tutti Maria Rosa Luján Argentina


  50. fezeu romuald

    cara francesca grazie per questa parole che non conocevo e quella bella foto ti ringrazio da cuore grazie voi seite bravi romuald da yaoundé ngoa-ékéllé ciao a tutti.


  51. Juliana

    Ciao FRancesca un saluto a tutti, spero che con questo scrivere mi imparero’ meglio la lingua Italiana,Se sbaglio tu mi corregerai un salutone e tutti i tuoi amici Julia dal Canada,


  52. Rodolfo Cesarini

    Francesca ancora una volta non posso dirti di no,seguo il tuo consiglio, anche perqué all’estero c’é unaltra italia con piú di sessanta milioni di italiani emigrati, a loro trasmetto cuesto frammento perquè scrivendo tornano alla memoria personaggi della propia vita. La vita di un individuo non si puó mettere in due linie ho scritto parte di cuesta storia que comincia molto prima del cocomero ma solamente mi limiteró alla tua riquiesta. Amo Roma e la amerò sempre. sono nato in via Imperia guasi piazza salerno a cento metri di villa Torlonia. Sempre ho vissuto nel cuartiere Italia, e allora in cuell’epoca abitavo in via cosenza davanti al teatro Italia, come credi que potevo accettare con i miei 18 anni allontanarmi della mia città, dai miei amici, compagni di scuola, la mia giovinezza si spezzava in due, adesso que scrivo cueste rigue tutto ritorna davanti i miei occhi, del gruppu dei ragazzi sono rimasto solo Io l’ultimo caro amico Piero Saraceni é decesso in maggio di cuest’anno.
    La mia Mamma rimasse sola con tre figli a carico e un giorno mi disse, andiamo in Argentina, ma perquè Mamma gli dissi, Io già lavorerò e tutto migliorerà, un giorno hera sabato e mi disse andiamo a passeggiare a monte mario e siamo andati a finire al giannicolo con un cocomero sotto il braccio. Lungo la mia esistenza mi sono mi sono potuto togliere l’immagine di Roma vista dal Giannicolo ma soprattutto lo sguardo di mia madre pieno di amore spiegandomi le ragioni per cui pigliava tan importante decisione, un anno dopo partivamo dal porto di napoli verso l’Argentina. Cuesto parrafo è parte di una lunga storia que se Dio mi concede tempo forse la manderò a LiberEtà.
    Ciao Rodolfo Cesarini.


  53. Maria Rosa Caporossi

    Carissima Francesca: che ti posso dire?Sono rimasta muta davanti la fotografia….¡¡¡Sei bellissima!!!
    Un bacione
    Maria Rosa


  54. Maria Rosa Caporossi

    Voglio dire senza parole,non so si se scrive cosi

    Maria Rosa


  55. Franco Petrocco

    Carissima Francesca, la foto con le lettere è splendida!
    Una lettera scritta a mano, porta con sè molte altre cose insieme alle parole, è molto più sentimentale. Oggi, con l’internet, non è pratico scrivere a mano, mandare una lettera, ma in casi speciali, ancora lo faccio. Ha un significato tutto speciale per me una lettera scritta a mano, mi ricorda l’emozione dei primi tempi di Brasile, quando una lettera ci metteva due mesi per arrivare e si leggeva in famiglia tutti assiemi. Un saluto ad Angelina Darco, sicuramente una SIGNORINA di 82 anni, continua a scrivere!
    A te cara Francesca, gli auguri affettuosi di Buon Anno e successo nel 2008.
    Franco Petrocco
    petrocco@uol.com.br


  56. ENZO TORTORA

    Ciao Francesca, innanzitutto , mi ritiro tutto cio’ che ti ho detto, riguardo alla realizzazione della tua magnifica idea, complimenti non mi aspettavo che eri cosi’ telematica dopo aver sempre affermata di essere cartacea. Ora non devo fare altro che scusarmi umilmente
    di quanto ti ho gia’ detto. Ti auguro un buon anno con
    tanti spari di “trick track e botte a muro”ti bacio le mani .(ricordo dempre il tuo corredo di lunghi ed originali orecchini)
    devotamente
    Enzo Tortora napoletano residente a MANSFIELD MASS. USA


  57. lino da Phuket

    Carissima Francesca,io avrei una idea,creare un gruppo, una ML(mail liste)dove anche si puo dialogare,oppure usare una room di paltalk dove ci si puo parlare e invitare alre persone di altre room,pero’,io non frequento piu perche’,non sopporto questi flirt virtuali,e quando intavoli una discussione seria si ammutoliscono.ora se non questo,un posto dove poterci parlare e scambiare le nostre opinioni trovare ualcosa del genere.Sai la prima volta che visto una chat,sono rimasto attonito,io che di elettronica e computer non ci capisco nulla mi sembrava una cosa fuori dal mondo,ma poi capendo che si diceva all’interno di queste chat ho smesso.Ho cercato un posto dove si faceva musica dal vivo e come ho detto ho trovato Paltak,ma dopo un po la solita storia di flirt e la musica andava a farsi benedire,cosi ancra il silenzio.
    per ora e’ tutto cio che mi viene in mente,a parte il fatto di comunicare a conoscenti il tuo sito
    un abbraccio


  58. Rosalia

    Sono brasiliana e me é piaciuto questo sito…. Brava Francesca.. brava e bella… grazie mille, ti auguro 2008 con pace e salute.
    bacione da Brasile


  59. Marcelo

    Ciao Francesca,
    sto leggendo il tuo blog e mi sembra meraviglioso e sono sicuro che crescerà e diventerà “il sito dell’italianità”. Hai una forza incredibile e vedrai che tutto andrà bene perché tu sì hai “l’età” per fare bene le cose senza bisogno di cantare, insomma. Tu devi sapere che noi siamo qui e siamo in molti che ti vogliamo tanto bene. Sai cosa potresti fare ogni tanto? Fare una specie di programma (che tu lo sai fare molto bene), che ne so, una volta alla settimana, così potremmo ascoltarti e vederti. Dico, è un’idea. Magari c’hai già pensato.
    Un bacio e sono sempre qui, siamo tutti qui.
    Marcelo. Mar del Plata-Argentina.


  60. MASSIMO SERACINI

    Cara Francesca,

    stai facendo felice molti di noi con la tua sincera partecipazione ai nostri desiderata (gli americani, piu’ freddi, direbbero “needs and wants”).
    Sai ascoltare, leggere e rispondere alla gente e li fai sentire veramente “piu’ italiani”!
    Annunci che presto ti interesserai anche di argomenti piu’ concreti per il mondo dell’emigrazione e permettimi, da modesto emigrante senior con quarant’anni di esperienza ed un paio come figura pubblica, di presentarti una idea che nessuno ancora e’ riuscito a organizzare, a cui sto’ dedicando la mia terza eta’ biologica e la mia prima politica.
    E cioe’ cercare di mettere insieme e motivare le sinergie piu’ significative dell’italianita’ all’estero per far sentire in Italia la realta’ dell’emigrazione italiana nel mondo, e non quel ridicolo ed offensivo teatrino che i tuoi colleghi giornalisti hanno sempre messo in onda quando si occupano di noi, raccondandoci in maniera assurda, obsoleta e sopratutto falsa!
    L’impegno che hai dimostrato prima alla RAI International e ora con questa tua iniziativa editoriale dimostra la tua sensibilita’ e “understanding” del nostro mondo.
    Mi permetto percio’ di farti presente questa mia iniziativa, una vera “mission possible” a favore dei nostri fratelli emigranti che desiderano almeno essere rispettati e raccontati senza prese in giro e/o offese!
    Il ritornello della serie B non e’ solo un classico per noi, ma purtroppo una realta’ che constatiamo ogni volta che si leggono e/o si ascoltano storie, racconti e programmi che ci riguardano.
    Scusami per la lunga lettera, che credimi, viene dal cuore e dalla simpatia instantanea che tu hai saputo trasmettere dal video e da questo tuo motivato impegno a continuare privatamente a dare un contributo al nostro mondo.
    Sei BRAVA, BELLA E BUONA, come dico sempre da nonno alla mia nipotina americana (ne ho 6 fra maschi e femmine!)

    Buon Anno di cuore da San Diego

    Massimo Seracini
    seracini@pacbell.net


  61. Lea Beraldo

    Ciao Francesca, ho scoperto da poco questo sito e già mi é molto gradito. Tre anni fa ho partecipato di una puntata dello Sportello Italia e “cum magno gaudio” vedo che continui a preoccuparti di noi, italiani all’estero. Sono da São Paulo, Brasil, la più grande città italiana fuora Italia, che certamente merita una tua visita.
    Complimenti e auguri di un Anno Nuovo Felice e Venturoso.
    Un abbraccio
    Lea Beraldo – São Paulo – Brasil


  62. Enrico Montelli

    L’ insegnamento della musica in Italia.
    Come è possibile che in Italia, il Paese dell’Arte per eccellenza e della Musica in particolare, non venga inclusa nelle scuole pubbliche proprio la materia della Musica cosí come si fa in tante altre nazioni (e non solo europee – guarda l’Australia!)?
    Nel Venezuela, ripeto Venezuela, addirittura esiste una organizzazione statale che accoglie i giovani di famiglie povere o quelli marginati senza meta e senza dimora per trasformarli, se hanno la vocazione, in musicisti risolvendo allo stesso tempo un problema sociale ed usando insegnanti e professori che provengono da tutte le parti del mondo, tale è l’esito ed il successo di questa iniziativa.
    E cosí, senza analizzare l’origine della decadenza dei vari nostri festivals della canzone incluso San Remo ( dove assistiamo all’obbrobrio fonico messo in scena , la maggior parte delle volte, da strilloni senza voce e scamiciati) tiriamo avanti dormendo sugli allori perché una volta abbiamo avuto un Caruso, un Gigli, un Modugno o, uno dei pochi rimasti, Albano ma questa tragedia non si limita solo alla parte canora ma forse e soprattutto a quella che riflette la pochissima proliferazione di autori sia di musica leggera che classica come anche di strumentisti. Purtroppo, tale scempio si ripercuote a tutti i livelli e cosí assistiamo impavidi all’invecchiamento (perché non usati) o demolizione di Teatri o sale di concerto che una volta erano il nostro orgoglio. Gli studenti stranieri (specialmente asiatici ed in particolare coreani) vanno riempiendo sempre di piú le aule di quello che una volta era il Sacro Tempio dell’Insegnamento Musicale come è il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano mentre i nostri figli vanno sempre di piú brillando per la loro assenza.
    Solamente seminando in terra fertile si possono raccogliere bei frutti e nella musica la terra fertile è la prima scuola.


  63. Maria Rosa Caporossi

    Caro cuore cartaceo:oggi sono stanca morta.Dopo la giornata di molto caldo,di molto lavoro,dei giocchi con i nipotini devo pensare abbastanza da quando ho inviato o pure ricevuto una lettera cartacea.Credo que sia a te Francesca,le mie lettere con i fiorellini.Io,molto tempo fa erava “molto cartacea”.Scriveva alla mia cugina Marina Barbabella e lei rispondeva presto tutte le cose adolescente.Poi,la vita ha fato che,soprattuto lei sia sempre mooolto occupatta(e una personna importante nel tema educazione) e ci abbiamo trovato varie volte per feste dei parenti sempre riccordando quell´epoca meravigliosa di gioventu.Adesso mi viene alla memmoria una lettera scrita alla mia compagna di scuola primaria.Quando ho vissuto a Ushuaia,il posto piu australe del mondo scriveva speso ,mandando fotografie di mia figlia a fine che i nonni condividano la sua crescita.Sicuramente saranno piu i riccordi ,ma adesso guardando la cassetta rossa penso che mi piacerebbe tanto ricevere una tua lettera.Tutte le volte che mi hai risposto ho sentito un grande affetto e ho valorato molto di piu il tuo rapporto con noi,il tuo caro pubblicco di “Sportello Italia”.Chiedo scusa per gli errori,oggi veramente mi sento stanca .Ti mando un grande abbraccio.
    Maria Rosa


  64. Lucia - Buenos Aires, Argentina

    Cara Francesca,
    il tuo blog riscuote sempre piu entusiaste adesioni e ognuna di queste esprime la felicità di tutti gli italiani che in te hanno trovato l’eco che da decenni si aspettavano, ma che non hanno mai avuto dall’Italia. Tu rappresenti la riscossa di tutti gli emigranti che per decenni sono stati abbandonati a sè stessi, che non hanno mai avuto attenzioni nè locali nè da parte dell’Italia (che oggi invece prodiga agli immigrati clandestini e non, a larghe mani). Quanto abbandono e quanta indifferenza, hanno subito gli italiani attraverso gli anni e in qualsiasi luogo essi abbiano portato i loro sogni, che molto spesso si tramutavano in frustrazione, dolore, angoscia e patimenti di ogni genere. Tu, miracolosamente, hai avuto il dono di saper interpretare, di sentire, di comprendere, le necessita spirituali e materiali degli emigranti italiani, tu che sei nata dopo che l’emigrazione dei nostri connazionali era ormai agli sgoccioli, tu hai capito quali erano le necessita mai sopite di tutti quelli che male o bene si erano adattati (rassegnati) al loro nuovo mondo e alla loro nuova realta. Tu hai saputo rispondere alle aspettative di tutte quelli che si sono sentiti lasciati in balia di sè stessi, completamente abbandonati, traditi, affrontando realtà durissime, che hanno dovuto accettare disagi inimmaginabili, tu hai sostituito l’Italia sorda e muta che era troppo impegnata ad arricchirsi (anche grazie al contributo che dall’estero gli emigranti mandavano in Italia per sostenere le famiglie rimaste nei paesi, specie del sud). Ecco, questo è il grande merito e onore che ti fa unica e amata e insostituibile. Anche solo per il fatto di ascoltarci, grazie di esserci.
    Un abbraccio affettuoso
    Lucia


  65. Il Mango di Treviso

    Ciao Francesca,
    mi segnalano dall’America Latina il tuo blog. Dall’Asia ti mando i miei piu’ sentiti auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo, un 2008 che si annuncia pieno di buone notizie, tipo ” Prodi in esilio…” ecc…
    Cordialmente
    Il Mango
    http://mangoditreviso.blogspot.com


  66. Gesualdo Paterno`

    SALVE FRANCESCA e complimenti a tutti i connazionali che scrivono e leggo con piacere. Anche io ho “un cuore cartaceo” e lo preferisco alla comunicazione telematica, ma come dicono i miei figli Diana e Renny “este mundo globalizado en que vivimos esta dominado por la informatica”.Condivido con Joao Carlos che nella foto “il tuo sorriso sul viso e^ una vera poesia che invita a fare amicizia”..BRRR.. E poi Gabriella ha anche ragione nel suo commento “deciditi a prendere qualche giorno per te stessa in occasione di fine d`anno”. FRANCESCA permettimi farti l`invito a includere nella sezione di Giornali on Line del blog, il nostro giornale italovenezuelano LA VOCE D`ITALIA fondato dalla famiglia Bafile nel 1950, giacche lo legge la nostra comunita italiana in vzla, ed il suo sito e`WWW.voce .com.ve. Grazie ed a presto, un saluto speciale al tuo staff, ma per te un augurio particolare per un Felice Anno Nuovo e speriamo nel 2008 rivederti in TV…Di nuovo un Ciao a tutti di GESUALDO -guanare- venezuela .


  67. Raus Francesco

    Ciao Francesca vorrei innanzi tutto farti gli auguri per il santo Natale trascorso e per un 2008 pieno di tante sodisfazioni e con la speranza, che e’ l’ultima a morire, di rivederti presto di nuovo su Rai International. Ci manchi. Auguri a tutti.
    Buona Fortuna
    Franco
    Stamford Usa.


  68. Laura Nigro

    Ciao Francesca e ciao a tutti,
    volevo solo farvi sapere che oggi 29 Dicembre e` il compleanno di STEFANO MOLLO, e avevo pensato di unirci tutti insieme e cantare:
    ‘tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanti auguri Steanoooooo, tanti auguri a te, hip hip hurray, hip hip hurray’
    ok tutto qui
    un salutone a tutti da Perth dove ultimamente sta facendo un caldo mostruoso fino a 44 gradi!!
    Laura
    Australia


  69. Carla bellotti

    ciao Francesca,voglio tramite te fare i miei complimenti all’amico”MANGO” di Treviso per il suo blog.mi e’ piaciuto leggere cose di cui convengo pienamente.Auguri anche a Stefano di buon compleanno e….continuate a scrivere,perche’ fa bene allo spirito ma anche alla mente,e poi c’e’ sempre da imparare…….saluti atutti carla di Bali Indonesia


  70. Carla bellotti

    AH midimenticavo di chiederti Mango,mandi gli auguri dall’Asia ma da dove precisamente,sono troppo curiosa?ti saluto sempre Carla di Bali Indonesia


  71. lino da Phuket

    rispondo a Enrico Mondelli,condivido il tuo pensiero,ma cosa possiamo pretendere dai giovani,quando pigiando un tasto del computer possono fare musica,non conoscendo strumenti reali e tantomeno note o partiture.I sacrifici che si facevano da bambini fino a i dolori di schiena seduti per ore al pianoforte,sono casi sporadici,ci sono ,ma veramente rari,cito un pensiero di B.Arturo Michelangeli:
    La musica è un diritto, ma soltanto per colui che la merita!” Arturo Benedetti Michelangeli
    “Essere un pianista e un musicista, non è una professione.
    È una filosofia, una concezione di vita che non può basarsi ne sulle buone intenzioni,
    ne sul talento naturale. Bisogna avere prima di tutto uno spirito di sacrificio inimmagina
    bile.”
    Arturo Benedetti Michelangeli
    E questa potrebbe essere la risposta al tuo commento ,caro Enrico,purtroppo oggi e’ cosi
    un abbraccio


  72. Nicola

    Ciao a tutti, ciao Francesca.

    Vi scrivo da Malindi in Kenya.

    Io ho un cuore telematico, perché penso che le email e internet ti diano la possibilità davvero di entrare in contatto con il mondo, in modo istantaneo, senza confini. E’ inoltre un mezzo molto democratico e non passivo: questo blog ed altri nel mondo ne sono un esempio.
    Francesca lavorava nei media “tradizionali” ed ha trovato in internet un mezzo di riscatto e di contatto. Io in Kenya volevo aprire una radio ma le difficoltà burocratiche che mi hanno paventato davanti e la mancanza di libertà preventiva (bisogna dire in anteprima tutte le cose che si vogliono trasmettere, tradotte in Inglese naturalmente, ad un ufficio governativo che deve “controllare”) mi hanno fatto desistere. Adesso sembra che forse ci riusciremo ad aprire questa benedetta radio, ma nel frattempo ho trovato molto più facile aprire un Blog su internet, dove dico (quasi) tutto quello che mi passa nella testa.

    Parlando di media tradizionali, qualcuno avra’ sentito dell’uccisione del ragazzo italiano a Malindi: Andrea Pace. Lo conoscevo di vista, ed era un ragazzo d’oro. E’ stata una disgrazia tremenda per la famiglia e certamente un assassinio crudele: non si può perdere la vita per pochi euro!
    Comunque non trovo giusto il modo in cui la televisione e i giornali stanno criminalizzando Malindi. Il posto e’ assolutamente tranquillo e non più pericoloso di qualsiasi altro posto nel mondo. Questa criminalizzazione indiscriminata serve solo ai giornali, e crea danni incalcolabili ai connazionali che sono andati all’estero per investire nel turismo di una località fantastica e con gente bellissima. Poi certo, i criminali ci sono dappertutto e un po’ di prudenza e’ sempre raccomandabile.

    Colgo l’occasione per un augurio di buon anno a tutti, e spero che per il Kenya questo 2008 cominci con un governo nuovo e migliore del precedente (stiamo aspettando gli esiti degli spogli elettorali da queste parti).


  73. Salvatore D'Oria

    Affettuosi Auguri di un anno pieno di tante belle soddisfazioni.A presto


  74. LUIGI E PIERO DA GREENWICH CONNECTICUT U.S.A

    tanti auguri a tutti che un 2008 sia pieno di salute e di successo e pace e in particolare a Francesca saluti affettuosi a tutti LUIGI .. http://WWW.PIRRIHAIRGROUP.COM


  75. Lucia - Buenos Aires, Argentina

    Complimenti vivissimi al Mango di Treviso. Oltre a tante opinioni interessantissime, ho trovato pure tanti links imperdibili come IL CIUCO RUBRO, divertentissimo!!! Veramente in gamba! DA OGGI, SARO ANCHE IO DEI VOSTRI.
    Mi sa che fra blog e blog non mi stacco piu dal PC. :-)
    Saluti a tutti e speriamo in un migliore 2008.


  76. nella

    ciao francesca
    sono nella da new york
    voglio farti gli auguri di buon anno
    anche a tutti gli italiani del mondo
    spero che sia meglio di questanno
    bacioni a tutti
    auguriiiiiiiiiiii


  77. jose' bezzi

    Cara Francesca,Mi sono letto tutti i commenti di chi ti scrive..costi’….Io penso..Sono tutti molto cari e simpatici,ma non dicono nulla di positivo,e,concreto.Perche’ non cerchiamo di essere piu’ fattivi…Organizziamo qualcosa che possa servire per aiutare anziani e bambini italiani che se la passano male…In quale maniera??Siete tutti intelligenti,dato che compreso il sottoscritto riusciamo a sopravvivere in posti talvolta molto a ..RISCHIO..Percio’ riusciamo a capire meglio di coloro che comodamente sono rimasti in ItaLIA..e CHE PURTROPPO SI LAMENTANO SEMPRE.bE’FRANCESCHINA CONTINUERO’ IL MIO SERMONE QUANDO QUALCUNO SARA’ INTERESSATO E MI RISPONDERA’hO LETTO L’INTERVISTA CHE HAI RILASCIATO IN AMERICA…nON CI POSSO CREDERE CHE VI SIANO TALI DEF…..NELLA TV iTALIANA.pER QUESTO DOBBIAMO CERCARE DI FARE UNA BELLA FIGURA…nOI vERO fRANCESCA jOSE’ IL TUO AMICO DA BALI


  78. roy

    Cara Francesca,
    di nuovo tantissimi auguri per le feste, speriamo che l’anno nuovo ti porta tanta gioia personalemente, e poi ancora tanta fortuna (che te lo sei GUADAGNIATO e piu che MERITATO) in vera vita, PROFFESIONALEMENTE!
    Francesca, ormai sono sicuro che tu ai capito che il
    99% del popolo Italiano al’estero sia con te!!!!
    Quel’ 1% non ci ne pensiamo nemeno, perche sicuramente
    sara BADALONI e co. quando sono fuori in escursione.
    PERO per BADALONI e co., vi ha pensato BEPPE GRILLO
    alcuni mesi fa , quando su tutta la RETE RAI, e per
    tutto il mondo , mando’ un bel augurio a tutti i
    politici e io credo ancora di piu per tutti i loro
    ‘nipoti'(badaloni e co. per primi), e cosi credo
    che tutti noi ‘italiani veri’ nel mondo dobiamo
    replicare e recitare in una voce unica, cioe’
    “badaloni e co. . ….!!!!!”
    (ti chiedo scusa Francesca, non e da me,
    pero , come si dice a Roma, ‘Quando ci vuol, ci vuol!!’
    RAI INTERNATIONAL, e’ la nostra, la paghiamo noi!!
    Oppure , non si paga piu . FACCIAMO TUTTI LA DISDETTA!
    TANTO ,noi siamo con TE Francesca.
    Buon Anno , tantissimi auguri
    sei sempre la nostra “FRANCESCAFORTE”
    un bacione
    roy (sydney)AUSTRALIA


  79. romuald

    cara francesca ho dimenticato di augurare felice anno nuovo ai miei amici in italia adalbert ed steve da lyon in francia sei veramente stupenda in questa foto ti amo tanto un baccione a te e ancora felice anno nuova a la tua famiglia francesca ciao a tutti.


  80. romuald

    mi scusi yaoundé è la capiatle del cameroun e vivo nel quartiere accanto del centro che si chiama ngoa-ékéllé dove c’è l’università di yaoundé 1 ti lascio cara francesca garzie ciao.


  81. Patricia Lucio ,Bs.As.Argentina

    Ciao Francesca e ciao tutti!

    Voglio fare arrivare i miei cari auguri di buon compleanno a Stefano Mollo.
    Come stai festeggiando? Spero che con gioia! Hai fatto una torta di compleanno?(curiosità di cuoca!)
    C’è qualche tradizione diversa nel tuo paese? Raccontaci.
    Tra pochi giorni sarà anche il mio compleanno (i “miei primi” 50!!).
    Ancora non ho pensato alla torta che mi farò ma di sicuro non mancheranno le candeline.
    Voglio anche ringraziare Aldo Mosello i links sulla televisione che io non conoscevo e che con avidità esplorerò.
    Un abbraccio a tutti!

    Patricia Lucio


  82. Raquel

    Francesca
    Auguri e felice anno nuovo!
    Raquel (Belo Horizonte, Brasile)


  83. Enrico Montelli

    Rispondo a Lino da Phuket.
    Caro Lino,
    grazie per il tuo commento al mio scritto. Ho apprezzato le tue osservazioni anche perché sono figlio di un esimio musicista e so a che cosa ti riferisci quando parli di sacrifici in tale campo. Se la musica venisse insegnata sin dalla prime scuole sarebbe certamente piú frequente lo sbocciare di nuovi talenti senza dover aspettare che sia il fato a decidere il loro destino.
    Un abbraccio da Miami!
    Enrico
    PS: un mese fa ho inviato un mio piccolo contributo (attraverso Cross International) per lo Tzunami di Bangladesh.Spero che arrivi a destino.


  84. NATALE A NAPOLI

    Carissima Francesca, sei molto gentile, hai risposto personalmente alle mail e questo mi dimostra ancora una volta che io e tutti quelli che lo desiderano possono e si sentono dentro questo progetto. Io scrivo da Monte di Procida, un piccolo e bellissimo comune in provincia di Napoli, nella splendida terra flegreA, terra d’emigrazione. Sono migliaia e migliaia i nostri concittadini che vivono negli Stati Uniti, ma anche in Australia, Argentina ed in tanti altri posti. L’Italia dimentica i suoi sessantamilioni di concittadini che vivono nel mondo, pensate un’altra Italia che vive all’estero e di cui l’Italia legale spesso si dimentica Francesca, a tutti, attraverso te e questo splendido progetto, vorrei inviare i migliori auguri per il nuovo anno. A tutti un 2008 splendido. e a prontofrancesca.it i migliori successi. La Vita è bella e merita di essere vissuta, perche’ chi ce l’ha donato ci ha ritenuti degni di questo dono…vi voglio bene tutti. Francesco Scotto. Napoli


  85. Luigi e Piero dal connecticut USA

    un saluto a tutti i calabresi in rete e in particolare a i cosentini, e poi a tutti gli italiani sparsi nel mondo un augurio di buono cuore felice anno e felice vita ,,,, http://www.pirrihairgroup.com


  86. maria rosaria martinellida Brooklyn, N.Y.

    Carissima Francesca,come hai passato questo Natale? Qui discretamente bene, tanto spreco sul mangiare e poi quello che avanza si butta via…e pensiamo sopratutto a quelle persone che farebbero qualunque cosa pur di avere un pezzo di pane.Io da quando ero piccola ho sempre aiutato chi ne aveva di bisogno,ho partecipato a tante attivita’ religiose con la mia parrocchia,quanta nostalgia ho dei miei ricordi,la vita di tutti noi cambia,a volte vorrei che il tempo tornasse indietro per rivivere una parte importante della nostra vita,i ricordi sono belli e non vanno mai dimenticati,vengono accantonati in una parte interna del nostro cuore, e chi non ne ha?Un caloroso augurio a Claudia e Stefano anche se non vi conosco di un prospero anno nuovo 2008, avete ragione a parlare della nostra terra natia, tutte le cose belle, buone le troviamo li’. Non importa se ci abbuffiamo ma vi assicuro che ne vale davvero la pena, io non bado ne’ a spese ne’ad altro mangio e basta,sopratutto il gelato,come quello italiano non lo trovi da nessun’altra parte, datemi ragione.Cara Francesca ti ringrazio per la tua e-mail che mi hai mandato l’altro giorno mi hai fatto una bellissima sorpresa. Auguro ancora una volta i migliori auguri di buona fine e buon principio di anno nuovo a tutti gli italiani che ti vogliono bene e sostengono questa tua iniziativa. CIAO A PRESTO….MARIA ROSARIA DA BROOKLYN


  87. Francesco da Toronto

    Francesca , in questo sito ti ho visto vicino alla cassetta della posta con tante lettere, ed una tua bella foto sorridende, sei piu` bella di sembre.
    Vorrei sapere, se` questi miei commenti vengono inseriti come tutti.
    Perche` dopo inviati spariscono, non li vedo piu`,
    se e` normale chiedo scusa ed ti saluto sembre.


  88. Francesco da Toronto

    Ciao Francesca, messaggio ricevuto.
    grazie di cuore , ed alla prossima.
    Qui sono le ore 10:20 a.m. ed a nevicato un po` ma!
    c`e` anche il sole, in fondo non e` male l`ultimo giorno dell`anno.
    Di nuovo tanti saluti ed ancora BUON ANNO…


  89. Giovanni Gerbaldo

    Carissima Francesca,
    Ho letto tutto quello che é apparso ion questo “cuore cartaceo ” e sono rimasto molto felice per incontrare italiani in tutte le parti del mondo affratellati in un solo sito,cercando di volersi bene e si sentendo parte di un unico popolo ed una unica cultura! Meraviglioso.
    Ho sentito la bellezza delle origini regionali diverse con l’espressione di un italiano antico,nostalgico ,ma pieno di carica emotiva.Gente che ora si trova sparsa in tutta la terra, dal Canadá all ‘Australia.Anche in Bali ci sono Italiani.É vero che la maggioranza scrive dagli USA ,o dalla Venezuela ed Argentina,ma é anche apparsa la Colombia ( Ibagué, capitale del Tolima)Il Camerum e quasi non appariva il Brasile ( solo 3 persone).Grazie Francesca per metterci a disposizione questo strumento di incontro.Io da secoli non scrivo piú lettere. Non che non ne abbia voglia,ma la mia calligrafia fa scappare qualunque, e per capirla bisogna studiare i geroglifici antichi.Perció,per non creare un mal di testa uso altri strumenti.
    Quanto al sito avremo la possibilitá di creare utilitá per tutti gli italiani. Ho sogni in testa,ma per non essere troppo lungo li scriveró un altra volta.
    Vorrei peró che chi scrive dica sempre da dove.
    Io vivo in Amazzonia, quella Brasiliana, a Manaus.
    Qui c’é una strada che porta in Venezuela, a Caracas.
    Ho detto una strada, per chi vive in Europa o negli Usa o canadá o Buenos Aires si metterá a ridere. Una strada,
    impossibile! solo una ? Eppure é cosí ! E meno male che c’é. Fino a poco tempo non c’era.
    Chissá che possiamo incontrarci con quei di Caracas.
    Comunque chi vuole conoscere qualcosa sull ‘Amazonia
    Brasiliana ,sono a disposizione.
    Ciao a tutti del mondo
    Manaus 02 gennaio 2008
    Giovanni, da Manaus Brasile/Nord


  90. Il Mango di Treviso

    @Carla: In questo momento sono a Singapore.
    Ancora Auguri e……Buona opposizione a tutti
    Il Mango


  91. Linda ( Argentina )

    Francesca ,la tua e mail mi ha commosso e nello stesso tempo provocato nostalgia.Il tuo sorriso spontaneo e la tua caparbietá ,quando non eri d’accordo su qualche tema che nonera a nostro favore ….ti rendeva unica nel fare T.V.Tutti di abbiamo considerata della nostra famiglia,eeeeee,lo resterai.Avanti con le tue idee.Vedrai ,che ce la faremo.In quanto a Napoli sto´troppo male,é la mia cittá e vederla cosí maltrattata…..e a chiu´bell ro munn.Un affettuoso abbraccio ed un ricordo continuo .Linda


  92. Linda Napolitano ( Argentina )

    Carissima francesca
    El disco Napul e,´azzeccatissima.Loscritto in gesso sul pavimento della s,trada (Ha bisogno di un amico )é un aiutooo collettivo,che sia ascoltato !Senti tu sai che ti scrivevo in forma cartacea ,ma adesso come dovro´fare.En un tuo e.mail ,mandami ,se puoi il tuo indirizzo,mi farebbe davvero piacere.Tu si na cosa grand p me.Vedrai che tutti assieme ce la faremooo e la tua bella figura la rivedremo nuovamente ,assieme al tuo bel sorriso.Ciaooo,un abbraccio forte .Linda


  93. sandro ( cascate di niagara , Canada )

    l’ammunia…rumorosa allegria, si capisco..una buona confusione..come uno che fa a un altro solletico andando ingiro, correndo , e dopo cadere per terra in allegria e gridando ” no,no basta basta, non posso pui !!! qualcosa cosi


Lascia un commento per Francesca





(non verrà pubblicata)

Caratteri disponibili